Hai cercato:  immessi ultimi 60 giorni --- Titoli trovati: : 1449
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Arab strap As days get dark
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  rock action 
indie 90
coupon per download, adesivo su cellophane, inner sleeve. copertina senza barcode (su adesivo). Dopo ben 16 anni da "the last romance", ed a cinque dalla reunion, tornano gli Arab Strap con un nuovo album in studio, un disco che cerca nuove strade sonore pur mantenendo ben chiara la via maestra. Prodotto da Paul Savage (già in tre precedenti albums del gruppo). note a seguire Formati a Falkirk nel 1995 da Aidan Moffat e Malcolm Middleton, gli Arab Strap sono stati uno dei piu' importanti e talentuosi gruppi della vivace scena indie rock scozzese di fine secolo. Caratterizzati da ritmi lenti, sonorita' sparse e crepuscolari in cui impiegavano scarne melodie chitarristiche come strumenti elettronici, atmosfere decadenti e testi cantati / narrati con un forte accento scozzese che parlano in modo diretto di sessualita', tradimenti, droghe ed alcol, gli Arab Strap divennero ben presto beniamini della critica britannica, che acclamo' il primo album ''The week never starts round here'' (1996), uscito come quasi tutte le loro pubblicazioni successive sulla cult label di Glasgow Chemikal Underground. Dopo una breve sequenza di album, il gruppo si sciolse nel 2006; Moffat ha portato avanti fra i tardi anni '90 ed i primi anni 2000 anche un altro progetto, Lucky Pierre.
Euro
29,00
codice 2103857
scheda
Arcade fire Arcade fire ep
12" [edizione] nuovo  stereo  eu  2003  arcade fire 
indie 2000
ristampa riamsterizzata con copertina esclusiva apribile. l'ep di debutto degli Arcade Fire, sette brani registrati nel 2002 e usciti in cd autoprodotto nel 2003, con una line-up diversa dai successivi lavori. Guidati dalla coppia Win Butler-Regine Chassagne, gli Arcade Fire propongono gia' dal primo album "Funeral", una musica intensa ed autunnale, in equilibrio tra indie-rock e post punk, contraddistinta da un pathos pervaso di romanticismo e da un suono pieno ed energico, con pianoforte e chitarre distorte in evidenza. Hanno ottenuto un forte consenso di critica e di pubblico e hanno condiviso le scene con personaggi del calibro di David Bowie e U2. La discografia si completa con "Neon bible" nel 2007, "The Suburbs" nel 2010 e "Reflektor" nel 2013.
Euro
25,00
codice 2103472
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2013  milan 
soundtracks
vinile colorato, adesivo su cellophane. Per la prima volta disponibile nel 2021 la colonna sonora dello splendido film "Her" ("lei" in italiano) di Spike Jonze, uscito nel 2013. Composta da Arcade Fire e Owen Pallett, venne all'epoca candidata all'oscar per la miglior colonnna sonora originale. 12 brani tra elettronica, post-rock e musica classica.
Euro
29,00
codice 2103240
scheda
Astatke mulatu Mulatu of ethiopia
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1972  worhty 
world
vinile 180 grammi. Copertina lucida a busta senza codice a barre, label rossa con scritte nere. Ristampa dell'album originariamente pubblicato nel 1972 dalla Worthy. Un disco molto eclettico per il grande musicista etiope, in cui si alternano o si incontrano funk, soul jazz, fusion, squarci free jazz (in ''Dewel''), il tutto reso piu' omogeneo dal costante effetto ipnotico e circolare portato dalla musica etiope. Questa la scaletta: ''Mulatu'', ''Mascaram setaba'', ''Dewel'', ''Kulunmanqueleshi'', ''Kasalefkut-hulu'', ''Munaye'', ''Chifara''. Musicista importante nell'ambito del jazz etiope, di cui e' considerato uno dei fondatori, Mulatu Astatke ebbe la possibilita' di formarsi musicalmente a Londra e negli Stati Uniti, studiando negli anni '60 presso quello che sarebbe poi diventato il Berklee College Of Music di Boston; successivamente e' attivo a New York con il suo gruppo jazz Ethiopians, con il quale comincia a sviluppare la sua idea di ''ethio jazz'', incrociando jazz, musica latina ed etiope. Tornato in patria alla fine del decennio, inserisce elementi soul e funk nella sua musica e diventa uno dei musicisti piu' influenti dell'Etiopia. Viene ''riscoperto'' all'inizio del nuovo secolo in seguito all'inserimento di alcuni dei suoi brani nella colonna sonora del film ''Broken Flowers'' di Jim Jarmush.
Euro
27,00
codice 2102814
scheda
Asterix (lucifer's friend) Asterix (+2 tracks)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  long hair 
rock 60-70
Ristampa del 2017, rimasterizzata e con due tracce aggiunte per l' occasione ("Everybody", cover da Tommy Roe, e "If I Could Fly", ovvero i due brani del primo singolo, uscito su Decca nel 1970), copertina pressoche' identica alla prima molto rara tiratura, inserto esclusivo con note. Originariamente pubblicato nel 1970 dalla Decca in Germania, l'unico album di questo gruppo tedesco di Amburgo, che si sarebbe di li' a poco trasformato nei ben piu' famosi Lucifer's Friend, gruppo prog rock/metal. Il cantante inglese John Lawton, che sarebbe diventato la voce dei Lucifer's Friend, e' qui presente in circa la meta' dei brani: prima del suo arrivo, la band aveva infatti provato diversi cantanti. Il sound del gruppo e' vicino ad un vibrante e fluido hard rock dagli echi zeppeliniani e basato per lo piu' sulla forma canzone, che ancora non presenta gli accenti piu' sperimentali della musica dei Lucifer's Friend. Gli Asterix pubblicarono anche un singolo, uscito nello stesso 1970 su Decca, con due brani inediti sull'album ed un cantante diverso.
Euro
28,00
codice 2103186
scheda
Astralasia (magic mushroom band) The space between (test pressing white label + promo insert!)
Lp [edizione] test pressing  stereo  uk  1996  magick eye 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent indie 90
RARA COPIA TEST PRESSING, DISTRIBUITA A SCOPO PROMOZIONALE, CON ETICHETTA INTERMANETE BIANCA CON NOME DEL GRUPPO TIMBRATO IN AZZURRO SU UN LATO, E CORREDATA DI INSERTO PROMOZIONALE, copertina neutra (le copie promozionali non furono fornite di picture sleeve), catalogo MEYLP14. Pubblicato in Inghilterra nel settembre 1996, prima di "Seven pointed star" e dopo "Axis mundi", il sesto album del gruppo, progetto parallelo dei Magic mushroom band; prodotto da Swordfish, "The space between", esprime sonorita' che appartengono ad una sorta di trance ambient dub con ritmi ballabili tendenti al drum'bass, con elementi etnici ("Sully's trip"), house ("Apple of Durga's eyes") e mid-tempo Goa trance ("Madam"). Gli Astralasia sono un progetto, tutt'oggi attivo, parallelo del gruppo neo psichedelico inglese Magic Mushroom Band: guidati da Swordfish e composti anche da altri membri dei M.M. Band, sono autori di un trance rock ballabile che viene associato alla musica rave. Gli Astralasia pubblicano due cassette nel 1990 e nel 1991, dando alle stampe il loro primo album eponimo in quest'ultimo anno. Il successivo "The politics of ecstasy" (1992) e' molto apprezzato dai cultori del genere; sempre piu' egemonizzato da Swordfish, il gruppo pubblica una lunga serie di singoli e albums nel corso degli anni '90 e 2000.
Euro
28,00
codice 249868
scheda
Astronauts (uk post punk) It's all done by mirrors
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1983  la vida es un mus 
punk new wave
copertina senza codice a barre, inserto formato 11'' con testi. Ristampa del 2017 ad opera de La Vida Es Un Mus, la prima in assoluto in vinile e pressoche' identica alla assai rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1983 dalla All The Madmen in Gran Bretagna, il secondo album, successivo a ''Peter pan hits the suburbs'' (1981) e precedente ''Soon'' (1986). Uno dei lavori piu' apprezzati degli Astronauts, ''It's all done by mirrors'' mostra una notevole maturazione sia dal punto di vista musicale che dei tesi rispetto all'esordio, mentre il gruppo mantiene un approccio stilistico difficile da classificare e lontano dalle maggiori correnti new wave dell'epoca, con un ibrido fra influenze folk elettroacustiche ed asciutte sonorita' del primo guitar pop anni '80 e post punk; pochi i termini di paragone, tranne forse le Raincoats in alcuni episodi. Il leggendario sassofonista Lol Coxhill, gia' attivo nella scena rock inglese piu' creativa nei primi anni '70, suona in tre brani. Questi Astronauts sono stati un interessantissimo gruppo inglese di Welwyn Garden City guidato da Mark "Astronaut" Wilkins atttivo sin dal '77; pubblicarono i loro primi 7'' fra il 1979 ed il 1980. Il sound del gruppo cambio' sensibilmente nel corso della sua storia, passando da brani dalla forte impronta art rock ad ad episodi influenzati dall' irruenza punk, da canzoni vicine al post punk ad altre che mostrano qualche screziatura jazz, il tutto spesso condito con elementi obliquamente pop che rendono il tutto ancora piu' intrigante, ed un lirismo particolarissimo. Furono artefici di quattro album e vari singoli/ep nel corso degli anni '80, cominciando con alcuni 7'' nel 1979, rimanendo attiva e brillantemente produttiva anche durante gli anni '90. Un gruppo davvero da scoprire.
Euro
22,00
codice 2102871
scheda
Ataraxia Simphonia sine nomine (ltd clear)
Lp [edizione] nuovo  stereo  rus  1994  Infinite Fog Productions 
indie 90
Per la prima volta in vinile in questa stampa del 2016 per la russa "Infinite Fog Productions" qui nella versione in vinile trasparente di 195 copie. Il sesto album, uno dei migliori per la critica e fans del gruppo. Dark-rock sinfonico e classica si mescolano in questo lavoro del gruppo italiano, con la cantante Francesca Nicoli che alterna liriche in italiano, inglese e latino. Un lavoro che può ricordare Dead can dance o Elijah's mantle. ruppo, originario di Modena, capitanato dalla bella e brava Francesca Nicoli. Seminali, fautori di uno splendido folk medioevale dai toni gotici, citati anche dai Soil Bleeds Black come musa ispiratrice, il gruppo è riuscito ad imporsi alle attenzioni della critica internazionale intraprendendo concerti in mezza Europa sino alle americhe, confermandosi come una delle più belle rivelazioni che la terra italica è riuscita a donare.
Euro
24,00
codice 2103756
scheda
Au pairs sense and sensuality
Lp [edizione] ristampa  stereo  ita  1982  earmark 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Ristampa del 2004, in vinile 180 grammi, rimasterizzata, ancora contenuta nella originaria busta esterna plastificata con adesivo di presentazione, copertina esclusiva, corredata di inner sleeve ricca di foto e note, catalogo 40030. Pubblicato nell'agosto del 1982 dalla Kamera in Gran Bretagna, dove giunse al terzo posto nella classifica indipendente, il secondo album della leggendaria wave band inglese di Birmingham, vicina ai Gang of 4 ed al Pop Group, sia per l' orientamento musicale, tra ruvidezze punk e funk (con in più la personale voce di Jane Munro), che per l' uso di liriche impegnate da un punto di vista sociale, se non politico. Dopo il primo disco ''Playing with a different sex'' (1981), un altro piccolo capolavoro del post punk inglese, con un uso più marcato uso dei fiati ed una ruvidezza (solo in parte) mitigata, ma non a scapito del risultato finale. Gli Au Pairs si fomano a Birmingham nel 1979 da Lesley Woods, Paul Foad, Jane Munro e Pete Hammond. La loro formula musicale atipica e sensuale riesce ad imporsi tra le migliori realizzazioni di tutto il post-punk anglosassone che trova nelle radici funk elemento caratterizzante. Purtroppo gli Au Pairs lasceranno pochissime testimonianze della loro arte compositiva, infatti dopo questo primo album d'esordio Playing Whit A Different Sex saranno autori del successivo Sense And Sensuality per poi sparire dalle scene musicali salvo considerare il postumo Live In Berlin 1981 unica testimonianza della potenza che il gruppo era capace di emanare durante le loro esibizioni dal vivo.
Euro
20,00
codice 249843
scheda
Autechre Amber
LP2 [edizione] ristampa  stereo  eu  1994  warp 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Doppio album, la ristampa europea del 2016, ormai fuori catalogo, senza più il groove message sul trail off del lato B e con l'aggiunta del suffisso "R" al numero di catalogo, ed ancora completa del coupon per il download digitale dell'album con bonus tracks (non sappiamo se ancora utilizzabile), copertina apribile con barcode 801061802516, label nera con scritte bianche e con piccolo logo Warp bianco e nero in alto, catalogo WARPLP25R. Originariamente pubblicato nel novembre del 1994 dalla Warp, il secondo album, successivo ad "Incunabula" (1993) e precedente "Tri-repetae" (1995). La techno scarna e cerebrale, ma ancor melodica ed "umana" del primo brillante album degli Autechre assume qui tratti più personali e prelude agli sviluppi dei lavori successivi, quelli di un dance elettronica per la mente dalle melodie e le atmosfere robotiche e glaciali, coesistenti con affascinanti dilatazioni ambient-techno, sostenute da ritmi sincopati ma mai preponderanti e tutto sommato piuttosto sullo sfondo. Un promettente preludio agli eccellenti lavori degli anni immediatamente successivi. Duo di musicisti elettronici di Manchester, formato da Sean Booth e Rob Brown, gli Autechre sono, al pari di Aphex Twin e Boards Of Canada, fra i massimi esponenti della musica elettronica dagli anni '90 in poi, realizzando una techno complessa e cerebrale ma ricca di spunti anche sotto l'aspetto ritmico; il loro stile è stato definito da alcuni "ambient-techno". Album come ''Incunabula'' (1993) e ''Tri-repetae'' (1995) sono considerati fra i loro principali.
Euro
30,00
codice 333455
scheda
Autechre incunabula
lp2 [edizione] ristampa  stereo  uk  1993  warp 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Doppio album, ristampa del 2016, con copertina apribile pressoche' identica alla prima rara tiratura, etichette nere con scritte bianche, coupon per download contenente un bonus live set (non sappiamo se ancora utilizzabile), catalogo LP17R. Il primo album capolavoro del duo inglese di techno composto da Sean Booth e Rob Brown, uno dei fondamentali gruppi di elettronica dei '90, artefici di un ambient techno con atmosfere industrial, jazz e psychedeliche, dal suono oscuro e scientifico sulla scia della compilation "artificial intelligence" dell'etichetta Warp, dalla quale ha preso il nome tutto un genere di elettronica. Duo di musicisti elettronici di Manchester, formato da Sean Booth e Rob Brown, gli Autechre sono, al pari di Aphex Twin e Boards Of Canada, fra i massimi esponenti della musica elettronica dagli anni '90 in poi, realizzando una techno complessa e cerebrale ma ricca di spunti anche sotto l'aspetto ritmico; il loro stile è stato definito da alcuni "ambient-techno". Album come ''Incunabula'' (1993) e ''Tri-repetae'' (1995) sono considerati fra i loro principali.
Euro
25,00
codice 249599
scheda
Autechre incunabula
lp2 [edizione] nuovo  stereo  uk  1993  warp 
indie 90
Doppio lp con copertina apribile, etichette nere con scritte bianche, coupon per download contenente un bonus live set. Ristampa del 2016. Il primo album capolavoro del duo inglese di techno composto da Sean Booth e Rob Brown, uno dei fondamentali gruppi di elettronica dei '90, artefici di un ambient techno con atmosfere industrial, jazz e psychedeliche, dal suono oscuro e scientifico sulla scia della compilation "artificial intelligence" dell'etichetta Warp, dalla quale ha preso il nome tutto un genere di elettronica. Duo di musicisti elettronici di Manchester, formato da Sean Booth e Rob Brown, gli Autechre sono, al pari di Aphex Twin e Boards Of Canada, fra i massimi esponenti della musica elettronica dagli anni '90 in poi, realizzando una techno complessa e cerebrale ma ricca di spunti anche sotto l'aspetto ritmico; il loro stile e' stato definito da alcuni "ambient-techno". Album come ''Incunabula'' (1993) e ''Tri-repetae'' (1995) sono considerati fra i loro principali.
Euro
30,00
codice 2102927
scheda
Autechre Tri repetae
LP2 [edizione] ristampa  stereo  eu  1995  warp 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Doppio album, la ristampa europea del 2016, ormai fuori catalogo, con l'aggiunta del suffisso "R" al numero di catalogo, ancora completa del coupon per il download digitale dell'album (non sappiamo se già utilizzato o meno dal precedente proprietario), copertina neutra grigio/verde con adesivo su fronte che riporta nome gruppo, titolo e barcode 801061803810, inner sleeve con artwork e crediti, label bianco crema su di un vinile e grigio/verde sull'altro, scritte nere sulla prima e quarta facciata, argento sulla seconda e bianche sulla terza, catalogo WARPLP38R. Originariamente pubblicato nel novembre del 1995 dalla Warp, il terzo album, successivo ad "Amber" (1994) e precedente "Chiastic slide" (1997). Uno dei più acclamati lavori del duo inglese, "Tri-repetae" segna la completa e brillante maturazione di un personalissimo approccio alla techno: la musica degli Autechre è qui ora pienamente aliena, glaciale, minimalista e robotica, complici glitches, sincopi non aggressive all'interno di ritmiche spezzettate ma ipnotizzanti, melodie scarne che costeggiano abilmente l'astrattismo come anche una moderna visione della ambient. Un altro grande disco di dance per la mente. Duo di musicisti elettronici di Manchester, formato da Sean Booth e Rob Brown, gli Autechre sono, al pari di Aphex Twin e Boards Of Canada, fra i massimi esponenti della musica elettronica dagli anni '90 in poi, realizzando una techno complessa e cerebrale ma ricca di spunti anche sotto l'aspetto ritmico; il loro stile è stato definito da alcuni "ambient-techno". Album come ''Incunabula'' (1993) e ''Tri-repetae'' (1995) sono considerati fra i loro principali.
Euro
30,00
codice 333456
scheda
Aznavour charles Del mio amare te
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1975  barclay 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good world
prima stampa italiana, copertina (con lievi segni di invecchiamento) ruvida apribile con inserto di quattro pagine con foto incollato all'esterno, label nera con cerchio bianco, azzurro e rosso vicino al bordo, scritte argento e logo Barclay argentato in alto, catalogo BRCLP60049, data sul trail off 8/4/75. Pubblicato nel 1975 dalla Barclay in Italia, questo è uno dei numerosi album incisi da Aznavour in lingua italiana, per un pubblico che lo amò non poco; Charles risponde cantando con voce limpida e carica della sua caratteristica enfasi romantica e sensibile. Questa la scaletta: "Lei (She)", "Non abbiamo più quindici anni (On n'a plus quinze ans)", "Non sapremo mai (On ne sait jamais)", "Devi sapere (Il faut savoir)", "Il tempo (Le temps)", "Aspetto te (Je t'attends)", "Mi perdo in te (Je meurs de toi)", "Ti amo (Je t'aime)", "Del mio amare te (De t'avoir amée)", "Oramai (Desormais)", "Ieri sì (Hier encore)", "La baraka (La baraka)". Celeberrimo cantante francese di origini armene, Charles Aznavour, nato nel 1924 e scomparso nel 2018, è stato uno dei più famosi cantanti europei. Venne scoperto attorno alla metà degli anni '40 dalla grande Edith Piaf, che lo portò con sé in tour in Francia e negli Stati Uniti, nel 1946. Rinomato per la sua peculiare voce tenorile e per le sue canzoni dai temi sentimentali.
Euro
14,00
codice 333454
scheda
Aztec camera Knife
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1984  wea 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale stampa italiana, copertina ruvida senza barcode, etichetta custom azzurra e gialla, catalogo 240483, completo di inner sleeve con testi, foto e note, data incisa sul trail off delle due facciate "17/9/84". Uscito nel settembre del 1984 e giunto al 14esimo posto delle classifiche inglesi, il secondo ancora bellissimo album del gruppo scozzese del talentuosissimo Roddy Frame, qui 20enne, ma ormai giunto alla piena maturita' artistica, dopo alcuni singoli per la etichetta di culto Postcard ed un album d'esordio di rara freschezza ("High land, hard rain"). Fece gridare allo scandalo la produzione di Mark Knopler dei Dire Straits, ma nonostante una leggera "patina" commerciale che effettivamente permise al disco di ottenere un largo successo, sospinto dai singoli, splendidi, "Still on Fire" ed "All I Need Is Everything", "Knife" rimane un disco superbo di guitar pop ora accattivante ora delicatamente intimista, vicino a quello dei migliori Orange Juice (l' album vide l' ingresso in formazione dell' ex Orange Juice e Josef K Malcom Ross alla chitarra) o dei primissimi Prefab Sprout (ecco un disco da riscoprire, il loro "Swoon"...). Il 1984 fu anche l' anno dell' esplosione degli Smiths, che agli Aztec Camera devono davvero molto...Il giovane Frame non sesistette alle pressioni commerciali createsi attorno a lui, e solo dopo un lungo stop riemerse con un terzo lavoro ("Love") di rara banalita'.
Euro
18,00
codice 249697
scheda
B-movie Marilyn dreams (12" version) / film music part 1
12" [edizione] originale  stereo  uk  1981  some bizzare 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
Singolo in formato 12", l' originale stampa inglese, copertina (con moderati segni di invecchiamento) in cartoncino sottile senza barcode, label grigio/nera con scritte oro, catalogo DMX443, scritta "a porky prime cut" incisa sul trail off del lato A e "porky" su quello del lato B. Pubblicato nel luglio del 1981 dalla Some Bizzare nel Regno Unito, il secondo singolo, dopo il precedente "Remembrance day" (3/81) e dopo gli ep d'esordio "Take three" e "Nowhere girl" del 1980. Questa edizione a 12" contiene una versione molto più lunga di "Marilyn dreams" (dark wave avvolgente e ballabile) rispetto a quella sul 7", mentre sulla seconda facciata ascoltiamo "Film music part 1", episodio più lento e spettrale, guidato da toccanti note pianistiche; entrambi i brani, che possono suggerire affinità con gruppi come i Danse Society, sono inediti su album e prodotti da Mike Thorne. Originari di Mansfield nel Notthinghamshire, i B Movie nascono nel 1979 dall'unione artistica di Steve Hovington con Graham Boffey e Paul Statham, entrambi ex-Aborted, ai quali si unira' Rick Holliday completando cosi' la formazione che si ispirera' alle melodie synth-pop/new-wave di Ultravox e New Order, riuscendo cosi' ad ottenere un contratto per la Some Bizzare e riuscendo a legare il proprio nome ai ben piu' famosi Depeche Mode, Soft Cell e Blancmange. Il loro brano ''Nowhere Girl'' riuscira' ad imporsi nelle hit parade europee nel 1982, proiettando il gruppo anche nelle classifiche americane ed immortalandosi cosi' tra i brani che riuscirono a caratterizzare la decade ottanta synth-pop/new-wave. Nonostante i consensi di critica e pubblico il gruppo si sciogliera' nel 1985, dopo l'incisione del loro primo ed a lungo unico album ''Forever Running''. Si riformano per un concerto nel 2004 e poi nuovamente nel 2012, per dare alle stampe il secondo album ''Age of illusion'' (2013).
Euro
13,00
codice 333463
scheda
B.sharp b.sharp
lp [edizione] originale  stereo  ger  1982  line 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
La prima stampa tedesca, copertina (con lievi segni di invecchiamento e abrasione in alto a sinistra di circa 1,5 x 1 cm., dovuta probabilmente ad una etichetta adesiva rimossa) lucida senza codice a barre, catalogo 6.25104 e con etichetta bianca con strisce gialle, con tanto di adesivo con le date della tournee effettuata tra l' aprile ed il maggio del 1982. Pubblicato nel 1982 dalla tedesca Line, prima di "You're Making Me Mad" (1983), il primo eccellente dei due albums della band anglo tedesca basata ad Amburgo. Nati dalle ceneri degli inglesi Have Mercy (attivi come Have Mercy Jug Band sin dalla meta' dei '70), in cui militava Rory McLeod che era uscito dal gruppo per intraprendere una interessante carriera solista, trovandosi all' epoca in Germania Henry Heggen, Dick Bird e Guenther Brackmann reclutarono una sezione ritmica, assente nel gruppo originario, intraprendendo una apprezzatissima carriera di "nuovi pub rockers", con una scintillante miscela di r'n'r, rockabilly e r'n'b, rinvigorita dalla corroborante lezione del punk rock e particolarmente apprezzabile in questo esordio, accostabile al piu' ruvido Dr. Feelgood o a certo pub rock inglese.
Euro
14,00
codice 204605
scheda
Bad company Desolation angels
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1979  swan song 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima stampa europea, pressata in Germania, copertina apribile senza barcode, con price code "Z" in un cerchio sul retro, completa dell' inner sleeve fotografica in carroncino semirigido, etichetta multicolorata con angelo, con "Gema" riquadrato sopra il titolo, ed "LC3545" a sinistra in alto, "SSK-59408-A12 Strawberry" e "SSK-59408-B12 Strawberry" sul trail off dei rispettivi lati. Pubblicato nel marzo del 1979 dopo ''Burnin' sky'' e prima di ''Rough diamonds'', giunto al numero 3 delle classifiche Usa ed al numero 10 di quelle Uk, il quinto album. Lavoro che segna una svolta nel suono dei Bad Company, "Desolation Angels", vede Rodgers e Ralphs allontanarsi dagli stereotipi del suono anni '70 e dal consueto ed oramai logoro rock & roll, con novita' negli arrangiamenti e l' inclusione della tastiera e di alcuni archi, e con la voce che vive una stagione di nuova passione, come nella magnifica "Rock 'n' Roll Fantasy". Lavoro decisamente superiore a "Burnin' Sky", contiene brani del calibro di "Gone, Gone, Gone", "Lonely for Your Love" e "She Brings Me Love", con Rodgers tornato ai suoi momenti di massimo splendore. L' album fu un notevole successo sulle due sponde dell' Atlantico anche se presto la band si sarebbe sciolta per poi riformarsi solo molti anni dopo. Questo supergruppo inglese si formo' nel '73 dagli ex-Free Paul Rodgers e Simon Kirke, dall' ex-Mott the Hoople Mick Ralphs e da Raymond "Boz" Burrell, gia' nei King Krimson. Inglesi ma basati negli Stati Uniti, dove raccolsero un successo straordinario, amministrati dallo stesso manager degli Zeppelin, mettevano insieme il rock blues di cui i Free erano stati maestri e un suono secco ai limiti dell' hardrock, ottimo per le radio e le classifiche americane. Continuarono a pubblicare dischi anche negli anni '80, prima di sciogliersi definitivamente e prendere strade diverse.
Euro
23,00
codice 249833
scheda
Badu erykah Baduizm (complete version)
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1997  motown / universal 
soul funky disco
Ristampa del 2016 finalmente pubblicata nella versione completa, ampliata a doppio album con 5 BRANI in piu' rispetto alle precedenti versioni in vinile ("otherside of the game", "afro (freestyle skit)", "certainly", "drama", "rimshot (outro)") , che corrisponde di fatto alla versione in cd per quanto riguarda la lista dei brani, in vinile da 180 grammi, con COPERTINA APRIBILE. Il primo album di Eyrkah Badu, originariamente pubblicato nel febbraio del 1997 dalla Kedar, giunto al secondo posto in classifica negli USA ed al 17esimo in Gran Bretagna. Uscito prima di ''Mama's gun'' (2000), questo esordio solista della cantante americana raccolse notevoli consensi con il suo intreccio fra scarne e lente basi musicali hip hop e vocalizzi fra soul e jazz, con la voce di Badu morbida e soffusa ma anche incisiva, senza mai essere aggressiva. Erykah Badu, nata a Dallas nel 1972, cresciuta ascoltando lo R&B degli anni '70 e lo hip-hop degli '80 e spesso paragonata a Billie Holiday per l' inflessione della sua voce, e' considerata una delle esponenti femminili piu' importanti dello hip hop fra la fine del '900 e l'inizio del nuovo secolo. Esordisce dal vivo per il concerto del '94 di D' Angelo. Incide in seguito una versione di "Precious Love", pezzo scritto da Marvin Gaye e Tammi Terrell. Il suo primo album solista, "Baduizm", esce nel '97 ed il primo singolo estratto dall'album, "On & On", arriva al n.1 nelle classifiche R&B del 1997. Incide un live nello stesso anno e poi, nel 2000, il suo secondo album "Mama's Gun". Nel corso degli anni si e' sempre distinta per la sua voce davvero particolare e per aver sempre occupato posti alti nelle classifiche americane.
Euro
37,00
codice 2103653
scheda
Baglioni claudio oltre (box)
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1990  cbs 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Excellent cantautori
copia con lieve ondulatura del vinile, senza effetti sull' ascolto, la rara stampa limitata richiedibile solo in fase di prevendita del doppio album contenuta in un box in cartoncino rigido lucido, contenente l' originario inserto apribile in otto parti, completa di inner sleeves, etichette "custom" nella versione con "Made in Italy" lungo la circonferenza, catalogo 4661350, nella versione con barcode 5 099746 613501; copia corredata, da parte del vecchio proprietario del disco, di inserto apribile in quattro parti con foto e testi, tratto dalla rivista Tutto. Uscito dopo "Assolo" e prima di "Assieme". Da Wikipedia: Oltre e' l'undicesimo album da studio di Claudio Baglioni, pubblicato nell'autunno del 1990 dalla CBS. L'album, la cui uscita era prevista per l'autunno del 1989, inizialmente doveva chiamarsi “Un mondo piu' uomo sotto un cielo mago”, dicitura che poi, modificata in "Un mondo uomo sotto un cielo mago", e' andata a formare il sottotitolo dell'album stesso. Nella copertina dell'album e' ritratto un disegno dello stesso Baglioni a torso nudo. L'album in questione segna una svolta artistica e umana nella vita di Baglioni. Musicalmente Baglioni intraprende un percorso artistico che lo portera' a cambiare profondamente il metodo di scrittura con il quale aveva, fino a quel momento, prodotto i suoi maggiori successi. Se questo da una parte portera' un rinnovamento del suo stile musicale, comunque avviato gia' da qualche anno, dall'altra creera' perplessita' iniziali in critica e pubblico. (...) vengono introdotti elementi di musica etnica dopo il suo incontro con Peter Gabriel, non riconoscendosi più nelle melodie cantate nell' album, stavolta meno orecchiabili che nei dischi precedenti. I testi delle canzoni riflettono questo cambiamento, diventando a volte criptici e intricati, tanto che alcuni critic parlano di uno stile molto vicino a quello di Pasquale Panella, paroliere di Battisti durante gli anni ottanta e novanta, famoso per i suoi testi surreali. Sul risultato finale pesa anche il fatto che i testi delle canzoni non furono inclusi nell'album, ma solamente pubblicati su TV Sorrisi e Canzoni. Al loro posto Baglioni scrisse un lungo racconto incluso in una edizione speciale del doppio vinile, disponibile inizialmente tramite prenotazione, in cui e' inclusa la quasi totalita' dei testi, senza soluzione di continuita', in ordine sparso rispetto a quello di ascolto e inframmezzato da altri pensieri. Il tutto e' accompagnato da un poster su cui compare l'immagine di copertina e sul cui retro e' scritto il racconto in calligrafia, (mentre e' solamente stampato nell'edizione standard): una sorta di guscio narrativo che e' anche impaginato a guisa di conchiglia, fedele alla frase iniziale che recita "Cucaio viene dal mare" e che rimanda, per il suo stile privo di punteggiatura, al monologo interiore di Molly Bloom nell'Ulisse di James Joyce. Nonostante gli elementi innovativi, che lo affrancano dall'etichetta di cantante dei buoni sentimenti, l'album ottiene un notevole successo commerciale, arrivando a stazionare in classifica per oltre quaranta settimane, rientrando in occasione delle varie serie di concerti, trainato in modo particolare da alcuni pezzi divenuti dei classici, tra cui Dagli il via (primo videoclip promozionale mai girato da Claudio) e alla ballad confidenziale "Mille giorni di te e di me". Attraverso le canzoni dell'album viene raccontata la storia di Cucaio, un personaggio nel quale Baglioni riversa parte della sua storia personale e artistica. Infatti Cucaio era il modo in cui Baglioni pronunciava il proprio nome da bambino.
Euro
25,00
codice 249795
scheda
Bailter space Wammo (ltd. 25th anniversary coloured vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1995  matador 
punk new wave
Edizione limitata in vinile color arancio. Ristampa del 2021 ad opera della Matador, in occasione del venticinquesimo anniversario dell'originaria pubblicazione, e pressoché identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1995 dalla Flying Nun in Nuova Zelanda e dalla Matador negli USA, il quinto album, successivo a "Vortura" (1994) e precedente "Capsul" (1997). "Wammo" mostra una band che sa rifinendo il proprio stile, ormai già vicino ad un sound classico rispetto agli esordi degli anni '80: un "noise rock melodico", dal sound chitarristico denso e vibrante, vicino a certi Dinosaur Jr. e Pavement, rumoroso ma non lancinante ed piuttosto caldo ed a suo modo avvolgente, un cantato melodico e non aggressivo, decisamente pop, sostenuto da una ritmica energica e propulsiva animata dal batterista Brent McLachlan; contiene l'ottimo singlo "Retro", brano dall'incisivo testo socio-politico. Band formata Christchurch nel 1987, inizialmente con il nome di Nelsh Bailter Space, per iniziativa del chitarrista dei pionieristici Gordons (magnifici Sonic Youth neozelandesi) Alister Parker, con John Halvosen e Brent MaLachlan; accasatisi alla Flying Nun, sinteticamente definiti dalla critica come i Sonic Youth dell'emisfero sud, il loro suono suono presenta anche elementi armonici, dissonanze alla Velvet Underground, muri densi di distorsione che evocano lo shogaze dei My Bloody Valentine; un noise rock atmosferico, vicino anche ai Superchunk, Pixies e Dinosaur Jr. Hanno debuttato nel 1988, con "Tanker", cui seguono "Thermos" (1990), "Robot world" (1993), durante le cui sessions la band si trasferisce a New York, dove il primo batterista, l' ex Clean Hamish Kilgour, formo' i Mad Scene. Escono "Voltura" (1994), "Wammo" (1995), "Casul" (1997) e "Solar 3" (1998), dopo cui la band si prende un lungo periodo di pausa.
Euro
29,00
codice 3513742
scheda
Baker chet Chet
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1959  jazz wax 
jazz
Ristampa in vinile da 180 grammi, rimasterizzata con sistema "direct metal mastering", copertina pressoche' identica sul fronte alla prima rara tiratura del 1959. Originariamente pubblicato dalla Riverside negli USA, inciso a New York in due sessioni, il 30 dicembre del 1958 ed 19 gennaio del 1959, con formazione composta da Chet Baker (tromba), Herbie Mann (flauto), Pepper Adams (sax baritono), Bill Evans (pianoforte), Kenny Burrell (chitarra), Paul Chambers (contrabbasso) e Philly Joe Jones (batteria, sostituito da Connie Kay il 30 dicembre). Accompagnato da una formazione di prim'ordine, Baker e' qui agli ultimi scampoli dell'epoca d'oro dello West Coast jazz, all'opera con un set prevalentemente composto da lente ballate in cui spicca il suo lirismo, ora leggero e soave, ora malinconico e blues. Questa la scaletta: ''Alone together'', ''How high the moon'', ''It never entered my mind'', '''Tis Autumn'', ''If you could see me now'', ''September song'', ''You'd be so nice to come home to'', ''Time on my hands'', ''You and the night and the music'', ''Early morning mood''. Uno degli esponenti principali del jazz californiano, Chet Baker suono' gia' giovanissimo con Stan Getz, Dexter Gordon e Charlie Parker, uno dei suoi primi sostenitori. Nel 1952 venne ingaggiato da Gerry Mulligan e l'anno successivo venne eletto miglior trombettista dell'anno dalla rivista Down Beat, diventando una delle punte di diamante del cosiddetto cool jazz; grande sia come trombettista che come cantante, Baker ha avuto una lunga e prolifica carriera ed una vita maledetta, terminata in modo tragico e misterioso ad Amsterdam nel 1988.
Euro
18,00
codice 2103347
scheda
Baker chet it could happen to you (+ 1 tracks)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1958  jazz wax 
jazz
ristampa in vinile 180 grammi, rimasterizzata con sistema Direct Metal Mastering, ed arricchita della presenza di due tracce aggiunte ("You Make Me Feel So Young" e "While My Lady Sleeps", tratte dalle stesse sessions dell' album), copertina pressoche' identica sul fronte alla prima molto rara tiratura, del primo lp per la Riverside del grande trombettista e cantante Chet Baker. Il disco, registrato nell'agosto del '58 a New York, contiene 10 canzoni, (tutti classici "standards"), interpretate alla tromba ed alla voce dallo stesso Baker, accompagnato da Kenny Drew al piano, George Morrow o Sam Jones al basso, Philly Joe Jones o Danny Richmond alla batteria. Tutte le presenti interpretazioni di Baker si rifanno in maniera evidente ad una concezione che prevede un approccio di tipo swing e romantico. Senza dubbio una delle migliori performance di Baker alla voce. Questa la lista dei brani: "Do it the hard way", "I'm old fashioned", "You're driving me crazy", "It Could happen to you", My Heart Stood still", "The more i see you", "Everything Happens to me", "Dancing on the ceiling", "How long has this been going on", "Old Devil moon". Una delle leggende del jazz. Leggendario il suo storico quartetto con Gerry Mulligan, con il suo tipico stile "cool". Memorabili le sue sonorita' intense ed avvolgenti. Famoso per la sua vita da poeta maledetto, da "James Dean del Jazz", e per il suo volto disfatto dalle rughe di una vita sofferta e caratterizzata dalla tossicodipendenza e da una rovinosa corsa verso il disastro. "La musica era la grande protagonista. Suonavamo sempre, in ogni momento della giornata. Quando si metteva al volante della sua automobile, Chet parlava per ore, era uno zingaro, forse uno degli ultimi romantici on the road...". Nato il 23 dicembre 1929 in Oklahoma, si trasferisce non ancora tredicenne nella California meridionale, dove inizia a studiare la tromba. Non ancora ventenne irrompe nel mondo del jazz affiancando Charlie Parker nelle performances al celebre "Billy Berg's". Mentre continua a lavorare con Parker studia al "El Camino College" di Los Angeles; in questo periodo viene decisamente influenzato dal nascente cool jazz ispirato dal manifesto programmatico di Miles Davis "Birth of the Cool". Proprio dalla sintesi e dalla elaborazione sonora degli imput forniti da "Birth of the Cool" si sviluppa cosi' quello che viene definito "West Coast Jazz" e che vede al tempo protagonista proprio il quartetto di Baker e Mulligan, una formazione che propone come una sorta di ritorno alla pura melodia e che si caratterizza per i suoi suoni rarefatti e imponderabili, legati decisamente alla cantabilita' del jazz degli anni '30. Brano simbolo di quegli anni e' senza dubbio la splendida "My Funny Valentine". Proprio in questo periodo Baker inizia a coltivare ogni sorta di eccesso ed ad assumere ogni tipo di droga. Finisce, insieme a Mulligan, in galera. Scioglie il sodalizio con Mulligan e forma un suo nuovo quartetto con Dick Twardzik (che muore di overdose nel '55). Diviene un personaggio di culto, scandaloso per la morale comune ma che, al tempo stesso, viene corteggiato per concerti, incisioni e sessions in giro per il mondo, soprattutto in Europa ed in Italia, che diventa in pratica la sua patria adottiva. Qui suona nei night club e Fulvio Bernardini lo vuole per un periodo alla Bussola di Viareggio. Sempre in Italia accompagna Caterina Valente e, trovato in stato di semincoscienza con la siringa ancora nel braccio, sconta sedici mesi di carcere. Al culmine del successo italiano, diviene ospite fisso del milanese "Capolinea" ed incide il celebre "Chet Is Back". A meta' anni '60 rientra negli Stati Uniti, dove finisce in galera. Esce nel '68 e viene subito selvaggiamente picchiato da alcuni spacciatori. Perde cosi' tutti i denti. La sua carriera sembra finita. Alla fine del '69 viene nuovamente arrestato per fatti di droga. Nel '73, grazie anche all'aiuto di Dizzy Gillespie, Baker, con una dentiera nuova, torna a suonare la tromba. Nel corso di tutti gli anni '70 torna ad incidere, si cimenta in una lunga serie di concerti alla guida di piccoli gruppi formati dagli amici di sempre, riscuotendo un successo tanto commerciale quanto di critica. Negli ultimi anni di vita incide con il pianista Paul Bley ("Diane"), dal vivo a Tokio ("Four"), a Roma una serie di "work in progress - "Silence" (con Charlie Haden, Billy Higgins, e numerosi musicisti italiani), "Little Girl" (con lo Space Jazz Trio), e il controverso ma interessante "Chet on Poetry", che lo vede impegnato anche nella veste di cantante e narratore di poesie. Muore, in un tragico e misterioso volo dalla finestra di un anonimo albergo di Amsterdam, un venerdi' di maggio del 1988. La migliore testimonianza su Baker rimane quella del film "Let's Get Lost" di Bruce Weber: Resta impresso nella memoria il suo saluto gentile che chiude il film in una atmosfera surreale, mentre canta "Arrivederci" con Celentano e Mina e quel corpo sfracellato sull'asfalto senza un perche' - o forse con troppi perche'.
Euro
18,00
codice 2103465
scheda
Baker chet / art pepper playboys (Pictures of heath) + 1 track - colored vinyl
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1957  waxtime in color 
jazz
ristampa limitata in vinile 180 grammi colorato, rimasterizzata con sistema DMM (Direct Metal Mastering), copertina pressocche' identica sul fronte alla prima molto rara tiratura uscita su Pacific Jazz nel 1957, con note supplementari e foto sul retro, e con l' inclusione di una traccia in piu' ("Little Girl", incisa il 26 luglio del 1956 da Chet Baker, Art Pepper, Richie Kumaca, Pete Jolly, Leroy Vinnegar e Stan Levey), del disco ristampato nel 1961 come "Pictures of Heath", con copertina cambiata. Registrato il 31 ottobre del 1956, con formazione composta da Chet Baker (tromba), Art Pepper (sax alto), Phil Urso (sax tenore), Carl Perkins (pianoforte), Curtis Counce (contrabbasso) e Laurence Marable (batteria), questo lp fu frutto del terzo incontro in studio fra il grande trombettista Chet Baker ed il sassofonista Art Pepper, dopo gli albums "The Route" e "Chet Baker Big Band". Un west coast jazz vivace e svolazzante ma senza mai essere esplosivo, occasionalmente rallentato in alcune ballate, e' alla base di questo lavoro, composto in gran parte da interpretazioni di brani di Jimmy Heath. Questa la scaletta: ''Picture of Heath'', ''C.T.A.'', ''For minors only'', ''Tynan tyme'', ''For Miles and Miles'', ''Resonant emotions'', ''Minor-yours''. Uno degli esponenti principali del jazz californiano, Chet Baker suono' gia' giovanissimo con Stan Getz, Dexter Gordon e Charlie Parker, uno dei suoi primi sostenitori. Nel 1952 venne ingaggiato da Gerry Mulligan e l'anno successivo venne eletto miglior trombettista dell'anno dalla rivista Down Beat, diventando una delle punte di diamante del cosiddetto cool jazz; grande sia come trombettista che come cantante, Baker ha avuto una lunga e prolifica carriera ed una vita maledetta, terminata in modo tragico e misterioso ad Amsterdam nel 1988. Considerato uno dei massimi sassofonisti della costa occidentale degli USA, il californiano Art Pepper (1925-1982) e' apprezzato fra le altre cose per aver sviluppato uno stile personale con uno strumento, il sax alto, dominato dalla figura di Charlie Parker. Pepper si fa notare negli anni '40 suonando nella big band di Benny Carter e poi in quella di Stan Kenton, con la quale vive uno dei suoi periodi migliori fra il 1947 ed il 1952. Nonostante i crescenti problemi di droga, gli anni '50 lo vedono in grande forma artistica ed i dischi incisi per la Contemporary alla fine del decennio sono molto considerati (citiamo ''Modern jazz classics'' e ''Meets the rythm section''); purtroppo il decennio successivo lo vede invischiato nella tossicodipendenza ed in lunghi periodi di detenzione, che ne interrompono per anni il lavoro in studio. Nei momenti di liberta' Pepper si esibisce comunque dal vivo, con uno stile indurito dall'influenza di Coltrane ed Ornette Coleman. Il sassofonista riesce finalmente a liberarsi dai suoi problemi personali e ritorna con successo sulle scene a meta' anni '70, fino a venire considerato uno dei massimi alto sassofonisti del jazz al momento della sua morte, avvenuta nel 1982.
Euro
19,00
codice 2103858
scheda
Ballard hank you can't keep a good man down
lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1968  polydor 
soul funky disco
ristampa copertina senza barcode pressoche' identica alla prima molto rara tiratura. Da non confondersi con l' omonima raccolta (con copertina pressoche' identica) pubblicata dalla Soul Brother Records nel 2008, il terzo magnifico album a tutti gli effetti solista, prodotto da James Brown e pubblicato per la King nel 1968, dopo "24 Hit Tunes" (1966) e prima di "Hangin' With Hank" (1976), dall' ex leader dei Royals e dei Midnighters. Una delle massime testimonianze del talento straordinario di uno dei grandissimi della musica nera sin dagli anni '50, capace dopo i suoi grandi trascorsi tra doo-wop, r'n'b e quant'altro (sua la "The Twist" che un anno dopo la sua versione, riproposta da Chubby Checker nel 1960, fu un immenso successo iniziando un vero e proprio sotto-filone del r'n'roll), di riciclarsi e trovare modo di esprimersi ancora su grandissimi livelli nel corso di una proficua collaborazione con James Brown, nel periodo in cui quest' ultimo con i JB's creava una vera e propria "factory" di innumerevoli artisti e musicisti all' insegna di uno straordinario deep funk il cui marchio di fabbrica e' immediatamente riconoscibile. Ecco la lista completa dei brani: How You Gonna Get Respect (Part 1) / Terdrops On Your Letter / You're So Sexy / Funky Soul Train / Slip Away / Which Way Should I Turn / With Your Sweet Lovin' Self / Are You Lonely For Me Baby / Thrill On The Hill / Woman Is Man's Best Friend / Unwind Yourself / Come On Wit' It.
Euro
19,00
codice 2103553
scheda

Page: 4 of 58


Pag.: oggetti: