Hai cercato:  dall'anno 60 all'anno 69 --- Titoli trovati: : 3392
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Aa.vv. (japan 60's garage) big lizard sgtomp! (rsd 2016)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1966  bamboo 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA in 1500 copie, NUMERATA A MANO SUL RETRO, IN VINILE 180 GRAMMI COLORATO, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 16 APRILE 2016. La ristampa, pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita su Planet X nel 1990, della raccolta (sostanzialmente il seguito dell' altra raccolta "Monster A Go-go", e per questo sottotitolata "Volume Two") che testimonia, attraverso undici brani registrati da oscure bands giapponesi tra il 1966 ed il 1969, la scena nipponica della seconda meta' degli anni '60 nata sulla spinta dell' influenza dei gruppi inglesi del periodo, Beatles in testa, e denominata Group Sounds movement. Di questa scena musicale e' qui testimoniato il lato piu' selvaggio, tra surf-rock, garage-beat e psichedelia. Questa la lista dei brani: Side 1: 1. The Golden Cups - Got My Mojo Working 2. The Beavers - Over Under Sideways Down 3. The Mops - Haiku 4. The Spiders - Johnny B. Goode 5. The Carnabeats - I Love Every Day Sandy 6. D'Swooners - Purple Haze SIDE 2: 1. The Jaguars - Tobacco Road 2. The Golden Cups - Hey Joe 3. The Jaguars - I'm So Glad 4. The Golden Cups - Hiwa-Mata Noboru 5. The Spiders - Boom Boom
Euro
21,00
codice 3018148
scheda
Aa.vv. (japan 60's garage) big lizard stomp! (rsd 2016)
LP [edizione] nuovo  stereo  eu  1966  bamboo 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA in 1500 copie, NUMERATA A MANO SUL RETRO, IN VINILE 180 GRAMMI COLORATO, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 16 APRILE 2016. La ristampa, pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita su Planet X nel 1990, della raccolta (sostanzialmente il seguito dell' altra raccolta "Monster A Go-go", e per questo sottotitolata "Volume Two") che testimonia, attraverso undici brani registrati da oscure bands giapponesi tra il 1966 ed il 1969, la scena nipponica della seconda meta' degli anni '60 nata sulla spinta dell' influenza dei gruppi inglesi del periodo, Beatles in testa, e denominata Group Sounds movement. Di questa scena musicale e' qui testimoniato il lato piu' selvaggio, tra surf-rock, garage-beat e psichedelia. Questa la lista dei brani: Side 1: 1. The Golden Cups - Got My Mojo Working 2. The Beavers - Over Under Sideways Down 3. The Mops - Haiku 4. The Spiders - Johnny B. Goode 5. The Carnabeats - I Love Every Day Sandy 6. D'Swooners - Purple Haze SIDE 2: 1. The Jaguars - Tobacco Road 2. The Golden Cups - Hey Joe 3. The Jaguars - I'm So Glad 4. The Golden Cups - Hiwa-Mata Noboru 5. The Spiders - Boom Boom
Euro
21,00
codice 3016102
scheda
Aa.vv. (japan 60's garage) slitherama (rsd 2016)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1966  bamboo 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA in 1500 copie, NUMERATA A MANO SUL RETRO, IN VINILE 180 GRAMMI COLORATO, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 16 APRILE 2016. La ristampa, pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita su Planet X nel 1990, della raccolta (sostanzialmente il seguito delle altre raccolte "Monster A Go-go" e "Big Lizard Stomp!", e per questo sottotitolata "Volume Three") che testimonia, attraverso undici brani registrati da oscure bands giapponesi tra il 1966 ed il 1969, la scena nipponica della seconda meta' degli anni '60 nata sulla spinta dell' influenza dei gruppi inglesi del periodo, Beatles in testa, e denominata Group Sounds movement. Di questa scena musicale e' qui testimoniato il lato piu' selvaggio, tra surf-rock, garage-beat e psichedelia. Questa la lista dei brani: SIDE 1: 1. Outcast - Everything's Alright 2. The Spiders - Inside Looking Out 3. The Mops - Yo Sa Bi Da 4. The Savage - Gimme Some Lovin' 5. The Jaguars - Blue Feeling 6. The Sharp Hawks - What I'd Say SIDE 2: 1. The Sharp Five - Comin' Home Baby 2. The Spiders - Boom! Boom! Boom! 3. The Voltage - Knock On Wood 4. The Golden Cups - Zen Blues (Live) 5. The Spiders - Thinking Of You Baby
Euro
26,00
codice 3016103
scheda
Aa.vv. (japan pop) Golden hit song 10
Lp [edizione] originale  stereo  jap  1965  victor 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa giapponese, copertina lucida fronte retro, completa di inserto che riporta in basso anno 1965 e sopra di esso prezzo di 1.500 yen, label nera con ''deep groove'' e scritte argento, logo Victor con cane e grammofono nero e argentato in alto, catalogo SJV149. Pubblicato nel 1965 dalla Victor in Giappone, il decimo volume della serie di raccolte ''Golden hit song'', dedicate alla canzone popolare giapponese del periodo (almeno in parte si tratta di cantanti del genere enka, vista la presenza di Yukio Hashi), caratterizzati dall'abbinamento di stili musicali di derivazione occidentale (come il pop orchestrale o qualche lieve e timida venatura rock'n'roll) con un cantato in giapponese che riflette la sensibilita' melodica nipponica. I brani sono in gran parte ballate dai toni malinconici, che fanno supporre si tratti del genere della ballata sentimentale, abbastanza comune nella musica enka moderna. La scaletta dei brani e' purtroppo disponibile solo in lingua giapponese, segnaliamo comunque la presenza dei seguenti artisti: Yukio Hashi, Sayuri Yoshinaga, Akira Mita, Hiroshi Kubo, i Johnnys, Frank Nagai, Akemi Misawa, Hiroshi Wada & Mahina Stars, Kazuko Matsuo e Miyoko Tashiro.
Euro
20,00
codice 321551
scheda
Aa.vv. (japan pop) Golden hit song 4
Lp [edizione] originale  stereo  jap  1964  victor 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa giapponese, copertina lucida fronte retro, flipback su due lati sul retro, con anno 1964 e sopra di esso prezzo di 1.500 yen sul retro in basso, label nera con ''deep groove'' e scritte argento, logo Victor con cane e grammofono nero e argentato in alto, catalogo SJV62. Pubblicato nel 1964 dalla Victor in Giappone, il quarto volume della serie di raccolte ''Golden hit song'', dedicate alla canzone popolare giapponese del periodo (almeno in parte si tratta di cantanti del genere enka, vista la presenza di Yukio Hashi), caratterizzati dall'abbinamento di stili musicali di derivazione occidentale (come il pop orchestrale o qualche lieve e timida venatura rock'n'roll) con un cantato in giapponese che riflette la sensibilita' melodica nipponica. I brani sono in gran parte ballate dai toni malinconici, che fanno supporre si tratti del genere della ballata sentimentale, abbastanza comune nella musica enka moderna. Questa la scaletta: Yukio Hashi, ''Koi o suru nara''; Yasuo Tanabe, ''Futari no hoshi o sagaso yo''; Akemi Misawa, ''Yosakoi yosasan''; Hiroshi Kubo, ''Ki ri no naka no shojyo''; Hiroshi Wada & His Mahina Stars, ''Ozashiki kouta''; Akira Mita, ''Gom enne chiko chan''; Frank Nagai, ''Osaka gurashi''; Yukio Hashi, ''Aoi sweater''; Hiroshi Wada & His Mahina Stars, ''Una sera di Tokyo''; Sanshiro Katsu, ''Koi wa barairo sora no iro''; Hiroshi & Sayuri Hasegawa, ''Okaru''; Rintaro Kotaka, ''Yuyake toge''.
Euro
20,00
codice 321550
scheda
Aa.vv. (jazz / soul / funk) Jazz, soul, funk 'n' grooves vol. 1
Lp [edizione] originale  stereo  eu  1968  spicy 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
Prima stampa europea, copertina semilucida senza barcode e con "made in the EEC" sul retro in basso, label bianca con scritte nere e logo Spicy Records nero in alto, catalogo SPILP-4001. Pubblicato nel 1993 dalla Spicy, il primo volume di due, usciti pressoché contemporaneamente, che forniscono un piccolo manifesto del jazz internazionale più aperto a "contaminazioni" con altri generi quali il soul ed il funk e la musica latino-caraibica. Qui ascoltiamo infatti i poco conosciuti Har-You Percussion Group, autori di un utrararo album nel 1968, da cui è tratto il brano "Feed me good" qui incluso, fusione di grooves latini, caraibici e funk, l'italiano Toni Esposito con un brano tratto dal suo primo album del 1974, uno dei più stimati ed importanti batteristi e percussionisti del pop e del rock italiano, con uno stile che amalgama la musica percussiva di diverse culture da ogni parte del mondo con quella napoletana e mediterranea e con sonorità jazz, rock e pop; il brasiliano Mandrake, molto attivo sulla scena italiana, l'indiana Asha Puthli con una funkeggiante, sinuosa e sensuale cover di "Right down there" di J.J. Cale, il grande sassofonista jazz Sahib Shihab, a lungo attivo in Europa ma anche collaboratore di giganti della scena americana come Thelonious Monk, Dizzy Gillespie ed Art Blakey; il cantante r'n'b Mike James Kirkland, autore di alcuni dischi solisti negli anni '70, qui con brano tratto dal suo primo rarissimo lp, i S.O.U.L., gruppo soul / funk con spunti jazzati provenienti da Cleveland, dove si formarono nel 1970, e le Stovall Sisters, fra soul e gospel. Questa la scaletta: Mike James Kirkland, "What have we done" (dall'album "Hang on in there", 1972); Mandrake, "Berimbau" (dall'album "Sombossa", 1975); The Stovall Sisters, "Hang on in there" (dall'album "The stovall sisters", 1971); Toni Esposito, "L'eroe di plastica" (dall'album "Toni esposito", 1974); Har-You Percussion Group, "Feed me good" (dall'album "The Har-You Percussion Group", 1968); S.O.U.L., "Burning spear" (dall'album "What is it", 1971); Sahib Shihab, "Seeds" (dall'album "Seeds", 1969); Asha Puthli, "Right down here" (dall'album "Asha Puthli", 1973).
Euro
19,00
codice 332526
scheda
Aa.vv. (jazz) Americans in europe vol. 1
Lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1963  impulse abc 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good jazz
Bella copia con un microforo promozionale in basso a sinistra sulla copertina e con un ghirigori a penna biro nera presente in un'area della parte interna della copertina stessa, ristampa USA del 1972, copertina apribile cartonata, laminata all'esterno e liscia all'interno, label nera con bordo rosso, con i logos Impulse e ABC in riquadri multicolore in alto, "1972 ABC Records" in basso, catalogo AS-36. Originariamente pubblicato nel 1963 dalla Impulse, il primo dei due volumi che documentavano il bel concerto organizzato dal critico tedesco Joachim Berendt a Koblenz in Germania, il 3 gennaio del 1963, al quale parteciparono vari jazzisti americani residenti o operanti in Europa in quel periodo. I diversi ensemble che si susseguirono sul palco dettero ispirate performance di jazz principalmente bop o hard bop, e fra essi c'erano nomi di altissimo livello come Bud Powell, Kenny Clarke, Idrees Suleiman e Champion Jack Dupree. Qui di seguito la scaletta del primo volume. Kenny Clarke Trio (Kenny Clarke – batteria, Lou Bennett – organo, Jimmy Gourley – chitarra): ''No smokin''', ''Low life''; Idrees Suleiman Quartet (Idrees Suleiman – tromba, Bud Powell – piano, Jimmy Woode – contrabbasso, Joe Harris – batteria): ''I can't get started''; Bill Smith Quintet (Bill Smith – clarinetto, Herb Geller – sax alto, Jimmy Gourley – chitarra, Bob Carter – contrabbasso, Joe Harris – batteria): ''Freeway'', ''Pyramid''; Bud Powell Trio (Bud Powell – piano, Jimmy Woode – contrabbasso, Joe Harris – batteria): '''Round midnight''.
Euro
15,00
codice 328481
scheda
Aa.vv. (jazz) Atlantic jazz: fusion
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1969  Atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
Prima stampa europea di pressaggio tedesco, copertina lucida fronte retro con barcode, label argento e nera con scritte nere e logo Atlantic argentato in alto, logo GEMA/BIEM in riquadro a sinistra del foro centrale, catalogo 781711-1. Pubblicato nel 1986 dalla Atlantic negli USA ed in Europa, edito anche all'interno del cofanetto ''Atlantic jazz'' dello stesso anno, questo album è un manifesto della musica jazz fusion prodotta dalla label dei fratelli Ertegun negli anni '70, compilando sei brani editi, tratti da album pubblicati dall'etichetta, di autori di altissimo livello come Miroslav Vitous, Les McCann, Billy Cobham, Larry Coryell, i tedeschi Passport di Klus Doldinger e Jean-Luc Ponty. La Atlantic, nei suoi anni migliori, è stata una casa discografica attenta non solo alle migliori novità del rock e del soul, ma anche della musica jazz: questa propensione è celebrata negli anni '80 con le antologie della serie ''Atlantic jazz'', ciascuna delle quali compila brani editi afferenti ad un determinato filone della musica improvvisata di origine afroamericana. Questo volume è dedicato alla fusion, il movimento che ebbe la sua genesi alla fine degli anni '60 e la sua massima fioritura nei '70, incontro di musica acustica ed elettrica (e perfino elettronica, grazie ai synth), di jazz di matrice bop e soul e di sonorità funk e rock, con risultati spesso originalissimi e di alto valore artistico, prima che la commercializzazione del movimento prendesse il sopravvento. Questa la scaletta: Miroslav Vitous, ''Freedom jazz dance'' (da ''Infinite search'', 1970); Les McCann, ''Beaux J. Pooboo" (da ''Invitation to openness'', 1972); Billy Cobham, ''Quadrant 4" (da ''Spectrum'', 1973); Larry Coryell, ''Beneath the earth'' (da ''Back together again'', 1977); Passport, ''Homunculus'' (da ''Cross-collateral'', 1975); Jean-Luc Ponty, ''Egocentric molecules'' (da ''Cosmic messenger'', 1978).
Euro
15,00
codice 330841
scheda
Aa.vv. (jazz) Atlantic jazz: introspection
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1967  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
Prima stampa europea di pressaggio tedesco, copertina lucida fronte retro con barcode, label argento e nera con scritte nere e logo Atlantic argentato in alto, logo GEMA/BIEM in riquadro a sinistra del foro centrale, catalogo 781710-1. Pubblicato nel 1986 dalla Atlantic negli USA ed in Europa, edito anche all'interno del cofanetto ''Atlantic jazz'' dello stesso anno, questo album è un'antologia delle opere jazz più aperte ad eleganti e raffinate ''contaminazioni'' con la musica latinoamericana e quella europea, prodotte dalla label dei fratelli Ertegun fra gli anni '60 ed i '70, compilando sette brani editi, tratti da album pubblicati dall'etichetta, di autori di altissimo livello come Chick Corea, Joe Zawinul, Gary Burton e Keith Jarrett. La Atlantic, nei suoi anni migliori, è stata una casa discografica attenta non solo alle migliori novità del rock e del soul, ma anche della musica jazz: questa propensione è celebrata negli anni '80 con le antologie della serie ''Atlantic jazz'', ciascuna delle quali compila brani editi afferenti ad un determinato filone della musica improvvisata di origine afroamericana. Questo volume è dedicato alle produzioni di raffinatissimi autori di una nuova generazione jazzistica emersa fra gli anni '60 e '70, aperti a brillanti fusioni stilistiche, ma non strettamente nel contesto della fusion elettrica, bensì in quello di un incontro con il ricco patrimonio latinoamericano come con quello complesso ed intellettuale della musica europea contemporanea. Questa la scaletta: Hubert Laws, ''Yoruba'' (da ''Wild flower'', 1972); Chick Corea, ''Tones for joan's bones'' (da ''Tones for joan's bones'', 1968); Charles Lloyd, ''Forest flower – sunrise'' (da ''Forest flower'', 1967); Joe Zawinul, ''In a silent way'' (da ''Zawinul'', 1971); Keith Jarrett, ''Standing outside'' (da ''The mourning of a star'', 1971); Gary Burton, ''Chega de saudade (no more blues)'' (da ''Alone at last'', 1971); Gary Burton / Keith Jarrett, ''Fortune smiles'' (da ''Gary Burton & Keith Jarrett'', 1971).
Euro
14,00
codice 331001
scheda
Aa.vv. (jazz) Definitive jazz scene vol. 2
Lp [edizione] originale  mono  usa  1964  impulse 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good jazz
prima stampa USA in mono, copertina cartonata apribile, laminata all'esterno (con nastro adesivo trasparente lungo il bordo superiore del pannello posteriore e microforo promozionale in basso a sinistra), etichetta "orange black rim", arancio con fascia esterna nera, nella prima versione con “A PRODUCT OF ABC-PARAMOUNT RECORDS, INC.” in basso, catalogo A-100. Pubblicato nel 1964 dalla Impulse negli USA, il secondo di tre volumi di una serie di raccolte che compilano brani rari ed inediti (in questo secondo volume erano tutti precedentemente inediti) di alcuni giganti del jazz americano; si tratta di una raccolta stilisticamente molto eterogenea, ma indubbiamente popolata da nomi di altissimo livello, con brani che in alcuni casi non sono meno che splendidi. In questo primo volume troviamo i seguenti brani: Ray Charles, ''Without a song'' (inciso il 10/7/63 da da Ray Charles con un'orchestra arrangiata da Marty Paich e con i Jack Halloran Singers); Shirley Scott, ''The blues ain't nothin' but some pain'' (inciso il 14/5/64 da Shirley Scott, Bob Cranshaw ed Otis Finch); Lionel Hampton, ''Moon over my annie'' (inciso il 28/10/64 da Lionel Hampton, Clark Terry, Ben Webster, Hank Jones, Milt Hinton ed Osie Johnson); Oliver Nelson, ''Night lights'' (inciso il 11/11/64 da Oliver Nelson, arrangiatore, Thad Jones, Phil Woods, Phil Bodner, Pepper Adams, Roger Kelleway, Richard Davis e Grady Tate); J.J. Johnson, ''Gloria'' (inciso il 1/5/64 da J.J. Johnson, Harold Mabern, Arthur Harper Jr. e Frank Gant); John Coltrane, ''Dear old stockholm'' (inciso il 29/4/63 da John Coltrane, McCoy Tyner, Jimm Garrison ed Elvin Jones); McCoy Tyner, ''You'd be so nice to come home to'' (inciso il 4/6/63 da McCoy Tyner, Jimmy Garrison ed Albert Heath); Manny Albam, ''Blues company'' (inciso il 12/1/62 da Manny Albam, arrangiatore, Al De Risi, Bernie Glow, Nick Travis, Johnny Coles, Urbie Green, Bill Elton, Al Raph, Willie Dennis, Phil Woods, Oliver Nelson, Jim Hall, George Duvivier e Gus Johnson Jr.); Tommy Flanagan, ''Anything I do'' (inciso il 7/8/64 da Tommy Flanagan, Richard Davis e Connie Kay).
Euro
30,00
codice 331636
scheda
Aa.vv. (jazz) Intercollegiate music festival vol. 1
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1967  impulse 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
prima stampa americana, copertina cartonata apribile, laminata all'esterno e liscia all'interno, label arancio al centro e nera lungo il bordo, con quattro loghi Impulse lungo il bordo e "A Product of Abc Records Inc" in basso, catalogo A-9145 sulla copertina, AS-9145 (seguito dalla lettera che indica il lato) sull' etichetta. Pubblicato nel 1967 dalla Impulse!, questo album contiene registrazioni dal vivo effettuate al primo Intercollegiate Music Festival, tenutosi a Miami fra il 4 ed il 6 maggio del 1967: fu il momento culminante di un concorso musicale al quale avevano partecipato centinaia di gruppi jazz formati da giovani studenti universitari americani. Questo album, prodotto da Bob Thiele, contiene brani registrati da tre degli ensemble che arrivarono a partecipare a questa fase finale dell'evento: sulla prima facciata troviamo la Ohio State University Jazz Workshop Band (poi autrice di un album autoprodotto), un'orchestra che continuava a portare alta la bandiera del jazz per big band, ispirata da maestri come Duke Ellington, e qui con i brani ''Machu picchu'', ''You turn me on sump'n fierce!'', ''Forever lost in my mind's eye'' e ''And se we swang''; sulla seconda facciata suonano prima il San Francisco State College Quintet, formazione di piu' piccole dimensioni dedita a bop e post bop, con due composizioni scritte da membri del quintetto, ''Kharisma for keiko'', dove viene impiegao anche un flauto pakistano oltre a strumenti piu' tradizionalmente jazz, e ''New jass'', ed infine il cantante Joe De Vito, dal Rider College di Trenton, accompagnato da un quartetto di strumentisti, che offre una performance di jazz vocale con ''A joyful noise'' e ''Thou swell''.
Euro
28,00
codice 328251
scheda
Aa.vv. (jazz) Jazzactuel part 2
LP3 [edizione] originale  stereo  ita  1969  get back 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
Triplo album in vinile pesante, prima stampa vinilica, pressata solo in Italia, contenuto musicale inciso su cinque facciate e con la sesta scolpita ("etched"), copertina apribile in tre, lucida all'esterno ed all'interno, senza barcode, catalogo GET300. Pubblicata nel 2001 dalla Charly in cd e dalla italiana Get Back in vinile, questa è la seconda parte della monumentale antologia dedicata alla collana Jazzactuel della Byg Records: in questa edizione vinilica, l'album fu pubblicato sotto forma di due tripli album separati ma originariamente venduti assieme in un unico pacchetto. Compilata da Thurston Moore (Sonic Youth) e Byron Coley (poeta e critico musicale), entrambi appassionati conoscitori del catalogo Jazzactuel, questa antologia è un manifesto "postumo" di una delle serie di pubblicazioni più avventurose del jazz sperimentale ed in particolare del free, ma aperte anche alla musica elettronica ed allo art rock (vedi la presenza dei Gong), uscite fra il 1969 ed il 1971 sulla label francese Byg. Tratti dagli album usciti durante quegli anni, questi brani documentano un progetto radicale ed anticommerciale, selvaggiamente creativo ed anticonformista, che vide coinvolti artisti del calibro di Don Cherry, Anthony Braxton Dewey Redman, Jimmy Lyons, Alan Silva ed i Musica Elettronica Viva. I brani qui raccolti sono ascolti impegnativi, a volte ermetici ed ostici, che però costituiscono una tappa pressoché irrinunciabile per chi desidera esplorare i meandri del jazz sperimentale di quei fertili anni. Questa la scaletta: Frank Wright, "One for john / China, part 2" (da "One for john", 1969); Dewey Redman, "Tarik" (da "Tarik", 1969); Acting Trio, "Cello discordato no. 9" (da "Acting trio", 1969); Don Cherry, "Teo-teo-can (excerpt)" (da Mu second part", 1969); Anthony Braxton, "B-Xo NO147a (excerpt)" (da Anthony Braxton", 1969); Jimmy Lyons, "Premonitions" (da "Other afternoons", 1969); Claude Delcloo / Arthur Jones, "Africanasia, part 1 (excerpt)" (da "Africanasia", 1969); Gong, "Squeezing sponges over policemen's heads / Foghat digs holes in space" (da "Camembert electrique", 1971); Musica Elettronica Viva, "The sound pool, part 1A" (da The sound pool", 1969); Kenneth Terroade, "Blessing" (da "Love rejoice", 1969); Alan Silva and the Celestial Communications Orchestra, "The seasons, part 6" (da "The seasons", 1970).
Euro
30,00
codice 332981
scheda
Aa.vv. (jazz) Talkin' jazz volume 2: more themes from the black forest
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1966  talkin' loud 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
Prima stampa vinilica, copertina con barcode 731452352910, label nera con scritte in marrone chiaro, grande logo Talkin' Loud su di una facciata, logo BIEM/STEMRA sull'altra, catalogo 523 529-1. Pubblicato nel 1994 dalla Talkin' Loud, il secondo volume della serie di compilations "Talkin' jazz", dopo il primo uscito nel 1993 e prima del terzo uscito nel 1997; questa serie di antologie fu curata dal DJ e discografico inglese Gilles Peterson, coinvolto fra le altre cose nella scena acid jazz e co-fondatore della celebre label omonima, la Acid Jazz. "Talkin' jazz" fornisce un affresco della scena jazz e soul jazz attiva in Germania fra gli anni '60 e '70 (da qui il riferimento alla Foresta Nera nel titolo), compilando piacevoli ed in molti casi interessantissimi episodi in cui si fondono jazz elettrico ed acustico, easy listening, soul / r'n'b e funk strumentali, canzone pop ed influssi esotici ed orientaleggianti (come l'impiego del sitar in alcuni brani, fra tutti l'ammaliante "Mathar" del Dave Pike Set che apre la scaletta). La maggior parte degli artisti rappresentati in questa compilation sono tedeschi, nomi di livello assoluto quali Wolfgang Dauner e Karin Krog, ma non mancano anche strumentisti anglosassoni come Dave Pike (vibrafonista americano che visse e lavorò in Europa continentale fra gli anni '60 e '70) e Dee Dee McNeill (cantante ed autrice di Detroit già coinvolta con la Motown). Questa la scaletta: Dave Pike Set, "Mathar" (dall'album "Noisy silence", 1969); Wolfgang Dauner, "Take off your shoes to feel the setting sun" (dall'album "The oimels", 1969); Johnny Teupen, "Love me" (dall'album "Harpedelic", 1970); Karin Krog, "Maiden voyage" (dall'album "Here and now", 1969); Catch Up!, "Onkel joe" (dall'album "Catch up!", 1975); Dee Dee Barry (McNeill) and the Movements, "Get out of my life woman" (dall'album "Soul hour", 1968); Dave Pike Set, "Big schlepp" (dall'album "Album", 1971); Knut Kiesewetter Train, "Roll on the left side" (dall'album "Stop! Watch and listen", 1970); Dieter Reith Trio, "Wives and lovers" (dall'album "A happy afternoon", 1967); Karel Velebny, "Nude" (dall'album "Nonet SHQ and woodwinds", 1968).
Euro
26,00
codice 332354
scheda
Aa.vv. (jazz) The young lions - Lions of jazz
lp2 [edizione] ristampa  stereo  usa  1960  trip 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
ristampa americana dei primi anni '70, copertina cartonata con foratura promozionale in basso a destra, etichetta nera con logo argento; riedizione in doppio vinile su Trip dell'album originariamente pubblicato su Vee-Jay, inciso a New York in due sessioni, il 25 ed il 30 aprile del 1960: la prima con formazione composta da Lee Morgan (tromba), Frank Strozier (sax alto), Wayne Shorter (sax tenore), Bobby Timmons (pianoforte), Bob Cranshaw (contrabbasso), Albert Heath e Louis Hayes (batteria); la seconda con Nat Adderley (tromba), Yusef Lateef (sax tenore), Barry Harris (pianoforte), Sam Jones (contrabbasso) e Louis Hayes (batteria). Un apprezzato lavoro frutto di una collaborazione estemporanea fra alcuni ''giovani leoni'' del jazz dell'epoca, questo lp vede i musicisti impegnati in composizioni che toccano varie sfumature del bop, del quale alcuni critici apprezzano in particolare l'approccio ''democratico'', grazie al quale tutti i componenti fanno sentire bene la propria voce; una sorta di piccolo manifesto del messaggio portato da influenti musicisti come Lee Morgan, Wayne Shorter (compositore di gran parte dei brani sul primo vinile) e Yusef Lateef. La varieta' delle composizioni fa oscillare il disco tra infuocati tour de force e lente e rilassate ballate. Questa la scaletta dei brani: ''Seeds of sin'', ''Scourn'', ''Fat lady'', ''Peaches & cream'', ''That's right'', ''Hazing'', ''Rip de boom'', ''Teef'', ''I need you'', ''Back yard'', ''Sassy Ann''.
Euro
22,00
codice 210664
scheda
Aa.vv. (jazz) You've got to hear it to believe it
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1966  solid state 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
Copia con adesivo dorato della distribuzione Carosello apposto a sigillo sul lato di apertura della copertina (ovviamente aperto), prima rara stampa italiana, copertina apribile laminata all'esterno e liscia all'interno, label gialla con parte nera in alto, scritte nere e logo Solid State bianco, rosso, giallo e nero in alto, catalogo UA PROM 1, con logo BIEM e senza marchio ne' timbro Siae (subentrera' nel 1970). Pubblicato nel 1968 dalla Solid State, questo album e' una raccolta che compila dieci brani tratti da album jazz usciti per la stessa etichetta; troviamo ben quattro brani di Jimmy McGriff, importante organista ''Hammond'' allievo del grande Jimmy Smith, il grande pianista Bill Evans, collaboratore di Miles Davis nel capolavoro ''Kind of blue'', la premiata coppia Thad Jones/Mel Lewis con la loro orchestra, e l'arrangiatore e direttore d'orchestra Nelson Riddle, a lungo collaboratore di Frank Sinatra. Questa la scaletta: Jimmy McGriff, ''Cherry point'' (da ''The big band'', 1966); Jimmy McGriff, ''See see rider'' (da ''A bag full of soul'', 1966); Thad Jones/Mel Lewis, ''Willow weep for me'' (da ''Presenting thad jones-mel lewis & the jazz orchestra'', 1966); Jimmy McGriff, ''Watermelon man'' (da ''Cherry'', 1966); Joe Williams/Thad Jones/Mel Lewis, ''Woman's got soul'' (da ''Presenting Joe Williams & Thad Jones/Mel Lewis – The jazz orchestra'', 1966); Nelson Riddle, ''Strangers in the night'' (da ''Music for wives & lovers'', 1968); Joe Williams, ''Imagination'' (da ''Something old, new & blue'', 1967); Thad Jones/Mel Lewis, ''Little pixie II'' (da ''At the village vanguard'', 1968); Jimmy McGriff, ''Finishin''' (da ''A bag full of blues'', 1967); Bill Evans/Jim Hall, ''My funny valentine'' (da ''Undercurrent'', 1968).
Euro
20,00
codice 322018
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1962  elektra 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima stampa americana, copertina cartonata, laminata sul fronte, con la splendida e storica etichetta oro con dentatura e chitarrista in alto, catalogo SMP-6. Pubblicata nel 1962 dalla Elektra negli USA, la bellissima raccolta manifesto del vivacissimo movimento folk nordamericano dei primi anni '60, contenente brani (tre dei quali all'epoca inediti) di artisti destinati ad una carriera di grande spessore come Judy Collins e Ramblin' Jack Elliott, ma anche un grande chitarrista folk blues afroamericano come Josh White, o personaggi da ricordare e da rivalutare come Ed McCurdy, un cantante folk molto produttivo ed assai importante per il movimento nella seconda meta' degli anni '50, poi oscurato dall'emergere di una nuova generazione di cantautori come Bob Dylan, Cynthia Gooding, anch'essa autrice di molti lavori nel corso degli anni '50, e fonte di ispirazione per una giovane Judy Collins, Sandy Paton, non solo un musicista ma anche un discografico ed un ricercatore dedito alla rivitalizzazione della musica folk statunitense, in particolare quella della costa orientale del paese, e Bob Gibson, un altro pioniere e leader della rinascita del folk americano dagli anni '50 in poi, i cui brani sono stati coverizzati da artisti piu' giovani come Simon & Garfunkel, Byrds e Peter, Paul & Mary. Insomma ''The folk scene'' e' un'interessante introduzione agli angoli un po' piu' nascosti del vastissimo panorama del folk revival nordamericano della seconda meta' del '900. Questa la scaletta (Alcuni brani sono in mono, altri in stereo): The Travelers 3, ''Bowling green'' (da ''The travelers 3'', 1962); Josh White ''Red sun'' (da ''Josh White: spirituals and blues'', 1960); Ed McCurdy, ''Gypsy laddie'' (da ''A treasure chest of american folk song'', 1961); Judy Collins, ''Pretty saro'' (da ''A maid of constant sorrow'', 1961); (Ramblin') Jack Elliott, ''Talking dust bowl'' (inedito); E. Weissberg & M. Brickman, ''Flop-eared mule'' (da ''Folk banjo styles'', 1962); Casey Anderson, ''Grizzly bear'' (da ''Goin' places'', 1960); Bob Grossman, ''Bonnie highland laddie'' (da ''Bob grossman'', 1962); The Limeliters, ''Greenland fisheries'' (inedito); Theodore Bikel, ''One sunday morning'' (da ''From bondage to freedom'', 1960); Cynthia Gooding, ''Lowlands of holland'' (da ''Early english folksongs'', 1953); Bob Gibson, ''Gilgarry mountain'' (da ''Yes I see'', 1960); Sandy Paton, ''Daily growing'' (da ''The many sides of sandy paton'', 1958); Oscar Brand, ''Squid jiggin' sound'' (inedito).
Euro
30,00
codice 329646
scheda
Aa.vv. (latin american psych) love, peace and poetry - latin american psychedelic music
Lp [edizione] nuovo  stereo  ger  1965  normal 
rock 60-70
copertina lucida apribile, etichetta custom; si tratta della bella compilation che raccoglie ultrarari brani di oscuri gruppi psichedelici dai piu' remoti angoli del mondo; questo volume, uscito nel 1997 ed intitolato ''Love , Peace and Poetry - Latin American Psychedelic Music'' raccoglie brani dal 1968 al 1971, con all 'interno della copertina apribile note e riproduzioni delle covers originali. Ecco la lista del materiale contenuto: Almendra -Trema de pototo (Argentina 1968), Laghonia - Someday (Peru' 1971), Traffic Sound I'm So Glad (Peru' 1968), Kaleidoscope - Colours (Mexico 1969), We All Together - Tomorrow (Peru' 1972), Los Gatos - Cuando Llegue El Ano 2000 (Argentina 1968), Kissing Spell - Yellow Moon (Chile 1970), Traffic Sound - Virgin (Peru' 1970), Almendra - Obertura (Argentina 1970), Laghonia - Trouble Child (Peru' 1971), Los Mac's El Evangelio De La Gente Sola (Peru' 1971), Los Vidrios Quebrados - Oscar Wilde (Chile 1967), Som Imaginario - Super-God (Brazil 1970), Ladies W.C. - People (Venezuela 1970), Modulo 1000 Lem - Ed Ecalg (Brazil 1971), Los Mac's - Degrees (Chile 1967), The St. Thomas Pepper Smelter - Betty Boom (Peru' 1969).
Euro
23,00
codice 3014596
scheda
Aa.vv. (lindley, mcguinn...) Banjo greats vol. 1
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  ita  1964  joker 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Copia ancora avvolta nel cellophane (aperto), seconda stampa di inizio anni '70, copertina con sagomatura sul lato di apertura sul retro, label nera con parte argento vicino al bordo, scritte argento al centro e nere lungo il bordo, logo Joker nero in alto, catalogo SM3010, data sul trail off 20/7/66, logo SIAE stampato sull' etichetta a destra, e, quasi invisibile per via del colore dell'etichetta, timbro Siae del primo tipo, in uso tra il '70 ed il '75, con diametro di circa 13/13,5 mm., piu' piccolo dei successivi. Pubblicata dalla Joker negli anni '60 in Italia, questa raccolta e' una versione leggermente modificata della storica "The Banjo Story, Volume 1" uscita in America su Horizon tra il 1963 ed il 1964, con gli stessi musicisti rappresentati ma tre brani cambiati (quelli di Joe Maphis, Billy Faier e Mike Seeger), con dodici brani strumentali di musica country folk americana suonati con il banjo, in alcuni casi accompagnato dal violino, ma spesso utilizzato come solo strumento. Si tratta di un momento cruciale nella storia del folk americano, che dalla tradizione si apre a nuove influenze e forme musicali, sebbene ancora qui' il folk rock sia di la' da venire. Straordinaria e' la presenza qui di personaggio che diverranno ben noti al pubblico rock negli anni a venire, in primo luogo David Lindley, che milito' anche in quegli anni nei New Christy Minstrels e che presto formera' i californiani Kaleidoscope, e Jim (aka Roger) McGuinn, che si era fatto le ossa nei Limeliters, il Chad Mitchell Trio ed Hoyt Axton tra gli altri, ed era in procinto di formare i Byrds, oltre a Mike Seeger, fratello del cantautore folk Pete, e poi l'eclettico compositore e virtuoso della chitarra Mason Williams, il chitarrista folk Dick Rosmini ed il multistrumentista country folk Eric Weissberg. Questa la scaletta: Mason Williams, ''Banjo hello''; Eric Weissberg & Marshall Brickman, ''Earle's breakdown''; Billy Cheatwood, ''Hundreds of miles''; Billy Faier, ''Green corn''; Art Podell, ''Hindu stomp''; David Lindley, ''Mad mountain medley''; Dick Weissman, ''Trail ridge road''; Joe Maphis, ''Joe's breakdown''; Erik Darling, ''Banjo tune''; Dick Rosmini, ''Fast and loose''; Jim McGuinn, ''Rumblin' on''; Mike Seeger, ''Goin' down there''.
Euro
23,00
codice 319913
scheda
Aa.vv. (mersey beat) At the Cavern - Recorded live
lp [edizione] ristampa  mono  uk  1964  see for miles 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Ristampa inglese del 1985, in mono, copertina semilucida senza barcode pressoche' identica alla prima rara tiratura, etichetta nera e bianca, catalogo SEE58. Pubblicato in Uk ed in Germania dalla Decca nel 1964, uscito anche in Canada su London con titolo "The Mersey Beat - Recorded Live At The Cavern, Liverpool, England", si tratta di una delle pochissime testimonianze dell' esplosione del MerseyBeat di Liverpool nel suo periodo classico; l' opera contiene 16 brani, altrimenti inediti, eseguiti da nove diversi "act" (gran parte dei quali mai giunti al traguardo dell' album ma intestatari soltanto di alcuni rari singoli), tutto in puro stile beat, registrati live nel 1964 durante le loro esibizioni al Cavern Club, storico locale di Liverpool gia' passato alla storia per i primi concerti inglesi dei Beatles. Certamente uno dei documenti storici della nascita del rock britannico. Ecco la lista del materiale contenuto: The Marauders "Doctor Feel Good" e "Keep On Rolling" The Fortunes "She's Sure The Girl I Love" e "You Really Got A Hold On Me" Beryl Marsden "Everybody Loves A Lover" The Dennisons "Devoted To You" e "You Better Move On" Heinz "Somebody To Love", "I Got A Woman" e "Little Queenie" Dave Berry & The Cruisers "Diddley, Diddley, Daddy" The Big Three "Bring It On Home To Me" Lee Curtis & The All-Stars "Skinny Minny" e "Jezebel" Bern Elliott & The Fenmen "I'm Talking About You" e ""Little Egypt".
Euro
23,00
codice 43997
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1969  durium 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa italiana, copertina laminata fronte retro, label nera con scritte argento, logo Durium argentato in alto, marchio BIEM a sinistra, senza marchio "D.r.", senza marchio ne' timbro Siae, catalogo MSA77222, data sul trail off 7/5/69. Pubblicato nel 1969 dalla Durium, il secondo volume della serie di raccolte ''Durium club'' (il primo usci' nel 1966, il terzo usci' nello stesso 1969). La raccolta compila dodici brani tratti per lo piu' da singoli di giovani cantanti e gruppi pubblicati dalla casa discografica milanese, fra cui uno dei primissimi singoli di Dori Ghezzi, ''Casatschok'', i Nuovi Angeli, uno dei piu' importanti gruppi beat italiani degli anni '60, gli inglesi Motowns, provenienti da Liverpool ma operanti in Italia nella seconda meta' degli anni '60 con un eccellente beat poi evolutosi in forme piu' moderne come la psichedelia, Roberto Matano, gia' nei Campioni con un giovanissimo Lucio Battisti. Questa la scaletta: I Nuovi Angeli, ''Ragazzina, ragazzina'' (singolo del 1969, inedito su album); Dori Ghezzi, ''Casatschok'' (singolo del 1968, inedito su album); Rocky Roberts, ''This old world'' (poi sull'album ''This is rocky roberts'' del 1970); Paolo & i Crazy Boys, ''Cuore mio'' (singolo del 1969, inedito su album); Marcello's Ferial Co, ''Michael'' (singolo del 1969, inedito su album); Giosy Capuano, ''Mi piaci come sei'' (singolo del 1968, inedito su album); The Motowns, ''Dai, vieni giu''' (singolo del 1969, inedito su album); Isabella Iannetti, ''Cuore innamorato'' (singolo del 1969, inedito su album); Wess & the Airedales, ''Just tell me'' (singolo del 1969, poi sull'album ''Quando'' del 1970); Rosanna Negri (aka Rosy), ''Quel giorno d'illusione'' (singolo del 1969, inedito su album); Mario Zelinotti, ''Cento fuochi'' (B-side del singolo ''Bada bambina'', 1969, inedito su album); Roberto Matano, ''L'amore e' il mio mestiere'' (singolo del 1969, inedito su album).
Euro
30,00
codice 329995
scheda
Aa.vv. (mutantes, gil, veloso, costa...) tropicalia ou panis et circencis
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1968  lilith 
rock 60-70
Ristampa pressoche' identica alla prima tiratura del 1968, in vinile 180 grammi, con allegata la versione in cd dell'album, copetina senza codice a barre. Si tratta di uno dei piu' leggendari e celebrati lavori degli anni '60, non una sempice compilation, ma l' album che sanci' la nascita del movimento ''Tropicalia'', vero trampolino di lancio per molti degli artisti che avrebbero fatto la storia della musica brasiliana nei decenni successivi, il movimento, si prefiggeva la rinascita della musica brasiliana, e per la prima volta contaminarono con gli strumenti elettrici ed uno spirito propriamente ''rock'' il pop esotico con la psychedelia, la samba, la bossa nova, ed altri generi ancora piu' popolari della musica sudamericana. Tropicalia non solo include brani dei piu' importanti artisti del movimento (Gilberto Gil, Os Mutantes, Caetano Veloso, Gal Costa), ma presenta un grande numero di collaborazioni tra questi ed altri musicisti, diverse delle quali passate alla storia come veri accadimenti e capolavori. Quasi tutte le originali realizzazioni della Tropicalia sono purtroppo fuori catalogo, ma questo vero e proprio manifesto dara' un idea piu' che chiara di cosa fosse questo movimento artistico e del perche' oggi sia cosi' celebrato. Ecco la lista dei brani "Miserere N¢bis" - Gilberto Gil, "CoracÆo Materno" - Caetano Veloso, "Panis et Circenses" - Mutantes, "Lindon‚ia" - Nara Leao, "Parque Industrial" - Gilberto Gil, Caetano Veloso, Gal Costa, "Gel‚ia Geral" - Gilberto Gil, "Baby" - Gal Costa, Caetano Veloso, "Trˆs Caravelas" (Las Trˆs Carabelas) - Caetano Veloso, Gilberto Gil, "Enquanto Seu Lobo NÆo Vem" - Caetano Veloso, "MamÆe Coragem" - Gal Costa, "Bat Macumba" - Gilberto Gil, "Hino Do Senhor Do Bonfim Da Bahia" - Caetano Veloso, Gilberto Gil, Gal Costa.
Euro
22,00
codice 2094414
scheda
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1967  particles 
rock 60-70
Sottotitolato "16 Trippy New Zealand Nuggets 1967-69"; ristampa in vinile 180 grammi, rimasterizzata, della ormai rara raccolta edita originariamente in cd nel 1997, con 16 brani scelti nell' ambito della poco nota ma molto ricca ed interessante scena neozelandese di fine anni '60 di orientamento psichedelico, copertina lucida, etichetta nera con cerchi multicolorati, con titoli indicati tutti da un lato, corredata di due inserti con note e foto. A1. The Gremlins - Blast Off 1970 A2. The Smoke - Never Trust Another Woman A3. The Avengers - Water Pipe A4. The Group People - In The Night A5. Lew Pryme - Gracious Lady Alice Dee A6. The Hi-Revving Tongues - Tropic Of Capricorn A7. The La De Das - Find Us A Way A8. Larry's Rebels - Coloured Flowers B1. The House Of Nimrod - Slightly-Delic B2. The Brew - Bengal Tiger B3. The Top Shelf - Time Beyond B4. The Music Convention - Footprints On My Mind B5. The Human Instinct - A Day In My Mind's Mind B6. The Dave Miller Set - Mr. Guy Fawkes B7. Vicky & Dicky - I'm Allergic To Flowers B8. The Zarks - Jumbo
Euro
15,00
codice 2059288
scheda
Aa.vv. (otis redding, sam & dave, carla thomas, eddie floyd) Stax / volt revue, volume one – live in london
Lp [edizione] ristampa  stereo  can  1967  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent soul funky disco
Ristampa canadese di fine anni '70 su Atlantic, copertina lucida fronte retro, label bianca e rossa con banda bianca centrale, catalogo SD7721. Originariamente pubblicato nel 1967 dalla Stax negli USA, il primo dei due volumi, usciti pressoché contemporaneamente, che documentano il tour internazionale della Stax / Volt Revue del marzo 1967, quando i principali artisti della storica label soul si esibirono alternandosi sullo stesso palco: Otis Redding, Carla Thomas, Sam & Dave ed Eddie Floyd, supportati sempre dagli eccezionali strumentisti di casa Stax / Volt, vale a dire la sezione ottoni dei Mar-Keys e la band strumentale Booker T. & the MG's. Praticamente il gotha del Southern soul dell'epoca (manca Aretha Franlklin, ma era su un'altra etichetta), con performances vocali scoppiettanti, particolarmente potenti quelle di Sam & Dave, ma tutte sorrette con eguale bravura da strumentisti di altissimo livello in ambito soul e r'n'b, a partire da Booker T. Jones e Steve Cropper. I brani presenti su questo primo volume furono registrati a Londra. Questa la scaletta: Booker T. & the MG's, "Green onions"; The Mar-Keys, "Philly dog"; Eddie Floyd, "If I had a hammer", "Knock on wood"; Otis Redding, "Shake"; Carla Thomas, "Yesterday", "B-a-b-y"; Sam & Dave, "I take what I want", "When something is wrong with my baby", "Hold on, I'm comin'".
Euro
24,00
codice 332431
scheda
Aa.vv. (otis redding, sam & dave, carla thomas, eddie floyd) Stax / volt revue, volume two – live in paris
Lp [edizione] ristampa  stereo  can  1967  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent soul funky disco
Ristampa canadese di fine anni '70 su Atlantic, copertina lucida fronte retro, label bianca e rossa con banda bianca centrale, catalogo SD7722. Originariamente pubblicato nel 1967 dalla Stax negli USA, il secondo dei due volumi, usciti pressoché contemporaneamente, che documentano il tour internazionale della Stax / Volt Revue del marzo 1967, quando i principali artisti della storica label soul si esibirono alternandosi sullo stesso palco: Otis Redding, Carla Thomas, Sam & Dave ed Eddie Floyd, supportati sempre dagli eccezionali strumentisti di casa Stax / Volt, vale a dire la sezione ottoni dei Mar-Keys e la band strumentale Booker T. & the MG's. Praticamente il gotha del Southern soul dell'epoca (manca Aretha Franlklin, ma era su un'altra etichetta), con performances vocali scoppiettanti, particolarmente potenti quelle di Sam & Dave e di Carla Thomas, ma tutte sorrette con eguale bravura da strumentisti di altissimo livello in ambito soul e r'n'b, a partire da Booker T. Jones e Steve Cropper. I brani presenti su questo secondo volume furono registrati a Parigi. Questa la scaletta: Carla Thomas, "I got my mojo working", "Let me be good to you", "Gee whiz"; Eddie Floyd, "Raise your hand", "Something you got", "But it's alright"; Sam & Dave, "Soothe me", "You don't know like I know", "You got me hummin'"; Otis Redding, "Try a little tenderness".
Euro
24,00
codice 332432
scheda
Aa.vv. (peanut butter conspiracy, lollipop shoppe, stu phillips) Angels From Hell (Original Motion Picture Soundtrack)
lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1968  reel time 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
copia ancora incellophanata, ristampa del 2011 in vinile pesante, copertina pressoche' identica alla prima molto rara tiratura uscita in America su etichetta Tower, nel luglio del 1968; catalogo RTLP1001. Colonna sonora del biker movie di culto "Angels from Hell", questo disco va ricordato soprattutto per l' inclusione di tre brani altrimenti inediti dei PEANUT BUTTER CONSPIRACY, in efficacissimo equilibrio come sempre tra pop e psichedelia, e di due brani altrimenti inediti dei grandissimi LOLLIPOP SHOPPE di Fred Cole (la tesa psichedelia venata di visceralita' garage di "Mr.Madison Avenue", tra i loro classici, e l' acid punk della non meno bella "Who's It Gonna Be), che si aggiungono a sei piacevolissimi brani strumentali, tra pop, psichedelia, jazz e lounge, di STU PHILLIPS e ad al pop folk di "Shake Off The Chains" di Ted Markland. Ecco la lista completa dei brani: 1. PEANUT BUTTER CONSPIRACY No One Says A Word (No Communication) 2. STU PHILLIPS Angels From Hell 3. STU PHILLIPS 4 O’Clock Tea (Laudanum) 4. STU PHILLIPS Walkin’ In 5. PEANUT BUTTER CONSPIRACY Crystal Tear 6. PEANUT BUTTER CONSPIRACY Angels From Hell 7. STU PHILLIPS Propinquity 8. STU PHILLIPS Circumambient Cycles 9. TED MARKLAND Shake Off The Chains 10. LOLLIPOP SHOPPE Mr. Madison Avenue 11. STU PHILLIPS Amalgamation 12. LOLLIPOP SHOPPE Who’s It Gonna Be?
Euro
26,00
codice 3006184
scheda

Page: 4 of 136


Pag.: oggetti: