Hai cercato:  immessi ultimi 60 giorni --- Titoli trovati: : 1454
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Yard act Where's my utopia?
Lp [edizione] nuovo  stereo  cze  2024  island 
indie 2000
inner sleeve. Il secondo album della band inglese, che sposta il tiro in maniera sempre più marcata verso una moderna miscela di dance dai toni funky e punk rock. I testi sono ora introspettivi, ora di denuncia verso i problemi della società contemporanea oppure pieni di ironia con divertenti racconti autobiografici. Prodotto dal batterista e produttore dei Gorillaz Remi Kabaka Jr Gruppo di Leeds, autore di un ottimo post punk moderno e spigoloso sulla scia di Idles,Squid, Sleaford mods etc. e bands del passato: Blur, Art brut, Xtc ed in particolar modo i Fall (con i quali il cantante condivide il cognome Smith) . Attitudine da pub, liriche riversate dal cantante James Smith in gran quantità con un spudorato, cinico e satirico sguardo "british" verso l'attualità britannica, la moderna società, senza tralasciare riflessioni su aspetti personali di piccola quotidianetà
Euro
33,00
codice 2129773
scheda
Ye ascoyne d'ascoynes Supersonic shoes (ltd.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1990  spinout nuggets 
indie 90
Edizione limitata a 500 copie, inserto, label azzurra con scritte nere, catalogo SN124. Pubblicato nel maggio del 2024 dalla britannica Spinout Nuggets, questo album compila registrazioni demo effettuate nel 1990 ed all'inizio del 1993 ai Red Studios nei pressi di Rochester, Kent, di questa longeva ma poco conosciuta band emersa dalla scena punk e garage del Medway, lo stesso terreno di coltura da cui provenivano Billy Childish ed i suoi Thee Headcoats, fra gli altri. Composti da Bob Collins (voce, chitarra, dai Dentists), Mark Aitken (basso), Ian Greensmith (batteria, ex-Dentists) e Kevin Younger (tastiere, uscito dalla band alla fine del 1990), gli Ye Ascoyne d'Ascoynes si formarono nel 1988 per suonare covers in chiave garage punk, stile che più in là combinarono con le influenze di gruppi quali Buzzcocks e Pavement, per proporre un sound che era ad un tempo ispirato dal lato più duro dei Sixties come dal punk rock, condito, con la presenza di Younger, da un gustoso organetto. Nel 1990 registrarono alcuni demos, quindi nel 1992, ormai ridotti a trio, incisero il loro unico singolo con la produzione di Billy Childish, che lo pubblicò sulla sua label Hangman Records, quindi verso l'inizio del 1993 ritornarono in studio per registrare ulteriori demos i quali, combinati con quelli del 1990, forniscono il materiale per questo "Supersonic shoes", un disco dal sound adrenalinico, scoppiettante, segnato dalla ruvidità e dall'indisponenza del punk ma ispirato dal divertimento scatenato del garage rock. Il gruppo a quanto pare non si è mai sciolto, riapparendo ogni tanto per dare qualche concerto. Questa la scaletta: "Just The Biggest Thing", "Silent Dust", "Psychedelic Shack", "Everything Is What You Make It", "Red Velvet Swing", "18th Wonder", "Time Goes", "Holiday Uncles", "Flowers For Hours", "Out To See The World", "(Have You Seen It All Come) Crashing To The Ground?", "Miracle", "25 Miles From Nowhere", "Get It Together", "Magic: Dismantle".
Euro
29,00
codice 3515935
scheda
Yellow magic orchestra solid state survivor
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1979  music on vinyl 
punk new wave
ristampa in vinile 180 grammi per audiofili, copertina lucida pressoche' identica a quella della prima rara tiratura uscita in Giapppone nel settembre del 1979 su Alfa, corredata di inserto con testi. Pubblicato in Giappone nel settembre del 1979, dopo "Yellow Magic Orchestra" (1978) e prima di "Multiples" (1980), giunto al numero 1 delle classifiche giapponesi, il secondo album della seminale formazione nipponica, disco che negli anni e' stato capace di vendere oltre due milioni di copie, ma che soprattutto ha rafforzato il ruolo della Yellow Magic Orchestra di veri pionieri dell' elettropop, influentissimi su tanta musica, soprattutto europea, degli anni anni a venire, autori di un' elettronica "pop" capace di aggiornare e personalizzare la lezione dei Kraftwerk. Dal disco (che venne all' epoca pubblicato solo in Giappone ed in Australia, usci' in Inghilterra solo nel 1982 e non venne stampato negli Stati Uniti dove pero' la versione del successivo album "Multiples" avrebbe contenuto anche vari brani da questo disco), vennero tratti i singoli "Technopolis" e "Rydeen", e presto anche "Behind The Mask" (originariamente composta nel 1978 dal gruppo per uno spot della Saeko) venne pubblicata su singolo ma non in Giappone bensi' in Usa, Uk ed Italia; episodi, come anche altri dell' album (c'e' anche una cover non distante dai territori esplorati anche dai Devo di "Day Tripper" dei Beatles, e ci piace ricordare anche la splendidamente atmosferica ed evocativa "Castalia" di Ryuichi Sakamoto) che hanno lasciato una traccia profondissima nella storia della musica, alcuni dei quali suonano ancora oggi modernissimi se non avveniristici, e che fanno parte dell' immaginario musicale consolidato di piu' di una generazione. La Yellow Magic Orchestra e' stata a lungo una vera istituzione della musica giapponese ed e' stata una delle poche band del sol levante capace di imporsi sul mercato inglese ed internazionale. Si formano nel 1978 da Haruomi Hosono (bassista degli Happy End e dei Tin Pan Alley, e autore di quattro dischi solisti), Yukihiro Takahashi (batterista della Sadistic Mika Band) e l'allora sconosciuto Ryuichi Sakamoto, tastierista di formazione classica che stava registrando il suo primo album, One Thousand Knives. La Yellow Magic Orchestra si ispirava liberamente ai Kraftwer con i quali condividono il pregio di essere stati tra i pionieri della musica elettronica, il loro contributo e' realmente rilevante tanto da condizionare le future generazioni con un sound che anticipava il synth-pop britannico, autori ed inventori di una nuova musica elettronica tecno-pop la cui influenza sara' fortissima su moltissima musica europea della prima meta' degli '80.
Euro
33,00
codice 2129937
scheda
Yellowjackets Yellowjackets
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1981  Warner Bros 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
copia ancora incellophanata, l' originale stampa americana, copertina con barcode, etichetta bianco/crema con logo colorato in alto, linee orizzontali sullo sfondo, e scritte su una riga lungo tutta la circonferenza, catalogo BSK3573. Originariamente pubblicato nel 1981 dalla Warner Bros negli USA, dove giunse al 16esimo posto nella classifica jazz di billboard, il primo album, precedente ''Mirage a trois'' (1983). Il gruppo americano, qui in formazione a tre con Russell Ferrante (tastiere), Jimmy Haslip (basso) e Ricky Lawson (batteria), e' accompagnato da uno stuolo di ospiti, fra i quali figura anche il chitarrista Robben Ford, oltre ad una robusta sezione di ottoni. Il gruppo presenta qui una fusion melodica con sonorita' molto levigate e priva di ostiche soluzioni ritmiche o melodiche, con le tastiere in risalto ed una certa vena pop, per quanto sia un lavoro strumentale, prodotto da Tommy Li Puma. Questa la scaletta: ''Matinee idol'', ''Imperial strut'', ''Sittin' in it'', ''Rush hour'', ''The hornet'', ''Priscilla'', ''It's almost gone''. Questo gruppo fusion americano con radici anche nello r'n'b, naque nel 1981 e annovero' nella sua formazione il chitarrista Robben Ford, nei primi anni di attivita'; Ford venne sostuito dal sassofonista Marc Russo prima del terzo album ''Samurai samba'' (1985), portando il gruppo verso una fusion accostata da alcuni critici al Joe Zawinul piu' melodico. Il gruppo vanta una lunga carriera, ancora in essere nel 2011, con numerosi album all'attivo.
Euro
26,00
codice 261491
scheda
Yes Broadcasts 1969 (ltd. red vinyl)
Lp [edizione] nuovo  mono  uk  1969  rhythm & blues 
rock 60-70
Edizione limitata a mille copie in vinile di colore rosso / magenta, copertina senza codice a barre, label rosa e magenta con banda bianca centrale, scritte nere, catalogo R&B103. Pubblicato nel 2022 dalla Rhythm & Blues, questo album compila registrazioni televisive e radiofoniche dal vivo effettuate dagli Yes per emittenti tedesche e britanniche nel corso del 1969, in particolare nei mesi di agosto e di novembre di quell'anno, poco dopo la pubblicazione del loro primo eponimo album, uscito nel luglio precedente. La scaletta contiene interpretazioni di brani di quell'album, ma anche di qualche episodio che sarebbe stato pubblicato nel loro secondo album "Time and a word", nel luglio del 1970. Il gruppo è immortalato in una fase di passaggio dalla post-psichedelia al primissimo progressive rock, con ardite ed epiche trame strumentali che cominciano a farsi strada. Qui di seguito la scaletta. Side One : 1. Every Little Thing - German TV WDR, Big Apple, Wiesbaden, August 26 2. Something’s Coming - German TV WDR, Big Apple, Wiesbaden, August 26 3. Looking Around - BBC Radio The Johnnie Walker Show, June 4 4. Everydays - BBC Radio Symonds On Sunday, August 4 5. No Opportunity Necessary, No Experience Needed - Beat Club, Bremen, November 29; Side Two : 1. Something’s Coming - BBC Radio Symonds On Sunday, August 4 2. Every Little Thing - BBC Radio Symonds On Sunday, August 4 3. Looking Around - Beat Club, Bremen, November 29 4. Survival - Beat Club, Bremen, November 29.
Euro
25,00
codice 3515971
scheda
Yes The Yes album
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1971  Atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rara stampa italiana, copertina splendidamente laminata fronte e retro, apribile, etichetta con small deep groove, rossa e verde senza ancora il piccolo logo ''w'', catalogo SD8283, data sul trail off dei due lati "24-2-71", timbro Siae del primo tipo, in uso dal 1970 al 1975, con diametro di circa 13/13,5 mm., piu' piccolo dei successivi. Pubblicato in Inghilterra nel marzo del 1971 dopo ''Time and a Word '' e prima di ''Fragile'', giunto al numero 7 delle calssifiche UK ed al numero 40 di quelle USA dove usci' nel maggio dello stesso anno. Il terzo album, il primo con Steve Howe, nonche' il primo a proporre il rock progressivo sinfonico e luminoso dai testi mistici ed ermetici che porra' il gruppo tra le leggende del rock inglese, registrato dalla formazione che prevedeva John Anderson, Chris Aquire, Steve Howe, Tony Kaye, Bill Bruford. Contiene ''Your Move'', brano simbolo degli anni classici del gruppo.
Euro
50,00
codice 261270
scheda
Yorke thom (radiohead) Confidenza ost (ltd cream)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  xl 
indie 90
edizione limitata in vinile crema, copertina con parti in rilievo. Note a cura della label: colonna sonora originale del film Confidenza di Daniele Luchetti, adattamento del dramma italiano tratto dall'omonimo romanzo di Domenico Starnone "Confidenza" vede Yorke collaborare nuovamente con Sam Petts-Davies e con la London Contemporary Orchestra, insieme a un ensemble jazz che comprende Robert Stillman e il compagno di band The Smile Tom Skinner. Due i brani cantati, ottimamente, da Yorke: "Knife Edge" e "Four Ways In Time".
Euro
35,00
codice 2130180
scheda
Yorke thom (radiohead) Suspiria (pink vinyl)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2018  xl recordings 
indie 90
doppio vinile rosa, copertina apribile ruvida con parti interne rosa, inner sleeves. Colonna sonora del rifacimento da parte di Luca Guadagnino di "Suspiria", film horror del 1977 del regista Dario Argento. Thom Yorke si cimenta nella colonna sonora, mantenendo un'atmosfera onirica tenebrosa aggiornata alla sensibilità contemporanea. Brani sinfonici, corali, cacofonici e sintetici si mescolano ad altri più "convenzionalmente" Radiohead dove è presente il delicato canto di Yorke. Cantante dei celebrati Radiohead, Thom Yorke ha esordito come solista con l'album ''The eraser'' nel 2006 e con alcuni 12'' usciti nello stesso anno, tutti con sonorità elettro sperimentali vicine ad "Amnesiac" dei Radiohead. Nel 2012 esce "Amok" accreditato agli Atoms for Peace, supergruppo composto oltre da Yorke, dal bassista dei Red Hot Chili Peppers, dal produttore Nigel Goldrich (Radiohead, U2, Beck), dal batterista Joey Waronker (Rem, Elliott Smith) e dal percussionista brasiliano Mauro Refosco (Brian Eno, RHCP), inizialmente assemblati da Yorke come gruppo per alcune date del tour a supporto del suo sopracitato debutto solista, poi, divenuto progetto a tutto tondo. Il secondo album ''Tomorrow's modern boxes'' esce nel 2014.
Euro
39,00
codice 2130130
scheda
Young Neil After the gold rush
Lp [edizione] ristampa  stereo  ita  1970  reprise 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
ristampa italiana della fine degli anni '70, copertina apribile senza barcode, etichetta marrone con piccolo logo "W" lungo la circonferenza, data sul trail off riferita ancora al 1975, ma timbro Siae del terzo tipo, in uso dal '78/79, con marchio Siae che non ne occupa piu' l' intero cerchio centrale, catalogo W44088. Pubblicato in Usa nel Settembre del 1970, dopo ''Everybody Knows This Is Nowhere'' e prima di ''Harvest'', giunto al numero 8 dell classifiche USA ed al numero 7 di quelle Uk, il terzo album. Contiene, oltre alla title track, ''Southern Man'', ''Till the Morning Come'', ''Tell Me Why'', ''Only Love Can Break Your Heart'', ''When You Dance I Can Really Love'', registrato con una formazione dei Crazy Horse che vede anche Nils Lofgren, Stephen Stills e Greg Reeves, e' con la sua trasognata malinconia e la delicata e sussurrata voce uno dei capolavori senza tempo dell'intera musica americana. Album molto diverso dal primo lp, qui i brani si fanno piu' potenti e carichi, piu' vicini al suono di una band che a quello di un cantautore, e' sicuramente l' archetipo del suono che lo rendera' famoso e che sara' un' influenza determinante su tutta la musica americana della fine del millennio.
Euro
28,00
codice 261300
scheda
Young neil early daze
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  reprise / neil young archives 
rock 60-70
Copertina apribile, con adesivo di presentazione sul cellophane, corredato di inner sleeve ed inserto di quattro pagine con testi e crediti. Pubblicato per la prima volta nel giugno 2024, questo album contiene preziosissime registrazioni, rare o del tutto inedite, effettuate durante il 1970 da Neil Young con i Crazy Horse, naturalmente ancora con il chitarrista Danny Whitten in formazione. Questi i brani contenuti: "Dance Dance Dance" (gia' nel box in cd "Neil Young Archives Vol.1"), "Come On Baby Let’s Go Downtown" (versione inedita), "Winterlong" (versione inedita), "Everybody's Alone" (gia' nel box "Neil Young Archives Vol.1"), "Wonderin' " (versione inedita), "Cinnamon Girl" (mix mono con un finale di chitarra non presente nella versione nota), "Look at all the Things" (versione inedita), "Helpless" (versione inedita), "Birds" (gia' retro del singolo del 1970 "Only Love Can Break Your Heart") e "Down By the River" (versione inedita con traccia vocale diversa). Agli albori dell' immortale suono di Neil Young con i Crazy Horse.
Euro
38,00
codice 3035057
scheda
Young neil early daze (ltd. clear vinyl + poster)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  reprise / neil young archives 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA IN VINILE TRASPARENTE, E CONTENENTE UN ESCLUSIVO POSTER, copertina apribile, con adesivo di presentazione sul cellophane, corredato di inner sleeve ed inserto di quattro pagine con testi e crediti. Pubblicato per la prima volta nel giugno 2024, questo album contiene preziosissime registrazioni, rare o del tutto inedite, effettuate durante il 1970 da Neil Young con i Crazy Horse, naturalmente ancora con il chitarrista Danny Whitten in formazione. Questi i brani contenuti: "Dance Dance Dance" (gia' nel box in cd "Neil Young Archives Vol.1"), "Come On Baby Let’s Go Downtown" (versione inedita), "Winterlong" (versione inedita), "Everybody's Alone" (gia' nel box "Neil Young Archives Vol.1"), "Wonderin' " (versione inedita), "Cinnamon Girl" (mix mono con un finale di chitarra non presente nella versione nota), "Look at all the Things" (versione inedita), "Helpless" (versione inedita), "Birds" (gia' retro del singolo del 1970 "Only Love Can Break Your Heart") e "Down By the River" (versione inedita con traccia vocale diversa). Agli albori dell' immortale suono di Neil Young con i Crazy Horse.
Euro
42,00
codice 3035058
scheda
Young neil Everybody's rocking
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1983  geffen 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
prima stampa americana, copertina (con lievi segni di invecchiamento), completa di inner sleeve con foto e crediti, etichetta grigio/crema con linee orizzontali nere e logo in alto grigio/argento, nella versione senza scritte in basso lungo la circonferenza (cosi' come le copie promozionali da noi riscontrate), catalogo GHS4013. Pubblicato in Usa nell'agosto del 1983 dopo "Trans" e prima di "Old Ways", giunto al numero 46 delle classifiche Usa ed al numero 50 di quelle Uk dove usci' nel settembre dello stesso anno. Il sedicesimo album. Il seguito del tecnologico Trans esce dopo soltanto sette mesi, ed e' questa volta un album di rockabilly , Neil Young ripercorre la strada gia' intrapresa all' indomani dell'uscita di Harvest nel 1972 quando dette alle stampe una serie di lavori assai poco commerciali, la stessa cosa accade ora , a partire dal successo planetario del 1979 di Rust Never Sleeps, al quale seguono, ispiegabilmente, capitoli a dire poco bizzarri e che confondono il pubblico. Everybody's Rockin', e' accreditato a Neil & the Shocking Pinks, e rappresenta l'apice del suicidio commerciale di Young, album dalla durata di meno di 25 minuti, vede il canadese alle prese con covers di brani del primigenio rock nd roll, quali "Betty Lou's Got a New Pair of Shoes" e propone sue composizioni sullo stesso stile, vedi "Kinda Fonda Wanda". Pare che il disco dovesse essere, nelle intenzioni di Young, un mini album a prezzo ridotto, ma in realta' il lavoro vide la luce come album a prezzo pieno , il risultato fu che Everybody's Rockin' fu il disco meno venduto della sua carriera secondo solo al primo album del 1969 , a questa uscita seguira' un lungo periodo di silenzio durato oltre due anni, anche questo il piu' lungo della carriera.
Euro
18,00
codice 261483
scheda
Young Neil Harvest
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1972  reprise / ors 
rock 60-70
Bellissima ristampa, per la serie "Neil Young Archives Official Release Series", ottenuta dai masters originali, con copertina in cartone grezzo ruvido ed apribile, esattamente identica a quella della prima rara tiratura americana su Reprise, corredata di inserto apribile in carta ruvida con testi. Pubblicato negli USA nel Febbraio del 1972 dopo ''After the Goldrush'' e prima di ''Journey Through the Past'', giunto al numero 1 delle classifiche USA ed al numero 1 di quelle UK dove usci' nel Marzo dello steso anno. Il quarto album. Prodotto da Jack Nitzsche, Henry Lewy, Eliot Mazer, Neil Young, registrato a Nashville Tennessee, Londra ed in California, con gli Stray Gators, composti da Ben Keith, Kenny Buttrey e Tim Drummond, con Jack Nitzsche e John Harris al piano in ''Harvest''. Uno dei piu' famosi lavori della musica rock, contiene brani acustici, elettrici e due in cui e' accompagnato dalla London Symphony Orchestra, le tracce sono cariche di malinconia e la voce di Young sembra sempre appesa ad un filo e sul punto di rompersi. L'atmosfera e' irreale ed emotivamente potentissima, l'urgenza creativa dei musicisti e' palpabile ed e' chiaro che nessuna concessione al gusto del pubblico e' stata prevista. Tutti i brani sono magnifici e l'atmosfera del disco e' realmente irripetibile. Rimane oggi come trenta anni fa un vero capolavoro, uno dei pochissimi albums ''perfetti'' partoriti dalla musica rock. Contiene talmente tanti brani celeberrimi che e' piu' semplice riportarne la intera scaletta, Out on the Weekend, Harvest, A Man Needs a Maid, Heart of Gold, Are You Ready for the Country?, Old Man, There's a World, Alabama, The Needle and the Damage Done, Words.
Euro
55,00
codice 2130241
scheda
Young Neil hawks and doves
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1980  reprise 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
prima stampa italiana, copertina (con lievi segni di invecchiamento) nella versione con "1 Stampa" sul retro in alto a destra, completa di inner sleeve con testi, etichetta custom, blu su di un lato e rossa sull'altro, catalogo W54109, senza data nel trail off. Pubblicato in USA nell'ottobre del 1980 dopo ''Live rust'' e prima di ''Re.ac.tor'', giunto al numero 30 delle classifiche americane ed al numero 34 di quelle Uk. Il tredicesimo album. E' l'ultimo dei lavori classici prima del periodo della ''follia' degli anni '80, include alcuni brani di spettrale bellezza, quali Little Wing'', ''Captain Kennedy'', ''Union Man'', ''Hawks & Doves'', The Old Homestead", "Stayin' Power," "Coastline", "Comin' Apart at Every Nail''. Un album enigmatico, con un feeling irreale e misterioso ed un suono dai toni acustici delicati e sognanti. "Little Wing" e "The Old Homestead", composte e probbabilmente registrate rispettivamente nel '75 e nel '74, avrebbero probabilmente dovuto far parte del progettato album "Homegrown".
Euro
23,00
codice 261302
scheda
Young neil re.ac.tor
lp [edizione] originale  stereo  ita  1981  reprise 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
prima stampa italiana, copertina (con qualche segno di invecchiamento) senza barcode, completa di inner sleeve con testi e note e con sagomatura centrale in corrispondenza delle etichetta del disco, etichetta custom rossa e nera, catalogo W54116. Pubblicato in Usa nell' ottobre del 1981 prima di "Trans" e dopo "Hawks and doves". Giunto al numero 27 delle classifiche Usa, ed al numero 69 di quelle Uk. Il quattordicesimo album. Neil Young recupera i Crazy Horse e con loro registra il disco piu' heavy della sua carriera, anche i testi sono diversi, sembrano improvvistati come nei nove minuti della tonante "T-Bone," in cui il testo ripete continuamente "Got mashed potato/Ain't got no t-bone" o in "Motor City," in cui Young se la prende con le macchine giapponesi , in "Rapid Transit," in cui si sente per la prima volta l'influenza della new wave che ricorda i Talking Heads. l'ultimo brano, "Shots" (scritto nel 1978), ae' l'unico che ricorda il sound della decade passata. il disco fu concepito nel periodo in cui Neil Young decise di dedicarsi alle cure del figlio, nato disabile, questo tempo di riflessione, nelle sue parole ''passato a casa giocando con mio figlio, ascoltando musica e leggendo libri'' lo avvicino' alla nuova musica americana ed inglese, ma lo spinse anche ad allontanarsi dagli stereotipi che lo rendevano un personaggio oramai ''sclerotizzato'' e' questo il motivo degli ''esperimenti'' ( per esempio ''trans'', ''everybody's rockin' '', ''landing on water'', '' this note's for you'', '' weld arc '' ) che seguiranno questo lp, e che per tutti gli anni ''80 produrranno opere sempre piu' bizzarre e senza apparenti fili conduttori che spiazeranno sia il pubblico che la critica.
Euro
16,00
codice 261303
scheda
Young Neil Rust never sleeps
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1979  Reprise 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
prima stampa italiana, copertina (con moderati segni di invecchiamento) senza barcode, completa di inner sleeve con foto a colori, etichetta marrone senza logo "W" lungo la circonferenza, con "Made in Italy by Wea Italiana" in basso, catalogo W54105, timbro Siae ancora del secondo tipo, in uso tra il 1975 ed il 1978/79, con marchio Siae che ne occupa ancora l' intero cerchio centrale. Pubblicato in Usa nel giugno del 1979 dopo ''Comes a time'' e prima di ''Live rust'', giunto al numero 8 delle classifiche Usa ed al numero 13 di quelle Uk. L' undicesimo album. L' ultimo disco in studio dei '70, venne registrato con i Crazy Horse e Nicolette Larson, contiene i classici ''Powderfinger'' e ''Out Of The Blue'', brano dedicato al frontman dei Sex Pistols Johnny ''Rotten'' Lydon. "Rust Never Sleeps" e' un album di brani inediti, alcuni di essi sono stati pero' registrati non in studio ma live nel tour del 1978. considerato il suo lavoro piu' duro e senza compromessi dai tempi di Tonight's the Night, l'album presenta due facciate diverse, una piu' acustica ed una piu' elettrica, il brano cardine dell' lp e' "My My, Hey Hey (Out of the Blue)" che vi compare anche in altra versione con titolo "Hey Hey, My My [Into the Black]" con un testo diverso, "Thrasher," e' un altro dei momenti di punta del lavoro, con una riflessione sull'inevitabilita' del cambiamento e sul passare degli anni, tutto il disco e' teso a dimostrare come, nonostante il passare del tempo, la ruggine che non dorme mai possa essere tenuta a bada dal rock and roll , che se sercitato a dovere, mantiene giovani nello spirito e nelle tensioni artistiche.
Euro
21,00
codice 261473
scheda
Young-holt unlimited Plays super fly (mellow yellow vinyl, rsd 2022)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1973  liberation hall 
soul funky disco
EDIZIONE LIMITATA IN VINILE GIALLO, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2022, ristampa con copertina pressoche' identica alla prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1973 dalla Paula negli USA, l'ultimo album del gruppo americano, successivo a ''Oh girl'' (1973). Inciso con la formazione composta da Eldee Young (basso, sax alto), Isaac Redd Holt (batteria), Ringo (organo, chitarra), Ken Chaney (piano elettrico) e Derf (congas), il suggello finale alla discografia a 33 giri degli Young-Holt Unlimited e' una riproposta in chiave strumentale di alcuni dei principali brani dell'album capolavoro di Curtis Mayfield, la colonna sonora del film ''Super fly'' (1972), uno dei piu' grandi lavori della storia del soul e del funk. Il gruppo suona quei magnifici brani senza l'apporto di un cantante, cimentandosi con un ibrido fra jazz, funk e soul che mantiene gli indimenticabili riff dell'opera originale insieme all'identita' della band, i cui leader sostengono le danze con un inesauribile groove funk. L'album contiene anche brani originariamente non presenti sull'album di Curtis Mayfield e scritti da altri autori, fra cui una stupefacente cover di ''(They long to be) Close to you'' di Hal David/Burt Bacharach, con le tastiere futuristiche di Ken Chaney in evidenza. Emersi dalla scena jazz di Chicago negli anni '50, il contrabbassita Eldee Young ed il batterista Isaac ''Redd'' Holt formarono nel 1956 un celebre trio con il pianista Ramsey Lewis; dopo un decennio di attivita' le strade di quest'ultimo e dei primi due si divisero, quindi Holt e Young formarono lo Young-Holt Trio, attivo nella seconda meta' degli anni '60 con un sound piu' vicino allo r'n'b. La fine degli anni '60 segno' un avvicinamento alle sonorita' funk ed il cambiamento della ragione sociale in Young-Holt Unlimited, ai quali si aggiunse il talentuoso tastierista Ken Chaney; questa incarnazione del gruppo continuo' la sua attivita' fino alla meta' degli anni '70.
Euro
28,00
codice 3034813
scheda
Zappa frank Absolutely free (mono, uk version)
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1967  verve 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima rara stampa inglese, nella rara versione monofonica, copia con moderati segni di invecchiamento sul vinile, copertina non apribile (a differenza di quella dell' edizione americana del disco), laminata sul fronte, flipback su tre lati sul retro, pressata da Garrod & Lofthouse, etichetta nera ed argento con "Sold in U.K. Subject to Resale...." in alto a destra, catalogo VLP.9174. Pubblicato in Usa il 26 maggio del 1967 a nome "Mothers of Invention" prima di ''We're only in it for the money'' e dopo ''Freak out'', giunto al numero 41 delle classifiche americane e non entrato in quelle inglesi dove venne pubblicato nell' ottobre del 1967, il secondo album. Il genio di Zappa gia' a pieno dispiegato, opera ancora piu' eccessiva e caleidoscopica del primo lavoro , costruita con l'uso di loops, sperimentazioni , nastri manipolati, sovrapposti agli strumenti elettrici delle mothers, include una mini rock opera ''brown shoes don't make it'', il cui stile cambia e si trasforma ad ogni minuto, ed il cui contenuto tocca temi che vanno da stravinsky al rock'n'roll, in un mood schizofrenico dai testi folli e grotteschi, con uno sguardo cinico e disincantato ed al solito carico di lucidissimi attacchi al conformismo ed alla cultura americana. provocazione estetico sociale senza freni, e' un album di difficilissima fruizione e che richiede grande impegno, predisposizione e lunghi ascolti per essere compreso appieno.
Euro
100,00
codice 261280
scheda
Zappa frank grand wazoo
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1972  zappa / universal 
rock 60-70
Accreditato ai Mothers. Ristampa del 2022, in vinile 180 grammi, realizzata in occasione del 50esimo anniversario dall' uscita originaria del disco, rimasterizzata dai masters analogici originali, copertina apribile pressoche' identica alla prima rara tiratura. Pubblicato in Usa nel dicembre del 1972 dopo ''Waka Jawaka'' e prima di ''Overnite sensation'', non entrato in classifica in America ne' in Uk. Il 16esimo album. Lavoro composto essenzialmente da partiture orchestrali, composte ed arrangiate dallo stesso Frank, registrato ad Hollywood con un cast di decine di musicisti tra i quali segnaliamo Aynsley Dunbar, George Duke, Ernie Watts, Tony Ortega e Don Preston. Registrato come il suo predecessore "Waka / Jawaka" durante la convalescenza seguita alla caduta del palco del dicembre 1971, "Grand Wazoo" e' come quello un album largamente strumentale dal suono jazz fusion, con Zappo che si esibisce in asoli dichitarra ed alla voce, ma e' focalizzato molto di piu' sulla sua opera di compositore ed arrangiatore. Si tratta di una storia concept su due opposte fazioni musicali, per certi versi opera unica nell' enorme catalogo di Zappa e' eseguito con una sorta di orchestra da camera jazz di oltre 20 persone. Anche se "Hot Rats" e' comunenmente considerato il suo punto piu' alto nel jazz rock, questo lp ne illustra un altra faccia non meno interessante e certamente assai piu' nascosta.
Euro
36,00
codice 2130109
scheda
Zappa Frank Hot rats
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  zappa records 
rock 60-70
ristampa rimasterizzata, copertina apribile pressoche' identica a quella della prima rara tiratura del 1969 su Bizarre. Pubblicato in Usa il 10 ottobre del 1969 dopo ''Uncle meat'' e prima di ''Burnt weeny sandwich'', non entrato nelle classifiche Usa e giunto al numero 9 di quelle Uk dove usci' nel febbraio del 1970. L' ottavo album. Registrato tra l'agosto ed il settembre del 1969, publicato a nome Frank Zappa. Perlopiu' strumentale, e' uno dei suoi lavori piu' celebri, segnato dalla lunga ''Willie the pimp'' unico brano cantato, con alla voce l' amico-nemico Captain Beefheart, il disco e' un vero crogiuolo di stili diversi nel quale Zappa da' sfogo ai suoi incalcolabili interessi confezionando una delle opere che lo rappresenta meglio, in equilibrio tra stralunate canzoni ed episodi sperimentali e contemporanei. Hot Rats fu il primo solista di Frank Zappa registrato senza le Mothers, con la collaborazione di Ian Underwood, e' considerato il suo primo passo verso il jazz-rock ed e' certamente un classico del genere, geniale per il modo in cui assembla il jazz con il rock riuscendo a mantenere la brillantezza strumentale del primo e la vibrazione sporca del secondo, contiene tre lunghe jams in cui la chitarra elettrica da' il meglio di se' e consacrera' Frank come uno dei piu' grandi strumentisti della sua generazione. Gli arrangiamenti sono anch' essi eccezionali, come quelli addirittura futuribili , di "Peaches en Regalia" o i suoni di "Willie the Pimp", e certamente il violino elettrico di Jean-Luc Ponty, sommato ai contributi di Lowell George e Don "Sugarcane" Harris, aiutano il musicista in questa impresa, donando una carica emotiva inedita fino ad allora. Hot Rats e' un disco altamente innovativo, giustamente divenuto leggendario, il cui percorso anticipa tutto il movimento jazz-rock fusion e puo' essere paragonato, nelle intenzioni e nella tecnica, al Jeff Beck dei primi anni '70.
Euro
36,00
codice 2130122
scheda
Zappa frank how' s your bird? (purple vinyl)
10'' [edizione] originale  stereo  ita  1962  get back 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Excellent rock 60-70
Album in formato 10", l' originale ormai rara stampa, nella versione in vinile viola trasparente (vinile che presenta su un lato una moderata opacizzazione, peraltro denza effetti sull' ascolto), copertina con retro capovolto, senza barcode, completa dell' originario inserto con note, catalogo GET525. Pubblicato dalla italiana Get Back nel 1998, e' sostanzialmente una versione ampliata del minialbum ''Rare Meat'' pubblicato nel 1983 dalla Del-Fi / Rhino in Usa, con l'aggiunta di ulteriori quattro brani, per un totale di dieci tracce, brani che Frank Zappa scrisse, registro' e produsse per la piccola Donna (sottoetichetta della Del-Fi) tra il 1963 ed il 1964, nello studio che compro' a Los Angeles da Paul Buff nel 1962, pubblicandoli con varie denominazioni prima della nascita delle Mothers Of Inventions; ecco la lista del materiale incluso (nell' ordine non del disco, ma dell' uscita originaria dei singoli): "Slow Bird" e "Blind man's Buff" (i due brani del singolo pubblicato nel 1963 a nome Paul Buff), "Cathy my angel" e "Til september" (i due brani del singolo uscito nel 1963 a nome The Pauls), "How's your bird" e "The world's greatest sinner" (i due brani del 45 del marzo 1963 su etichetta Donna uscito a nome Baby Ray And The Ferns, con Zappa che suona gran parte degli strumenti), "Dear jeepers" e "Letter From Jeepers" (in due brani del 45 del febbraio 1963 a nome Bob Guy, ancora su Donna), "Everytime i see you" e "Cradle rock" (i due brani del singolo del 1964 sempre su Donna accreditato agli Heartbreakers, duo chicano dei fratelli Benny and Joe Rodriguez).
Euro
24,00
codice 261331
scheda
Zappa frank Roxy & elsewhere
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1974  zappa / universal 
rock 60-70
Doppio album, ristampa in vinile 180 grammi, rimasterizzata, copertina apribile pressoche' identica a quella della prima rara tiratura uscita in Usa su Discreet. Pubblicato in Usa nel settembre del 1974 dopo ''Apostrophe'' e prima di ''One size fits all'' , giunto al numero 27 delle classifiche Usa e non entrato in quelle Uk dove usci' nell'ottobre dello stesso anno. Il 19esimo album. Contiene registrazioni effettuate live ma reincise poi in parte in studio nel 1974, registrate al roxy di los angeles il 10, 11 e 12 dicembre 1973, nel marzo del 1974 a chicago e l' 8 maggio 1974 a edinboro in pensylvania. dopo il periodo orchestral jazz fusion (Waka/Jawaka e Grand Wazoo,entrambi del 1972), Frank Zappa registra nel tardo 1973 e 1974 due albums di normale rock , ( Over-Nite Sensation ed Apostrophe ), dopodiche' si cimenta con questo doppio che presenta sonorita' e composizioni tra le piu' complesse che abbia mai suonato, proponendo un lavoro che sta' tra il suo vecchio stile del periodo ''comedy rock '' e il jazz progressive di scuola Canterbury. tre facciate dell'album furono registrate live al Roxy di Hollywood e completamente modificate in studio successivamente, .solo tre brani, ("Dummy Up," "Son of Orange County," e "More Trouble Every Day"), sono live al 100 %. nel gruppo suonavano George Duke , Tom Fowler, Ruth Underwood , Bruce Fowler, Walt Fowler , Napoleon Murphy Brock, Chester Thompson Ralph Humphrey, Don Preston, e Jeff Simmons che appare nel materiale diverso da quello registrato al Roxy. la sequenza "Echidna's Arf (Of You)"/"Don't You Ever Wash That Thing?" e' considerata come una delle piu' complesse e dificoltose partiture mai scritte da Zappa, tra gli altri brani "Penguin in Bondage" , "Cheepnis". tutti i brani sono inediti, ad eccezione di due versioni completamente diverse di "More Trouble Every Day" e di "Son of Orange County," remake di "Orange County Lumber Truck"/"Oh No." considerato unanimemente come superiore, nella registrazione e nel mix, ai suoi due predecessori in concerto, ''Fillmore East, June 1971'', e ''Just Another Band From L.A''..
Euro
29,00
codice 2129785
scheda
Zappa frank uncle meat (+ booklet)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  zappa / universal 
rock 60-70
Doppio album, ristampa rimasterizzata ed in vinile 180 grammi, ottenuta dai masters analogici originali, COMPLETA DELL' ORIGINARIO LIBRETTO di 12 pagine, copertina apribile pressoche' identica a quella della prima rara tiratura uscita in Usa su Bizarre. Pubblicato in Usa nell' aprile del 1969 dopo ''Cruisin' with Ruben and the Jets'' e prima di ''Hot rats'', giunto al numero 43 delle classifiche Usa e non entrato in quelle uk dove usci' nel settembre dello stesso anno. Il settimo album. Finta colonna sonora di un film inesistente, basato su vecchi nastri rifiutati a suo tempo dalla mgm, con il tempo ha assunto uno status leggendario divenendo uno dei suoi classici assoluti. il secondo doppio in meno di tre anni, nasce come colonna sonora di un film mai finito, rappresenta un capitolo importante nella storia di zappa, e' allo stesso tempo il primo lavoro in cui emerge la statura compositiva di Frank ed il primo in cui il gruppo suona in maniera davvero complessa e potente allo stesso tempo. Il disco e' un melange incredibile in cui si possono ascoltare doo wop, blues, sperimentazioni, jazzrock, fusion, contemporanea, microporzioni live, parlati e strumentali, in un caleidoscopio anarcoide che rappresenta al meglio uno dei piu' creativi periodi dell'era zappiana.
Euro
34,00
codice 3034778
scheda
Zappa frank waka / jawaka - hot rats
lp [edizione] ristampa  stereo  ita  1972  reprise 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Ristampa italiana di fine anni '70, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita su Bizarre, senza barcode, etichetta marroncina con logo Reprise con battello in alto, con scritte sia in alto che in basso lungo la circonferenza, e con piccolo logo "W" in basso, catalogo W44203, data sul trail off dei due lati "13/9/75", timbro Siae del terzo tipo, con marchio Siae che non ne occupa piu' l' intero cerchio centrale, timbro utilizzato dal 1978/79. Pubblicato in Usa nell' agosto del 1972 dopo ''Just another band fron L.A.'' e prima di ''Grand Wazoo'', non entrato nelle classifiche Usa ne' in quelle Uk. Il 14esimo album. Uscito sul mercato dopo la disastrosa tournee europea, tra incendi, aggressioni, contestazioni, e' questo un album che figura tra i suoi classici. di discreto successo, anche commerciale, immediatamente precedente alla svolta orchestrale del successivo, con brani maturi ed innovativi carichi della migliore energia anarcoide della controcultura americana, fu composto durante il periodo trascorso sulla sedia a rotelle dopo che un fan lo aveva fatto precipitare dal palco il 10 dicembre 1971. dopo aver licenziato tutto il gruppo (inclusi i cantanti Flo & Eddie) Zappa si concentra completamente sulla reinvenzione della jazz fusion music ma invece che per un semplice gruppo rock, pensata per una grande band. questo Waka/Jawaka fu composto parallelamente al successivo '' The Grand Wazoo'', ma e' suonato con meno musicisti. il disco e' strutturato in due lunghe suites strumentali e bue canzoni piu' brevi, tra cui la celebre "Big Swifty," piu' volte riproposta live, mentre ''waka/jawaka'' e' suonata con le ex -Mothers of Invention Don Preston, Sal Marquez, Bill Byers, Ken Shroyer, , Mike Altschul, , Erroneous, Aynsley Dunbar. si tratta del secondo album solista, a volte chiamato "Hot Rats II" (a causa della scritta sui rubinetti in copertina). e' il primo capitolo della '' big-band phase'' , periodo che fiorira' in maniera vera e propria con il succesivo ''The Grand Wazoo'' che verra' pubblicato dopo pochi mesi.
Euro
28,00
codice 261308
scheda
Zappa Frank weasels ripped my flesh
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  zappa records / universal 
rock 60-70
ristampa del 2016, rimasterizzata dal master analogico originale, copertina pressoche' identica a quella della prima rara tiratura uscita in Usa su Bizarre Records. Pubblicato in Usa nel settembre del 1970 prima di ''Chunga's revenge'' e dopo ''Burnt weeny sandwich'', non entrato nelle classifiche Usa e giunto al numero 28 di quelle Uk. Il decimo album. Attribuito alle Mothers of Inventions, si avvale dei contributi musicali, tra gli altri, di Ian Underwood, Roy Estrada, Don Preston, Don "Sugar Cane" Harris e del grande Lowell George. album ''gemello'' di ''burnt weeny sandwich'' e come questi contenente perlopiu' materiale strumentale sia live che in studio registrato dalla formazione originale delle Mothers of Invention, con una sezione fiati, dal 1967 al 1969, e' un lavoro che sta' a meta' tra il lato piu' artistico e complesso e quello piu' pop ed ironico della musica di Zappa, include sia la avanguardia classica di "Didja Get Any Onya," che lo pseudopop di "Prelude to the Afternoon of a Sexually Aroused Gas Mask" , "Toads of the Short Forest." e "The Eric Dolphy Memorial Barbecue" , altri episodi sono invece di natura piu' avant-garde jazz , vi e' poi una cover di Little Richard "Directly From My Heart to You," con un grande violino suonato da Don "Sugarcane" Harris; il rock di "My Guitar Wants to Kill Your Mama," e la vesione di "Oh No," cantata da Ray Collins. album caleidoscopico e non facile da seguire, carico di momenti esteremi e' sospeso tra costruzioni totalmente celebrali e momenti vicini al rock ed al R&B. da ricordare inoltre il brano che da' il titolo all'album, posto alla sua chiusura, che dopo un minuto e mezzo di feedback, si fa seguire da una cascata di applausi.
Euro
24,00
codice 3034779
scheda

Page: 58 of 59


Pag.: oggetti: