Hai cercato:  prezzo min 100∨iginale=usati --- Titoli trovati: : 800
«---  1 ... 24 25 26 27 28 29 30 31 32  ---»
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
Yardbirds    for your love
Lp [edizione] originale  mono  usa  1965  epic 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
prima davvero oramai rarissima stampa usa in Mono, copertina cartonata, etichetta gialla con logo ovale in alto e con scritta "Nonbreakable" (eliminata durante il '66), con "N.F." scritto a pennarello sull' etichetta del secondo lato. Pubblicato in Usa nel luglio del 1965 dopo il live ''Five live Yardbirds'' e prima di ''Having a rave up'', giunto al numero 96 dele classifiche Usa. Il primo album in studio del gruppo, mai pubblicato in Uk. Uno dei capolavori assoluti del beat di sempre, contiene una serie di brani che in uk uscirono sotto forma di 6 ep's o singoli, la selezione del materiale fu fatta dal manager del gruppo, giorgio gomelsky, clapton, peraltro mai menzionato nell'lp, uscira' dal gruppo proprio a causa della title track, da lui ritenuta ''troppo lontana dal blues'', ma che avvalendosi dell'organo di brian auger, entrera' nelle classifiche uk. data la confusione imperante sulla discografia degli yardbirds, cerchiamo di chiare le idee sulla genesi dei brani presenti in questo album. il disco contiene 11 episdi , pubblicati, come detto, solo negli usa sotto forma di lp, i corrispondenti inglesi furono editi nel seguente ordine- for your love - got to hurry- singolo del marzo 1965, i wish you would - a certain girl- singolo del gennaio 1964, good morning little schoolgirls-ain't got you- singolo del ottobre del 1964, i'm not talking'', ''ain't done wrong'', ''my girl sloopy'' sono tratti dall'ep '' five live yardbirds'' del 1964, sweet music ( con paul jones ai cori ) e putty sono invece inediti, registrati nel dicembre del 1964 a londra. tutti i brani vedono eric clapton alla chitarra, ad eccezione di -'' i'm not talking'', ''i aint' done wrong'', '' my girl sloopy'' che vedono invece ivi impegnato jeff beck.
Euro
300,00
codice 221714
scheda
Yardbirds    for your love
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1965  epic 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
prima davvero oramai molto rara stampa usa in stereo, copertina cartonata con foratura promozionale in alto a destra, etichetta gialla con logo ovale in alto e con scritta "Nonbreakable". Pubblicato in Usa nel luglio del 1965 dopo il live ''Five live Yardbirds'' e prima di ''Having a rave up'', giunto al numero 96 dele classifiche Usa. Il primo album in studio del gruppo, mai pubblicato in uk. uno dei capolavori assoluti del beat di sempre, contiene una serie di brani che in uk uscirono sotto forma di 6 ep's o singoli, la selezione del materiale fu fatta dal manager del gruppo, giorgio gomelsky, clapton, peraltro mai menzionato nell'lp, uscira' dal gruppo proprio a causa della title track, da lui ritenuta ''troppo lontana dal blues'', ma che avvalendosi dell'organo di brian auger, entrera' nelle classifiche uk. data la confusione imperante sulla discografia degli yardbirds, cerchiamo di chiare le idee sulla genesi dei brani presenti in questo album. il disco contiene 11 episdi , pubblicati, come detto, solo negli usa sotto forma di lp, i corrispondenti inglesi furono editi nel seguente ordine- for your love - got to hurry- singolo del marzo 1965, i wish you would - a certain girl- singolo del gennaio 1964, good morning little schoolgirls-ain't got you- singolo del ottobre del 1964, i'm not talking'', ''ain't done wrong'', ''my girl sloopy'' sono tratti dall'ep '' five live yardbirds'' del 1964, sweet music ( con paul jones ai cori ) e putty sono invece inediti, registrati nel dicembre del 1964 a londra. tutti i brani vedono eric clapton alla chitarra, ad eccezione di -'' i'm not talking'', ''i aint' done wrong'', '' my girl sloopy'' che vedono invece ivi impegnato jeff beck.
Euro
220,00
codice 107995
scheda
Yardbirds    Shapes of things (box)
LPBOX [edizione] originale  stereo  uk  1963  charly 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
copia con quache segno di usura sul cofanetto; rara prima stampa inglese, cofanetto con superficie ''textured'', senza barcode, contenente uno splendido libretto di 36 pagine con note, foto e riepilogo dei brani, e ben sette vinili, ciascuno custodito in una relativa copertina leggera, label blu in alto e verde in basso, catalogo BOX104, scritta ''MPO'' incisa sul trail off. Pubblicato nel 1984 dalla Charly, il notevole cofanetto contenente registrazioni degli Yardbirds effettuate fra il 1963 ed il 1966: il box contiene le ristampe dei primi due album americani, ''For your love'' (1965) e ''Having a rave up with the Yardbirds'' (1966), e quella del primo album inglese, ''Five live yardbirds'' (1964); quindi l'album ''Sonny Boy Williamson with the Yardbirds'', inciso nel dicembre del 1963 ma uscito nel 1966, qui con una scaletta modificata che contiene anche due brani in piu'; ''The first recordings'' contiene alcune delle prime registrazioni in assoluto del gruppo, effettuate fra il 1963 ed il 1964 (un paio di questi brani uscirono su singolo in Olanda, uno apparve su di una compilation del 1973); ''Shapes of things'' e ''Odds and sodds'', gli ultimi due lp del cofanetto, contengono rari singoli, B-sides inedite su album, outtakes (alcune delle quali versioni alternative di brani di ''Roger the engineer''), il brano ''Stroll on'' dalla colonna sonora del film ''Blow up'', l'inedita versione di ''Heart full of soul'' con l'arrangiamento di sitar, ed alcuni brani incisi dagli Authentics, gruppo di Richmond fronteggiato da Mick O'Neill, con la presenza di Jimmy Page. Una miniera ricca di gemme di uno dei piu' importanti gruppi degli anni '60 britannici. Qui di seguito la scaletta completa. LP1 ''The first recordings'': ''Smokestack lightning'', ''You can't judge a book by the cover'', ''Take it easy baby'', ''Talkin' 'bout you'', ''Let it rock'', ''I wish you would'', ''Boom boom'', ''Honey in your hips'', ''Who do you love''. LP2 ''Sonny boy williamson and the yardbirds'': ''Bye bye bird'', ''Mr. Downchild'', ''The river rhine'', ''23 hours too long'', ''A lost care'', ''Pontiac blues'', ''Take it easy baby'', ''Out on the water coast'', ''I don't care no more'', ''Honey in your hips'', ''Western arizona''. LP3 ''Five live yardbirds'': ''Too much monkey business'', ''I got love if you want it'', ''Smokestak lightning'', ''Good morning little school girl'', ''Five long years'', ''Pretty girl'', ''Louise'', ''I'm a man'', ''Here 'tis''. LP4 ''For your love'': ''For your love'', ''I'm not talkin''', ''I ain't got you'', ''Putty (in your hands)'', ''Got to hurry'', ''I ain't done wrong'', ''I wish you would'', ''A certain girl'', ''Sweet music'', ''Good morning little schoolgirl'', ''My girl sloppy''. LP5 ''Having a rave up with the yardbirds'': ''I'm a man'', ''You're a better man than I'', ''Evil hearted you'', ''Still I'm sad'', ''Heart full of soul'', ''The train kept a-rollin''', ''Smokestack lightning'', ''Respectable'', ''Here 'tis''. LP6 ''Shapes of things'': ''What do you want'', ''Jeff's blues'', ''Like jimmy reed again'', ''Someone to love (part one)'', ''Shapes of things'', ''Steeled blues'', ''Someone to love (part two)'', ''New york city blues'', ''Stroll on'', ''For RSG''. LP7 ''Odds and sods'': ''Good morning little schoolgirl (backing track)'', ''Good morning little schoolgirl (backing + harp)'', ''Good morning little schoolgirl (master)'', ''Heart full of soul (sitar version)'', ''Heart full of soul (master)'', ''Chris' number'', ''Pounds and stomps'', ''Got to hurry (take 1 backing track)'', ''Got to hurry (take 2 backing track)'', ''Got to hurry (master)'', ''Without you'' (The Authentics), ''Climbing through'' (The Authentics). Attivi fra il 1963 ed il 1968, gli Yardbirds sono stati un fondamentale e storico gruppo inglese, alfieri, nei loro primi anni, dell'ala piu' legata al blues ed allo r'n'b del beat inglese, con efficacissime cover di classici blues come ''Smokestack lightning'' e ''Good morning little school girl'', alle quali seppero dare un tocco personale e britannico, grazie anche al talento di una formazione di grande spessore (vi militarono in quegli anni chitarristi come Eric Clapton e Jeff Beck), che avrebbe poi influenzato il movimento rock blues inglese di fine anni '60; ma furono capaci anche di produrre con successo canzoni piu' vicine alla sensibilita' pop dell'epoca, come dimostra ad esempio ''For your love'', e poi nei loro ultimi anni della loro breve carriera si aprirono ad influssi psichedelici, prima di diventare il ''bozzolo'' dal quale sarebbero fuoriusciti i Led Zeppelin (nei loro ultimi concerti e sessioni radiofoniche, con Jimmy Page in formazione, gli Yardbirds suonavano alcuni brani che sarebbero poi entrati nel repertorio zeppeliniano). Il gruppo si e' poi riformato nei primi anni '90, sotto la guida di Jim McCarthy e di Chris Dreja, due membri della formazione originaria.
Euro
120,00
codice 701327
scheda
Yardbirds    yardbirds (roger the engineer)
Lp [edizione] originale  mono  uk  1966  Columbia 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
prima davvero molto rara stampa inglese in mono, copia con lievi segni di invecchiamento su copertina e vinile, copertina pressata da "Garrod & Lofthouse" come indicato sul retro, laminata sul fronte e flipback su tre lati sul retro, senza la scritta sul retro in alto a destra ''file under popular : pop groups'', etichetta Columbia "blue black", nera e blu, con scritte argento con scritta lungo la circonferenza che inizia con "The Gramophone Co Ltd'', con "Sold in Uk Subject to Resale...", con prefisso del catalogo ''SX'' e non "33SX''. Pubblicato in Inghilterra (e non in America) nel luglio del 1966 prima di "Little games" (uscito a sua volta in America e non in Inghilterra) e dopo "Having a rave up with the Yardbirds'' (anche quello solo per il mercato Usa), giunto al numero 20 delle classifiche Uk, mentre in America, dove fu pubblicato con copertina, alcuni brani diversi e con il titolo di ''Over under sideways dawn'' giunse al numero 52 delle classifiche. Il secondo ed ultimo album britannico. Intitolato in Uk "The Yardbirds", ma comunemente conosciuto come ''Roger the engineer'', e' il disco in cui Jeff Beck da il meglio di se, mix di r'n'b', psychedelia, beat, avanguardia, musica orientale, sempre e comunque ancoratissimo alle radici blues, e' allo stesso tempo lavoro innovativo nelle sonorita', composto interamente dalla band senza alcuna cover version, tutti i brani sono firmati '' Dreja- McCarty,-Beck- Relf, Samwell Smith '', contiene alcuni episodi divenuti classici ed entrati nella leggenda dlel musica britannica del decennio, "Hot House of Omagarashid", ''Over Under Sideways Down'', '' Jeff's Boogie'' e ''Lost Women''. considerato generalmente come il miglior lavoro del gruppo contiene certamente i loro brani di pschedelia piu' riusciti, manca, forse, per renderlo un disco senza tempo, l' attitudine all' album visto come opera organica e non come raccolta di brani, tendenza sbocciata proprio nel 1966, alla quale pero' gli yardbirds, band purista e figlia della tradizione '' A Quick One '' del primo r'n'b inglese, non aderira' mai completamente.
Euro
240,00
codice 109606
scheda
Yardbirds / herbie hancock (soundtrack)    blow up (yellow label promo!)
Lp [edizione] promozionale  mono  usa  1966  Mgm 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
Prima molto rara stampa americana in edizione promozionale, mono, catalogo E 4447, copertina (con lievi segni di invecchiamento) cartonata, etichetta gialla promozionale con logo e scritte nere '' Not for sale'', corredata della originale busta interna della Mgm. Pubblicato in Usa nel 1966 ed il altri paesi nel 1967 (Inghilterra inclusa), registrato da un giovanissimo Herbie Hancock che agisce agli ordini di Michaelangelo Antonioni, e' il migliore e piu' conosciuto affresco della Londra dell' epoca swinging London; il groove del disco e' quello bluesy con brani lenti mantrici e dall'incedere funky; naturalmente il disco e' passato alla storia della musica rock per l'inclusione, insieme ai brani di Hancock, di un brano degli Yardbirds "Stroll On" (retitolazione del vecchio standard "The Train Kept A-Rollin'"), una delle sole tre registrazioni esistenti che vedono alla chitarra la coppia Jeff Beck e Jimmy Page. Forse non tutti sanno che, nei piani originali, la colonna sonora doveva essere composta dai Tomorrow, che registrarono anche allo scopo alcuni brani rimasti inediti. Questa la lista completa dei brani, tutti di Herbie Hancock eccetto la gia' citata "Stoll On", degli Yardbirds: Main Title / Verushka (Part I) / Verushka (Part II) / The Naked Camera / Bring Down The Birds / Jane's Theme / The Yardbirds - Stroll On / The Thief / The Kiss / Curiosity / Thomas Studies Photos / The Bed / End Title - "Blow Up".
Euro
110,00
codice 37004
scheda
Yatha sidra    a meditation mass
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  ger  1974  brain 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Seconda comunque molto rara stampa tedesca del 1975, copertina lucida fronte retro con mandala tibetano, etichetta verde scura come la prima tiratura del 1974 ma senza scritta Metronome sotto il logo. Passato alla storia per contenere una delle piu' lunghe suite della storia del rock tedesco, un solo brano diviso in 4 movimenti, della durata di oltre 40 minuti, si formano a freiburg su impulso di rolf frichter, il disco, che fu prodotto da achim reichel, e' considerato oramai come uno dei top 5 del rock teutonico, musicalmente e' un opera a meta' tra il progressive piu' sognante con flauti e e moog e le sperimentazioni del movimento cosmico, ash ra temple, popol vuh, per molti appassionati collezionisti e' questo il massimo lavoro mai prodotto in europa continentale, la sua fama e' tale che le copie in circolazione sono ricercatissime e vengono alla luce molto di rado, inoltre la qualita' del pressaggio e' assai scarsa e la copertina fragilissima, questo fa si che sia molto difficile ( quasi impossibile) trovarne esemplari esenti da problemi sia di vinile che di copertina.
Euro
180,00
codice 51206
scheda
Yes    The Yes album
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1971  Atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good rock 60-70
prima molto rara stampa inglese, nella versione con I CREDITI SULLE ETICHETTE "CAMPBELL CONNELLY & CO" e non "Rondor / Yessongs", copertina (con diversi segni di invecchiamento) pressata da "MacNeill Press LTD London", etichetta rossa e viola ("plum red") con "UNDER LICENCE FROM ATLANTIC RECORDING CORPN., U.S.A" sopra la striscia bianca centrale, trail off matrix "...A-1" e "...B-1" sui rispettivi lati, catalogo 2400101. Pubblicato in Inghilterra nel marzo del 1971 dopo ''Time and a Word '' e prima di ''Fragile'', giunto al numero 7 delle calssifiche UK ed al numero 40 di quelle USA dove usci' nel maggio dello stesso anno. Il terzo album, il primo con Steve Howe, nonche' il primo a proporre il rock progressivo sinfonico e luminoso dai testi mistici ed ermetici che porra' il gruppo tra le leggende del rock inglese, registrato dalla formazione che prevedeva John Anderson, Chris Aquire, Steve Howe, Tony Kaye, Bill Bruford. Contiene ''Your Move'', brano simbolo degli anni classici del gruppo.
Euro
110,00
codice 701490
scheda
Yes    The Yes album
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1971  Atlantic 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
prima rara stampa inglese, nella versione con i crediti sulle etichette "Rondor / Yessongs" e non "Campbell Connelly & Co", copertina (con due piccolissime abrasioni in basso a destra sul fronte) pressata da "MacNeill Press LTD London", etichetta rossa e viola ("plum red") con "UNDER LICENCE FROM ATLANTIC RECORDING CORPN., U.S.A" sopra la striscia bianca centrale, trail off matrix "...A-1" e "...B-1" sui rispettivi lati, catalogo 2400101. Pubblicato in Inghilterra nel marzo del 1971 dopo ''Time and a Word '' e prima di ''Fragile'', giunto al numero 7 delle calssifiche UK ed al numero 40 di quelle USA dove usci' nel maggio dello stesso anno. Il terzo album, il primo con Steve Howe, nonche' il primo a proporre il rock progressivo sinfonico e luminoso dai testi mistici ed ermetici che porra' il gruppo tra le leggende del rock inglese, registrato dalla formazione che prevedeva John Anderson, Chris Aquire, Steve Howe, Tony Kaye, Bill Bruford. Contiene ''Your Move'', brano simbolo degli anni classici del gruppo.
Euro
170,00
codice 102979
scheda
Yes    The Yes album
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1971  Atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good rock 60-70
prima rara stampa inglese, nella versione con i crediti sulle etichette "Rondor / Yessongs" e non "Campbell Connelly & Co", copertina (con abrasione sul fronte in alto a destra di circa 4x5 cm, dovuta probabilmente ad una etichetta adesiva rimossa) pressata da "MacNeill Press LTD London", etichetta rossa e viola ("plum red") con "UNDER LICENCE FROM ATLANTIC RECORDING CORPN., U.S.A" sopra la striscia bianca centrale, trail off matrix "...A-1" e "...B-1" sui rispettivi lati, catalogo 2400101. Pubblicato in Inghilterra nel marzo del 1971 dopo ''Time and a Word '' e prima di ''Fragile'', giunto al numero 7 delle calssifiche UK ed al numero 40 di quelle USA dove usci' nel maggio dello stesso anno. Il terzo album, il primo con Steve Howe, nonche' il primo a proporre il rock progressivo sinfonico e luminoso dai testi mistici ed ermetici che porra' il gruppo tra le leggende del rock inglese, registrato dalla formazione che prevedeva John Anderson, Chris Aquire, Steve Howe, Tony Kaye, Bill Bruford. Contiene ''Your Move'', brano simbolo degli anni classici del gruppo.
Euro
120,00
codice 31136
scheda
Yes    The Yes album
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1971  Atlantic 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
prima molto rara stampa inglese, nella versione con I CREDITI SULLE ETICHETTE "CAMPBELL CONNELLY & CO" e non "Rondor / Yessongs", copertina pressata da "MacNeill Press LTD London", etichetta rossa e viola ("plum red") con "UNDER LICENCE FROM ATLANTIC RECORDING CORPN., U.S.A" sopra la striscia bianca centrale, trail off matrix "...A-1" e "...B-1" sui rispettivi lati, catalogo 2400101. Pubblicato in Inghilterra nel marzo del 1971 dopo ''Time and a Word '' e prima di ''Fragile'', giunto al numero 7 delle calssifiche UK ed al numero 40 di quelle USA dove usci' nel maggio dello stesso anno. Il terzo album, il primo con Steve Howe, nonche' il primo a proporre il rock progressivo sinfonico e luminoso dai testi mistici ed ermetici che porra' il gruppo tra le leggende del rock inglese, registrato dalla formazione che prevedeva John Anderson, Chris Aquire, Steve Howe, Tony Kaye, Bill Bruford. Contiene ''Your Move'', brano simbolo degli anni classici del gruppo.
Euro
220,00
codice 110545
scheda
Young neil    a letter home (limited box version)
LPBOX [edizione] nuovo  stereo  usa  2014  third man / reprise 
rock 60-70
Edizione limitata, box in cartone rigido, con foto (non sono tutte uguali nelle varie copie) sul fronte incollata alla copertina da due strisce di nastro da imballaggio su cui e' scritto a pennarello nero il nome dell' autore ed il titolo, adesivo di presentazione sul cellophane. Contiene l' album "A Letter Home", uscito in edizione "regolare" nell' aprile del 2014, ma il cofanetto ovviamente offre insieme alla versione regolare dell' album (qui' con catalogo TMR-261, vinile pesante, copertina cartonata senza barcode, inner sleeve con note e testi, etichetta "custom" nera e argento), anche una versione "direct feed from the booth" per audiofili (con copertina cartonata senza barcode, inner sleeve con note e testi, etichetta nera ed argento, catalogo TMR-259), un booklet di 32 pagine formato lp ricco di foto di Neil Young e Jack White, un copupon con il codice per scaricare l' album in mp3, sette dischetti in formato 6" ed in vinile trasparente (contenuti in una unica scatoletta in cartone bianco, e ciscuno contenuto in copertine neutre gialle e nere, con sagomatura in corrispondenza delle etichette, etichette gialle, nere e bianche, foro al centro piccolo; il settimo singolo contiene due brani non inclusi nell' album, ovvero "Crazy" e "Blowin' in the Wind"), cd dell' album e dvd, ciascuno contenuto in una rispettiva copertina e con inserto. Non si e' mai molto curato delle case discografiche, delle vendite dei suoi albums e quant' altro, il grande artista canadese; cosi' il successore del triplo "Psychedelic Pill" del 2012 e' un album registrato attraverso una miracolosamente funzionante macchina "Voice-O-Graph" del 1947 che Neil Young ha trovato nel negozio di dischi Third Man di Jack White (White Stripes) a Nashville, Tennessee, splendido quanto vetusto marchingegno che permetteva a chiunque di registrare la propria voce, per un messaggio, una canzone o quant' altro, direttamente su un disco, una singola copia ovviamente destinata ad un uso privato. Con una tecnica di registrazione quindi a dir poco primitiva, accompagnadosi solo della propria chitarra acustica, talvolta del piano o di una armonica, e naturalmente di un microfono, con l' intervento di Jack White solo in due brani, Neil Young da' vita ad un album che contiene una lettera alla madre ed undici covers, brani di altri artisti, interpretati con sincerita' ed intensita' a volte davvero commoventi: una fragilissima "Changes" di Phil Ochs (1966), "Girl From The North Country" di Dylan (1963), una "Needle Of Death" di Bert Jansch (1965) di struggente intensita', "Early Morning Rain" di Gordon Lightfoot (1964), "Crazy" di Willie Nelson, "Reason To Believe" di Tim Hardin (1966), "On The Road Again" di Willie Nelson (1979), una vibrante "If You Could Read My Mind" di Gordon Lightfoot (1969), "Since I Met You Baby" di Ivory Joe Hunter (1956), "My Hometown" di Bruce Springsteen (1984), "I Wonder If I Care As Much" degli Everly Brothers (1957).
Euro
180,00
codice 3011962
scheda
Young Neil    After the gold rush ("re-1")
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1970  reprise 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima stampa americana nella sempre piu' introvabile tiratura con copertina, etichetta, vinile ed inserto tutti della primissima versione: copertina apribile e cartonata, nella prima versione con sul retrocopertina il solo Nils Lofgren accreditato al piano, completa dell' inserto testi a poster, nella sua prima versione senza indicazione di crediti nell' angolo in basso a destra sotto la lista dei titoli, disco nella prima versione, con "RE 1" inciso sul trail off del lato 2, oltre che del lato 1, con etichetta marrone con "Stereo" in basso, naturalmente senza piccolo logo "W" in basso lungo la circonferenza, nella versione in cui "RE 1" e' anche indicato alla fine del numero sotto il catalogo sull' etichetta stessa, e "When you dance" lunga effettivamente quanto indicato sull' etichetta, ovvero 3'44'' (versione provvisioria, in quanto nelle stampe successive sara' inserita un' altra versione del brano, piu' lunga, mentre la durata indicata sull' etichetta rimarra' erroneamente la stessa). Pubblicato in USA nel Settembre del 1970, dopo ''Everybody Knows This Is Nowhere'' e prima di ''Harvest'', giunto al numero 8 dell classifiche USA ed al numero 7 di quelle UK. Il terzo album. Contiene, oltre alla title track, ''Southern Man'', ''Till the Morning Come'', ''Tell Me Why'', ''Only Love Can Break Your Heart'', ''When You Dance I Can Really Love'', registrato con una formazione dei Crazy Horse che vede anche Nils Lofgren, Stephen Stills e Greg Reeves, e' con la sua trasognata malinconia e la delicata e sussurrata voce uno dei capolavori senza tempo dell'intera musica americana. Album molto diverso dal primo lp, qui i brani si fanno piu' potenti e carichi, piu' vicini al suono di una band che a quello di un cantautore, e' sicuramente l'archetipo del suono che lo rendera' famoso e che sara' un' influenza determinante su tutta la musica americana della fine del millennio.
Euro
100,00
codice 244884
scheda
Young Neil    After the gold rush (2 tone label!)
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1970  reprise 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
la originale stampa americana nella fantomatica e molto ricercata versione CON ETICHETTA "TWO TONE", MARRONE ED ARANCIONE, pressata in pochissime copie. La prima stampa americana "regolare" di questo disco e' quella con etichetta marrone senza logo "W"; l' esistenza di alcune copie come questa con etichetta bicolore, che e' accertata per alcuni dischi della delle Reprise con numero di catalogo successivo a questo, ma in realta' usciti prima (la pubblicazione di "After the Goldrush" fu ritardata di qualche tempo) rappresenta in questo caso una anomalia, riscontrata anche in altri dischi della Reprise pressati probabilmente per l' RCA Record Club nello stabilimento di Terre Haute, Indiana, su vinile flessibile (come questo). La versione di "When You Dance" qui contenuta e' quella definitiva, lunga non 3'44'', come indicato sull' etichetta, ma 4'04" (e quindi il trail off riporta "RE2" sia sulla prima che sulla seconda facciata). Copertina apribile e cartonata nella prima versione che accredita il solo Nils Lofgren al piano sul retro, completa di inserto/poster apribile con testi nella prima versione senza crediti, catalogo RS6383. Pubblicato in USA nel Settembre del 1970, dopo ''Everybody Knows This Is Nowhere'' e prima di ''Harvest'', giunto al numero 8 dell classifiche USA ed al numero 7 di quelle UK. Il terzo album. Contiene, oltre alla title track, ''Southern Man'', ''Till the Morning Come'', ''Tell Me Why'', ''Only Love Can Break Your Heart'', ''When You Dance I Can Really Love'', registrato con una formazione dei Crazy Horse che vede anche Nils Lofgren, Stephen Stills e Greg Reeves, e' con la sua trasognata malinconia e la delicata e sussurrata voce uno dei capolavori senza tempo dell'intera musica americana. Album molto diverso dal primo lp, qui i brani si fanno piu' potenti e carichi, piu' vicini al suono di una band che a quello di un cantautore, e' sicuramente l'archetipo del suono che lo rendera' famoso e che sara' un' influenza determinante su tutta la musica americana della fine del millennio.
Euro
200,00
codice 244144
scheda
Young Neil    Neil young (no name on cover, first mix!)
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1968  reprise 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good rock 60-70
Prima davvero rarissima stampa americana con IL PRIMO INTROVABILE MIX DEL DISCO, copia con diversi segni di invecchiamento, come quasi inevitabile per questo disco, sulla copertina, copertina apribile cartonata anch' essa ovviamente nella prima versione senza il nome ''Neil Young'', interno della copertina nella versione con foto, testi e note nella versione in tono seppia, etichetta Reprise bicolore, marrone ed arancio, catalogo RS6371. Il primo mixaggio del disco, riconoscibile per l'assenza della scritta "RE1" sul trail off (assente sia nel lato A che nel lato B), sara' cambiato molto presto per volere di Neil Young. Quattro brani in particolari risultano parecchio diversi nelle due versioni: "If I Could Have Her Tonight", "I've Been Waiting For You", "Here We Are In The Years" e "What Did You Do To My Life". Pubblicato negli Usa nel dicembre del 1968 prima di ''Everybody knows this is nowhere'' non entrato in classifica in Usa ne' in Uk. Il primo lp. Registrato dopo lo scioglimento dei Buffalo Springfield avvenuta nel maggio del 1968, il disco e' prodotto da Dave Briggs e Neil Young, eccetto tre brani che sono prodotti da Jack Nitzsche, Ryland Cooder (ovvero Ry Cooder) e Neil Young. E' lavoro acerbo ma gia' splendido nella sua semplicita' e freschezza, gia' caratterizzao dalle spettrali ballate alternate a brani potenti e catartici; e' durante la lavorazione di questo album che il grande artista canadese incontra il gruppo californiano dei Rockets, che assunti come backing band per il tour e l' album successivo, diverranno Crazy Horse. Registrato con il produttore ed arrangiatore Jack Nitzsche, con il quale aveva lavorato in "Expecting to Fly" sull' album dei Buffalo Springfield ''Again'', il disco ha un tono folk-rock e discreto, anche con alcune partiture orchestrali. Gli elementi country & western tipici degli Springfield sono ancora presenti, specie in tracce quali "The Emperor of Wyoming", il tono della voce e' molto alto e tormentato ed ancora lontano dalle complesse sfumature dei dischi dei primi anni '70. Da notare anche l' ultimo brano, della durata di quasi 10 minuti, "The Last Trip to Tulsa", nel quale accompagnato dalla chitarra acustica Young fornisce una performance che nelle liriche e nell' intensita' di interpretazione e' stata accostata al Bob Dylan di "Highway 61 Revisited". Tuttavia il capolavoro dell'album e' "The Loner", traccia in cui si presagisce il futuro sound che verra' creato con i Crazy Horse, e restera' tra i grandi classici di Neil Young. Sara' un insuccesso commerciale totale, il suo unico album a non entrare nelle classifiche, dopo pochi mesi lo stesso Neil Young insoddisfatto dei risultati remixo' l' intero album, alzando il volume della voce e sovraincidendo alcune parti di chitarra, che caratterizzano questa seconda versione negli Stati Uniti, mentre nel resto del mondo l' album continuo' ad essere stampato con il primo mix.
Euro
190,00
codice 243937
scheda
Young Neil    Neil young (wlp, first mix!)
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1968  reprise 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Good rock 60-70
Copia con striscia di nastro adesivo trasparente lungo al costola della copertina, e lievi segni di invecchiamento sul vinile, prima davvero rarissima stampa americana con IL PRIMO INTROVABILE MIX DEL DISCO, nella ancora piu' rara versione PROMOZIONALE CON ETICHETTA "WHITE LABEL PROMO", copertina apribile cartonata con adesivo "Promotion - Not For Sale" in basso sul fronte, anch' essa ovviamente nella prima versione senza il nome ''Neil Young'', interno della copertina nella versione con foto, testi e note in nero e non in tono seppia, catalogo RS6317. Il primo mixaggio del disco, riconoscibile per l'assenza della scritta "RE1" sul trail off, sara' cambiato molto presto per volere di Neil Young. Quattro brani in particolari risultano parecchio diversi nelle due versioni: "If I Could Have Her Tonight", "I've Been Waiting For You", "Here We Are In The Years" e "What Did You Do To My Life". Pubblicato negli Usa nel dicembre del 1968 prima di ''Everybody knows this is nowhere'' non entrato in classifica in Usa ne' in Uk. Il primo lp. Registrato dopo lo scioglimento dei Buffalo Springfield avvenuta nel maggio del 1968, il disco e' prodotto da Dave Briggs e Neil Young, eccetto tre brani che sono prodotti da Jack Nitzsche, Ryland Cooder (ovvero Ry Cooder) e Neil Young. E' lavoro acerbo ma gia' splendido nella sua semplicita' e freschezza, gia' caratterizzao dalle spettrali ballate alternate a brani potenti e catartici; e' durante la lavorazione di questo album che il grande artista canadese incontra il gruppo californiano dei Rockets, che assunti come backing band per il tour e l' album successivo, diverranno Crazy Horse. Registrato con il produttore ed arrangiatore Jack Nitzsche, con il quale aveva lavorato in "Expecting to Fly" sull' album dei Buffalo Springfield ''Again'', il disco ha un tono folk-rock e discreto, anche con alcune partiture orchestrali. Gli elementi country & western tipici degli Springfield sono ancora presenti, specie in tracce quali "The Emperor of Wyoming", il tono della voce e' molto alto e tormentato ed ancora lontano dalle complesse sfumature dei dischi dei primi anni '70. Da notare anche l' ultimo brano, della durata di quasi 10 minuti, "The Last Trip to Tulsa", nel quale accompagnato dalla chitarra acustica Young fornisce una performance che nelle liriche e nell' intensita' di interpretazione e' stata accostata al Bob Dylan di "Highway 61 Revisited". Tuttavia il capolavoro dell'album e' "The Loner", traccia in cui si presagisce il futuro sound che verra' creato con i Crazy Horse, e restera' tra i grandi classici di Neil Young. Sara' un insuccesso commerciale totale, il suo unico album a non entrare nelle classifiche, dopo pochi mesi lo stesso Neil Young insoddisfatto dei risultati remixo' l' intero album, alzando il volume della voce e sovraincidendo alcune parti di chitarra, che caratterizzano questa seconda versione negli Stati Uniti, mentre nel resto del mondo l' album continuo' ad essere stampato con il primo mix.
Euro
140,00
codice 51009
scheda
Young Neil    Neil young (wlp, first mix!)
Lp [edizione] promozionale  stereo  usa  1968  reprise 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima davvero rarissima stampa americana con IL PRIMO INTROVABILE MIX DEL DISCO, nella ancora piu' rara versione PROMOZIONALE CON ETICHETTA "WHITE LABEL PROMO", copertina apribile cartonata anch' essa ovviamente nella prima versione senza il nome ''Neil Young'', con adesivo promozionale sul fronte, interno della copertina nella versione con foto, testi e note in tono seppia e non in nero. Il primo mixaggio del disco, riconoscibile per l'assenza della scritta "RE1" sul trail off, sara' cambiato molto presto per volere di Neil Young. Quattro brani in particolari risultano parecchio diversi nelle due versioni: "If I Could Have Her Tonight", "I've Been Waiting For You", "Here We Are In The Years" e "What Did You Do To My Life". Pubblicato negli Usa nel dicembre del 1968 prima di ''Everybody knows this is nowhere'' non entrato in classifica in Usa ne' in Uk. Il primo lp. Registrato dopo lo scioglimento dei Buffalo Springfield avvenuta nel maggio del 1968, il disco e' prodotto da Dave Briggs e Neil Young, eccetto tre brani che sono prodotti da Jack Nitzsche, Ryland Cooder (ovvero Ry Cooder) e Neil Young. E' lavoro acerbo ma gia' splendido nella sua semplicita' e freschezza, gia' caratterizzao dalle spettrali ballate alternate a brani potenti e catartici; e' durante la lavorazione di questo album che il grande artista canadese incontra il gruppo californiano dei Rockets, che assunti come backing band per il tour e l' album successivo, diverranno Crazy Horse. Registrato con il produttore ed arrangiatore Jack Nitzsche, con il quale aveva lavorato in "Expecting to Fly" sull' album dei Buffalo Springfield ''Again'', il disco ha un tono folk-rock e discreto, anche con alcune partiture orchestrali. Gli elementi country & western tipici degli Springfield sono ancora presenti, specie in tracce quali "The Emperor of Wyoming", il tono della voce e' molto alto e tormentato ed ancora lontano dalle complesse sfumature dei dischi dei primi anni '70. Da notare anche l' ultimo brano, della durata di quasi 10 minuti, "The Last Trip to Tulsa", nel quale accompagnato dalla chitarra acustica Young fornisce una performance che nelle liriche e nell' intensita' di interpretazione e' stata accostata al Bob Dylan di "Highway 61 Revisited". Tuttavia il capolavoro dell'album e' "The Loner", traccia in cui si presagisce il futuro sound che verra' creato con i Crazy Horse, e restera' tra i grandi classici di Neil Young. Sara' un insuccesso commerciale totale, il suo unico album a non entrare nelle classifiche, dopo pochi mesi lo stesso Neil Young insoddisfatto dei risultati remixo' l' intero album, alzando il volume della voce e sovraincidendo alcune parti di chitarra, che caratterizzano questa seconda versione negli Stati Uniti, mentre nel resto del mondo l' album continuo' ad essere stampato con il primo mix.
Euro
400,00
codice 225684
scheda
Zappa frank    Absolutely free (1st state cover!!!)
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1967  verve 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rara stampa americana nella versione monofonica, non si tratta pero' della gia' di per se' molto rara prima versione delle varie ormai note, ma, RARAMENTE VISTA IN VENDITA, ESISTENTE IN POCHE COPIE E RIPORTATA DA POCHISSIME FONTI (persino le copie promozionali da noi riscontrate di questo disco hanno la versione successiva della copertina), LA PRIMISSIMA VERSIONE CHE POSSIAMO DENOMINARE "FIRST STATE COVER": SENZA TITOLO SUL FRONTE DELLA COPERTINA E SENZA BORDATURA BIANCA ATTORNO AI CARATTERI DEL TITOLO SUL RETRO; questa bordatura bianca ebbe la funzione di censurare la scritta "War Means Work For All" presente nell' artwork, e fu dapprima sovraimpressa (insieme al titolo sul fronte) alle copertine gia' stampate, e poi stampata (e con essa anche il titolo sul fronte) nella versione definitiva. Ovviamente ancora con il numero di catalogo sul fronte della copertina, in alto a destra, non seguito da una "X". SI TRATTA PERDIPIU' DI UNA DELLE RICERCATISSIME COPIE SENZA IL TITOLO DELL' ALBUM SUL FRONTE IN ALTO A SINISTRA. Pronto gia' nel gennaio del 1967, l' album venne pubblicato solo a Maggio, a causa di una disputa tra Zappa e la Verve/M.G.M. relativa appunto alla copertina. In particolare, nel collage di immagini e frasi presente sul retrocopertina, preparato dallo stesso Zappa, e' leggibile la provocatoria frase "War Means Work For All", strategicamente stampata sopra la bandiera americana. Nella versione ''provvisoria'' del disco la Verve trovo' il modo di rendere meno leggibile la frase contornando il titolo dell' album con un largo bordo bianco, che copre alcune lettere della frase incriminata; immediatamente dopo (anche la versione mono esiste ancora in questa versione definitiva) pur restringendo il bordo bianco del titolo, la scritta fu stampata con caratteri piu' chiari e meno leggibili; copertina apribile e cartonata, con disco estraibile dall'alto, all' interno della copertina apribile, nella parte sinistra in alto a destra, compare la pubblicita' per richiedere un libretto con i testi dell' album e le ultime copie della mappa pubblicizzata in "Freak Out", tale annuncio venne presto rimosso, etichetta blu con scritte e logo argento, catalogo V-5013, copia ancora fornita della originaria busta interna della Verve. Pubblicato in Usa il 26 maggio del 1967 a nome "Mothers of Invention" prima di ''We're only in it for the money'' e dopo ''Freak out'', giunto al numero 41 delle classifiche americane e non entrato in quelle inglesi dove venne pubblicato nell' ottobre del 1967. Il secondo album. Il genio di Zappa gia' a pieno dispiegato, opera ancora piu' eccessiva e caleidoscopica del primo lavoro , costruita con l'uso di loops, sperimentazioni , nastri manipolati, sovrapposti agli strumenti elettrici delle mothers, include una mini rock opera ''brown shoes don't make it'', il cui stile cambia e si trasforma ad ogni minuto, ed il cui contenuto tocca temi che vanno da stravinsky al rock'n'roll, in un mood schizofrenico dai testi folli e grotteschi, con uno sguardo cinico e disincantato ed al solito carico di lucidissimi attacchi al conformismo ed alla cultura americana. provocazione estetico sociale senza freni, e' un album di difficilissima fruizione e che richiede grande impegno, predisposizione e lunghi ascolti per essere compreso appieno.
Euro
500,00
codice 241441
scheda
Zappa frank    Absolutely free (1st state cover!!!)
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1967  verve 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rara stampa americana in stereo, non si tratta pero' della gia' di per se' molto rara prima versione delle varie ormai note, ma, PER LA TERZA VOLTA NEL NOSTRO CATALOGO, E RARAMENTE VISTA IN VENDITA, ESISTENTE IN POCHE COPIE E RIPORTATA DA POCHISSIME FONTI (persino le copie promozionali da noi riscontrate di questo disco hanno la versione successiva della copertina), LA PRIMISSIMA VERSIONE CHE POSSIAMO DENOMINARE "FIRST STATE COVER": SENZA TITOLO SUL FRONTE DELLA COPERTINA E SENZA BORDATURA BIANCA ATTORNO AI CARATTERI DEL TITOLO SUL RETRO; questa bordatura bianca ebbe la funzione di censurare la scritta "War Means Work For All" presente nell' artwork, e fu dapprima sovraimpressa (insieme al titolo sul fronte) alle copertine gia' stampate, e poi stampata (e con essa anche il titolo sul fronte) nella versione definitiva. Ovviamente ancora con il numero di catalogo sul fronte della copertina, in alto a destra, non seguito da una "X". SI TRATTA PERDIPIU' DI UNA DELLE RICERCATISSIME COPIE SENZA IL TITOLO DELL' ALBUM SUL FRONTE IN ALTO A SINISTRA. Pronto gia' nel gennaio del 1967, l' album venne pubblicato solo a Maggio, a causa di una disputa tra Zappa e la Verve/M.G.M. relativa appunto alla copertina. In particolare, nel collage di immagini e frasi presente sul retrocopertina, preparato dallo stesso Zappa, e' leggibile la provocatoria frase "War Means Work For All", strategicamente stampata sopra la bandiera americana. Nella versione ''provvisoria'' del disco la Verve trovo' il modo di rendere meno leggibile la frase contornando il titolo dell' album con un largo bordo bianco, che copre alcune lettere della frase incriminata; immediatamente dopo (anche la versione mono esiste in questa versione definitiva) pur restringendo il bordo bianco del titolo, la scritta fu stampata con caratteri piu' chiari e meno leggibili; copertina apribile e cartonata, con disco estraibile dall'alto, all' interno della copertina apribile, nella parte sinistra in alto a destra, compare la pubblicita' per richiedere un libretto con i testi dell' album e le ultime copie della mappa pubblicizzata in "Freak Out", tale annuncio venne presto rimosso, etichetta blu con scritte e logo argento, catalogo V6-5013. Pubblicato in Usa il 26 maggio del 1967 a nome "Mothers of Invention" prima di ''We're only in it for the money'' e dopo ''Freak out'', giunto al numero 41 delle classifiche americane e non entrato in quelle inglesi dove venne pubblicato nell' ottobre del 1967. Il secondo album. Il genio di Zappa gia' a pieno dispiegato, opera ancora piu' eccessiva e caleidoscopica del primo lavoro , costruita con l'uso di loops, sperimentazioni , nastri manipolati, sovrapposti agli strumenti elettrici delle mothers, include una mini rock opera ''brown shoes don't make it'', il cui stile cambia e si trasforma ad ogni minuto, ed il cui contenuto tocca temi che vanno da stravinsky al rock'n'roll, in un mood schizofrenico dai testi folli e grotteschi, con uno sguardo cinico e disincantato ed al solito carico di lucidissimi attacchi al conformismo ed alla cultura americana. provocazione estetico sociale senza freni, e' un album di difficilissima fruizione e che richiede grande impegno, predisposizione e lunghi ascolti per essere compreso appieno.
Euro
460,00
codice 237744
scheda
Zappa frank    Absolutely free (large white board on back)
Lp [edizione] originale  mono  usa  1967  verve 
  [vinile]  Very good  [copertina]  excellent rock 60-70
prima rara stampa americana IN MONO, copia con qualche segno di invecchiamento sul vinile, copertina nella prima versione (a parte poche copie esistenti di una fantomatica "first state cover") ancora con il numero di catalogo sul fronte della copertina, in alto a destra, non seguito da una "X", il titolo sul fronte e' stampato alla sinistra del volto di Zappa circa 4 cm. piu' in alto del sopracciglio, e sul retro il titolo ha un contorno bianco larco circa 3 mm., e non 1,5 mm. come nella versione definitiva. Pronto gia' nel gennaio del 1967, l' album venne pubblicato solo a Maggio, a causa di una disputa tra Zappa e la Verve/M.G.M. relativa alla copertina. In particolare, nel collage di immagini e frasi presente sul retrocopertina, preparato dallo stesso Zappa, e' leggibile la provocatoria frase "War Means Work For All", strategicamente stampata sopra la bandiera americana. Nella versione ''provvisoria'' del disco la Verve trovo' il modo di rendere meno leggibile la frase contornando il titolo dell' album con un largo bordo bianco, che copre alcune lettere della frase incriminata; immediatamente dopo (anche la versione mono esiste in questa versione definitiva) pur restringendo il bordo bianco del titolo, la scritta fu stampata con caratteri piu' chiari e meno leggibili; copertina apribile e cartonata, con disco estraibile dall'alto, all' interno della copertina apribile, nella parte sinistra in alto a destra, compare la pubblicita' per richiedere un libretto con i testi dell' album e le ultime copie della mappa pubblicizzata in "Freak Out", tale annuncio venne presto rimosso, etichetta blu con scritte e logo argento, catalogo V5013. Pubblicato in Usa il 26 maggio del 1967 a nome "Mothers of Invention" prima di ''We're only in it for the money'' e dopo ''Freak out'', giunto al numero 41 delle classifiche americane e non entrato in quelle inglesi dove venne pubblicato nell' ottobre del 1967. Il secondo album. Il genio di Zappa gia' a pieno dispiegato, opera ancora piu' eccessiva e caleidoscopica del primo lavoro , costruita con l'uso di loops, sperimentazioni , nastri manipolati, sovrapposti agli strumenti elettrici delle mothers, include una mini rock opera ''brown shoes don't make it'', il cui stile cambia e si trasforma ad ogni minuto, ed il cui contenuto tocca temi che vanno da stravinsky al rock'n'roll, in un mood schizofrenico dai testi folli e grotteschi, con uno sguardo cinico e disincantato ed al solito carico di lucidissimi attacchi al conformismo ed alla cultura americana. provocazione estetico sociale senza freni, e' un album di difficilissima fruizione e che richiede grande impegno, predisposizione e lunghi ascolti per essere compreso appieno.
Euro
175,00
codice 110308
scheda
Zappa frank    Absolutely free (yellow label promo
Lp [edizione] promozionale  mono  usa  1967  verve 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
STRAORDINARIA VERSIONE PROMOZIONALE CON ETICHETTA GIALLA (!!!), NATURALMENTE IN MONO (come tutte le copie promozionali), copertina nella primissima versione ancora con il numero di catalogo sul fronte della copertina, in alto a destra, non seguito da una "X", il titolo sul fronte e' stampato alla sinistra del volto di Zappa circa 4 cm. piu' in alto del sopracciglio, e sul retro il titolo ha un contorno bianco larco circa 1,5 mm. Pronto gia' nel gennaio del 1967, l' album venne pubblicato solo a Maggio, a causa di una disputa tra Zappa e la Verve/M.G.M. relativa alla copertina. In particolare, nel collage di immagini e frasi presente sul retrocopertina, preparato dallo stesso Zappa, e' leggibile la provocatoria frase "War Means Work For All", strategicamente stampata sopra la bandiera americana. Nella versione ''di prova'' del disco la Verve trovo' il modo di rendere meno leggibile la frase contornando il titolo dell' album con un largo bordo bianco, che copre alcune lettere della frase incriminata; immediatamente dopo (anche la versione mono esiste in questa versione definitiva) pur restringendo il bordo bianco del titolo, la scritta fu stampata con caratteri piu' chiari e meno leggibili; copertina apribile e cartonata, con disco estraibile dall'alto, all' interno della copertina apribile, nella parte sinistra in alto a destra, compare la pubblicita' per richiedere un libretto con i testi dell' album e le ultime copie della mappa pubblicizzata in "Freak Out", tale annuncio venne presto rimosso, etichetta gialla promozionale con scritte e logo neri, ed indicazione "Disc Jokey Record Not For Sale". Pubblicato in Usa il 26 maggio del 1967 a nome "Mothers of Invention" prima di ''We're only in it for the money'' e dopo ''Freak out'', giunto al numero 41 delle classifiche americane e non entrato in quelle inglesi dove venne pubblicato nell' ottobre del 1967. Il secondo album. Il genio di Zappa gia' a pieno dispiegato, opera ancora piu' eccessiva e caleidoscopica del primo lavoro , costruita con l'uso di loops, sperimentazioni , nastri manipolati, sovrapposti agli strumenti elettrici delle mothers, include una mini rock opera ''brown shoes don't make it'', il cui stile cambia e si trasforma ad ogni minuto, ed il cui contenuto tocca temi che vanno da stravinsky al rock'n'roll, in un mood schizofrenico dai testi folli e grotteschi, con uno sguardo cinico e disincantato ed al solito carico di lucidissimi attacchi al conformismo ed alla cultura americana. provocazione estetico sociale senza freni, e' un album di difficilissima fruizione e che richiede grande impegno, predisposizione e lunghi ascolti per essere compreso appieno.
Euro
400,00
codice 229885
scheda
Zappa Frank    Hot rats
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1969  Bizarre 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rara stampa americana, copertina apribile cartonata, etichetta blu e verde, catalogo RS6356, copia ancora completa della busta interna della Bizarre con foto di Zappa. Pubblicato in Usa il 10 ottobre del 1969 dopo ''Uncle meat'' e prima di ''Burnt weeny sandwich'', non entrato nelle classifiche Usa e giunto al numero 9 di quelle Uk dove usci' nel febbraio del 1970. L' ottavo album. Registrato tra l'agosto ed il settembre del 1969, publicato a nome Frank Zappa. Perlopiu' strumentale, e' uno dei suoi lavori piu' celebri, segnato dalla lunga ''Willie the pimp'' unico brano cantato, con alla voce l' amico-nemico Captain Beefheart, il disco e' un vero crogiuolo di stili diversi nel quale Zappa da' sfogo ai suoi incalcolabili interessi confezionando una delle opere che lo rappresenta meglio, in equilibrio tra stralunate canzoni ed episodi sperimentali e contemporanei. Hot Rats fu il primo solista di Frank Zappa registrato senza le Mothers, con la collaborazione di Ian Underwood, e' considerato il suo primo passo verso il jazz-rock ed e' certamente un classico del genere, geniale per il modo in cui assembla il jazz con il rock riuscendo a mantenere la brillantezza strumentale del primo e la vibrazione sporca del secondo, contiene tre lunghe jams in cui la chitarra elettrica da' il meglio di se' e consacrera' Frank come uno dei piu' grandi strumentisti della sua generazione. Gli arrangiamenti sono anch' essi eccezionali, come quelli addirittura futuribili , di "Peaches en Regalia" o i suoni di "Willie the Pimp", e certamente il violino elettrico di Jean-Luc Ponty, sommato ai contributi di Lowell George e Don "Sugarcane" Harris, aiutano il musicista in questa impresa, donando una carica emotiva inedita fino ad allora. Hot Rats e' un disco altamente innovativo, giustamente divenuto leggendario, il cui percorso anticipa tutto il movimento jazz-rock fusion e puo' essere paragonato, nelle intenzioni e nella tecnica, al Jeff Beck dei primi anni '70.
Euro
120,00
codice 244735
scheda
Zombies    in the beginning... the zombies (5lp box set)
LPBOX [edizione] nuovo  stereo  eu  1965  demon 
rock 60-70
box con cinque albums, realizzato nel febbraio del 2019 dalla inglese Demon; copertina in cartone rigido, con adesivo di presentazione sul fronte; contiene cinque lps, tutti in vinile colorato pesante 180 grammi, con rispettive copertine ed esclusive inner sleeves ricche di foto e note: ci sono i due albums veri e propri del gruppo, "Begin Here" (aprile 1965, qui in versione mono) e "Odessey and Oracle" (aprile 1968), l' album "Early Days", originariamente pubblicato dalla London in Usa nel 1969, l' album inedito "Continue Here", complementare ad "Early Days" nell' includere rari brani provenienti da singoli ed eps, inediti su album, e l' album "R.i.p." pubblicato in vinile per la prima volta nel 2010 dalla Dandelion, successore designato di "Odessey and Oracle" ma rimasto nei cassetti per decenni. "Early Days" contiene i brani Whenever You're Ready / Don't Go Away / She's Not There (Stereo Version With Studio Chat) / I Love You / Leave Me Be / Indication / She Does Everything For Me / You Make Me Feel Good / Tell Her No / I Want You Back Again (Alternate Version) / Kind Of Girl / I Must Move; l' album "Continue Here" contiene i brani Sometimes / It's Alright With Me / She's Coming Home / I Want You Back Again / Nothing's Changed / Is This The Dream / Remember You / Just Out Of Reach / Remember You (Soundtrack Version) / How We Were Before / Gotta Get A Hold Of Myself / Goin' Out Of My Head / I'll Call You Mine (Single Version). Gli Zombies si formano nel 1962 a St. Albans su impulso di Rod Argent e Colin Bluestone; iniziano da sonorità beat r 'n' b', per poi evolversi verso sperimentazioni psichedeliche. Tensioni interne portano al definitivo scioglimento nel 1967, nel momento di maggior successo; Argent formerà l'omonima band e Blunstone pubblichera' vari lavori solisti. Il gruppo si riformerà temporaneamente nei primi anni '90 e poi in forma piu' stabile nel 2004.
Euro
119,00
codice 3023608
scheda
Zoo    Presents chocolate moose
lp [edizione] originale  stereo  usa  1968  Sunburst 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
prima davvero molto rara stampa americana, copertina ancora incellophanata sebbene con qualche traccia di umidita' visibile sul retro in basso, etichetta (di dimensioni piu' piccole del normale) giallo/senape e bianca con logo rosso e giallo in alto, catalogo 7500. Questo gruppo californiano di Los Angeles incise un unico album, per l' etichetta Sunburst di Ed Cobb (produttore di Chocolate Watchband e Standells, tra gli altri), che produce e co-arrangia il disco. caratterizzato da brani dalle forti influenze soul e r'n'b, suonati pero' con un efficacissimo approccio rock, con la notevole chitarra distorta di Howard Leese in costante evidenza, ad arricchire il sound del gruppo di venature tra garage, heavy rock e psichedelia (sopratutto in alcuni brani della seconda facciata come "Love Machine" e "From A Camels Hump"). Dopo un singolo pubblicatto nel dicembre del 1968, il cantante Ira Welsley lascio' il gruppo, che sara' attivo di li' in avanti come Joyful Noise e come Mad Dog, suonando una ottima musica ancor piu' chitarristica, a tratti heavy, occasionalmente screziata di psichedelia, sebbene anche ricca di influenze roots davvero riuscite; in questo periodo suonarono spesso live con Captain Beefheart e registrarono privatamente in quattro settimane un album, di cui furono date alle stampe solo poche copie test pressing a nome Joyful Noise, mixato nel settembre del 1969. Purtroppo nessuna etichetta si interesso' al progetto ed il gruppo disilluso si sciolse nel 1970, nello stesso anno il produttore riusci' a piazzare tre brani del gruppo nella colonna sonora del B movie "Black angels", saranno queste le uniche testimonianze del gruppo ufficali per decenni, prima che il test pressing fosse finalmente ristampato, accreditato stavolta ai Mad Dog.
Euro
150,00
codice 235684
scheda
Zoot money's big roll band    Zoot ! live at klook's kleek
Lp [edizione] originale  mono  uk  1966  columbia 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
prima estremamente rara stampa inglese in mono, copertina laminata sul fronte e flipback su tre lati sul retro, pressata da "Garrod & Lofthouse", etichetta nera con scritta Columbia nera e blu ("blue/black") con scitta lungo la circonferenza che inizia con "The Gramophone co'', con catalogo preceduto dal prefisso ''SX'', con ''Sold in the Uk subject to resale price, see price list''. Pubblicato in Inghilterra nell' ottobre del 1966 dopo ''It should' ve been me'' e prima di "Welcome to my head'', non entrato nelle classifiche Uk ne' in quelle Usa. Il secondo album. Registrato live al leggendario Klook's Kleek con una formazione che vedeva Zoot Money, un giovanissimo Andy Summers , Johnny Almond , Nick Newall, Paul Williams, e' certamente da considerarsi uno dei piu' importanti capitoli dell'intero British R&B tmai registrati su disco, musicalmente l'opera vede influenze che vanno dal Memphis Sound al Motown, con la gia' straordinaria ed originalissma chitarra di Andy Summers. Gli Zoot Money's Big Roll Band furono il primo gruppo importante del tastierista britannico Zoot Money (vero nome George Bruno): attivi dalla prima meta' degli anni '60, attraverso vari cambi di formazione elaborarono intono alla meta' del decennio un raffinato melange di r'n'b, soul e venature jazzate, che raccolse il plauso del pubblico dei locali londinesi e propizio' la pubblicazione di due album, usciti nel 1965 e nel 1966. Il nucleo del gruppo, guidato da Money, si trasformo' nel luglio del 1967 in uno dei piu' leggendari gruppi della psichedelia inglese, i Dantalian's Chariot, con in formazione anche un certo Andy Somers (aka Summers), a sua volta gia' membro della Big Roll band. Divennero nei mesi successivi uno dei piu' apprezzati gruppi dello underground londinese, e le loro esibizioni dal vivo ai club come il Middle Earth e l'UFO sono rimaste nella leggenda sia per il loro sound che per il loro light show, considerato generalmente il migliore in circolazione all'epoca. Scioltsi i Dantalion's Chariot, Money ando' negli USA, dove pochi mesi dopo si ritrovo' insieme a Summers nei New Animals di Eric Burdon, con i quali incisero l'album ''Love is'', che contiene fra l'altro una lunga versione di ''Madman running through the fields''.
Euro
220,00
codice 110001
scheda
Zorn john    Naked city
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1989  elektra nonesuch 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
prima rarissima e ricercata stampa USA, copertina (con giusto lievi segni di invecchiamento) con barcode, label grigia chiara che sfuma in bianco, scritte nere, logo Elektra Nonesuch rosso e nero in alto, catalogo 979238-1. Pubblicato nel 1989 dalla Elektra Nonesuch negli USA ed in Europa, questo album accreditato a John Zorn è strettamente collegato al primo album dei Naked City, sigla dietro la quale si cela lo stesso Zorn, compositore, sassofonista e multi-strumentista che ha dato anima alle proprie improvvisazioni fondendo musica classica, moderna, jazz e grindcore, tra gli autori dei progetti più estremi della musica di ricerca e d'avanguardia; tutti i brani di questo album dalla durata inferiore ad un minuto vennero inseriti anche nell'album dei Naked City ''Torture garden''. Ventitré brevi o brevissimi brani, eclettici ed esplosivi, fra free jazz ed art rock, ma anche con saltuarie divagazioni pop e r'n'b in una manciata di episodi: un disco che come ''Torture garden'' spiazza l'ascoltatore ed irride convenzioni e cliches. In questa formazione dei Naked City partecipano: Bill Frisell, affermato chitarrista jazz considerato dalla critica specializzata tra le avanguardie più propositive ed innovative del genere, alle tastiere Wayne Horvitz con alle spalle oltre venti anni di attività e dedizione alla musica contemporanea, tra i protagonisti all'interno della scena creativa off-jazz, grazie alla sua passione per la musica rock jazz elettronica che gli permetteranno di crearsi un proprio timbro distintivo dove risalta un gusto per la melodia sottile e per la sua trasgressione, timbri oscuri, ripetizione ed minimalismo, ma anche per lo swing e per la velocità esecutiva. Chiudono infine la formazione la sezione ritmica formata dalla batteria di Joey Baron, soprannominato Killer Joey, altra figura principe della scena jazz di New York capace di dosare e modulare la propria irruenza adattandosi agli accompagnamenti più delicati, ed infine in qualità di special guest il cantante Yamatsuka Eye, leader dei giapponesi Boredoms, trio di ispirazione anarchica alla testa dell'onda punk nel paese del sol levante capaci di spericolate fusioni tra metal, jazz e rhytm and blues, un caos strumentale frastornante sul quale si innesta un egocentrico vocalismo, fatto di urla e dissonanze.
Euro
110,00
codice 331416
scheda

Page: 32 of 32

«---  1 ... 24 25 26 27 28 29 30 31 32  ---»
Pag.: oggetti: