Hai cercato:  rsd --- Titoli trovati: : 472
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Carlton melton Aground (rsd 2016)
Lpm [edizione] nuovo  stereo  eu  2016  agitated 
indie 2000
edizione limitata uscita in occasione del record store day 2016, vinile verde trasparente, copertina lucida, etichetta custom. 5 brani inediti tratti dalle sessions dell'album 'out to sea' del 2015. Provenienti dalla California del Nord, i Carlon Melton nascono dalla band garage/hard rock chiamata Zen Guerrila; dopo alcuni cambi di formazione e di nome, alcuni di loro hanno dato vita al progetto dei Carlton Melton, con un'attitudine sonora, che prende spunto dalla psichedelia dei Pink Floyd e degli Hawkwind per contestualizzarsi in un ambito piu' contemporaneo paragonabile a bands come i Wooden Shjips, Comets on Fire e Heads; hanno esordito nell'estate 2010 con l'Lp "Pass on it", a cui sono succeduti "Country ways" nel 2011, "Photos of photos" nel 2012, "Always even" nel 2013, "Out to sea" (15).
Euro
28,00
codice 2060008
scheda
Carter shayne + peter jefferies Randolph's Going Home (rsd 2015)
7" [edizione] nuovo  stereo  usa  1986  flying nun / captured tracks 
punk new wave
EDIZIONE LIMITATA IN 1000 COPIE, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2015, ristampa con copertina senza barcode, pressocche' identica alla prima rara tiratura uscita nel 1986 su Flying Nun in Nuova Zelanda. L' unico singolo realizzato da Shayne Carter (Bored Games, Straitjacket Fits, Doublehappys) e Peter Jefferies (This Kind of Punishment, Nocturnal Projections), autori pero' anche dell' album "Knocked Out Or Thereabouts" nel 1992. Sul lato "Randolph's Going Home", una bellissima ballata carica di velvettiana tensione, ma non priva di quella componente pop presente in tanta produzione neozelandese dell' epoca (una delle scene piu' ricche e vitali degli anni '80, oggi giustamente celebrata); sul lato B "Hooked, Lined & Sunken", piu' inquieta e avvolta da una coltre di rumore. Un piccolo cult record.
Euro
15,00
codice 3014759
scheda
Casey al surfin' hootenanny (rsd 2016)
lp [edizione] nuovo  mono  usa  1963  sundazed 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA IN VINILE "LAGOON BLUE", REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 16 APRILE 2016, copertina pressoche' identica a quella della prima rara tiratura uscita in Usa nel 1963 su Stacy Records. Prodotto dal grande Lee Hazlewood, l' unico album del chitarrista americano di Long Beach, California, Alvin W. Casey, autore di numerosi singoli per diverse etichette tra il 1957 ed il 1964 e soprattutto richiesto session man, al lavoro tra gli altri con Duane Eddy, i Beach Boys e gli Everly Brothers (e da non confondere con l' omonimo chitarrista jazz). Un curioso e riuscito esperimento, per quanto senza seguito, di mettere insieme due tra le tendenze piu' importanti della musica americana, ed in particolare californiana, dell' epoca: la musica surf, gia' nel suo periodo aureo, e quella nascente del folk rock, attraverso una serie di brani strumentali divertenti e trascinanti, in cui naturalmente spicca la chitarra di Casey, tra Link Wray e Dick Dale. Tra i brani i singoli "Guitars, Guitars, Guitars" e, naturalmente, "Surfin' Hootenanny".
Euro
32,00
codice 3016646
scheda
Cash johnny Johnny cash children's album (rsd 2017)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1975  columbia / legacy 
blues rnr coun
USCITA PER IL RECORD STORE DAY del 2017, allegato codice per il download dell'album da internet. Ristampa del 2017 ad opera della Columbia / Legacy, pressoche' identica alla prima tiratura. Originariamente pubblicato nel gennaio del 1975 dalla Columbia negli USA, dove non entro' in classifica, e dalla CBS in Europa, il nono album in studio degli anni '70 per Cash, successivo a ''Junkie and the juicehead minus me'' (1974) e precedente ''John R. Cash'' (1975). Un disco che potrebbe sorprendere molti, abituati ad ascoltare il lato piu' ombroso, profondo e serio di Cash, questo album di canzoni per bambini non e' in realta' una completa sorpresa, in quanto il cantante aveva mostrato una predilezione per canzoni scherzose e ''novelty songs'', lasciando intendere di avere anche un lato piu' leggero e solare. Qui Cash canta canzoni standard, ''novelty songs'' e pezzi che in certi momenti sembrano filastrocche, rivolgendosi questa volta ad un pubblico di bambini, ma lo fa con il suo atteggiamento genuino di sempre, sostenuto da un accompagnamento musicale radicato nel country, anche se non mancano rari spunti pop ed orchestrali; tutto cio' rende questo album un autentico disco di Johny Cash a tutti gli effetti. Johnny Cash (1932-2003) e' considerato il piu' grande country singer americano. ''Riscoperto'' dal pubblico rock piu' giovane dopo l'uscita del suo ultimo album ''The man comes around'' (2002), uno dei migliori lavori degli ultimi dieci anni, e' una delle leggende della musica americana ed ha senza alcun dubbio influenzato in maniera determinante tutto il movimento del Greenwich Village, Dylan compreso, senza contare l'importanza avuta nel country e nella cultura popolare americana.
Euro
23,00
codice 3509897
scheda
Chapman michael Another story (rsd 2019)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1999  secret records 
rock 60-70
EDIZIONE REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2019, vinile da 180 grammi, inner sleeve con note, label grigia / marroncina chiara con scritte nere e nome autore stilizzato in marrone, catalogo SECLP210. Pubblicata nell'aprile del 2091 dalla Secret Records, questa raccolta compila otto brani tratti da quattro diversi album di Chapman, ''The twisted road'' (1999), ''Plaindealer'' (2005), ''Sweet powder'' (2008) e ''Wrytree drift'' (2010), lavori nei quali il veterano chitarrista prosegue la sua ricerca con ispirazione ed apertura mentale, integrando folk, blues, country moderno, musica acustica ed elettrica, composizioni proprie e standards. Questa la scaletta: ''Streamline train (for john pilgrim)'' (da ''Plaindealer'', 2005), ''Deportees'' (da ''Plaindealer'', 2005), ''Hang on to a dream'' (da ''Sweet powder'', 2008), ''Requiem'' (da ''Wrytree drift'', 2010), ''Another story'' (da ''Wrytree drift'', 2010), ''Another crossroads'' (da ''The twisted road'', 1999), ''The twisted road'' (da ''The twisted road'', 1999), ''A girl on a train'' (da ''The twisted road'', 1999). Nato a Leeds nel 1941, Michael Chapman è stato uno dei principali esponenti del folk d'autore britannico degli anni '70: inizia la carriera come fotografo d'arte a Hull, ma nel 1967 decide di divenire un musicista professionista, dopo alcune esibizioni accolte trionfalmente nell'underground londinese, la EMI lo mette sotto contratto per la nuova sottoetichetta specializzata in progressive, la Harvest, per la quale registra e pubblica una serie di album splendidi, considerati, a ragione, come tra i capolavori assoluti del folk progressive britannico. La sua musica, sullo stile di quella di Roy Harper, contiene oltre alle ballate di matrice acustica e sognante, anche brani molto più vicini al progressive, come testimoniato dai numerosi celeberrimi musicisti che partecipano alle incisioni dei suoi dischi, come Rick Kemp (poi negli Steeleye Span), Mick Ronson, chitarrista di David Bowie, Richie Dharma e Keef Hartley. Questa propensione più marcatamente rock troverà la sua coronazione negli album incisi per la Deram negli anni '70, dove le acustiche avranno un ruolo sempre più marginale. La sua carriera e la sua ricerca musicale sono proseguite con molti frutti nel corso dei decenni, ed ancora in divenire nel primo scorcio del XXI secolo.
Euro
24,00
codice 3512195
scheda
Chapman michael Playing guitar the easy way (RSD 2014)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1978  light in the attic 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA DI 2000 COPIE NUMERATE A MANO SUL RETRO, IN VINILE BLU, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2014, copertina cartonata apribile senza codice a barre, inserto a protezione della costola con note di presentazione del disco, libretto di venti pagine formato 11''. Ristampa del 2014 ad opera della Light In The Attic (la prima in assoluto in vinile), con copertina apribile. Originariamente pubblicato nel 1978 dalla Criminal Records in Gran Bretagna, il tredicesimo album, successivo a ''The man whi hated mornings'' (1977) e precedente ''Life on the ceiling'' (7/78). Si tratta di un lavoro piuttosto particolare, essendo un disco educativo sulle tecniche di accordatura aperta per chitarra. Si tratta di un set di brani strumentali per chitarra acustica ed elettrica che, al di la' dei limiti di progetto educativo del disco, rimane opera godibile ed immersa in un'atmosfera folk blues rilassata e contemplativa. Nato a Leeds nel 1941, Michael Chapman e' stato uno dei principali esponenti del folk d'autore britannico degli anni '70: inizia la carriera come fotografo d'arte a Hull, ma nel 1967 decide di divenire un musicista professionista, dopo alcune esibizioni accolte trionfalmente nell'underground londinese, la EMI lo mette sotto contratto per la nuova sottoetichetta specializzata in progressive, la Harvest, per la quale registra e pubblica una serie di albums splendidi, considerati, a ragione, come tra i capolavori assoluti del folk progressive britannico, la sua musica, sullo stile di quella di roy harper, contiene oltre alle ballate di matrice acustica e sognante, anche brani molto piu' vicini al progressive, come testimoniato dai numerosi celeberrimi musicisti che partecipano alle incisioni dei suoi albums, Rick Kemp poi negli Steeleye Span; Mick Ronson, chitarrista di David Bowie, Richie Dharma e Keef Hartley. questa propensione piu' marcatamente rock trovera' la sua coronazione negli albums incisi successivamente per la Decca, dove le acustiche avranno un ruolo sempre piu' marginale.
Euro
28,00
codice 3506819
scheda
Cheap trick are you ready? live 12/31/1979 (rsd 2019)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  epic / legacy / sony 
punk new wave
Doppio album, EDIZIONE LIMITATA, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL BLACK FRIDAY RECORD STORE DAY DEL NOVEMBRE 2019. Viene reso per la prima volta disponibile su lp, grazie a questo doppio vinile nuovamente mixato dai master multitraccia originali, l'intero leggendario concerto dato dai Cheap Trick al Forum di Los Angeles il 31 dicembre del 1979. Una prova carica di adrenalina che si snoda fra anthemici e trascinanti hard rockers, che includono classici come “I Want You To Want Me” “Surrender” e “Clock Strikes Ten”, oltre a brani tratti dal loro all'epoca nuovo album, "Dream police", uscito nel settembre precedente. Questa la scaletta: SIDE A: 1. “Hello There” 2. “Clock Strikes Ten” 3. “I'll Be With You Tonight” 4. “Ain't That A Shame” 5. “California Man” 6. “Downed” SIDE B: 1. “On Top Of the World” 2. “Gonna Raise Hell” 3. “Heaven Tonight” SIDE C: 1. “Stiff Competition” 2. “Voices” 3. “Way Of The World” 4. “Need Your Love” 5. “I Know What I Want” SIDE D: 1. “I Want You To Want Me” 2. “Surrender” 3. “Auld Lang Syne” 4. “Goodnight Now” 5. “The House Is Rockin' (With Domestic Problems)” 6. “Dream Police”. Formati nel 1972 nell' Illinois da Rick Nielsen e Tom Peterson, già nell' ultima versione dei Nazz senza più Todd Rundgren in formazione e poi nei Fuse autori di un album nel '70, i Cheap Trick pubblicarono nell' anno di grazia 1977 due due piccoli capolavori di power pop ("Cheap Trick" e "In Color"), orientandosi poi verso un efficace sebbene più commerciale suono tra glam, hard rock e pop, presto imitatissimo da decine e decine di bands di grana grossa senza arte né parte che hanno infestato il rock americano degli anni '80, ma che questa band riusciva a proporre con grande verve ancora in un disco come "Dream Police", il loro quarto lp, uscito nel 1979.
Euro
30,00
codice 2104658
scheda
Chilton alex Cliches (ltd. burnt orange vinyl - rsd 2024)
Lp [edizione] nuovo  stereo  can  1993  bar/none 
rock 60-70
Edizione limitata a 1500 copie in vinile color arancio, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2024, copertina senza codice a barre, label custom marroncina con tracklist su di una facciata, multicolore con ritratto di Alex Chilton sull'altra, catalogo BRN-LP-257. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2024 ad opera della Bar/None, con nuovo artwork di copertina, il quarto album solista (contando anche "Bach's bottom"), successivo a "High priest" (1987) e precedente "A man called destruction" (1995). Questa volta Chilton ci propone un set acustico di covers di standards della canzone romantica americana degli anni '40 e '50 (oltre a due strumentali, uno dei quali dai riferimenti alla musica classica): da solo con la sua voce e la sua chitarra, Alex interpreta questi vecchi classici, alcuni forse un po' dimenticati, con un piglio intimista e dall'eleganza essenziale, che richiama anche certe opere di jazz vocale, ad esempio quelle del grande Chet Baker, sebbene Chilton si esprima con un tocco più pop che strettamente jazz. Registrato nel corso di una sola giornata, "Cliches" ha un sapore fresco e spontaneo ed offre una sfaccettatura nuova, per lo meno in studio, della poliedrica arte dell'ex Big Star. Ex bambino prodigio, con i Box Tops nel pieno degli anni '60, e poi alla guida degli indimenticati e sfortunati Big Star nella prima meta' del decennio successivo, Alex Chilton, registrato il terzo ed ultimo disco di quella band nel '75, quello straordinario "Sister Lovers" che rimase inedito per anni, inizio' un difficilissimo periodo della sua storia personale ed artistica, ormai fallita ogni possibilita' di riconquistare quel successo che solo con i Box Tops, ancora adolescente, aveva avuto, registrando sporadicamente materiale talora di straordinaria qualita', perlopiu' venuto fuori pero' con anni di ritardo nell' ambito di una discografia disordinata e sfilacciata. Dopo un paio di singoli ed ep's (l' ep "The Singer not the Song" nel '77 ed il singolo "Bangkok" nel '78), l' album "Like Flies On Sherbert" del 1981 rappresento' il piu' serio tentativo di riproporsi ad un pubblico che rimase ristretto, sebbene devoto, impegnato piu' che altro nella scoperta e la produzione di giovani gruppi ed artisti (Cramps, Tav Falco, poi i Replacements, tra gli altri). Rimarra' comunque attivo sino agli ultimi suoi giorni, morto per un attacco cardiaco il 17 marzo del 2010.
Euro
35,00
codice 3515851
scheda
Ciampi piero piero litaliano (rsd 2020)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1963  warner music 
cantautori
EDIZIONE LIMITATA DI 1000 COPIE, NUMERATE SUL RETRO, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL GIUGNO 2020, ristampa rimasterizzata, in vinile 180 grammi, copertina pressoche' identica sul fronte a quella della prima rarissima tiratura uscita in Italia su Cgd nel 1963, se non per la presenza in alto del nome e cognome dell' artista, assenti nella originaria stampa in cui l' album era accreditato semplicemente a Piero Litaliano. Il primo storico album, seguito solo nel 1971 dal secondo "Piero Ciampi" del grande ed indimenticato cantautore livornese; l' album, realizzato in collaborazione con l' amico Gian Franco Reverberi, contiene sette degli otto brani gia' pubblicati nei quattro singoli usciti tra il 1961 ed il 1962 per la Cgd (dopo un breve rapporto con la Bluebell che aveva pubblicato due 45 giri tra il 1960 ed il 1961), piu' cinque nuove composizioni. Disco certo acerbo rispetto al Piero Ciampi a venire, rivela pero' gia' una personalita' artistica di assoluto rilievo nel panorama cantautoriale contemporaneo, purtroppo rimasta all' epoca assolutamente incompresa, come sara' in larga parte anche dopo. Questa la lista completa dei brani: A1 Fra Cent'Anni A2 Fino All'Ultimo Minuto A3 Non So Più Niente A4 Il Tuo Ricordo A5 Qualcuno Tornerà A6 La Polvere Si Alza B1 Quando Il Giorno Tornerà B2 Lungo Treno Del Sud B3 Non Chiedermi Più B4 Confesso B5 Hai Lasciato A Casa Il Tuo Sorriso B6 Autunno A Milano. Ciampi (1934-1980) fu un grande ed inquieto cantautore labronico, le cui composizioni malinconiche ma non prive di ironia hanno senza dubbio esercitato un fascino notevole sul mondo musicale italiano dagli anni '60 in poi, oggetto di cover da parte di diverse generazioni di musicisti della Penisola, sebbene il suo successo di pubblico sia stato senz'altro minore di molti colleghi, fatto dovuto forse ad un carattere poco propenso ai compromessi ed ai rigori dello show business.
Euro
28,00
codice 2128093
scheda
Clapton eric Music from the motion picture soundtrack rush (rsd 2018)
Lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1992  reprise 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Copia ancora incellophanata, e con adesivo argentato del Record Store Day sul fronte, realizzata per il RECORD STORE DAY DEL 21 APRILE 2018, copertina con barcode 093624911074, label celeste e gialla con piccola porzione blu, scritte bianche lungo il bordo in basso e nere altrove, logo Reprise bianco e nero in alto e rosso a sinistra, catalogo 9362-49110-7. Ristampa europea del 2018, con catalogo cambiato, della colonna sonora del film "Rush" (1991), diretto da Lili Fini Zanuck ed interpretato da Jason Patrick e Jennifer Jason Leigh. Originariamente pubblicata dalla Reprise nel gennaio del 1992, la colonna sonora fu composta dal grande chitarrista inglese Eric Clapton, prodotta da Russ Titelman, con le parti orchestrali affidate a Randy Kerber. Clapton realizzò una musica strumentale sulla prima facciata e vocale sulla seconda, basata sul blues elettrico, condito da arrangiamenti orchestrali misurati ed armoniosi, il tutto immerso in un'atmosfera molto malinconica, lunare e notturna. Un disco che forse è qualcosa di più della tipica colonna sonora, e che assume una forza propria anche come ascolto distinto dal film, con i lenti assoli della chitarra elettrica di Clapton davvero struggenti e lirici. Sulla seconda facciata ascoltiamo fra l'altro la lunga "Don't know which way to go", in cui Clapton è accompagnato dal chitarrista e cantante Buddy Guy in una bella blues jam, e la hit "Tears in heaven", struggente canzone scritta per il piccolo figlio di Clapton, Conor, scomparso tragicamente a soli quattro anni.
Euro
20,00
codice 332396
scheda
Clark gene (byrds) no other sessions (rsd 2024)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1974  4ad 
rock 60-70
Doppio album, EDIZIONE REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2024, copertina metallizzata, adesivo di presentazione sul cellophane, inner sleeves. Pubblicato in questa occasione per la prima volta, questo album contiene diciotto tracce tratte dalla ricche sessions dell' album "No Other", pubblicato nell' ottobre del 1974 e considerato tra i dischi piu' importanti del folk americano. Questa la lista completa dei brani contenuti: From A Silver Phial (Version 4) / Silver Raven (Version 2) / Some Misunderstanding (Version 3) / Life's Greatest Fool (Version 2) / Train Leaves Here This Morning (Version 2) / Lady Of The North (Version 2) / The True One (Version 2) / Strength Of Strings (Version 2) / No Other (Version 2) / From A Silver Phial (Version 1) / Life's Greatest Fool (Version 1) / No Other (Version 1) / Lady Of The North (Version 1) / Some Misunderstanding (Version 1) / Silver Raven (Version 1) / Train Leaves Here This Morning (Version 1) / The True One (Version 1) / Strength Of Strings (Version 1). Queste le note relative all' album nella sua forma originaria: Pubblicato in Usa nell' ottobre del 1974 dopo ''Roadmaster'' e prima di ''Two sides to every story'', non entrato nelle classifiche Usa ne' in quelle Uk dove usci' nel gennaio del 1975. Il secondo album. Considerato all' epoca della sua uscita un disastro commerciale , fu invece disco influentissimo; peraltro ispiratore dei successi dei Fleetwood Mac di "Rumours", che a questo album si rifecero per i suoni e la produzione, che renderanno quel disco uno dei piu' acclamato e venduti lavori della storia del rock. L' opera e' un capolavoro visionario di scrittura, produzione e musicalita', Clark ed il produttore Thomas Jefferson Kaye registrarono l'album ai Village Recorders di Los Angeles con alcuni dei migliori musicisti della scena, Michael Utley e Jesse Ed Davis, l' Allman Brothers Butch Trucks, Lee Sklar, Russ Kunkel, Joe Lala, Chris Hillman, Danny "Kooch" Kortchmar, Howard Buzzy Feiten, e Stephen Bruton. Ai cori figurano Clydie King, Venetta Field, e Shirley Matthews poi con Bob Dylan per Street Legal e Cindy Bullens, Carlena Williams, Ronnie Barron, Claudia Lennear, el' Eagles Timothy B. Schmidt, il disco vede elementi di country, folk, jazz, gospel, blues, trippy rock in un ciclo musicale che riflette e illustra perfettamente il suono del rock di meta' '70 in maniera straordinaria , brani quali "Strength Of Strings," , "Silver Raven," , . "From A Silver Phial,", "The True One," e "Lady of the North" (scritta con Doug Dillard) sono capolavori assoluti . Un capolavoro assolutamente misconosciuto e totalmente sottovalutato all'epoca della sua uscita che solo dopo molti anni ha conquistato il posto che gli spetta nella ristretta cerchia dei masterpieces della musica rock.
Euro
43,00
codice 3034423
scheda
Clash if music could talk (rsd 2021)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1981  columbia / sony 
punk new wave
Doppio album, in vinile 180 grammi; EDIZIONE LIMITATA, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL LUGLIO 2021, ristampa con copertina esclusiva e lo stesso contenuto originario distribuito su due dischi, dell' album uscito originariamente nel 1981 solo in Usa ed a scopo promozionale, in concomitanza della distribuzione dell' album "Sandinista". Contiene interviste ai quattro componenti del gruppo, a cui si alternano dieci brani tratti da quell' album.
Euro
33,00
codice 3026675
scheda
Coachwhips Bangers vs fuckers (rsd 2015)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2004  castle face 
indie 2000
ristampa limitata, rimasterizzata a 45 giri per una resa migliore, coupon per mp3, inner sleeve. Il terzo album (mini), considerato il migliore prodotto dal gruppo. Trio californiano, composto da John Dwyer, (Thee Oh Sees, Pink and Brown, Hopsitals, Yikes), da John Harlow alla batteria e da Mary Ann McNamara; la loro musica si rifa' ad un ruvido garage scassato e rumorista, caratterizzato da liriche spesso incomprensibili, frequentemente paragonato agli Oblivians ed ai Gories.
Euro
25,00
codice 2056890
scheda
Cohen Leonard Songs of love and hate (black friday rsd 2021, white vinyl + booklet)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1971  sony / columbia / legacy 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL BLACK FRIDAY RECORD STORE DAY DEL 2021, per il 50esimo anniversario dall' uscita originaria del disco, IN VINILE BIANCO pesante 180 grammi, copertina pressoche' identica a quella della prima rara tiratura, ma con scritte in rilievo "embossed" sul fronte e sul retro, e corredata di un ESCLUSIVO BOOKLET formato lp con testi. Pubblicato in USA (su Columbia) nel marzo del 1971 dopo ''Songs from a room'' e prima di ''New skin for the old ceremony'', non entrato nelle classifiche Usa e giunto al numero 4 di quelle Uk (dove usci' su Cbs). Il terzo album. Considerato uno dei suoi maggiori capolavori ed uno dei vertici della canzone d'autore di tutti i tempi, contiene otto brani, equamente spartiti tra momenti in cui prevale l'amore ed altri in cui invece l'odio la fa da padrone, il disco ha suoni cristallini ed asciutti, quasi algidi, la voce e' qui al suo massimo picco espressivo ed eguaglia il miglior Roy Orbison, i testi sono affreschi di pura poesia metropolitana, senza compromessi e paragonabili per intensita' al solo Dylan della fine degli anni '60, la produzione di Bob Johnston e' eccezionale, parca, essenziale, dura e piena di chiaroscuri, gli archi, mirabilmente arrangiati dal geniale Paul Buckmaster, aggiungono note pastellate ai toni seppia dell'album, brani quali ''Love calls by your name'', ''Joan of Arc'', ''Famous blue raincoat'', sono classici dell'arte del milennio passato. Un album capolavoro degno di figurare tra le massime espressioni del genio tormentato della storia della musica rock.
Euro
30,00
codice 3032474
scheda
Cooper clarke john gimmix ! (play loud) - rsd 2015
7" [edizione] nuovo  stereo  eu  1978  epic 
punk new wave
EDIZIONE LIMITATA REALIZZATA IN 1000 COPIE IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2015. Ep in formato 7", in vinile arancione e "shaped", sagomato, contenuto in una busta plastificata trasparente con adesivo di presentazione, etichetta arancione con cerchi concentici e logo bianchi. Contiene cinque brani, di cui uno dal vivo e quattro tratti da ormai rari dischi usciti per la Epic in Inghilterra tra il 1978 ed il 1982: "Gimmix! (Play Loud)" era stata pubblicata su singolo nel 1978, ma la versione qui presente, di durata piu' lunga, dovrebbe essere quella dell' lp Walking Back To Happiness" del 1979; "Twat" era originariamente inclusa nell' ep "Splat / Twat" del 1979, ma anche nello stesso lp di cui sopra; "I Wanna Be Yours" e' tratta dall' lp "Zip Style Method" del 1982; "Evidently Chickentown" dall' lp "Snap, Crackle & Bop" del 1980; "Kung Fu International" e' presente in una versione registrata dal vivo al Ritz. John Cooper Clarke, originario di Salford (Greater Manchester) e' considerato tra i maggiori poeti performer dell'epoca punk aprendo molte performance dei Sex Pistols, The Fall, Joy Division, Buzzcocks ed Elvis Costello. Anima tormentata e devastata John Cooper Clark e' stata tra gli artisti piu' oscuri capaci di animare con la propria poesia il movimento punk, la sua musica e' invece un sinuosa alchimia capace di attraversare rock, electtronica, funk, soul, spoken word sotto una singolare egemonia che caratterizzera' l'artista sino ai nostri giorni. La poetica di Clarke trovano le proprie radici nella poesia della beat generation riuscendo a catturare ancora oggi apprezzatissimi consensi, durante la sua inarrestabile carriera artistica vantera' collaborazioni tra cui ricordiamo quella con Joe Strummer & The Mescaleros, The Fall, Nico sino a raggiungere gli attuali Arctic Monkey che stamperanno alcuni suoi poemi all'interno delle versioni sette e dieci pollici del loro singolo Fluorescent Adolescent.
Euro
26,00
codice 3014757
scheda
Coral Holy mountain picnic... (rsd 2017)
12" [edizione] nuovo  stereo  eu  2016  ignition 
indie 2000
edizione limitata per il record store day 2017, vinile picture, senza copertina con busta trasparente ed adesivo su di essa. titolo completo "Holy Mountain Picnic Massacre Blues", 4 brani inediti o remix di pezzi dell'album "In distance between" del 2016. Insieme dal 1996, con una musica influenzata principalmente dagli anni '60, suonata con strumenti vintage ma, con un approccio contemporaneo, un mix in cui si ritrovano suoni e temi vicini alla psychedelia americana, allo ska, al freakbeat, al pop psychedelico, con influssi Love, Doors, Teardrop Explodes, Zappa, Specials, Pretty Things.
Euro
16,00
codice 2067536
scheda
Coryell larry Fairyland (ltd. coloured vinyl, rsd 2022)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1971  culture factory 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA A 2000 COPIE, IN VINILE DI COLORE ROSA E BIANCO MARMORIZZATO, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 23 APRILE 2022, copertina senza codice a barre, completa di inserto esterno ripiegato attorno alla costola, inner sleeve con artwork. Ristampa del 2022 ad opera della Culture Factory, pressoché identica alla prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1971 dalla Mega negli USA e nel 1972 dalla Philips nel Regno Unito, questo album fu registrato dal vivo il 18 giugno del 1971 nel corso del festival jazz di Montreux, Svizzera, da Larry Coryell (chitarra, voce nel brano "Souls dirge"), Chuck Rainey (basso), Bernard Pretty Purdie (batteria). Un classico del periodo jazz rock di Coryell, "Fairyland" contiene quattro lunghi brani suonati con una formazione a trio che richiama il tipico power trio del rock, ma l'approccio del gruppo è molto più raffinato, elegante e melodico, guidato dalle intricate ed agilissime improvvisazioni della chitarra elettrica del leader, in cui il jazz si tinge di blues ma anche di ardite spinte avanguardiste, sostenuto da un groove che fonde mirabilmente le sfumature e le articolazioni del jazz con la solidità del rock. Questa la scaletta: "Souls dirge", "Eskdalemuir", "Stones", "Further explorations for albert stinson". Chitarrista sia acustico che elettrico, Larry Coryell (1943-2017) è considerato uno dei pionieri del jazz-rock: nato a Galveston nel 1943, dotato di grande tecnica e di notevole versatilità, fa parte nel 1966 della band di Chico Hamilton e suona, nello stesso anno, nella proto-jazz-rock band dei Free Spirits; in seguito, suona nell'album "Memphis Underground" di Herbie Mann e, dal 1973, costituisce l'anima degli Eleventh House; dalla metà degli anni '70 si è dedicato ad una serie di collaborazioni con musicisti come John Scofield, Steve Kahn e John McLaughlin.
Euro
35,00
codice 3514335
scheda
Costello elvis La Face de Pendule a Coucou (rsd 2021)
lpm [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  concord 
punk new wave
EDIZIONE LIMITATA, IN VINILE ROSSO, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL GIUGNO 2021; pubblicato per la prima volta in questa occasione, questo minialbum, coaccreditato a Elvis Costello e Steve Nieve, contiene sei tracce, sei inedite versioni in lingua francese di brani tratti dall' album del 2020 "Hey Clockface", registrate con ospiti come Iggy Pop, Isabelle Adjani ed il collettivo franco-africano Tshegue. Questa la lista dei brani contenuti: "No Flag" cantata da Iggy Pop, "Revolution #49" (recitata da Isabelle Adjani), "Hetty O'Hara Confidential (Tshegue Remix)" (eseguita con il progetto Tshegue), "No Flag" (versione recitata, ancora con la voce di Iggy Pop), "Revolution #49 (eseguita con Steve Nieve, versione cantata, sempre da Isabelle Adjani), "Hetty O'Hara Confidential" (eseguita con Etta Somatis e Ajuq).
Euro
25,00
codice 3026538
scheda
Cotton james late night blues (rsd 2019)
Lp [edizione] nuovo  stereo  can  1967  Justin time 
blues rnr coun
EDIZIONE LIMITATA, REALIZZATA IN OCCASIOEN DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2019. Adesivo di presentazione sul cellophane, ricche note sul retro; realizzato per la prima volta in vinile in occasione del Record Store Day dell' aprile 2019, questo album presenta registrazioni dal vivo effettuate al New Penelope Café di Montreal, Canada, il 28 settembre del 1967, con James Cotton (armonica e voce) accompagnato per l' occasione da Luther Tucker alla chitarra, Francis Clay alla batteria, Bobby Anderson al basso, Albert Gianquinto al piano, alle prese con questa scaletta: "Intro", "Honky Tonk", "Woke up This Morning", "Black Night", "Feelin' Good", "Mean Old World", "Mother-In-Law Blues ", "Everyday I Have The Blues", "Tramp", "Nine Below Zero", "That's Alright", "Rock Me Baby", "Rocket 88", "Outro". Nato nel 1935 a Tunica nel Mississippi, James Cotton e' considerato uno dei piu' maggiori esponenti dell'armonica blues, oltre che ad essere in possesso di una voce potente e ruvida. Dopo aver imparato a suonare lo strumento dal leggendario Sonny Boy Williamson, con il quale sviluppo' un forte legame personale ed artistico, Cotton entro' nel 1954 nel gruppo di Muddy Waters, in sostituzione dell'armonicista Little Walter, ricoprendo il ruolo per i successivi dodici anni. Il primo album solista viene pubblicato nel 1966, mentre l'anno successivo il suo nuovo gruppo, la James Cotton Blues Band, pubblica il primo eponimo album su Verve. Cotton viene conosciuto ed apprezzato anche dal pubblico rock, suonando dal vivo con Janis Joplin, Led Zeppelin, Santana e Steve Miller, per citarne alcuni; gli anni '70 sono forse il suo periodo di maggiore popolarita' con la sua voce ancora in forma ed un largo seguito di pubblico. Seri problemi di salute per la sua gola ne limitano le possibilita' vocali negli anni successivi, sebbene il pubblico non lo abbandoni e la sua armonica continui a regalare un apprezzato blues.
Euro
29,00
codice 2085314
scheda
Crispy ambulance compulsion (rsd 2015)
lp [edizione] originale  stereo  eu  2015  factory benelux 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
EDIZIONE LIMIATATA IN SOLE 500 COPIE, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 18 APRILE 2015, retro che riporta l' indicazione "...limited edition of 500 copies for Record Store Day 2015, corredata di codice per il download digitale (su un adesivo posto sulla busta interna), etichetta grigia e bianca con logo nero, bianco e grigio, catalogo FBN54. Uscito a distanza di undici anni dal precedente "The Powder Blind Dream", il quarto album in studio, il terzo dalla reunion del 1999, da parte della storica post punk band inglese di Manchester attiva sin dal 1977, e registrato nella stessa formazione originaria. Piacevole ed inattesa sorpresa, questo album rinverdisce i fasti di una indimenticata band tra le piu' rappresentative e personali della prima scena inglese post punk di orientamento dark. La prima facciata include quattro brani registrati nell' ottobre del 2014, ispirati ed oscuri, splendidamente suonati e prodotti, che riportano alle medesime atmosfere e sonorita' degli storici dischi del gruppo; sul lato B "WMPT.2" e "Rain Without Cloud" sono ottakes del primo storico album "Plateau Phase", registrate nel settembre del 1981 (la seconda era gia' comparsa, in una diversa versione dal vivo, nella rara cassetta "The Blue And Yellow Of The Yacht Club" uscita nel 1983); infine "Lucifer Rising" e "Open, Gates of Fire" sono registrate nel giugno 2003 (la prima gia' comparsa nel cd "The Powder Blind Dream" del 2004), e dimostrano come anche in quella fase il gruppo mantenesse l' ispirazione originaria. Gruppo di Manchester, tra i piu' grandi e misconosciuti della dark wave anglosassone, i Crispy Ambulance, messi sotto contratto alla Factory da Rob Gretton, gia' manager dei Joy Division, si riveleranno come una delle migliori band culto dei primi anni ottanta; sottovalutati enormemente dalla critica del periodo, verranno idolatrati negli anni a seguire. Le loro composizioni rimarranno tra le piu' belle ed atipiche della wave della prima luna riuscendo a cogliere lo spirito evocativo ereditato dai Joy Division ai quali faranno da supporto in numerosi concerti tanto che il cantante Alan Hempsall sostituira', causa crisi epilettica, lo stesso Ian Curtis durante un concerto. I Crispy Ambulance si formano nel 1978 da Alan Hempsall, Robert Davenport, Keith Darbyshire e Gary Madeley, dopo il primo singolo autoprodotto verranno messi sotto contratto dalla Factory che li accompagnera' nel loro breve percorso artistico. Purtroppo il gruppo dopo poche realizzazioni, tra cui l' unico album "Plateau phase", tutte oggi di difficile reperibilita', si sciogliera', seguira' il progetto Ram Ram Kino che produrra' un solo singolo prima di far perdere le proprie tracce dalle scene musicali, fino ad una inattesa reunion del 1999, in seguito alla quale realizzaranno diversi nuovi lavori.
Euro
32,00
codice 252220
scheda
Crispy ambulance Plateau phase (+bonus lp) rsd 2019
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1982  factory benelux 
punk new wave
doppio album, EDIZIONE LIMITATA DI 500 COPIE (IN VINILE TRASPARENTE) REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2019; ristampa rimasterizzata, ampliata per l' occasione a doppio album, copertina apribile, e corredata di codice per il download digitale. Il primo vinile contiene per intero l' album "Plateau phase" (febbraio 1982), unico per lungo tempo della band inglese, il secondo vinile contiene su un lato i due lunghi brani del 12" "Live On A Hot August Night (Comprising The Presence and Concord Square)", ovvero "THe Presence" e "Concorde Square" (luglio 1981), alla cui copertina si rifa quella di questa uscita, sull' altro lato le quattro tracce, inedite finora su vinile, regiatrate durante una John Peel Session effettuata il 12 gennaio del 1981 per Radio One della Bbc ("Come On", "Drug User - Drug Pusher", "October 31st" e "Egypt"): tre dei quattro brani di questa session erano apparsi nel 1983 nella rara cassetta "The Blue And Yellow Of The Yacht Club", la session per intero era contenuta invece nel cd "Frozen Blood" pubblicato nel 2000, ma restava inedita su vinile. Queste le note all' album "The Plateau Phase": Pubblicato nel febbraio del 1982 dalla Factory Benelux in Gran Bretagna, dove giunse al 23esimo posto in classifica, non uscito negli USA, il primo album dei Crispy Ambulance, precedente il live ''Accessory after fact'', uscito nel 2000 dopo la riunione del gruppo. Considerato dalla critica come uno degli album cardine della scena dark wave anglosassone, Plateau Phase e' opera originalissima che presenta un suono che sta' tra i danse society di ''seduction'' e gli ultimi joy division, ma con un angolazione assolutamente peculiare, misterica, oscura, profonda ed esoterica e con rimandi nella struttura e nelle atmosfere agli anni ''70, ed a gruppi quali king crimson, pink floyd, primi caravan ed alla scena tedesca dei corrieri cosmici, il lavoro riesce miracolosamente ad amalgamare queste disparate influenze ed a fonderle in un opera di bellezza ammaliante. anche all'epoca della sua uscita, nella quale passo' purtroppo completamente innosservato, ai critici piu' attenti il gruppo non sfuggi' e ci fu chi lo recensi' in termini entusiastici. i crispy ambulance furono una band di Manchester, futuri Ram Ram Kino. Dopo l'autoproduzione nel 1980 del loro 7" di esordio "From the cradle to the grave" vennero notati e messi sotto contratto da Rob Gretton (manager dei Joy Division) con cui produrrano nel 1981, prima di questo loro primo album, un 12" Live on a Hot August ed il famoso 10" Unsightly and Serene. Molto sottovalutati dalla stampa del periodo hanno acquisito oggi un vero cult status essendo considerati come una tra le bands piu' rappresentative della fredda ed oscura wave dei primi anni '80.
Euro
35,00
codice 2085060
scheda
Curanderos (bardo pond/kohoutek) Curanderos (rsd 2017)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2017  fire 
indie 90
edizione limitata in vinile oro, uscita per il Record store day 2017, coupon per download. Curanderos è un progetto parallelo dei Bardo Pond (qui con John e Michael Gibbons) in collaborazione di membri dell'ensemble sperimentale Kohoutek. Due lunghe suites intitolate Mescalito pt.1 e Mescalito pt.2, un viaggio cosmico attraverso drone music, noise, prog, cosmic psychedelia e free jazz.
Euro
24,00
codice 2078315
scheda
Cure Pornography (ltd. picture disc, rsd 2022)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1982  fiction /polydor / universal 
punk new wave
EDIZIONE LIMITATA IN PICTURE DISC, REALIZZATA IN 9000 COPIE IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2022 E DEL 40ESIMO ANNIVERSARIO DALL' USCITA ORIGINARIA DEL DISCO. Copertina sagomata con larga apertura die-cut sul fronte, adesivo di presentazione sul cellophane. Uscito nell'aprile del 1982 su Fiction in Gran Bretagna e su A&M negli USA, ad un anno esatto dal precedente "Faith", il quarto album della band inglese, il terzo di una straordinaria trilogia "dark" che, dopo i quasi minimali capitoli precedenti li vide qui proporre una musica altrettanto introversa e cupa, ma espressa in una sorta di violenta implosione che fa di questo capolavoro uno dei dischi piu' "estremi" della storia del rock, autentico muro del suono in cui la violenza non e' uno sfogo, ma una necessita', e l' incubo si confonde con la realta' senza piu' vie di fuga. Inutile davvero citare singoli episodi di un disco epocale; "The Hanging Garden" venne pubblicata anche su singolo, l'album per la prima volta porto' la band nei primi 10 posti delle classifiche inglesi (al numero 8), sebbene restasse ancora fuori dalla classifica USA. I Cure sono stati uno dei piu' importanti gruppi della decade ottanta, nonche' uno dei piu' grandi della storia del rock,formati a Crawley, Sussex, nel 1976, hanno rappresentato in maniera mirabile e perfetta il primo punk wave prima ed il dark post punk poi, producendo piu' di un album realmente immortale. Dopo una crisi che nei due anni precedenti aveva ridotto la line-up al trio formato da Smith, Simon Gallup (basso e tastiere) e Laurence Tolhurst (batteria), Robert Smith riusci' a raggiungere l'apice della sua vena poetica, perfettamente supportato dai due compagni. I tre diedero cosi' vita al loro lavoro piu' complesso e ambizioso della loro discografia riuscendo ad ottennere una pietra miliare nel genere dark. Un'opera intimista, emozionante e desolata, che trasuda un senso quasi tangibile di disfacimento e decadenza. L'attacco di "One Hundred Years" lascia subito col respiro mozzato: l'incedere ossessivo della batteria elettronica, gli spettrali cori delle tastiere, le lancinanti fitte chitarristiche preparano il terreno alla declamazione concitata di uno Smith in piena crisi nervosa, che esordisce con un programmatico "it doesn't matter if we all die". Si accavallano rimpianto e sofferenza, ricordi di amori e felicita' ormai perduti e visioni di un mondo privo di senso, come ribadito anche dalla successiva "A Short Term Effect", brano meno convulso ma dall'umore ancor piu' depresso: "A day without substance, a change of thought", proclama Smith, mentre cominciano sempre di piu' ad affollarsi nere immagini, tutto sembra essere arrivato alla fine, all'immobilita', al gelo eterno ("no movement, just a falling bird cold as it hits the bleeding ground"). "Creatures kissing in the rain, shapeless, in the dark again" popolano "The Hanging Garden", inquietante visione notturna e invernale, scandita da un frenetico ritmo tribale, esattamente all'opposto della straordinaria "Siamese Twins", danza ipnotica, all'insegna della rarefazione totale, dilatazione estrema del tempo e dello spazio, recitata e suonata come in trance: "I chose an eternity of this, like falling angels / the world disappear laughing into the fire". "Figurhead" e "A Strange Day" riprendono invece la cadenza languida e rilassata di "Short Term Effect", mentre Smith si dimena sempre piu' delirante, ma anche sempre piu' sconsolato, ormai circondato dal disfacimento, tormentato da incubi e allucinazioni. È soprattutto negli ultimi brani che uno Smith ispiratissimo distribuisce autentiche perle di poesia decadente ("A Strange Day", con un incipit surreale come "give me your eyes, that i might see the blind man kissing my hands", e' esemplare). Ed e' a questo punto che intona il suo requiem piu' doloroso, "Cold": le lunghe, solenni frasi di organo e le folgori elettroniche sorreggono un'impalcatura sonora gotica, mentre Smith trova finalmente il coraggio di fronteggiare l'opprimente senso di morte che lo affligge: "Ice in my eyes and eyes like ice don't move / screaming at the moon / another past time/ your name like ice into my heart / everything as cold as life.". Si finisce cosi' nel gorgo infernale della title-track, introdotta da un coro di voci spettrali, condotta da un crescendo percussivo tribale, indemoniato, apocalittico, in un mare di acutissime distorsioni e imponenti droni elettronici. Ma il brano piu' inquietante e dissonante e' anche quello che riesce a concludere l'album su una nota di lieve speranza: Smith sembra essere riuscito a trovare la giusta dimensione in cui racchiudere le sue psicosi, sempre pericolosamente sull'orlo dell'esplosione ("one more day like this and I'll kill you"), ma perlomeno conscio della sua situazione e pronto a tentare di ritrovare la pace. Non e' un caso che la frase posta a sigillo dell'opera sia un altro manifesto programmatico, ma diametralmente opposto a quello d'apertura: "I must fight this sickness, find a cure". I Cure si formano nel 1976 a Crawley nel Sussex sotto lo pseudonimo Easy Cure, da Robert Smith, Lawrence Tolhurst e Michael Dempsey, produrranno un unico e raro singolo straniero alle sonorita' future che caratterizzeranno il gruppo nel volgere di pochi anni. L'esordio ufficiale della formazione risale al 1978 per la Small Wonder con il singolo Killing an Arab. Le potenzialita' del gruppo e il carisma di Robert Smith sono evidenti ed il gruppo incontra immediatamente i favori della critica e del pubblico. Il loro primo album e' essenzialmente un album post-punk anche se il brano Three Imaginary Boys lasciava presagire la loro carica intimista. I successivi tre album, oltre a vedere l'entrata di Simon Gallup, sono e rimangono le piu' belle realizzazioni della formazione, una triologia affascinante che sara' capace di caratterizzare gli anni ottanta e conquistera' intere generazioni. Dopo questa le poetiche di Robert Smith abbracceranno sonorita' pop-psichedeliche mantenendo una venatura decadente, uno strano ma irresistibile ibrido che crea un rapporto di amore-odio con i vecchi fans, ma che comunque riesce ad accattivarsi sia le simpatie dei locali alternativi, sia le classifiche internazionali, e sara' questo il maggior pregio della seconda fase evolutiva dei Cure dovuto alla poesia ed al carisma egocentrico ed affascinante di Robert Smith agitatore di sogni e soavi incubi di intere generazioni.
Euro
40,00
codice 2114163
scheda
Cure the top (ltd. picture disc - rsd 2024)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1984  fiction / polydor / universal 
punk new wave
EDIZIONE LIMITATA, IN PICTURE DISC, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2024, oltre che in occasione del 40esimo anniversario dall' uscita originaria, copertina con parte sagomata "die-cut" sul fronte. Il quinto album del fondamentale gruppo inglese, uscito nell'aprile del 1984 (a due anni esatti dal precedente album "Pornography") su Fiction in Gran Bretagna e giunto al decimo posto della classifica inglese, non entrato in quella USA, dove venne pubblicato dalla A&M. Conclusa con "Pornography" la trilogia "dark", questo disco è il sunto di quanto la band aveva fatto sino ad allora e contiene molto di quello che verrà. La title track, soffusa ed essenziale, ricorda "17 seconds", "Wailing wall" è oscura e torbida come spesso "Faith", "Shake dog shake" sembra un'outtake di "Pornography", "Give me it" avrebbe avuto una replica nei momenti più duri di "Kiss me..."; gli altri brani, tra cui l' ammiccante ma splendida "The caterpillar" anticipano "The head on the door". Disco bellissimo, sebbene forse privo dello slancio "artistico" dei lavori precedenti. I Cure si formano nel 1976 a Crawley nel Sussex, inzialmente come Easy Cure, per opera di Robert Smith, Lawrence Tolhurst e Michael Dempsey, che produrranno un unico e raro singolo estraneo alle sonorità future che caratterizzeranno il gruppo nel volgere di pochi anni. L'esordio ufficiale della formazione come Cure risale al 1978 per la Small Wonder con il singolo Killing an Arab. Le potenzialità del gruppo e il carisma di Robert Smith sono evidenti ed il gruppo incontra immediatamente i favori della critica e del pubblico. Il loro primo album è essenzialmente un album post-punk anche se il brano Three Imaginary Boys lasciava presagire la loro carica intimista. I successivi tre album, oltre a vedere l'entrata di Simon Gallup, sono e rimangono le più belle realizzazioni della formazione, una triologia affascinante che sarà capace di caratterizzare gli anni ottanta e conquisterà intere generazioni. Dopo questa le poetiche di Robert Smith abbracceranno sonorità pop-psichedeliche mantenendo una venatura decadente, uno strano ma irresistibile ibrido che crea un rapporto di amore-odio con i vecchi fan, ma che comunque riesce ad accattivarsi sia le simpatie dei locali alternativi, sia le classifiche internazionali, e sarà questo il maggior pregio della seconda fase evolutiva dei Cure dovuto alla poesia ed al carisma egocentrico ed affascinante di Robert Smith agitatore di sogni e soavi incubi di intere generazioni.
Euro
36,00
codice 3034343
scheda
D.r.i. live at cbgb's 1984 (rsd 2015)
lp [edizione] originale  stereo  usa  1984  beer city 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Copia ancora incellophanata, la prima stampa vinilica, EDIZIONE LIMITATA DI 2000 COPIE IN VINILE BIANCO, USCITA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 18 APRILE 2015, etichetta gialla con scritte nere da un lato, gialla e nera custom dall' altro, inner sleeve con testi, catalogo BCR187-1. Pubblicato in cd e dvd nel 2005, registrato dal vivo al CBGB's durante il tour americano del 1984 della storica hardcore band (D.R.I. sta per Dirty Rotten Imbeciles), contiene in 39 densissimi minuti ben quaranta brani (!!!) di abrasivo e serratissimo hardcore punk, testimonianza eloquente della prima fase della storia del gruppo americano di Houston, Texas, autrice tra il 1983 ed il 1984 di due 7" ep; "Dirty Rotten ep" (con 22 brani, e non a caso ristampato come lp in seguito) e "Violent Pacification", prima dell' album "Dealing With It" del 1985 che, ancora ottimo, gia' evidenziera' un' evoluzione in un sound qui' ancora abrasivo e feroce. Uno dei piu' innovativi gruppi della ricca scena hardcore americana, caratterizzati da una velocita' di esecuzione dei brani ed una ferocia fino a quel momento raramente uditi, senza peraltro che questo lasciasse ancora intravedere nulla delle contaminazioni metalliche che si faranno piu' tardi avanti nel loro sound portandolo in una direzione "speed metal". Un sound grezzo e potente, efficacissimo e stordente, che si sviluppera' ancora con gli eccellenti albums "Dealing With It" e "Crossover", prima del poco riuscito "4 Of A Kind" del 1988.
Euro
28,00
codice 2051194
scheda

Page: 4 of 19


Pag.: oggetti: