Hai cercato:  Aa. vv. ( cantautori ) --- Titoli trovati: : 0
cercando tra gli autori separatamente le parole:  Aa. vv. ( cantautori ) --- Titoli trovati:  945
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Aa.vv. (world) Rocket infinity
10'' [edizione] nuovo  stereo  usa  1942  mississippi/canary 
world
Titolo completo ''Rocket infinity: the global rise of rocking music, 1942-62''. Edizione limitata a mille copie, vinile 10'', copertina cartonata a busta, ''paste on'' sul retro e senza codice a barre, label marrone con scritte nere, catalogo MRP-035. Pubblicata nel 2013 dalla Mississippi/Canary, questa compilation presenta otto brani assai diversi fra loro, incisi da artisti di svariata origine geografica, dalle Americhe all'Asia orientale, dall'Egitto all'India, accomunati fra loro dall'intreccio fra il proprio retaggio musicale locale e/o tradizionale, e le influenze della musica popolare statunitense in voga fra i primi anni '40 ed i primi anni '60, ossia pop, blues e poi rock'n'roll. I risultati furono sorprendenti, dall'intreccio fra rock'n'roll e musica indiana di ''Eena meena deeka'' alle danze folk tradizionali egiziane di ''Zaina ya zaino'' in cui risuonano echi del jump blues degli anni '40. Questa la scaletta dei brani, tratti da vecchi 78 giri: Gunga Din (Thailandia), ''Rak ron ying kwa det''; Cold Storage Commission (Zimbabwe), ''Skikiaan'' (fine anni '40); Ichimaru (Giappone), ''Samisen boogie woogie'' (1949); Mohammed Abdel Wahab (Egitto), ''Zaino ya zaino'' (1942); Los Golden Boys (Colombia), ''La buena vista''; Lil Wally (USA), ''Crazy polka''; Sister Slocum & Her Little Brother (USA), ''Whistlin' boogie'' (1950); Kishor Kumar (India), ''Eena meena deeka'' (1957).
Euro
16,00
codice 3505910
scheda
Aa.vv. (world) the masters of the guitar
LPBOX [edizione] originale  stereo  usa  1972  murray hill 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent world
cofanetto di 7 lp's in box di cartone rigido, etichetta nera con logo e scritte argento, contiene una monumentale selezione di brani classici e tradizionali, oltre 70 diverse esecuzioni originali, dei piu' grandi maestri della chitarra classica ed acustica del secolo trascorso. gli esecutori compresi sono i seguenti- andreas segovia, carlos montoya, laurindo almeida. manitas de plata, alirio diaz, john williams, narciso yepes, sabicas, renata tarraga.
Euro
80,00
codice 30068
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1988  imaginary 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
prima stampa inglese, copertina (con lievi segni di invecchiamento) lucida fronte retro con barcode, label azzurro chiaro con scritte blu, catalogo ILLUSION 002. Pubblicata nel giugno del 1988 dalla Imaginary Records in Gran Bretagna, questa compilation e' un tributo al seminale ed eccentrico Captain Beefheart, con dodici dei suoi brani interpretati da gruppi indie e post punk, fra cui Sonic Youth, XTC, That Petril Emotion e Primevals. Se non avete mai sentito Thurston Moore e compagni cimentarsi con il blues ''veloce e bulboso'' questa e' l'occasione giusta. Questa la scaletta dei brani: The Dog Faced Hermanns, ''Zig zag wanderer''; XTC, ''Ella guru''; The scientists, ''Clear spot''; The Membranes, ''Ice cream for crow''; The King Of Luxembourg, ''Long necked bottles''; The Beat Poets, ''Sun zoom spark''; That Petrol Emotion, ''Hot head''; The Primevals, ''China pig''; Sonic Youth, ''Electricity''; Good And Gone, ''Harry Irene''; The Screaming Dizbusters, ''Frying pan''; The Mock Turtles, ''Big eyed beans from Venus''.
Euro
20,00
codice 321999
scheda
Aa.vv. (yo la tengo, trypes) Luxury condos coming to...
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1985  coyote 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Titolo completo ''Luxury condos coming to your neighborhood soon''. Prima stampa USA, copertina lucida apribile senza barcode e fabbricata in Canada, label bianca con scritte nere e logo Coyote bianco e nero in alto, catalogo TTC8559. Pubblicata nel 1985 dalla Coyote negli USA, questa compilation presenta un vasto spettro di band indipendenti americane, fra cui i nomi piu' noti sono forse gli eclettici Kilkenny Cats da Atlanta, Georgia, la cantautrice Syd Straw e gli inossidabili indie rockers Yo La Tengo. Questa la scaletta: The Wygals con l' armonioso folk rock di ''Sleep with angels'' (poi nell' unico album ''Honyocks in the whithersoever'' del 1989, con Janet e Doug Wygal, ex Individuals, e Gene Holder, ex Db's); Rage To Live, ''Enough is never enough'' (poi sul primo eponimo album del 1986); Trigger & The Thrill Kings, ''Devil's train'' (traccia inedita per il gruppo autore di un 12" ed un minialbum, con Jim Duckworth gia' con Tav Falco e Gun Club e con Jim Sclavunos gia' con Lydia Lunch, Tav Falco, e poi con Sonic Youth, Cramps, Nick Cave ed altri ancora); Scruffy The Cat, ''Big fat monkey's hat'' (inedito); Last Roundup, ''Just a little is enough'' (inedito, con Amy McMahon Rigby, poi solista); Yo La Tengo, ''Private doberman'' (bell' inedito vigorosamente chitarristico della cult band, all' epoca ai suoi esordi); Trypes, ''A plan revised'' (delicato brano inedito del gruppo nato da una costola dei Feelies, autore anche di un minialbum); Mr. Bonus, ''Elvis, what happened?'' (inedito); Gut Bank, ''Dreamland'' (poi sul primo album ''The dark ages'' del 1986); Deep Six, ''Stay right here'' (inedito); Kilkenny cats, ''Nightfall'' (poi sul primo album ''Hands down'' del 1986, con Lynda Stipe, sorella di Michael, impegnata anche negli Hetch Hetchy); Myra Holder, ''John calvin'' (inedito, per lei un album solista nel 1989, qui con il gia' citato Gene Holder); Syd Straw, ''Listening to Elvis'' (inedito della apprezzata cantautrice poi approdata a notevole fama); The Jacks, ''Ask for jill 3-D'' (inedito, estemporaneo gruppo con Chris Stamey dei dB's e Don Dixon); Raunch Hands, ''Never comin' home'' (inedito della garage punk band di Michael Mariconda, qui in territori roots-punk ad alto tasso alcoolico).
Euro
26,00
codice 316430
scheda
Aa.vv. rubble 10 Professor jordan's magic show
lp [edizione] ristampa  stereo  uk  1965  past & present 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
copia ancora incellophanata, copertina lucida a busta, label viola a sinistra e color crema a destra con scritte nere, logo della Past & Present in bianco, grigio e viola. Ristampa ormai fuori catalogo ad opera della Past & Present del decimo volume della serie ''Rubble'', originariamente pubblicato negli anni '80 dalla Bam Caruso. La serie ''Rubble'' e' una ormai classica collana di compilation dedicate alla psichedelia, al freakbeat ed al pop venato di acido degli anni '60, principalmente britannici ma non solo, che furono curate da Phil Smee, cultore di quella fervida stagione musicale. Smee compilo' singoli di gruppi celebri come Pretty Things, Crazy World Of Arthur Brown e Tomorrow insieme a molti pezzi di oscure formazioni di culto, come Misunderstood, Dantalion's Chariot ed Open Mind, ed altre ancora meno note che in certi casi avevano pubblicato un solo singolo prima di dissolversi; la gran parte dei 45 giri originali avevano venduto poche copie negli anni '60 e di conseguenza sono assai rari, pertanto fra i meriti di ''Rubble'' c'e' anche quello di averli resi disponibili a tutte le tasche. Una bella panoramica sul rigoglioso sottobosco della psichedelia e della post psichedelia della seconda meta' degli anni '60, che si distingue anche per il design delle copertine, che rivisita lo stile grafico psichedelico di quel decennio dalla prospettiva degli anni '80. Questa la scaletta dei brani, che comprende pezzi di Velvett Fogg e The Game: The Onyx, ''Tamaris Khan'' (1969); The Glass Menagerie, ''Frederick Jordan'' (1968); The Clique, ''We didn't kiss didn't love but now we do'' (1965); Montanas, ''A step in the right direction'' (1968); The Floribunda Rose, ''Linda loves Linda'' (1967); Velvett Fogg, ''Lady Caroline'' (1969, dal loro album eponimo); The Turnstyle, ''Riding on a wave'' (1968); The Kytes, ''Frosted panes'' (1966); Fresh Air, ''Running wild'' (1969); The Orange Seaweed, ''Stay a while'' (1968); 5 AM Event, ''Hungry''; The Game, ''Gotta keep on moving baby'' (1965); The Glass Menagerie ''She's a rainbow'' (1968); New Formula, ''Stay indoors'' (1969); Writing On The Wall, ''Buffalo'' (1973); Orange Machine, ''You can all join in'' (1969).
Euro
20,00
codice 229188
scheda
Aa.vv. rubble 2 Popsike pipedreams
Lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1965  soundlink 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Ristampa a tiratura limitata e numerata sul retro, questa la copia numero 317, copertina apribile (a differenza della prima tiratura). Il secondo volume della serie ''Rubble''. La serie ''Rubble'' e' una ormai classica collana di compilation dedicate alla psichedelia, al freakbeat ed al pop venato di acido degli anni '60, principalmente britannici ma non solo, che furono curate da Phil Smee, cultore di quella fervida stagione musicale. Smee compilo' singoli di gruppi celebri come Pretty Things, Crazy World Of Arthur Brown e Tomorrow insieme a molti pezzi di oscure formazioni di culto, come Misunderstood, Dantalion's Chariot ed Open Mind, ed altre ancora meno note che in certi casi avevano pubblicato un solo singolo prima di dissolversi; la gran parte dei 45 giri originali avevano venduto poche copie negli anni '60 e di conseguenza sono assai rari, pertanto fra i meriti di ''Rubble'' c'e' anche quello di averli resi disponibili a tutte le tasche. Una bella panoramica sul rigoglioso sottobosco della psichedelia e della post psichedelia della seconda meta' degli anni '60, che si distingue anche per il design delle copertine, che rivisita lo stile grafico psichedelico di quel decennio dalla prospettiva degli anni '80. Questi i brani inclusi, fra i quali i leggendari singoli psichedelici dei Pretty Things ''Defecting grey'' e ''Walking through my dreams'': The Mode, ''Eastern music'' (1967, inedito); Wimple Winch, ''Marmalade hair'' (1967, inedito); The Parking Lot, ''World spinning sadly'' (1969); The Pretty Things, ''Defecting grey'' (1967); Keith West, ''Kid was a kller'' (1968); Shotgun Express, ''Indian things'' (1967); The Executive, ''Tracy took a trip'' (1968); Wimple Winch, ''Lollipop minds'' (1967, inedito); The Talismen, ''You break my heart'' (1965); The Pretty Things, ''Walking through my dreams'' (1968); Bo Street Runners, ''Love'' (1966, sul lato B dell'unico singolo di Mike Patto); Sons Of Fred, ''Sweet love'' (1965); Wimple Winch, ''Bluebell wood'' (1967, inedito); Idle Race, ''Knocking nails into my house'' (1968); Spencer Davis Group, ''After tea'' (1968); Gordon Waller, ''Rosecrans Blvd.'' (1968).
Euro
20,00
codice 222813
scheda
Aa.vv. rubble 2 Popsike pipedreams
Lp [edizione] ristampa  stereo  uk  1965  past & present 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Vinile 180 grammi, copertina lucida a busta, label viola a sinistra e color crema a destra con scritte nere, logo della Past & Present in bianco, grigio e viola. Ristampa ormai fuori catalogo, pressocche' identica alla prima rara tiratura del secondo volume della serie ''Rubble'', originariamente pubblicato negli anni '80 dalla Bam Caruso. Il secondo volume della serie ''Rubble''. La serie ''Rubble'' e' una ormai classica collana di compilation dedicate alla psichedelia, al freakbeat ed al pop venato di acido degli anni '60, principalmente britannici ma non solo, che furono curate da Phil Smee, cultore di quella fervida stagione musicale. Smee compilo' singoli di gruppi celebri come Pretty Things, Crazy World Of Arthur Brown e Tomorrow insieme a molti pezzi di oscure formazioni di culto, come Misunderstood, Dantalion's Chariot ed Open Mind, ed altre ancora meno note che in certi casi avevano pubblicato un solo singolo prima di dissolversi; la gran parte dei 45 giri originali avevano venduto poche copie negli anni '60 e di conseguenza sono assai rari, pertanto fra i meriti di ''Rubble'' c'e' anche quello di averli resi disponibili a tutte le tasche. Una bella panoramica sul rigoglioso sottobosco della psichedelia e della post psichedelia della seconda meta' degli anni '60, che si distingue anche per il design delle copertine, che rivisita lo stile grafico psichedelico di quel decennio dalla prospettiva degli anni '80. Questi i brani inclusi, fra i quali i leggendari singoli psichedelici dei Pretty Things ''Defecting grey'' e ''Walking through my dreams'': The Mode, ''Eastern music'' (1967, inedito); Wimple Winch, ''Marmalade hair'' (1967, inedito); The Parking Lot, ''World spinning sadly'' (1969); The Pretty Things, ''Defecting grey'' (1967); Keith West, ''Kid was a kller'' (1968); Shotgun Express, ''Indian things'' (1967); The Executive, ''Tracy took a trip'' (1968); Wimple Winch, ''Lollipop minds'' (1967, inedito); The Talismen, ''You break my heart'' (1965); The Pretty Things, ''Walking through my dreams'' (1968); Bo Street Runners, ''Love'' (1966, sul lato B dell'unico singolo di Mike Patto); Sons Of Fred, ''Sweet love'' (1965); Wimple Winch, ''Bluebell wood'' (1967, inedito); Idle Race, ''Knocking nails into my house'' (1968); Spencer Davis Group, ''After tea'' (1968); Gordon Waller, ''Rosecrans Blvd.'' (1968).
Euro
18,00
codice 222045
scheda
Aa.vv. rubble 3 Nightmares in wonderland (lim. ed.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1967  past & present 
rock 60-70
Ristampa in vinile pesante 180 grammi, in edizione limitata di 1000 copie numerate sul retro, con copertina apribile (la prima versione aveva copertina a busta singola) contenente immagini e note. Terzo volume della magnifica serie "Rubble", che negli anni ha raccolto tutti i piu' rari 45 psichedelici inglesi, tutti mai pubblicati prima su album, usciti dal 1966 al 1969. Ecco la lista dei brani di questo volume: The Brain/Nightmares In Red, Focus Three/10,000 Years Behind My Mind, The Pretty Things/Talkin About The Good Times, Bamboo Shoot/The Fox Has Gone To Ground, Wild Silk/Visions In A Plaster Sky, Mark Wirtz/Hes Our Dear Old Weatherman, The Lemon Tree/William Chalkers Time Machine, The Koobas/Barricades, Aquarian Age/10,000 Words In A Cardboard Box, The Pretty Things/Mr Evasion, The Executive/Gardena Dreamer, The Chances/ Are Fragile Child, Ipsissimus/Hold On, Edwick Rumbold/Shades Of Grey, The Penny Peeps/Model Village, Tomorrow/Revolution.
Euro
22,00
codice 3008323
scheda
Aa.vv. rubble 7 Pictures in the sky
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1963  bam caruso 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
l' originale rara stampa inglese, copertina semilucida, inner sleeve con foto e note, catalogo KIRI083, label viola a sinistra e color crema a destra con scritte nere, del settimo volume della serie ''Rubble'', originariamente pubblicato negli anni '80 dalla Bam Caruso. La serie ''Rubble'' e' una ormai classica collana di compilation dedicate alla psichedelia, al freakbeat ed al pop venato di acido degli anni '60, principalmente britannici ma non solo, che furono curate da Phil Smee, cultore di quella fervida stagione musicale. Smee compilo' singoli di gruppi celebri come Pretty Things, Crazy World Of Arthur Brown e Tomorrow insieme a molti pezzi di oscure formazioni di culto, come Misunderstood, Dantalion's Chariot ed Open Mind, ed altre ancora meno note che in certi casi avevano pubblicato un solo singolo prima di dissolversi; la gran parte dei 45 giri originali avevano venduto poche copie negli anni '60 e di conseguenza sono assai rari, pertanto fra i meriti di ''Rubble'' c'e' anche quello di averli resi disponibili a tutte le tasche. Una bella panoramica sul rigoglioso sottobosco della psichedelia e della post psichedelia della seconda meta' degli anni '60, che si distingue anche per il design delle copertine, che rivisita lo stile grafico psichedelico di quel decennio dalla prospettiva degli anni '80. Questa la scaletta dei brani, che comprende pezzi di Ivy League e Velvett Fogg: The Orange Seaweed, ''Pictures in the sky'' (1968); The Glass Menagerie, ''You didn't have to be so nice'' (1968); Orange Machine, ''Real life permanent dream'' (1968); Carnaby, ''Jump and dance'' (1965); New Formula, ''Harekrishna'' (1969); The Onyx, ''So sad inside'' (1969); The Flying Machine, ''The flying machine'' (1970); The Primitives, ''You said'' (1965); The Onyx, ''You gotta be with me'' (1968); The Ivy League, ''My world fell down'' (1966); The Epics, ''Blue turns to grey'' (1966); Factotums, ''Cloudy'' (1967); Koobas, ''Better make up your mind'' (1966); Erky Grant & The Earwigs, ''I'm a hog for you'' (1963); The Primitives, ''Help me'' (1964); Velvett Fogg, ''Within the night'' (1969, dal loro unico album eponimo).
Euro
30,00
codice 229608
scheda
Aa.vv.(gang, eh?) Punto zero n.16/17
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1994  toast 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
N.16/17 della serie Punto Zero, edito dalla Toast nella primavera 94, audiorivista concepita da Giulio Tedeschi e diretta da Silvano Bini, copertitina senza barcode, in cartoncino leggero e ripiegata in tre attorno al disco, con notizie, articoli, recensioni di dischi e concerti, etichetta nera con scritte argento. Lp compilation di musica underground italiana, che raccoglie e documenta gli impulsi e i suoni della scena italiana dei prima anni novanta, come sempre con brani in gran parte assolutamente inediti altrove. Ecco l'elenco dei brani e relativi gruppi contemplati: "Censurami" dei Fratelli gemelli - "Musica" di Rap master flash - "Fotti la testa pelata" di J & J (interessante esperimento noise punk metal rap) - "Dietro i miei occhi" dei Pussy rat (punk melodico)- la memorabile "Against the dollar power" dei The gang (tratto dal raro singolo omonimo del 1986) - una versione di "Let it be" con testo in siciliano dei Multihouse filter oblique - "D'un tratto" dei Gram (metal punk) - "Ballando, ballando" degli Eh? (davvero notevolissima traccia, assai originale, nevroticamente metropolitana, poi ripresa nel loro Cd "Falso falso, malvagio malvagio" qualche anno dopo) - l' evocativa "Les tisseus lunaires", dei modenesi Ataraxia. Una vera e propria fanzine sonora, punto di riferimento della 'resistenza' indipendente torinese ed italiana e maggior archivio della musica underground italiana a cavallo fra gli anni 80 e i 90, nasce nel 1990 e termina nel 1996 dopo 25 numeri e piu' di 200 gruppi presentati.
Euro
20,00
codice 600648
scheda
Badfinger / AA.VV. magic christian soundtrack
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1970  pye 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima molto rara stampa inglese, copertina laminata fronte e retro, etichetta azzurra con logo nero orizzontale in alto. Pubblicato in Inghilterra nel maggio 1970. La colonna sonora del film inglese "The Magic Christian", con Peter Sellers ed il Beatle Ringo Starr, diretto da Joseph McGrath. Lavoro ''sperimentale'' anche la colonna sonora , composta da Ken Thorne (lo steso di "Help!"), un caleidoscopio di musica incidentale alternata a brani che sono divenuti parte della storia stessa del pop inglese ed a pieces di Sellers tra cui la cover di Noel Coward "Mad About The Boy"; tra gli episodi piu' celebri inclusi "Something In The Air", di Thunderclap Newman, e tre dei Badfinger inclusa una "Come And Get It" scritta da Paul Mc Cartney, ma anche la splendida "Carry On To Tomorrow". Contiene i seguenti brani: Introduction / Come And Get It (BADFINGER) / Hamlet Scene / Hunting Scene / Carry On To Tomorrow (BADFINGER) / Lilli Marlene / Flip Your Wig / Magic Christian Waltz / Come And Get It / Rock Of All Ages (BADFINGER) / Newsreel March Music / Mad About The Boy / & Something In The Air (THUNDERCLAP NEWMAN).
Euro
75,00
codice 45423
scheda
Byrne david (talking heads) + aa.vv. Sounds from true stories
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1986  emi 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa italiana, copertina con barcode, label giallo crema con scritte rosse lungo il bordo e nere al centro, logo EMI rosso e giallo crema in basso, catalogo 64 2406681, data sul trail off 4/11/86. Pubblicato nel 1986 dalla Sire, non entrato nelle classifiche ne' americane ne' inglesi, uscito prima di ''Music for the knee plays'' (1985) e prima di ''Rei momo'' (1989), questo disco solista di Byrne usci' pressoche' contemporaneamente all'omonimo album dei Talking Heads; questo album non e', come quello, ispirato al film "True Stories" di Byrne stesso, ma ne contiene la colonna sonora. Ritenuto dalla critica superiore al disco delle "teste parlanti", ha in effetti molte frecce al suo arco: il texano Terry Allen e' sempre in formissima ("Cocktail Desperado"); la "Road Song" composta dalla grande Meredith Monk ed arrangiata da Byrne e' incantevole; "Brownie's Theme" sembra rubata al repertorio dei Lounge Lizards; il Kronos Quartet commuove con la meravigliosa "Dinner Music". E piacciono anche gli altri contributi, piu' legati alle immagini del film, con o senza Byrne (particolarmente la malinconica "I love metal Buildings"). Fondatore del gruppo icona della new wave Talking Heads, David Byrne nella sua lunga carriera si e' dedicato all'esplorazione ed alla sperimentazione in molteplici settori: musica, cinema, arte visiva, fotografia. Surreale presenza scenica, pilastro fondamentale nella sintesi tra elettronica e proto-world music, Byrne ha da sempre dimostrato la sua grande versatilita' artistica componendo anche musiche per balletti e allestimenti teatrali ampliando cosi' ulteriormente il suo raggio d'azione; ''Sounds From True Stories'' e' testimone di questa sua naturale capacita' artistica che lo impone tra i piu' importanti protagonisti della musica, capace ancora oggi di imporsi ai favori della critica e del pubblico.
Euro
18,00
codice 239740
scheda
Byrne david (talking heads) + aa.vv. Sounds from true stories
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1986  sire 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
Prima stampa americana, copertina (con lievi segni di invecchiamento) con barcode e cut promozionale in alto a destra, label custom nera e rossa, catalogo 25515. Pubblicato nel 1986 dalla Sire, non entrato nelle classifiche ne' americane ne' inglesi, uscito prima di ''Music for the knee plays'' (1985) e prima di ''Rei momo'' (1989), questo disco solista di Byrne usci' pressoche' contemporaneamente all'omonimo album dei Talking Heads; questo album non e', come quello, ispirato al film "True Stories" di Byrne stesso, ma ne contiene la colonna sonora. Ritenuto dalla critica superiore al disco delle "teste parlanti", ha in effetti molte frecce al suo arco: il texano Terry Allen e' sempre in formissima ("Cocktail Desperado"); la "Road Song" composta dalla grande Meredith Monk ed arrangiata da Byrne e' incantevole; "Brownie's Theme" sembra rubata al repertorio dei Lounge Lizards; il Kronos Quartet commuove con la meravigliosa "Dinner Music". E piacciono anche gli altri contributi, piu' legati alle immagini del film, con o senza Byrne (particolarmente la malinconica "I love metal Buildings"). Fondatore del gruppo icona della new wave Talking Heads, David Byrne nella sua lunga carriera si e' dedicato all'esplorazione ed alla sperimentazione in molteplici settori: musica, cinema, arte visiva, fotografia. Surreale presenza scenica, pilastro fondamentale nella sintesi tra elettronica e proto-world music, Byrne ha da sempre dimostrato la sua grande versatilita' artistica componendo anche musiche per balletti e allestimenti teatrali ampliando cosi' ulteriormente il suo raggio d'azione; ''Sounds From True Stories'' e' testimone di questa sua naturale capacita' artistica che lo impone tra i piu' importanti protagonisti della musica, capace ancora oggi di imporsi ai favori della critica e del pubblico.
Euro
14,00
codice 239250
scheda
Byrne david (talking heads) + aa.vv. Sounds from true stories
lp [edizione] originale  stereo  usa  1986  sire 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent punk new wave
Etichetta nera con riquadro rosso centrale con scsritte in lettere nere, piccolo logo Sire records in color rosso, catalogo 25515, copertina con codice a barre. Copertina ancora incellophanta con cut export in alto a sinistra. L'originale stampa americana del disco uscito pressocche' contemporaneamente all' omonimo album dei Talking Heads; questo album non e', come quello, ispirato al film "True Stories" di Byrne stesso, ma ne contiene la colonna sonora. Ritenuto dalla critica superiore al disco delle "teste parlanti", ha in effetti molte frecce al suo arco: il texano Terry Allen e' sempre in formissima ("Cocktail Desperado"); la "Road Song" composta dalla grande Meredith Monk ed arrangiata da Byrne e' incantevole; "Brownie's Theme" sembra rubata al repertorio dei Lounge Lizards; il Kronos Quartet commuove con la meravigliosa "Dinner Music". E piacciono anche gli altri contributi, piu' legati alle immagini del film, con o senza Byrne (particolarmente la malinconica "I love metal Buildings"). Fondatore del gruppo icona della new wave "Talking Heads", David Byrne nella sua lunga carriera si e' dedicato all'esplorazione ed alla sperimentazione in molteplici settori: musica, cinema, arte visiva, fotografia. Surreale presenza scenica, pilastro fondamentale nella sintesi tra elettronica e proto-world music, Byrne, ha da sempre dimostrato la sua grande versatilita' artistica componendo anche musiche per balletti e allestimenti teatrali ampliando cosi' ulteriormente il suo raggio d'azione; Sounds From True Stories e' testimone di questa sua naturale capacita' artistica che lo impone tra i piu' importanti protagonisti della musica, capace ancora oggi di imporsi ai favori della critica e del pubblico.
Euro
20,00
codice 502262
scheda
Byrne david (talking heads) + aa.vv. true stories: the complete soundtrack
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1986  nonesuch 
punk new wave
doppio album pubblicato nel novembre 2018, copertina cartonta apribile, completamente rinnovata nella sua veste grafica. Non si tratta semplicemente della ristampa del "Sounds From True Stories" pubblicato originariamente dalla Emi nel 1986, ma di una versione ampliata dello stesso, con molte musiche utilizzate per il film che pero' li' non avevano trovato posto, e finalmente parte della testimonianza discografica della colonna sonora in questione, che adesso consta di 23 brani invece dei 14 della sua veste originaria. Ecco le note all' album cosi' come usci' nel 1986: Pubblicato nel 1986 dalla Sire, non entrato nelle classifiche ne' americane ne' inglesi, uscito prima di ''Music for the knee plays'' (1985) e prima di ''Rei momo'' (1989), questo disco solista di Byrne usci' pressoche' contemporaneamente all'omonimo album dei Talking Heads; questo album non e', come quello, ispirato al film "True Stories" di Byrne stesso, ma ne contiene la colonna sonora. Ritenuto dalla critica superiore al disco delle "teste parlanti", ha in effetti molte frecce al suo arco: il texano Terry Allen e' sempre in formissima ("Cocktail Desperado"); la "Road Song" composta dalla grande Meredith Monk ed arrangiata da Byrne e' incantevole; "Brownie's Theme" sembra rubata al repertorio dei Lounge Lizards; il Kronos Quartet commuove con la meravigliosa "Dinner Music". E piacciono anche gli altri contributi, piu' legati alle immagini del film, con o senza Byrne (particolarmente la malinconica "I love metal Buildings"). Fondatore del gruppo icona della new wave Talking Heads, David Byrne nella sua lunga carriera si e' dedicato all'esplorazione ed alla sperimentazione in molteplici settori: musica, cinema, arte visiva, fotografia. Surreale presenza scenica, pilastro fondamentale nella sintesi tra elettronica e proto-world music, Byrne ha da sempre dimostrato la sua grande versatilita' artistica componendo anche musiche per balletti e allestimenti teatrali ampliando cosi' ulteriormente il suo raggio d'azione; ''Sounds From True Stories'' e' testimone di questa sua naturale capacita' artistica che lo impone tra i piu' importanti protagonisti della musica, capace ancora oggi di imporsi ai favori della critica e del pubblico.
Euro
29,00
codice 3021435
scheda
Elias Jonathan/Aa. vv. Requiem For the Americas Songs ..
lp [edizione] originale  stereo  ita  1989  enigma 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Titolo completo ''Requiem For the Americas Songs from the lost world by Jonathan Elias'' Prima stampa Italiana, copertina in cartoncino liscio fronte retro ed all'interno apribile, etichetta bianca con logo grigio nero. Pubblicato in Usa nel 1989. Collaboratore dell'album degli Yes '' Union'' Jonathan Elias e' uno dei piu' sotovalutati autori di colonne sonore moderni, carriera che lasca a meta' degli anni '90 per dedicarsi alla pubblicita'. questo album , scfritto e prodotto da Jonathan Elias, vede i seguenti brani, eseguiti da un cast di celeberrimi musicisti-Within The Lost World- Jon Anderson (, I've Not Forgotten You- Toni Childs, Du He Kah (The Healer)- Patti Scialfa and Jonathan Elias, Invisible Man- John Waite , Talk With Grandfather- Ernie Longwalker, Dakota, Follow In My Footsteps- Simon Le Bon, The Journey- Jonathan Elias , The Chant Movement- Jonathan Elias , Born In The Dreamtime- Jonathan Elias, Far Far Cry , Part One- Jon Anderson , Part Two- Michael Bolton , Father And Son- Charlie Sheen and Martin Sheen.
Euro
20,00
codice 44554
scheda
Fleetwood mac + aa. vv. Blues jam at chess
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  blue hrizon 
rock 60-70
Vinile doppio da 180 grammi, copertina apribile senza codice a barre. Ristampa dai master originali pressoche' identica alla prima rara tiratura del 1969 uscita in Inghilterra su Blue Horizon. Questo impressionante album documenta le sessioni tenutesi nel gennaio del 1969 presso gli studi della Chess a Chicago, nelle quali gli alfieri del british blues si confrontano con alcuni pezzi da 90 del blues americano, attraverso ventidue brani dalle ruvide tinte del blues elettrico di Chicago. Alle sessioni parteciparono, oltre ai Fleetwood Mac (Peter Green compreso), Willie Dixon, Otis Spann, S.P. Leary, Shakey Horton, Buddy Guy ed altri musicisti americani. Un notevole documento di collegamento fra il blues inglese e quello dei maestri americani. Questa la scaletta dei brani: ''Watch out'', ''South Indiana - take 1'', ''South Indiana - take 2'', ''Last night'', ''Red hot jam'', ''I'm worried'', ''I held my baby last night'', ''Madison blues'', ''I can't hold out'', ''I need your love'', ''I got the blues'', ''World's in a tangle'', ''Talk with you'', ''Like it this way'', ''Someday soon baby'', ''Hungry country girl'', ''Black jack blues'', ''Everyday I have the blues'', ''Rockin' boogie'', ''Sugar mama'', ''Homework''.
Euro
49,00
codice 2094703
scheda
Fleetwood mac + aa. vv. Blues jam in chicago (blues jam at chess)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  music on vinyl 
rock 60-70
doppio album in vinile 180 grammi per audiofili, copertina lucida apribile. Ristampa del 2014 con titolo e copertina ripresi dalla riedizione realizzata dalla Epic in Europa nel 1982 con titolo "Blues Jam In Chicago", dello storico album uscito nel 1969 su Blue Horizon in Inghilterra con titolo "Blues Jam At Chess" ed edito in Usa nel 1970 dalla stessa Blue Horizon con titolo "Fleetwood Mac in Chicago" e copertina diversa (ad aumentare la confusione, i due dischi uscirono in USA anche separatamente come "Blues Jam in Chicago Vol.1" e "Blues Jam in Chicago Vol.2"). Questo impressionante album documenta le sessioni tenutesi nel gennaio del 1969 presso gli studi della Chess a Chicago, nelle quali gli alfieri del british blues si confrontano con alcuni pezzi da 90 del blues americano, attraverso ventidue brani dalle ruvide tinte del blues elettrico di Chicago. Alle sessioni parteciparono, oltre ai Fleetwood Mac (Peter Green compreso), Willie Dixon, Otis Spann, S.P. Leary, Shakey Horton, Buddy Guy ed altri musicisti americani. Un notevole documento di collegamento fra il blues inglese e quello dei maestri americani. Questa la scaletta dei brani: ''Watch out'', ''South Indiana - take 1'', ''South Indiana - take 2'', ''Last night'', ''Red hot jam'', ''I'm worried'', ''I held my baby last night'', ''Madison blues'', ''I can't hold out'', ''I need your love'', ''I got the blues'', ''World's in a tangle'', ''Talk with you'', ''Like it this way'', ''Someday soon baby'', ''Hungry country girl'', ''Black jack blues'', ''Everyday I have the blues'', ''Rockin' boogie'', ''Sugar mama'', ''Homework''.
Euro
33,00
codice 2109914
scheda
Fleetwood mac + aa. vv. fleetwood mac in chicago (Blues jam at chess)
lp2 [edizione] terza stampa  stereo  usa  1969  sire 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
doppio album, terza stampa americana del 1976, copertina (con lievi segni di invecchiamento) apribile, in parte cambiata rispetto alla prima tiratura americana su Blue Horizon (a sua volta diversa rispetto a quella inglese, uscita peraltro con titolo "Blues Jam At Chess" e con facciate distribuite diversamente sui due dischi), etichetta gialla con logo in alto blu o porpora e "...ABC..." in basso, catalogo SASH-3715-2. Lo storico album uscito nel 1969 su Blue Horizon in Inghilterra con titolo "Blues Jam At Chess" ed edito in Usa nel 1970 dalla stessa Blue Horizon con titolo "Fleetwood Mac in Chicago" e copertina diversa (ad aumentare la confusione, i due dischi uscirono in USA anche separatamente come "Blues Jam in Chicago Vol.1" e "Blues Jam in Chicago Vol.2"). Questo impressionante album documenta le sessioni tenutesi nel gennaio del 1969 presso gli studi della Chess a Chicago, nelle quali gli alfieri del british blues si confrontano con alcuni pezzi da 90 del blues americano, attraverso ventidue brani dalle ruvide tinte del blues elettrico di Chicago. Alle sessioni parteciparono, oltre ai Fleetwood Mac (Peter Green compreso), Willie Dixon, Otis Spann, S.P. Leary, Shakey Horton, Buddy Guy ed altri musicisti americani. Un notevole documento di collegamento fra il blues inglese e quello dei maestri americani. Questa la scaletta dei brani: ''Watch out'', ''South Indiana - take 1'', ''South Indiana - take 2'', ''Last night'', ''Red hot jam'', ''I'm worried'', ''I held my baby last night'', ''Madison blues'', ''I can't hold out'', ''I need your love'', ''I got the blues'', ''World's in a tangle'', ''Talk with you'', ''Like it this way'', ''Someday soon baby'', ''Hungry country girl'', ''Black jack blues'', ''Everyday I have the blues'', ''Rockin' boogie'', ''Sugar mama'', ''Homework''.
Euro
30,00
codice 252701
scheda
Pink floyd + aa.vv. Zabriskie point (+bonus)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  usa  1970  watertower 
rock 60-70
Edizione in doppio vinile , copertina apribile, con un disco di bonus tracks: Jerry Garcia - Love scene improvisations, version 1, 2 e 3; Pink Floyd - country song, unknown song, love scene version 6. Pubblicato in Inghilterra nel maggio del 1970 (in Italia nel marzo dello stesso anno) dopo ''Ummagumma'' e prima di ''Atom heart mother'' dei Pink Floyd, non entrato nelle classifiche inglesi ne' in quelle Usa, si tratta della memorabile colonna sonora del fondamentale film manifesto girato da Michelangelo Antonioni, straordinaria istantanea di un' epoca che si stava chiudendo preannunciandone amaramente un' altra. Contiene brani in molti casi registrati proprio per questa colonna sonora e quindi inediti di Pink Floyd ("Heart Beat Pig Meat", "Crumbling Land" e "Come In Number 51 Your Time Is Up"), Kaleidoscope, Jerry Garcia, ecc... Ecco la lista dei brani contenuti: Pink floyd "Heart Beat Pig Meat", "Crumbling Land" e "Come In Number 51 Your Time Is Up"; Kaleidoiscope "Brother Mary" e "Mickey's Tune", John Fahey "Dance of Death", Grateful Dead "Dark Star", "Love Scene", Patti Page "Tennesseee Waltz", Youngbloods "Sugar Babe", Roscoe Holcomb "I wish i was a single girl again".
Euro
49,00
codice 2109350
scheda

Page: 38 of 38


Pag.: oggetti:
Indice autori contenenti "Aa. vv. ( cantautori )":
Aa. vv. - 

altri autori contnenti le parole cercate: