Hai cercato:  Ultimi arrivi (lista aggiornata ogni giovedi' sera) --- Titoli trovati: : 318
«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 13  ---»
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
Electric light orchestra    Electric light orchestra (1st lp)
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1971  harvest 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima ormai molto rara stampa inglese, copertina apribile ruvida fronte retro ed all'interno , etichetta verde chiaro e verde scuro con piccolo logo Emi sull'etichetta e scritta lungo la circonferenza in alto che inizia con "The Gramophone co'', catalogo SHVL797, trail off matrix "...A-1U" e "...B-1U" sui rispettivi lati, copia corredata di inserto in cartoncino giallo con testi e dell' originaria inner sleeve della Harvest con pubblicita' di altri albums dell' etichetta. Pubblicato in Inghilterra nel dicembre del 1971 prima di '' 2 '' (ed intitolato in Usa, dove usci' nel 1972, ''No answer'' ), giunto al numero 32 delle classifiche Uk e non entrato in quelle Usa. Il prmo album. Lavoro sorprendente e diversissimo dai seguenti, in confronto ai quali appare addirittura minimale, presenta una band dal suono originalissimo, che ricorda in parte gli esperimenti dei curved air ma filtrati attraverso i beatles piu' psychedelici, il disco e' suonato dai tre membri con l'aggiunta di due violoncelli, un violino, una tastiera e di un corno francese ed il risultato ha la potenza di una hard rock band ela leggerezza di un trio di musica da camera, barocco e psychedelico, contiene alcuni brani assolutamente straordinari, '' 10538 overture'', '' look at me now'', ''1st movement'', ''whisper in the night'', un album interessantissimo assolutamente originale e fuori dal suo tempo che e' doveroso riscoprire. Formati nel 1969 sulle ceneri dei Move, da Bev Bevan, Jeff Lynne, Roy Wood, con violoncello, violino e corno francese, suonavano un progressive di matrice classicheggiante con melodie beatlesiane, di enorme successo nella seconda meta' del decennio.
Euro
140,00
codice 243569
scheda
Evidence    Weather or not
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  usa  2018  Rhymesayers Entertainment 
hip-hop
doppio vinile colorato, copertina apribile in tre parti, booklet fotografico di 12 pagine a cura del fotografo Stephen Vanasco, adesivo su cellophane. "Weather or not"(2018) - con le produzioni di Alchemist, Dj Premier, Nottz Da Ruler, Dj Babu, Budgie e dello stesso Evidence e i featuring di Defari, Slug & Catero, Styles P, Rapsody e Khrisis, Rakaa e Jonwayne - è il ritorno discografico di Evidence, a sette anni da "Cats & Dogs"(2011). L'album si inserisce nella miglior tradizione hip hop underground anni novanta. A quarant'anni, e con diversi anni di esperienza e di vita (e recenti dolori), Evidence si dimostra uno dei punti cardine della scena hip hop americana. Evidence, (conosciuto anche come Ev e Mr. Slow Flow), è lo pseudonimo di Michael Perretta (Los Angeles, 10 dicembre 1976), è un rapper, beatmaker, produttore e writer statunitense. Da sempre, dall'età di otto anni, immerso nella cultura hip hop : inizia come graffitaro e skater, poi per poi verso l'età di dodici anni spostarsi sul versante musicale. È negli anni novanta che comincia la storia di Evidence, che assieme al MC Rakaa forma - nel 1992 - il duo Dilated Peoples, a cui si unirà sei anni più tardi DJ Babu. Debuttano su disco nel 2000 con "The Platform", seguito da "Expansion Team"(2001), "Neighborhood Watch"(2004), "20/20"(2006) e "Directors of Photography" (2014). Album caraterizzati dai temi sul genere "conscious", differenti dai canoni West Coast. Parallelamente Evidence pubblica anche dischi da solista, a partire dal 2003.
Euro
29,00
codice 2078613
scheda
F.u.'s    Kill for christ (+ bonus tracks)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1982  taang! 
punk new wave
Ristampa del 2012, in viniel 180 grammi, corredata di inner sleeve; contiene sul primo lato i nove brani del rarissimo minialbum "Kill For Christ" uscito nel 1982 su etichetta XClaim! e sul secondo lato ben dieci tracce aggiunte per l' occasione: "Preskool Dropouts", "Radio Unix U.S.A. ", "Green Beret" e "Time Is Money" sono tratte dalla storica raccolta "This Is Boston Not L.A." uscita nel 1982 su Modern Method, "Ceta Suckers" e' tratta dalla raccolta su 7" "Unsafe At Any Speed", uscita sempre nel 1982 su Modern Method, "Death Wish" e' tratta dalla raccolta "The Master Tapes" uscita nel 1982 su Nimrod, raccolta che includeva anche "Ceta Suckers"), "Fucking Advice", "No Change", "Drug Of Choice" e " T Sucks [Original Version]" sono tratte dal primo demo del gruppo. Si tratta della miglio testimonianza possibile della harcore punk band di Boston che aveva esordito nella storica raccolta-manifesto "This Is Boston, Not L.A". "Kill for Christ" (la cui copertina fu realizzata dal mitico Pushead , a.k.a. Brian Schroeder, autore di copertine tra gli altri di Metallica e Misfits, oltre che leader dei Septic Death) fu realizzato originariamente su etichetta XClaim e contiene 9 bani grezzi ma potentissimi, di stordente ferocia, caratterizzati da un vero e proprio muro di suono che nel successivo "My America", pubblicato un anno dopo sulla stessa label, assume forme ancora piu' definite, sorprendendo una volta di piu', aldila' dei testi talora confusi, indecisi tra impegno e provocazione fine a se stessa. Rispettivamente l' autorevole Flex assegna ai due dischi un autorevole 8 di voto ed un raro 9, ed in effetti, molto piu' che l' album realizzato di li' a poco, "Do We Really Want To Hurt You?", sono questi due dischi ad incidere il nome degli F.U.2's (presto diventati Straw Dogs, con una impronta pero' piu' marcatamente rock) nella storia dell' hardcore a stelle e strisce, della cui ricchissima scena furono una delle bands migliori.
Euro
29,00
codice 3020743
scheda
F.u.k. (mission of Burma, Destroy all Monsters)    read kill / i got a head
7" [edizione] nuovo  stereo  usa  1977  havoc 
punk new wave
Singolo in formato 7", adesivo di presentazione sulla busta esterna, copertina senza barcode in cartoncino, ripiegata attorno al disco, inserto con note e foto, etichetta in bianco e nero, foro al centro largo. Pubblicato nel 2018 dalla Havoc, questo singolo rappresenta l' unica testimonianza, ovviamente postuma, dell' esistenza dei F.U.K (Fucked Up Kids), punk band di Detroit autrice di un solo concerto, nella notte di Halloween del 1977 ad Ann Arbor, Michigan, e di due brani registrati in studio tra l' ottobre 1977 ed il gennaio 1978) ma finora rimasti inediti: la bellissima "Road Kill", grezza ed urticante, impossibile incrocio tra i Destroy All Monsters ed i Devo, con la voce di Sue Rinski che ricorda quella di Niagara dei Destroy all Monsters, e sul retro l' art punk (ancora piu' vicino ai Devo) di "I Got A Head". Basterebbe l' efficacia dei due brani a consegnare la band alla storia della scena punk di Detroit, ma val la pena sottolineare come la band vedesse nella sua line up la presenza di Roger Miller, gia' negli Sproton Layer, poi per qualche tempo durante il 1977 nei Destroy all Monsters (alla batteria ed al basso, a seconda delle necessita') e quindi a Boston alla guida dei grandi Mission of Burma (ed anche coinvolto in mille altri progetti, anche solisti), oltre che di Carey (Cary) Loren, batterista che dei Destroy all Monsters era stato uno dei membri fondatori; il bassista dei F.U.K., Martin Swope, raggiungera' piu' tardi a Boston Miller per entrare nei Mission of Burma.
Euro
12,00
codice 3020701
scheda
Felt    Crumbling the antiseptic beauty
lpm [edizione] nuovo  stereo  eu  1982  cherry red recordings 
punk new wave
ristampa limitata del 2018, rimasterizzata con il contributo di Lawrence Hayward, con copertina senza barcode, adesivo di presentazione sul cellophane, e corredata di esclusivo poster apribile. Pubblicato nel febbraio del 1982 dalla Cherry Red in Gran Bretagna, dove giunse al sedicesimo posto nella classifica indipendente, non uscito negli USA, questo e' il primo magnifico mini lp del gruppo di culto inglese di Birmingham, precedente il secondo mini ''The splendour of fear'' (1984). Sei brani di grande bellezza, introversi ma straordinariamente evocativi, per mezz'ora di puro incanto, con le delicatissime chitarre elettroacustiche di Lawrence e di Maurice Deebank a dialogare mirabilmente in una lingua che all'epoca non fu e non poteva essere compresa (siamo in pieno post punk e le tinte dominanti sono quelle fosche del post-punk laddove i colori della musica dei Felt sono tenui e sfumati), e la voce di Lawrence stesso appena sussurrata, timida ma molto lirica nonostante le tonalita' monocordi e la timbrica nasale che fanno pensare ad un Lou Reed cresciuto nella campagna inglese. Trascorreranno ben tre anni prima che la band giunga ad incidere un secondo mini ("The Splendour of Fear"), raccogliendo consensi ed attenzioni ben superiori nell'ambito di una scena divenuta nel frattempo piu' incline a sonorita' e toni piu' delicatamente intimisti, di cui i Felt furono certo tra i maggiori ispiratori. ''Crumbling The Antiseptic Beauty'' e' portavoce di una freschezza immediata, capace ancora oggi di stupire, inevitabili ma affascinanti e dense spirali di chitarre si avvicendano dal passato, avvolte dalle memorie di quello che eravamo, di immagini di vissuto e di bellezza che consente di cogliere ombre e sfumature sempre nuove, contrasti e possibilita' dove la musica e' fatta della materia incostante dei sogni, un percorso intimista e personalissimo dove si percepisce che il pop-rock, una volta raggiunti i limiti emozionali "feltiani", non puo' crescere senza essere un genere differente in quanto ormai ha raggiunto gli estremi, dove nel crepuscolo dolci implosioni metafisiche evocano fantasmi dal passato abbandonandoci in un senso di trance ineguagliabile.
Euro
35,00
codice 3020732
scheda
Felt    ignite the seven cannons
lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1985  cherry red recordings 
punk new wave
ristampa limitata del 2018, rimasterizzata con il contributo di Lawrence Hayward, copertina senza barcode, largo adesivo di presentazione sul cellophane. Il bellissimo secondo vero album, uscito nell'ottobre del 1985 su Cherry Red e giunto al quarto posto delle classifiche indipendenti inglesi (non uscito negli USA), dopo una lunga serie di singoli (a partire dallo storico "Index" del 1979), due mini lp ed il primo album "The Strange Idols Pattern" del 1984. Disco chiave nella storia artistica del gruppo, di cui se non necessariamente il capolavoro resta il disco piu' amato, l'album vede l'ingresso in formazione del tastierista Martin Duffy, per l' unica volta accanto al chitarrista Maurice Deebank che, vedendo forse sminuito il suo peso nella musica della band, anche a causa della produzione di Robin Guthrie dei Cocteau Twins che impresse al disco una impronta indelebile, usci' dai Felt dopo le registrazioni. Guthrie riusci' a rendere ancora piu' delicatamente ovattate le atmosfere della musica del gruppo, gia' ben definite nell' album precedente, a scapito forse della freschezza dei primi dischi, ma contribuendo in modo determinante alla riuscita di un disco splendido, che raggiunge grandi vette di intensita' e brillantezza, come nel singolo che ne fu tratto, la memorabile "Primitive Painters" in cui alla voce di Lawrence Hayward si aggiunge impagabile quella di Elizabeth Fraser dei Cocteau Twins, udibile anche in un altro brano del disco. L'ennesimo disco colmo di autunnale poesia, capace di mettere insieme folk, post punk e psichedelia, con la voce immediatamente riconoscibile di Lawrence che ricorda insieme quella di Tom Verlaine e quella di Lou Reed (influenze anch'esse presenti nella musica del gruppo). Per tutto il decennio la band coninuera' a produrre dischi tra i piu' preziosi di tutta la scena inglese del decennio, riuscendo ad approdare ad una nuova giovinezza artistica proprio dopo la fuoriuscita dalla formazione di Deebank, con il tastierista Martin Duffy sempre piu' importante nell'economia del loro suono. Dopo lo scioglimento Lawrence formera' i Denim ed i Go Kart Mozart.
Euro
34,00
codice 2078714
scheda
Felt    Splendour of fear (+poster)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1984  cherry red / esoteric recordings 
punk new wave
ristampa limitata del 2018, rimasterizzata con il contributo di Lawrence Hayward, con copertina senza barcode pressoche' identica, sul fronte, a quella della prima rara tiratura, adesivo di presentazione sul cellophane, e corredata di esclusivo poster apribile. Il bellissimo secondo mini lp, uscito nel febbraio del 1984 e giunto al sesto posto delle classifiche indipendenti inglesi (non pubblicato negli USA), dopo una serie di singoli a partire dallo storico "Index" del 1979, e dopo il primo mini del 1981 "Crumbling The Antiseptic Beauty". Uscito alcuni mesi prima del primo vero album "The Strange Idols Pattern", questo disco e' uno dei piu' amati della band, con i suoi sei brani di cui ben tre strumentali, a mostrare il lato piu' crepuscolare e delicatamente intimista della musica di Maurice Deebank (lo stesso anno autore anche di un disco in proprio) e Lawrence Hayward, capaci di intrecci chitarristici di cristallina bellezza ed autunnale poesia, capaci di mettere insieme folk, post punk e psichedelia, con la voce immediatamente riconoscibile di Lawrence che ricorda insieme quella di Tom Verlaine e quella di Lou Reed (influenze anch'esse presenti nella musica del gruppo, sebbene in questo disco messe un po' in secondo piano). Per tutto il decennio la band continuera' a produrre dischi tra i piu' preziosi di tutta la scena inglese del decennio, riuscendo ad approdare ad una nuova giovinezza artistica dopo la fuoriuscita dalla formazione di Deebank, sostituito nel 1986 dal tastierista Martin Duffy. Dopo lo scioglimento Lawrence formera' i Denim ed i Go Kart Mozart.
Euro
35,00
codice 3020731
scheda
Felt    strange idols pattern and other short stories
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1984  cherry red recordings 
punk new wave
ristampa limitata del 2018, rimasterizzata con il contributo di Lawrence Hayward, con copertina senza barcode, largo adesivo di presentazione sul cellophane. Pubblicato nell'ottobre del 1984 dalla Cherry Red in Gran Bretagna, dove giunse all'ottavo posto nella classifica indipendente, non uscito negli USA, questo e' l'album d'esordio dei Felt, uscito dopo il secondo mini lp ''The splendour of fear'' (1984) e prima del secondo album ''Ignite the seven cannons'' (1985). Il gruppo inglese, qui ancora nella sua prima formazione con Maurice Deebank alla chitarra, si produce in un autunnale, asciutto ed elegante guitar pop in cui sono evidenti le influenze di Lou Reed e dei Television piu' quieti; I Felt intercalano i brani elettrici con saltuari tuffi acustici in brevi ballate dal sentore quasi acid folk. Gruppo di culto formato a Birmingham nel 1979 dal cantante e chitarrista Lawrence Hayward, la cui voce immediatamente riconoscibile ricorda insieme quella di Tom Verlaine e quella di Lou Reed (influenze anch'esse presenti nella musica del gruppo), i Felt si sono costruiti un seguito relativamente ristretto ma affezionato nel corso dei loro dieci anni di attivita', grazie ad un originale guitar pop, dalle influenze newyorchesi come detto sopra ma dalle atmosfere autunnali e dai toni misurati piu' tipicamente britannici. Per tutto il decennio la band coninuera' a produrre dischi tra i piu' preziosi di tutta la scena inglese del decennio, riuscendo ad approdare ad una nuova giovinezza artistica dopo la fuoriuscita dalla formazione dell'originario chitarrista Maurice Deebank, con il tastierista Martin Duffy sempre piu' importante nell'economia del loro suono. Dopo lo scioglimento, avvenuto nel 1989, Lawrence formera' i Denim ed i Go Kart Mozart.
Euro
34,00
codice 2078715
scheda
Floh de cologne    fliessbandbaby's beatshow
lp [edizione] seconda stampa  stereo  ger  1970  ohr 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Excellent rock 60-70
seconda rara stampa tedesca, di poco superiore alla prima tiratura, copia con moderati segni di invecchiamento sul vinile, copertina apribile laminata, senza piu' l' intaglio sul fronte per il palloncino originariamente presente (rarissima la prima tiratura completa del palloncino), ancora con l' originario catalogo 56 000, quindi con un solo 5, sia sulla copertina che sull' etichetta, etichetta bianca con orecchio viola e scritte verdi su un lato e con orecchio grigio e scritte verdi sull' altro. Pubblicato in Germania nel Luglio del 1970 dopo ''Vietnam'' e prima di ''Profitgeier'', non entrato nelle classifiche tedesche. Il secondo album. Il piu' noto dei gruppi tedeschi appartenenti all' ala piu' poltica e militante, sulllo stile del rock in opposition in Inghilterra o ancor piu' degli Area in Italia, la Germania, come appunto l' Italia, era ricchissima di questo tipo di connessioni tra politica e musica, i Floh De Cologne iniziarono come gruppo teatrale, rappresentavano i loro lavori alla universita' di Colonia fin dal 1966, dalla guerra nel Vietnam prese nome il loro debutto, nel 1968, scritto in collaborazione con Dieter Suverkrup (autore di diversi albums di rock politicizzato per la Plane). Tutti i diritti pagati al gruppo furono donati ad un fondo per l'aiuto delle vittime del Vietnam. Si inizio' a parlare di loro dopo l'apparizione al festival di Essen nell'autunno del 1968 quando destarono scalpore ed ammirazione con il loro mix di testi politicizzati, ironia e bizzarrie (divennero conosciuti come ''la risposta tedesca ai Fugs ed alle Mothers Of Invention"). Non fu una sorpresa quando l'astro nascente dell'underground tedesco, la Ohr li mise sotto contratto. Fliessbandbabys Beat Show fu pubblicato nell'estate 1970. Fu il primo dei leggendari albums della Ohr. Il disco e' una sorta di unico e folle rock cabaret dove il gruppo fa una parodia di diversi stili del rock, una via di mezzo tra il primo Zappa e la Bonzo Dog Band, il tutto fu prodotto da Julius Schittenhelm a Colonia nell' Aprile del 1970. La copertina illustra un manifesto in 19 punti, una guida, passo dopo passo, per divenire politicamente consapevole.
Euro
60,00
codice 243565
scheda
Forgotten rebels    this ain't no hollywood (2nd sleeve)
lp [edizione] seconda stampa  stereo  can  1982  star records 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
la seconda stampa canadese, di pochissimo successiva alla prima e forse ancora piu' rara, con copertina (con moderati segni di invecchiamento) con foto del gruppo che suona dal vivo sul fronte, cambiata rispetto alla primissima tiratura, del secondo album della storica punk rock band canadese dell' Ontario, etichetta nera con sagoma gialla a destra, catalogo SR002, copia corredata di inner sleeve con testi. Pubblicato nel 1982, dopo il demo su cassetta "Burn The Flag" e dopo l' ep "Tommorrow Belongs To Us" (entrambi del 1978), e dopo il primo eccellente album "In Love With The System", questo "This Ain't No Hollywood", anch' esso da considerare tra i migliori frutti della ricca e vitale scena punk canadese, accentua la vena irresistibilmente melodica del gruppo, sebbene sempre suffcientemente graffiante e grezzo, definito come un incrocio tra i Sex Pistols, i Ramones, Gary Glitter ed i T. Rex; le influenze 60's del gruppo sono ancora piu' marcate quindi, e lo testimoniano, accanto ai brani originali, le covers di "Hello, Hello" (Gary Glitter), "Eve of Destruction" (P.F.Sloan) e "Save The Last Dance For Me" (Pomus-Shuman). Sempre guidata dal cantante Mickey De Sadist la band pubblichera' nel 1985 il 12" "Boys Will Be Boys", continuando poi per tutto il decennio a produrre ottimi dischi, sebbene lontani dalla irripetibile genuinita' punk di questi primi lavori.
Euro
28,00
codice 243594
scheda
Fossati ivano    La Pianta Del Te'
Lp [edizione] originale  stereo  hol  1988  cbs 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent cantautori
prima rara stampa, nella versione pressata in Olanda, copertina in cartoncino lucido, completa di inner sleeve fotografica ed inserto con testi, etichetta rossa con logo bianco in alto e scritte nere, catalogo CBS4606641, senza data nel trail off. Pubblicato in Italia anel maggio del 1988 dopo ''700 giorni'' e prima di ''Discanto''. Il decimo album. Considerato il suo capolavoro ed uno dei massimi vertici della musica Italiana di sempre, e' un' opera profonda e misteriosa che mette insieme il lirismo dei testi con l'intricato paesaggio sonoro, prodotto da Allan Goldberg, con la partecipazione di Teresa De Sio, Fabrizio De Andre', Francesco De Gregori, contiene i seguenti brani- La pianta del te', Terra dove andare, L'uomo coi capelli da ragazzo, Lavolpe, La pianta del te' parte 2, Questi posti davanti al mare, Le signore del ponte lance, Chi guarda genova, La costruzione di un amore, Caffe' lontano.
Euro
26,00
codice 243601
scheda
Four tet    Rounds
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2003  domino 
indie 2000
Ristampa per il decennale, vinile doppio pesante, contiene CD con un live a Copenhagen del 2004, coupon per mp3,copertina ruvida apribile con codice a barre stampato in forma di semiarco sull'angolo a desta in basso del retrocopertina, inner sleeve in carta ruvida neutra nera, con sagomatura al centro, label custom neutra gialla con sfumature arancioni e verdi, leggermente differenti su ciascuna delle quattro facciate. Pubblicato dalla Domino nel 2003, ''Rounds'' e' il terzo album di Four Tet, uscito dopo ''Paws'' (2001) e prima di ''Everything ecstatic'' (2005). Considerato da alcuni critici uno dei lavori migliori nella gia' apprezzata discografia del progetto di Kieran Hebden, questo lp consiste di una indefinibile mescolanza di elettronica da ascolto, trip hop, melodie minimali ed ipnotiche a base di strumenti acustici e percussioni che ricordano i gamelan, suadenti tappeti di tastiere e chitarre dilatate. Album dall'atmosfera sognante e vagamente malinconica, ''Rounds'' si basa su sonorita' delicate e melodiche ma al tempo stesso sperimentali e poco convenzionali. Four Tet e' un progetto musicale avviato intorno al 1997 da Kieran Hebden, uno dei fondatori del gruppo indie sperimentale Fridge. Four Tet frutta lavori suadenti dalle diverse sfaccettature, dovute forse alla varieta' delle influenze e degli stili a cui si ispira Hebden, dal Trip hop al minimalismo, dal post rock all'elettronica da ascolto. Il primo lp ''Dialogue'', assai apprezzato dalla critica, esce nel 1999, seguito nel 2001 da ''Paws'' e nel 2003 da ''Rounds''; ''everything ecstatic'' vede la luce nel 2005.
Euro
29,00
codice 2087050
scheda
Franz ferdinand    Franz ferdinand
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2004  domino 
indie 2000
ristampa in vinile 180 grammi, pressocche' identica alla prima ormai rara tiratura, inner sleeve con testi e foto, corredata di codice per il download digitale. Pubblicato nel 2004 dalla Domino, questo e' l'eponimo album d'esordio dei Franz Ferdinand, uscito prima di ''You could have it so much better'' (2005). Il gruppo inglese propone qui un indie rock con sensibili influenze del post punk inglese a cavallo fra anni '70 e '80, oltre a reminiscenze dei Talking Heads, ma con sonorita' non derivative che tradiscono l'appartenenza ad una generazione di due decenni piu' giovane. Simile agli Interpol ed in misura minore ai Liars meno sperimentali, l'album e' sostenuto da ritmi scattanti e chitarre che riecheggiano il punk come il funk (con ricordi di Wire e Gang Of Four), attraverso brani briosi guidati dalla voce istrionica e quasi teatrale di Alex Kapranos. Formatisi a Glasgow in Scozia nel 2001, i Franz Ferdinand sono spesso collocati nella schiera di gruppi inglesi ed americani che in quel periodo si cimentavano con un indie rock ispirato dal post punk dei primi anni '80; nella loro musica si possono avvertire echi di Wire, Gang Of Four, Talking Heads e Chameleons. Definiti da alcuni come la risposta scozzese agli Interpol, esordirono su album con un lavoro eponimo nel 2004, dopo un ep ed alcuni singoli che avevano contribuito a far circolare il loro nome. L'attenzione di MTV e dei media spande ulteriormente la fama del gruppo, che nel 2005 pubblica il secondo album ''You could have it so much better''.
Euro
27,00
codice 2087051
scheda
Fugees    The score
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1996  we are vinyl 
hip-hop
Ristampa in doppio vinile 180 grammi per audiofili, con copertina identica all'edizione originale, coupon per download, inserto. Il secondo ed ultimo album dei Fugees, realizzato originariamente nel febbraio 1996 su Sony, dopo "Blunted of reality" (94). In questo lavoro troviamo un mirabile mix di hip hop, jazz raggae e soul, che lo lanciarono al n.1 del Billboard e al n1 della speciale classifica hip hop. Oltretutto fu anche un successo commerciale, trainato dai singoli "Killing me softly", "Fu-Gee-La" e "Ready or not", vendendo, nel corso del tempo, milioni di copie e viene tuttore considerato come uno dei lavori piu' interessanti degli anni novanta, per quanto concerne l'hip hop alternativo, fuori dal riflusso 'gansta' che andava per la maggiore in quegli anni. Si segnala, oltre alla cover di Roberta Flack, "Killing me softly", quella di Bob Marley, "No woman no cry". Un rap, molto piu' suonato, in cui confluiscono perfino venature gospel, che non perde lo slancio radicale e di protesta razziale che lo ha contraddistinto; pezzi come "The beast", il cui tema e' la violenza della polizia, "Family roots" che tratta l'impossibilita' della maggior parte delle persone di colore di tracciare un albero genalogico delle proprie origini, testimoniano la loro sensibilita' verso certe tematiche. Trio formatosi nei tardi anni ottanta nel New Jersey, da Lauryn Hill e Prakazrel Michel (Pras), ai quali poco dopo si unisce, il cugino di Michel, Wyclef Jean (Clef); dopo aver ottenuto un contratto con la Ruffhouse/Columbia, pubblicano il primo Lp, "Blunded on reality" nel 93, che non ottiene il successo sperato anche a causa di imposizioni stilistiche della casa discografica. Con "The score" il trio si afferma ai vertici dell'hip hop alternativo, con un disco che contempla il jazz, il raggae e soul e che rende la band famosa in tutto il mondo. Dopo il disco, le carriere dei tre si separano, continuando comunque ad avere ottimo successo, in particolar modo per quel che riguarda Lauryn Hill.
Euro
27,00
codice 2086994
scheda
Fugs    Virgin fugs
Lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1967  esp 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
quarta stampa americana del 1971, copertina (con moderati segni di invecchiamento) cartonata con "For Adult MInds Only" stampato sul fronte sotto il nome del gruppo, e con indirizzo "290 West End Ave..." sul retrocopertina e sull' etichetta, etichetta bianca con scritte nere, catalogo ESP1038. Pubblicato in Usa nel maggio 1967 dopo ''Fugs'' e prima di ''Tenderness Junction'', non entrato nelle classifiche Usa ne' in quelle Uk, il terzo album. Contiene outtakes risalenti all' aprile l 965 ed al luglio 1965, le stesse sessions da cui ebbe origine il primo album. Come i due precedenti albums del gruppo, e' una delle piu' leggendarie testimonianze sonore della controcultura newyorkese degli anni '60, con brani tra folk sperimentale ed improvvisazione freeform, grezzi al limite di una sorta di punk ante-litteram e forse piu' vicini ai poeti della Beat Generation, anche dal punto di vista dei testi, che al rock del 1965, che vedeva l'America ed il mondo intero in piena beatlemania. Tra i brani, i titoli sono abbastanza esemplificativi "Coca Cola Douche", "CIA Man", "The Ten Commandments" (accreditata a DIO e Tuli Kupferberg), "I Saw the Best Minds of My Generation Rot,"con la prosa di Allen Ginsberg musicata da Ed Sanders. Molti di questi brani si possono ascoltare con un arrangiamento piu' propriamente vicino al rock sul live ''Golden Filth'' (registrato nel 1968). Il disco fu pubblicato dalla ESP senza il consenso del gruppo, quando gia' i Fugs erano sotto contratto con la WarnerReprise. I Fugs nacquero a New York dall' unione delle energie di tre gia' noti personaggi: Ed Sanders, Tuli Kupferberg e Ken Weaver, poeti attivissimi nella cerchia beat alla ricerca di nuove possibilita' di diffusione dei propri messaggi pacifisti ed anticonsumisti. Aiutati inizialmente da Steve Weber e Pete Stampfel degli Holy Modal Rounders, i Fugs furono autori di una serie di lavori di folk sperimentale, grezzi ai limiti di una sorta di punk ante-litteram, prima di passare alla Reprise ed avvicinarsi ad un rock piu' convenzionale, ma senza rinunciare all' impegno sociale e politico, che li indusse anche ad un buon ritorno durante gli anni '80. Tra i musicisti che caratterizzarono il periodo Reprise il chitarrista Kenny Pine, successivamente nei Jake & the Family Jewels e nella Quinaimes Band, ed il bassista Charles Larkey, poi nei City di Carole King. Sanders e Kupferberg furono anche autori di lavori solisti.
Euro
25,00
codice 243602
scheda
Gabriel peter    4 (gatefold sleeve, 200 gr.)
Lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1982  Classic records / real world 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
bella ristampa per audiofili a cura della Classic Records, nella ricercata versione in VINILE 200 GRAMMI di alta qualita', realizzata nel 2002 ed ormai fuori catalogo e ricercata, lussuosa edizione in tiratura limitata rimasterizzata, in vinile pesante 200 grammi di alta qualita', con copertina in cartone rigido APRIBILE (la prima tiratura del 1982 aveva copertina a busta, non apribile) senza codice a barre, sagomata su una delle pagine interne e con inserto apribile con foto e testi, incollato sull'altra pagina interna, corredata inoltre di inner sleeve esclusiva a colori; copia corredata anche di inserto con uscite della Classic Records e cartolina da rispedire all' etichetta per vincere un test pressing. Pubblicato nel settembre del 1982 prima di "Peter Gabriel (3)" e dopo "Peter Gabriel Plays Live". Giunto al numero 28 delle classifiche USA ed al numero 6 di quelle UK. Il quarto album solista del cantante dei Genesis. Il disco parte la' dove il precedente aveva lasciato, stesse atmossfere, profondita' artistica, suoni innovativi ed esotici, uso di elettronica, ma il clima e' qui piu' misterioso e luminoso, con interessanti spunti dalla musica Africana e ritmi latini, contiene alcuni dei brani migliori e piu' celebri e piu riusciti dell'intera carriera solista, "San Jacinto", "I Have the Touch", "Shock the Monkey", "The Family and the Fishing Net", "Lay Your Hands on Me" e "Wallflower". Lavoro originalissimo e senza termini di paragone con la musica del periodo in cui fu realizzato, e' da molti considerato come il suo capolavoro assoluto.
Euro
50,00
codice 243612
scheda
Gabriel peter    birdy
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1985  charisma 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
L' originale stampa italiana, copertina (con moderati segni di invecchiamento) lucida senza barcode, etichetta azzurra con cappellaio matto, data sul trail off "8-3-85", catalgo CAS1167. Pubblicato in Inghilterra nel marzo del 1985 dopo ''Plays Live'' e prima di ''So'', giunto al numero 51 delle classifiche USA e non entrato in quelle UK. Il sesto album. La prima colonna sonora composta e suonata da Peter Gabriel fu questa, per il film di Alan Parker ''Birdy'', si tratta di un capolavoro assoluto, di livello non meno elevato degli altri albums pubblicati e non inferiore nell' intensita' nemeno agli episodi con i Genesis, evocativo, solenne, commovente, oltre meta' dei brani sono radicali revisitazioni di quelli apparsi nel 1982 su ''4'', "Family Snapshot" o "The Heat", che e' un' altra, radicalmente diversa, versione di "The Rhythm of the Heat", mentre tra i brani scritti espressamente per questa colonna sonora, vi e' la meravigliosa "At Night", la tribale "Floating Dogs", e "Slow Marimbas" una canzone sempre presente dopo l'uscita nei suoi concerti. Il disco e' completamente strumentale, e, come detto, veramente di una belleza straniante.
Euro
16,00
codice 243607
scheda
Gabriel peter    birdy (half-speed mastered 2x12")
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1985  caroline / real world 
rock 60-70
bellissima ristampa numerata (sul retrocopertina) uscita nel 2017, "half speed remastered", con copertina per l' occasione apribile, e con i dieci brani dell'opera distribuiti su due vinili a 45 giri, per una migliore resa sonora, in vinile 180 grammi, corredata di coupon con codice per il download digitale. Pubblicato in Inghilterra nel marzo del 1985 dopo ''Plays Live'' e prima di ''So'', giunto al numero 51 delle classifiche USA e non entrato in quelle UK. Il sesto album. La prima colonna sonora composta e suonata da Peter Gabriel fu questa, per il film di Alan Parker ''Birdy'', si tratta di un capolavoro assoluto, di livello non meno elevato degli altri albums pubblicati e non inferiore nell' intensita' nemeno agli episodi con i Genesis, evocativo, solenne, commovente, oltre meta' dei brani sono radicali revisitazioni di quelli apparsi nel 1982 su ''4'', "Family Snapshot" o "The Heat", che e' un' altra, radicalmente diversa, versione di "The Rhythm of the Heat", mentre tra i brani scritti espressamente per questa colonna sonora, vi e' la meravigliosa "At Night", la tribale "Floating Dogs", e "Slow Marimbas" una canzone sempre presente dopo l'uscita nei suoi concerti. Il disco e' completamente strumentale, e, come detto, veramente di una belleza straniante.
Euro
29,00
codice 3019055
scheda
Gabriel peter    passion
Lp2 [edizione] originale  stereo  ita  1989  real world 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima molto rara stampa italiana, doppio album con copertina lucida, inner sleeves, etichette viola e bianche, date sul trail off delle rispettive facciate "18-5-89", "26-5-89", "24-5-89" e "18-5-89". Doppio album pubblicato nel giugno del 1988 dopo ''So'' e prima di ''Us'', giunto al numero 60 delle classifiche Usa ed al numero 29 di quelle Uk. L' ottavo album, tra lavori di "canzoni", colonne sonore e live. Si tratta della colonna sonora del film di Martin Scorsese, tratto dal libro di Nikos Kazantzakis; e' questa sicuramente l' opera solista piu' complessa del leader dei Genesis, un vero capolavoro, composto nel 1988 ma pubblicato solo un anno dopo. E' un incredibile tour de force che mischia senza soluzione di continuita' i suoni piu' avanguardistici anche elettronici con basi suonate da musicisti pakistani, indiani, arabi, in una sorta di catarsi globale che meraviglia ancora oggi dopo oltre 20 anni dalla sua incisione. L' album, per incomprensibili ragioni assai sottovalutato, e' un vero punto fermo della fine dello scorso secolo ed anticipa di molti ani le fusioni etnico elettroniche in gran voga all'inizio del millennio.
Euro
32,00
codice 243608
scheda
Gabriel Peter    up (half-speed mastered, numbered 3x12" + booklet)
lp3 [edizione] ristampa  stereo  eu  2002  real world /caroline 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Ristampa "half speed master" per audiofili, limitata e numerata (sul retrocopertina), questa la numero 04610, realizzata nel 2016, copertina apribile con adesivo di presentazione sul fronte, corredata di bellissimo booklet di 24 pagine formato 7" e di "download card" con codice per il download digitale (probabilmente non piu' utilizzabile), con dieci brani dell' edizione originaria distribuiti su cinque facciate di tre vinili, pesanti 180 grammi, che girano a 45 giri per una migliore resa sonora, con la sesta facciata "etched", che non contiene musica ma un' incisione al laser, catalogo PGLPR11X. Pubblicato in Inghilterra nel luglio 2002 dopo ''Ovo'' e prima di ''Long Walk Home: Music from the Rabbit-Proof Fence''. Il settimo album, il dodicesimo considerando anche le colonne sonore ed i live. Pubblicato 10 anni dopo il precedente "Us" (appunto escluse colonne sonore e live), "Up" suona cone un' opera che e' stata lungamente meditata e composta in periodi diversi, capitolo dai toni non facili e che alterna momenti piu' easy ad altri complessi e sperimentali che necessitano di molteplici ascolti per essere copletamente assorbite, con sonorita' oscure , profonde e atmosferiche che talvolta ricordano il periodo del quarto album e partiture vocali figlie della verve di "The lamb lies down on Broadway".
Euro
40,00
codice 243606
scheda
Gabriel peter    us (half-speed mastered, numbered 3x12")
lp3 [edizione] ristampa  stereo  uk  1992  caroline / real world 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
bellissima ristampa del 2016, numerata (sul retrocopertina), questa la copia 1942, "half speed remastered", con copertina per l' occasione apribile, con adesivo di presentazione sul fronte, e con i 10 brani originari distribuiti su tre vinili a 45 giri (su cinque delle sei facciate, la sesta e "Laser etched", scoplita al laser), per una migliore resa sonora, in vinile 180 grammi, corredata di coupon con codice per il download digitale (probabilmente non piu' utilizzabile) e di inner sleeves con immagini e testi. Pubblicato in Inghilterra nell' ottobre del 1992 dopo ''So'' e prima di ''Secret World Live'', giunto al numero 2 delle classifiche Uk ed al nunmero 2 di quelle Usa. Il nono album. Uscito sei anni dopo il suo primo vero grande successo, "Us" e' un album curato ossessivamente in ogni particolare e nel quale e' facilmente ascoltabile l' enorme lavoro di studio. La produzione e' perfetta e immacolata, ma la musica e' piu' ombrosa e inaccessibile rispetto al predecessore che viene ricordato solo in un paio di episodi. L' album vede il tema ricorrente delle relazioni personali e sia i testi che la musica mettono a nudo i sentimenti del musicista, non e' quindi sorprendente che il disco non sia riuscito a fare breccia nel pubblico di massa cosi' come ''So''. Capitolo avventuroso e ricco di esperimenti, ricchissimo di stimolanti ifluenze multietniche (all' epoca Gabriel era piu' che mai impegnato sul fronte della scoperta di artisti e musiche terzomondiste con la sua etichetta Real World), e' certamente diverso da ogni suo altro precedente album, contiene suoni esotici e percussivi, paesaggi atmosferici e cosi' dettagliati da renderli tridimensionali, per un' opera che abbisogna di molteplici ascolti per rivelarsi completamente e che fa della sua forza proprio questa sorta di "Understatement'' che il musicista ha creato principalmente per se stesso e che viene decodificata solo da chi avra' sufficente pazienza negli ascolti. Tra i brani "Digging in the Dirt", "Blood of Eden", "Come Talk to Me", "Secret World".
Euro
40,00
codice 243609
scheda
Gallagher rory    Fresh evidence (180 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1990  universal 
rock 60-70
ristampa del 2018 in vinile 180 grammi, rimasterizzata dai master tapes originali, e corredata inner sleeve e di download card, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura. Pubblicato nel maggio del 1990 dalla Capo, l'undicesimo ed ultimo album in studio solista, successivo a ''Defender'' (1987). Il grande chitarrista irlandese dette prova in questo lp della sua maestria in molteplici stili del blues, cimentandosi con la sua solita intensita' con episodi dalle radici Chicago blues come con brani dagli influssi delta blues, dal rock blues fino allo zydeco, con ''The king of zydeco''. Purtroppo restera' l'ultima opera in studio per Rory, spentosi cinque anni dopo. Celebre e stimato muisicista blues irlandese, Rory Gallagher (1948-1995) e' sempre rimasto fedele al blues ed al blues rock nel corso della sua carriera; e' anche considerato uno dei migliori interpreti della chitarra slide in assoluto. Attivo con i Taste alla fine degli anni '60 (1966-71), intraprese dall'inizio degli anni '70 una felice carriera solista, che gli procuro' successo e fama ma senza abbandonare le sue radici blues.
Euro
19,00
codice 2087053
scheda
Gallagher Rory    stage struck (180 gr.)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1980  universal 
rock 60-70
ristampa del 2018 in vinile 180 grammi, rimasterizzata dai master tapes originali, e corredata inner sleeve e di download card, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura su Chrysalis. Pubblicato in UK nel settembre del 1980 dopo '' Top Priority'' e prima di '' Jinx''. L'undicesimo album. Il terzo live album viene registrato nel tour del 1979 con formazione a tre con Ted Mc kenna e Gerry Mcavoy, la scaletta vede perlopiu' brani della fine degli anni ''70 , certamente il suo lavoro piu' rumoroso e potente, contiene i seguenti episodi-Shinkicker , Wayward Child, Brute Force & Ignorance , Moonchild, Follow Me ,Bought & Sold ,The The Last of the Independents, Shadow Play. Celebre e stimato muisicista blues irlandese, Rory Gallagher (1948-1995) e' sempre rimasto fedele al blues ed al blues rock nel corso della sua carriera; e' anche considerato uno dei migliori interpreti della chitarra slide in assoluto. Attivo con i Taste alla fine degli anni '60, intraprese dall'inizio degli anni '70 una felice carriera solista, che gli procuro' successo e fama ma senza abbandonare le sue radici blues.
Euro
19,00
codice 2087056
scheda
Gallagher Rory    tattoo (180 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1973  universal 
rock 60-70
ristampa del 2018 in vinile 180 grammi, rimasterizzata dai master tapes originali, e corredata inner sleeve e di download card, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura su Polydor. Pubblicato in Inghilterra nell' agosto del 1973 dopo ''Blueprint'' e prima di ''Irish tour 74'', giunto al numero 32 delle classifiche Uk e non entrato in quelle USA. Il quarto album. Nove nuovi brani scritti nel mezzo della furia dell' infinita serie di concerti suonati in quegli anni, sono sicuramente tra le migliori tracce scritte in tutta la carriera; registrato con Lou Martin e Rod de'Ath, vede brani legendari quali "Tattoo'd Lady" e "Cradle Rock" o "20-20 Vision", in cui si scopre una vena "delta/folk", come nella acustica slide di "Who's that Comin' ". "A Million Miles Away" vede l'Hammond e i sax splendidamente registrati. Celebre e stimato muisicista blues irlandese, Rory Gallagher (1948-1995) e' sempre rimasto fedele al blues ed al blues rock nel corso della sua carriera; e' anche considerato uno dei migliori interpreti della chitarra slide in assoluto. Attivo con i Taste alla fine degli anni '60 (1966-71), intraprese dall'inizio degli anni '70 una felice carriera solista, che gli procuro' successo e fama ma senza abbandonare le sue radici blues.
Euro
19,00
codice 2087057
scheda
Gallagher rory    Top priority (180 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1979  universal 
rock 60-70
ristampa del 2018 in vinile 180 grammi, rimasterizzata dai master tapes originali, e corredata inner sleeve e di download card, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura su Chrysalis. Originariamente pubblicato nel settemre del 1979 dalla Chrysalis, giunto al 56esimo posto in classifica in Gran Bretagna ed alla 140esima posizione negli USA, il decimo album, successivo a ''Photo-finish'' (1978) e precedente ''Stage struck'' (1980). Inciso con la formazione dell'album precedente, ''Top priority'' vede Rory ed i suoi in grandissima forma, mentre si cimentano con un set di potenti ed aggressivi brani di hard rock, senza abbandonarsi a ballate od a lenti blues; i pezzi sono in gran parte a ritmi alti, e contengono la solita miniera di potenti riff chitarristici frutto della creativita' di Gallagher, che riprende anche l'armonica in ''Off the handle''. Celebre e stimato muisicista blues irlandese, Rory Gallagher (1948-1995) e' sempre rimasto fedele al blues ed al blues rock nel corso della sua carriera; e' anche considerato uno dei migliori interpreti della chitarra slide in assoluto. Attivo con i Taste alla fine degli anni '60, intraprese dall'inizio degli anni '70 una felice carriera solista, che gli procuro' successo e fama ma senza abbandonare le sue radici blues.
Euro
19,00
codice 2087058
scheda

Page: 5 of 13

«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 13  ---»
Pag.: oggetti: