Hai cercato:  dall'anno 70 all'anno 79 --- Titoli trovati: : 7499
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Aa.vv. (folk algeria) Chants et musique d'algerie
Lp [edizione] originale  stereo  fra  1970  la voix de l'algerie 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent world
prima stampa, pressata in Francia come indicato sulla label, copertina laminata sul fronte e liscia sul retro, flipback su due lati sul retro, label verde con scritte argento in caratteri arabi e latini, logo RTA argento e verde in alto e sotto di esso logo La Voix De L'Algerie, catalogo RTA N. 3, senza logo SACEM. Pubblicato nei tardi anni '60 o nei primi anni '70 dalla label La Voix De L'Algerie, con la produzione della RTA (Radio e Televisione Algerina), questo album e' il terzo di una serie di lp dedicati dall'etichetta alle musiche ed ai canti tradizionali dell'Algeria, dopo due altri lp con titolo identico ma diversa copertina e con differente contenuto musicale. Questo disco contiene sei brani, alcuni dei quali interpretati da musicisti ignoti: ''Bacheraf rami maya'' e' un brano dalle lontane influenze persiane, trasporate in Algeria dai turchi, ''Dakhli m'samai'' e' un celebre canto popolare algerino per voci femminili, ''Bacheraf a'djami'', interpretato da Boulaem Titiche e dal suo gruppo, e' un brano di origini assai antiche, ''Chant saharien, du genre aie / aie'', brano vocale maschile, ''Un chant du genre haouzi'', canto originario dell'area di Tlemcen, che si riallaccia all'antica tradizione dei kacida, ed infine ''Musique des touaregs''.
Euro
20,00
codice 327545
scheda
Aa.vv. (folk arabia) Music from yemen arabia – sanaani, laheji, adeni / samar
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1973  sub rosa 
world
Vinile doppio, inserto, catalogo SRV438. Pubblicato nel 2018 dalla Sub Rosa, questo album e' una riedizione congiunta di due lp originariamente pubblicati intorno a meta' anni '70 dalla americana Lyrichord: ''Music from Yemen Arabia – sanaani, laheji, adeni'' e '' Music from Yemen Arabia – samar''. Registrati sul campo da Ragnar Johnson e Jessica Mayer nel corso del 1973, a Sanaa ed a Taez, due delle piu' importanti citta' dello Yemen, questi album sono affascinanti documenti etnomusicali sulla musica araba yemenita suonata a Sanaa, nel porto di Aden e nello sceiccato di Laheji; accanto alle voci, l'oudh e percussioni etniche sono gli strumenti principali. Gli artisti registrati furono in alcuni brani i tre fratelli Kawkabani, i quali cantavano poemi tradizionali accompagnandosi con oud, percussioni ed occasionalmente con il kanoun, negli altri episodi invece Hassan al Zabeede, suonatore di oudh, accompagnato dal fratello percussionista, che cantavano nello stile di Laheji. Questa la scaletta: Sanaani, Laheji, Adeni (LP1): side 1 01 Kawkabani Brothers You Said That You Would Forget Me 02 Kawkabani Brothers Wa Seed Ana Lak Min Al Khodan 03 Hassan Al Zabeede Ana Mush Areemak side 2 04 Hassan Al Zbeede Tabal Samar 05 The Kawkabanis Wa Mogarred Bi Wadi Aldoore 06 Saad Al Kawkabani Ya Sabooh Al Enab; Samar (LP2): side 3 01 Hassan Zubeede Leish Teguib 02 The Three Kawkabani Brothers Al Sabah 03 Hassan Zubeede Keef Faiah side 4 04 'Abdul, Mohammed And Saad Kawkaban A'Zaffer Sanaa Wedding Song.
Euro
24,00
codice 3510970
scheda
Aa.vv. (folk turchia) Turchia, canti e musiche tradizion.
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1978  albatros 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent world
Prima stampa italiana, completa dello splendido libretto di dodici pagine con note musicologiche e storico-musicali, etichetta rossa con logo bianco e scritte nere, catalogo VPA8412, trail off con data 24/5/78, timbro SIAE del terzo tipo, con il marchio Siae che non ne occupa piu' l' intero cerchio centrale, in uso dal '78/79. Pubblicato nel 1978 dalla Albatros in Italia, questo album presenta una serie di registrazioni effettuate in Turchia da Wolf Dietrich fra il 1968 ed il 1977, le quali documentano diverse forme di musica tradizionale popolare anatolica, dalle musiche mistico-religiose dei dervisci all'improvvisazione taksim, dalle marce dei giannizzeri di epoca ottomana ai canti popolari dei villaggi. Questi i brani presenti, con date di registrazione: ''Ezan'' (1968), ''Hunkar hacibertas veli'nin'' (1977), ''Ussak makaminda bir taksim'' (1977), ''Zahidem turkusu'' (1973), ''Hicaz taksimi ve suzinak pesrevi'' (1973), ''Genc osman'' (1976), ''Koroglu oyun havasi'' (1977), ''Rumeli ciftetellisi'' (1976), ''Artvin horonu'' (1976), ''Karakoyun icin avsar havasi'' (1977), ''Karakoyun suyu icermege icin'' (1977), ''Samfistik turkusu'' (1973), ''Kocaarap zeybegi'' (1977), ''Arhavi oyun havasi'' (1976).
Euro
20,00
codice 320912
scheda
Aa.vv. (Folk UK) Tale Of Ale (The Story Of The Englishman And His Beer)
lp2 [edizione] originale  stereo  uk  1977  free reed 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Doppio album, l' originale stampa inglese, copertina apribile completa di libretto di 12 pagine (con dissertazioni varie ed illustrazioni sulla storia della produzione e del consumo dell' alcool in Inghilterra), etichetta crema e marrone, catalogo FRRD 023/024. Pubblicato in Inghilterra nel 1977, in occasione della ''Campaign for Real Ale'' su impulso del folklorista Vic Gammon, vede la storia della birra Inglese in 50 brani altrimenti inediti, tutti traditionals, tra cui alcune letture di Willie Rushton, eseguiti da musicisti di area folk, tra cui alcune assolute leggende del folk britannico della scena degli anni '60 e '70, come Peter Bellamy, i fratelli Robin e Barry Dransfields, John Foreman, Eddie Upton o Roy Harris. Ecco la lista del materiale incluso: A1 –Eddie Upton, Pam Gilder and Musica Inebriata "Bring Us In Good Ale" A2 –Joby Blanshard / Michael Smee Andrew "Boorde On Ale" A3 – Oriana "Come Drink To Me" A4 –Robin Dransfield and Musica Inebriata "Jolly Good Ale And Old" A5 –William Rushton "He That Buys Land" A6 –Peter Wood and Musica Inebriata "The Merry Fellows" A7 –Peter Bellamy and Musica Inebriata "Soldiers Three" A8 – Oriana "Tapster, Drinker" A9 –Joby Blanshard "The Tunnyng Of Elynour Rummyng" A10 –Eddie Upton and Musica Inebriata "A Knotte Of Good Fellows" A11 –Michael Smee "Andrew Boorde On Beer" A12 –John Foreman and Musica Inebriata "London's Ordinary" A13 –Michael Smee "A Brewer's Epitpah" A14 –Oriana "Honest Malt Liquor" B1 –Peter Wood and Musica Inebriata "The Malt's Come Down", B2 –Michael Smee "Stubbes On Drunkenness", B3 –Robin Dransfield and Barry Dransfield "Good Ale For My Money" B4 –Eddie Upton and Musica Inebriata "The Excise Ballad", B5 –William Rushton, Michael Smee "The Porter From MacBeth" B6 –Eddie Upton, Pam Gilder, Vic Gammon and The Pump and Pluck Band "Peas, Beans, Oats, And The Barley", B7 –Peter Wood "The Pleasant Ballad Of John Barleycorn", B8 –Pam Gilder and The Pump and Pluck Band "Now Harvest Is Over", B9 –Musica Inebriata "The British Toper", C1 –Roy Harris and The Pump and Pluck Band "Nottingham Ale", C2 –William Rushton "Bickerdyke On Temperance" C3 –Oriana "Catch: O Ale Ab Alendo", C4 –Vic Gammon and The Pump and Pluck Band "John Barleycorn", C5 –Peter Wood, Ian Russell and Vic Gammon "Ye Mar'ners All", C6 –William Rushton "A Brewer's Epitaph", C7 –Pam Gilder and The Pump and Pluck Band "Poor Tom Is Dead And Gone", C8 –Eddie Upton "There's Comfort In A Drop Of Gin", C9 –Joby Blanshard / Michael Smee "The London Gin Distillery" C10 –Pam Gilder and Vic Gammon "Don't Go Out Tonight, Dear Father", C11 –William Rushton "The Drunkard's Looking Glass", C12 –Roy Harris "Ale, Ale, Glorious Ale", "C13 –Eddie Upton and The Pump and Pluck Band "I Likes A Drop Of Good Beer", D1 –Vic Gammon and The Pump and Pluck Band "The Carter's Health", D2 –Robin Dransfield and The Pump and Pluck Band "Hey, John Barleycorn" D3 –Vic Gammon "Here's A Health To The Mistress", D4 –William Rushton / Joby Blanshard / Michael Smee "Meux's Porter Vat", D5 –John Foreman and Vic Gammon "A Pot Of Porter", D6 –Vic Gammon, Eddie Upton and The Pump and Pluck Band "I've Been To France / Here's A Health Unto Master" D7 –Roy Harris and The Pump and Pluck Band "The Man That Waters The Worker's Beer" D8 –Peter Bellamy and The Pump and Pluck Band "October Brew" D9 –Pam Gilder and The Pump and Pluck Band "John Appleby" D10 –Joby Blanshard "A Drinker's Epitaph", D11 –John Foreman and The Pump and Pluck Band "Charley Mopps" D12 –Eddie Upton and The Pump and Pluck Band "This Is Our Mistress' Health" D13 –Vic Gammon and The Pump and Pluck Band "Michael Blann's Drinking Song" D14 –The Pump and Pluck Band "The British Toper".
Euro
30,00
codice 45860
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1971  signal 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good soundtracks
Copia con una modesta abrasione in alto a sinistra sulla copertina, prima stampa italiana, copertina con sagomatura per facilitare l'estrazione del vinile sul retro, label rossa con banda bianca centrale, scritte nere, logo Signal rosso, bianco e nero in alto, catalogo SLP73, data sul trail off 13/4/71, timbro SIAE del primo tipo, con diametro di circa 13 mm., più piccolo dei successivi ed in uso tra il 1970 ed il 1975. Pubblicato nel 1971 dalla Signal solo in Italia, questo album non è, come potrebbe far intendere il titolo, la colonna sonora del celebre film diretto da Arthur Hiller e musicato dallo stimato Francis Lai, bensì una raccolta di esecuzioni, ad opera di musicisti non specificati, di celebri motivi di autori come, oltre allo stesso Lai (di cui qui ascoltiamo una esecuzione di "Love story"), Franz Liszt, George Gershwin e Frank Loesser, suonati con pianoforte e talora accompagnamento orchestrale. Direttore di produzione del disco è Sergio Balloni. Questa la scaletta: "Love story", "Love is blue", "Our love is here to stay", "(An affair to remember) Un amore splendido", "Love walked in", "A woman in love", "A song to love", "Sogno d'amore", "April love", "I love you porgy", "When your lover has gone", "The man I love".
Euro
10,00
codice 331576
scheda
Aa.vv. (frumpy, et al.) Pop & blues festival '70
LP2 [edizione] nuovo  stereo  ger  1970  long hair 
rock 60-70
Vinile doppio pesante, copertina apribile, inserto con note storiche. Ristampa del 2019 ad opera della Long Hair, pressoché identica alla prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1970 dalla MCA in Germania, questo album documenta la partecipazione dei gruppi tedeschi ad un importante festival musicale internazionale che ebbe luogo ad Amburgo nell'aprile del 1970: vi suonarono gruppi inglesi come Steamhammer, Colosseum e Nice, fra gli altri, ed una serie di gruppi tedeschi fra cui Frumpy, Thrice Mice, Tomorrow's Gift, Beautique In Corporation (da cui sarebbero poi nati gli Ikarus) e Sphinx Tush (con il chitarrista Rainer Baumann, anche nei Frumpy), questi ultimi due pressoché sconosciuti. Lo stile di queste band è riconducibile al rock progressivo, con predominio di organo e chitarra elettrica, in alcuni casi con ambiziose aperture sperimentali. Questa la scaletta: SIDE 1: 1. Frumpy – Duty 2. Thrice Mice - Vivaldi's Revival 3. Beautique In Corporation - Going Straight SIDE 2: 1. Tomorrow's Gift - Sound Of Which SIDE 3: 1. Frumpy – Floating 2. Beautique In Corporation - Things We Said SIDE 4: 1. Sphinx Tush – Crashville 2. Beautique In Corporation - Sunwave (incl. Sing Hallelujah). I Frumpy, gruppo tedesco di Amburgo, sono stati sulle scene soltanto per due anni; la loro storia inizia negli anni '60 con i Die City Preachers, capitanati da Inga Rumpf, che forma i Frumpy nel marzo del 1970 con l'intento di creare una fusione tra rock, blues, classica, folk e psichedelia. Debuttano al Pop & Blues festival, ma a causa della loro attitudine vicina al progressive ed alla sperimentazione non vengono compresi dal pubblico, più abituato al pop. Il gruppo vedeva alle tastiere il Francese Jean-Jacques Kravetz, una sorta di Keith Emerson, ed alla batteria Carsten Bohn, considerato uno dei migliori strumentisti della Germania. Dopo numerose apparizioni live, i Frumpy debuttano su lp e per chiarire subito che il nuovo gruppo nulla aveva a che fare con i Die City Preachers il titolo scelto è ''ALL WILL BE CHANGED'' (1970). Ma bisognerà attendere il secondo lavoro, ''FRUMPY 2'', con l'ingresso di Rainer Baumann, perché il gruppo trovi il successo. L'album sarà seguito da un doppio live postumo: tensioni interne infatti porteranno allo scioglimento ed i membri superstiti continueranno con il nome di Atlantis prima di riformarsi inaspettatamente come Frumpy alla fine degli anni '90 per alcuni concerti. I Thrice Mice erano un gruppo tedesco di Altona, sobborgo di Amburgo, attivo già nella seconda metà degli anni '60 in ambito beat, e poi maturato verso uno stile più complesso ed ambizioso, nel quale la critica ha ravvisato affinità con East Od Eden, Blodwyn Pig e Curved Air. Il loro unico album del 1971 è lontano dai filoni classici del krautrock e mostra piuttosto influenze inglesi; unico accostamento potrebbe essere fatto con gli Xhol, ma i Thrice Mice suonavano decisamente più ''terreni'' e per niente ''cosmici''. Si sciolsero nel 1972, ma poco dopo si riformarono con il nome di Altona, con un organico più numeroso, pubblicando due album nel 1975. I Tomorrow's Gift, dopo gli esordi come cover band sotto l'influenza del rock anglosassone di gruppi come i Vanilla Fudge, trovò poi una voce più personale ed originale, attraverso un rock progressivo accostato da alcuni critici ai Frumpy. La prima formazione dei Tomorrow's Gift si disintegrò poco dopo aver realizzato un primo lp, durante un tour di supporto agli Spooky Tooth; si riformarono poco dopo con due dei membri originari insieme a nuovi componenti, realizzando un secondo lavoro fra prog e krautrock, ''Goodbye future'' (1972), prima di sciogliersi definitvamente.
Euro
38,00
codice 3511804
scheda
Aa.vv. (funk) southern funkin' (louisiana 1967-1979)
lp2 [edizione] originale  stereo  uk  1970  bgp 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent soul funky disco
Doppio album, l' originale stampa, copertina ricca di note dettagliate sul retro, etichetta grigia con scritte nere, catalogo BGP2168. Pubblicata nel 2006 dalla BGP, questa raccolta compila ventidue brani provenienti da rari, spesso rarissimi singoli, pubblicati tra il 1967 ed il 1979 da gruppi ed artisti afroamericani della Louisiana, per piccole etichette locali. Come sempre per quanto riguarda le pubblicazioni della Bgp, la qualita' media e' notevolissima, e rivela un orientamento largamente dominato dal miglio heavy funk. Questa la lista completa dei brani: A1 –Eddy "G" Giles "Soul Feeling (Part 1)", A2 –Chester Randle's Soul Senders "Soul Brothers Testify (Part 1)", A3 –Abraham & The Casanovas "Soul Power", A4 –Dynamic Adam & His Excitements "Be A Man", A5 –Camille Bob "Stop", B1 –Dennis Landry "Miss Hard To Get", B2 –Freddie Love "Everybody's Doing It", B3 –Tabby Thomas "One Day", B4 –African Music Machine "Black Water Gold", B5 –Dennis Landry "Concentration", B6 –Johnny Truit "No Sad Times", C1 –Katie Webster "Hell Or High Water", C2 –JJ Caillier "I Got A Groove", C3 –Freddie Love "Crazy Girl (Part 1)", C4 –Donnie Jacobs "Proud Man", C5 –Count Rockin' Sydney "Put It On", D1 –Ernest Thomas "Soul Time", D2 –Clifton White & His Royal Knights "Fix It", D3 –Bill Parker "Gonna Put My Foot Down", D4 –Count Rockin' Sydney "Bury The Hatchet", D5 –Leroy Soileau "Wish You Were Here", D6 –Eddy "G" Giles "Soul Feeling (Part 2)".
Euro
32,00
codice 248851
scheda
Aa.vv. (funky) can you feel the funk
lp [edizione] originale  stereo  fra  1970  soul patrol records 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent soul funky disco
l' originale stampa, realizzata dalla francese Soul Patrol nel 2000, ed ormai fuori catalogo, etichetta custom, catalogo SPLP1'117; sottotitolato "The Undisputed Black Mind Power", raccoglie 10 piccole gemme perdute tratte da altrettanti rarissmi singoli da anni preda dei piu' attenti ed accaniti collezionisti di musica funky, pubblicati originariamente tra la fine degli anni '60 ed i primi anni '70, periodo davvero straordinario ed irripetibile per la scena funk afroamericana, in questo caso selezionati dal collezionista Nicolas Magneron. Ecco la lista completa dei brani: A1 Kashmere Stage Band – Scorpio A2 Robbie Hill's Family Affair – I Just Want To Be (Like Myself) A3 Brown Sugar Band – Party Time A4 Little Jimmy Edwards – Slapping Some Soul Upon Me A5 Mixed Emotions – Can You Feel The Funk B1 York Wilburn & The Psychedellic Six – Psychedellic Hot Pants B2 House Guests – My Mind Set Me Free B3 Leaders – It's A Rat Race B4 Second Thought, The – Sling Shot B5 Musicians From The Summer Program For Youthful Musicians – Jazz O.D. Consigliato agli appassionati dele genere, come tutte le raccolte dell' etichetta francese.
Euro
23,00
codice 248880
scheda
Aa.vv. (funky) everything i do gonna be funky
lp2 [edizione] originale  stereo  ger  1972  brown sugar 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent soul funky disco
l' originale stampa, doppio album con copertina apribile ricca di note e foto all' interno dei dischi originali da cui sono tratti i brani, etichetta nera con scritte bianche e verdi, catalogo BSR1006-1. Questa notevole raccolta uscita per la Brown Sugar nel 2004, ed ormai fuori catalogo, include sedici brani (uno in piu' che nella versione in Cd), gran parte dei quali di non semplice reperibilita', pubblicati originariamente tra il 1966 ed il 1976, che hanno in comune un inequivocabile approccio funky pur abbracciando generi diversi come il jazz, il soul, il funk e la blaxploitation. Ecco la lista dei brani inclusi: Rufus Thomas: Funky robot (dall' album "Crown Prince of Dance" del '72); Dramatics: Whatcha see is whatcha get (dall' album dallo stesso titolo del '71); Melvin Sparks: Who's gonna take the weight (dall' album "Spark Plug" del '71); Brother Jack McDuff: The live people (dall' album "Hallelujah Time" del '66); Johnny Pate & Adam Wade: Brother on the run (dalla colonna sonora di "Brother on the run" del '73); Isaac Hayes: Blue's crib (dalla colonna sonora di "Track Turner" del '74); Archie Sheep: Attica blues (dall' album dallo stesso titolo del '72); Michael Longo: Like a thief in the night (dall' album "900 Shares of the Blues" del '74); O'Donel Levy: Everything I do gonna be funky (dall' album dallo stesso titolo del '74); Leroy Hutson: Butterfat (dall' album "Feel the Spirit" del '76); Merl Saunders: Aunt Monk (dall' album "Merl Saunders" del '74); Azteca: Can't take the funk out of me (dall' album "Azteca" del '72); Sonny Rollins: Shout it out (dall' album "The Way I Feel" del '76); Bennie Maupin: Water torture (dall' album "Slow Traffic to the Right" del '76); The Pointer Sisters: How long (dall' album "Steppin" del '75); Pleasure: Ghettos of the mind (dall' album "Accept No Substitutes" del '76).
Euro
26,00
codice 248883
scheda
Aa.vv. (funky) funky hot pants
lp [edizione] originale  stereo  fra  1970  soul patrol records 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent soul funky disco
Sottotitolato "10 Super Rare Original Funk Monsters From The Early 70's", l' originale stampa, realizzata in esclusiva dalla francese Soul Patrol ed ormai fuori catalogo, copertina lucida, etichetta nera con scritte bianche, catalogo SPLP 10121. Pubblicato nel 2003, raccoglie 10 piccole gemme perdute tratte da altrettanti rarissmi singoli da anni preda dei piu' attenti ed accaniti collezionisti di musica funky, pubblicati originariamente nei primi anni '70, periodo davvero straordinario ed irripetibile per la scena funk afroamericana. Ecco la scaletta: 01 - FUNKY HOT PANTS - THE 8TH AVENUE EXPRESS 02 - WE DO IT ALL UP IN HERE - FANTASTIC EPICS 03 - SUPER PARTY - SOUL HUSTLERS 04 - GOT A GIG ON MY BACK - KELLY AND SOUL EXPLOSIONS 05 - GET ON THE CASE - FUNK FACTORY 06 - RIGHT ON - EARLEEN AND THE GROOVERS 07 - SOUL "69" - SOUL DUKES 08 - TELL ME - RICKY CALLOWAY 09 - I COULD DO THE IMPOSSIBLE - EL POOKS 10 - SHAKE YOUR FUNKY BUTT - COMMUNITY EFFORT. Consigliato agli appassionati dele genere, come tutte le raccolte dell' etichetta francese.
Euro
23,00
codice 248849
scheda
Aa.vv. (funky) funky variation (10 Super Rare Original Funk Monsters From The Late 60's)
lp [edizione] originale  stereo  fra  1970  soul patrol records 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent soul funky disco
l' originale stampa, realizzata dalla francese Soul Patrol nel 2003, etichetta nera con scritte e logo bianchi, catalogo SPLP10120, questo disco raccoglie 10 piccole gemme perdute tratte da altrettanti rarissmi singoli da anni preda dei piu' attenti ed accaniti collezionisti di musica funky. Ecco la scaletta: Carl H. Hall con una piacevolissima versione proto-funky di "Summertime" (1964!), i Phillips Bros. con una "I Got Hurt" che fa benissimo il verso ai Jb's ed a James Brown (1973), i Solicitors con la trascinante "Music from the Brothers" (1970), James "Mr. Fish" Preston con una ottima "Keep Your Soul Movin' " (circa 1970), New York Afro-American School Band con l' oscura "The Business", che nonostante la registrazione grezzissima e' uno dei brani migliori del disco (ancora in territori JB's), Jimmy James Thomas con la vivacissima "I Can't Dance" (1968), Baby George con "Gonna Love You and Leave You" (ancora un grande ritmo), Brother's of Soul con l' irresistibile "The Brother's Them", The Mighty Steps of Rhythm con la con l' indiavolata "Funky-Variation" ed infine i Dynamite Singletary con l' altrettanto forsennata "Git Down". Consigliato agli appassionati dele genere.
Euro
23,00
codice 249061
scheda
Aa.vv. (genesis, van der graaf, nice...) Charisma Keyboards (+charsima inner sleeve "the inside story")
lp [edizione] originale  stereo  uk  1974  charisma 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
l' originale stampa inglese, copertina (con lievi segni di invecchiamento) pressata da "James Upton", come indicato sul retro, etichetta "Charisma Mad Hatter", multicolore con cappellaio matto su sfondo rosa, con "Manufactured and Distributed by B&C" in basso, catalogo CLASS5, "PEcko+Melo" e "Porky+Melly" inciso sul trail off delle rispettive facciate, copia corredata della rara inner sleeve della Charisma "The Inside Story" con pubblicita' di albums dell' etichetta che arriva fino a questo disco ed al contemporaneo "Blue Pine Trees" degli Unicorn, e con modulo da riempire per ottenere dei premi dalla label. Pubblicata nel 1974, questa raccolta celebra l' epoca del rock progressivo e delle tastiere che spesso ne erano protagoniste, attraverso sei lunghi brani pubblicati in altrettanti albums del prestigioso catalogo della storica etichetta Charisma. Questa la lista dei brani: The Nice "America (2nd Amendment)" (dall' album "Elegy", 1971), Genesis "The Fountain Of Salmacis" (dall' album "Nursery Cryme", 1971), Robert John Godfrey "Mountains" (dall' album "Fall of Hyperion", 1974), Rare Bird "As Your Mind Flies By" (dall' album "As Your Mind Flies By", 1970), Van Der Graaf Generator "White Hammer" (dall' album "The Least We Can Do...", 1970), Bo Hansson "Flight To The Ford" (dall' album "Lord of the Rings", 1972).
Euro
23,00
codice 38300
scheda
Aa.vv. (german rock 70) Cloud cuckooland
lp2 [edizione] originale  stereo  eu  1970  finders keepers 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Doppio album, l' originale stampa, realizzata dalla Finders Keepers nel 2010, ed ormai fuori catalogo, copertina ruvida, inserto apribile apribile in formato lp con note storiche e foto, label nera con scritte bianche, catalogo FKR033LP. Questa bella compilation presenta venti brani tratti da lp e singoli pubblicati nella prima meta' degli anni '70 dalla storica etichetta tedesca Kuckuck, gestita da Eckart Rahn ed attenta a proporre musicisti di rock underground, principalmente progressivo e sperimentale tedesco, attraverso band come Ihre Kinder, Out Of Focus, Armaggedon, Lied Des Teufels e Deuter, qui rappresentate da alcuni brani insieme ad altri musicisti piuttosto oscuri quali gli Antiteater, collaboratori del regista Fassbinder per le musiche di vari suoi lavori. Questa la scaletta: Antiteater, ''Opening''; Ihre Kinder, ''Stunden'' (singolo, inedito su album); Out Of Focus, ''See how a white negro flies'' (dal primo album ''Wake up!'', 1970); Sam Spence, ''Water world'' (dall'album ''Fantastic sounds'', 1976); Ernst Schulz, ''Paranoia picknick'' (dall'album ''Paranoia picknick'', 1971); Sonny Hennig, ''1000 tips zum uberleben'' (dall'album ''Tranengas'', 1971); Ernst Schulz, ''10 finger blind'' (dall'album ''Paranoia picknick'', 1971); Ihre Kinder, ''Komm zu dir'' (dal secondo album 2375 004, 1971); Deuter, ''Der turm'' (dal primo album ''D'', 1971); Sam Spence, ''Ringo'' (b-side di un singolo del 1973, inedito su album); Antiteater, ''Memorn''; Armaggedon, ''Oh man'' (dall'album ''Armaggedon'', 1970); Sam Spence, ''World as one''; Deuter, ''Night rain'' (dall'album ''Ecstasy'', 1979); Ernst Schulz, ''XY'' (dall'album ''Paranoia picknick'', 1971); Lied Des Teufels, ''Nichts'' (da ''Lied des teufels'', 1973); Antiteater, ''Intermezzo''; Out Of Focus, ''Blue Sunday morning'' (dal secondo album ''Out of focus'', 1971); Ihre Kinder, ''The dice''; Antiteater, ''Trauer''.
Euro
28,00
codice 3503656
scheda
Aa.vv. (german rock 70) Deutsche elektronische musik 1
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1972  soul jazz 
rock 60-70
Vinile doppio, copertina liscia a busta, label bianca con scritte rosse e blu e titolo rosso e giallo stilizzato, catalogo SJRLP213VOL1. Pubblicato dalla Soul Jazz nel 2010, questo e' il primo volume delle compilation dedicate alla musica tedesca degli anni '70, omaggio ad una delle scene musicali piu' seminali ed importanti del rock post anni '60, con brani editi di gruppi come Can, i meditativi Popol Vuh, i folli Faust, i futuristici Neu! e L.A. Dusseldorf, gli sperimentatori cosmico-etnici Between. La ricchezza del rock underground tedesco di quel decennio emerge in questa inevitabilmente sintetica raccolta, e mette in luce la modernita' e l'influenza di questi gruppi, costituendo un buon punto di partenza per chi non conoscesse filoni musicali come il krautrock e la musica cosmica. Questa la scaletta: Can, ''Spectacle'' (1976, dall'album ''Can''); Between, ''Devotion'' (1973, dall'album ''And the waters opened''); Harmonia, ''Dino'' (1974, dall'album ''Musik von harmonia''); Gila, ''This morning'' (1973, dall'album ''Bury my heart at wounded knee''); Kollectiv, ''Rambo zambo'' (1973, dall'album ''Kollectiv''); Michael Bundt, ''La chasse aux microbes'' (1977, dall'album ''Just landed cosmic kid''); E.M.A.K., ''Filmmuzik'' (1982, dall'album ''EMAK 1''); Popol Vuh, ''Morgengruss'' (1974, dall'album ''Einsjager & siebenjager''); Conrad Schnitzler, ''Auf dem schwarzen canal'' (1980, dal 12''ep omonimo); LA Dusseldorf, ''Rheinita'' (1978, dall'abum ''Viva''); Harmonia, ''Veterano'' (1974, dall'album ''Musik von harmonia''); Faust, ''It's a rainy day, sunshine girl'' (1972, dall'album ''So far''); Neu!, ''Hallo gallo'' (1972, dall'album ''Neu!'').
Euro
22,00
codice 3503515
scheda
Aa.vv. (german rock 70) Love and peace
LP2 [edizione] nuovo  stereo  ger  1970  long hair 
rock 60-70
Vinile doppio pesante, copertina lucida apribile, inserto con note storiche e foto. Ristampa del 2018 ad opera della Long Hair, pressoché identica alla prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1970 dalla Somerset in Germania, questo album contiene brani di alcuni gruppi tedeschi che avevano partecipato al festival musicale ''Love and peace'', tenutosi nella tarda estate del 1970 a Fehmarn; il festival è ricordato per aver ospitato l'ultimo concerto di Jimi Hendrix, il 6 settembre. I brani contenuti in questo album sono tuttavia incisioni in studio, realizzate per l'occasione da queste band teutoniche, Thrice Mice, Tomorrow's Gift, Sphinx Tush (con il chitarrista Rainer Baumann, anche nei Frumpy), Greenlight (fra progressive e blues rock, da Amburgo, con l futuro batterista dei Novalis Hartwig Biereichel) e Dr. Roberts Blues Band (fra blues e hard rock), questi ultimi tre pressoché sconosciuti. Questa la scaletta: SIDE 1: 1. Thrice Mice - Drive Me 2. Greenlight - Junior's Wailing 3. Tomorrow's Gift - Begin Of A New Sound 4. Greenlight - Why Didn't Rosemary SIDE 2: 1. Tomorrow's Gift - At The Earth (Part One) 2. Tomorrow's Gift - Indian Rope Man (Part One) 3. Tomorrow's Gift - At The Earth (Part Two) 4. Tomorrow's Gift - Indian Rope Man (Part Two) 5. Tomorrow's Gift – 20:20 SIDE 3: 1. Dr. Roberts Blues Band - Tribute To Johnny Winter 2. Greenlight - Red House 3. Thrice Mice - Pig II SIDE 4: 1. Sphinx Tush – Crashville 2. Greenlight - Summer In The City. I Thrice Mice erano un gruppo tedesco di Altona, sobborgo di Amburgo, attivo già nella seconda metà degli anni '60 in ambito beat, e poi maturato verso uno stile più complesso ed ambizioso, nel quale la critica ha ravvisato affinità con East Od Eden, Blodwyn Pig e Curved Air. Il loro unico album del 1971 è lontano dai filoni classici del krautrock e mostra piuttosto influenze inglesi; unico accostamento potrebbe essere fatto con gli Xhol, ma i Thrice Mice suonavano decisamente più ''terreni'' e per niente ''cosmici''. Si sciolsero nel 1972, ma poco dopo si riformarono con il nome di Altona, con un organico più numeroso, pubblicando due album nel 1975. I Tomorrow's Gift, dopo gli esordi come cover band sotto l'influenza del rock anglosassone di gruppi come i Vanilla Fudge, trovò poi una voce più personale ed originale, attraverso un rock progressivo accostato da alcuni critici ai Frumpy. La prima formazione dei Tomorrow's Gift si disintegrò poco dopo aver realizzato un primo lp, durante un tour di supporto agli Spooky Tooth; si riformarono poco dopo con due dei membri originari insieme a nuovi componenti, realizzando un secondo lavoro fra prog e krautrock, ''Goodbye future'' (1972), prima di sciogliersi definitvamente.
Euro
38,00
codice 3511915
scheda
Aa.vv. (half japanese) Best of baltimore is buried
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1979  balto weird 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima rara stampa USA, copertina senza barcode, label gialla con scritte nere e grigie, logo Balto Weird Records nero in alto, catalogo BWRLP1001. Pubblicata nel 1979 dalla Balto Weird negli USA, la interessantissima compilation dedicata ai gruppi della scena di Baltimore nel Maryland, con tredici brani TUTTI ALTRIMENTI INEDITI; troviamo fra gli altri i grandi HALF JAPANESE di Jad e David Fair, che si erano stabiliti nel Maryland, ed avevano fino a quel momento pubblicato solo due 7"ep. La scena che viene ritratta in questo album doveva essere decisamente variegata ed aperta, musicalmente parlando, dato che troviamo gruppi dediti al progressive rock (Klangfarb), folle noise rock (gli Half Japanese dei fratelli Fair), space rock venato di punk con reminiscenze dei canadesi Simply Saucer (Moronics, una delle band piu' originali ad emergere da Baltimore in quegli anni), ed ancora power pop, new wave e rock dallo stile pre-punk. Questa la scaletta: Oho, ''We'll be famous when we're dead'' (gia' autori di un album nel '74 ed un 7" nel '75, qui in un brano del 1976 tra glam, proto-wave e cabaret); Outrageous, ''Who am I? Where am I?'' (ottimo brano tra proto-punk ed art-punk, del 1979); Trixy & The Testones, ''Then she kissed me'' (cover del celebre hit in chiave punk-power pop; il gruppo aveva pubblicato nel 1978 un singolo in proprio); Dark Side, ''Blues town'' (1979); The Weaszels, ''I'm still wild'' (1979); Razor, ''Troll'' (1979); Pooba, ''Poison'' (intrigante brano tra proto wave ed art punk, 1979); Klangfarb, ''Charnel ochre'' (1978); Half Japanese, ''Hey laurie'' (1979); Neige, ''Psychological test no. 1'' (1979, la prima parte del brano tra space psichedelia e punk!); Atticus Finch, ''The nightmare (excerpt)'' (1978); Lao Lewd, ''Laod and lewse'' (1979); Moronics, ''Flying saucers'' (1979).
Euro
30,00
codice 318997
scheda
Aa.vv. (heavy metal) Metal killers kollection vol. 2
lp2 [edizione] originale  stereo  ger  1973  castle communic. 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent heavy metal
Prima stampa europea di pressaggio tedesco, vinile doppio, copertina lucida apribile senza codice a barre, label bianca con scritte nere, catalogo CCSLP134, scritta ''made in w. Germany'' su retro copertina e label. Pubblicato nel 1986 dalla Castle Communications, il secondo volume della serie di compilation dedicate al metal. Si tratta essenzialmente di raccolte introduttive, che forniscono una panoramica ampia e generale su questo vastissimo e differenziato genere musicale. Questa la scaletta, tutti editi tranne un paio e tratti per lo piu' da album: Hanoi Rocks, ''Tragedy (live)'' (1985); The Rods, ''Let them eat metal'' (1984); Starz, ''Rock six times'' (1977); Waysted, ''Hang 'em high'' (1985); Mama's Boys, ''In the heat of the night'' (1982); Tyson Dog, ''Eat the rich'' (inedito); Black Sabbath, ''Sabbath bloody sabbath'' (1973); Teaze, ''Boys nite out'' (1984); Smashed Gladys, ''17 goin' on crazy'' (1985); Witchfinder General, ''Friends of hell'' (1983); Twisted Sister, ''Destroyer'' (1982); Warfare, ''Burn the kings road'' (1984); Accept, ''Restless and wild'' (1983); Alaska, ''The sorcerer'' (1984); Godz, ''I'll get you rockin''' (1985); Rogue Male, ''Crazy motorcycle'' (1985); Fist, ''Turn the hell on'' (1982); Reckless, ''Hot 'n' ready'' (1984); Raven, ''Break the chain'' (1983); DiAnno, ''Heartuser'' (1984); Sabu, ''Angeline'' (1985); Twelfth Night, ''Art & illusion'' (1984); Hells Belles, ''Wastin' away'' (inedito); Jim Dandy, ''Ready as hell'' (1984).
Euro
18,00
codice 317222
scheda
Aa.vv. (heavy metal) Nwobhm at the bbc – friday rock show radio show volume 1 1979 – 1980
LP2 [edizione] nuovo  stereo  uk  1979  maida vale 
heavy metal
Vinile doppio, copertina apribile senza codice a barre, label custom, catalogo MV1009. Pubblicata nel 2018 dalla Maida Vale, questa raccolta compila brani registrati nel 1979 / 80, durante sessioni per il programma radiofonico BBC "Friday Rock Show" di Tommy Vance; tutti i brani furono registrati dal vivo negli studi di Maida Vale, ma alcuni contengono delle sovraincisioni. Era il momento in cui l'ondata di rinnovamento della New Wave Of British Heavy Metal stava innalzandosi con più vigore, e questa compilation contiene brani di gruppi di enorme influenza sul metal degli anni '80 come Angel Witch, Def Leppard, Samson e Saxon, e formazioni meno celebri e più di culto come Tygers Of Pan Tang, Trespass e Prayin Mantis. Questa la scaletta: Def Leppard, "Satellite", "Wasted", "Rock brigade", "Good morning freedom" (registrati il 3/10/79, trasmessi il 26/10/79); Samson, "Hammerhead", "Big brother", "Take it like a man", "Six feet under" (registrati il 17/10/79, trasmessi il 2/11/79); Praying Mantis, "Captured city", "Johnny cool", "Lovers to the grave" (registrati il 31/10/79, trasmessi il 9/11/79); Saxon, "Stallions of the highway", "747 (strangers in the night)", "Motorcycle man", "Backs to the wall", "Still fit to boogie" (registrati il 23/1/80, trasmessi il 15/2/80); Angel Witch, "Sweet danger", "Angel witch", "Angel of death", "Extermination day" (registrati il 20/2/80, trasmessi il 14/3/80); Tygers Of Pan Tang, "Don't touch me there", "Euthanasia", "Wild catz", "Don't take nothin'" (registrati il 5/3/80, trasmessi il 11/4/80); Trespass, "One of these days", "Stormchild", "Live it up", "Visionary" (registrati il 2/4/80, trasmessi il 2/5/80).
Euro
29,00
codice 3512911
scheda
Aa.vv. (International artists) epitaph for a legend (13th floor..)
lp2 [edizione] ristampa  stereo  ita  1978  get back 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Ristampa in vinile pesante, pressoche' identica alla prima tiratura del 1978, , copertina apribile in cartoncino lucido, etichetta nera con logo e scritte bianche. Il manifesto della leggendaria etichetta Texana International Artists, la maggiore realta' dello psychedelic-garage negli anni '60 in Texas ed una delle piu' interessanti dell' intero continente, che vedeva nelle sue fila acts quali 13th Floor Elevators, Red Krayola o Golden Dawn. Questo doppio album vede riuniti per la prima volta in un doppio LP una lunga serie di brani inediti, versioni diverse, singoli, rarita', per la maggior parte del tutto inedite, tra di esse 5 demos dei Red Krayola alcuni dei quali poi riregistrati dal gruppo per il primo lp, le testimonianze dei Chapparrals con "I Tried So Hard", dei Thursday's Children''s di "A Part of You" gli Emperors di "I Want My Woman", mentre la quarta ed ultima facciata e' dedicata ai 13th Floor Elevators ed a Roky Erickson ed include tra le altre una splendida versione acustica di "Splash I" ed il il singolo pre-Elevators degli Spades. La terza facciata e' poi dedicata al blues e vede numerose performances tra cui brilla quella di Lightnin' Hopkins. Ecco la lista completa del materiale incluso- Night Time Chaynes, In My Own Time Patterns , I Tried So Hard Chapparrals, A Part of You Thursday's Children, If I Were a Carpenter Electric Rubayyat , Poor Planet Earth Sonny Hall, Communication Breakdown Inner Sense, Hurricane Fighter Plane Red Krayola, Pink Stainless Tail Red Krayola, Nickle Niceness Red Krayola, Vile Vile Grass Red Krayola, Transparent Radiation Red Krayola, I Want My Woman Emperors, MPH Lost & Found, Breakfast in Bed Big Walter, C.C. Rider Dave Allen, Saturday A.M. Blues Dave Allen , Conversation With Lightnin' Hopkins, Black Ghost Blues Lightnin' Hopkins, Excerpts from Interview With Roky, Ksam 4/1/78, You're Gonna Miss Me Spades , We Sell Soul Spades, Splahs I Roky, C. Hall, Right Track Now Roky, C. Hall, Wait for My Love Thirteenth Floor Elevators, 60-Second Radio Spot/Bull of the Woods, Thirteenth Floor Elevators, Fire Engine Thirteenth Floor Elevators.
Euro
25,00
codice 218878
scheda
Aa.vv. (irish folk) A Feast Of Irish Folk (with rare singles tracks)
Lp [edizione] originale  stereo  irl  1976  polydor 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima rara stampa irlandese, etichetta rossa con logo nero e banco, catalogo "2475 605. Pubblicato in Iralnda nel 1977, questo album presenta una bella selezione di artisti e gruppi della ricca scena folk irlandese degli anni '70, attraverso una selezione non banale di brani, che vede la presenza di molti episodi usciti solo su singolo, come i due brani del primo singolo su Polydor del Planxty. Questa la lista dei brani contenuti: A1 Planxty "Cliffs Of Dooneen" (secondo singolo, il primo su Polydor, dei Planxty di Christy Moore, pubblicato nel 1972 ed inedito su album) A2 Spud "The Wind In The Willows" (singolo dell' ottobre del 1974, poi nel primo album "A SIlk Purse" del 1975), A3 Christy Moore "Nancy Spain" (dall' album "Christy Moore" del 1976), A4 The Fureys & Davey Arthur "Clare To Here" (cover da Ralph McTell dal primo album "Emigrant" del 1976), A5 Phil Coulter "The Town I Loved So Well" (singolo dl 1973, inedito su album), A6 Wolfe Tones "Tabhair Dom De Lamh" (titolo irlandese di "Give Me Your Hand", dall' album " 'Till Ireland A Nation" del 1974), A7 Planxty "Only Our Rivers" (dal primo album "Planxty" del 1973), A8 DeDanann "Rambling Irishman" (dal primo album "De Danann" del 1975), B1 The Fureys & Davey Arthur "Lonesome Boatman" (dal primo album "Emigrant" del 1976), B2 Planxty "Yarmouth Town" (retro del singolo "Cliffs Of Dooneen" del 1972, inedita su album), B3 Dublin City Ramblers "Silver In The Stubble" (singolo del 1975, inedito su album), B4 Wolfe Tones "Fiddlers Green" (singolo del 1971, inedito su album), B5 Christy Moore "Bunch Of Thyme" (dall' album "Whatever Tickles Your Fancy" del 1975), B6 DeDanann "The Shores Of Lough Bran" (dal primo album "De Danann" del 1975), B7 Tommy Makem "Gentle Annie" (dall' album "Ever The Winds" del 1975), B8 Munroe "The Banks Of Claudy" (dall' album "Celtic Folkweave" realizzato nel 1974 a nome Mick Hanly & Mícheál O'Donnell).
Euro
25,00
codice 48955
scheda
Aa.vv. (italian popular music) Italian graffiti 3 – 1974
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1974  pellicano / fonit cetra 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent musica italiana
prima stampa italiana, copertina senza barcode, label arancio con bordo bianco, logo Pellicano / Fonit Cetra arancio e bianco in alto, catalogo PL755. Pubblicato nel 1988 dalla Pellicano / Fonit Cetra in Italia, questo album fa parte della serie ''Italian graffiti 3'' (apparsa in seguito alla ''Italian graffiti'' della K-Tel, uscita nel 1980, ed alla ''Italian graffiti 2'', uscita nel 1987 su Pellicano / Fonit Cetra): raccolte che compilavano alcuni dei brani più rappresentativi della musica popolare italiana degli anni '60 e degli anni '70, nelle loro versioni originali, per lo più singoli di successo ad opera dei grandi del pop nazionale. I brani sono raccolti per anno e ciascun album compila solo quelli usciti in una data annata, nel caso di questo lp si tratta del 1974, con brillanti voci femminili come Mia Martini, Patty Pravo e Marcella, cantautori quali Roberto Vecchioni ed Edoardo Bennato, gruppi come Nomadi e Ricchi e Poveri. Questa la scaletta: Marcella, ''Nessuno mai''; Edoardo Bennato, ''Meno male che adesso non c'è nerone''; Drupi, ''Piccola e fragile''; Patty Pravo, ''Come un pierrot''; Roberto Vecchioni, ''Luci a san siro''; Mia Martini, ''Inno''; Daniel Santacruz Ensemble, ''Soleado''; I Ricchi e Poveri, ''Penso sorrido e canto''; Oliver Onions, ''Dune buggy'' (dal film ''Altrimenti ci arrabbiamo); I Nomadi, ''Tutto a posto''; Alunni del Sole, ''Un'altra poesia''; Peppino Di Capri, ''Amore grande amore mio''; Romans, ''Caro amore mio''; Franco Micalizzi, ''L'ultima neve di primavera''.
Euro
15,00
codice 330953
scheda
Aa.vv. (italian popular music) Italian graffiti 3 – 1976
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1976  pellicano / fonit cetra 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good musica italiana
Bella copia con molto leggeri segni di usura sulla copertina, prima stampa italiana, copertina senza barcode, label arancio con bordo bianco e scritte nere, logo Pellicano / Fonit Cetra arancio e bianco in alto, catalogo PL757. Pubblicato nel 1988 dalla Pellicano / Fonit Cetra in Italia, questo album fa parte della serie ''Italian graffiti 3'' (apparsa in seguito alla ''Italian graffiti'' della K-Tel, uscita nel 1980, ed alla ''Italian graffiti 2'', uscita nel 1987 su Pellicano / Fonit Cetra): raccolte che compilavano alcuni dei brani più rappresentativi della musica popolare italiana degli anni '60 e degli anni '70, nelle loro versioni originali, per lo più singoli di successo ad opera dei grandi del pop nazionale. I brani sono raccolti per anno e ciascun album compila solo quelli usciti in una data annata, nel caso di questo lp si tratta del 1976, all'alba dell'era punk; in questo caso ascoltiamo una scaletta molto variegata, con voci ''stagionate'' quali quelle di Bruno Lauzi e Fred Bongusto, artisti più giovani ma già maturi come Lucio Dalla e le Orme, ed una cantante che proprio allora stava assaporando il gusto del grande successo come Loredana Berté. Questa la scaletta: Riccardo Cocciante, ''Margherita''; Fausto Leali, ''Io camminerò''; Loredana Berté, ''Meglio libera''; Lucio Dalla, ''Nuvolari''; Bruno Lauzi, ''Genova per noi''; Drupi, ''Sambariò''; Goblin, ''Profondo rosso''; Fred Bongusto, ''La mia estate con te''; Daniel Santacruz Ensemble, ''Linda bella linda''; Albatros, ''Volo AZ 504''; La Bottega dell'Arte, ''Come due bambini''; Collage, ''Due ragazzi nel sole''; Le Orme, ''Verità nascoste''; I Vicini di Casa, ''15 anni''.
Euro
12,00
codice 330952
scheda
Aa.vv. (italian popular music) Italian graffiti 3 – 1978
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1978  pellicano / fonit cetra 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent musica italiana
Prima stampa italiana, copertina senza barcode, label arancio con bordo bianco, logo Pellicano / Fonit Cetra arancio e bianco in alto, catalogo PL759. Pubblicato nel 1988 dalla Pellicano / Fonit Cetra in Italia, questo album fa parte della serie ''Italian graffiti 3'' (apparsa in seguito alla ''Italian graffiti'' della K-Tel, uscita nel 1980, ed alla ''Italian graffiti 2'', uscita nel 1987 su Pellicano / Fonit Cetra): raccolte che compilavano alcuni dei brani più rappresentativi della musica popolare italiana degli anni '60 e degli anni '70, nelle loro versioni originali, per lo più singoli di successo ad opera dei grandi del pop nazionale. I brani sono raccolti per anno e ciascun album compila solo quelli usciti in una data annata, nel caso di questo lp si tratta del 1978, anno sospeso fra l'esplosione del punk 77ettino e l'emergere di un ricco microcosmo musicale come quello della new wave e del post punk, che lambì anche la scena pop italiana, come mostra la presenza in scaletta di un brano dei Chrisma, accanto a grandi successi di voci già affermate come le indimenticabili ''Il gatto e la volpe'' di Edoardo Bennato e ''Figli delle stelle'' di Alan Sorrenti, oltre all'impegnata e pungente ''Nuntereggae più'' del compianto Rino Gaetano. Questa la scaletta: Edoardo Bennato, ''Il gatto e la volpe''; Alan Sorrenti, ''Figli delle stelle''; Alberto Fortis, ''Milano e vincenzo''; Chrisma, ''Lola''; Ivan Graziani, ''Pigro''; Rino Gaetano, ''Nuntereggae più''; Mina, ''Città vuota''; Riccardo Cocciante, ''Notturno''; Anna Oxa, ''Fatelo con me''; Le Orme, ''Storia e leggenda''; Alunni del Sole, ''Liù"; Toto Cutugno, ''Donna donna mia''; Collage, ''Sole rosso''; Fabio Concato, ''P... come''.
Euro
15,00
codice 330954
scheda
AA.VV. (Japan synth wave) Vanity finest selection 1978-81
Lp [edizione] nuovo  stereo  jap  1978  Save Music Before loose it 
punk new wave
Edizione limitata a mille copie, vinile bianco screziato di blu e rosa, copertina a busta senza codice a barre, label bianca con scritte nere, catalogo SAVE1. Pubblicata nel 2010 dalla Save Music Before Loose It, questa compilation condensa in dodici brani la scarna discografia della piccola etichetta giapponese Vanity Records, che pubblico' una manciata di dischi, cassette e singoli fra il 1978 ed il 1981, promuovendo oscure formazioni post punk nipponiche accostate nel complesso alla scena newyorchese, dai Suicide alla no wave, con risultati che in alcuni casi si avvicinano anche al post punk britannico piu' sperimentale. I dischi da cui sono tratti i brani furono originariamente pubblicati in tirature limitate di qualche centinaio di esemplari, rendendo particolarmente oscura questa scena. Questa la scaletta: BGM, ''And'' (1980); Sym pathy Nervous, ''Inverted type'' (1980); Dada, ''Yuuen inraku gaki'' (1978); Mad Tea Party, ''Hide & seek (edit)'' (1980); RNA Organism, ''Yes, every Africa must be free eternally'' (1980); Arbeit, ''Bundes nachrichten dienst'' (1981); Aunt Sally, ''Aunt sally'' (1979); Morio Agata, ''?'' (1979); Normal Brain, ''Music'' (1981); Perfect Mother, ''You'll no so wit'' (1980); Toerance, ''Sacrifice'' (1981); Kiiro Radical, ''Denki noise dance 3'' (1981).
Euro
21,00
codice 2021773
scheda
Aa.vv. (jazz folk norvegia) Black is the colour of my true...
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1971  plastic strip 
jazz
Copertina liscia apribile, label custom fotografica in bianco e nero con immagini diverse su ciascuna facciata e scritte bianche solo sulla prima, catalogo PSPLP712, scritta ''Eldorado'' incisa sul trail off di entrambi i lati. Pubblicata nel maggio del 2009 dalla norvegese Plastic Strip, questa compilation documenta il peculiare intreccio fra jazz e folk del paese scandinavo sviluppato da alcuni musicisti in Norvegia negli anni '70, attraverso undici brani, in gran parte tratti da lp di quel decennio oltre ad alcuni inediti tratti dagli archivi della radio NRK, che mostrano il tentativo di far progredire il jazz infondendo nuova linfa attraverso la musica tradizionale norvegese. Questa la scaletta, con anno di registrazione: Anne Karine Tonset & Harald Gundhus, ''Sautrall, etter gurin, alvdal'' (1976); Osterdalsmusikk, ''Pols etter Martinius Helgesen'' (1975); Egil ''Bop'' Johansen, ''Samse tak (Opsang)'' (1976); Egil ''Bop'' Johansen, ''Palevise'' (1976); Egil Kapstad, ''Jeg lagde meg sa silde'' (1971, inedito); Roy Hellvin, ''Hu hei, kor er det vel friskt og lett oppa fjellet'' (1975); Helge Hurum/Brigitte Grimstad, ''Setermorgen'' (1975, trasmissione radiofonica); Helge Hurum/Brigitte Grimstad, ''Hei i huskom hei / Setervollsdans'' (1975, trasmissione radiofonica); Arne Domnerus Sekstett, ''Over berg og dalar'' (1977); Arne Domnerus Sekstett, ''Ja, vi alskar'' (1977); Soyr, ''Halling nr. 2 etter Martinus Helgesen, stor elvdal'' (1977).
Euro
25,00
codice 3502969
scheda

Page: 4 of 300


Pag.: oggetti: