Hai cercato:  Aa.vv. (rock 60-70) --- Titoli trovati: : 160
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Aa.vv. (rock 60-70) Marmalade 100 proof
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1969  marmalade 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
l' originale rara stampa inglese, etichetta bianca con logo arancione viola e bianco, bella copia che presenta una lievissima ondulatura sulla copertina, ed una piccola scritta a penna biro sul retro della stessa. Pubblicata nel 1969 dalla Marmalade, questa compilation presenta undici brani tratti da album usciti sulla stessa etichetta, ad opera di artisti quali Julie Driscoll e Brian Auger, Blossom Toes, Chis Barber e John McLaughlin; due brani sono inediti, ad opera dei futuri Hotlegs/10CC Graham Gouldman e Kevin Godley. Il boss della label Giorgio Gomelski e' l'autore delle note sul retro copertina; la Marmalade chiuse i battenti proprio nel 1969, due anni dopo la sua fondazione (1967). Questa la scaletta: Julie Driscoll, Brian Auger & the Trinity, ''Let the sunshine in'' (da ''Streetnoise'', 1969); Blossom Toes, ''Kiss of confusion'' (da ''If only for a moment'', 1969); Gordon Jackson, ''The journey'' (da ''Thinking back'', 1969); Ottilie Patterson, ''Bitterness of death'' (da ''3000 years with ottilie'', 1969); Chris Barber, ''Battersea rain dance'' (da ''Battersea rain dance'', 1969); Brian Auger & the Trinity, ''Tropic of capricorn'' (da ''Streetnoise'', 1969); John McLaughlin, ''Pete the poet'' (da ''Extrapolation'', 1969); Julie Driscoll, ''A word about colour'' (da ''Streetnoise'', 1969); Le Lievre, ''Dis-toi-bien'' (da ''The hare'', 1969); Graham Gouldman, ''The late mr late'' (inedito); Kevin Godley, ''To fly away'' (inedito, poi inserito come ''Fly away'' nel primo album degli Hotlegs).
Euro
34,00
codice 319002
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Miniatures (+poster red/white label)
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1980  pipe 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
La primissima ultrarara stampa (che Record Collector indica come limitata a 500 copie), copertina (con qualche segno di invecchiamento) senza barcode, con etichetta rossa e bianca (venne presto ristampato con etichetta bianca e nera dalla stessa Pipe, e poi anche dalla Supporti Fonografici in Italia), catalogo PIPE 2, vinile stampato in Francia come in tutte le copie, copertina senza codice a barre, completa dell'introvabile poster in cartoncino apribile in quattro parti. Il magnifico progetto voluto da Morgan Fisher, gia' collaboratore nei progetti Love Affair, Morgan, Mott the Hoople, Third Ear Band, Mott., British Lions, Hybrid Kids, Veetdharm, autore di due album con Lol Coxhill e fondatore dell'etichetta Pipe Records considerato tra i musicisti piu' eccentrici dello scenario rock anglosassone, capace di una lunga carriera che lo portera' ad attraversare le onde dei generi rock, glam, pop, ambient, elettronica e sperimentale. Questa opera fu' voluta da Morgan Fisher dopo che scopri' in un vecchio album di Pete Seeger, The Goofing-Off Suite, un brano di circa un minuto dove l'artista suonava la Nona Sinfonia di Beethoven utilizzando un banjo; Fisher ne fu' talmente affascinato che invito' circa sessanta artisti per creare un album ricco di performance tutte rigorosamente della durata di circa un minuto, di questi solo una decina declino' l'invito di Fisher ma molti artisti risposero con entusiasmo a questa chiamata ed il risultato e' veramente affascinante ed eclettico. Tramite radio e riviste Fisher rivolse l'invito anche al pubblico anglosassone, ben presto la redazione della Pipe Records fu' invasa dai nastri inviati, tra questi il vincitore designato a partecipare al progetto fu' Norman Lovett per la sua impersofinicazione del memorabile Dj della BBC John Peel, interpretazione che affianco' le realizzazioni di artisti come Robert Wyatt, Residents, 1/2 Japanese, Pete Seeger, Fred Frith, Morgan Fisher, Lol Coxhill, Steve Miller, Robert Fripp, Andry Partridge (XTC), Ivor Cutler, Mark Perry, Michael Nyman, David Cunningham (Flying Lizards), Kevin Coyne, Dave Vanian (Damned). Un progetto bizzarro ed eclettico composto da 51 BRANI !!!, di un fascino unico capace di accogliere i piu' alti consensi dalla critica e dalle riviste specializzate.
Euro
40,00
codice 235809
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Miniatures (+poster red/white label)
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1980  pipe 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
La primissima ultrarara stampa (che Record Collector indica come limitata a 500 copie), con etichetta rossa e bianca (venne presto ristampato con etichetta bianca e nera dalla stessa Pipe, e poi anche dalla Supporti Fonografici in Italia), catalogo PIPE 2, vinile stampato in Francia come in tutte le copie, copertina senza codice a barre, completa dell'introvabile poster in cartoncino apribile in quattro parti. Il magnifico progetto voluto da Morgan Fisher, gia' collaboratore nei progetti Love Affair, Morgan, Mott the Hoople, Third Ear Band, Mott., British Lions, Hybrid Kids, Veetdharm, autore di due album con Lol Coxhill e fondatore dell'etichetta Pipe Records considerato tra i musicisti piu' eccentrici dello scenario rock anglosassone, capace di una lunga carriera che lo portera' ad attraversare le onde dei generi rock, glam, pop, ambient, elettronica e sperimentale. Questa opera fu' voluta da Morgan Fisher dopo che scopri' in un vecchio album di Pete Seeger, The Goofing-Off Suite, un brano di circa un minuto dove l'artista suonava la Nona Sinfonia di Beethoven utilizzando un banjo; Fisher ne fu' talmente affascinato che invito' circa sessanta artisti per creare un album ricco di performance tutte rigorosamente della durata di circa un minuto, di questi solo una decina declino' l'invito di Fisher ma molti artisti risposero con entusiasmo a questa chiamata ed il risultato e' veramente affascinante ed eclettico. Tramite radio e riviste Fisher rivolse l'invito anche al pubblico anglosassone, ben presto la redazione della Pipe Records fu' invasa dai nastri inviati, tra questi il vincitore designato a partecipare al progetto fu' Norman Lovett per la sua impersofinicazione del memorabile Dj della BBC John Peel, interpretazione che affianco' le realizzazioni di artisti come Robert Wyatt, Residents, 1/2 Japanese, Pete Seeger, Fred Frith, Morgan Fisher, Lol Coxhill, Steve Miller, Robert Fripp, Andry Partridge (XTC), Ivor Cutler, Mark Perry, Michael Nyman, David Cunningham (Flying Lizards), Kevin Coyne, Dave Vanian (Damned). Un progetto bizzarro ed eclettico composto da 51 BRANI !!!, di un fascino unico capace di accogliere i piu' alti consensi dalla critica e dalle riviste specializzate.
Euro
60,00
codice 321829
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Mod meeting vol. 1
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1966  style 
rock 60-70
Copertina lucida a busta senza codice a barre, label bianca con grandi lettere A e B nere ad indicazione della facciata come uniche scritte, catalogo MM01. Pubblicata dalla Style Records, questa raccolta e' la prima di una serie dedicata alla musica mod. Questo primo volume e' incentrato esclusivamente su due gruppi inglesi, i Richard Kent Style da Manchester, con marcate influenze soul e cinque singoli all'attivo nella seconda meta' degli anni '60, ed i St. Louis Union, anch'essi da Manchester, autori di tre singoli nel 1966 di cui il primo, una cover di ''Girl'' dei Beatles, arrivo' all'undicesimo posto in classifica in patria, prima di una rapida scomparsa dalle scene. Sedici brani in tutto, tratti dai singoli dei gruppi, con l'eccezione di due pezzi dei St. Louis Union che sono inedit. Questa la scaletta: Richard Kent Style: ''Go go children'' (1966), ''No matter what you do'' (1966), ''All good things'' (1966), ''You can't put me down'' (1966), ''I'm out'' (1967), ''Marching off to war'' (1967), ''A little bit of soul'' (1969), ''Don't tell lies'' (1969); St. Louis Union: ''Respect'' (1966), ''Girl'' (1966), ''East side story'' (1966), ''Think about me'' (1966), ''Behind the door'' (1966), ''English tea'' (1966), ''I got my pride'' (inedito), ''English tea'' (inedito live).
Euro
23,00
codice 3503420
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Mod meeting vol. 7
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1960  style 
rock 60-70
Edizione limitata a 500 copie, copertina lucida a busta senza codice a barre, label nera con scritte bianche su di una facciata ed a colori invertiti sull'altra, catalogo MM07. Pubblicto nel 2012 dalla Style, il settimo volume delle compilation dedicate da questa etichetta alla musica mod. Questo volume ci presenta sedici brani ad opera di piu' o meno oscure band mod provenienti da diverse parti del globo, fra cui gruppi australiani, americani, svedesi, inglesi e perfino cecoslovacchi. Questa la scaletta, con nome gruppo seguito da titolo del brano e nazionalita' della band: Side A BEATNIKS I Feel Good (Norway) WEST FIVE She's Mine (UK) PHIL JONES & UNKNOWN BLUES If I Had A Ticket (AUS) DICK JORDAN Progress (UK) OLA & JANGLERS How Come (SWE) CHASERS She's Gone Away (UK) MR. LEE GRANT Love (NZ) GROOVE Cool Jerk (AUS) Side B GNOMES OF ZURICH Second Fiddle (UK) BEATINGS We'd Be Happy (CZ) JOHNNY RICHARD & HIS SPIKES It Was So Fine (Belgium) PROFILE I Got To Find A Way (UK) JOHN & ROBIN Love Me Baby (US) SHADES OF MORLEY BROWN Pretty Blue Bird (UK) SHEIKS Since She's Gone (Belgium) ROSS D. WYLLIE Uptight (AUS).
Euro
21,00
codice 3505258
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Motor city's burnin'
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1968  alive total energy 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa USA, ormai fuori catalogo, copertina senza barcode, label bianca con scritte nere su di una facciata, con grande logo Total Energy bianco e nero sull'altra, catalogo NER3014. Pubblicata nel 1998 dalla Alive/Total Energy negli USA, la compilation, che poi avra' un seguito in un volume 2, dedicata alle piu' incendiarie rock band dell'area detroitiana degli anni '60 e '70 (ma un paio di brani sono stati incisi negli anni '80 e '90); dieci brani in tutto, di cui ben cinque inediti fino a questa pubblicazione. Troviamo insieme a mostri sacri come MC5 e Stooges, i mitici Sonic Rendezvous Band con inedito del 1977/78, i Rationals con la leggendaria ''Guitar army'' (1969) ed i piu' giovani ma altrettanto devastanti e sferraglianti Dirtys, con un brano prodotto dal grande Mick Collins (ex Gories). Questa la scaletta: MC5, ''Looking at you'' (1968, singolo); Rationals, ''Guitar army'' (1969, dal primo eponimo album, con Scott Morgan poi nella Sonic's Rendezvous Band); The Up, ''Come on'' (inciso nel 1971, inedito gia' pero' incluso nel 10" ''Killer up!'' uscito nel 1995, per questa grande band autrice solo di un 7", con Gary Rasmussen poi nella Sonic's Rendezvous Band); Iggy And The Stooges, ''Death trip'' (inciso nel 1973 a Londra, dall'album ''Year of the iguana'' pubblicato nel 1997); Uprising, ''Long hard road'' (inciso nel maggio del 1973, inedito); Sonic's Rendezvous Band, ''Electrophonic tonic'' (inciso 12/77-1/78, inedito); Bootsey X & The Lovemasters, ''Pusherman of love'' (1987); Ramrods, ''I'm a ramrod'' (1/78, inedito); The Sillies, ''Break loose'' (1978, inedito); The Dirtys, ''Asshole boogie'' (1997, inedito).
Euro
24,00
codice 319007
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Music minus music
lp2 [edizione] nuovo  stereo  uk  1970  fat city 
rock 60-70
Vinile doppio, copertina ruvida a busta, libretto di sedici pagine in formato cd con foto e note storiche sugli artisti ed i brani presenti, label verde su di un lato e custom con artwork di copertina sull'altro sul primo vinile, viola su di un lato e custom con popcorn sull'altro sul secondo vinile, catalogo FC104 sulla costola della copertina e FC105 sulla label. Pubblicata nel 2012 dalla Fat City, questa compilation mette insieme sedici brani di elettronica, alcuni inediti ed altri tratti da rare pubblicazioni, il tutto inciso fra gli anni '70 ed '80, da musicisti rinomati come Irmin Schmidt dei Can, lo svizzero Bruno Spoerri, Karl Jenkins con i Soft Machine, e la compositrice elettronica americana Suzanne Ciani (autrice di musiche per pubblicita' e videogiochi, fra l'altro), insieme a nomi meno noti, per lo meno in occidente, come il pakistano M. Ashraf ed il tamil Ilaiyaraaja, entrambi attivi nell'ambito delle colonne sonore per il cinema del subcontinente indiano, e le giovani gemelle argentine Las Trillizas de Oro, ragazze prodigio. Per chi si interessa dei piu' strani e nascosti reconditi della musica pop elettronica vintage. Questa la scaletta: 1. Sound Of Wetness - Suzanne Ciani 2. Evarella 2073 - Peter Thomas 3. Surf - Saratoga Surf Messengers 4. Endstation Freiheit - Irmin Schmidt 5. Baustellenmusik - Bruno Spoerri 6. Pochoclo - Las Trillizas De Oro 7. Atari Corporate Tag - Suzanne Ciani 8. Yaaro Sonnaangalaam - Ilaiyaraaja 9. Automute - Eskaton 10. Jumping Balls - Klaus Weiss 11. Les Scandales - Jacky Chalard & Dynastie Crisis 12. Gods Of Norse - Cybotron 13. Splot - Karl Jenkins & Soft Machine 14. Ann Data - M.Ashraf 15. Aventure Et Tambourin - Guy Boyer 16. Apache - Rod Hunter.
Euro
22,00
codice 3505414
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Music people
lp3 [edizione] originale  stereo  uk  1972  cbs 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
l' originale stampa americana, copertina (con lievi segni di invecchiamento ed una foratura promozionale in basso a destra) apribile in tre parti, etichetta rossa con logos arancio lungo la circonferenza, catalogo C3X31280. Pubblicata nel 1972, la mastodontica compilation su triplo vinile con ben quaranta brani editi, tratti da albums talora ancora non pubblicati ai tempi dell' uscita del disco, ad opera di altrettanti artisti, fra cui alcune stelle assolute del panorama rock di quegli anni: Bob Dylan (qui con una cover di ''Grand coulee dam'' di Woody Guthrie, tratta da una raccolta tributo del 1972, ''A tribute to woody guthrie part one''), Taj Mahal, Spirit, Blood Sweet & Tears, Kris Kistofferson, Al Stewart, Santana, Poco... Questa la scaletta: Johnny Winter And, ''Jumpin' jack flash'' (1971); Sweathog, ''Hallelujah'' (1972); Home, ''Tramp'' (1971); Arrival, ''Glory be'' (1972); Jeff Beck Group, ''Situation'' (1971); REO Speedwagon, ''157 riverside avenue'' (1972); Bob Dylan, ''Grand coulee dam'' (1972); Barry Mann, ''Too many mondays'' (1972); Jake Holmes, ''Silence'' (1972); Colin Blunstone, ''She loves the way they love her'' (1971); Jimmy Spheeris, ''The nest'' (1972); Lesley Duncan, ''Love song'' (1972); Blood Sweet and Tears, ''Go down gamblin''' (1971); Dreams, ''Calico baby'' (1972); Chase, ''Too many people'' (1971); Wayne Cochran and the CC Riders, ''Sleepless nights'' (1972); Boz Scaggs & his Band, ''Monkey time'' (1972); David Clayton Thomas, ''Magnificent sanctuary band'' (1972); Edgar Winter's White Trash, ''Cool fool'' (1972); Poco, ''How down'' (1971); New Riders of the Purple Sage, ''Hello mary lou'' (1972); Byrds, ''Burglar'' (dall' album "Farther Along" del 1971); Kenny Loggins with Jim Messina, ''To make a woman feel wanted'' (1972); Al Stewart, ''Amsterdam'' (1972); Kris Kistofferson, ''Little girl lost'' (1972); Tak Mahal, ''Stealin''' (1972); Mahavishnu Orchestra, ''Dawn'' (1972); Fields, ''While the sun still shines'' (1971); Santana, ''Para los rumberos'' (1971); Spirit, ''Chelsea girls'' (1972, dall' album "Feedback"); It's A Beautiful Day, ''No word for glad'', dall' album "Choice Quality Stuff" del 1971); Argent, ''Hold your head up'' (1971); Titanic, ''Underbird'' (1972); Fishbaugh, Fishbaugh & Zorn, ''Hint of a freeze'' (1972); Redbone, ''The sun never shines on the lonely'' (1971); Grin, ''White lies'' 1972); Dr. Hook & the Medicine Show, ''I call that true love'' (1972); Genya Ravan, ''What kinf of a man are you'' (1972); Niemen, ''Strange is this world'' (1972); Jonathan Swift, ''Just a thought'' (1972).
Euro
18,00
codice 233010
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Music people
lp3 [edizione] originale  stereo  uk  1972  cbs 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
l' originale stampa inglese, copertina apribile in tre parti, con adesivo sul fronte "3 Records For The Price of One", etichetta arancio con logo nero centrale. Pubblicata nel 1972, la mastodontica compilation su triplo vinile con ben quaranta brani editi, ad opera di altrettanti artisti, fra cui alcune stelle assolute del panorama rock di quegli anni: Bob Dylan (qui con una cover di ''Grand coulee dam'' di Woody Guthrie, tratta da un album tributo ad egli tributato da Dylan ed altri artisti nel 1972, ''A tribute to woody guthrie part one''), Taj Mahal, Spirit, Blood Sweet & Tears, Kris Kistofferson, Al Stewart, Santana, Poco... Questa la scaletta: Johnny Winter And, ''Jumpin' jack flash'' (1971); Sweathog, ''Hallelujah'' (1972); Home, ''Tramp'' (1971); Arrival, ''Glory be'' (1972); Jeff Beck Group, ''Situation'' (1971); REO Speedwagon, ''157 riverside avenue'' (1972); Bob Dylan, ''Grand coulee dam'' (1972); Barry Mann, ''Too many mondays'' (1972); Jake Holmes, ''Silence'' (1972); Colin Blunstone, ''She loves the way they love her'' (1971); Jimmy Spheeris, ''The nest'' (1972); Lesley Duncan, ''Love song'' (1972); Blood Sweet and Tears, ''Go down gamblin''' (1971); Dreams, ''Calico baby'' (1972); Chase, ''Too many people'' (1971); Wayne Cochran and the CC Riders, ''Sleepless nights'' (1972); Boz Scaggs & his Band, ''Monkey time'' (1972); David Clayton Thomas, ''Magnificent sanctuary band'' (1972); Edgar Winter's White Trash, ''Cool fool'' (1972); Poco, ''How down'' (1971); New Riders of the Purple Sage, ''Hello mary lou'' (1972); Byrds, ''Burglar'' (dall' album "Farther Along" del 1971); Kenny Loggins with Jim Messina, ''To make a woman feel wanted'' (1972); Al Stewart, ''Amsterdam'' (1972); Kris Kistofferson, ''Little girl lost'' (1972); Tak Mahal, ''Stealin''' (1972); Mahavishnu Orchestra, ''Dawn'' (1972); Fields, ''While the sun still shines'' (1971); Santana, ''Para los rumberos'' (1971); Spirit, ''Chelsea girls'' (1972, dall' album "Feedback"); It's A Beautiful Day, ''No word for glad'', dall' album "Choice Quality Stuff" del 1971); Argent, ''Hold your head up'' (1971); Titanic, ''Underbird'' (1972); Fishbaugh, Fishbaugh & Zorn, ''Hint of a freeze'' (1972); Redbone, ''The sun never shines on the lonely'' (1971); Grin, ''White lies'' 1972); Dr. Hook & the Medicine Show, ''I call that true love'' (1972); Genya Ravan, ''What kinf of a man are you'' (1972); Niemen, ''Strange is this world'' (1972); Jonathan Swift, ''Just a thought'' (1972).
Euro
28,00
codice 319003
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) My generation – 16 original superhits of the 60's
Lp [edizione] originale  stereo  eec  1963  duchesse 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa europea, copertina senza barcode, label rossa con scritte nere e logo Duchesse nero in alto, scritta ''made in EEC'' in basso, catalogo 152007. Pubblicata nel 1988 dalla Duchesse, questa raccolta compila sedici dei piu' celebri brani di quattro delle piu' importanti band del panorama pop britannico ed internazionale di meta' anni '60: gli Who, che non hanno bisogno di presentazioni; gli Herman's Hermits, che furono fra i principali protagonisti della cosidetta "British Invasion" che rivoluziono' la musica americana, e rimangono un gruppo di matrice puramente e deliziosamente pop, incredibilmente sottovalutato, anche se ebbero all' epoca numerosi hits negli Stati Uniti; Gerry & the Pacemakers, gruppo di Liverpool fra i piu' importanti in assoluto della fertile scena del Merseybeat, quindi concittadini dei Beatles e gestiti come loro da Brian Epstein; infine Lo Spencer Davis Group, uno dei migliori e piu' influenti gruppi di r'n'b' bianco degli anni '60, con la voce dell'allora sedicenne Steve Winwood, poi alla guida dei Traffic, che conferi' una magia inconfondibile ai loro primi lavori. Questa la scaletta: The Who, ''My generation'', ''I'm a boy'', ''Happy jack'', ''Pictures of lily''; Herman's Hermits, ''No milk today'', ''I'm into something good'', ''Silhouettes'', ''There's a kind of hush''; Spencer Davis Group, ''Keep on running'', ''Somebody help me'', ''Gimme some lovin''', ''I'm a man''; Gerry and the Pacemakers, ''How do you do it'', ''I like it'', ''You'll never walk alone'', ''I'm the one''.
Euro
15,00
codice 328124
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Neder beat 63-69: beat, bluf & branie 1
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1963  concerto / universal music 
rock 60-70
Edizione limitata a 500 copie numerate sull'adesivo apposto sul cellophane, vinile doppio pesante color porpora, copertina apribile, label bianca e blu, catalogo 478 453-7. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2016 ad opera della Concerto / Universal Music, la prima parte della raccolta originariamente pubblicata solo in doppio cd nel 2004 dalla Hunter Music (un secondo doppio vinile uscito contemporaneamente a questo ne contiene la seconda parte). Con ben ventincinque brani editi, un'eccellente e vasta panoramica sul vitale e per certi versi pionieristico fenomento del beat olandese, senza alcun dubbio espressione di una delle migliori scene beat, r'nb' e garage dell'Europa continentale durante gli anni '60: alfieri del movimento come i Q'65 e gli Outsiders di Wally Tax, qui rappresentati, nei loro momenti migliori non avevano niente da invidiare ad analoghi gruppi britannici come Pretty Things o Animals. Questa raccolta puo' rappresentare un efficace punto di accesso all'interessante mondo musicale dei Paesi Bassi, che includeva anche gruppi piu' vicini alla sensibilita' pop quali Shocking Blue e Cuby+The Blizzards, artisti ispirati dal nuovo cantautorato angloamericano come Boudewijn De Groot e sperimentatori psichedelici di prim'ordine quali i Groep 1850, tutti qui rappresentati insieme a molti altri protagonisti. Questa la scaletta: 01. Q65 - You're The Victor 02. The Outsiders - Lying All The Time 03. Ro-D-Ys - Just Fancy 04. Golden Earrings - Please Go 05. Les Baroques - Such A Cad 06. The Motions - Why Don't You Take It 07. Sandy Coast- I See Your Face Again 08. Phantoms - I'll Go Crazy 09. Rudy Bennett - I'm So Proud 10. Shocking Blue - Send Me A Postcard 11. The Shoes - Na Na Na 12. ZZ & De Maskers – Dracula 13. Cuby + The Blizzards - Another Day Another Road 14. The Dukes - Friday On My Mind 15. Groep 1850 - Mother No-Head 16. HET - Ik Heb Geen Zin Om Op Te Staan 17. Hu & The Hilltops - Cry Me A River 18. The Hunters - Russian Spy And I 19. Johnny Kendall & The Heralds - See See Rider 20. De Maskers - Brand New Cadillac 21. Q65 – Ann 22. George Baker Selection - Little Green Bag 23. The Outsiders - I've Been Loving You So Long 24. Boudewijn de Groot - Meester Prikkebeen 25. The Cats - Sure He's A Cat.
Euro
34,00
codice 3509149
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Nice - an anthology of Peter Eden
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1966  tenth planet 
rock 60-70
Edizione limitata a mille copie numerate sul retro, copertina senza barcode, vinile pesante, etichetta bianca con scritte nere con title track su un lato e disegno con cerchi concentrici sull'altro, inserto in carta lucida in bianco e nero. "Nice - An anthology of Peter Eden productions" contiene sedici brani di gruppi e musicisti prodotti negli anni '60 dall'inglese Peter Eden, noto anche per essere stato uno dei primi manager di Donovan, prima che il cantante scozzese iniziasse la collaborazione con il piu' famoso Mickey Most. I brani qui proposti, in buona parte di ispirazione folk acido o freakbeat, sono in larga parte inediti, con l'aggiunta di alcuni usciti su singolo e versioni alternative, con la presenza di Clive Palmer (Incredible String Band, C.O.B.) e Bill Fay. Questa la scaletta dei brani: The Crocheted Doughnut Ring, "Azalia & Rhododendron" (1967, A-side); The Fingers, "Just like loving you baby" (1967, inedito); Bill Fay, "Garden song" (1969, versione inedita); Clive Palmer, "Stories of Jesus" (1969, inedtio); The Fingers, "I go to sleep" (1966, A-side); Sadie's Expression, "Yesterday was such a lovely day" (1968, inedito); The Fingers, "Look away" (1966, inedito); The Crocheted Doughnut Ring, "Nice" (1967, B-side); Gerald Moore, "Pilgrim" (1973, inedito); River, "California here I come" (1969, inedito); Bill Fay, "The sun is bored" (1969, versione inedita); The Jubilee Lovelies, "I'll be your baby tonight" (1968, inedito); The Fingers, "I hear the sun" (1967, inedito); Bill Fay, "The room" (1969, versione inedita); The Fingers, "Oh" (1966, B-side); Barry Fantoni, "Sadie moonshine" (1967, inedito).
Euro
18,00
codice 2106175
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Nuggets, vol. 9 – acid rock
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1967  rhino 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
l' originale stampa americana, copertina lucida fronte retro con barcode e con sul retro ricche note sui gruppi rappresentati, label gialla con scritte nere, logo Rhino con rinoceronte in bianco e nero in alto a sinistra, catalogo RNLP70033, vinile ambrato se posto controluce. Pubblicato nel 1985 dalla Rhino negli USA, il nono volume della serie ''Nuggets'', pubblicata in quindici volumi fra il 1984 ed il 1989, ed ispirata dallo storico doppio album curato nel 1972 da Lenny Kaye per la Elektra, l'originario ''Nuggets: original artyfacts from the firt psychedelic era, 1965-1968'', che riporto o porto' all'attenzione del pubblico alcuni fra i piu' brillanti gruppi del garage e della prima psichedelia degli Stati Uniti. Questa nuova serie di ''Nuggets'' degli anni '80 prosegui' su quel registro, ampliando l'ambito stilistico a scene o generi affini come il folk rock, il pop, i primi vagiti della scena underground di San Francisco, la fondamentale e dirompente scena del Nord Ovest degli Stati Uniti, ed altro ancora. Questo nono volume e' sottotitolato ''Acid rock'' e, se da un lato illustra il lato piu' hard del rock psichedelico dei tardi anni '60 (Vanilla Fudge, gli Iron Butterfly di ''In-a-gadda-da-vida'', gli Steppenwolf), evidenzia anche alcuni superclassici dell'epoca come la spiritata ''7 and 7 is'' dei Love ed il volo psichedelico di ''Eight miles high'' dei Byrds; troviamo anche una rara b-side dei Seeds, uno dei piu' acidi fra i gruppi garage, ''The wind blows in her hair'', ed uno dei migliori brani di una delle piu' sottovalutate band psichedeliche californiane, gli West Coast Pop Art Experimental Band, dal titolo ''I won't hurt you'', ma anche un gioiellino popsike firmato da nientemeno che i Monkees, ''Porpoise mouth'', tratto dalla colonna sonora del loro eccentrico film ''Head'', ed un brano rispolverato poi alla grande dai fratelli Cohen con la colonna sonora del film ''Il grande Lebowski'', quella ''Just dropped in'' dei First Edition, perfetta sintesi di pop e psichedelia anni '60. Questa la scaletta completa: "7 and 7 Is" – Love; "Eight Miles High" – The Byrds; "Feelings" – The Grass Roots; "Just Dropped In (To See What Condition My Condition Was In)" – The First Edition; "Magic Carpet Ride" – Steppenwolf; "It's Wonderful" – The Young Rascals; "Porpoise Song" – The Monkees; "She's My Girl" – The Turtles; ''Incense and Peppermints" – The Strawberry Alarm Clock; "The Wind Blows Her Hair" – The Seeds; "You Keep Me Hangin' On" – Vanilla Fudge; "In-A-Gadda-Da-Vida" – Iron Butterfly; "Time Has Come Today" – The Chambers Brothers; "I Won't Hurt You" – The West Coast Pop Art Experimental Band.
Euro
26,00
codice 242247
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Nuggets, vol. 9 – acid rock
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1967  rhino 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
l' originale stampa americana, copertina lucida fronte retro con barcode e con sul retro ricche note sui gruppi rappresentati, label gialla con scritte nere, logo Rhino con rinoceronte in bianco e nero in alto a sinistra, catalogo RNLP70033, vinile ambrato se posto controluce. Pubblicato nel 1985 dalla Rhino negli USA, il nono volume della serie ''Nuggets'', pubblicata in quindici volumi fra il 1984 ed il 1989, ed ispirata dallo storico doppio album curato nel 1972 da Lenny Kaye per la Elektra, l'originario ''Nuggets: original artyfacts from the firt psychedelic era, 1965-1968'', che riporto o porto' all'attenzione del pubblico alcuni fra i piu' brillanti gruppi del garage e della prima psichedelia degli Stati Uniti. Questa nuova serie di ''Nuggets'' degli anni '80 prosegui' su quel registro, ampliando l'ambito stilistico a scene o generi affini come il folk rock, il pop, i primi vagiti della scena underground di San Francisco, la fondamentale e dirompente scena del Nord Ovest degli Stati Uniti, ed altro ancora. Questo nono volume e' sottotitolato ''Acid rock'' e, se da un lato illustra il lato piu' hard del rock psichedelico dei tardi anni '60 (Vanilla Fudge, gli Iron Butterfly di ''In-a-gadda-da-vida'', gli Steppenwolf), evidenzia anche alcuni superclassici dell'epoca come la spiritata ''7 and 7 is'' dei Love ed il volo psichedelico di ''Eight miles high'' dei Byrds; troviamo anche una rara b-side dei Seeds, uno dei piu' acidi fra i gruppi garage, ''The wind blows in her hair'', ed uno dei migliori brani di una delle piu' sottovalutate band psichedeliche californiane, gli West Coast Pop Art Experimental Band, dal titolo ''I won't hurt you'', ma anche un gioiellino popsike firmato da nientemeno che i Monkees, ''Porpoise mouth'', tratto dalla colonna sonora del loro eccentrico film ''Head'', ed un brano rispolverato poi alla grande dai fratelli Cohen con la colonna sonora del film ''Il grande Lebowski'', quella ''Just dropped in'' dei First Edition, perfetta sintesi di pop e psichedelia anni '60. Questa la scaletta completa: "7 and 7 Is" – Love; "Eight Miles High" – The Byrds; "Feelings" – The Grass Roots; "Just Dropped In (To See What Condition My Condition Was In)" – The First Edition; "Magic Carpet Ride" – Steppenwolf; "It's Wonderful" – The Young Rascals; "Porpoise Song" – The Monkees; "She's My Girl" – The Turtles; ''Incense and Peppermints" – The Strawberry Alarm Clock; "The Wind Blows Her Hair" – The Seeds; "You Keep Me Hangin' On" – Vanilla Fudge; "In-A-Gadda-Da-Vida" – Iron Butterfly; "Time Has Come Today" – The Chambers Brothers; "I Won't Hurt You" – The West Coast Pop Art Experimental Band.
Euro
20,00
codice 328357
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Off II Hallucinations (Psychedelic Underground) picture
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1967  metronome / Deutscher Schallplattenclub / elektra 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
l' originale stampa tedesca, nella versione picture disc pressata per il Record Club tedesco, con copertina laminata fronte e retro, non apribile (a differenza della versione non picture e di alcune copie picture), catalogo H895/5 sulla copertina e ST-KMLP310 sul vinile, che e' nella versione in cui non compare alcuna scritta in grigio a destra. Pubblicata nel 1969 dalla Metronome / Elektra in Germania, questa raccolta manifesto sparse nel paese teutonico il verbo del rock psichedelico e sperimentale dei gruppi americani promossi nella seconda metà degli anni '60 dalla brillante casa discografica guidata da Jac Holzman: in quel decennio la Elektra accolse nella sua scuderia giovani gruppi che proponevano una visione innovativa ed anticoformista del pop e del rock, come l'aggressivo proto punk degli MC5, la dionisiaca psichedelia dei Doors, le visioni psichedeliche acustiche della Incredible String Band, l'originalità ed il lirismo fra baroque pop, folk rock e psichedelia dei Love di Arthur Lee, l'iconoclasta e rivoluzionaria interpretazione delle radici folk da parte degli Holy Modal Rounders, l'eclettica musa dei Rhinoceros, autori di una riuscita miscela di rock, blues, jazz e soul. Questa la scaletta: MC5, "Kick out the jams" (dall'album "Kick out the jams", 1969); Holy Modal Rounders, "Werewolf" (dall'album "The Moray Eels Eat The Holy Modal Rounders", 1968); Rhinoceros, "Apricot brandy" (dall'album "Rhinoceros", 1968); The Doors, "Five to one" (dall'album "Waiting for the sun", 1968); Love, "The daily planet" (dall'album "Forever changes", 1967); Earth Opera, "The american eagle tragedy" (dall'album "The great american eagle tragedy", 1969); MC5, "I want you right now" (dall'album "Kick out the jams", 1969); The Holy Modal Rounders, "The pledge" (dall'album "The Moray Eels Eat The Holy Modal Rounders", 1968); Rhinoceros, "I need love" (dall'album "Rhinoceros", 1968); The Incredible String Band, "A very cellular song" (estratto del brano, dall'album "The hangman's beautiful daughter", 1968); Ars Nova, "And now am I to know" (dall'album "Ars nova", 1968); The Zodiac Cosmic Sounds (Mort Garson), "Cancer – the moon child" (dall'album "Cosmic sounds", 1967).
Euro
28,00
codice 244874
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 10
Lp [edizione] nuovo  stereo  aus  1979  bfd 
rock 60-70
il decimo volume della serie di compilations con grandi gemme perdute del garage punk provenienti da oscuri e rarissimi singoli, perlopiu' del favoloso periodo '65/'67, copertina senza codice a barre ed etichetta verde con scritte nere. Ecco i 16 brani di questo ennesimo imperdibile volume: 1. "Talk To Me Girl" dei Next Five; 2. "You'll Come Back" dei Moon Rakers (dal loro primo singolo del 1965; incisero anche un album ed alcuni di loro formarono piu' tardi gli Sugarloaf); 3. "Baby What's New" di Peter Wheat & The Breadmen; 4. "Since I Met You" dei Marauders; "Roller Coaster" degli Ides Of March (notevole ballata tra garage e folk rock, dal loro quinto singolo del 1966, anni prima rispetto all' esordio su album); 6. "Need A Little Lovin' " dei Foggy Notions; 7. la deragliante "Just In Case You're Wondering" dei grandissimi canadesi Ugly Ducklings (una fuzz guitar davvero killer); 8. "My Group And Me" dei Raga & The Talas; 9. "Tilt-A-Whirl" dei texani Leo & The Prophets, davvero folli ed acidi; 10. la micidiale e favolosa "Love At Psychedelic Velocity" dei californiani Human Expression (divenuta uno dei classici dei Fuzztones un paio di decenni dopo); 11. "I'm On My Way Down That Road" dei Wig/Wags; 12. una travolgente "The Train Kept A-Rollin' " di Steve Walker & The Bold dal loro secondo ed ultimo singolo, dal Massachussetts); 13. "I'm Not Talkin' " dei Things To Come di Chicago, cover deragliante e davvero punk del brano degli yardbirds, dal loro unico singolo del '66; 14. "Slippin' And Slidin' ", grande gemma dei Five Americans, texani di Dallas, dal loro secondo singolo del 1964 (!!!), due anni prima del loro esordio su album, incredibilmente aggressiva per l' epoca; 15. la grandissima "Primitive" dei Groupies, prototipo del garage punk piu' grezzo, cavernoso ed "annoiato", dal loro unico singolo del 1965 (!!!), tra i Rolling Stones ed i Cramps, che infatti riprenderanno il brano quasi un ventennio dopo; 16. la bellissima "Don't Shoot Me Down" degli storici Brogues, dal loro secondo ed ultimo singolo del 1965, californiani con membri dei futuri Quicksilver e dei Family Tree in formazione. Dopo un inizio buono ma non esaltante, il volume si rivela uno dei migliori della serie, splendido ed imperdibile.
Euro
17,00
codice 2024542
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 11
Lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1966  a.i.p. 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Ristampa ancora incellophanata, ormai da tempo fuori catalogo, copertina liscia senza codice a barre, etichetta verde con scritte nere. Uscito originariamente nel 1983. l' undicesimo volume della serie di compilations, il cui primo volume fu pubblicato nel '79, con grandi gemme perdute di garage-psychedelia degli anni '60. 14 brani di oscure bands americane, provenienti da rarissimi singoli incisi perlopiu' tra il '65 ed il '67: dei LEATHER BOY di New York (gia' noti come Milan, World of Milan e Milan (the Leather Boy) sono presenti il biker acid punk di "I'm A Leather Boy" e la psichedelica "Shadows", entrambe dal secondo singolo realizzato con questa denominazione; notevole e' "I Know" degli ILLUSIONS della Florida, tra folk rock ed torrido garage punk, dal loro unico singolo del '66; fantastico il fuzz punk psichedelico dei GALAXIES IV dalla Florida con la strumentale "Don't Lose Your Mind", dal loro quarto ed ultimo singolo del '67; i LOOKING GLASSES di Los Angeles rivelano qualche influenza inglese nella grezza ma eccellente psichedelica "Visions", dal secondo dei loro due singoli, del '67; VON RUDEN, dal Winsconsin, e' presente con una versione della rollingstoniana "The Spider And The Fly", dal primo dei due singoli, realizzati un po' fuori tempo massimo, nel 1970; grandi i THIRD EVOLUTION, di New York, con i due brani del secondo ed ultimo singolo del '66 "Gone, Gone, Gone" e "Don't Play With Me", favolosamente in bilico tra folk rock, garage punk e psichedelia; ancora superbo acid punk dagli AARDVARKS del Michigan, con "I'm Higher Than I'm Down", facciata A del loro primo singolo del '66; oscurissimi i FOUNTAIN OF YOUTH, con la piacevole "Hard Woman", dall' unico loro singolo; fantastici i MODDS, probabilmente da Memphis, Tennessee, con la grezzissima, davvero cruda "Leave My House"; deliziosamente low-fi i texani di Dallas BARKING SPYDERS con "I Want Your Love", dal loro unico singolo del 66; splendida la "ESP" dei BEAVER PATROL, dalla Florida, versione rallentata di "LSD" dei Pretty Things, puro punk psichedelico ai massimi livelli, dal loro purtroppo unico singolo del '67; chiude uno dei due brani dell' unico singolo del '66 inciso dai gia' sentiti Leather Boy quando ancora la loro denominazione era quella di MILAN (THE LEATHER BOY): "You Gotta Have Soul".
Euro
20,00
codice 225245
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 12
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1966  a.i.p. 
rock 60-70
il dodicesimo volume della serie di compilations, inaugurata nel 1979 con grandi gemme perdute della scena garage-psychedelia dei '60's. 14 brani di altrimenti ben ardua reperibilita' di oscure garage punk bands americane: iniziano i grandi NOMADS del North Carolina con la selvaggia "From Zero Down", dal loro secondo ed ultimo singolo; i newyorkesi TEDDY BOYS coverizzano splendidamente "Mona" di Bo Diddley, offrendone una versione molto punk psichedelica notevolissima, dal loro terzo di 4 singoli, del 1967; gli oscurissimi e molto grezzi COMING TIMES con "Keep The Music Playing", dal loro unico singolo; i notevoli BREAKERS da Memphis, Tennessee con il folk rock intinto nel piu' ruvido garage di "Don't Send Me No Flowers (I Ain't Dead Yet)", dal loro unico singolo, cosi' come un singolo realizzarono i concittadini PETER & THE RABBITS, di cui e' presente "Someone I've Got My Eyes Upon" (sempre del '66); il divertente bubblegum punk di "Ride" dei PAWNEE DRIVER, probabilmente dall' Ohio; grandi i MAD HATTERS del Maryland il cui batterista sara' nei Fallen Angels di Washington, con la travolgente"I'll Come Running", dal secondo ed ultimo loro singolo del '66; una leggenda della scena di San Francisco pre-psichedelica sono i VEJTABLES, qui con la bellissima "Feel The Music" dal loro terzo ed ultimo singolo del '66; eccellenti i CLOCKWORK ORANGE del Kentucky qui con i due brani del loro unico bellissimo singolo del '67: "Your Golden Touch" e "Do Me Right Now", tra melodia e ruvidezze garage punk; RICHARD & THE YOUNG LIONS, dal New Jersey, sono presenti con la piacevolissima "You Can Make It", dal terzo ed ultimo singolo del '67; grandi gli OUTCASTS di long island, New York, con "I Didn't Have To Love Her Anymore", notevole ballata tra folk rock e garage, dal loro secondo ed ultimo singolo del '67; delizioso il pop barocco dei JAM con "Something's Gone", dal loro unico singolo del 1972 (esatto!), prodotti da quel Seymour Stein che presto scoprira' i Ramones; si chiude con il riuscito garage pop dei FREE THINKERS, canadesi basati a New York, con "You Were Born For Me", dal loro primo di due singoli, del 1965. Copertina lucida senza codice a barre, etichetta verde con scitte nere.
Euro
17,00
codice 2028604
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 13
Lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1979  a.i.p. 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
ristampa ancora incellophanata, copertina liscia senza codice a barre, etichetta verde con scritte nere, il tredicesimo volume della imperdibile serie di compilations che hanno riportato alla luce piccole e grandi grandi gemme perdute del garage degli anni '60, qui tutte provenienti dal continente americano. Favolosi i due brani dell' unico singolo degli SPIRIT di New York, del 1967, particolarmente l' acid punk di "Man Enough for You", ma comunque notevole anche il suo originario retro "No Time to Rhyme"; divertente e piacevolissimo il surf "aggiornato" dei CATS MEOW ("House of Kicks", da uno dei loro due singoli, cosi' come la dinamica "Super Stuff" dei ROCK GARDEN, dall' Arkansas, dal loro unico singolo del 1967, arricchita da una splendida chitarra fuzz; studenti di Yale, gli ORIGINAL SINNERS incisero un unico singolo nel '66, da cui e' tratta la assolutamente deliziosa "You'll Never Know", tra garage beat e folk rock; gli APOLLOS, dalla Virginia, incisero due singoli tra il '65 ed il '66, da cui sono tratti "That's The Breaks", la notevole "Target Love" e "It's a Monster"; micidiale "Nice Try" dei canadesi LES SINNERS, mai troppo valutati, tratta da uno dei due loro album dal titolo "Sinerisme"; imperdibile anche "I" dei californiani KNIGHT RIDERS, secca ed aggressiva gia' nel '65, purtroppo pubblicata per la prima volta solo nel '68 nella raccolta "San Francisco Roots"; i NEW LIFE sono presenti con la grintosa "Why Now Girl", proveniente non da uno dei tre singoli di questo gruppo di Minneapolis ma dalla rara compilation "San Francisco Pop Festival Vol.1"; COLE & THE EMBERS, da ST. Louis, incisero un solo singolo, da cui e' tratta la bella "Hey Girl", con tanto di bellissimo organo farfisa; riportati come provenienti dal confine tra Texas e New Mexico, ma probabilmente addirittura belgi, i PEBBLES con "Love Me Again", dal loro unico singolo del '65; canadesi i LES LUTINS, qui con la bella "Laissez-Nous Vivre", tra i loro brani migliori in assoluto; gli ONES furono uno dei migliori acts della scena di Boston, ed incisero un album oggi molto raro, da cui e' tratta la bella loro versione di "Didi-Wa-Didi"; infine i FIVE HUNGRY MEN, dalla Pennsylvania, con la notevole "Bustin' Rocks", dal loro unico singolo del 1967.
Euro
14,00
codice 226668
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 13
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1979  a.i.p. 
rock 60-70
copertina liscia senza codice a barre, etichetta verde con scritte nere, il tredicesimo volume della imperdibile serie di compilations che hanno riportato alla luce piccole e grandi grandi gemme perdute del garage degli anni '60, qui tutte provenienti dal continente americano. Favolosi i due brani dell' unico singolo degli SPIRIT di New York, del 1967, particolarmente l' acid punk di "Man Enough for You", ma comunque notevole anche il suo originario retro "No Time to Rhyme"; divertente e piacevolissimo il surf "aggiornato" dei CATS MEOW ("House of Kicks", da uno dei loro due singoli, cosi' come la dinamica "Super Stuff" dei ROCK GARDEN, dall' Arkansas, dal loro unico singolo del 1967, arricchita da una splendida chitarra fuzz; studenti di Yale, gli ORIGINAL SINNERS incisero un unico singolo nel '66, da cui e' tratta la assolutamente deliziosa "You'll Never Know", tra garage beat e folk rock; gli APOLLOS, dalla Virginia, incisero due singoli tra il '65 ed il '66, da cui sono tratti "That's The Breaks", la notevole "Target Love" e "It's a Monster"; micidiale "Nice Try" dei canadesi LES SINNERS, mai troppo valutati, tratta da uno dei due loro album dal titolo "Sinerisme"; imperdibile anche "I" dei californiani KNIGHT RIDERS, secca ed aggressiva gia' nel '65, purtroppo pubblicata per la prima volta solo nel '68 nella raccolta "San Francisco Roots"; i NEW LIFE sono presenti con la grintosa "Why Now Girl", proveniente non da uno dei tre singoli di questo gruppo di Minneapolis ma dalla rara compilation "San Francisco Pop Festival Vol.1"; COLE & THE EMBERS, da ST. Louis, incisero un solo singolo, da cui e' tratta la bella "Hey Girl", con tanto di bellissimo organo farfisa; riportati come provenienti dal confine tra Texas e New Mexico, ma probabilmente addirittura belgi, i PEBBLES con "Love Me Again", dal loro unico singolo del '65; canadesi i LES LUTINS, qui con la bella "Laissez-Nous Vivre", tra i loro brani migliori in assoluto; gli ONES furono uno dei migliori acts della scena di Boston, ed incisero un album oggi molto raro, da cui e' tratta la bella loro versione di "Didi-Wa-Didi"; infine i FIVE HUNGRY MEN, dalla Pennsylvania, con la notevole "Bustin' Rocks", dal loro unico singolo del 1967.
Euro
17,00
codice 2034319
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 16
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1966  a.i.p. 
rock 60-70
Copertina lucida con barcode, etichette interamente nere, la ristampa del sedicesimo volume, originariamente pubblicato nel 1985, della serie di compilations, inaugurata nel 1979 con grandi gemme perdute della scena garage e psichedelica dei '60's, provenienti da rarissimi singoli pubblicati originariamente in gran parte tra il '65 ed il 67. 14 brani di altrimenti ben ardua reperibilita' di oscure garage punk bands americane; ecco la lista completa: Side 1: The Acoustics: "My Rights" Bobby Brelyn: "Hanna" The Graveyard 5: "Marble Orchard" The Graveyard 5: "Untitled" Just Luv: "Valley of Hate" Jimmy Curtiss: "Psychedelic Situation" Ron Wray Light Show: "Speed" Side 2: The Streys: "She Cools My Mind" The Sands of Time: "Red Light" The Mood: "Amber Fields" Steve Peele Five: "Frankie's Got It!" Those Boys: "No Good Girl" Scurvy Knaves: "It's Not Like That" Duplex: "Louie, Louie".
Euro
16,00
codice 3005922
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 21
Lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1979  a.i.p. 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
copia ancora incellophanata, ristampa degli anni 2000, copertina lucida senza barcode, etichette interamente nere senza alcuna indicazione, trail off con "S-29799" e "S-29800" sui rispettivi lati. Pubblicato originariamente nel 1987, il 21esimo volume, sottotitolato "Original punk rock from the psychedelic 60's", della serie di compilations con grandi gemme perdute dei 60's, intrapresa dalla etichetta A.I.P. nel 1979. Ben 14 brani altrimenti introvabili, incisi nella meta' dei 60's e provenienti da oscurissimi singoli questa volta di bands americane. Questa la lista dei brani, provenienti da rarissimi singoli usciti in gran parte tra il '65 ed il '67, con qualche rimarchevole eccezione e con un inedito: "I've Just Begun" dei Glass Harp: A1 Dan-Dees – Think About It / A2 Kidds – Nature's Children / A3 Jolly Beggars – Last Step Of Doom / A4 Weavils – We're The Weavils / A5 Tommy & The Hustlers – Diggin' Out / A6 Traits – Nobody Loves The Hulk / A7 Village Outcastes – Under The Thumb / B1 Things To Come – 'Til The End / B2 Electras – 'Bout My Love / B3 Bethlehem Exit – Blues Concerning My Girl / B4 Glass Harp – I've Just Begun / B5 Jackson Investment Co. – What Can I Do B6 Sheppards – Poor Man's Thing B7 Wee Four – Weird.
Euro
23,00
codice 253984
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 3 - The acid gallery
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1979  bdf 
rock 60-70
Sottotitolo "A Mind Blowing Collection Of 18 Demented Classics From The Psychedelic Sixties" (in realta' i brani sono 17, una delle tracce indicate sul retro non fu poi inserita sul disco. Ristampa con copertina senza barcode, pressoche' identica a quella della prima tiratura uscita su Bdf nel 1979. Il terzo volume di una delle prime e piu' importanti serie raccolte di brani di oscure bands dei '60, con grandi gemme perdute di garage-psichedelia, tratte perlopiu' da rarissimi singoli, in questo caso relativi alla scena Californiana. Questa la lista dei gruppi e dei rispettivi brani, con numerose autentiche gemme qui riscoperte per la prima volta: A1 Dave Diamond & The Higher Elevation "The Diamond Mine" A2 Teddy & His Patches "Suzy Creamcheese" A3 Crystal Chandlier "Suicidal Flowers" A4 William Penn V "Swami" A5 The Jefferson Handkerchief "I'm Allergic To Flowers" A6 The Unfolding "Prana" (indicata sul retrocopertina come "Bonus Track") A7 The Calico Wall "Flight Reaction" A8 The Hogs "Loose Lip Sync Ship" A9 The Driving Stupid "The Reality Of (Air) Fried Borsk" B1 The Third Bardo "I'm Five Years Ahead Of My Time" B2 The Bees "Voices Green And Purple" B3 The Monocles "Spider And The Fly" B4 Godfrey "Let's Take A Trip" B5 T.C. Atlantic "Faces" B6 Mike Condello "Soggy Cereal" B7 The Lea Riders Group "Dom Kellar Os Mods" B8 Race Marbles "Like A Dribbling Fram"
Euro
19,00
codice 3020571
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 4 - Summer means fun!
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1966  bfd 
rock 60-70
Sottotitolo "A Fun-Filled Collection Of Great Summer Sounds And Surf Music Rarites!" Ristampa con copertina senza barcode, pressoche' identica a quella della prima tiratura uscita su Bdf nel 1979. Il quarto volume di una delle prime e piu' importanti serie raccolte di brani di oscure bands dei '60, con grandi gemme perdute di garage-psichedelia, tratte perlopiu' da rarissimi singoli, in questo caso relativi alla scena Californiana, sovente di orientamento garage-surf. Questa la lista dei gruppi e dei rispettivi brani, con numerose autentiche gemme qui riscoperte per la prima volta: A1 –Bruce & Terry "Summer Means Fun" A2 –Fantastic Baggys "Anywhere The Girls Are" A3 –The Four Speeds "R.P.M." A4 –Jan & Dean (Bonus Track) A5 –The California Suns "Masked Grandma" A6 –The Dantes "Top Down Time" A7 –The Pyramids "Custom Caravan" A8 –The Rivieras "California Sun "65" A9 –The Trashmen "New Generation" B1 –The Survivors "Pamela Jean" B2 –Gary Usher "Sacramento" B3 –Sharon Marie "Thinkin' 'Bout You Baby" B4 –The Knights "Hot Rod High" B5 –The Wheel Men "School Is A Gas" B6 –Lloyd Thaxton "Image Of A Surfer" B7 –The City Surfers "Beach Ball" B8 –Dave Edmunds "London's A Lonely Town" B9 –The Ragamuffins "The Fun We Had"
Euro
19,00
codice 3020572
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 5
Lp [edizione] nuovo  stereo  aus  1966  bfd 
rock 60-70
il quinto volume della pi— celebre serie di raccolte di brani di oscure bands dei '60, originariamente pubblicata nel '79, con altri 17 imperdibili gemme perdute provenienti perlopiu' da oscurissimi singoli pubblicati tra il '65 ed il '67 di altrettante garage bands americane. Ecco l' elenco dei brani: i TREE di Washington con il garage punk demente della favolosa "No Good Woman", dal loro unico singolo; i PLAGUE del New Mexico con la deliziosa "Go Away", tra garage punk devastante ed english beat, dal loro unico singolo; l' ottimo e grezzo rock chitarristico dei MAGI da Daytona Beach, Florida, con "You Don't Know Me", dal loro unico singolo del 1971 (un po' fuori luogo rispetto agli altri brani del disco, comunque validissima); la travolgente "It's A Crying Shame" dei texani di Forth Worth GENTLEMEN dal loro primo singolo; i grandissimi 5 CANADIANS (texani di San Antonio) con la indimenticabile "Writing On The Wall", dal loro primo singolo (dopo un singolo come Hangmen); i DIRTY WURDS di Chicago con la grezzissima "Why", facciata A del loro primo singolo; i MERRY DRAGONS di Los Angeles con la piacevole "Universal Vagrant" dal loro unico singolo; l' isterico acid punk dei FE-FI-FOUR PLUS 2, dal New Mexico, con "I Wanna Come Back (From The World of LSD)", dal primo dei due loro singoli; da Memphis, Tennesee, gli ESCAPADES con la perfetta "I Tell No Lies", dal loro primo di due singoli; i grezzissimi DANNY & THE ESCORTS da El Paso con la splendida "You Need Love", meravigliosamente sospesa tra garage punk, folk rock e beat; i SATYRS di Philadelphia con "Yesterday's Hero", caratterizzata da un bellissimo organo, dal loro unico singolo del 1968; i leggendari LITTLE PHIL & THE NIGHT SHADOWS, veterani della scena di Atlanta, Georgia, con la bellissima "The Way It Used To Be"; gli STATE OF MIND dal Delaware con "Move", dal loro primo di due singoli; l' eccellente "Wanna be with you" degli YESTERDAY's CHILDREN di New York (niente a che vedere con l' omonima band del Connecticut che realizzo' anche un album), dal loro unico singolo; il garage beat dei TIME STOPPERS da Pittsburgh con "I Need Love", dal loro unico singolo; i texani THURSDAY's CHILDREN con la ottima "You'll Never Be My Girl", dal loro primo singolo; infine i texani di San Antonio 12 A.M., con la bellissima : The Way I Feel", facciata A del loro unico singolo. Imperdibile! Copertina lucida senza codice a barre, etichetta verde con scritte nere.
Euro
19,00
codice 2023404
scheda

Page: 4 of 7


Pag.: oggetti: