Hai cercato:  dall'anno 80 all'anno 89 --- Titoli trovati: : 7636
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Aa.vv. (fleshtones, et al.) Time bomb! feshtones present...
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1988  skyclad 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Titolo completo ''Time bomb! Feshtones present: the big bang theory''. Prima stampa USA, copertina lucida fronte retro senza barcode e fabbricata in Canada, inner sleeve con note e crediti, label con cielo e nuvole bianca ed azzurra, scritte bianche lungo il bordo e nere altrove, logo Skyclad nero e rosso a sinistra in alto, catalogo (bare) FLESH3, groove message ''for deniz...'' sul lato A e ''...and russie!'' sul lato B. Pubblicata nel 1988 dalla Skyclad, questa raccolta compila brani di artisti legati in modo diverso al nome dei Fleshtones (oltre ad alcuni brani dei Fleshtones stessi, inediti): un' eccitante panoramica sui loro gruppi collaterali, come i Love Delegation di Peter Zaremba ed i Full Time Men di Keith Streng, su gruppi che sono stati prodotti da membri dei Fleshtones, come i newyorchesi Mad Violets di Wendy Wild (qui co-prodotti da Keith Streng) e i Wild Hyenas (ancora con Wendy Wild, insieme a Keith Streng ed a Jan Marek Pakulski). Particolarmente efficace ed acclamato e' il capitolo Action Dogs, ossia i Fleshtones con Peter Case alla voce e con i restanti Plimsouls, con la splendida ''I can't get through you'', cosi' come il brano ''I was a teenage zombie'', dalla colonna sonora del film omonimo, suonato dai Fleshtones. Questa la scaletta: Full Time Men, ''High on drugs'' (dall'album ''Your face my fist'', 1988); Action Combo, ''Somebody help me'' (inedito); Mad Violets, ''Come out and play'' (dal mini lp ''World of...'', 1986); Action Dogs, ''I can't get through you'' (inedito); Fleshtones, ''I was a teenage zombie'' (dalla colonna sonora del film omonimo, 1987); Fleshtones, ''In my eyes you're dead'' (inedito, il debutto in formazione del bassista Robert Warren); Love Delegation, ''Through the night'' (dall'album ''Delegation time'', 1988); The Wild Hyenas, ''I go wild'' (inedito); Fleshtones, ''I forgot how to talk'' (inedito); Cryin' Out Loud, ''Moment of weakness'' (inedito); Fleshtones, ''She turned my head around'' (inedito); Ian McKellen and the Fleshtones, ''Sonnet XX'' (con l'attore Ian McKellen che declama un sonetto di Shakespeare con sottofondo musicale suonato dai Fleshtones!).
Euro
24,00
codice 321343
scheda
Aa.vv. (fleshtones...) Marty thau presents 2 x 5
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1980  red star 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
Copia con leggeri segni di invecchiamento sulla copertina e con foro promozionale sull'angolo inferiore destro della copertina, prima stampa USA, copertina senza barcode, label bianca con grande stella rossa del logo Red Star sullo sfondo, scritte rosse lungo il bordo in basso e nere al centro, catalogo RED100. Pubblicata nel maggio del 1980 dalla Red Star negli USA e nello stesso anno dalla Criminal Records in Gran Bretagna, la rara raccolta curata da Marty Thau per la Red Star, benemerita etichetta che diede alle stampe, tra l'altro, il primo album dei Suicide e dei Real Kids. Contiene dieci brani inediti di cinque gruppi newyorchesi tra rock'n'roll, wave, roots, tra di essi i grandi FLESHTONES (in una inedita formazione con Clem Burke dei Blondie alla batteria), che avevano da poco pubblicato il loro primo singolo "American Beat" e non ancora il primo mini "Up Front", ed i Bloodless Pharaohs, gia' all' epoca sciolti, guidati da un giovanissimo BRIAN SETZER, avviato a grande notorieta' con gli STRAY CATS. I brani, tutti registrati per l' occasione e prodotti da Jimmy Destri dei Blondie, sono rimasti inediti altrimenti su album, rendendo imperdibile questo disco. Questa la scaletta: Fleshtones, ''Shadow-line'' (in una versione assai diversa da quella piu' tardi nell' album d'esordio Roman Gods"); Revelons, ''Red hot woman'' (vivacissimo e trascinante episodio tra wave, pop e rockabilly); Bloodless Paharohs, ''Bloodless pharaoh'' (deliziosamente pop-wave); Comateens, ''Overseas'' (imprevedibile 60's pop); Student Teachers, ''Looks'' (efficace ballata con reminescenze folk-rock); Bloodless Pharaohs, ''Nowhere fast'' (curioso 60's pop psichedelico); Student Teachers, ''What I can't feel'' (vivace power pop); Fleshtones, ''F-f-fascination'' (irresistibile come sempre); Revelons, ''Cindy'' (efficacemente power pop); Comateens, ''Late night city'' (ancora piacevolmente 60's).
Euro
22,00
codice 325592
scheda
Aa.vv. (flipper, factrix, nervous gender, uns) Live at target (complete with all inserts)
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1980  subterranean 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Bellissima copia, copertina costituita da un cartoncino rigido nero con un volto in rosso, etichetta "custom" rossa e nera, la prima rarissima stampa americana su Subterranean, corredata dei quattro originali inserti/poster (uno per ciascun gruppo coinvolto), e di quello solitamente posto a mo' di retrocopertina, in cartoncino rosso con titolo, data di registrazione, nome dei gruppi coinvolti e nome dell' etichetta, oltre ad un ulteriore inserto in carta formato A4 con foto in bianco e nero, presentazione dell'etichetta Subterranean e del disco stesso, catalogo Sub 3. Uscito nell' agosto del 1980, e' forse il manifesto piu' importante di tutta una giovane scena californiana basata a San Francisco che, partita dalle spinte piu' originali e creative del ricchissimo panorama punk cittadino, sull'esempio anche di gruppi pionieristici come i Residents ed i Chrome, ne sviluppo' l' attitudine piu' sperimentale, dando vita ad uno scenario straordinariamente vitale e stimolante. Qui, registrate dal vivo il 24 febbraio del 1980, ci sono tracce tutte altrimenti inedite, straordinariamente importanti da un punto di vista storico ed interessanti da quello artistico, di NERVOUS GENDER ("MIscarriage", "Scandinavian Dilemma" e "Poet Confession"), i grandissimi FLIPPER ("Falling", "Lowrider" ed "End of The Game"), all' epoca intestatari solo della partecipazione alla raccolta "SF Underground"), FACTRIX ("Night To Forget" e "Subterfuge") e UNS ("Part 1" e "Part 2"), gia' con un 45 giri all' attivo, e presto autori dell' album "Schientot" e della collaborazione con Monte Cazazza per "California Babylon". Controindicato a molti, indispensabile per altri.
Euro
85,00
codice 320455
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  fra  1980  playa sound 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent world
Prima stampa francese, copertina apribile senza barcode, laminata all'esterno e liscia all'interno, label verde con scritte nere e logo Playa Sound in alto, catalogo PS33517. Pubblicato dalla Playa Sound in Francia all'inizio degli anni '80, questo album documenta la musica tradizionale malese, dedicando spazio anche a influenze esterne come la musica cinese e quella indiana, oltre a quella del Borneo, dovute fra l'altro a una composizione etnica e culturale variegata all'interno del paese del sud est asiatico, terra in cui si sono incontrate la cutura indiana con quella cinese, quella animista con quella musulmana ed altre ancora. Le percussioni ed il gong sono strumenti cardine della musica malese, a cui si accompagnano l'uso di strumenti a corda ed a fiato.
Euro
20,00
codice 316195
scheda
10'' [edizione] originale  stereo  usa  1988  wedge 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Prima stampa USA, nella meno rara versione in vinile nero (esiste anche in vinile verde), 10'' con copertina lucida fronte retro senza barcode, label custom marrone scura ed arancio, con scritte bianche, arancioni e nere, catalogo WEDGE7. Pubblicata nel 1998 dalla californiana Wedge negli USA, la compilation dedicata dall'etichetta al celebre film di Quentin Tarantino, ma in chiave decisamente punk, a partire dall' artwork di copertina, che raffigura il cantante della punk band AFI, Davey Havok, in abiti e posa richiamanti quelli di Uma Thurman sulla celebre locandina del film. La Wedge compilo' dieci incendiari brani punk e hardcore di altrettante bands, quali gli stessi AFI (California), i Frantics (Carolina del Sud), gli Zoinks (Nevada) e gli Swingin' Utters (storico gruppo della Bay Area californiana). Questa la scaletta: Frantics, ''Army of one''; Heckle, ''D-day''; Tiger Army, ''F.T.W.''; Swingin' Utters, ''Sunday stripper'' (cover dei Cock Sparrer); Elvis Disciples, ''We're americans... so you know that is''; The Gain, ''Told you so''; The Force, ''Rockstar''; Pinhead Circus, ''6 down''; Zoinks!, ''Bridge over brautigan''; AFI, ''Whatever I do'' (cover dei Negative Approach).
Euro
38,00
codice 327410
scheda
Aa.vv. (fuzztones, droogs, cheepskates...) Music maniac gimmick comp. vol. 1
LP2 [edizione] originale  stereo  ger  1989  music maniac 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima rara stampa, realizzata in Germania in edizione limitata, vinile doppio trasparente e senza etichette, pressato con un ''triple groove'' cioè con tre solchi paralleli su ogni facciata, copertina a busta con barcode e con adesivo informativo applicato sul fronte, custodita da una sovracopertina di plastica trasparente con artwork e sagomatura sul lato di apertura, completa dell'inserto in cartoncino lucido che ha un gioco di societa' su di un lato e discografie dei gruppi coinvolti sull'altro, catalogo MMLP023. Pubblicata nel 1989 dalla Music Maniac in Germania, la compilation contenente undici brani all'epoca inediti di gruppi che incidevano per la label: troviamo qui band di area garage e psichedelica, come i grandi Fuzztones, rappresentati con una lunghissima versione dal vivo di ''Ward 81'', i doorsiani Vietnam Veterans dalla Francia, i newyorchesi Cheepskates di Shane Faubert, uno dei migliori gruppi di sixties revival degli anni '80, ed ancora i losangelini Droogs, fra garage e paisley underground. Questa la scaletta: Fuzztones, ''Ward 81 (live in Olso)''; Vietnam Veterans, ''Wolf''; Cheepskates, ''Bite the bullet''; Miners of Muzo, ''The night of the miner''; Link Protrudi and the Jaymen, ''Black widow''; MarK ''Vet'' Enbatta, ''Winter''; Daisy Chain, ''Rebellion''; Droogs, ''San quentin''; Dizzy Satellites, ''Time has come''; Shane Faubert, ''Yesterday's leaves''; The Last Drive, ''Hell to pay''.
Euro
28,00
codice 330873
scheda
LP2 [edizione] originale  stereo  ita  1980  casablanca 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent soundtracks
Prima stampa italiana, vinile doppio, copertina apribile, label con paesaggio desertico e logo in alto "Casablanca Record and Filmworks", scritte nere, distribuzione Durium in basso, catalogo CALP5056/5057. Pubblicata nel 1980 dalla Casablanca, la colonna sonora del film ''Foxes'', diretto da Adrian Line, ed interpretato fra le altre da una giovane Jodie Foster e da Cherie Currie, ex cantante delle disciolte Runaways, giovanissima rock band al femminile della seconda meta' degli anni '70. Il film era incentrato sulle vicende di quattro ragazze nella Los Angeles di fine anni '70, durante la stagione della disco music, e le musiche furono non a caso in buona parte realizzate da Giorgio Moroder, uno dei maestri assoluti del genere, il quale compose anche altri brani in scaletta, interpretati da cantanti come Cher, Donna Summer e Janis Ian, ascoltiamo anche due pezzi della glam / hard rock band Angel. Questa la scaletta: Donna Summer, ''One the radio (theme from the motion picture ''Foxes'')''; Janis Ian, ''Fly too high (vocal theme from the motion picture ''Foxes'')''; Brooklyn Dreams, ''Shake it''; Cher, ''Bad love''; Giorgio Moroder, ''Valley of the dolls (instrumental)''; Angel, ''20th century foxes''; Keith Forsey, ''Greedy man''; Angel, ''Virginia''; Giorgio Moroder, ''On the radio (instrumental)'', ''Hollywood dreams'', ''Fly too high (instrumental)'', ''Valley of the dolls (slow version – instrumental)''.
Euro
18,00
codice 330231
scheda
7" ep [edizione] originale  stereo  ita  1980  not on label 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Il rarissimo 7''ep allegato alla fanzine Onda 400, dalla quale si poteva ritagliare la copertina per il 7'' stesso (sono come per solito sono assenti sia la fanzine che la copertina), edito nel 1980, foro centrale largo, label neutra bianca su di una facciata e nera sull'altra, completo di catalogo del Great Complotto Pordenone ripiegato, e di piccolo adesivo ''Mosquito''. Uno dei pochi leggendari artefatti vinilici della originalissima scena underground di Pordenone di epoca punk e post punk, questo ep presenta cinque brani di altrettanti gruppi, che avevano gia' partecipato alla storica compilation su lp ''Great complotto Pordenone'' uscita nel 1980 (ma qui presenti con brani diversi da quelli presentati sul sopracitato lp: dal punk sferragliante e spruzzato di wave dei 001011000010011101 (aka Cancer) ai deliri electro-wave alla Devo dei Fhedolts e degli Andy Warhol Banana Technicolor. Questi i brani presenti: Andy Warhol Banana Technicolor, ''We aren't devo revo''; Fhedolts, ''Monster in the disco''; 001011000010011101, ''000 011''; Mind Invaders, ''Stealnak''; Sexy Angels, ''Devil''. Tra il 1977 ed il 1985 Pordenone e' stato centro e simbolo di un forte movimento culturale antagonista, denominato Great Complotto: il luogo ''immaginario'' in cui questo movimento non solo musicale si manifesta e' lo Stato di Naon (dal nome latino di Pordenone, Portum Naonis), e lo Stato di Naon non e' altro che la proiezione dello stato d'animo che animava una parte della nuova generazione pordenonese, una nuova ondata che pensava se' stessa come una controparte creativa, moderna e misteriosa di una cittadina borghese, immobile ed ammuffita.
Euro
60,00
codice 322021
scheda
Aa.vv. (hard/heavy) Heavy way (+ flock transfer)
Lp [edizione] originale  stereo  hol  1984  vertigo 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent heavy metal
Prima stampa europea di pressaggio olandese, copertina semilucida senza barcode con l'indicazione sul fronte della presenza del "flock transfer" (si tratta di un logo trasferibile su tessutom con l' uso del ferro da stiro, ancora presente in questo esemplare!), label Vertigo "spaceship" con astronavi aliene su cielo notturno, STEMRA a destra, catalogo 822 750-1. Pubblicata nel 1984 dalla Vertigo in vari paesi dell'Europa continentale e dell'America latina, questa antologia manifesto dell' hard rock e dell' heavy metal britannico e statunitense (con l'eccezione dei norvegesi TNT e degli olandesi Picture) compila brani editi, all'epoca di recente pubblicazione, di celebri bands quali Black Sabbath, Nazareth, Rush, Kiss, Dio, Lita Ford e Bon Jovi, fra gli altri, quindi una panoramica sullo heavy rock classico e sul metal melodico. Questa la scaletta: Dio, "The last line" (dall'album "The last in line", 7/84); Lita Ford, "Gotta let go" (dall'album "Dancin' on the edge", 5/84); TNT, "Seven seas" (dall'album "Knights of the new thunder", 1984); Black Sabbath, "Digital bitch" (dall'album "Born again", 8/83); Status Quo, "Rockin' all over the world" (dall'album "Live at the N.E.C.", 1984, registrato nel 1982); Bon Jovi, "Breakout" (dall'album "Bon jovi", 1/84); Picture, "Eternal dark" (dall'album "Eternal dark", 1983); Kiss, "Lonely is the hunter" (dall'album "Animalize", 9/84); Nazareth, "This month's messiah" (dall'album "The catch", 1984).
Euro
20,00
codice 334480
scheda
Aa.vv. (hardcore punk) My meat's your poison
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1987  kagai mousou 
punk new wave
Copertina senza codice a barre, inserto apribile con testi ed artwork, riproduzione di piccolo inserto catalogo con uscite di fine anni '80 della label Kagai Mousou, adesivo a colori. Ristampa europea del 2017, pressoche' identica alla rara prima tiratura giapponese. Originariamente pubblicata nel 1987 dalla Kagai Mousou solo in Giappone, la rara raccolta che compila ventitre' brani ad opera di sei diverse giovani band hardcore e punk nipponiche dell'epoca, Outo, Chicken Bowels, Systematic Death (da Yokohama), Gudon, Lip Cream (da Tokyo) e S.O.B.: le prime quattro di queste band pubblicarono una manciata di 7'' e 12'' ciascuna al massimo, mentre Lip Cream e S.O.B. avrebbeero avuto una carriera piu' prolifica e duratura, con alcuni album all'attivo; in particolare i S.O.B. (acronimo di Sabotage Organized Barbarian), formatisi nel 1983 ad Osaka, sono considerati uno dei gruppi piu' importanti e pionieristici dello hardcore e del grindcore del Sol Levante. Tutte e sei le band sono accomunate da un approccio feroce e tiratissimo, con un cantato graffiante e viscerale ed un sound dinamitardo, compatto e senza fronzoli. Questa la scaletta: Outo, ''Rise one's fists'', ''Take humanity back'', ''Believe in oneself'', ''Rise from the dead (nutties version)''; Chicken Bowels, ''One's best card'', ''Warthless'', ''Come to see me''; Systematic Death, ''Under age'', ''Open your eye'', ''Jock'', ''Bad boy''; Gudon, ''Regret'', ''(titolo scritto in caratteri katakana)'', ''Tit for tat'', ''Maniac point''; S.O.B., ''Slap in the face'', ''Trap'', ''Sacrifice of devour bones'', ''No control'', ''Blitzkrieg bop (by Ramones)''; Lip Cream, ''(titolo scritto in caratteri katakana)'', ''Honest'', ''Guns of hire''.
Euro
16,00
codice 3510789
scheda
Aa.vv. (heavy metal) Lethal noise
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1988  amtal blade 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good heavy metal
Prima stampa italiana, copertina (con lievi segni di invecchiamento) lucida fronte retro senza barcode, inserto con note sui gruppi rappresentati, label nera con scritte bianche e grande scritta Blade rossa al centro, catalogo BLADE1, scritta ''speed/trash/hardcore'' incisa sul trail off del lato A e ''metal/punk sample'' su quello del lato B. Pubblicata dalla Amtal Blade nel 1988, questa compilation documenta principalmente la scena metal italiana, con qualche inserimento hardcore, con gruppi dediti in larga parte a speed metal e trash metal, ma senza trascurare band vicine ad altri filoni del metal. Troviamo gruppi quali i toscani Carcinoma, i torinesi Creepin' Death ed i napoletani Desaster. Questa la scaletta: Creepin' Death, ''Anger and pain''; Fingernails, ''(Acid) Shadow of the blade''; Henker, ''Legion of dunes'';; Desaster, ''This morning I woke up three times''; U.N.S., ''Memory blank''; M.A.C.E., ''The beast''; Outrage, ''Insurrection''; Raw, ''Outbreakers''; Randagi, ''Slavery''; Carcinoma, ''Distrutto il giorno dopo'', ''Sangue caldo''.
Euro
14,00
codice 253654
scheda
Aa.vv. (heavy metal) Lethal noise
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1988  amtal blade 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent heavy metal
Prima stampa italiana, copertina lucida fronte retro senza barcode, inserto con note sui gruppi rappresentati, label nera con scritte bianche e grande scritta Blade rossa al centro, catalogo BLADE1, scritta ''speed/trash/hardcore'' incisa sul trail off del lato A e ''metal/punk sample'' su quello del lato B. Pubblicata dalla Amtal Blade nel 1988, questa compilation documenta principalmente la scena metal italiana, con qualche inserimento hardcore, con gruppi dediti in larga parte a speed metal e trash metal, ma senza trascurare band vicine ad altri filoni del metal. Troviamo gruppi quali i toscani Carcinoma, i torinesi Creepin' Death ed i napoletani Desaster. Questa la scaletta: Creepin' Death, ''Anger and pain''; Fingernails, ''(Acid) Shadow of the blade''; Henker, ''Legion of dunes'';; Desaster, ''This morning I woke up three times''; U.N.S., ''Memory blank''; M.A.C.E., ''The beast''; Outrage, ''Insurrection''; Raw, ''Outbreakers''; Randagi, ''Slavery''; Carcinoma, ''Distrutto il giorno dopo'', ''Sangue caldo''.
Euro
20,00
codice 247883
scheda
Aa.vv. (heavy metal) Scrap metal vol. 1
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1981  ridingeasy 
heavy metal
Edizione limitata di 500 copie in vinile di colore nero (altre 500 sono state pressate in vinile rosso, e 200 in vinile con effetto a chiazze rosse di sangue), copertina senza codice a barre, label custom fotografica con particolari dello artwork di copertina su di una facciata, e con mano che fa le corca e logo RidingEasy sull'altra, catalogo EZRDR-132. Pubblicata nel novembre del 2021 dalla RidingEasy, questa antologia compila dieci rari e semisconosciuti brani risalenti alla fine degli anni '70 ed ai primi '80, opera di oscure band heavy metal (provenienti dagli USA e dal Canada), nessuna delle quali ottenne fama e ricchezza, restando seminascoste nel fitto sottobosco metallico di quell'epoca di grande rinnovamento per la scena, con l'emersione della NWOBHM e dei primi vagiti del glam metale e del thrash. Questi brani uscirono per lo più su rari singoli autoprodotti fra il 1981 ed il 1987, pressati in tirature ridotte ed ormai alla portata solo dei collezionisti più incalliti. Questa la scaletta: 01. Rapid Tears - Headbang (1981) 02. Air Raid - 69 In A 55 (1983) 03. Hades - Girls Will Be Girls (1982) 04. Resless - The Power (1984) 05. Don Cappa - Steel City Metal (1987) 06. The Beast - Enemy Ace (1983) 07. Dead Silence - Can't Stop (1984) 08. Hazardous Waste - Danger Zone (1986) 09. Czar - Iron Curtain (1982) 10. Real Steel - Viking Queen (1987).
Euro
29,00
codice 3028635
scheda
Aa.vv. (indie 80) Beautiful happiness
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1988  sounds and shigaku 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
Bella copia con lievi segni di invecchiamento sulla copertina, prima stampa inglese su Sounds And Shigaku Limited, copertina lucida fronte retro con barcode, completa di grande inserto ripiegato in formato 2xlp con note storiche, biografie, discografie e foto in bianco e nero dei gruppi coinvolti, label nera con scritte bianche e disegno rosso in alto, catalogo HAPPY1, groove message ''god is love – get it in writing'' sul lato A. Pubblicata nel 1988 dalla Sounds And Shigaku Limited, questa compilation e' dedicata al multiforme microcosmo del post hardcore americano, brulicante nel sottobosco underground nel corso degli anni '80. Quattordici brani, fra cui quattro inediti, ad opera di band quali i Live Skull, i Naked Raygun e gli Halo Of Flies. Questa la scaletta: Art Phag, ''Golf'' (Michigan, dalla versione USA dell'album ''Art phag'', 1988); Expando Brain, ''Thyroid'' (New Jersey, dall'album ''Mother of god''); Halo Of Flies, ''Richies dog'' (Minneapolis, dal quarto singolo, 1987, poi inserito nella cassetta ''Four from the bottom'', 1988); Shadowy Men On A Shadow Planet, ''Aunt's invasion'' (Toronto, inedito inciso appositamente per questa raccolta); Iowa Beef Experience'' (Iowa City, inedito inciso appositamente per questa raccolta); Disappointments, ''Better you than me'' (Michigan, brano uscito su singolo); Live Skull, ''Paul Revere's bush (tree girl)'' (New York, inedito inciso appositamente per questa raccolta); D.J. Lebowitz, ''Holiday in Cambodia'' (San Francisco, dall'album ''Beware of the piano''); Naked Raygun, ''Vanilla blue'' (Chicago, dal singolo omonimo, 1987, poi sul terzo album ''Jettison'', 1988); Elvis Hitler, ''Ghouls'' (Michigan, dalla compilation ''It came from the garage vol. 2''); Bastards, ''Shit for brains'' (Minneapolis, dal primo singolo, 1988); Stikky, ''Coffee achievers'' (California, inedito inciso appositamente per questa raccolta); Bullet Lavolta, ''Birth of death'' (Washington, dalla cassetta uscita in edizione limitata su Taang, 1988); Drunk With Guns, ''Beautiful happiness'' (Ohio, dall'eponimo primo album, 1987).
Euro
20,00
codice 314833
scheda
Aa.vv. (italian popular music) E le stelle stanno a cantare
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1986  cgd 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent musica italiana
Copia ancora incellophanata, prima stampa italiana, copertina semilucida senza barcode, label multicolore con scritte nere e logo CGD in verticale sotto il foro centrale, catalogo COM20561, data sul trail off 23/10/86. Pubblicato nel 1986 dalla CGD in Italia, ''...E le stelle stanno a cantare'' e' un album di canzoni natalizie o di tema affine, molte delle quali inedite, interpretate da alcuni dei piu' popolari artisti della scena musicale italiana di quegli anni; la maggior parte dei brani sono scritture degli stessi cantanti che li interpretano, fra cui ''Piccola lettera di natale'' di Enrico Ruggeri, ''Notte di natale'' di Claudio Baglioni e ''Forse natale'' dei Pooh. Questa la scaletta: Pooh, ''Forse natale'' (inedito); Gianni Togni, ''La luce delle stelle'' (inedito); Lena Biolcati, ''Quando nel cuore e' natale'' (inedito); Enrico Ruggeri, ''Piccola lettera di natale'' (inedito in questa versione, poi reinterpretato nell'album di Ruggeri ''Il regalo di natale'' del 2007); Claudio Baglioni, ''Notte di natale'' (dal suo primo album ''Claudio baglioni'' del 1970); Gianni Morandi, ''Il mondo cambiera''' (dall'album ''Il mondo cambiera''', 1972); Eros Ramazzotti, ''Con gli occhi di un bambino (dall'album ''Nuovi eroi'', 1986); Red Canzian, ''Rosso natale'' (inedito); Raffaella Carra', ''Buon natale'' (singolo del 1984); Coro Coro, ''Come vorrei che il mondo cantasse insieme a me'' (uscito anche su singolo nel 1986).
Euro
18,00
codice 328126
scheda
Aa.vv. (italian post punk) italia new wave - Minimal Synth, No Wave and Post Punk from the 80's Italian Underground
lp [edizione] originale  stereo  eu  1981  spittle 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
copia ancora incellophanata, l' originale stampa, in vinile pesante, etichetta custom, inner sleeve con foto e note, catalogo SPITTLE31. Uscito nel 2012, questo album (con molti brani non in comune con la versione in doppio cd) contiene tredici brani attinti dalla ricca e variegata scena italiana post punk della prima meta' degli anni '80, con brani tratti da dischi ormai rari o addirittura in alcuni casi inediti. Si inizia con i fiorentini Neon, storica formazione attiva dalla fine degli anni '70, con la memorabile "My Blues Is You", gemma "dark-dance" dal loro album "Rituals" del 1985, quindi i concittadini Pankow con "God's Deneuve", post punk elettronico dal loro primo 12" del 1984, i Le Masque di Milano dalla loro prima cassetta del 1983 "Trouvailles pour Comediens", con il brano "Mother and Son", vicino a tanto post punk inglese dalle tinte dark, significativo del primo periodo di attivita' del gruppo, distantissimo dalla musica quasi cantautoriale per cui saranno poi noti, i N.O.I.A., attivi dal '79 tra Cervia e Ravenna, con "Forbidden Planet", inedita, tra wave, dance e pop, gli State of Art di Milano, con l' inedita "Your Eyes", tra minimal synth e dark wave, i Jeunesse D' Ivoire di Milano con l' inedita "Days", tra wave e pop sognante, la wave dei Monuments di Torino con "Oblivious", dal mini "AGe" del 1984, i Rats di Modena con "C'est Disco" dallo storico album "C'est Disco" del 1981, interessantissimo post punk qui affine a certa no wave neyorkese, con la voce conturbante e carismatica di Claudia Lloyd, sorta di incrocio tra Poly Styrene e Siouxsie Sioux, presto epro' fuori dal gruppo, che proseguira' con un orientamento molto piu' rock ed anche notevoli riscontri commerciali, i Fockeowulf 190 attivi dal 1980 con "We Are Colder", demo inedito del 1986, tra synth pop e post punk elettronico, i Luc Orient di Trieste, attivi dal 1981, con l' inedita "Night In Paris", tra wave sognate ed elettronica, gli Illogico con "Abilita' Motoria", esempio del loro post punk elettronico ricco di ironia, precedentemente inedita, gli storici 2+2=5 attivi a Milano dal 1981 con "Mathematic's Logarithm", sognante ed intrigante wave, i milanesi La Maison con l' inedita brevissima "40 secondi", molto interessante sebbene fin troppo breve.
Euro
15,00
codice 250609
scheda
Aa.vv. (italian post punk) italia new wave - Minimal Synth, No Wave and Post Punk from the 80's Italian Underground
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1981  spittle 
punk new wave
Vinile pesante, etichetta "custom"; inner sleeve. Uscito nel 2012, questo album (con molti brani non in comune con la versione in doppio cd) contiene tredici brani attinti dalla ricca e variegata scena italiana post punk della prima meta' degli anni '80, con brani tratti da dischi ormai rari o addirittura in alcuni casi inediti. Si inizia con i fiorentini Neon, storica formazione attiva dalla fine degli anni '70, con la memorabile "My Blues Is You", gemma "dark-dance" dal loro album "Rituals" del 1985, quindi i concittadini Pankow con "God's Deneuve", post punk elettronico dal loro primo 12" del 1984, i Le Masque di Milano dalla loro prima cassetta del 1983 "Trouvailles pour Comediens", con il brano "Mother and Son", vicino a tanto post punk inglese dalle tinte dark, significativo del primo periodo di attivita' del gruppo, distantissimo dalla musica quasi cantautoriale per cui saranno poi noti, i N.O.I.A., attivi dal '79 tra Cervia e Ravenna, con "Forbidden Planet", inedita, tra wave, dance e pop, gli State of Art di Milano, con l' inedita "Your Eyes", tra minimal synth e dark wave, i Jeunesse D' Ivoire di Milano con l' inedita "Days", tra wave e pop sognante, la wave dei Monuments di Torino con "Oblivious", dal mini "AGe" del 1984, i Rats di Modena con "C'est Disco" dallo storico album "C'est Disco" del 1981, interessantissimo post punk qui affine a certa no wave neyorkese, con la voce conturbante e carismatica di Claudia Lloyd, sorta di incrocio tra Poly Styrene e Siouxsie Sioux, presto epro' fuori dal gruppo, che proseguira' con un orientamento molto piu' rock ed anche notevoli riscontri commerciali, i Fockeowulf 190 attivi dal 1980 con "We Are Colder", demo inedito del 1986, tra synth pop e post punk elettronico, i Luc Orient di Trieste, attivi dal 1981, con l' inedita "Night In Paris", tra wave sognate ed elettronica, gli Illogico con "Abilita' Motoria", esempio del loro post punk elettronico ricco di ironia, precedentemente inedita, gli storici 2+2=5 attivi a Milano dal 1981 con "Mathematic's Logarithm", sognante ed intrigante wave, i milanesi La Maison con l' inedita brevissima "40 secondi", molto interessante sebbene fin troppo breve.
Euro
16,00
codice 2095527
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1987  geffen 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
copia ancora incellophanata, con un cut promozionale piuttosto marcato sulla costola superiore della copertina, prima stampa USA, con barcode, inner sleeve con note ed artwork, label nera con scritte argento, logo Geffen Records bianco e grigio con sfera in alto, catalogo GHS24177. Pubblicata nel 1987 dalla Geffen negli USA ed in Europa, "Scream" è una compilation manifesto, con dieci brani inediti o in versioni diverse da quelle poi uscite sui dischi delle singole bands, della scena rock di Los Angeles degli anni '80, con particolare riguardo verso gruppi che avevano suonato dal vivo allo Scream, storico locale alternativo della città californiana che ospitava concerti di glam metal, goth rock, industrial rock e di "crossover" alla Jane's Addiction e Red Hot Chili Peppers; la raccolta contiene però solo incisioni in studio, e si apre con una versione, la prima registrata in studio, e altrimenti inedita, incisa a Radio Tokyo, di "Pigs in zen" dei sopracitati Jane's Addiction, che proprio in quell'anno pubblicarono il loro primo eponimo album (registrato dal vivo), e continua con gruppi di indirizzo goth rock / dark wave come i Caterwaul, i seminali T.S.O.L., dalla lunga ed articolata storia fra punk, rock'n'roll gotico e dark, che qui suonano una ombrosa e rauca cover di "All along the watchtower", gli Abecedarians, influenzati sia dal post punk britannico che dalla scena "trance" di Los Angeles, come anche i Kommunity FK, gli Human Drama, una delle più longeve formazioni goth rock americane, i Delta Rebels, glam rockers fortemente influenzati dai New York Dolls. Questa la scaletta: Jane's Addiction, "Pigs in zen"; Caterwaul, "Manna and quail"; Human Drama, "Wave of darkness (highway 99)"; Francis X and the Bushmen, "Grey talk"; TSOL, "All along the watchtower"; Delta Rebels, "Teenage lipstick girls"; The Hangmen, "Rotten sunday"; Tender Fury, "Slaughter the lion"; Abecedarians, "They said tomorrow"; Kommunity FK, "Something inside me has died (remix)".
Euro
18,00
codice 333777
scheda
Aa.vv. (japan hc punk) Order of the kite volume one
LP2 [edizione] nuovo  stereo  jap  1984  no label 
punk new wave
Vinile doppio, catalogo ORDER1. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2021, il primo volume delle due oscure antologie uscite originariamente solo in cd pare in forma privata nel 2001 e 2002, dedicate alla scena hardcore punk giapponese degli anni '80 più estrema ed urticante. L'antologia compila brani tratti da rari 7"ep, flexi discs, compilations su 8", uscite originariamente fra il 1984 ed il 1988, ad opera di gruppi provenienti da diverse aree del Giappone, da Tokyo a Sendai, e spesso influenzate dal primo hardcore italiano, veloce e furioso, e dal d-beat inglese, assorbite in modo radicale ed estremo, come spesso accade presso gli artisti underground del Sol Levante. Questa la scaletta: SIDE 1: Anti-Septic - First-Last 7" (Hold- Up Records 1986) 1. Visions Of Power 2. War Game 3. Dice With Death 4. Death Or Glory SIDE 2: Crime - Nuclear Blood 7" Flexi (Uma-Oi Records 1985) 1. Suicide 2. Best To Death 3. Nuclear Blood 4. Inside Out (From 'I'll Gather Up' 8" compilation, Musical Friends 1989) Z - Violence Action 7" Flexi (Z Records 1988) 5. Violence Action 6. Go To Kill 7. Go Ahead 8. Peace Of Hiroshima SIDE 3: Disarray - 7" Flexi (ADK 1984) 1. Social Victim 2. Sadist 3. Slay 4. Balder Dash 5. Bad Blood 6. Cry Murder 7. The Place Of Horror The Sexual - The Last Days 7" Flexi (Kochi Records 1985) 8. Anarchy & Destruction 9. Crime Of Sexual SIDE 4: 1. War Cry 2. The Last Days 3. Scatter The Hatred 4. Devil Reversion (From 'Jisatsu Omnibus' 8" compilation, Jisatsu 1985) 5. The End Approaches (From 'Jisatsu Omnibus' 8" compilation, Jisatsu 1985) M78 (Side Project Of Ghoul, Gas, Systematic Death & Gastunk) 6. M78 (From 'Jisatsu Omnibus' 8" compilation, Jisatsu 1985).
Euro
29,00
codice 3513942
scheda
AA.VV. (Japan synth wave) LIMITED EDITION VANITY RECORDS BOX (6LP box)
LPBOX [edizione] nuovo  stereo  eu  1981  vinyl on demand 
punk new wave
Box di 6 lps, edizione limitata in 500 copie numerate su un inserto posto all' interno, copertina del box in cartoncino rigido senza barcode, con parti in rilievo embossed sul fronte, ciascuno dei sei lps contenuto in una rispettiva copertina senza barcode, etichtte degli albums nere con scritte bianche da un lato, custom in bianco e nero dall' altro. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2020 ad opera della Vinyl On Demand, il rarissimo box originariamente pubblicato solo su musicassetta nel 1981 dalla giapponese Vanity, in una tiratura limitata a 70 esemplari, divenuta molto ricercata e costosa, e quindi edito in cd nel 2019 dalla Kyou sempre in Giappone, in una edizione anch'essa rara e ricercata, pressata pare in 300 copie. Questa leggendaria pubblicazione realizzata dalla piccola label nipponica Vanity, legata al microcosmo DIY ed attiva fra la fine degli anni '70 ed i primi '80, contiene sei album (ciascuno originariamente contenuto in una delle sei cassette) di altrettanti artisti giapponesi: Salaried Man Club - "Gray Cross"; Kiiro Radical - "Denki Noise Dance"; Den Sei Kwan - "Pocket Planetaria"; Invivo – "B.B.B."; Wireless Sight - "Endless Dark Dream"; Nishimura Alimoti – "Shibou". Il progetto fu concepito dagli artisti coinvolti e da Yuzuru Agi, cantante già attivo negli anni '60, quindi giornalista, critico, produttore e discografico, nonché fondatore della sopracitata Vanity. Si tratta di una spettacolare testimonianza della scena underground elettronica giapponese di inizio anni '80, attraverso i cui solchi emergono radicali, ipnotizzanti e graffianti manifestazioni soniche dalle affinità minimal synth, cold wave, industrial alla Throbbing Gristle / primi Cabaret Voltaire e devastazioni di noise radicale, in "sintonia" con le correnti più avanguardiste del post punk elettronico e rumoristico europeo e nordamericano di quegli anni. I sei progetti coinvolti presentano ciascuno una propria identità artistica distinta, all'interno del quadro sopra delineato, conferendo con questa coerente varietà un tocco di ulteriore interesse ad un ascolto certamente arduo e riservato a chi ama questo particolare tipo di musica. Qui di seguito la scaletta. LP1: Salaried Man Club, "Martial music", "Fe.", "The thought of Y", "Cinerama", "Gray cross 1", "Gray cross 2", "Gray cross 3", "Gray cross 4"; LP2: Kiiro Radical, "Denki noise dance" (parts 1 – 16); LP3: Den Sei Kwan, "Transparent radio", "P x T x C = 1", "Thugu-rikwo", "Sarava Tetsudo", "Pocket planetaria", "Plastic garden"; LP4: Invivo, "Invivo / B.B.B.", "Microplasm (1983)", "I.D. 50 (live)", "M.I.C.", "Macrolide (C H NO)", "Bacteroides", "InVitro", "Proteus", "Amoxicillin", "Klebsiella", "Microplasma (1979)", "Dead world (LC M)"; LP5: Wireless Sight, "Automatic funny sight 1", "Endless dark dream 1", "Automatic funny sight 2", "Endless dark dream 2"; LP6: Nishimura Alimoti, "Bunbunbae", "Hyojyo no uta", "Inkasanka", "Rogan", "Lock and role", "Yasai ga kirai", "Ninshiki yoso", "Moegaru chukinto", "Nakayubi tomare", "Reito Shokki", "Tori ga tanda rarara", "Zesshyo".
Euro
135,00
codice 3023993
scheda
Aa.vv. (jazz, blues) Giants of jazz and blues in concert
Lp [edizione] originale  stereo  hol  1983  masters 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
prima stampa europea, realizzata in Olanda (copia destinata alla distribuzione in Francia con il marchio francese Sacem sull' etichetta), vinile nero con striature grigio/bianche, copertina lucida fronte retro senza barcode, label rossa con scritte nere e logo Masters nero e rosso in alto, catalogo MA281285. Pubblicato intorno a meta' anni '80 dalla Masters, questo album raccoglie registrazioni dal vivo effettuate al festival MIDEM di Cannes il 28 gennaio del 1983, nel corso dei concerti di alcuni massimi esponenti del jazz e del blues dell'epoca: i jazzisti Dave Brubeck e Pate Metheny, ed il bluesman B.B King. Tre modi diversi di approcciare la musica, tre artisti geniali e seminali: Dave Brubeck ha impersonificato le pulsioni piu' colte del jazz bianco degli anni '50, il cui stile "cool" (fresco, composto, disimpegnato) e' divenuto la formula stabile e vincente della sua carriera; Pat Metheny, uno dei piu' famosi chitarristi degli ultimi decenni del XX secolo, entusiasta sia del jazz che del rock, dotato di grande tecnica e di larghe vedute musicali, ha elaborato una inventiva fusione di molteplici stili, dal jazz al rock, dal pop alla musica latino-americana; B.B. King e' stato uno dei piu' grandi chitarristi della storia del blues elettrico, che a partire dagli anni '50 ha preso a sfornare una quantita' impressionante di hits da classifica fino agli anni '80, grazie al suo r'n'b vivace ed accessibile, ed a propagare il verbo del r'n'b tramite una infaticabile attivita' concertistica. Questa la scaletta: The Dave Brubeck Quartet, ''Blue rondo'', ''Jam-session''; Pet Metheny with the Heath Brothers, ''Move the groove''; The Dave Brubeck Quartet, ''Ol' boll basie''; B.B: King and his Orchestra, ''The thrill is gone'', ''Guess who'', ''Payin' the cost to be the boss''.
Euro
14,00
codice 330414
scheda
Aa.vv. (jazz) dalle origini alle avanguardie
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1981  fabbri 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
stampa originale italiana, allegato al n.1 de "I Grandi del Jazz", etichetta bianca in basso e nera in alto con banda rossa lungo il perimetro, logo e scritta "fabbri editori" bianchi in alto con sotto logo "I grandi del jazz" rosso, di questo album che raccoglie una serie di brani che, come da titolo, vanno dalle origini alle avanguardie del jazz. Contiene in ordine i seguenti brani dei seguenti musicisti:"Sweet lovin' mama", New Orleans Rhythm Kings; "Charleston hound", Dutch Swing College Orchestra; "All the things you are", Coleman Hawkins; "My melancholy baby", Jimmy Rushing"; "It's right here for you", Joe Venuti; "Cute", Count Basie; "Confirmation", Charlie Parker ; "Cloudburst", Lambert, Hendricks & Ross; "Summertime", Sarah Vaughan; "Happy Fool", Ornette Coleman.
Euro
8,00
codice 301439
scheda
Aa.vv. (jazz) i maestri del trombone
Lp [edizione] originale  mono  ita  1987  musica jazz 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
stampa originale italiana, note, crediti, lista dei brani e pubblicita' della tromba Monzino sul retrocopertina, etichetta bianca all'esterno con cerchio marrone all'interno spostato a destra, scritta "Jazz" grande arancione in alto a sinistra lungo il perimetro, di questo album fuori commercio, uscito come allegato al n.10/87 della rivista Musica Jazz pubblicata dalla Rusconi Editore, che, appositamente compilato per i lettori del suddetto giornale, costituisce una preziosa antologia di famosi brani di alcuni tra i piu' grandi trombonisti della storia del jazz. Il disco inoltre, con una scelta accurata e storica dei brani e dei musicisti, si propone di mettere in risalto alcune tappe fondamentali nell'evoluzione di questo strumento. Altra particolarita' dell'album e' che propone ben 5 versioni inedite di famosi brani! Contiene in ordine: "Savoy Blues" (E.K. Ory), inedito, Roma dicembre '56, suonato dalla Kid Ory's Creole Jazz Band con il grande Kid Ory al trombone insieme a Alvin Alcorn, Phil Gomez, Cedric Haywood, Wellman Braud e Kansas Fields; "Higginbotham Blues" (Russell e Higginbotham), New York 5 febbraio '30, suonato da J.C. Higginbotham & His Six Hicks, composti, oltre che dal grande trombonista, da Henry 'Red' Allen, Charlie Holmes, Luis Russell, Will Johnson, George 'Pops' Foster e Paul Barbarin; "Black And Tan Fantasy" (Miley-Ellington), New York 'Carnegie Hall' 11 dicembre '43, suonato da Joe 'Tricky Sam' Nanton with Duke Ellington & His Orchestra e che consiste in un estratto della Black And Tan Fantasy dove e' possibile apprezzare il trombone di Nanton, maestro della sordina e del tipico 'jungle style' ellingtoniano; "I Got Rhythm" (Ira & George Gershwin), inedito, Radio 'Jubilee' '53-'54, suonato da Tommy Dorsey & His Orchestra, preso da una trasmissione radiofonica dell'ultimo periodo del grande trombonista Dorsey, uno dei protagonisti della Swing Era, e che qui ascoltiamo, tra l'altro insieme ad altri tre tromboni oltre all'orchestra, in una frenetica improvvisazione sul tema di Gershwin; "Lonesome Road" (Austin-Shilkret), New York '54, suonato da Miff Mole with Max Kaminsky & His Windy City Six, un gruppo che oltre al trombone di Mole e la tromba di Kaminsky vede la partecipazione, tra gli altri, del grande clarinetto di Pee Wee Russell e del piano di Joe Sullivan; "St, James Infirmary" (J. Primerose), inedito, Monterey Jazz Festival settembre '63, suonato da Jack Teagarden & His Band, gruppo che, oltre a Jack al trombone e suo fratello alla tromba, vede anche qui, tra gli altri, la presenza di Pee Wee Russell e Joe Sullivan; "I Want A little Girl" (Moll-Mencher), New York 24 luglio '46, suonato da Dickie Wells & Trummy Young with Buck Clayton's Big Eight e tratto da un rarissimio 78 giri della Hot Record Society, unisce due importanti trombonisti del 'middle jazz', a lungo colonne portanti di celebri orchestre: Dickie Wells con Count Basie e Trummy Young con Jimmie Lunceford; "Everywhere" (Bill Harris), New York 'Carnegie Hall' 25 marzo '46, suonata e incisa live da Bill Harris With Woody Herman & His Orchestra, che, oltre a Harris ed Herman, vede presenti, tra gli altri, Shorty Rogers alla tromba e Red Norvo al vibrafono; "Frank Speaking" (Kenton-Russo), inedito, Monaco di Baviera 16 settembre '53, suonata da Frank Rosolino with Stan Kenton & His Orchestra e che presenta forse la miglior formazione mai allineata da Stan Kenton, nellla quale sono qui presenti, tra gli altri, Lee Konitz (alto), Zoot Sims (tenore) e Stan Levey (batteria); "Lament" (J.J. Johnson), New York 24 agosto '54, suonato da Jay & Kai, vale a dire da due dei piu' grandi trombonisti della storia del jazz come J. J. Johnson e Kai Winding , qui supportati da una band che vede la presenza di Billy Bauer alla chitarra, Charles Mingus al contrabbasso e Kenny Clarke alla batteria; infine, "My Little Suede Shoes" (C. Parker), inedito, Milano 10 ottobre '64, suonato da J. J. Johnson & His Orchestra, brano che vede la presenza di "storici" boppers come Howard McGhee alla tromba, Sonny Stitt all'alto, Walter Bishop al piano, Tommy Potter al contrabbasso e Kenny Clarke alla batteria.
Euro
12,00
codice 301435
scheda
Aa.vv. (jazz) One night with blue note volume 2
Lp [edizione] originale  stereo  fra  1985  blue note 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
Prima stampa francese, copertina senza barcode, label bianca e blu con scritte blu e logo Blue Note bianco in basso ed a sinistra, catalogo BT85114. Pubblicato nel 1985 dalla Blue Note, il secondo dei quattro album tutti registrati dal vivo il 22 febbraio del 1985 a New York, durante lo storico concerto tenuto alla Town Hall che segno' la rinascita della storica etichetta jazz newyorchese fondata nel 1939 e rilanciata appunto nel 1985 dopo alcuni anni di inattivita'. Questo secondo volume presenta performances di jazzisti di livello assoluto come il pianista McCoy Tyner, il sassofonista Jackie McLean, il batterista Jack DeJohnette ed il pianista Cecil Taylor, fra gli altri, con Taylor che da' una drammatica interpretazione nella lunga ''Pontos cantados'' ed il tenorsassofonista Bennie Wallace che offre una lunga ''Broadside'' all'insegna di un caldo blues. Questi i partecipanti: McCoy Tyner (pianoforte), Jackie McLean (sax alto), Woody Shaw (tromba), Cecil McBee (contrabbasso), Jack DeJohnette (batteria), Cecil Taylor (pianoforte) e Bennie Wallace (sax tenore). Questa la scaletta: ''Sweet and lovely'', ''Appointment in ghana'', ''Passion dance'', ''Blues on the corner'', ''Pontos cantados'', ''Broadside''.
Euro
20,00
codice 322466
scheda
Aa.vv. (jazz) w. c. handy
Lp [edizione] originale  mono  ita  1988  musica jazz 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
stampa originale italiana, note, crediti, e lista dei brani sul retrocopertina, etichetta bianca all'esterno con cerchio marrone all'interno spostato a destra, scritta "Jazz" grande arancione in alto a sinistra lungo il perimetro, di questo album fuori commercio, uscito come allegato al n.4/88 della rivista Musica Jazz pubblicata dalla Rusconi Editore, che, appositamente compilato per i lettori del suddetto giornale, consiste in un viaggio attraverso il "songbook" di W. C. Handy, reinterpretato da altri famosi musicisti nel corso della storia del jazz. Il disco contiene in ordine: "Mister Crump", il primo dei blues di Handy (con il titolo originale poi cambiato in "Memphis Blues"), interpretato dallo stesso Handy ormai ottantenne il 12 aprile '52; "Memphis Blues", Chicago 13 luglio '54, suonato da Louis Armstrong and his All Stars, composti da Trummy Young al trombone, Barney Bigard al clarinetto, Billy Kyle al piano, Arvell Shaw al contrabbasso e Barrett Deems alla batteria; "St. Louis Blues", '43 circa, cantata con un'orchestra sconosciuta da Ethel Waters che qui ne da una interpretazione matura ed eloquentemente drammatizzata e personalizzata nei versi finali; "Yellow Dog Blues", New York 6 maggio '25, cantata da Bessie Smith e suonata dagli Henderson's Hot Six, che vedono la presenza tra gli altri, oltre a Fletcher Henderson al piano, di Coleman Hawkins al tenore; "Hesitating Blues", New York 2 gennaio '42, reinterpretata da Mugsy Spanier and his Ragtimers, composti, da Vernon Brown al trombone, Irving Fazola al clarinetto, Nick Caiazza al tenore, Dave Bowman al piano, Ken Broadhurst alla chitarra, Jack Kelleher al contrabbasso e Don Carter alla batteria; "Joe Turner Blues", New York 15 ottobre '40, reinterpretata da Big Joe Turner alla voce con Benny Carter and his All Stars, composti da Bill Coleman alla tromba, Benny Morton al trombone, Sonny White al piano, Ulysses Livingstone alla chitarra, Wilson Meyers al contrabbasso e Yank Porter alla batteria; "Beale Street Blues", Chicago 10 giugno '27, suonata da Jelly Roll Morton and his Red Hot Peppers, composti da George Mitchell alla cornetta, Gerald Reeves al trombone, Johnny Dodds al clarinetto, Stomp Evans all'alto, Bud Scott alla chitarra, Quinn Wilson alla tuba, Baby Dodds alla batteria; "Ole Miss", New York Basin Street East 23 giugno '56, reinterpretata da Louis Armstrong and his All Stars con la stessa formazione di "Memphis Blues" ma con Edmond Hall al clarinetto al posto di Barney Bigard; "Aunt Hagar's Blues", New York 9 settembre '38, reinterpretata da Paul Whiteman ed i suoi Swing Wing insieme al gruppo vocale dei "Four Modernaires"; "Loveless Love", New York 15 ottobre '40, reinterpretata da Billie Holiday, accompagnata da Benny Carter e la sua All Stars Orchestra con la stessa formazione che suona insieme a Big Joe Turner in "Joe Turner Blues"; "Atlanta Blues", New York 1 agosto '23, reinterpretata da Sara Martin, una delle cantanti "classiche" di blues, accompagnata qui dai Clarence Williams' Blue Five, tra i quali spicca la figura di Sidney Bechet al soprano; "Chantez-Les Bas", Hollywood 7 settembre '40, suonata da Artie Shaw e la sua Orchestra insieme ad una sezione di 6 violini, 2 viole e un violoncello; "Beale Street Blues", Denver 9 luglio '47, reinterpretata questa volta da Duke Ellington e la sua Orchestra nella quale spiccano i nomi di Johnny Hodges all'alto e Oscar Pettiford al contrabbasso; ed infine, "St Louis Blues", New York 27 aprile '49, cantata da Babs Gonzales e suonata da Jay Jay Johnson al trombone, Alberto Socarras al flauto, Don Redman all'alto ed al soprano, Sonny Rollins al tenore, Wynton Kelly al piano, Bruce Lawrence al contrabbasso e, dulcis in fundo, Roy Haynes alla batteria.
Euro
10,00
codice 301437
scheda

Page: 6 of 306


Pag.: oggetti: