Hai cercato:  immessi ultimi 60 giorni --- Titoli trovati: : 1638
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Ammons gene Funky
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1957  prestige 
jazz
Copertina lucida a busta senza codice a barre, label blu con scritte argento. Ristampa dell'album originariamente pubblicato dalla Prestige nel 1957. Inciso al Rudy Van Gelder Studio di Hackensack, New Jersey, l'11 gennaio del 1957, con formazione composta da Gene Ammons (sax tenore), Art Farmer (tromba), Jackie McLean (sax alto), Mal Waldron (pianoforte), Kenny Burrell (chitarra), Doug Watkins (contrabbasso) e Art Taylor (batteria). Frutto di una sessione di ''all stars'', questo lp vede Ammons cimentarsi con un jazz che spazia fra hard bop e venature soul, con sonorita' fluide e melodiche e dai toni solari e svagati. Questa la scaletta: ''Pint size'', ''King size'', ''Funky'', ''Stella by starlight''. Gene Ammons, nato a Chicago il 14 aprile del 1925 e morto il 23 luglio del 1974 sempre a Chicago, cresce con il boogie-woogie di suo padre Albert nel sangue, ben presto si dedico' allo studio di altri strumenti, diversi dal piano del padre, tra i quali predilesse il sax tenore. Suo maestro fu Walter Dyette, della celebre "DuSable High School" (insegnante, tra gli altri, anche di Nat King Cole e Ahmad Jamal), ma la sua vera fonte ispiratrice furono, senza dubbio, le morbide, liriche e rilassate sonorita' di Lester Young. Esordi' verso la fine della Seconda guerra mondiale, prima nella band di King Kolax, e in seguito nella sezione fiatistica della gloriosa band di Billy Eckstine che e' stata il trampolino di lancio di grandi musicisti come Parker, Gillespie e Davis. Musicista di difficile collocazione quanto di indubbia levatura, nella sua carriera ottenne un grande successo discografico. Definito dal critico J.E. Berendt come il piu' personale e potente, ricco e corposo, tra i sassofonisti provenienti dalla "scuola" di Lester Young. Ira Gitler defini' il suo sound "Grande come una casa, come un grande magazzino di quindici piani, e inoltre molto vocale". Si esprimeva agilmente e senza difficolta' sia nel lancinante e sguaiato stile "honkers"che nelle piu' seducenti e soffici "ballads". Dopo l'esperienza nella band di Eckstine, Ammons passa, in sostituzione di Stan Getz, nell'orchestra di Woody Herman, e negli anni Cinquanta diviene protagonista, con Dexter Gordon, di "battaglie musicali" e "cutting contest", per poi distinguersi alla guida di un brillante settetto in coabitazione con il sassofonista Sonny Stitt ed in importanti collaborazioni con svariati gruppi, partecipazioni ai piu' importanti festival e manifestazioni internazionali, il tutto arricchito da una vasta produzione discografica. La sua vita privata e artistica diviene pero' sempre piu' gravemente segnata dalle sofferenze legate al consumo di stupefacenti. Nel '58 viene arrestato e condannato a due anni di reclusione, e nel '62 tornera' in carcere fino al '69. I suoi lavori discografici pero' ottennero, mentre lui era in carcere, un grande successo e, dopo la definitiva uscita dalla cella di reclusione, Ammons riprese ad esibirsi dal vivo, partecipando anche ad incisioni discografiche di Mingus, Adderley, Coltrane, Farmer e della sua "guida spirituale" Lester Young. Incise anche numerosi dischi come "leader". Dara' poi vita ad una autentica "scuola" di tenoristi quali Johnny Griffin e Clifford Jordan e rivaleggiera' in popolarita' con l'altro irruento tenorista Von Freeman, insieme al quale sara' il piu' autorevole rappresentante dell'avanguardia nello sviluppo della scuola tenorile di Chicago.
Euro
19,00
codice 2110898
scheda
Amon duul paradieswarts duul (+ 2 tracks)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1971  wah wah 
rock 60-70
Ristampa del 2008, con copertina pressoche' identica alla prima molto rara tiratura del 1972, ma arricchita della presenza di due tracce aggiunte, "Eternal Flow" e "Paramechanical World", da un raro singolo del 1970 uscito per la stessa etichetta Ohr che avrebbe pubblicato l' album. Si tratta del terzo ed ultimo album del gruppo tedesco, sicuramente il loro piu' raro, uscito nel 1971 prima di ''Disaster'' (che contiene pero' brani risalenti al 1969) e dopo ''Collapsing'', diversissimo da tutti gli altri lavori del gruppo, assai piu' simile al classico sound dell'underground germanico del periodo, e' un lavoro assolutamente lontano dal chaos anarcoide degli altri esperimenti della band, qui prevalgono arrangiamenti folk e psychedelici carichi di magia e suggestione. Tra i brani ''Love is peace'', inno degli hippies tedeschi. Gli Amon Duul facevano parte, come gli Amon Duul 2, della comune di Essen, i membri del gruppo si divisero in due tronconi diversi nel 1968, a causa delle differenze ideologiche, piu' interessati al lato politico e multimediale, gli Amon Duul 1 pubblicarono 3 albums dal 1969 al 1971, oltre ed uno postumo, la loro era una musica senza compromessi, molto rituale, a base di percussioni, chitarre, suoni e rumori, influenzatissima dalle droghe, che si svolgeva in un clima anarcoide e largamente improvvisato, i loro albums sono testimonianze spettacolari della cultura underground europea e, seppur di difficile ascolto, hanno lasciato una traccia indelebile nella musica tedesca degli anni '70.
Euro
27,00
codice 2111472
scheda
Amos tori Under the pink (ltd pink)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1994  atlantic 
indie 90
Ristampa limitata, rimasterizzata, estesa a doppio vinile colorato rosa (nessun brano extra). Lp pubblicato in Usa dalla Atlantic (82567-1) nel gennaio 94, dopo "Little earthquakes" (92), prima di "Boys for pale" (98), il secondo album, giunto alla posizione n.12 in Usa e alla n.1 in Uk. Trainato dal singolo "Cornflakes girl", esempio di pop song dall'anima rock, basata prettamente sul pianoforte, "Under the pink" viene considerata l'opera della consacrazione dell'artista che abbina matrici classiche ad un rock sofisticato alla Kate Bush, con liriche intime che trattano anche di religione e sessualita'. si segnala la partecipazione di Trent Reznor. Famosa cantautrice americana accostata a Kate Bush ed a Joni Mitchell, Tori Amos lascia presto il Maryland per la California, con l'intento di dedicarsi alla musica; dopo un primo lavoro fra pop e metal, ''Y kant Tori read'' (1988), che si rivela un totale insuccesso, la cantante elabora uno stile piu' personale e vicino alla musica d'autore, in cui si incontrano rock anni '70, pop ed influenze delle classiche voci femminili del rock (Joni Mitchell e Kate Bush sono spesso citate come riferimenti). I successivi tre album, ''Litlle earthquakes'' (1992), ''Under the pink'' (1994) e ''Boys for pele'' (1996), ottengono successi sempre maggiori e la rendono una delle cantautrici piu' famose in ambito pop rock, grazie anche ad uno stile vocale fortemente emotivo e quasi catartico. La sua carriera prosegue oltre l'inizio del nuovo secolo.
Euro
43,00
codice 2111932
scheda
Ana y jaime Dire' a mi gente
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  munster 
rock 60-70
Copertina senza codice a barre, inserto con foto a colori e note a cura del collezionista e DJ messicano Carlos Icaza (aka Tropicaza, della Dublab/Worldwide FM). Ristampa del 2022 ad opera della Munster, la prima in assoluto in vinile e pressoché identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1969 dalla Discos in Colombia, questo è il primo album, precedente "Este viento" (1970), del duo colombiano, composto a Ana e Jaime Valecia Aristizabal, sorella e fratello colombiani, all'epoca delle incisioni giovanissimi; i due avrebbero continuato a pubblicare dischi nel corso dei decenni successivi. "Diré a mi gente" è considerato un classico del pop colombiano degli anni '60, una deliziosa sintesi fra pop melodico, canzone di protesta folkeggiante e garage rock inacidito dal fuzz. Un'opera grezza ed acerba, espressione di ad un tempo di rabbia e dolcezza adolescenziale, accostata a Pablus Gallinazo, Elia y Elizabeth ed il duo post Los Yetis di Norma y Dario. La voce femminile di Ana, che canta in spagnolo, si esprime con candore e convinzione, sembrano a volte più matura della sua giovanissima età, a volte rivelandola invece nella sua delicatezza, supportata da un sound diretto, senza molti fronzoli, in spiccano le chitarre fuzz, occasionale organetto e chitarra acustica latineggiante. Fra i pezzi da citare la piccola magia di rock latino di "Jerusalem".
Euro
28,00
codice 3514486
scheda
Anderson jesse Send Me Some Loving C.O.D. / Help Wanted
7" [edizione] nuovo  stereo  usa  1972  jewel 
soul funky disco
Singolo in formato 7", ristampa pressoche' identica alla prima rara tiratura (quindi con copertina neutra ed etichetta azzurra con scritte e logo neri, foro al centro largo), del notevole settimo ed ultimo singolo solista del cantante, chitarrista e sassofonista afroamericano di Paris, Arkansas, gia' negli Sparklers che accompagnarono Willie Wright all' inizio degli anni '60. Due brani a dir poco eccellenti, con una "Send Me Some Loving C.O.D." splendidamente sospesa tra soul e funk, e sul retro una ballata soul-r'n'b di pari livello, "Help Wanted". Soul - R'n'B singer - songwriter. Noto soprattutto per aver co-scritto il brano blues "Somebody Loan Me a Dime", e per il suo singolo "I Got a Problem" del 1969, Anderson era un autore ed interprete di eccelso livello, la cui produzione e' stata purtroppo assai parca (solo sette singoli, pubblicati tra il 1962 ed il 1972), ma meritevole di una riscoperta.
Euro
5,00
codice 2110899
scheda
Anderson marisa Traditional and public domain songs
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2013  mississippi 
indie 2000
Copertina senza codice a barre, allegato libretto di dodici pagine con note e testi. Ristampa del 2017 ad opera della Mississippi, con copertina esclusiva, ordine dei brani in scaletta modificato e con due bonus tracks ("Bread and roses", posta all'inizio della prima facciata, e "Amazing grace", posta all'inizio della seconda). Originariamente pubblicato nel dicembre del 2013 dalal Grapefruit, in una tiratura limitata a 500 copie, il molto raro quarto album solista, successivo a "Mercury" (6/2013) e precedente "Into the light" (2016). Con questo album la Anderson si dedica alla personale interpretazione di brani tradizionali e di pubblico dominio della musica popolare statunitense, dal country folk al blues ed al gospel, suonando la sola chitarra elettrica, e presentando versioni esclusivamente strumentali (tuttavia il libretto allegato contiene anche i testi di questi storici brani, che sono stati interpretati tante volte in versioni vocali da numerosi artisti). E' un album dalle sonorità sparse, ora distese e contemplative, ora più ombrose e malinconiche, nelle quali il folk blues viene ricondotto ad una essenza densissima di emozioni. Originaria della California settentrionale ma basata a Portland, Marisa Anderson è una chitarrista e compositrice con una variegata carriera artistica, che l'ha vsta membro del gruppo country folk The Dolly Ranchers come dello ensemple di musica improvvisata Evolutionary Jass Band, oltreché come solista in apprezzati lavori basati sulla chitarra come l'acclamato terzo album "Mercury" (2013), nei quali la Anderson crea una fusione di si stili americani che vanno dal jazz al gospel, dal blues al jazz, dalla musica da circo all'avanguardia minimalista ed elettronica. Oltre che alla carriera musicale, la Anderson ha dedicato molte energie anche all'attivismo ambientalista. Fra il 1997 ed il 2003 ha fatto parte della sopracitata band The Dolly Ranchers, suonando in entrambi i loro lp, e poi prese parte alle incisioni di tre albums della Evolutionary Jass band. Il suo primo lp solista "Holiday motel" uscì nel 2005/6, seguito nel 2009 da "The golden hour", composto totalmente da musica improvvisata, e nel 2013 dall'acclamato "Mercury" e da "Traditional and public domain songs", opera dedicata all'interpretazione di traditionals statunitensi.
Euro
23,00
codice 3514465
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1971  bonfire records 
rock 60-70
ristampa del 2022, in vinile 180 grammi, con copertina non apribile. Pubblicato nel 1971 dalla Deram in Gran Bretagna, il primo album solista del chitarrista scozzese, precedente ''Celtic moon'' (1988). Dopo la sua militanza nel Keef Hartley Group, Anderson da' sfogo in questo lp solista a molteplici inclinazioni stilistiche, passando da episodi cantautorali a brani pop melodici vicini ai Bee Gees o ai Carpenters (''Grey broken morning''), dal folk rock (''Shadows 'cross my wall'', con il flauto di Lyn Dobson) ad un rock piu' sanguigno ma sempre melodico che richiama i CS&N. Stimato chitarrista scozzese, Miller Anderson ha fatto parte di alcuni importanti gruppi dagli anni '60 in poi, oltre a pubblicare sporadicamente qualche lavoro solista, iniziando con ''Bright city'' nel 1971. Fra suoi primi gruppi ci furono, negli anni '60, The Voice e At Last The 1958 Rock 'n' Roll Show (di cui faceva parte anche Ian Hunter, futuro Mott The Hoople), quindi, alla fine del 1968, si uni' alla Keef Hartley Band, suonando con loro a Woodstock ed in cinque album. Suono' poi, negli anni '70, con Savoy Brown, Dog Soldier (ancora con Keef Hartley), una tarda incarnazione dei T. Rex (nel 1976) e Donovan. La sua carriera continua nei decenni successivi con progetti in collaborazione con altri musicisti.
Euro
27,00
codice 3029072
scheda
Angry samoans back from samoa (orange vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1982  triple x / nickel and dime 
punk new wave
ristampa del 2022, edizione limitata in vinile arancione, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura. Il primo favoloso album, uscito nel novembre del 1982 dopo il mini "Inside My Brain" e dopo un ep a nome Queer Pills, della band hardcore californiana di Los Angeles. Sono stati tra le primissime band hardcore, ma nella loro musica era miracolosamente conservato, nonostante la velocita' e la brevita' dei brani (14 episodi per 17 minuti di durata!), tutto lo spirito del primo punk rock americano. Qui ancora nella formazione originaria guidata da Gregg Turner e Metal Mike Saunders, entrambi ex Vom, e con il mitico Jeff Dahl (ex Vox Pop) ospite in un brano. Tra i brani, oltre alla divertente cover del classico dei 60's "Time has come today", soprattutto le irresistibili "My old man's a fatso", "They saved Hitler's cock", "Tuna Taco" e la magnifica "Coffin Case", che in soli 42 secondi condensa il meglio della prima e della seconda scena punk californiana! Come il precedente mini, un disco leggendario e tra i piu' belli che tutto il punk americano abbia prodotto. Dopo questo album il gruppo scomaprira' per qualche tempo dalle scene, riformandosi a meta' del decennio e continuando negli anni, smussando solo in parte la propria vena graffiante ed iconoclasta. Band tra le primissime della scena hardcore americana, ma capace di conservare sempre nella sua musica, nonostante la velocita' e la brevita' dei brani, tutto lo spirito del primo punk rock americano, gli Angry Samoans sono un gruppo davvero unico ed inimitabile. Dopo il primo mini album ''Inside my brain'' (1980), il gruppo perdera' il suo originario cantante (e chitarrista) Metal Mike Saunders, sostituito degnamente dall'ex Vox Pop Jeff Dahl (entrambi saranno poi autori di numerosi singoli solisti); il successivo album "Back From Samoa" (1982) si manterra' sugli stessi livelli dello strepitoso esordio, poi il gruppo continuera' negli anni smussando solo in parte la propria vena graffiante ed iconoclasta.
Euro
33,00
codice 3029071
scheda
Anonima sound ltd red tape machine
lp [edizione] ristampa  stereo  ita  1972  akarma 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Ormai rara ristampa su Akarma, la seconda realizzata dall' etichetta italiana dopo la prima del 1999, copertina apribile cartonata, senza barcode e lucida all' esterno, pressoche' identica alla prima rarissima tiratura uscita nel 1972 su etichetta Arcobaleno, catalogo AK1006, etichetta a colori con logo con santone su un lato e in bianco e nero con titoli dall' altro, nella appunto seconda versione con catalogo indicato in alto a destra e non in basso. L' unico album della band progressive italiana di Urbino. Da bellissimo libro e sito internet "ItalianProg" di Augusto Croce: "Formata ad Urbino nel 1964, l'Anonima Sound era un trio beat-pop che realizzo' 4 singoli fino al 1970, quando il loro leader Ivan Graziani (di Teramo) li abbandono' per una carriera solistica di successo durata fino alla sua morte nel 1997. Il loro 45 giri d'esordio Fuori piove ebbe un grande successo. Gli altri riformarono il gruppo nel 1971, cambiando nome in Anonima Sound Ltd. e con il nuovo chitarrista Massimo Meloni, e realizzarono un buon singolo cantato in italiano nel 1971, Io prendo amore. Un anno più tardi un radicale cambiamento nella formazione la trasformo' in un gruppo di 7 elementi con due americani, il cantante/flautista Richard Ingersoll e la percussionista Claudine Reiner, e il chitarrista inglese Peter Dobson, ed uno stile musicale fortemente influenzato dalla scena rock e prog inglese del tempo. Il loro unico album, uscito sull'etichetta Arcobaleno, ha forti influenze di gruppi come i Jethro Tull, con un buon uso del flauto ed interamente cantato in inglese, ed e' scarsamente rappresentativo della musica italiana di quegli anni.
Euro
30,00
codice 253046
scheda
Anti-nowhere league We are...the league
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1982  daily records 
punk new wave
Ristampa del 2019, in edizione limitata, copertina senza barcode pressoche' identica alla prima rara tiratura, e corredata di inner sleeve. Uscito in Inghilterra nel maggio 1982 su WXYZ, il primo storico album della punk band inglese formatasi a Turnbridge Wells nel 1980, tra le piu' importanti della seconda ondata punk inglese; pubblicato dopo i primi due singoli "Streets of London" e "I Hate People", che avevano avuto un riscontro di vendite sorprendente, grazie anche alla scelta della cover del brano di Ralph McTell ("Streets of London" appunto) come facciata A dell' esordio (un vero punk anthem nelle loro mani!). L' album, che include le facciate A dei due singoli, cosi' come la b-side del secondo "Let's Break The Law", oltre al singolo "Woman" che ne venne presto tratto, giunse addirittura al 24esimo posto delle charts inglesi "ufficiali", proponendo un punk rock grezzo ed anthemico, immediato ed efficacissimo, di chiara discendenza Clash. Dopo questo disco un live album ed un mediocre tentativo di riammodernare il proprio sound in una chiave hard rock decisamente inappropriata chiusero la parabola del gruppo, di cui comunque "We Are...The League" resta un testamento davero efficace. Il secondo lp in studio ''The perfect crime'' arrivera' solo nel 1987.
Euro
19,00
codice 3028910
scheda
Antony and the johnsons i am a bird now
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2005  secretly canadian 
indie 2000
inner sleeve, inserto, adesivo sul cellophane, copertina senza codice a barre, etichette bianche con scritte rosse su un lato, nere sull'altro. il secondo atteso album dell'artista inglese trapiantato a New York, il cui esordio, dopo anni di oscurita' e grazie alla riscoperta da parte di David Tibet dei Current 93, aveva fatto gridare al capolavoro. tra i suoi estimatori Lou Reed, che lo ha voluto in "the raven" e nei suoi concerti, e che compare, insieme ad altri ospiti, tra cui Devendra Banhart e Boy George, nelle registrazioni di questo lavoro. le canzoni dell'album ruotano intorno alla struggente voce di Antony, in certi casi accompagnata solo dal pianoforte, in altri, a questo, vi si aggiungono lievi arrangiamenti di archi e cori, una musica molto intima ed elegante, dagli accenti bluesy e spirituals, con influenze Tim Buckley.
Euro
29,00
codice 2111947
scheda
Anunnaki Martyr of alexandria (swirl)
LPM [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  cardinal fuzz 
indie 2000
edizione limitata in vinile colorato swirl. Dave Read (Moths & Locusts) e Arlen Thompson (Wolf Parade) continuano la loro ricerca sonora in ambito ambient drone e psichedelia con questo lavoro, il loro ottavo, mini album di 30 minuti, concept dedicato ad Ipazia una filosofa pagana, astronoma e matematica conosciuta ai suoi tempi come insegnante dotata di grandi saggezza, uccisa da una folla cristiana nel 415 d.c.
Euro
31,00
codice 2110684
scheda
Aphex twin Selected ambient works 85-92
lp2 [edizione] ristampa  stereo  uk  1992  apollo 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Doppio album, ristampa ufficiale degli anni 2000, rimasterizzata, copertina lucida, etichette custom in bianco e nero, catalogo AMBLP3922. Il primo album, uscito prima di "Selected Ambient Works vol. 2", pubblicato il 12 Febbraio del 1992, capolavoro "ambient techno" del grande genio dell'elettronica Richard D. James aka Aphex Twin. Si tratta di una raccolta di materiali registrati a partire dall'adolescenza che mostra il precoce talento del musicista, fanatico della tecnologia che ama modificare strumenti elettronici per ottenere sonorita' inedite. L'album, che appartiene al filone allora nascente della "intelligence techno", costituisce il piu' valido esempio della sua musica ed uno dei migliori esempi di elettronica d'ascolto. Irlandese di Limerick, inizia giovanissimo a comporre musica elettronica (a 14 anni) in solitudine, in Cornovaglia dove vive. La sua musica e' sempre stata caratterizzata da esperimenti a cavallo tra la sperimentazione 'noise' elettronica, la dance e l' ambient. I suoi singoli sono spesso accompagnati da video provocatori. Inizia ad incidere nel '91 dopo l'abbandono dell'amico Tom Middleton dell' iniziale progetto Aphex Twins; elimina il plurale ed incide il singolo "Analogue Bubblebath" (Mighty Force). Nel 1992 firma per l'etichetta belga R&S e pubblica il singolo "Digeridoo", un brano dalla ritmica esasperata che diventa un classico nei club dove si balla "hardcore techno". Poi esce il suo primo e celebre album "Selected Ambient Works 85-92". In seguito James dara' luogo a varii progetti con nomi diversi (AFX, Caustic Window, Poligon Window...) e, influenzato dal minimalismo e dalla "ambient music" incidera' nel '94 l'album dal titolo "Selected Ambient Works vol.2", che sara' di ispirazione per tutta l'elettronica isolazionista. Nel '95, dopo l'antologico "Classics" e l'eclettico "I Care Because You Do", si dedica alla raccolta di materiale registrato negli anni precedenti, destreggiandosi tra "industrial", "trip hop" e "pop"; inoltre e' da ricordare che Philip Glass remixera' il brano "Icct Hedral", contenuto nel singolo "Donkey Rhubarb. Nel '96 esce l'album "Richard D. James" che sperimenta inedite soluzioni ritmiche e pop, inglobando anche elementi tipici del classicismo e dell'avanguardia (Satie). Poi, tra il '97 ed il '99, soprattutto con l'ep "Come To Daddy" riscuote diversi consensi grazie anche al video del brano, opera di un giovane Chris Cunningham. Senza alcun dubbio uno dei musicisti piu' influenti della scena elettronica contemporanea.
Euro
32,00
codice 253035
scheda
Aphex twin Syro
Lp3 [edizione] nuovo  stereo  eu  2014  warp 
indie 90
Copertina apribile in 3 parti, e relative 3 inner sleeves, adesivo sul cellophane, etichette bianche con foto, triplo Lp pubblicato nel settembre 2014, dopo "Drukqs" (01), il sesto album. Registrato nel corso di un periodo di diversi anni in vari studi, fra cui il proprio in Scozia, si articola in 12 tracce che incorporano diversi sottogeneri della music a elettronica, fra cui techno sperimentale, glitch, jungle e ambient; il tutto in un assetto ormai tipico del producer, il quale riesce a coniugare melodia con architetture sonore che regalano sempre soluzioni interessanti e piacevoli. Richard D. James, meglio noto come Aphex Twin, inizia giovanissimo a comporre musica elettronica in solitudine, nella natia Cornovaglia. La sua musica e' sempre stata caratterizzata da esperimenti a cavallo tra la sperimentazione ''noise'' elettronica, la dance e l' ambient. I suoi singoli sono spesso accompagnati da video provocatori. Inizia ad incidere nel '91 dopo l'abbandono dell'amico Tom Middleton dell' iniziale progetto Aphex Twins; elimina il plurale ed incide il singolo "Analogue Bubblebath" (Mighty Force). Nel 1992 firma per l'etichetta belga R&S e pubblica il singolo "Digeridoo", un brano dalla ritmica esasperata che diventa un classico nei club dove si balla "hardcore techno". Poi esce il suo primo e celebre album "Selected Ambient Works 85-92", che mostra il precoce talento del musicista, fanatico della tecnologia che ama modificare strumenti elettronici per ottenere sonorita' inedite. L'album, che appartiene al filone allora nascente della "intelligent techno", e' seguito nel 1994 da "Selected ambient works, vol. 2", altrettanto apprezzato. James ha dato luogo anche ad ulteriori progetti con nomi diversi (AFX, Caustic Window, Poligon Window...).
Euro
40,00
codice 2111775
scheda
Aphex twin windowlicker
12" [edizione] nuovo  stereo  uk  1999  warp 
indie 90
ristampa pressoché identica all'originale. etichetta custom fotografica. Pubblicato nel marzo del 1999 dalla Warp in Gran Bretagna e dalla Sire negli USA, il celebrato ep ''Windowlicker'' usci' dopo il quarto album ''Richard D. James album'' (1996) e prima del quinto lp ''Drukqs'' (2001). Considerato da molti uno dei massimi vertici della musica del compositore elettronico inglese, questo ep contiene tre brani inediti su album, dai toni e dagli stili differenti: ''Windowlicker'', che venne accompagnata da un celebre video, inquietante, sensuale e comico al tempo stesso, e' un pezzo melodico e notturno, in cui gli interventi vocali hanno inequivocabili richiami erotici, sostenuti da un ritmo e da melodie languide e relativamente distese; ''Equation'' si colloca invece sul versante piu' astratto e spigoloso della musica di Aphex Twin, con i suoi ritmi irregolari in preminenza, mentre il brano di chiusura ''Nannou'' e' una delicata litania cerebrale, rarefatta fin quasi al silenzio. Richard D. James, meglio noto come Aphex Twin, inizia giovanissimo a comporre musica elettronica in solitudine, nella natia Cornovaglia. La sua musica e' sempre stata caratterizzata da esperimenti a cavallo tra la sperimentazione ''noise'' elettronica, la dance e la ambient. I suoi singoli sono spesso accompagnati da video provocatori. Inizia ad incidere nel '91 dopo l'abbandono dell'amico Tom Middleton dell' iniziale progetto Aphex Twins; elimina il plurale ed incide il singolo "Analogue Bubblebath" (Mighty Force). Nel 1992 firma per l'etichetta belga R&S e pubblica il singolo "Digeridoo", un brano dalla ritmica esasperata che diventa un classico nei club dove si balla "hardcore techno". Poi esce il suo primo e celebre album "Selected Ambient Works 85-92", che mostra il precoce talento del musicista, fanatico della tecnologia che ama modificare strumenti elettronici per ottenere sonorita' inedite. L'album, che appartiene al filone allora nascente della "intelligent techno", e' seguito nel 1994 da ''Selected ambient works, vol. 2'', altrettanto apprezzato. James ha dato luogo anche ad ulteriori progetti con nomi diversi (AFX, Caustic Window, Poligon Window...).
Euro
24,00
codice 2111958
scheda
Apoteosi Apoteosi (clear purple)
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1975  ams 
rock 60-70
Ristampa del 2022 in vinile colorato viola trasparente, ad opera della AMS, copertina pressoche' identica alla estremamente rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1975 dalla etichetta locale calabrese Said in Italia, l'unico leggendario e ricercato album degli Apoteosi, quintetto proveniente da Palmi in Calabria, attivi gia' da qualche anno all'epoca della pubblicazione del disco. Fronteggiati dalla cantante Silvana Ida', sono stati autori con questo lp di uno degli album piu' considerati del tardo rock progressivo italiano ed anche fra i piu' rari, a causa della pubblicazione su di una piccola etichetta e di una distribuzione locale. La voce morbida e mai sopra le righe di Silvana Ida' e' un tratto caratteristico del disco, laddove raramente i gruppi progressivi italiani avevano una voce solista femminile; altro tratto distintivo e' l'uso virtuosistico ed al tempo stesso creativo del pianoforte e del sintetizzatore di Massimo Ida', con le tastiere che ricoprono un ruolo primario nei lunghi e complessi brani, nei quali il lato tecnico e gli assoli tipici del progressive (molto bella la chitarra di Franco Vinci nell'ultimo brano, quello che da' il titolo all'album) non vanno a discapito dell'atmosfera. Il gruppo e' stato accostato da alcuni appassionati a gruppi come i Julian's Treatment, mantenendo comunque un'identita' mediterranea. Anni dopo, Massimo Ida' lavoro alla produzione ed alle incisioni dell'album ''Dylaniato'' di Tito Schipa Jr. (1982).
Euro
29,00
codice 2111313
scheda
lp2 [edizione] nuovo  stereo  usa  1970  now again 
soul funky disco
doppio album, allegato coupon per il download dell'album da internet e libretto di sedici pagine con foto, intervista ad Ed Nelson, immagini dei singoli e note biografiche, catalogo NA5093, adesivo di presentazione del disco sul cellophane. Pubblicata nel 2013 dalla Now Again, questa raccolta contiene la discografia completa del gruppo funk californiano Apple and the Three Oranges, guidato dal talentuoso batterista Ed ''Apple'' Nelson: furono artefici di una manciata di singoli su Stage, Stanson e Sagittarius che mostravano un'approccio diversificato al funk, dalle suggestioni talora psichedeliche (si senta ''Free and easy part 2''), ora invece intriso di un funk piu' fisico ed incalzante, ora rallentato e sensuale in morbide ed ammiccanti ballate. Il successo tuttavia li eluse, e solo pochi singoli vennero sfornati dalla band fra il 1970 ed il 1976. Questa la scaletta: ''What goes around comes around'' (1970), ''Free and easy pt. 1'' (1970), ''Free and easy pt. 2'' (1970), ''Down home publicity'' (1972), ''True love will never die'' (1972), ''My baby'' (1972), ''Curse upon the world'' (1974), ''Moonlight'' (1974), ''Gotta stand for something pt. 1'' (1974), ''Gotta stand for something pt. 2'' (1974), ''Love brings out the best of you'' (1972), ''My love needs your love (and everybody needs love)'' (1976), ''I'll give you a ring (When I come, if I come)'' (1976).
Euro
31,00
codice 3028915
scheda
Arab strap As days get dark
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  rock action 
indie 90
coupon per download, adesivo su cellophane, inner sleeve. copertina senza barcode (su adesivo). Dopo ben 16 anni da "the last romance", ed a cinque dalla reunion, tornano gli Arab Strap con un nuovo album in studio, un disco che cerca nuove strade sonore pur mantenendo ben chiara la via maestra. Prodotto da Paul Savage (già in tre precedenti albums del gruppo). note a seguire Formati a Falkirk nel 1995 da Aidan Moffat e Malcolm Middleton, gli Arab Strap sono stati uno dei piu' importanti e talentuosi gruppi della vivace scena indie rock scozzese di fine secolo. Caratterizzati da ritmi lenti, sonorita' sparse e crepuscolari in cui impiegavano scarne melodie chitarristiche come strumenti elettronici, atmosfere decadenti e testi cantati / narrati con un forte accento scozzese che parlano in modo diretto di sessualita', tradimenti, droghe ed alcol, gli Arab Strap divennero ben presto beniamini della critica britannica, che acclamo' il primo album ''The week never starts round here'' (1996), uscito come quasi tutte le loro pubblicazioni successive sulla cult label di Glasgow Chemikal Underground. Dopo una breve sequenza di album, il gruppo si sciolse nel 2006; Moffat ha portato avanti fra i tardi anni '90 ed i primi anni 2000 anche un altro progetto, Lucky Pierre.
Euro
26,00
codice 2111566
scheda
Arca Arca
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2017  xl recordings 
indie 2000
copertina apribile, inserto, etichette custom. Arca (vero nome Alejandro Ghersi) è un musicista d'origini venezuelane, conosciuto per le collaborazioni con Bjork, Kanye West, Mykki Blanco e FKA Twigs. Nel 2014 pubblica l?album di debutto, ?Xen?. Seguono ”Mutant” nel 2015 e l’album omonimo nel 2017. “Arca” (2017), terzo disco del producer e musicista, è un lavoro estremamente personale, questa volta Arca vuole esplorare la sua voce, lo dichiara fin da subito, “Ecco la mia voce e le mie viscere: sentitevi liberi di giudicare. È come la corrida: state guardando della violenza emozionale per piacere” . L’album rappresenta infatti un passo decisivo e convinto verso lo svilupparsi di una nuova dimensione ed estetica musicale, si va verso una sorta di forma canzone cantata, non tradizionalmente classica ma avanguardista, in bilico tra art pop e glitch pop.
Euro
34,00
codice 2110787
scheda
Arca Xen
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2014  mute 
indie 2000
Ristampa con booklet di 12 pagine, Lp pubblicato dalla Mute nei primi del novembre 2014, dopo il mixtape"&&&&&" (13), il debutto full lenght, per l'artista d'origini venezuelane, Alejandra Ghersi, conosciuto per le collaborazioni con Kanye West, Mykki Blanco e FKA Twigs. Elettronica d'avanguardia ottenuta processando e filtrando pianoforti, archi e quant'altro, con sofisticazioni sonore, ondulazioni, loops, reverberi, ritmiche continuamente sfaccettate e campionamenti vocali. Un mix di componenti classiche, dub step, IDM, techno e trance, che si rivela magnetico fin dal primo ascolto: un corpo sonoro a se' stante, plasmato da influenze multiple, che evidenziano il backgorund classico e l'abilita' nella manipolazione sonora attraverso sofware. Onehotrix Point Never, Forest Sword e Actress paiono come i principali riferimenti di questo lavoro.
Euro
25,00
codice 2110788
scheda
Arcade fire Arcade fire ep
12" [edizione] nuovo  stereo  eu  2003  arcade fire 
indie 2000
ristampa riamsterizzata con copertina esclusiva apribile. l'ep di debutto degli Arcade Fire, sette brani registrati nel 2002 e usciti in cd autoprodotto nel 2003, con una line-up diversa dai successivi lavori. Guidati dalla coppia Win Butler-Regine Chassagne, gli Arcade Fire propongono gia' dal primo album "Funeral", una musica intensa ed autunnale, in equilibrio tra indie-rock e post punk, contraddistinta da un pathos pervaso di romanticismo e da un suono pieno ed energico, con pianoforte e chitarre distorte in evidenza. Hanno ottenuto un forte consenso di critica e di pubblico e hanno condiviso le scene con personaggi del calibro di David Bowie e U2. La discografia si completa con "Neon bible" nel 2007, "The Suburbs" nel 2010 e "Reflektor" nel 2013.
Euro
23,00
codice 2111919
scheda
Arcade fire We (ltd bianco)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2022  sony 
indie 2000
edizione limitata in vinile bianco 180 grammi, copertina apribile con parti in rilievo e lucide, adesivo su cellophane. Il sesto album, l'ultimo con William Butler in formazione. Disco che dopo gli sperimentalismi del precedente "everything now" torna su sentieri ben conosciuti dalla band, pop rock energico e ballate folk moderne. note a seguire. Gruppo canadese formatosi a Montreal nel 2001. Guidati dalla coppia Win Butler-Regine Chassagne, gli Arcade Fire propongono gia' dal primo album "Funeral", una musica intensa ed autunnale, in equilibrio tra indie-rock e post punk, contraddistinta da un pathos pervaso di romanticismo e da un suono pieno ed energico, con pianoforte e chitarre distorte in evidenza. Hanno ottenuto un forte consenso di critica e di pubblico e hanno condiviso le scene con personaggi del calibro di David Bowie e U2.
Euro
36,00
codice 2111705
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2013  domino 
indie 2000
Vinile 180 gr., copertina apribile senza codice a barre con interno nero, corredata da coupon per il download digitale, da inserto con testi, adesivo di presentazione su cellophane, etichetta nera con scritte bianche sul primo lato, nera con disegno bianco sul secondo, Lp pubblicato dalla Domino nel settembre 2013, dopo "Suck and see" (11), il quinto album del gruppo inglese, giunto allaposizione n.1 delle charts britanniche. Prodotto, come altri, da James Ford (batterista dei Last Puppets Show, nonche' fondatore dei Simian) e da Ross Orton, "Am" si muove fra plurime derivazioni del rock: hard, blues, psichedelia, rock desertico, soul e hip hop, con piano e drum machine a supportare l'impianto sonico, in un rock elegante e magnetico, fondamentalmente inglese nel dna, (frequenti i rimandi a Smiths e Lennon, ma anche, come dichiarato dallo stesso Turner, Outcast e anche Black Sabbath), ma con suoni piu' cupi, moderni, carichi di tensione e disillusione. Partecipano come ospiti Josh Homme (QTSA), Pete Thomas (Elvis Costello, Tom Waits) e Bill Ryder-Jones (Coral). Gruppo inglese di Sheffield attivo dal 2002 e cresciuto di popolarita' grazie al passaparola nell'universo dei blog di internet, poi scritturati dalla Domino, gli Arctic Monkeys esplodono gia' con il primo singolo, "I bet you look good on the dancefloor", divenuto un successone, apparso su molte playlist. L'album ''Whatever people say I am, that's what I'm not'' (2006) ha raggiunto il primo posto delle classifiche inglesi, anche grazie all'espressivita' delle liriche, in cui si delineano personaggi e racconti di vita quotidiana di teenagers della working class, che gli estimatori del gruppo paragonano ai testi di Smiths, Felt, Specials e Streets. molto del fascino degli Arctic Monkeys risiede nello stile risoluto del cantante Alex Turner, supportato adeguatamente da una strumentazione ridotta all'osso dalle sonorita' scarne e dinamiche. la musica del gruppo, un indie pop chitarristico/melodico con influssi ska, e' pervasa da un'atmosfera immediata e fresca, come se fosse stata registrata in presa diretta e senza sovra incisioni. gli iniziali e naturali riferimenti a Coral, Strokes, si aprano, soprattutto in "Humbug" del 2009 e "Suck and see", del giugno 11, ad elementi rock piu' tirati, quasi stoner.
Euro
28,00
codice 2111778
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2009  domino 
indie 2000
Vinile da 180 grammi, copertina liscia apribile, inserto, inner sleeve , label custom. Pubblicato nell'agosto del 2009 dalla Domino in Gran Bretagna e negli USA, ''Humbug'' e' il terzo album degli Arctic Monkeys, uscito dopo ''Favourite worst nightmare'' (2007). Il gruppo inglese si fa qui produrre dall'americano Josh Homme (Queens Of The Stone Age), per un lavoro guidato da ritmi dinamici che sporadicamente rallentano a sostenere i pochi passaggi rarefatti del disco, a vantaggio di episodi carichi di tensione ritmica ma essenzialmente melodici, oltreche' memori della new wave. Gruppo inglese di Sheffield attivo dal 2002 e cresciuto di popolarita' grazie al passaparola nell'universo dei blog di internet, poi scritturati dalla Domino, gli Arctic Monkeys esplodono gia' con il primo singolo, "I bet you look good on the dancefloor", divenuto un successone, apparso su molte playlist. L'album ''Whatever people say I am, that's what I'm not'' (2006) ha raggiunto il primo posto delle classifiche inglesi, anche grazie all'espressivita' delle liriche, in cui si delineano personaggi e racconti di vita quotidiana di teenagers della working class, che gli estimatori del gruppo paragonano ai testi di Smiths, Felt, Specials e Streets. molto del fascino degli Arctic Monkeys risiede nello stile risoluto del cantante Alex Turner, supportato adeguatamente da una strumentazione ridotta all'osso dalle sonorita' scarne e dinamiche. la musica del gruppo, un indie pop chitarristico/melodico con influssi ska, e' pervasa da un'atmosfera immediata e fresca, come se fosse stata registrata in presa diretta e senza sovra incisioni. Riferimenti a Coral, Strokes.
Euro
26,00
codice 2111060
scheda
Arctic monkeys Suck it and see
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2011  domino 
indie 2000
Vinile 180 grammi, copertina apribile con titolo album scritto in rilievo, completa di coupon per scaricare in formato Mp3 e di inserto lucido con testi e foto in bianco e nero, adesivo sul cellophane, etichetta bianca con scritte nere sul lato 1, bianca con scritte nere sul 2, Lp pubblicato nel giugno 2011 dalla Domino, dopo "Humbug", (09), il quarto album della band inglese. Lavoro prodotto da James Ford (Simian e Simiam Mobile Disco), che si colloca in un contesto di transizione per quanto riguarda il suono della band inglese, oltre che a segnare una sempre piu' leadership di Alex Turner: ai riffs e alle ritmiche dance si interpongono melodie con ritornelli catchy, mescolando le leggerezza pop rock dei primi due album con elementi piu rock tirati quasi stoner, cosi come apparivano nell'ultimo "Hunmug". Gruppo inglese di Sheffield attivo dal 2002 e cresciuto di popolarita' grazie al passaparola nell'universo dei blog di internet, poi scritturati dalla Domino, gli Arctic Monkeys esplodono gia' con il primo singolo, "I bet you look good on the dancefloor", divenuto un successone, apparso su molte playlist. L'album ''Whatever people say I am, that's what I'm not'' (2006) ha raggiunto il primo posto delle classifiche inglesi, anche grazie all'espressivita' delle liriche, in cui si delineano personaggi e racconti di vita quotidiana di teenagers della working class, che gli estimatori del gruppo paragonano ai testi di Smiths, Felt, Specials e Streets. molto del fascino degli Arctic Monkeys risiede nello stile risoluto del cantante Alex Turner, supportato adeguatamente da una strumentazione ridotta all'osso dalle sonorita' scarne e dinamiche. la musica del gruppo, un indie pop chitarristico/melodico con influssi ska, e' pervasa da un'atmosfera immediata e fresca, come se fosse stata registrata in presa diretta e senza sovra incisioni. Riferimenti a Coral, Strokes.
Euro
26,00
codice 2111560
scheda

Page: 4 of 66


Pag.: oggetti: