Hai cercato:  immessi ultimi 30 giorni --- Titoli trovati: : 717
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Wishbone ash Wishbone ash
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1970  mca 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima davvero introvabile stampa inglese, copertina apribile pressata da Moore & Matthes, come indicato all' interno, etichetta arancio e rosa con scritte argento (la MCA utilizzo' in questo periodo etichette dallo stesso disegno, ma con variazioni di colore diverse, nelle varianti arancio e marrone, arancio e rosa, rossa e gialla), catalogo MKPS2014. Pubblicato in Inghilterra nel dicembre del 1970 prima di ''Pilgrimage'', giunto al numero 34 delle classifiche inglesi e non entrato in quelle usa. Il disco di debutto dei Wishbone Ash e' uno dei capolavori del blues chitarristico piu' hard ed allo stesso tempo piu' progressive che mai siano stati composti, presenta incredibili tessiture musicali tra Powell e Ted Turner, e diversi brani memorabili, tra cui la epica versione di 11 minuti di "Handy", ma vi sono anche nel disco tracce di jazz, di sperimentazione e della follia dell' ultimo Peter Greeen. Un album incredibilmente sottovalutato che meriterebbe invece ben altra considerazione. Band inglese di hard rock con influenze blues e progressive, formati nel 1969 sulle ceneri di Tanglewood e Empty Vassels, sono passati alla storia per il loro suono chitarristico assolutamente originale con elementi Led Zeppelin e delicate ballate acustiche. Band inglese di hard rock con influenze blues e progressive, formati nel 1969 sulle ceneri di Tanglewood e Empty Vassels, sono passati alla storia per il loro suono chitarristico assolutamente originale con elementi Led Zeppelin e delicate ballate acustiche.
Euro
150,00
codice 249788
scheda
Wolf alice Blue weekend
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  dirty hit 
indie 2000
adesivo su cellophane, copertina apribile. Il terzo album del gruppo inglese, tra dream-pop, shoegaze e riffs hard-grunge. Un disco che dimostra l'avvenuta maturità del quartetto capitanato dalla carismatica Ellie Rowsell, e che consolida il ruolo di gruppo trainante del rock britannico attuale. i Wolf Alice si propongono di nuovo come autori e interpreti di un rock al passo con in tempi, in grado di essere pop (con venature molto dreamy) ma al contempo chitarristico e sostenuto da grinta e potenza sonora (il singolo “Yuk Foo”, “Formdidable cool”). Wolf Alice, nati come duo inglese – Ellie Rowsell e Jeff Oddie – nel 2010, si sono poi allargati a quartetto. La proposta musicale della band si muove tra rock, dream-pop, grunge e venature elettroniche. Hanno all’attivo tre dischi – “My Love is Cool” (2015) e “Visions of a Life” (2017) "blue weekend" (2021) – e sono stati paragonati dalla critica a gruppi come Elastica, Garbage, the Duke Spirit e Pixies.
Euro
27,00
codice 2103452
scheda
Wolf alice Blue weekend (red)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  dirty hit 
indie 2000
edizione limitata in vinile rosso trasparente. adesivo su cellophane, copertina apribile. Il terzo album del gruppo inglese, tra dream-pop, shoegaze e riffs hard-grunge. Un disco che dimostra l'avvenuta maturità del quartetto capitanato dalla carismatica Ellie Rowsell, e che consolida il ruolo di gruppo trainante del rock britannico attuale. i Wolf Alice si propongono di nuovo come autori e interpreti di un rock al passo con in tempi, in grado di essere pop (con venature molto dreamy) ma al contempo chitarristico e sostenuto da grinta e potenza sonora (il singolo “Yuk Foo”, “Formdidable cool”). Wolf Alice, nati come duo inglese – Ellie Rowsell e Jeff Oddie – nel 2010, si sono poi allargati a quartetto. La proposta musicale della band si muove tra rock, dream-pop, grunge e venature elettroniche. Hanno all’attivo tre dischi – “My Love is Cool” (2015) e “Visions of a Life” (2017) "blue weekend" (2021) – e sono stati paragonati dalla critica a gruppi come Elastica, Garbage, the Duke Spirit e Pixies.
Euro
29,00
codice 2103451
scheda
Wyatt robert Comicopera
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2007  domino 
rock 60-70
ristampa del doppio lp, in vinile 180 grammi, corredata di codice per il download digitale, incisa su tre facciate, copertina ruvida, inner sleeves, inserto formato lp apribile con i testi, catalogo WIGLP202. Pubblicato dalla Domino nell' Ottobre del 2007, uscito dopo "Cuckooland" (2003), incentrato come il disco precedente sulla forma canzone, "Comicopera" e' stato suddiviso in tre atti, ogni facciata ne contiene uno, "Lost in Noise", "The Here And The Now" e "Away With The Fairies". Sorta di summa degli stili e tematiche care all'artista, il disco nonostante la suddivisione in parti diverse, presenta comunque una certa coesione e un filo conduttore, non solo nei suoni e negli arrangiamenti, ma anche nel tono in cui Wyatt si presenta, con una sottile tensione pervasa da amarezza e malinconia. Lavoro scaturito dal desiderio di avere il suono di un gruppo di musicisti che suonassero insieme in una stanza, ma ancora piu' importante, di avere degli amici (piuttosto che semplici strumentisti) con cui suonare, "Comicopera" e' stato registrato in casa dell'artista di Louth e nello studio di Phil Manzanera (Roxy Music), che vi ha suonato insieme a Brian Eno, ad eccezione di "Hasta Siempre Comandante" le cui parti strumentali sono state registrate nel Movin' Studio, a Padova. La prima parte dell'album, "Lost In Noise", in gran parte scritta insieme alla poetessa e compagna Alfreda Benge, mostra il lato piu' introspettivo e sofferto dell'artista, con composizioni eteree e contaminate dal jazz, che in alcuni momenti sfiorano le atmosfere del suo capolavoro "Rock Bottom". Il disco si apre con "Stay Tuned", struggente cover del brano della cantautrice Anja Garbarek, in "Just as You Are" Wyatt duetta elegantemente con la cantante brasiliana Monica Vasconcelos, mentre le chitarre sono suonate da Paul Weller. Il secondo atto, "The Here And The Now", si apre invece con una ballata acustica dalle tinte solari, "A Beautiful Peace", per proseguire in modo piu' estroverso e con sfumature etniche su temi politici, contro i mali del mondo quali la guerra e le religioni. Nel terzo atto, "Away With The Fairies", che si potrebbe definire una sorta di protesta poliglotta (in cui Wyatt appunto si rifiuta di cantare in inglese come forma di protesta), in cui affiorano atmosfere alla "Dondestan", figurano tra i brani, una cover di "Del Mondo" dei C.S.I., in versione remixata rispetto a quella apparsa sul tributo dedicato a Wyatt ("The Different You - Robert Wyatt e noi", 1998, Consorzio Produttori Indipendenti), ''Cancion de Julieta'', basato su una composizione poetica di Garcia Lorca, e, come finale dell'album, la canzone del compositore cubano Carlos Puebla dedicata al Che, "Hasta Siempre Comandante". L'artwork della copertina come da tradizione Š opera dell'artista Alfie Benge, compagna di Robert Wyatt.
Euro
31,00
codice 2103855
scheda
Xiu xiu Fag patrol
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2003  improved sequence 
indie 2000
per la prima volta in vinile in questa edizione del 2021. Originariamente uscito su Free Porcupine Society in cd nel 2003, "fag patrol" è un disco che raccoglie in versione acustica canzoni del primissimo periodo della band. Formatisi nel 2000 a San Jose in California, gli americani Xiu Xiu sono un gruppo incentrato sulla figura del cantante e poli-strumentista Jamie Stewart, che prende il nome dal controverso film cinese ''Xiu Xiu: the sent down girl'' (1998). Sono autori di una musica dalle tinte forti, quasi espressionista, basata su un gioco di contrasti tra le parti piu' intimiste e minimali e quelle piu' spigolose e urticanti, con influenze che vanno dal post punk, al synth pop, al rock sperimentale e riferimenti a Cure, Joy Division e Calla; le loro liriche trattano spesso di temi controversi come il suicidio, l'AIDS, la guerra ed i tabu' ancora presenti nella nostra societa'. Esordiscono su lp nel 2002 con ''Knife play'', seguito nel corso del decennio da una nutrita discografia.
Euro
25,00
codice 2103905
scheda
Yachts Yachts (red stripes on sleeve)
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1979  radar 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa inglese, copertina senza barcode e nella versione con righe lucide rossastre sul fronte (e non blu), inner sleeve in carta sagomata sugli angoli e sul lato di apertura, e con artwork, label verde con righe gialle a quadretti e parte bianca al centro, scritte nere al centro e gialle lungo il bordo, catalogo RAD19, scritta ''a porky prime cut'' incisa sul trail off del lato A e ''g.g. porky'' su quello del lato B. Pubblicato nel giugno del 1979 dalla Radar in Gran Bretagna (negli Usa usci' su Polydor con titolo ''S.O.S.'', copertina completamente diversa ed alcuni brani cambiati), il primo eponimo album, precedente ''Without radar'' (1980). Gli Yachts si formano a Liverpool nel 1977 da Henry Priestman, J.J. Campbell, Martin Watson, Martin Dempsey e Bob Bellis, prima di questa data il gruppo utilizzava lo pseudonimo Albert And The Cod Fish Warriors e come tali saranno spalla ai Sex Pistols durante i loro primi concentri nel '76. Nel '77 dopo l'incisione di due primi singoli Campbell abbandona il gruppo per formare il progetto It's Immaterial, gli Yachts incisero altri quattro singoli per approdare finalmente alla realizzazione di questo loro primo album, che sara' anche una delle ultime partecipazioni di Martin Dempsey che abbandonera' il gruppo per unirsi ai Pink Military. Gli Yachts sono stati autori di un fervido e prillante power pop con influenze punk e wave, saranno autori di un ulteriore e postumo album Without Radar datato 1980 che chiudera' l'avventura di questo gruppo fonte di ispirazione per molti gruppi allora esordienti, enormemente sottovalutato ma senza alcun dubbio meritevole di essere riscoperto, oggi oggetto di culto per i pochissimi che hanno avuto modo di poterli apprezzare. Priestman sara' partecipe al partecipe nella seconda meta' degli anni ottanta al progetto pop The Christians.
Euro
28,00
codice 319621
scheda
Yes Close to the edge
Lp [edizione] ristampa  stereo  ita  1972  atlantic 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
ristampa italiana di fine anni '70, copertina apribile, etichetta rossa e verde, senza data sul trail off, timbro Siae del terzo tipo, in uso dal 1978/79, con marchio Siae che non ne occupa piu' l' intero cerchio centrale, catalogo W50012. Pubblicato il 13 settembre del 1972 dopo ''Fragile'' e prima di ''Tales from topographic oceans'', giunto al quarto posto in classifica in Uk ed al terzo in Usa. Il quinto album. "Fragile" era stato un lavoro epocale e registrare un seguito non fu un impresa facile, all'interno del gruppo esistevano forti tensioni, Bill Bruford era in uno stato di fortissima tensione con Jon Anderson che viveva invece una fase di intensisimo misticismo e appariva pochissimo interessato al lato concreto delle cose, Rick Wakeman non aveva voce in capitolo nelle registrazioni e soprattuto nelle composizioni, infatti le redini artistiche del gruppo erano saldamente in mano a Anderson, Steve Howe e Chris Squire. "Close to the Edge", certamente uno dei piu' importanti lavori degli anni '70, contiene solo tre brani, "And You and I" , "Siberian Khatru," e la suite lunga una facciata che porta il nome dell'album, queste tre lunghe composizioni rappresentano il vertice artisitico, sonoro, tecnico e lirico del percorso compiuto dal gruppo dagli inizi ad allora, ovvero l'essenza di 5 intensi anni . Close to the Edge sara' un successo straordinario ed entrera' nella top 5 sia in usa che in uk, la Atlantic sovvenzionera' un lunghissimo tour promozionale, ( alcuni di quei concerti saranno raccolti poi in ''yessongs'' ) che vedra' il gruppo suonare live ( con andy white, bill bruford lascera' un mese dopo l'uscita di questo album ) il successivo lavoro in studio, ''tales from topographic oceans'' perdera' forse quell' equilibrio che raggiunto in questo 1972, rende "Close to the Edge" un assoluto masterpiece.
Euro
23,00
codice 249830
scheda
Yes Live At Roosvelt Stadium Jersey City 17 June 1976
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1976  radio loop loop 
rock 60-70
Realizzato nel 2020 dalla Radio Loop Loop, questo album presenta la testimonianza dell' esibizione dal vivo effettuata dalla storica band inglese al Roosvelt Stadium di Jersey City, New Jersey, il 17 giugno del 1976, concerto (di ottima qualita' di registrazione) trasmesso all' epoca anche radiofonicamente (da Westwood One-Fm). A distanza ormai di due anni dall' ultimo album in studio "Relayer" (1974), e prima del successivo "Going For The One" (1977), gli Yes chiudono idealmente (e trionfalmente) la fase piu' gloriosa della loro carriera, quella che li vide tra i piu' importanti alfieri e capiscuola del rock progressivo inglese, con la formazione che vede impegnati Jon Anderson, Patrick Moraz, Steve Howe, Chris Squire ed Alan White, e una scaletta che include i brani: "Apocalypse Intro & Siberian Khratu", "Sound Chaser", "Long Distance Runaround", "The Clap", "I've Seen All Good People", "Heart Of The Sunrise" e "Roundabout", tutti tratti dai loro precedenti albums, tra cui un occhio di riguardo viene riservato al capolavoro "Fragile".
Euro
17,00
codice 2103690
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  2006  xl recordings 
indie 90
Ristampa corredata di inner sleeve. Pubblicato nel luglio del 2006 dalla XL, giunto al terzo posto in classifica in Gran Bretagna ed alla seconda posizione negli USA, il primo album solista di Thom Yorke, cantante dei Radiohead, precedente ''Tomorrow's modern boxes'' (2014). Prodotto da Nigel Godrich, che vi suona anche alcuni strumenti, il disco e' immerso in sonorita' prevalentemente elettroniche di tipo sperimentale, non dissimili da quanto trovato su ''Amnesiac'' dei Radiohead, ma i brani risultano piu' semplici e definiti, e fluiscono in un'atmosfera notturna e ovattata, in cui le sovrapposizioni e gli intrecci della struggente voce di Yorke rievocano armonie corali pinkfloydiane. Cantante dei celebrati Radiohead, Thom Yorke ha esordito come solista con l'album ''The eraser'' nel 2006 e con alcuni 12'' usciti nello stesso anno, tutti con sonorità elettro sperimentali vicine ad "Amnesiac" dei Radiohead. Nel 2012 esce "Amok" accreditato agli Atoms for Peace, supergruppo composto oltre da Yorke, dal bassista dei Red Hot Chili Peppers, dal produttore Nigel Goldrich (Radiohead, U2, Beck), dal batterista Joey Waronker (Rem, Elliott Smith) e dal percussionista brasiliano Mauro Refosco (Brian Eno, RHCP), inizialmente assemblati da Yorke come gruppo per alcune date del tour a supporto del suo sopracitato debutto solista, poi, divenuto progetto a tutto tondo. Il secondo album ''Tomorrow's modern boxes'' esce nel 2014.
Euro
36,00
codice 2103814
scheda
Young fresh fellows men who loved music
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1987  frontier / popllama 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
prima stampa americana, copertina con barcode, completa di inserto catalogo della PopLLama datato 1987, label rosa che sfuma in color crema in basso, scritte nere, logo Frontier a sinistra e logo PopLLama a destra, catalogo FLP1021. Pubblicato nel marzo del 1987 dalla Frontier negli USA, il terzo album, successivo a ''Topsy turvy'' (1985) e precedente ''Totally lost'' (1988). Generalmente considerato uno dei loro migliori album, questo terzo lp beneficia di una effettiva maturazione musicale del gruppo, che non rinuncia al suo approccio carico di ironia, fine o demenziale che sia, con brani che prendono in giro l'ossessione americana per la celebrita' come ''Amy grant'' (sostenuta da un groove funkeggiante), ''Hank, karen and Elvis'' e ''TV dream'' (brano dai connotati ska); il gruppo si muove con un eclettismo stilistico in cui il fattore unificante e' la frizzante energia presente un po' ovunque, dai toni garagistici di ''Get outta my cave'' all'agile power pop di ''When the girls get here'', fino al trascinante ibrido fra hard rock'n'roll e power pop di ''My friend ringo''. Attivi fra il 1982 ed il 1993, gli Young Fresh Fellows non entrarono nel novero delle band piu' celebri della fertile scena di Seattle di quegli anni, pur costruendosi un piccolo, solido culto, con una nutrita discografia in cui mettevano insieme melodie pop con ruvidi elementi punk e grunge. Formati da Scott McCaughey, Chuck Carroll e Tad Hutchinson (a cui in seguito si uni' Jim Sangster), esordirono su album nel 1984 con ''The fabulous sounds of the Pacific Northwest''; Chuck Carroll abbandono' il gruppo intorno al 1988, sostituito da Kurt Bloch (ex Fastbacks); dopo il loro scioglimento, McCaughey formo' i Minus 5. Si sono riformati verso l'inizio del nuovo secolo, realizzando un altro paio di nuovi lp.
Euro
25,00
codice 328826
scheda
Young Neil Harvest
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1972  reprise / ors 
rock 60-70
Bellissima ristampa, per la serie "Neil Young Archives Official Release Series", ottenuta dai masters originali, con copertina in cartone grezzo ruvido ed apribile, esattamente identica a quella della prima rara tiratura americana su Reprise, corredata di inserto apribile in carta ruvida con testi. Pubblicato negli USA nel Febbraio del 1972 dopo ''After the Goldrush'' e prima di ''Journey Through the Past'', giunto al numero 1 delle classifiche USA ed al numero 1 di quelle UK dove usci' nel Marzo dello steso anno. Il quarto album. Prodotto da Jack Nitzsche, Henry Lewy, Eliot Mazer, Neil Young, registrato a Nashville Tennessee, Londra ed in California, con gli Stray Gators, composti da Ben Keith, Kenny Buttrey e Tim Drummond, con Jack Nitzsche e John Harris al piano in ''Harvest''. Uno dei piu' famosi lavori della musica rock, contiene brani acustici, elettrici e due in cui e' accompagnato dalla London Symphony Orchestra, le tracce sono cariche di malinconia e la voce di Young sembra sempre appesa ad un filo e sul punto di rompersi. L'atmosfera e' irreale ed emotivamente potentissima, l'urgenza creativa dei musicisti e' palpabile ed e' chiaro che nessuna concessione al gusto del pubblico e' stata prevista. Tutti i brani sono magnifici e l'atmosfera del disco e' realmente irripetibile. Rimane oggi come trenta anni fa un vero capolavoro, uno dei pochissimi albums ''perfetti'' partoriti dalla musica rock. Contiene talmente tanti brani celeberrimi che e' piu' semplice riportarne la intera scaletta, Out on the Weekend, Harvest, A Man Needs a Maid, Heart of Gold, Are You Ready for the Country?, Old Man, There's a World, Alabama, The Needle and the Damage Done, Words.
Euro
42,00
codice 2103856
scheda
Young neil hitchhicker (lost 1976 solo album)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1976  reprise / neil young archives 
rock 60-70
Adesivo di presentazione sul cellophane, copertina apribile, poster apribile con testi, etichetta color crema. Pubblicato dalla Reprise nel settembre del 2017, "Hitchhiker" e' un magnifico "album perduto", interamente acustico, registrato dal grande musicista canadese in perfetta solitudine (con la produzione di David Briggs), ed in stato di grande ispirazione, l' 11 agosto del 1976 presso il personale studio allestito nel suo ranch di Malibu, California (in quel periodo pare che artista e produttore solessero registrarvi durante le notti di luna piena, e molti dei brani piu' leggendari di quegli anni fuorono composti semplicemente improvvisando in quelle occasioni). Nelle intenzioni dell' artista, il materiale di questo "Hitchhicker" avrebbe dovuto vedere la luce nel 1976, in un album che pero' la Reprise rifiuto' di pubblicare, suggerendo a Neil Young di reincidere i brani con una band. Pochi brani di questa session saranno utilizzati in queste versioni, per solito con qualche sovraincisione qui del tutto assente, molti compariranno in lavori che vedranno la luce negli anni a venire (anche parecchi anni dopo), in versioni spesso ben diverse, mentre "Hawaii" e "Give Me Strength" rimarranno del tutto inedite. Questi i brani inclusi: 1. "Pocahontas" (poi comparsa in "Rust Never Sleeps" nel 1979, con sovraincisioni qui assenti), 2. "Powderfinger" (poi su "Rust Never Sleeps", ma in una versione registrata dal vivo con i Crazy Horse), 3. "Captain Kennedy" (poi, sostanzialmente in questa stessa versione, su "Hawks & Doves", 1980), 4. "Hawaii" (inedita), 5. "Give Me Strength" (inedita), 6. "Ride My Llama" (poi su "Rust Never Sleeps", ma in una versione registrata dal vivo), 7. "Hitchhiker" (poi riregistrata, da solo ma con chitarra elettrica, per l' album "Le Noise" del 2010), 8. "Campaigner" (poi nella raccolta "Decade" del 1977, con un verso cambiato), 9. "Human Highway" (poi registrata con una band e pubblicata su "Comes a Time" nel 1978), 10. "The Old Country Waltz" (poi registrata con i Crazy Horse e pubblicata su "American Stars 'n Bars" nel 1977).
Euro
35,00
codice 2103748
scheda
Youngbloods rock festival
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1970  Warner Bros 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima rara stampa americana, copertina cartonata, etichetta verde con logo "WB" a punta di freccia e logo "Raccoon Records" accanto, sia la costola della copertina che l' etichetta riportano anche il catalogo RACCOON 1 che compare qui per la prima volta nelle produzioni degli Youngbloods (con relativo numero di catalogo 1), copia ancora corredata della originaria busta interna della Warner Bros. Pubblicato in Usa nell'ottobre del 1970 dopo ''Elephant Mountain'' e prima di ''Good and Dusty'' , giunto al numero 50 delle classifiche Usa e non entrato in quelle Uk dove usci' nel dicembre dello stesso anno. Il quarto album. Lavoro registrato live con pianoforte e chitarra in grande risalto, vede brani vicini al blues, "Peepin' and Hidin'", tradizionali, "Fiddler a Dram", tratti da Elephant Mountain "Ride the Wind" , "Josiane", lo strumentale "On Beautiful Lake Spenard"e suggestive free-form jazz jam del calibro di "Ice Bag." Lavoro che coglie in pieno l'atmosfera e la groove della California del nord e dei suoi raduni rock nei primi '70, riveste anche una notevole importanza storica oltre che artistica. Sempre piuì lontani dal successo commerciale che avevano inizialmente accarezzato, ma sempre piu' apprezzati dalla critica, gli Youngbloods, ormai trasferitisi a San Francisco, e passati attraverso una serie di cambiamenti di line up, sono ormai sempre piu' aperti a nuovi orizzonti, mettendo insieme in un sound policromo influenze psichedeliche, folk, roots, soul e jazz, arricchendo la sensibilita' cantautoriale del leader Jesse Colin Young in un caleidoscopio sonoro davvero intrigante, anche nei numerosi lavori solisti, progetti estemporanei e collaborazioni dei musicisti.
Euro
30,00
codice 249750
scheda
Zedek thalia band Perfect vision (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2021  thrill jockey 
indie 90
edizione limitata in vinile trasparente. A tre anni di distanza da "fighting season" e dopo la parentesi con la band E, torna Thalia Zedek con un nuovo disco a nome della sua band. Album di canzoni cantautoriali ruvide ed emozionali, con uno sguardo riflessivo sull'america contemporanea, come da sempre ci delizia l'artista ex Come. Qui accompagnata da Winston Braman (basso), Gavin McCarthy (batteria ex Karate, compagno negli E) e David Michael Curry (viola). Veterana della musica indipendente americana attiva dei primi anni '80, Thalia Zedek ha fatto parte di gruppi di rilievo come Uzi, Live Skull ed in particolare i Come, guidati dalla sua voce rauca, rabbiosa e disperata in oscuri classici come ''Eleven:elven'' (1992). I Come si sciolgono nel 1999 e Zedek da' avvio all'attivita' solista, pubblicando lavori come ''Been here and gone'' (2001) e ''Liars and prayers'' (2008).
Euro
29,00
codice 2103641
scheda
Zero Renato via tagliamento 1965-1970
lp2 [edizione] originale  stereo  ita  1982  zerolandia 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Excellent musica italiana
doppio album, copia con lievi segni di invecchiamento sul vinile, la prima stampa italiana nella versione realizzata per la distribuzione commerciale (alcune rarissime copie con copertina (con giusto assai lievi segni di invecchiamento) parzialmente diversa furono consegnate in occasione della presentazione del disco al Piper di Roma), copertina lucida apribile, con titolo in caratteri in rilievo sul fronte, senza barcode, inner sleeves con testi, etichette custom, catalogo PL31660(2). Uscito nell' autunno del 1982, dopo "Artide Antartide" e prima di "Calore", il nono album in studio, giunto al primo posto delle classifiche italiane. Da Wikipedia: Questo doppio album e' dedicato allo storico locale romano Piper (tutt'oggi situato nella via romana da cui il disco prende il suo titolo alfabetico), di cui vuole essere un ideale omaggio alle origini, nonche' ai gloriosi anni sessanta (citati nella parte numerica del titolo). Nell'album sono incluse anche "Soldi" e "Viva la RAI", entrambe già presentate all'interno di Fantastico 3, di cui furono sigle (rispettivamente, quella finale del programma e quella iniziale del sipario settimanale dedicato a Renato, dal titolo "Fantastico Zero"). "Soldi" uscì anche in formato 45 giri, con "Resisti" sul lato B. In "Fantastico 3", Renato Zero fu una presenza stabile e nel suo spazio propose settimanalmente un brano del suo repertorio storico e uno tratto dal nuovo album. Alla fine delle 13 puntate, furono proposti tutti i brani di "Via Tagliamento 1965-1970" (uno, "Meglio per te", ben due volte, ma con costumi, coreografie e scenografie differenti), ad eccezione soltanto di "Piper Club" e "Ragazzo senza fortuna. Durante la puntata finale del 6 gennaio 1983, Renato stava tenendo i concerti di "Natale a Zerolandia" e il programma si collego' in diretta con il concerto di Milano, mentre Renato cantava "Morire qui". In conclusione va ricordato che la presenza fissa di Zero al programma del sabato sera di Rai 1 non fu accolta positivamente da tutti. Infatti molti lo accusarono di essersi venduto al cosiddetto establishment, mentre per l'artista si trattava soltanto di una preziosa occasione per far arrivare la sua musica e il suo messaggio a un pubblico il piu' vasto possibile. Sono presenti, inoltre, anche la cover di una celebre hit di Wilson Pickett (tra gli autori del brano figura pure Fats Domino), "Land of 1000 Dances", nonche' la suggestiva ballad "Ancora fuoco" (poi riproposta dal vivo sul doppio Prometeo del 1991), l'autobiografica "Ragazzo senza fortuna" e il programmatico pezzo di apertura, appunto intitolato "Piper Club" - la cui più breve reprise conclude l'intero album. L'album viene prodotto e arrangiato da Simon Boswell, che ne cura anche le parti ritmiche, mentre il tecnico del suono e' Simon Skolfield. Le edizioni musicali delle canzoni sono le Zeromania (di proprietà dello stesso Renato Zero). L'orchestra è composta da turnisti della RCA Italiana, diretti dal maestro Renato Serio, mentre i complessi coordinati da Vili Lakatos. A differenza del primo doppio album di Renato, Tregua (disponibile sia in un'unica edizione doppia congiunta che in due edizioni singole separate, appropriatamente denominate Tregua I e Tregua II), e analogamente al successivo Artide Antartide e al precedente doppio live Icaro, il doppio album di studio del 1982 non fu mai venduto separatamente, bensì soltanto nell'edizione doppia, sia all'epoca, per quanto riguarda LP in vinile e musicassetta, pubblicati originariamente dalla RCA, sia per ciò che concerne la più recente ristampa in CD, uscita negli anni novanta, per conto della BMG, divenuta nel frattempo proprietaria della RCA. E così come Tregua era suddiviso in Tregua I e Tregua II, come Artide Antartide si divideva in Artide e Antartide, e così come Icaro era articolato in Renato 1 e Renato 2 (sul compact disc, mentre il vinile aveva Renato 1, Renato 2, Renato 3 e Renato 4, a identificarne le diverse facciate), allo stesso modo Via Tagliamento è strutturato in un primo disco, connotato dall'annata iniziale del periodo storico del Piper, il 1965 e in un secondo disco, contrassegnato invece dall'annata finale dello stesso, il 1970, anno in cui il «periodo d'oro» del locale romano giunse alla sua ideale conclusione.
Euro
20,00
codice 249794
scheda
Zombies odessey and oracle (180 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1968  repertoire 
rock 60-70
Ristampa ufficiale del 2013, in vinile 180 grammi, rimasterizzata, copertina pressoche' identica alla prima molto rara tiratura del 1968, lucida sul fronte, senza barcode. Pubblicato in Gran Bretagna nel 1968 dalla CBS, "Odessey and oracle" e' il secondo album del gruppo britannico formato da Rod Argent e Colin Blunstone nel 1963 e disciolto nel 1968. Il talento degli Zombies venne notato nel 1964 dalla Decca, che pubblico' in quell'anno il loro primo singolo, "She's not there", che ottenne un eccezionale successo negli USA, dove arrivo' al secondo posto in classifica, nonche' un buon riscontro in Gran Bretagna, dove si piazzo' al dodicesimo posto. L'anno successivo la Decca pubblico' il loro primo album, "Begin here", composto da brani originali e da cover r'n'b; il disco non entro' pero' nelle classifiche. Successivamente il gruppo' abbandono' la Decca per alcuni dissapori e firmo' con la CBS, per la quale incise alcuni singoli di scarso successo ed il secondo, magistrale album, "Odessey and oracle" (1968): uno dei singoli tratti dall'album, "Time of the season", giunse al terzo posto in classifica negli USA, ma il gruppo si era ormai sciolto per dissapori interni e mancanza di riscontro commerciale; Rod Argent formo' poi gli Argent. L'album "Odessey and oracle" e' senza dubbio uno dei massimi esempi del pop psichdelico del decennio, estremamente ispirato ed equilibrato, ardito nell'uso di nuove sonorita' (come il mellotron) ma costantemente accostato al pop, che non sfigura di fronte ai lavori di Beatles e Beach Boys e possiede una propria originale identita'. La bellezza della coloratissima copertina, probabilmente una delle piu' attraenti degli anni '60, rispecchia il sound caleidoscopico e ricercato ma al tempo stesso fruibile prodotto dal gruppo, contraddistinto in particolar modo dalle soavi armonie vocali.
Euro
29,00
codice 2103546
scheda
Zucchero rispetto
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1986  polydor 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good musica italiana
Prima rara stampa italiana, copertina (con moderati segni di invecchiamento) lucida senza barcode, completa di inner sleeve con testi e foto, etichetta rossa con logo nero e bianco in alto, catalogo 829301-1. Pubblicato in Italia nel maggio 1986 dopo ''Zucchero & The Randy Jackson Band" e prima di "Blue's''. Il quarto album. Il primo successo rilevante della carriera di Zucchero Sugar Fornaciari, con le sue 250.000 copie vendute. L' album fu pubblicato dopo la partecipazione al Festival di Sanremo del 1986 con il brano "Canzone triste (canzone d'amore)", qui inclusa, ed e' caratterizzato da un mix di sonorita' pop, rythm'n'blues e soul. Le canzoni sono firmate tutte da Zucchero, tranne "Come il sole all'improvviso", il cui testo e' di Gino Paoli, pubblicata su 45 giri in una versione cantata dai due autori (mentre sull' album e' cantata dal solo Zucchero). Altro singolo tratto dal disco e' la title track, che contribui' in modo determinante al successo del disco.
Euro
16,00
codice 249793
scheda

Page: 29 of 29


Pag.: oggetti: