Hai cercato:  Aa.vv. (droogs weasels furys --- Titoli trovati: : 0
cercando tra gli autori separatamente le parole:  Aa.vv. (droogs weasels furys --- Titoli trovati:  886
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Aa.vv. (usa 60's garage) you're so sqaure
Lp [edizione] nuovo  mono  eu  1966  lance 
rock 60-70
Sottotitolata "14 Mid Sixties US Garage Band Jewels". Ristampa pressocche' identica alla prima tiratura, copertina senza barcode (dove la label e' riportata come "Lanze"), etichetta in bianco e nero, inserto giallo con note in nero. Uscita nel 2002, questa raccolta contiene 14 brani tratti da rarissimi singoli di garage punk americano tutti tra il '66 ed il '68, in gran parte qui compilati per la prima volta. Ecco la lista completa dei brani: Side 1: 1 Dean Kohler - Gooseberry Pie (Virginia, '68), 2 The Rogues - Opportunity (Tennessee, 66) 3 The Tracers - Watch Me (North Dakota) 4 The Jades - Come Back (Indiana, '66), 5 The Ovaitt Brothers - How Can I (Missourie) 6 Korners Of Time - Cara Lin (Minnesota, 66) 7 Tony Church & The Crusade - Can You Picture Yourself (Ohio, '68). Side 2: 1 Mumbles Scott & The Esquires - Searchin' (Iowa, '66) 2 The Trespassers - Come With Me (East Coast '67) 3 The Pickwick Papers - You're So Square (Michigan '66) 4 The Changing Tymes - Try A Whole Lot Harder (Pennsylvania, '67) 5 The Continentals - Take Me (Texas, 66), 6 The End - Bad Night (Massachussetts, '66) 7 Al's Dynamics - Breakdown (Pennsylvania, '66)
Euro
16,00
codice 2019665
scheda
Aa.vv. (Usa For Africa) We Are The World
lp [edizione] originale  stereo  hol  1985  cbs 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa europea, pressata in Olanda, copertina apribile senza barcode, etichetta gialla/arancio a sfumare, catalogo CBS26454, copia completa di inner sleeve. Si tratta del celeberrimo album benefit per l' Africa pubblicato in Usa nel 1985; contiene nove brani del tutto inediti, ecco la lista: USA for Africa - We Are the World (scritta da Michael Jackson e Lionel Richie) / Steve Perry - If Only for the Moment, Girl / The Pointer Sisters - Just A Little Closer / Bruce Springsteen & The E Street Band Trapped (Versione dal vivo) (brano di Jimmy Cliff) / Northern Lights - Tears Are Not Enough / Prince & The Revolution - 4 the Tears in Your Eyes / Chicago - Good for Nothing / Tina Turner - Total Control / Kenny Rogers - A Little More Love / Huey Lewis and the News - Trouble in Paradise (versione dal vivo). Da Wikipedia: USA for Africa (United Support of Artists for Africa) era il nome sotto il quale un supergruppo di 45 artisti, per la maggior parte statunitensi, guidato da Harry Belafonte, Kenny Rogers, Michael Jackson e Lionel Richie, registrò il singolo We Are the World e poi l'album omonimo nel 1985. La canzone fu numero uno delle classifiche sia negli Stati Uniti che in Regno Unito in aprile. Dopo poco più di un mese uscì l'intero disco. I considerevoli profitti ricavati dalle vendite andarono all'associazione USA for Africa Foundation, che li donò per contribuire a risolvere dei gravi problemi in Africa, fra i quali una carestia che stava colpendo la popolazione etiope. Critiche, comunque, vennero mosse, poiché si sosteneva che i ricavati andassero direttamente ai governi, spesso retti da militari, piuttosto che alla popolazione. Oltre al brano del titolo, l'album include altre nove canzoni inedite donate da vari artisti, tra cui Prince, Bruce Springsteen & The E Street Band e Tina Turner. Prince & The Revolution composero ed interpretarono appositamente per l'album il brano 4 the Tears in Your Eyes, che fu successivamente pubblicato anche in una versione dal vivo nella raccolta del cantante The Hits/The B-Sides. Il brano Tears Are Not Enough è di un altro supergruppo, il canadese Northern Lights. L'album vendette oltre 3 milioni di copie, raggiungendo la posizione numero 1 della classifica generale di Billboard il 27 aprile 1985, quattro giorni dopo l'uscita, risultato in precedenza ottenuto solo dai Beatles e dai Rolling Stones, rimanendoci fino al 17 maggio 1985.
Euro
18,00
codice 245485
scheda
Aa.vv. (Usa hardcore 90's) words to live by words to die for
7" [edizione] originale  stereo  usa  1994  new age 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
stampa originale Usa, copertina con foto di un campanile, etichetta verde con scritte bianche, inserto pieghevole in bianco e nero con foto e testi, con scritta "we believe in something more than you might" sul trail-off del lato A, mentre su quello del lato B c'e' la scritta "you can't be forgotten", di questo singolo della New Age Records che consiste in una compilation (come scritto in copertina) di pezzi, registrati dal '90 al '94, dei seguenti gruppi hardcore americani: Mouthpiece, Drift Again, Turning Point, Outspoken, Counter Punch e Undertow.
Euro
8,00
codice 301981
scheda
Aa.vv. (usa power pop) titan! It's all pop! (4lpbox)
LPBOX [edizione] nuovo  stereo  usa  1978  numero group 
punk new wave
box in cartone rigido, con barcode nella costola inferiore, con adesivo di presentazione sul cellophane, contenente quattro albums (con dieci tracce in piu' rispetto alla versione in cd), ciascuno fornito della rispettiva copertina (sempre senza barcode), e di un ricco booklet formato lp, di 24 pagine, con foto e note. Uscito nel 2011, questo box con 49 brani tratti da rari singoli ed eps, o inediti, rende omaggio alla produzione della piccola etichetta Titan di Kansas City, Missouri, attivissima tra il 1978 ed il 1981 nella promozione delle giovani bands "power pop" locali, splendidamente inserite nel contesto della ricchissima scena power pop americana dell' epoca, ma pure dotate di un peculiare approccio, molto zuccherino, che risentiva felicemente dell' influenza della "bubblegum music" e del glam rock, che avevano radici molto forti nell' ambito della scena locale. Un album intero per i Boys, una facciata a testa per i Secrets, gli Arlis!, Gary Charlson ed i Gems, e brani di Millionaire At Midnight, J.P. McClain & the Intruders, Bobby Sky e Scott McCarl.
Euro
52,00
codice 3007117
scheda
Aa.vv. (usa psych) angel dust psychedelia
lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1968  frisco speedball 
rock 60-70
Edizione limitata di 500 copie, sottotitolo (sufficientemente esplicativo) "1968-1972, Guitar Psych & Wasted Hardrock From The Altamont Generation, No Hippies. No Flower-power. No Peace." Copertina senza barcode, inserto con note e foto, etichetta "custom". Pubblicata nel marzo del 2014, questa bella raccolta compila quattordici brani scovati nelle pieghe dell' underground americano del periodo 1968-1972, provenienti da rarissimi 45 giri od acetati finora inediti, tra episodi di psichedelia chitarristica che pero', come da programmatico sottotiolo, e' lontanissima dall' approccio flower power, sognante e varipinto di gran parte della prima scena psichedelica, ma si orienta su un versante decisamente piu' acido e cattivo, ed episodi che sfociano in un grezzo e viscerale hard rock chitarristico fieramente underground, ancora con influenze psichedeliche. Tra i brani, di livello medio molto alto, lo splendido acid-punk di "Time gone to waste" dei Local Traffic, un inedito dei Red House, formazione nata dalle ceneri degli Stereo Shoestring, un brano dei Matchbox di Houston tratto anch' esso da un acetato, la psichedelia acida di Dick St John e dei Ragweed Patch, il grezzo hard rock di Masque e Zoo. Ecco la lista completa dei brani: 1. MASALLA - Burning Feeling 2. MATCHBOX - Metaphysical Composition 3. OBO REED - Here By Me 4. DICK ST JOHN - Lady Of Burning Green Jade 5. LOCAL TRAFFIC - Time Gone To Waste 6. RED HOUSE - Mary-Ann 7. MASQUE - Wake Up In The Morning 8. ZOO - 4-44 9. RAGWEED PATCH - Burn The Midnight Oil 10. LIFE - This Time 11. FIRST STATE BANK - Mr Sun 12. MASQUE - Lady Of The Land 13. PUNCH - Death Head 14. FLINTLOCK - Hope Youre Feeling Better
Euro
25,00
codice 2114908
scheda
Aa.vv. (usa punk / hardcore) Rodney on the roq (1st label!)
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1980  posh boy 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
La prima rarissima stampa americana, copertina (con lievi segni di invecchiamento) senza barcode, LA ORIGINARIA ETICHETTA ROSA con scritte nere e logo Posh Boy rosso in alto, catalogo PBS106, presto ristampato con etichetta argento e comunemente venduto come originale in quella assai piu' comune versione. Pubblicata dalla Posh Boy nel novembre del 1980, la prima di tre splendide raccolte che hanno testimoniato come meglio non si sarebbe potuto la splendida scena californiana di Los Angeles nella fase di passaggio dal punk rock all' hardcore, con quattordici brani si straordinario livello tratti da rarissimi singoli od ep ed in alcuni casi assolutamente all' epoca inediti. Bellissima la copertina (...), curiosa la partecipazione al progetto di Brooke Shields che introduce il disco. Ecco la lista completa dei brani: Agent Orange - bloodstains (tra i massimi capolavori della scena in questione, la micidiale title track del loro primo 7" uscito proprio nel 1980) / Adolescents - amoeba (uno dei migliori brani dell' album capolavoro "Adolescents", che sarebbe pero' uscito solo alcuni mesi dopo) / Circle Jerks - wild in the streets (riuscitissima cover del brano di Garland Jeffreys, quasi due anni dopo riregistrata ed inclusa nel secondo album che ne prendera' il titolo) / UXA - tragedies (altro gioiello, dall' unico album "Illusions Of Grandeur" uscito nello stesso 1980) / Klan - pushin’ too hard (notevolissima cover punkizzata del classico dei Seeds, facciata A del loro unico singolo del 1980) / Black Flag - no values (dal primo storico 12" "Jealous Again", 1980) / Rik L Rik - the outback (straordinario brano all' epoca inedito di implosiva parossistica tensione, da parte dell' Iggy Pop della scena punk californiana, gia' con F-Word e Negative Trend) // Crowd - right time (tipico riuscitissimo "Beach punk", con una forte componente melodica, dal loro primo album "A World Apart" del 1980)/ David Micro­wave - i don’t want to hold you (gioiellino di 60's pop in chiave synth punk-wave da parte del componente dei Los Microwaves) / The Nuns - wild (uno degli episodi migliori del primo album "Nuns" della leggendaria punk band) / Fender Buddies - furry friend (progetto estemporaneo di interessante synth punk) / Vidiots - laurie’s lament (preziosa traccia altrimenti inedita, tra le pochissime disseminate dalla storica ma misconosciuta band di punk rock con sfumature art-punk)/ Simpletones - tv love (piacevolissimo punk pop con influenze 60's, per questa storica band legata a Chiefs, Rik L Rik, Klan, Stepmothers...) / New York - surprise (diversivo che nulla a a che fare, almeno musicalmente, con il punk, si tratta di una tale Cristina alle prese con la nota "Is that all there is” di Peggy Lee.
Euro
28,00
codice 317111
scheda
Aa.vv. (usa punk and post punk punk 45 - kill the hippies!
lp2 [edizione] nuovo  stereo  uk  1977  soul jazz 
punk new wave
Titolo completo "Punk 45: Kill The Hippies! Kill Yourself! The American Nation Destroys Its Young - Underground Punk in the United States Of America Vol. 1"; doppio album, copertina apribile ricca di note, con le foto all' interno dei 45 giri originari, etichetta arancio con scritte nere e bianche. Uscita nel 2013, questa raccolta contiene 21 brani tratti da rarissimi singoli ed eps della scena proto punk, punk e post punk americana, in un viaggio straordinario nelle pieghe di realta' tanto seminali e leggendarie quanto purtroppo spesso misconosciute ai piu', con pochi nomi davvero noti come Pere Ubu, Tuxedomoon, Flamin' Groovies o Johnny Thunders & The Heartbreakers, ed altri di culto come Zeros, The Randoms, Electric Eels, Pagans, Deadbeats, Lewd... Il livello musicale ed artistico dei brani e' a dir poco straordinario, cosi' come il loro ruolo nell' ambito della scena underground americana di quegli anni decisivi. Questa la lista dei brani: 1. The Urinals - I'm A Bug (da Los Angeles, dal secondo 7"ep, 1979) 2. The Normals - Almost Ready (da Jefferson, Louisiana, dall' unico singolo del 1978/79) 3. The Hollywood Squares - Midnight Strangler da Los Angeles, dal loro unico singolo del 1978) 4. The Electric Eels - Agitated (da Cleveland, brano registrato nel 1975 ma uscito solo nel '78 su singolo) 5. Pere Ubu - The Modern Dance (da Cleveland, dal quarto singolo del 1977) 6. The Randoms - Let's Get Rid Of New York (Los Angeles, dall' unico singolo del 1977) 7. The Bizarros - Ice Age (da Akron, dallo split album con i Rubber City rebels del 1977) 8. The Zeros - Wild Weekend (dai dintorni di los Angeles, dal secondo singolo del 1978) 9. Tuxedomoon - Joeboy The Electronic Ghost (San Francisco, dal secondo singolo del 1978) 10. X Blank X - You're Full of Shit (Cleveland, legati agli Electric Eeels, dal primo singolo del 1979) 11. The Flamin' Groovies - Dog Meat (San Francisco, da un ep del 1973), 12. The Deadbeats - Kill The Hippies (Los Angeles, dall' unico singolo del 1978) 13. Theoretical Girls - U.S. Millie (New York City, dall' unico 7"ep del progetto di Glenn Branca) 14. The Skunks - Earthquake Shake (Austi, dal primo singolo del 1979) 15. Knots - Action (Brooklyn, dall' unico singolo del 1980) 16. Crash Course In Science -Cakes In The Home (Philadelphia, dal primo singolo del 1979) 17. The Pagans - Not Now No Way (Cleveland, dal terzo singolo del 1979) 18. Pastiche - Flash Of The Moment (Boston, dall' unico singolo del 1976) 19. The Lewd - Kill Yourself (da Seattle, ma presto stabilitisi a San Francisco, dal primo 7"ep del 1979) 20. Johnny Thunders & The Heartbreakers- Chinese Rocks (New York, dal primo singolo del 1977) 21. The Controllers - Neutron Bomb (originari del Michigan, poi a Los Angeles, dal primo singolo del 1978)
Euro
28,00
codice 2061600
scheda
lp2 [edizione] nuovo  stereo  uk  1977  soul jazz 
punk new wave
Titolo completo "Punk 45: There is no such thing as society - Get a job, Get a car, Get a Bed, Get Drunk - Vol. 2: Underground Punk And Post-Punk in the Uk 1977-81"; doppio album, copertina apribile ricca di note e foto, corredata di inserto con le foto dei 45 giri originari e le note relative, etichette in bianco e nero con foto di alcune bands riquadrate. Uscita nel 2013, questa raccolta contiene 24 brani tratti da rarissimi singoli ed eps della scena punk, e post punk inglese, un viaggio impagabile nel contesto straordinariamente vitale dell' underground inglese dell' epoca, con pochi nomi davvero noti come Johnny Moped, Mekons, Television Personalities, Swell Maps o Josef K, ed altri di culto come Users, Art Attacks, Killjoys, Cravats, Eric Random.. Il livello musicale ed artistico dei brani e' davvero notevole. Questa la lista dei brani: 1. The Users — Sick Of You (1977) 2. Art Attacks — Neutron Bomb (1978) 3. Johnny Moped — Incendiary Device (1977) 4. The Jermz — Powercut (1978) 5. Mekons — 32 Weeks (1978) 6. The Rings — I Wanna Be Free (1977) 7. The Now — Development Corporations (1977) 8. Killjoys (con Kevin Rowland poi nei Dewxys Midnight Runners) — Johnny Won't Get To Heaven (1977) 9. Disturbed — I Don't Believe (1979) 10. Television Personalities — Part Time Punks (1978) 11. Puncture — Mucky Pup (1977) 12. The Lines — White Night (1978) 13. The Scabs — Leave Me Alone (1979) 14. Cravats — You're Driving Me (1981) 15. Swell Maps — Real Shocks (1979) 16. The Nerves — TV Adverts (1978) 17. Eric Random — 23 Skidoo (1981) 18. O Levels — East Sheen (1977), 19. Josef K — Radio Drill Time (1980) 20. The Cigarettes — They're Back Again, Here They Come (1979) 21. The Shapes — Wot's For Lunch Mum (1979) 22. The Freeze — For J.P.S. (1979) 23. Roses Are Red — Can't Understand (1979) 24. Prefects — Going Through The Motions (1979).
Euro
28,00
codice 2061601
scheda
Aa.vv. (usa punk) punk 45 - chaos in the city of angels and devils
lp2 [edizione] nuovo  stereo  uk  1977  soul jazz 
punk new wave
Titolo completo "Punk 45 Chaos In The City Of Angels And Devils (Hollywood From X To Zero & Hardcore On The Beaches: Punk In Los Angeles 1977-81)"; doppio album, copertina apribile ricca di note, con le foto all' interno dei 45 giri originari. Uscito nel 2016, il sesto volume della imperdibile serie di raccole dedicate dalla Soul Jazz a rarissimi singoli ed eps della scena punk, proto punk e post punk; questo ennesimo capitolo, tra i piu' esaltanti, si concentra sulla produzione punk dell' area di Los Angeles, con 22 brani tratti perlopiu' da singoli ed eps originariamente pubblicati tra il 1977 ed il 1981, in un viaggio straordinario nelle pieghe di realta' tanto seminali e leggendarie quanto purtroppo spesso misconosciute ai piu', con pochi nomi davvero noti come X, Iggy & the Stooges, Germs, Circle Jerks, Adolescents e T.s.o.l., ed altri di culto piu' oscuri forse ma altrettanto leggendari come Middle Class, Flesh Eaters, Weirdos, Urinals, Agen Orange, Urinals, Zeros, Dils.... Il livello musicale ed artistico dei brani e' a dir poco straordinario, cosi' come il loro ruolo nell' ambito della scena underground americana di quegli anni decisivi. Questa la lista dei brani: A1 –The Middle Class "Out Of Vogue" (dal primo 7" ep "Out Of Vogue" del 1978, da molti considerato il primo disco di hardcore punk della storia); A2 –X "We're Desperate" (dal primo 7" del 1978); A3 –The Flesh Eaters "Disintegration Nation" (dal primo 7"ep "Disintegration Nation" del 1978); A4 –The Weirdos "A Life Of Crime" (dal primo 7"ep "Destroy all music" del 1977); A5 –The Urinals "I'm White And Middle Class" (dal secondo 7"ep "Another ep" del 1979), A6 –Iggy And The Stooges "I Got A Right" (registrata nel 1973 ma pubblicata su 7" solo nel 1977); B1 –The Germs "Forming" (dal primo storico 7" del 1977); B2 –Agent Orange "Bloodstains" (dal primo 7"ep del 1980); B3 –Black Randy & The Metrosquad "Trouble At The Cup" (dal primo 7" del 1977); B4 –The Urinals "Ack Ack Ack Ack" (dal secondo 7"ep "Another ep" del 1979); B5 –The Zeros "Don't Push Me Around" (dal primo 7" del 1977); C1 –The Randoms "ABCD" (dall' unico 7" del 1977); C2 –Circle Jerks "What's Your Problem" (dal primo album "Group Sex" del 1980); C3 –The Bags "Survive" (dall' unico singolo del 1978); C4 –Adolescents "Amoeba" (dal primo lp "Adolescents" del 1981); C5 –The Dils "Class War" (dal 7" " 198 Seconds Of The Dils" del 1977); D1 –The Deadbeats "Brainless" (dall' unico 7"ep "Kill The Hippies" del 1978); D2 –Simpletones "I Like Drugs" (dal primo singolo "California" del 1979); D3 –T.S.O.L. "World War III" (dal primo 12" "T.S.O.L." del 1981); D4 –Eyes "TAQN" (dall' unico 7"ep del 1979); D5 –The Hollywood Squares "Hollywood Square" (dall' unico 7" "Hillside Strangler!" del 1978); D6 –The Deadbeats "Final Ride" (dall' unico 7"ep "Kill The Hippies" del 1978).
Euro
31,00
codice 3017342
scheda
Aa.vv. (usa punk) punk 45 - vol. 5
lp2 [edizione] nuovo  stereo  uk  1975  soul jazz 
punk new wave
Titolo completo "Punk 45: Extermination Nights in the Sixth City - Cleveland, Ohio: Punk and the Decline of the Mid-West 1975-1982"; doppio album, copertina apribile ricca di note e foto, etichetta rossa con scritte gialle e bianche. Uscita nel gennaio del 2015, questa raccolta contiene 18 brani tratti da rarissimi singoli, eps ed albums originariamente pubblicati tra il 1975 ed il 1982, tutti provenienti dalla ricchissima scena proto punk, punk e primo post punk della citta' di Cleveland, Ohio, che ancor di piu' di quella di Akron, sempre in Ohio, e' stata nella seconda meta' degli anni '70 un incredibile calderone di idee e gruppi spesso originalissimi, ovviamente con i seminali Pere Ubu in testa, tra i pochi a riuscire ad uscire dall' underground a cui spesso per solito vennero relegati altri gruppi concittadini, pur assolutamente meritevoli di nota, i grandi Pagans, Electric Eels e Human Switchboard in testa, senzas dimenticare i Mirrors ed i fondamentalei Rocket From The Tombs, da cui avrebbero avuto origine proprio i Pere Ubu ed i Dead Boys. Questa la lista dei brani: 1. The Pagans - Street Where Nobody Lives (A-side del secondo singolo del 1978, ovvero il piu' grande singolo di una delle piu' grandi punk rock band di sempre); 2. Jazz Destroyers - Love Meant To Die (dalla raccolta "Cleveland Confidential" del 1982, unica testimonianza del progetto con un ex Electric Eeels ed un ex X_X); 3. Pere Ubu - Final Solution (a-side del secondo singolo, 1976); 4. The Broncs - Tele-K-Killing (dall' unico 7"ep, 1981); 5. electric eels - Splittery Splat (abrasivo e grezzissimo micidiale proto punk, apparsa per la prima volta nel 1997 nel triplo 10" accreditato a Mirrors / Electric Eels / Styrenes "Those Were Different Times: Unreleased Cleveland Recordings 1973-1976"); 6. The Pagans - Dead End America (a-side del quarto singolo, del 1979); 7. X-X - Approaching The Minimal With Spray Guns (dal secondo 7" del 1980 da parte di un' altra filiazione degli Electric Eels); 8. Defnics - 51% (grande punk rock, dall' unico 7" del 1981); 9. Pere Ubu - Heart Of Darkness (b-side del primo incredibile singolo "30 Seconds Over Tokyo", del 1975, singo)lo tra i piu' avveniristici di sempre); 10. The Human Switchboard - No! (fantastico punk psichedelico dal secondo singolo, 1978); 11. X-X - A (dal primo dei due singoli, 1979); 12. Pressler-Morgan One Plus One - You’re Gonna Watch Me (post punk sperimentale, dall' unico singolo del 1979); 13. The Pagans - I Juvenile (b-side del terzo singolo, 1979); 14. Poli Styrene Jass Band - Drano In Your Veins (dal primo singolo, del 1975, da parte di quelli che in sostanza erano gli Styrenes); 15. Mirrors - Hands in My Pockets (una delle preziose testimonianze postume dello storico gruppo autore all' epoca della sua esistenza solo di un singolo nel 1977, salvo successive ricostituzioni); 16. electric eels - Bunnies (registrata nel 1975, pubblicata per la prima volta in una singolo postumo nel 1981); 17. Styrene Money - Everything Near Me (altro progetto nato dagli Styrenes, dall' unico 7"ep del 1977); 18. Rocket From The Tombs - Life Stinks (registrazione del 1974/75 apparsa per la prima volta nella raccolta "Life Stinks" uscita nel 1990).
Euro
28,00
codice 2058383
scheda
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1986  black sweat 
rock 60-70
Vinile doppio, copertina apribile senza codice a barre, label custom in bianco e nero con artwork diverso su ciascuna facciata, catalogo BS056. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2019 ad opera della Black Sweat, la rara cassetta "Ethnoelectronics", originariamente pubblicata nel 1986 dalla Sound Reporters. L'opera è frutto dello sforzo collaborativo di alcuni brillanti studiosi e sperimentatori: fra questi, l'antropologo e studioso di musica elettronica Fred Gales, specialista di etnomusicologia africana e dell'Asia centrale, ma anche appassionato dalle possibilità sonore degli strumenti elettronici; Walter Maioli, fondatore degli interessantissimi progetti Aktuala (negli anni '70) e Futuro Antico (all'alba degli anni '80); il compositore Raffaele Serra, autore di moltissime opere a partire dai primi anni '80, e dal decennio precedente appassionato sperimentatore di elettronica analogica e manipolazione di nastri; e quindi Nirodh Fortini, John Zandjik ed Edward Luyken. "Ethnelectronics" può essere accostato all'estetica ed ai concetti di altre opere affini pubblicate sempre su nastro dalla Sound Reporters nello stesso 1986, come "Amazonia 6891", di Walter Maioli, Fred Gales e Pit Piccinelli, e "Het jakoba prieel" dello stesso Gales: un incontro fra musiche "primitive" di diverse culture del pianeta, per lo più non occidentali, e sperimentazione elettronica. Astratte e spaziali partiture di sintetizzatori dialogano con campionamenti di voci e strumenti etnici asiatici, africani ed afrocaraibici, e con registrazioni di suoni della natura come il gracidare delle rane, la pioggia, le onde del mare o i richiami degli insetti: tutto confluisce in una melodia organica ed a suo modo armoniosa, arcana e futuristica.
Euro
35,00
codice 2102134
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1950  honest jons 
world
Copertina liscia apribile, etichetta grigia con foto sul disco 1, grigia con scritte nere il lato a e grigia con logo etichetta il lato b. Interessante compilation di calypso a cura dell'etichetta londinese Honest jon's records che raccoglie una serie di brani dall'africa occidentale, Sierra Leone, Ghana e Nigeria, degli anni cinquanta; i brani sono tutti caratterizzati da una forte influenza della musica calypso, che, pare sia nata all'inizio del novecento nell'isola caraibica di Trinidad, dai discendenti degli schiavi africani che cantavano e protestavano contro i ricchi bianchi. Ecco l'elenco dei brani e relativi gruppi: "Poor freetown boy", Famous scrubbs - "Taxi driver (I don't care)", Bobby Benson and his combo - "Ariwo", Chris Ajilo and his cubanos - "Olubunmi", Roy Chigago - "Bere bote", Mayor's dance band - " Nylon dress", Sreven Amechi and his empire rhythm skies - "Fire fire fire", Ebenezer Calender and his maringer band - "Scrubbs na marvellous boys", Famous scrubbs - "Dick Tiger's victory", Godwin Omabuwa and his sound makers - "Igha suo gamwen", Rolling stones and his traditional aces - "The tree and the monkey", E.T Mensah and his tempos band - "Calypso minor one", Bobby Benson and his jam session orchestra - Cost of living nar Freetown", Ebenezer Calender and his maringetr band - "Me nar poor old man nor do me so, Ebenezer Calender and his maringer band - "Gentleman bobby", Bobby Benson and his combo - "Yabomisa Sawale" Victor Olaiya - "Mami", The rhythm aces - "Arraia baby", Ebenezer Calender and his maringer band.
Euro
22,00
codice 4029712
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  hol  1981  columbia 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa europea, pressata in Olanda ma per il mercato italiano, copertina lucida fronte retro con barcode 5099747141010, label rossa con scritte bianche lungo il bordo e nere al centro, logo Columbia bianco in alto, marchio Siae a sinistra, catalogo COL471410 1. Pubblicata nel 1992 dalla Columbia, questa raccolta compila dodici grandi successi di autori molto diversi fra loro, risalenti agli anni '80: dalla vellutata voce di Sade a quella graffiante e sensuale di Kim Carnes, dal romantico pop zuccherino dei Commodores e degli Wham alle atmosfere e sonorita' latine dei Gypsy Kings, fino alle sperimentazioni pop elettroniche degli Art Of Noise, ce n'e' un po' per tutti i gusti... Questa la scaletta: Gabriel Yared, ''C'est la vie, betty'' (1986); Will To Power, ''I'm not in love'' (1990); L.L. Cool J., ''I need love'' (1987); Sade, ''Why can't we live together'' (1984); Beverly Craven, ''Promise me'' (1990); Kim Carnes, ''Bette davis' eyes'' (1981); The Art Of Noise, ''Moments in love'' (1984); Joe Walsh, ''You might need somebody'' (1991); Commodores, ''Nightshift'' (1984); Wham, ''Careless whisper'' (1984); Gypsy Kings, ''Inspiration'' (1987); Bill Withers, ''Ain't no sunshine'' (1988).
Euro
13,00
codice 328321
scheda
Aa.vv. (who, queen, clash, mccartney, costello...) Concerts for the people of kampuchea
lp2 [edizione] originale  stereo  usa  1981  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
la prima stampa americana, vinile doppio, copertina apribile senza codice a barre, etichetta verde ed arancio con banda bianca al centro e logo Atlantic multicolore in alto, catalogo SD2-7005. Pubblicato nel 1981 dalla Atlantic, il celebre doppio album, mai ristampato su CD, realizzato a testimonianza di quattro notti di concerti svoltisi nel natale del 1979 all' Hammermith Odeon a favore delle vittime del sanguinario regime di Pol Pot in Cambogia, evento organizzato con l' impegno anche organizzativo di Paul McCartney, che volle coinvolgere vecchie e nuove glorie del rock, con risultati ben superiori (musicalmente almeno) a quelli dei nefasti (musicalmente almeno) Live Aid a venire...La prima facciata e' occupata dagli WHO, in una delle prime esibizioni dopo la morte per overdose di Keith Moon, sostituito dall' ex Small Faces Kenney Jones: "Baba O'Riley", "Sister Disco", "Behind Blue Eyes" e "See Me, Feel Me" sono un sunto efficacissimo di una esibizione che pare sia durata oltre tre ore; sul secondo lato tre splendidi brani dei PRETENDERS ("The Wait", "Precious" e "Tatooed Love Boys"), secchi ed anfetaminici, in procinto di pubblicare il loro primo album ma proprio in quel momento al primo posto della classifica inglese con il singolo "Brass in Pochet", l' ottima "The Imposter" di Elvis Costello e due brani dei ROCKPILE di Nick Lowe e Dave Edmunds ("Crawling From The Wreckage" e "Little Sister", classico degli anni '50 che vede nientemeno che Robert Plant alla voce); sul terzo lato i QUEEN con "Now I'm Here", molto hard rock, i CLASH con il reggae di "Armagideon Time", IAN DURY con la nota "Hit Me With Your Rhythm Stick" e gli SPECIALS con "Monkey Man", nel pieno dello ska revival inglese; il quarto lato non poteva che essere occupato da MC CARTNEY, prima con i WINGS che eseguono la beatlesiana "Got to Get You Into My Life" e quindi "Every Night" e "Coming Up", successivamente con la estemporanea ROCKESTRA, con cui McCartney esegue una cover di "Lucille", una sentita versione di "Let it Be" e la conclusiva "Rockestra Theme", dove c'e' spazio per tutti i musicisti del gruppo, tra cui John Bonham, Dave Edmunds, Kenney Jones, John Paul Jones, Denny Laine, Ronnie Lane, Linda McCartney, Robert Plant e Pete Townshend!!!
Euro
28,00
codice 322477
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1983  windham hill 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
L' originale stampa americana, copertina lucida senza barcode, con distribuzione A&M indicata sul retro, etichetta bianca con scritte e logo neri, catalogo WH106, versione con vinile che, se posto in controluce, rivela uan colorazione ambrata. Pubblicato nel 1983, uno dei manifesti dell' etichetta di culto Windham Hill; registrato il 9 ottobre dal vivo al Berklee Performance Center di Boston, Massachusetts, contiene impeccabili esecuzioni dal vivo dei principali artisti dell' etichetta new age. Ecco la lista completa degli interventi: "Rickover's Dream" di Michael Hedges, "Turning: Turning Back" di Alex DeGrassi, "Clockwork" di Alex DeGrassi, "Spare Change" di Michael Hedges (suonata tra gli altri con Liz Story al piano), "Visiting" e "Hawk Circle" di William Ackerman (quest' ultima con Michael Hedges alla chitarra) e "Reflections/Lotus Feet" di George Winston.
Euro
18,00
codice 48030
scheda
Aa.vv. (windham hill sampler) Soul of the machine – the windham hill sampler of new electronic music
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1987  windham hill 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good jazz
prima stampa europea di pressaggio tedesco, copertina (che presenta un piccolo strappo di circa un centimetro di ampiezza sul retro vicino alla costola) con barcode, label bianca con scritte nere e logo Windham Hill bianco e nero in alto e logo A&M Records a sinistra, logo GEMA in riquadro a destra, catalogo 371700-1. Pubblicata nel 1987 negli USA ed in Europa, l'antologia dedicata ad artisti che incisero per la label americana Windham Hill, diventata in quel decennio un punto di riferimento della cosiddetta new age music. Spaziando fra diversi indirizzi artistici della musica elettronica da ascolto, aperti a suggestioni jazz, fusion, classiche e new age, la raccolta compila dieci brani in buona parte inediti (anche se alcuni furono poi pubblicati in album solisti negli anni immediatamente successivi), ed in parte tratti da album gia' usciti, e presenta lavori di autori illustri come Tim Story, considerato un maestro della musica da camera elettronica, premiato da consensi internazionali per la sua musica che fonde abilmente ed elegantemente strumenti orchestrali classici con trame elettroniche, attraverso un piglio pioneristico, Michel Forman, tastierista newyorchese di ambito jazz e fusion, e Fred Simon, tastierista che ha collaborato, fra gli altri, con Ralph Towner e Paul McCandless degli Oregon, Larry Corryel e Lyle Mays. Questa la scaletta: Michel Forman, ''Rizzo'' (inedito); Fred Simon, ''Time and the river'' (dall'album ''Time and the river'', 1985); Michael Whiteley, ''Water trade'' (inedito); Colin Chin, ''Ayers rock'' (poi inserito nell'album ''Intruding on a silence'', 1990); Richard Schonherz e Peter Scott, ''Peace of mind'' (da ''One night in vienna'', 1987); Philippe Saisse, ''Land of the morning calm'' (poi inserito nell'album ''Valerian'', 1988); Gary Chang, ''Cityscape'' (inedito); Ted Greenwald e Scott Hiltzik, ''Chorale'' (poi inserito nell'album ''Views from a distance'', 1988); Mark Darnell, ''In the age of steam'' (inedito); Tim Story, ''The lure of silence'' (da ''Glass green'', 1987).
Euro
12,00
codice 328491
scheda
Aa.vv. (wolfman jack dj) United states air force presents wolfman jack: series 7
LPBOX [edizione] originale  stereo  usa  1972  u.s. air force recruiting service 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Excellent rock 60-70
Bella copia con leggeri segni di usura sulla prima facciata del primo lp, che producono alcuni tic all'ascolto nei suoi ultimi brani, prima stampa USA, cofanetto contenente due lp, label bianca con scritte nere, nome Wolfman Jack stilizzato in rosso, scritta ''The united states air force presents'' in blu in alto, e con ritratto di Wolfman Jack in tonalita' di blu a destra. Pubblicato nel 1972 dallo U.S. Air Force Recruiting Service, questo cofanetto fa parte di una lunga serie pubblicazioni che contengono registrazioni di programmi radiofonici condotti dal DJ Wolfman Jack (questo e' il settimo volume della serie), probabilmente patrocinati dall'aviazione militare statunitense. Ascoltiamo una scaletta di successi pop, rock e soul dell'epoca, intercalati con i fantastici monologhi di Wolfman Jack. Questa la lista dei brani: Supremes, ''Nathan jones''; Macho, ''No one to depend on''; Supremes, ''Touch''; The Osmonds, ''Down by the lazy river''; Supremes, ''Floy joy''; Donnie Ebert, ''Can't help myself''; Lou Rawls, ''His song shall be sung''; 5th Dimension, ''Up – up and away''; Don McLean, ''American pie''; Faces, ''Stay with me''; Grand Funk, ''Foot stompin' music''; Sly Stone, ''Runnin' away'', ''Johnny Rivers, ''Poor side of town''; Eric Mercury, ''Don't stop the feeling''; Macho, ''No one to depend on''; Joe Cocker, ''Feeling alright''; Faces, ''Stay with me''; Little Milton, ''That's what love will make you do''; Frankie Ford, ''Sea cruise''; Don McLean, ''American pie''; Three Dog Night, ''Never been to spain''. Negli anni '50 Wolfman Jack fu uno dei principali artefici della scoperta del rock negli Stati Uniti: nato come Bob Smith a Brooklyn, scopri' la radio giovanissimo (i suoi idoli sono i davvero mitici Dr. Jive, Jockey Jack, Professor Bob e Sugar Daddy), poi divenne allievo di Alan Freed, il piu' celebre deejay di New York , che lo fece esordire alla WNJR-AM del New Jersey prima di spedirlo alla prestigiosa National Academy of Broadcasting in Virginia. Il suo amore per la musica afroamericana lo porto' pero' nel mirino del famigerato Ku Klux Klan e conseguentemente si trasferi' a Shreveport, cambiando nome in Wolfman Jack, e poi in Messico, da dove inizio' per la prima volta a trasmettere a livello nazionale verso gli U.S.A. Il suo programma divenne popolarissimo e riviste quali Newsweek e Life pubblicarono articoli su di lui, di cui all'epoca si conosceva soltanto lo pseudonimo, mentre contemporaneamente artisti del calibro di Todd Rundgren, Leon Russell, Freddie King ed i Guess Who produssero brani ispirati alla sua personalita' ed al suo incredibile ''Groovin''', celebrato anche da George Lucas nel film del 1973 "American Graffiti". Dopo aver firmato un contratto per la NBC-TV, diede vita al celeberrimo Midnight Special che sara' uno dei programmi musicali di maggior successo nell'intera storia dei media Americani. Wolfman Jack mori' a Belvedere, North Carolina, il primo luglio del 1995, e la sua figura entrera' nelle storia come una delle piu' grandi leggende della musica americana.
Euro
23,00
codice 330502
scheda
Aa.vv. (womad benefit) Music and rhythm
lp2 [edizione] originale  stereo  usa  1982  pvc 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa USA, vinile doppio, copertina apribile semilucida all'esterno ed all'interno, senza barcode e fabbricata in Canada, label azzurra e gialla con scritte bianche lungo il bordo e nere al centro, logo PVC bianco e rosa in alto a destra, catalogo PVC201. Pubblicata nel 1982 dalla WEA in Gran Bretagna e dalla PVC negli USA, la raccolta realizzata per raccogliere fondi a favore del festival WOMAD (World Of Music Arts and Dance), che era stato avviato nel 1980 da Peter Gabriel con alcuni collaboratori. Numerosi artisti rock occidentali e folk di diverse parti del mondo parteciparono a questa raccolta, spesso con nuovi brani concepiti per l'occasione; troviamo quindi, oltre ovviamente a Peter Gabriel, Pete Townshend degli Who, David Byrne dei Talking Heads, gli XTC ed il geniale tedesco Holger Czukay dei Can, accanto al grandissimo cantante mistico pakistano Nusrat Fateh Ali Khan, il virtuoso africano della kora Alhaji Bai Konte ed il violinista indiano Shankar. Provenienti da almeno quattro continenti, i musicisti coinvolti contribuiscono a creare una vera ambientazione ''world music'' nel complesso dell'opera ma anche in alcuni brani, come ad esempio quello di Gabriel, dove suona anche Shankar, od il pezzo di quest'ultimo, inciso con il chitarrista classico Bill Lovelady. Questa la scaletta: Drums of Makebuko, ''Burundi''; Peter Gabriel, ''Across the river''; Ekome, ''Kpan logo''; XTC, ''It's nearly africa''; Alhaji Ibrahim Abdulai and his Dagbamba Cultural Group, ''Zuu-waa''; The Beat, ''Mirror in the bathroom''; Prince Nico Mbarga and Rocafil Jazz, ''Sweet mother''; Mighty Sparrow, ''Music and rhythm''; Rico, ''What you talkin' bout''; Morris Pert, ''Marrakesh''; Pete Townshend, ''Ascension two''; Vic Coppersmith-Heaven, ''Pengosekan''; Balinese Ketjak, ''A short excerpt from the ramayana monkey chant''; Jon Hassell, ''Ba benzele''; Nusrat Fateh Ali Khan, ''Noor azli chamkia''; Peter Hammill, ''The ritual mask''; David Byrne, ''His wife refused''; Alhaji Bai Konte and Malamini Jobate, ''Sudurum kumbosora''; Lonesi Shewane and Joni Hetara, ''Mkazi wa mulomo''; Shankar and Bill Lovelady, ''Himalaya''; Holger Czukay, ''Persian love''.
Euro
20,00
codice 327659
scheda
Aa.vv. (world music) Passion – sources
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1989  real world 
world
Vinile da 180 grammi, allegato codice per il download digitale dell'album. Ristampa "half-speed master" del 2017 ad opera della Real World, pressoché identica alla prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1989 dalla Real World, "Passion – sources" è l'affascinante album complementare alla acclamata colonna sonora del film "L'ultima passione di cristo" di Martin Scorsese (1988), che fu composta da Peter Gabriel e pubblicata dalla stessa label. Questo "Passion – sources" è un progetto curato dallo stesso Gabriel, che ha qui compilato musiche da diverse culture del pianeta, alle quali egli si era ispirato per la composizione della colonna sonora del sopracitato film. Si tratta di una selezione di incisioni in studio (alcune delle quali effettuate negli studi Real World), registrazioni effettuate sul posto in varie parti del mondo, ed estratti di opere già pubblicate. La ricchezza, la varietà e la qualità di questa selezione operata da Gabriel vanno ad alimentare un ascolto che ci porta in più luoghi del pianeta, in microcosmi spesso ancora relativamente incontaminati dall'influenza della moderna cultura occidentale, con particolare riguardo al Nord Africa ed al Medio Oriente. Questa la scaletta: "Shamus-Ud-Doha Bader-Ud-Doja" – Nusrat Fateh Ali Khan & Party (Pakistan); "Call to Prayer" – Baaba Maal (Senegal); "Sankarabaranam Pancha Nadai Pallavi" – Shankar and the Epidemics (India); "Ulvi" – Kudsi Erguner (Turchia); "Fallahi" – Hossam Ramzy (Egitto); "Sabahiya" – Banga (Tanta-Suaag) (Egitto); "Tejbeit (Ethiopian Bar Song)" – musicisti etiopi ignoti (Etiopia); "Prelude in Tchahargah" – Mahmoud Tabrizi Zadeh (Iran); "Wedding Song" – musicisti marocchini ignoti (Marocco); "Magdalene's House" – Abdul Aziz el-Sayed (Iran); "Yoky" – Fatala (Guinea); "Ya Sah" – Nass El Ghiwane (Marocco); "Al Nahla Al 'Ali" – Les Musiciens du Nil (Egitto); "Song of Complaint" – Andranik Askarian e Khatchadour Khatchaturian (Armenia).
Euro
28,00
codice 3512835
scheda
Aa.vv. (world music) Womad volume four
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1987  womad 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent world
Titolo completo ''Womad volume four – an introduction to Asia''. Prima stampa inglese, copertina lucida fronte retro con barcode, label marrone chiara con scritte nere, catalogo WOMAD006, scritta ''MPO'' incisa sul trail off di entrambi i lati. Pubblicato nel 1987 dalla Womad Records di Peter Gabriel, Thomas Brooman e Bob Hooton, questo fu il quarto volume di una serie di dischi che presentavano musiche tradizionali o comunque significative manifestazioni culturali locali di ogni parte del mondo (quindi anche incroci fra musica etnica e sonorita' pop, funk, rock), fornendo una base culturale per il fenomeno della world music; questo secondo volume e' in particolare dedicato alla musica asiatica. Questa la scaletta: Desert Musicians of Rajasthan (India), ''Raga sindhi bhairavi''; Ofra Haza (Yemen/Israele), ''Im nin'alu''; Daryoush Tala'i & Diamchid Chemirani (Iran), ''Tar & Zarb''; Sivan Perwer (Kurdistan), ''Daye ez xelim''; Pakistani Women Singers (Pakistan), ''Mersiyet''; Alaap (India/UK), ''Chunni ud ud' jae''; Temple Musicians (Sri Lanka), ''Ritual of Siva-Linga''; G. Iakobov (Uzbekistan), ''Assalom''; Ali Kamel (Iraq), ''Qanun solo''; Pandit Sharda Sahai (India), ''Tabla solo''; Asha Bhosle (India), ''Yuhn na thi''.
Euro
25,00
codice 316993
scheda
Aa.vv. (world music) Womad volume two
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1985  womad 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good world
Titolo completo ''Womad volume two – an introduction to Africa''. Copia con leggeri segni di usura sulla costola della copertina, prima stampa inglese, copertina lucida fronte retro con barcode, label bianca con scritte nere, catalogo WOMAD003, scritta ''MPO'' incisa sul trail off di entrambi i lati. Pubblicato nel 1985 dalla Womad Records di Peter Gabriel, Thomas Brooman e Bob Hooton, questo fu il secondo volume di una serie di dischi che presentavano musiche tradizionali o comunque significative manifestazioni culturali locali di ogni parte del mondo (quindi anche incroci fra musica etnica e sonorita' pop, funk, rock), fornendo una base culturale per il fenomeno della world music; questo secondo volume e' in particolare dedicato alla musica africana. Questa la scaletta: Two Young Girls From Burundi (Burundi), ''Akazehe'''; Thomas Mapfumo and the Blacks Unlimited (Zimbawe), ''Mhondoro''; Hukwe Zawose (Tanzania), ''Safari na muziki''; Unknown Soweto Musicians (Sud Africa), ''Nobamba''; Musicians of the Nile (Egitto), ''Drum solo''; The Unknown Cases (Ghana/Germania), ''Masimbabele''; Jean Bosco Mwenda (Zaire), ''Masanga njia''; Somo Somo (Zaire), ''Mosese 2000''; Kantata (Ghana/Germania), ''Duke''; Dele Abiodun (Nigeria), ''Alolo-moko''; Dagbamba Drumers (Ghana), ''Tora''; The Drummers of Burundi (Burundi), ''Song of greeting''.
Euro
18,00
codice 316992
scheda
Aa.vv. (world) Rocket infinity
10'' [edizione] nuovo  stereo  usa  1942  mississippi/canary 
world
Titolo completo ''Rocket infinity: the global rise of rocking music, 1942-62''. Edizione limitata a mille copie, vinile 10'', copertina cartonata a busta, ''paste on'' sul retro e senza codice a barre, label marrone con scritte nere, catalogo MRP-035. Pubblicata nel 2013 dalla Mississippi/Canary, questa compilation presenta otto brani assai diversi fra loro, incisi da artisti di svariata origine geografica, dalle Americhe all'Asia orientale, dall'Egitto all'India, accomunati fra loro dall'intreccio fra il proprio retaggio musicale locale e/o tradizionale, e le influenze della musica popolare statunitense in voga fra i primi anni '40 ed i primi anni '60, ossia pop, blues e poi rock'n'roll. I risultati furono sorprendenti, dall'intreccio fra rock'n'roll e musica indiana di ''Eena meena deeka'' alle danze folk tradizionali egiziane di ''Zaina ya zaino'' in cui risuonano echi del jump blues degli anni '40. Questa la scaletta dei brani, tratti da vecchi 78 giri: Gunga Din (Thailandia), ''Rak ron ying kwa det''; Cold Storage Commission (Zimbabwe), ''Skikiaan'' (fine anni '40); Ichimaru (Giappone), ''Samisen boogie woogie'' (1949); Mohammed Abdel Wahab (Egitto), ''Zaino ya zaino'' (1942); Los Golden Boys (Colombia), ''La buena vista''; Lil Wally (USA), ''Crazy polka''; Sister Slocum & Her Little Brother (USA), ''Whistlin' boogie'' (1950); Kishor Kumar (India), ''Eena meena deeka'' (1957).
Euro
16,00
codice 3505910
scheda
Aa.vv. (world) the masters of the guitar
LPBOX [edizione] originale  stereo  usa  1972  murray hill 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent world
cofanetto di 7 lp's in box di cartone rigido, etichetta nera con logo e scritte argento, contiene una monumentale selezione di brani classici e tradizionali, oltre 70 diverse esecuzioni originali, dei piu' grandi maestri della chitarra classica ed acustica del secolo trascorso. gli esecutori compresi sono i seguenti- andreas segovia, carlos montoya, laurindo almeida. manitas de plata, alirio diaz, john williams, narciso yepes, sabicas, renata tarraga.
Euro
80,00
codice 30068
scheda
Aa.vv. (yo la tengo, trypes) Luxury condos coming to...
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1985  coyote 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Titolo completo ''Luxury condos coming to your neighborhood soon''. Prima stampa USA, copertina lucida apribile senza barcode e fabbricata in Canada, label bianca con scritte nere e logo Coyote bianco e nero in alto, catalogo TTC8559. Pubblicata nel 1985 dalla Coyote negli USA, questa compilation presenta un vasto spettro di band indipendenti americane, fra cui i nomi piu' noti sono forse gli eclettici Kilkenny Cats da Atlanta, Georgia, la cantautrice Syd Straw e gli inossidabili indie rockers Yo La Tengo. Questa la scaletta: The Wygals con l' armonioso folk rock di ''Sleep with angels'' (poi nell' unico album ''Honyocks in the whithersoever'' del 1989, con Janet e Doug Wygal, ex Individuals, e Gene Holder, ex Db's); Rage To Live, ''Enough is never enough'' (poi sul primo eponimo album del 1986); Trigger & The Thrill Kings, ''Devil's train'' (traccia inedita per il gruppo autore di un 12" ed un minialbum, con Jim Duckworth gia' con Tav Falco e Gun Club e con Jim Sclavunos gia' con Lydia Lunch, Tav Falco, e poi con Sonic Youth, Cramps, Nick Cave ed altri ancora); Scruffy The Cat, ''Big fat monkey's hat'' (inedito); Last Roundup, ''Just a little is enough'' (inedito, con Amy McMahon Rigby, poi solista); Yo La Tengo, ''Private doberman'' (bell' inedito vigorosamente chitarristico della cult band, all' epoca ai suoi esordi); Trypes, ''A plan revised'' (delicato brano inedito del gruppo nato da una costola dei Feelies, autore anche di un minialbum); Mr. Bonus, ''Elvis, what happened?'' (inedito); Gut Bank, ''Dreamland'' (poi sul primo album ''The dark ages'' del 1986); Deep Six, ''Stay right here'' (inedito); Kilkenny cats, ''Nightfall'' (poi sul primo album ''Hands down'' del 1986, con Lynda Stipe, sorella di Michael, impegnata anche negli Hetch Hetchy); Myra Holder, ''John calvin'' (inedito, per lei un album solista nel 1989, qui con il gia' citato Gene Holder); Syd Straw, ''Listening to Elvis'' (inedito della apprezzata cantautrice poi approdata a notevole fama); The Jacks, ''Ask for jill 3-D'' (inedito, estemporaneo gruppo con Chris Stamey dei dB's e Don Dixon); Raunch Hands, ''Never comin' home'' (inedito della garage punk band di Michael Mariconda, qui in territori roots-punk ad alto tasso alcoolico).
Euro
26,00
codice 316430
scheda
Aa.vv. rubble 10 Professor jordan's magic show
lp [edizione] ristampa  stereo  uk  1965  past & present 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
copia ancora incellophanata, copertina lucida a busta, label viola a sinistra e color crema a destra con scritte nere, logo della Past & Present in bianco, grigio e viola. Ristampa ormai fuori catalogo ad opera della Past & Present del decimo volume della serie ''Rubble'', originariamente pubblicato negli anni '80 dalla Bam Caruso. La serie ''Rubble'' e' una ormai classica collana di compilation dedicate alla psichedelia, al freakbeat ed al pop venato di acido degli anni '60, principalmente britannici ma non solo, che furono curate da Phil Smee, cultore di quella fervida stagione musicale. Smee compilo' singoli di gruppi celebri come Pretty Things, Crazy World Of Arthur Brown e Tomorrow insieme a molti pezzi di oscure formazioni di culto, come Misunderstood, Dantalion's Chariot ed Open Mind, ed altre ancora meno note che in certi casi avevano pubblicato un solo singolo prima di dissolversi; la gran parte dei 45 giri originali avevano venduto poche copie negli anni '60 e di conseguenza sono assai rari, pertanto fra i meriti di ''Rubble'' c'e' anche quello di averli resi disponibili a tutte le tasche. Una bella panoramica sul rigoglioso sottobosco della psichedelia e della post psichedelia della seconda meta' degli anni '60, che si distingue anche per il design delle copertine, che rivisita lo stile grafico psichedelico di quel decennio dalla prospettiva degli anni '80. Questa la scaletta dei brani, che comprende pezzi di Velvett Fogg e The Game: The Onyx, ''Tamaris Khan'' (1969); The Glass Menagerie, ''Frederick Jordan'' (1968); The Clique, ''We didn't kiss didn't love but now we do'' (1965); Montanas, ''A step in the right direction'' (1968); The Floribunda Rose, ''Linda loves Linda'' (1967); Velvett Fogg, ''Lady Caroline'' (1969, dal loro album eponimo); The Turnstyle, ''Riding on a wave'' (1968); The Kytes, ''Frosted panes'' (1966); Fresh Air, ''Running wild'' (1969); The Orange Seaweed, ''Stay a while'' (1968); 5 AM Event, ''Hungry''; The Game, ''Gotta keep on moving baby'' (1965); The Glass Menagerie ''She's a rainbow'' (1968); New Formula, ''Stay indoors'' (1969); Writing On The Wall, ''Buffalo'' (1973); Orange Machine, ''You can all join in'' (1969).
Euro
20,00
codice 229188
scheda

Page: 35 of 36


Pag.: oggetti:
Indice autori contenenti "Aa.vv. (droogs weasels furys":


altri autori contnenti le parole cercate: