Hai cercato:  immessi ultimi 30 giorni --- Titoli trovati: : 698
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Black sabbath black sabbath (uk version - 50th anniversary)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  sanctuary / bmg 
rock 60-70
ristampa del 2020, realizzata in occasione del 50esimo anniversario dall' uscita originaria del disco, come da adesivo sul cellophane, copertina apribile pressoche' identica a quella della prima molto rara tiratura inglese su Vertigo, ed il brano "Evil Woman (Don't Play Your Games With Me)" contenuto (come appunto nella versione inglese originaria del disco, mentre in quella americana fu sostituito dal brano "Wicked World"). Pubblicato in UK nel Febbraio del 1970 prima di "Paranoid", giunto al numero 1 delle classifiche inglesi ed al numero 23 di quelle USA dove fu invece stampato nel Luglio dello stesso anno. Il primo album del gruppo, lavoro diverso dagli altri che lo seguiranno, incorpora e trasfigura la tradizione del progressive blues e della psychedelia, in un clima dantesco, lento e potente, sempre uguale, intervallato dai riffs di chitarra distorta e dalla voce straziata di Osbourne, quasi portati da venti lontani, in un clima epico allucinato e irreale che ben si adatta all'immagine della copertina, una delle piu' riuscite dell'intero decennio. Contiene brani dall'anima apocalittica quali "Nib", "The Wizard", "Black sabbat", "Evil Woman". Da qui nasce la tendenza 'black magic' e demoniaca che giungera' evolvendosi e cambiando, ma diritta e senza interruzioni, fino alle manifestazioni di fine millennio del metal estremo nordeuropeo.
Euro
24,00
codice 2104555
scheda
Black sabbath Paranoid (50th anniversary)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1971  sanctuary / bmg 
rock 60-70
ristampa del 2020, realizzata in occasione dell' imminente 50esimo anniversario dall' uscita originaria del disco, come da adesivo sul cellophane, copertina apribile pressoche' identica alla prima tiratura del 1971. Pubblicato dalla Vertigo in Uk nel Settembre del 1970 dopo ''Black Sabbath'' e prima di ''Master of Reality'', giunto al primo posto delle classifiche inglesi ed al numero 12 di quelle USA, dove usci' pero' nel gennaio 1971. Il secondo album, uno dei massimi lavori della storia del rock piu' duro, e un assoluto masterpiece che creera' una scuola che porta diritto fino alla n.w.o.b.heavy metal, ma anche al grunge dei Soundgarden, incalcolabile l'impatto di questa titanica opera sui decenni successivi, include una serie di brani da brivido, solo per citarne alcuni: war pigs, paranoid, iron man, electric funeral, e' il disco che ridefinisce il termine ''hard rock'', meno improvvisato del predecessore, piu' conciso e carico di atmosfere oscure e soprannaturali, i brani parlano di olocausti nucleari, droghe allucinogene, mondi paralleli, guerra, morte, disperazione, il disco evoca i recessi dell'anima piu' nascosti ed inconsci, inoltre le partiture vocali e chitarristiche non indulgono mai al tecnicismo esasperato e sono invece improntate a creare una ''vibrazione'', una groove, che coinvolge e travolge i musicisti e gli ascoltatori in una dimensione stordente ed aliena. Come ebbe a dire di questo album la critica inglese di Melody Maker, ''Paranoid definisce lo stile ed il suono dell'hard rock piu' e meglio di qualunque altro album pubblicato nella storia del rock''.
Euro
25,00
codice 2104632
scheda
Black sabbath vol 4 (180 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1971  bmg / sanctuary 
rock 60-70
Ristampa del 2015, in vinile 180 grammi, copertina apribile pressoche' identica a quella della molto rara edizione originaria, e corredata di esclusiva inner sleeve a colori. Pubblicato in Inghilterra nel settembre del 1972 dopo ''Master Of Reality'' e prima di ''Sabbath Bloody Sabbath'', giunto al numero 8 delle classifiche Inglesi ed al numero 13 di quelle Usa dove usci' nell' ottobre dello stesso anno. Il quarto album. Il disco e' a cominciare dal titolo quello piu' vicino al sound Led Zeppelin, con brani epici ed un incedere drammatico ed hard blues, ma e' anche un lavoro che si allontana dai due predecessori, da qui inizia a prendere corpo la fase piu' sperimentale della band , avvertibile in alcuni dei brani presenti, la quasi psychedelico progressive ''wheels of confusion'', la complessa ''tomorrow's dream'' e la splendida ballata ''changes'' portano la band ad avventurarsi verso territori fino ad allora esplorati solo in minima parte, non mancano tuttavia i richiami alla tradizione piu' dura, qui compresa infatti la potentissima ''supernaut'' uno dei piu' devastanti ed elettrici brani che il gruppo abbia mai inciso. un album storico di importanza capitale e che mantiene oggi inalterato il climax maledetto ed innovativo presenta alla sua uscita.
Euro
24,00
codice 2104281
scheda
Black tempest Psyborg (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  the weird beard 
indie 2000
edizione limitata a 250 copie in vinile azzurro marmorizzato, coupon per download digitale. Il secondo album dopo "Psyberspace" del 2018, disco che vede Stephen Bradbury (aka Black tempest) cimentarsi in un rock di forte matrice space/rock con voce e chitarre viscerali che assumono un ruolo da protagonista nelle 8 tracce.Viene presentato da Bradbury: Nella grande tradizione dello space rock, "Psyborg" è un racconto della giustapposizione e dell'opposizione della coscienza umana e delle possibilità dell'intelligenza artificiale. In generale, le sezioni digitali della musica rappresentano l'intelligenza artificiale e gli elementi analogici rappresentano la coscienza umana.
Euro
27,00
codice 2104471
scheda
Bleach shotgun + 2
12'' [edizione] originale  stereo  fra  1992  musidisc 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good indie 90
ep in formato 12", l' originale stampa, realizzata in esclusiva dalla francese Musidic, copertina (con moderati segni di invecchiamento) lucida, etichetta nera con scritte bianche, catalogo 108946. Pubblicato nel febbraio del 1992 dalla Musidisc, ''Shotgun'' e' il terzo 12'' dei Bleach, uscito dopo ''Snag ep'' (1991) e prima dell'album d'esordio ''Killing time'' (1992). Contiene tre brani: ''Shotgun'', poi inserita nel primo album, e le inedite su lp ''Bone'' e ''First and last''. Il gruppo inglese prosegue qui sulla sua personale strada in cui si incontrano shoegazer ed influenze post punk, realizzando una sorta di incrocio fra le sonorit'a ipnotiche ed ottundenti dei Ride e le atmosfere notturne ed inquiete dei Siouxsie And The Banshees. Formatisi ad Ipswich nel 1989, gli inglesi Bleach (da non confondere con l'omonima band americana) furono tra gli esponenti meno noti della breve stagione dello shoegazer. Il loro approccio, indubbiamente vicino a quello di gruppi come Ride e Chapterhouse, si caratterizzava tuttavia per elementi post punk e notturni che emergevano dal magma sonoro shoegazer, e con la voce di Salli Carson che talvolta riecheggiava Siouxsie Sioux. Pubblicarono il loro primo album ''Killing time'' nel 1992, dopo alcuni ep, senza ottenere il riscontro dei colleghi sopra citati, quindi si sciolsero nel 1993 dopo due ulteriori mini lp, quando il movimento venne sommerso dall'ondata del grunge.
Euro
10,00
codice 300667
scheda
Blessed ethel Welcome to the rodeo
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1995  2 damn loud 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good indie 90
l' originale stampa inglese, coeprtina con diversi segni di invecchiamento, completa di inner sleeve, etichetta custom azzurra e gialla, catalogo 2DMLP012. Pubblicato nel 1995, l' unico album della band di Malvern, Inghilterra, composta dalla cantante Sara Doran e dal chitarrista Dan Barnes insieme a Mike Harris al basso e rick Hunuban alla batteria. Dodici brani, tra cui i singoli "Veronica" e "Fat Star", di indie-rock influenzato dal punk inglese con testi critici verso la comunita' conservatrice della provincia inglese dove vivevano. Riferimenti ai contemporanei Elastica ed Echobelly. Il disco, nonostante un evidente buon potenziale, non ricevette il riscontro sperato, e di li' a poco la band scomparve dalle scene.
Euro
10,00
codice 101827
scheda
Blue hippos Forty forty
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1988  twin tone 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
Copia ancora incellophnata, ma con minuscolo strappetto in basso lungo il bordo (circa 1/2 cm.), l' originale stampa americana, copertina semilucida senza barcode, inner sleeve con foto, crediti e testi, label bianca con scritte nere e logo Twin Tone Records marrone e nero in alto, catalogo TTR87124, vinile che assume colore ambrato se posto controluce. Pubblicato nel 1988 dalla Twin Tone negli USA, il secondo dei due album, successivo all'eponimo esordio del 1987. Prodotto dal gruppo con Terry Katzman, cofondatore della leggendaria label Reflex (quella dei primi Husker Du) e Tom Herbers, ingegnere del suono e produttore ma anche membro dei Bad Trip, sempre da Minneapolis, questo "Forty forty" segna un processo di maturazione nella musica dei Blue Hippos, che qui si mostra maggiormente padrone delle dinamiche funk inserite in un contesto post punk ed alternative rock, scattante, spesso imprevedibile e soggetto a fulminei riffs e cambi: il tutto sembra non poco influenzato dai grandi Minutemen, ma con una componente funk ulteriormente accentuata; dove questa viene meno, o messa in secondo piano, gli accostamenti possono andare anche a Replacements o Meat Puppets. Tra i brani la ballata "Female Trouble", cover di un brano presente nell' omonimo film del 1974 interpretato da Devine e diretto da John Waters, qui autore anche del testo. I Blue Hippos erano un trio americano di Minneapolis, guidato dal cantante e chitarrista Paul Osby, ex Otto's Chemical Lounge, autori di un ep nel 1983 e di un mini lp nel 1985, "Spillover", a cui si affiancavano il bassista Alan Schroeter (anch'egli ex Otto's Chemical Lounge) ed il batterista James Petroski. Pubblicarono solo due album, entrambi su Twin Tone, "Blue hippos" (1987) e "Forty forty" (1988), in cui proponevano un ibrido fra alternative rock garagizzato e spunti funk con un'attitudine scattante ed imprevedibile che richiama influenze dei Minutemen.
Euro
16,00
codice 250050
scheda
Blue oyster cult blue oyster cult (1st album)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1972  music on vinyl 
rock 60-70
ristampa in vinile 180 grammi per audiofili, copertina pressoche' identica a quella della prima tiratura uscita su Columbia in Ua e su Cbs in Inghilterra. Pubblicato in Usa nel maggio del 1972 prima di ''Tyranny and mutaton'', non entrato nelle classifiche americane ne' in quelle inglesi, dove uscira' solo nel '73. Il primo album. I Blue Oyster Cult, capitanati dal chitarrista Donald "Buck Dharma" Roeser e dal batterista Albert Bouchard, attivi a New york fin dal 1967, danno finalmente alle stampe questo debutto; l' lp e' un mix formidabile di dark ed heavy rock mantrico e monolitico. Prodotto da Sandy Pearlman, porta alle estreme conseguenze il sound hard rock che rese celeberrimi nei '60 gli Steppenwolf, blues, psychedelia oscura e mitologie motociclistiche, i testi, mistici e crptici ma anche duri e di strada, sono scritti da Pearlman e dal critico Richard Meltzer, la produzione ed il mixaggio sono innovativi e sono divenuti punti di riferimento nella storia dell' hard rock, tra i brani "Transmaniacon MC," "I'm on the Lamb But I Ain't No Sheep," "Stairway to the Stars," la celeberrima "Before the Kiss, a Redcap," che fu definita come '' i Savoy Brown insieme ai Canned Heat live ad Altamont'' , "Cities on Flame With Rock & Roll," con l'organo Vox in evidenza , "Workshop of the Telescopes''. uno dei classici assoluti dell'american music del decennio.
Euro
26,00
codice 2104189
scheda
Blue oyster cult secret treatries
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1974  speakers c./columbia 
rock 60-70
ristampa in vinie 180 grammi per audiofili, "pure analogue audiophile mastering", pressocche' identica alla originaria tiratura su Columbia, e corredata di inserto. Pubblicato in Usa nell' aprile del 1974 prima di "On your feet on your knees" e dopo "Tyranny and mutation", giunto al numero 53 delle classifiche Usa e non entrato in quelle Uk. Il terzo album. Considerato pressoche' unanimemente dalla critica come il loro capolavoro del primo periodo, e' il condensato di tutte le caratteristiche che hanno reso i B™C una delle piu' acclamate bands della loro epoca. I brani sono splendidi, gli arrangiamenti perfetti ed il suono di Buck Dharma e' al suo massimo storico per gusto ed ispirazione, prodotto in maniera esemplare da Sandy Pearlman, che da' grande risalto al piano elettrico di Allen Lanier e al basso di Joe Bouchard riuscendo cosi' a donare all'opera una profondita' ed una complessita' fino ad allora sconosciute, Il lavoro contiene anche piu' di un elemento di psychedelia, che si trasforma qui in una sorta di proto-metal boogie dando sostanzialmente avvio alla heavy psychedelia che rendera' la band celeberrima. certamente uno dei capolavori assoluti del genere ed un masterpiece totale del rock americano degli anni ''70.
Euro
30,00
codice 2104153
scheda
Body count (ice-t) Smokeout Festival Presents Body Count Featuring Ice-T
Lp [edizione] originale  stereo  eu  2015  music on vinyl 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent hip-hop
copia ancora contenuta nella originaria busta esterna con adesivo di presentazione, l' originale stampa, nella versione in vinile nero, pesante 180 grammi, catalogo MOVLP1365. Pubblicato per la prima volta nel maggio 2015, questo album contiene il dinamitardo resoconto (di eccellente qualita' sonora) della partecipazione del progetto metal del rapper Ice-T allo Smoke Out Festival a San Bernardino, California, durante il 2003, concerto gia' testimoniato da un dvd uscito nel 2005; i tre superstiti della formazione originale Ice T, Ernie C e D-Roc alle prese con una micidiale scaletta con molti dei brani migliori della band, che aveva fin li' pubblicato i suoi primi tre albums (il terzo dei quali, "Violent Demise: The Last Days", ben sei anni prima questa esibizione). Questi i brani contenuti: Intro / Body Count's In The House / Body M/F Count / Masters Of Revenge / Killin' Floor / Bowels Of The Devil / KKK B***h / Drive By / The End Game / There Goes The Neighborhood / Cop Killer. I Body Count, gruppo rap metal fondato dal rapper Ice-T nel 1990 con musicisti afroamericani, hanno attraversato una carriera controversa e spesso bersaglio di critiche da più parti per i temi violenti e la misoginia dei loro pezzi in cui, però, trovano spazio anche dure invettive contro il razzismo ed un grossolano senso dell'umorismo. Il gruppo dava poco spazio alle radici hip hop del leader concentrandosi su di un duro e diretto metal talvolta vicino al trash. L'album d'esordio ''Body count'' (1992) suscitò una marea di polemiche negli USA e non pochi problemi dalla label del gruppo; il successivo trasferimento presso la Virgin fruttò il secondo albm ''Born dead'' (1994) ed il successivo ''Violent demise (the last days)'' (1997). Negli anni duemila il gruppo, con in formazione solo due membri originali – Ice T ed Ernie C – pubblica altri tre dischi: “Murder 4 hire” (2004), “Manslaughter” (2014) e “Bloodlust” (2017).
Euro
28,00
codice 2064607
scheda
lp [edizione] originale  stereo  uk  1975  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rara stampa inglese, copertina (con giusto lievi segni di invecchiamento) pressata da "Shorewood Packaging", etichetta verde ed arancione, con "Made in Uk" a sinistra, catalogo K50208, incisioni sul trail off dei rispettivi lati "K50208 A1 Rays" e "K50208 B1 Trident". Pubblicato nel maggio del 1975 prima di ''Private eyes'', non entrato nelle classifiche Usa ne' in quelle Uk, il primo album solista del chitarrista americano ex Zephyr, James Gang e Deep Purple (nei quali aveva suonato in un unico album in studio, "Come Taste The Band", e dai quali era stato cacciato per gli abusi con le droghe che ne avevano minato la capacita' di stare sul palco). Impressionante dispiego di tecnica e creativita' strumentale, e naturale sviluppo dei suoi lavori con la James Gang ''Bang'' e ''Miami'' e della collaborazione con Billy Cobham; il tono del disco e' vicino al jazz-rock ed alla fusion, vi suonano tra gli altri Jan Hammer, Dave Sanborn e Narada Michael Walden (dal gruppo di Santana), mentre in "Savannah Woman" troviamo Phil Collins alle percusssioni. I brani vanno dagli strumentali al rock anche duro, e l' LP e' considerato il suo capolavoro assoluto e la massima opera di rappresentazione del suo stile di chitarrista. Fara' in tempoa pubblicare un altro unico album, prima della prematura morte. Da Wikipedia: "Era in camera sua quando, durante una telefonata, perse conoscenza per aver abusato di whisky, champagne, cocaina ed eroina; per evitare pubblicità negativa, i suoi manager e la sua ragazza di allora, la svizzera Valeria Monzeglio, lo misero a letto sperando che potesse riprendersi. Ma Bolin non riacquistò più conoscenza e quando, alle 7 del mattino dopo, i suoi si decisero a chiamare un'ambulanza ormai non c'era più nulla da fare. Bolin giunse all'ospedale privo di vita. Scompariva così dalla scena musicale un ragazzo di 25 anni che stava diventando una leggenda nel cuore di molti ammiratori, non solo chitarristi."
Euro
38,00
codice 250039
scheda
Bolt thrower In battle there is no law (ltd.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1988  back on black 
heavy metal
Edizione limitata, copertina apribile. Ristampa del 2011 ad opera della Back On Black, con copertina apribile, del primo raro album, originariamente pubblicato nell'agosto del 1988 dalla Vinyl Solution nel Regno Unito, prima di "Realm of chaos" (1989). In questo cupissimo ed inferocito magma sonoro da cui emergono demoni di warhammeriana memoria, i Bolt Thrower sono legati al grindcore ed non hanno ancora maturato il processo che li porterà al death metal, del quale diverranno uno dei gruppi più influenti. Un sound cavernoso, ancor grezzo, martellante e frenetico, devastato da rapidi e torturati riff chitarristici e da vorticose ritmiche di batteria, su cui la voce di Karl si esprime con un tipico suono gutturale e disumanizzato. Uno dei piu' influenti gruppi della scena death metal britannica, i Bolt Thrower si formarono nel 1986 a Coventry; il gruppo era ispirato dal gioco da tavolo fantasy Warhammer, manifestando questa influenza nei testi di alcuni brani e nello artwork delle copertine dei loro dischi, cosi' come nel nome stesso della band. Alcuni dei loro lavori sono considerati dei classici del death metal vecchia scuola, suonati impeccabilmente e con efficaci riff, ed il gruppo e' sempre rimasto fedele ad un etica non commerciale, diventando con gli anni una delle piu' rispettate realta' nel loro genere.
Euro
26,00
codice 2104531
scheda
Bon iver I, i
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  Jagjaguwar 
indie 2000
doppio vinile, copertina apribile con sovracopertina in plastica stampata, booklet, coupon per download, adesivo su cellophane."I, I" (2019), registrato al Sonic Ranch in Texas e presso l’April Base nel Wisconsin, è il quarto disco a nome Bon Iver . Il lavoro, definito come l'album "più maturo e completo" dei suoi dischi da Justin Vernon in persona, segue la strada tracciata dal precedente "22, a Million" : continua il percorso di sperimentazione sonora e vocale. Tra folk ed elettronica. Bon Iver è un progetto musicale di Justin Vernon, avviato dopo lo scioglimento del gruppo indie folk DeYarmond Edison, di cui faceva parte. Ritiratosi per un periodo nello sperduto Wisconsin, Vernon compose e registro' il primo album a nome Bon Iver, ''For Emma, forever ago'', poi pubblicato dalla Jagjaguwar (2008). La sua musica, scarna ed in gran parte acustica, con echi folk e toni cantautoriali, e' stata accostata a Iron & Wine e Little Wings.
Euro
33,00
codice 2104621
scheda
Bonamassa joe Ballad of john henry (picture disc)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2009  provogue 
blues rnr coun
Ristampa del 2014, edizione limitata in picture disc, copertina per l' occasione "die-cut" sagomata sul fronte, per lasciar intravedere il picture all' interno. Pubblicato dalla Provogue nel maggio 2009, dopo "Sloe gin" (06), prima di "Black rock" (10), il settimo album del cantante/chitarrista. Prodotto da Kevin 'The caveman' Shirley (Iron Maiden, Rush, Led Zeppelin, Dream Theater), ispirato dal leggendario schiavo, John Henry, famoso per aver sfidato e battuto una trivella a vapore, mette in mostra una collezione di tracce rock/blues, fra Stevie Ray Vaughan, contaminazioni boogie, chitarre dal suono pesante e/o epico vicine anche al prog. (come nei 6 minuti della title track); presenti proprie revisitazioni di pezzi come "Jockey full of bourbon" di Tom Waits, "Funkier than a mosquito's twitter" o "Feeling good" di Anthony Newly e Leslie Bricusse. Nato nello stato di New York nel 1977, Joe Bonamassa e' un giovane talentuoso chitarrista/cantante blues rock, gia' attvo all'eta' di 12 anni, quando duetta live con B.B. King. Le sue influenze e gusti sono da ricercarsi anche nella musica inglese: Paul Kossoff, Peter Green, Eric Clapon, Gary Moore, Rory Gallagher, Jeff Beck e a Jimmy Page oltre ai classici bluesmen americani, Muddy waters, Robert Johnson e T-Bone Walker. Il suo debutto risale al 2000, quando esce "A new day yesterday", cui succedono "So, it's like that" (02), "Blues deluxe" (03), "Had to cry today" (04), "You & me" (06), "Sloe gin" (07), "The ballad of John Henry" (09), "Black rock" (10), "Dust Bowl" (11) e "Driving towards the daylight" (12). Bonamassa e' coinvolto nel super gruppo, Black Country Communion, con il bassista/cantante, Glenn Hughes (Deep Purple, Black Sabbath, Trapeze), il batterista Jason Bonhan (Led Zeppelin, figlio del celebre John 'Bonzo') e il fantasioso tastierista Derek Sherinian (Dream Theatre, Billy Idol, Alice Cooper): nel 20120 hanno licenziato il proprio album eponimo d'esordio.
Euro
17,00
codice 3027109
scheda
Bonamassa joe british blues explosion - live
lp3 [edizione] nuovo  stereo  eu  2018  provogue 
blues rnr coun
Triplo album, in vinile 180 grammi, allegata "download card", copertina apribile in tre parti. Pubblicato nel maggio del 2018, registrato dal vivo, l' omaggio del musicista americano alla fondamentale scena "british blues" che durante gli anni '60 porto' l' Inghilterra prima, e poi il resto del mondo, alla riscoperta della musica blues. Descrizione completa aseguire. Nato nello Stato di New York nel 1977, Joe Bonamassa e' un giovane talentuoso chitarrista/cantante blues rock, gia' attvo all'eta' di dodici anni, quando duettava live con B.B. King. Le sue influenze e gusti sono da ricercarsi anche nella musica inglese: Paul Kossoff, Peter Green, Eric Clapon, Gary Moore, Rory Gallagher, Jeff Beck e a Jimmy Page oltre ai classici bluesmen americani, Muddy waters, Robert Johnson e T-Bone Walker.
Euro
18,00
codice 3027101
scheda
Bonamassa joe live at the sydney opera house
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  provogue 
blues rnr coun
doppio album in vinile 180 grammi (con una traccia in piu' rispetto all' edizione in cd, "Livin' Easy"), adesivo di presentazione sul cellophane, allegata card con codice per il download digitale, copertina apribile. Pubblicato nell' ottobre del 2019, dopo il tredicesimo album solista "Redemption" (2018), l' ennesimo live album del grande chitarrista americano, registrato dal vivo durante il 2016 presso la Sydney Opera House di Sydney, Australia, per la presentazione, per la prima volta dal vivo, dell' album "Blues and Desperation". Registrato con una band che vede Reese Wynans alle tastiere, Anton Fig alle percussioni, Michael Rhodes al basso, Lee Thornburg alla tromba, Paulie Cerra al sax e Mahalia Barnes, Juanita Tippins, Gary Pinto ai cori, contiene i seguenti brani: This Train / Mountain Climbing / Drive / Love Ain't A Love Song / The Valley Runs Low / How Deep This River Runs / Mainline Florida / Livin' Easy (Bonus Track) / Blues Of Desperation / No Good Place For The Lonely. Nato nello Stato di New York nel 1977, Joe Bonamassa e' un giovane talentuoso chitarrista/cantante blues rock, gia' attvo all'eta' di dodici anni, quando duettava live con B.B. King. Le sue influenze e gusti sono da ricercarsi anche nella musica inglese: Paul Kossoff, Peter Green, Eric Clapon, Gary Moore, Rory Gallagher, Jeff Beck e a Jimmy Page oltre ai classici bluesmen americani, Muddy waters, Robert Johnson e T-Bone Walker.
Euro
18,00
codice 3027098
scheda
Bonamassa joe royal tea (transparent vinyl)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  provogue 
blues rnr coun
doppio album in vinile 180 grammi, edizione limitata in vinile trasparente, adesivo di presentazione sul cellophane, copertina apribile, inner sleeves. Pubblicato nell'ottobre del 2020 dalla J&R Adventures, dopo "Redemption" (2018), il quattordicesimo album solista in studio. Prodotto dal versatile Kevin Shirley (collaborazioni con Iron Maiden, Dream Theater, Black Crowes, Journey e già in passato con lo stesso Bonamassa), "Royal tea" combina un sound hard rock classicamente americano con un'anima blues che guarda anche oltreoceano, all'Inghilterra di Eric Clapton, Jeff Beck Group e Fleetwood Mac, ma con un approccio meno ortodosso rispetto al blues, idioma che scorre sotto la superficie nella chitarra di Bonamassa, sotto un robusto strato di moderno rock muscolare ("Lookout man!" ne è un preciso esempio, ma anche la più solare "Conversation with alice", dai toni roots rock). Bonamassa non rinuncia a momenti più lirici ed avvolgenti, come nella ballata "When the door opens", che si sviluppa come un episodio lento e malinconico, per poi esplodere un denso hard rock dal sound chitarristico molto potente e quasi metallico, fino a distorcersi nello wah wah, rievocando epiche mini suites zeppeliniane; similmente si muove la lunga e notturna "Why does it take so long to say goodbye". Nato nello Stato di New York nel 1977, Joe Bonamassa e' un giovane talentuoso chitarrista/cantante blues rock, gia' attvo all'eta' di dodici anni, quando duettava live con B.B. King. Le sue influenze e gusti sono da ricercarsi anche nella musica inglese: Paul Kossoff, Peter Green, Eric Clapon, Gary Moore, Rory Gallagher, Jeff Beck e a Jimmy Page oltre ai classici bluesmen americani, Muddy waters, Robert Johnson e T-Bone Walker.
Euro
29,00
codice 3027097
scheda
Bond graham organization There's a bond between us (monophonic)
Lp [edizione] nuovo  mono  eu  1965  repertoire 
rock 60-70
Ristampa del 2018 in vinile 180 grammi, rimasterizzata, copertina senza codice a barre, pressoche' identica alla rara prima molto tiratura del 1965. Pubblicato in Inghilterra nel dicembre del 1965 dopo ''Sound of 65'' e prima di ''Solid bond'' (1970), non antrato nelle classifiche Uk ne' in quelle Usa, il secondo album. Il gruppo di Graham Bond accentua in questo secondo lp i toni jazz ed r'n'b rispetto a quelli soul, con l'organo del leader in particolare evidenza e la batteria d Ginger Baker ancora piu' esplosiva che nell'esordio. Un disco chiave per la storia del british blues. Gruppo fondamentale nella storia del blues inglese, i Graham Bond Organization si formano nel 1963 sotto la guida di Bond in seguito alla sua uscita dagli Alexis Korner Blues Incorporated; quartetto di cui fanno parte Dick Heckstall-Smith, Jack Bruce e Ginger Baker, i GBO fusero jazz, soul e ruvido blues elettrico in una miscela che influenzo' molto la scena inglese degli anni '60. Graham Bond, oltre ad essere un apprezzato sassofonista di radici jazz, fu anche un innovatore con le tastiere, il primo ad usare l'organo Hammond e gli amplificatori Leslie nel r'n'b inglese ed il primo a suonare il mellotron. I primi due album del gruppo, cosi' come le loro infuocate esibizioni dal vivo, sono particolarmente acclamati; i compagni di strada di Bond si incamminano presto per altre strade (Baker e Bruce formeranno i Cream di li' a poco), mentre la sua carriera affonda lentamente in problemi finanziari e personali fino alla prematura scomparsa avvenuta nel 1974, a soli 37 anni.
Euro
32,00
codice 3027094
scheda
Boston tea party boston tea party
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1968  endless happiness 
rock 60-70
Ristampa del 2021, copertina senza barcode pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita in Usa su Flick Disc. Questa storica formazione della scena californiana, attiva sin dal '63 a Burbank, dopo aver pubblicato vari singoli nel 1967, incise solo nel 1968 il suo unico album, autentico gioiellino di pop psichedelico suonato con un approccio efficacemente "garagey" e caratterizzato da riuscitissime influenze psichedeliche, in una perfetta alternanza di deliziosi brani zuccherini e momenti piu' acidi, con splendidi suoni (ed una bella tastiera spesso in evidenza) e brani tutti riuscitissimi, talora davvero memorabili come "Straighten Un And Fly Away", "Fantasy", o la lunga ed acida "THe Time Being". Il gruppo incise anche diversi partecipo' anche con alcuni brani alla colonna sonora del biker movie "Cycle Savages". Dopo lo scioglimento, il chitarrista Mike Stevens (pare non lo stesso coinvolto nel progetto Damon) suono' piu' tardi negli oscuri Highway Robbery, autori di un album nel 1972, mentre il batterista Dave Novogroski ando' a suonare negli Edge, a loro volta autori di un album nel 1971.
Euro
19,00
codice 2104217
scheda
Bowie david bertolt brecht's baal
lpm [edizione] originale  stereo  ger  1982  rca victor 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
prima rara stampa tedesca, copertina (con moderati segni di invecchiamento) apribile senza barcode (con adesivo bianco e rosa Siae sul retro che indica che la copia fu distribuita in Italia) in cartoncino lucido fronte retro, etichetta arancio, catalogo PG45092. Pubblicato dopo ''Scary monsters'' e prima di ''Let's dance'', nel febbraio del 1982, giunto al numero 29 delle classifiche Uk (dove usci' sotto forma di 7'' ep) e non pubblicato all' epoca in Usa. Contiene cinque brani inediti, dalla colonna sonora dello spettacolo teatrale basato su testi di Bertold Brecht , registrata per la tv inglese, nella quale Bowie interpreta la parte principale, quella dell' anarchico Baal. Il disco, un episodio a parte nella carriera del duca bianco, assolutamente affascinante ed ispirato, contiene i brani "Baal's Hymn", "Remembering Marie A.", "Ballad Of The Adventurers", "The Drowned Girl" e "Dirty Song".
Euro
23,00
codice 250044
scheda
Bowie david David live
lp2 [edizione] seconda stampa  stereo  ita  1974  rca victor 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
seconda stampa italiana, doppio album con copertina (con moderati segni di invecchiamento) apribile senza barcode, con logo ''Mainman'' sul retro, completa di inner sleeves, etichetta nera con logo e scritte argento, catalogo PL00771, timbro Siae del terzo tipo, in uso dal 1978/79, con marchio Siae che non ne occupa piu' l' intero cerchio centrale. Pubblicato nel novembre del 1974 dopo ''Diamond Dogs'' e prima di ''Young Americans'', giunto al numero 2 delle classifiche Uk ed al numero 8 di quelle Usa. Il nono album. Il primo live di David Bowie (r.i.p.), registrato il 12 e 13 luglio 1974 a Philadelphia, prodotto da Tony Visconti, con Earl Slick alla chitarra, contiene sedici tra i suoi brani piu' noti ed e' un deciso allontanamento dal primo periodo, infatti affiorano qui' per la prima volta gli arrangiamenti in chiave ''americana'' che stupiranno nel seguente''Young americans''. Contiene i seguenti brani: 1984, Rebel Rebel, Moonage Daydream, Sweet Thing, Changes, Suffragette City, Aladdin Sane, All the Young Dudes, Cracked Actor, Rock & Roll with Me, Watch That Man, Knock On Wood, Diamond Dogs, Big Brother, Width of a Circle, Jean Genie, Rock & Roll Suicide.
Euro
25,00
codice 250057
scheda
Bowie david unplugged and slightly phased - acoustic broadcasts 1996
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1996  parachute 
rock 60-70
doppio album, pubblicato dalla Parachute nel gennaio 2021, copertina apribile; contiene, per la prima volta in vinile, la testimonianza delle esibizione dal vivo (trasmesse anche radiofonicamente) effettuate il 19 ed il 20 ottobre del 1996 durante l' annuale Bridge School Festival, evento benefico organizzato allo Shoreline Amphitheatre, Mountain View, San Francisco, California. Accompagnato dai soli Gail Ann Dorsey (basso e voce) e Reeves Gabrels (chitarra e voce), imbracciando anch' egli una chitarra acustica, il duca bianco fornisce due ispiratissime esibizioni acustiche, con un repertorio composto di suoi classici ed alcune covers. Questa la scaletta (in cui i primi sette brani, quelli del primo disco, si riferiscono all' esibizione del 19 ottobre, mentre i successivi otto brani, solo alcuni dei quali coincidenti con la scaletta del giorno precedente, si riferiscono all' esibizione del 20 ottobre): Aladdin Sane / The Jean Genie / I'm A Hog For You Baby (vecchio classico firmato da Leiber e Stoller), I Can't Read (brano tratto dal repertorio dei Tin Machine) / The Man Who Sold The World / Heroes / Let's Dance / Aladdin Sane / The Jean Genie / You And I And George (cover da Stan Kenton) / I Can't Read / The Man Who Sold The World / China Girl / Heroes / White Light/White Heat (cover dai Velvet Underground). Spelndide, in particolare, le versioni di "Aladdin Sane" e "The Man Who Sold The World".
Euro
27,00
codice 2104568
scheda
Bratmobile Pottymouth (pink reissue)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1992  kill rock stars 
indie 90
ristampa in vinile rosa, coupon per download. Pubblicato dalla Kill Rock Stars nel giugno del 1993 in Gran Bretagna e negli USA, non entrato in classifica sulle due sponde dell'Atlantico, "pottymouth" e' il primo album delle Bratmobile, uno dei principali gruppi del movimento riot grrrl. Fondato ad Olympia, Washington, nel 1991 da Erin Smith, Allison Wolfe e Molly Neuman, il gruppo pubblica i primi singoli fra il 1992 ed il '93 su etichette come K ed Homestead, per poi far usicire l'album d'esordio su Kill Rock Stars nel 1993. Le Bratmobile, accostate da alcuni a Bikini Kill ed Huggy Bear, suonano un ironico ed arrabbiato low fi punk, dai testi scherzosi quanto provocatori. Il gruppo si scioglie nel 1994, con Wolfe e Smith che formano le Cold Cold Hearts e Neuman che da' vita ai Peechees, per poi riformarsi nel 1999 come spalla nel tour delle Sleater Kinney; due nuovi album, "Ladies, women and girls" e "Girls get busy", seguono rispettivamente nel 2000 e nel 2002. Questo lp d'esordio si inserisce musicalmente nel profilo sopra detto, con l'influenza di gruppi come Beat Happening che si fa sentire qua e la'; fra i brani presenti citiamo la cover delle Runaways "Cherry bomb".
Euro
29,00
codice 2104266
scheda
Brew a very strange brew
lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1969  abc 
rock 60-70
ristampa limitata in vinile 180 grammi, pressocche' identica alla prima rara tiratura uscita in America su Abc, copertina lucida senza barcode, etichetta nera con logo in una cornice multicolore in alto. Uscito nel marzo del 1969, l' unico album della band americana, quintetto californiano di Los Angeles, di origini ispaniche (pare peraltro che condivisero per qualche tempo alcuni elementi con gli Impala Syndrome), operativo anche in Texas. Un piacevolissimo album ricco ancora di influenze psichedeliche, rintracciabili soprattutto nel brillante approccio chitarristico, in brani vari e dinamici, tra garage rock, soul e pop, con occasionali influenze "latine", e con una tastiera Farfisa quasi onnipresente. Dopo lo scioglimento del gruppo alcuni membri formarono i Yaqui, autori di un album nel 1973 su Playboy Records.
Euro
19,00
codice 2104359
scheda
Brian jonestown massacre Third world pyramid
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2016  a recordings 
indie 90
vinile 180 grammi, copertina apribile sagomata, inner sleeve, etichette custom. “Third world pyramid” (2016) è il quindicesimo album dei Brian Jonestown Massacre. A quanto pare Anton Newcombe sta diventando sempre più prolifico. E così, dopo “Revelation” (2012), “Musique de Film Imaginé” (2015) ed il mini album “Thingy Wingy” (2015), anche in questo 2016 arriva un nuovo disco, prodotto e registrato nello studio berlinese del musicista americano che è un po’ l’incarnazione dello spirito psichedelico degli anni novanta ed anni duemila. E “Third world pyramid” ripropone la solita cifra stilistica dei TBJM: melodie immerse in vortici psichedelici ed arrangiamenti lisergici, immaginifici, visionari. Gruppo di San Francisco, formato nel 1990, con cui più di 40 musicisti si sono alternati sempre sotto la guida del leader Anton A. Newcombe, con il nome tributo al mitico chitarrista dei Rolling Stones per essere stato uno dei primi musicisti rock ad aver introdotto influssi orientali nella propria musica. Contraddistinti da una passione sterminata ed inesauribile per le ballate psichedeliche d'ispirazione anni sessanta, da più di dieci anni, con undici album all'attivo, il loro suono si fonda su tessiture di organi vintage, chitarre acustiche e chitarre fuzz, arrangiamenti d'archi, e forti remininscenze pinkfloydiane, barrettiane, rimandi ad alcune ballate di Neil Young, ai Rolling Stones di "Their satanic...", filtrate attraverso influenze shoegaze.
Euro
23,00
codice 2104360
scheda

Page: 4 of 28


Pag.: oggetti: