Hai cercato:  immessi ultimi 60 giorni --- Titoli trovati: : 1957
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Abba arrival
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1976  polar 
rock 60-70
ristampa corredata di inner sleeve, copertina pressoche' identica a quella della originaria tiratura. Pubblicato in Svezia nell' ottobre del 1976 (in Inghilterra usci' a novembre ed in America usci' nel gennaio del 1977), giunto al primo posto delle classifiche inglesi ed al 20esimo di quelle americane, il quarto album (considerando anche il primo "Ring Ring" uscito solo in Svezia e pochi altri paesi), dopo "Abba" e prima di "The Album". Il gruppo svedese di Stoccolma e' ormai nel pieno della sua esplosione commerciale su dimensioni planetarie. L' album fu spinto dai singoli "Dancing Queen", "Money Money Money" e "Knowing Me Knowing You", testimonianza di una ricetta pop apparentemente facile facile, ed invece complessa e raffinatissima.
Euro
29,00
codice 2113996
scheda
Abba the album
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1977  polar 
rock 60-70
Ristampa in vinile 180 grammi con copertina apribile. Pubblicato in UK nel gennaio del 1978, giunto al numero 1 delle classifiche UK ed al numero 14 di quelle USA dove usci' nel febbraio dello stesso anno. Il quarto album. Il lavoro che traghetta gli Abba da fenomeno della musica Europea a successo mondiale, vede l'inserimento nella musica del quartetto di suggestioni provenienti dalla California ed in paricolare dai Fleetwood Mac oltre a tentazioni progressive, tra i brani le celeberrime "The Name of the Game", "Eagle", "Take a Chance on Me", capolavoro del popdanceprogressive rock del decennio, vede anche episodi piu' complessi quali "Move On" e "Hole in Your Soul", e sulla seconda facciata l'avventuroso "mini-musical" chiamato ''Girl With the Golden Hair'' che contiene tre movimenti tra di loro legati.
Euro
29,00
codice 2113995
scheda
Abba visitors (180 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1981  polar 
rock 60-70
ristampa in vinile 180 grammi, rimasterizzata , copertina pressoche' identica alla prima tiratura uscita in Svezia su Polar, con inner sleeve con testi sagomato. Pubblicato in Usa nel gennaio del 1982 , giunto al numero 29 delle classifiche Usa e al numero 1 di quelle Uk dove usci' nel dicembre del 1981, il settimo ed ultimo album del gruppo svedese. Fu registrato in un periodo di grandi problemi personali, in particolare riguardanti Benny Andersson e Frida che divorziarono dopo che anche Bjorn Ulvaeus ed Agnetha Faltskog avevano compiuto lo stesso passo; nonostante queste difficolta' "The Visitors" e' l' opera piu' sofisticata e raffinata prodotta fino a quel momento dal gruppo. Tra i brani ''Visitors'', "When All Is Said and Done", "Two for the Price of One", "Like an Angel Passing Through My Room", "Slipping Through My Fingers", "One Of Us", "Head Over Heels". Nonostante i membri avessero dichiarato di voler lavorare ancora insieme, la nascita del progeto solista di Andersson e Ulvaeus, Chess, rese di fatto impossibile ogni tentativo in questa direzione. Il gruppo svedese di Stoccolma ebbe nella seconda metà del decennio una esplosione commerciale su dimensioni planetarie che li avrebbe resi uno dei nomi più celebri della propria epoca. La loro era una ricetta pop apparentemente facile, ed invece complessa e raffinatissima, in particolare nelle bellissime parti vocali, per quanto assolutamente accessibile ad un vasto pubblico di giovanissimi; erano anche noti per il loro perfezionismo in studio.
Euro
29,00
codice 2113997
scheda
Abba voulez vous
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1979  polar 
rock 60-70
ristampa con copertina pressochè identica all'originale. . Il sesto album in assoluto ed il quinto americano, uscito dopo ''the album'' e prima di "super trouper'', include '' voulez vous'', '' i have adream'', ''angel eyes'', "does your mother know'' e ''chiquita'', tutti singoli nella top 5 inglese. In America fu disco d'oro con 500.000 copie vendute.
Euro
29,00
codice 2113728
scheda
Abba Waterloo
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1974  polar 
rock 60-70
Accreditato a nome ''Abba (Bjorn, Benny, Anna & Frida)'', ristampa rimasterizzata in vinile 180 grammi. Pubblicato nel 1974 prima di ''Abba'', giunto al numero 145 delle classifiche Usa (dove usci' ad Agosto) ed al numero 28 di quelle Uk (dove usci' nel maggio dello stesso anno). Il primo album pubblicato anche in America; con un brano nella top ten americana, la title track, e "Honey, Honey," un altro singolo di discreto successo, apri' loro le strade per il successo planetario. E' un lavoro atipico nella loro discografia, per prima cosa i due uomini nel gruppo cantano piu' del solito, inoltre la musica spazia dal reggae al folk-rock, e persino all' hard rock, pur mantenendo le sue essenziali prerogative pop. Tra i brani, piu' vicina al reggae ed alla musica caraibica "Sitting in the Palmtree", mentre "King Kong Song" presenta un feeling tra glam ed hard rock con distorsioni chitarristiche a cura di Janne Schaffer. Ovviamente vi sono gia' presenti tutti gli ingredienti che faranno si' che il loro sound divenga popolarissimo in tutto il mondo, le melodie pop, gli intrecci vocali, vedi "Hasta Manana," che ricorda la migliore Mary Hopkin, o "Dance (While the Music Still Goes On)", archetipo del fututo suono Euro-disco. Lavoro assolutamente riuscitissimo e per certi versi persino rivoluzionario, venne definito dalla critica americana all'epoca della sua uscita come ''una via di mezzo tra i Four Seasons di "Dawn" ed i Beach Boys di "Don't Worry Baby". Non un complimento da poco.
Euro
29,00
codice 2113998
scheda
Abdul malik ahmed Sounds of africa
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1961  new jazz 
jazz
Copertina senza codice a barre. Ristampa pressoche' identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1962 dalla New Jazz negli USA, inciso al Rudy Van Gelder Studio di Englewood Cliffs, New Jersey, il 22 agosto del 1962, da Ahmed Abdul-Malik (contrabbasso, oud), Richard Williams (tromba), Rupert Alleyne (flauto), Bilal Abdurrahman (clarinetto, darubeka), Edwin Steede (sax alto), Taft Chandler (sax tenore), Calo Scott (violoncello, violino), Rudy Collins (batteria), Chief Bay (tamburi africani) e Montego Joe (congas, bongos), con l'eccezione del brano ''Out of nowhere'', inciso al Rudy Van Gelder Studio di Englewood Cliffs, New Jersey, il 23 maggio del 1961, da Tommy Turrentine (tromba), Bilal Abdurrahman (clarinetto, percussioni), Eric Dixon (sax tenore), Calo Scott (violoncello), Ahmed Abdul-Malik (contrabbasso) ed Andrew Cyrille (batteria). Questo album fu all'epoca della sua uscita un lavoro molto coraggioso ed avanti con i tempi, grazie al serio e determinato intento di condurre il jazz moderno verso le sue radici africane, come attestano episodi quali la lunga ''Communication'', con le sue ritmiche articolate ed al tempo stesso percorse da un impeto tribale che si richiama direttamente all'Africa, generando al tempo stesso una sorta di funk primordiale; una strada simile e' percorsa con ''Nadusilma'' e ''Suffering'', con risultati suggestivi che si allonanano decisamente dalle melodie del jazz mainstream di inizio anni '60. Altri episodi, come ''Wakida hena'' ed ''African bossa nova'', sembrano voler ricollegare le sonorita' afrolatine con le radici africane, in modo piu' giocoso e solare. Questa la scaletta: ''Wakida hena'', ''African bossa nova'', ''Nadusilma'', ''Out of nowhere'', ''Communication'', ''Suffering''. Il contrabbassista newyorchese di origini sudanesi Ahmed Abdul-Malik (1927-1993) e' considerato uno dei primi musicisti a portare influenze di musica non occidentale nel jazz; oltre al contrabbasso suonava infatti anche lo oud, strumento a corda mediorientale, che impiego' sia nelle sue collaborazioni come sideman (anche con John Coltrane) che in quelle come leader.
Euro
26,00
codice 2113832
scheda
Abraxas Monte carlo (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2022  suicide squeeze 
indie 2000
edizione limitata in vinile 180 gr. colorato rosa. coupon per download digitale, fascetta laterale di presentazione. Il debutto del gruppo formato da Arolina Faruolo (ex los bitchos) e Danny Lee Blackwell dei Night beats. Progetto nato dai due amici di lunga data (residenti una nel Regno Unito, l'altro in Texas) durante la pandemia come via di fuga piena di colori latini, con riferimenti alla tropicalia brasiliana come al doo-wop e R&B o alla psichedelia turca degli anni 70. "Il pianeta Abraxas è un mondo pieno di giungle, fiumi coperti di nebbia, pantere in agguato nella notte, centri commerciali desolati, cittadelle neolitiche e mura consumate dalla sabbia", dice Blackwell a proposito del disco. Il duo cerca di unire la provenienza sudamericana della Faruolo, nata in Uruguay, appassionata di Cumbia e la visione del soul e rock internazionale di Blackwell. Riferimenti a Khruangbin.
Euro
30,00
codice 2114652
scheda
AC/DC Back in black
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1980  columbia 
rock 60-70
Ristampa pressoche' identica alla prima tiratura del 1980, in vinile pesante, con copertina con nome del gruppo e titolo "embossed" in rilievo e note e foto sull'inner sleeve non presenti sull'originale. Il loro ottavo album, uscito originariamente nel Luglio del 1980 su Atlantic, pubblicato dopo "Highway To Hell" e prima di "For Those About To Rock", giunto al numero 1 delle classifiche UK ed al numero 4 di quelle USA. Il primo disco senza Bon Scott, fulminato da una scossa elettrica del microfono nel Febbraio del 1980, rimpiazzato da Brian Johnson gia' con i Geordie, vendera' sedici milioni di copie negli USA soltanto, il nuovo cantante, potente come Bon Scott ma piu' bluesy e pieno di entusismo, sara' ben accolto sia dalla critica che dal pubblico. Questo lp uscito solo 5 mesi dopo la morte di Scott, ed a lui ovviamente dedicato, e' certamente da annoverarsi tra i grandi classici dell' hard rock del decennio, lo stile e' quello classico, chitarre violente e distorte, voce in primo piano, con brani che fanno tutt'ora parte del repertorio live del gruppo, ''back in black'', ''hell's bells'', ''shoot to thrill'', ''rock and roll ain't noise pollution'', ''you shook me all night long''. Il disco e' stato inserito dalla critica europea, durante il referendum del 1999, nella sezione ''hard and heavy'' nella top 5 degli albums di tutti i tempi insieme a Led Zeppelin 2, l'omonimo Van Halen, "Are you experienced" di Jimi Hendrix e "Paranoid" dei Black Sabbath.
Euro
27,00
codice 2114309
scheda
Ac/Dc highway to hell
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1979  columbia 
rock 60-70
Ristampa in vinile pesante, pressoche' identica alla prima tiratura del 1979, con copertina liscia a busta corredata di inner sleeve con foto e note esclusive, etichette nere con scritte bianche e logo "AC/DC" in rosso. Uscito nell'agosto del 1979 dopo ''If you want blood you got it'', e prima di ''Back In Black'', giunto al numero 8 delle classifiche UK ed al 17 di quelle UK. Il primo album di grande successo, specie negli stati uniti, dove entrano in classifica per la prima volta, e' un lavoro carico e dirompente che riesce a sposare perfettamente gli elementi hard rock classici dell'inizio del decennio con le tensioni della n.w.o.b.h.m. di li' a venire, qui prendono forma i riferimenti satanici che si svilupperanno nei futuri albums e l'inserimento del nuovo bassista Cliff Williams dona una maggiore affidabilita' alla ritmica. Infine, da non dimenticare che e' anche l'ultimo lavoro che vede la formazione originaria, con alla voce Bon Scott, che morira' nel febbraio del 1980. Formatisi a Sidney in Australia, gli AC/DC sono uno dei piu' popolari ed influenti gruppi della storia del rock duro. Artefici di un brutale hard rock guidato dagli assalti chitarristici dei fratelli Angus e Malcolm Young, che abbina potenza e divertimento con un'attitudine selvaggia tipica di molto rock australiano, gli AC/DC esordiscono su lp in Australia con ''High voltage'' e ''T.N.T.'' nel 1975, poi compilati in parte nell'album d'esordio internazionale, anch'esso intitolato ''High voltage'' (1976). Seguono lp storici come ''Dirty deeds done dirty cheap'' (1976), ''Let there be rock'' (1977) e ''Highway to hell'' (1979), che fanno entrare il gruppo nella leggenda. La loro popolarita' resta ovviamente alta nei due decenni successivi, anche grazie agli infiammati live show del gruppo, guidati dall'istrionico Angus Young.
Euro
27,00
codice 2115188
scheda
Ac/dc live from the atlantic studios
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1977  Atlantic / private 
rock 60-70
Ristampa private press, copertina lucida senza codice a barre, etichetta nera con scritte e logo bianchi. "Live From the Atlantic Studios" e' un eccezionale album live degli AC/DC pubblicato originariamente sul box "Bonfire" e registrato live presso gli Atlantic Recording Studios di New York, il 7 Decembre 1977 (notevolissima la qualita' di registrazione), tra gli albums "Let There Be Rock" e "Powerage", poi remixato da George Young. Il disco vide la luce come lp separato solo come Radio Station Promo nel 1978, e venne stampato in CD nel 1986. Il concerto degli AC/DC da cui l'album e' tratto fu il primo di una serie di eventi organizzati a scopo promozionale dalla Atlantic Records. Contiene i seguenti brani: "Live Wire", "Problem Child", "High Voltage", "Hell Ain't a Bad Place to Be", "Dog Eat Dog", "The Jack", "Whole Lotta Rosie", "Rocker".
Euro
18,00
codice 3029758
scheda
Ac/dc Tasmanian devils (hobart city hall, 7th january 1977)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1977  parachute 
rock 60-70
doppio album in vinile 140 grammi, copertina apribile. Pubblicato nel 2019, contiene la registrazione (grezza ma senza nulla togliere alla potenza della band) dell' intero concerto effettuato dalla grande hard rock band australiana il 7 gennaio del 1977 all' Hobart City Hall, Tasmania, Australia, tra gli albums "Dirty Deeds Done Dirt Cheap" e "Let There Be Rock". Questa la lista dei brani: 1 Intro (Love Song)/Dirty Deeds Done Dirt Cheap 2 She's Got Balls 3 Problem Child 4 Live Wire 5 The Jack 6 Jailbreak 7 T.N.T. 8 Can I Sit Next To You, Girl? 9 High Voltage 10 Baby, Please Don't Go 11 Rocker
Euro
17,00
codice 2114089
scheda
Acqua fragile Acqua fragile
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1973  sony music / rca / numero uno 
rock 60-70
Ristampa del 2016 ad opera della Sony Music / RCA / Numero Uno, con copertina apribile "regolare" (era apribile a poster quella della originaria molto rara tiratura su Numero1). Originariamente pubblicato nel 1973 dalla Numero Uno, il primo album, uscito prima del successivo (ed ultimo) "Mass Media Stars" (1974). Questo è uno dei pochi album di rock progressivo italiano cantati interamente in lingua inglese, e nelle sue melodie si avverte una chiara influenza dei Genesis (anche nel cantato di Bernardo Lanzetti, che presenta affinità con quello di Peter Gabriel) e dei Gentle Giant, attraverso sette brani di durata media e lunga, con begli intrecci di chitarra elettrica e di un solenne organo, atmosfere drammatiche, talora oscure, brevi intermezzi pastorali elettroacustici ma anche potenti accelerazioni ritmiche. Gruppo progressivo formato a Parma nel 1971, che includeva tre ex membri degli sciolti Immortali, gli Acqua fragile erano un quintetto fronteggiato dal cantante Bernardo Lanzetti. Notati dalla PFM e dal loro manager Franco Mamone, suonarono di spalla ad importanti band straniere come Soft Machine e Uriah Heep, e realizzarono due album piuttosto peculiari nell'ambito del prog italiano, principalmente perche' cantati in inglese, ''Acqua fragile'' (1973) e ''Mass media stars'' (1974). Dopo quest'ultimo album, Lanzetti lascio' il gruppo per unirsi alla PFM, e gli Acqua Fragile si sciolsero nel 1975.
Euro
26,00
codice 3514768
scheda
Actress (new york dolls) Actress: Birth Of The New York Dolls - 1971 demos
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1971  get back 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
L' originale stampa, realizzata in esclusiva dalla italiana Get Back nel 2000, in vinile 180 grammi, copertina lucida, inner sleeve con note, catalogo GET60. La prima realizzazione vinilica dell' album pubblicato in cd nel 1997 con il titolo "Dawn of the Dolls". Di importanza storica enorme, ed imperdibile contenuto musicale, l' album contiene i leggendari demos registrati durante il 1971 dalla seminale band newyorkese attiva con il nome di Actress, dalle cui ceneri avrebbero pochi mesi preso formai New York Dolls. La formazione era guidata da Johhny Thunders, chitarra e voce, e vedeva Arthur Kane al basso, Billy Murcia alla batteria e Rick Rivets alla chitarra; Rivets (poi nei Brats, nei Corpse Grinders e negli Slugs), lascera' il posto, nei neonati New York Dolls, a Syl Sylvain, che vedranno anche l' ingresso di David Johansen alla voce, mentre Murcia morira' purtroppo per un mix di droga ed alcool nel 1972, prima che i Dolls registrassero per la Mercury il loro primo epocale album, dove la batteria sara' suonata dal suo sostituto Jerry Nolan. Senza ancora l' istrionico Johansen alla voce, l' impatto del suono della band e' molto piu' asciutto e garagey, grezzo e graffiante, visceralmente proto-punk sebbene chiaramente ancora legato al garage degli anni '60; difficile calcolare l' importanza di questo tassello nella ricca storia del rock americano, come dimostrano inequivocabilmente questi brani, tra cui soltanto due saranno ripresi dai Dolls: "It's Too Late" e "That's Poison"; che pero' vedra' il suo titolo cambiato in "Subway Train". Questa la scaletta dei brani: A1 That's Poison A2 I Am Confronted A3 It's Too Late A4 Oh Dot! A5 I'm A Boy, I'm A Girl B1 Coconut Grove B2 Take Me To Your Party B3 Oh Dot! (Take 2) B4 It's Too Late (Take 2) B5 We Have Been Through This Before B6 Why Am I Alone?
Euro
30,00
codice 254295
scheda
Adderley cannonball somethin' else (+1 track)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1958  waxtime 
jazz
ristampa in vinile 180 grammi, rimasterizzata con sistema "DMM" (Direct Metal Mastering), copertina pressoche' identica sul fronte a quella della originaria rara tiratura, con note supplementari sul retro, versione arricchita della presenza di una traccia aggiunta, "Allison's Uncle", proveniente dalle stesse sessions dell' album. Il celebre album pubblicato dalla Blue Note nel 1958, inciso nel Rudy Van Gelder Studio di Hackensack, New Jersey, il 9 marzo del 1958 con formazione a cinque composta da Cannonball Adderley (sax alto), Miles Davis (tromba), Hank Jones (pianoforte), Sam Jones (contrabbasso) e Art Blakey (batteria). Julian "Cannonbal" Adderley, uno dei massimi interpreti del sassofono alto, si uni' al gruppo di Miles Davis verso la fine del 1957, dando il suo prezioso contributo a dischi storici come "Milestones" (1958) e "Kind of Blue" (1959), e vedendo ricambiato il contributo in questo album, considerato uno dei massimi capolavori di Adderley, realizzato con una formazione a dir poco stellare, in cui l'eleganza della tromba di Davis e del pianoforte di Jones si integrano magistralmente con il soave sax di Cannoball. La scaletta comprende cinque brani, "Autumn leaves", "Love for sale", "Somethin' else", "One for daddy-o" e "Dancing in the dark".
Euro
17,00
codice 2114453
scheda
Adicts songs of praise
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1981  dwed wecords 
punk new wave
ristampa del 2017, in vinile 180 grammi, copertina lucida senza barcode, pressoche' identica alla prima rara tiratura. Pubblicato originariamente nell' ottobre del 1981, e giunto al 15esimo posto della classifica indipendente inglese, il primo album della storica punk band, prima del successivo "Sound Of Music", che un anno dopo regalera' al pubblico una inattesa popolarita'. Il primo nucleo degli Adicts si chiama Afterbirth & the Pinch e nasce a Ipswich, Gran Bretagna, alla fine del 1975. Quella stessa formazione aveva esordito discograficamente con l' ep "Lunch With The Adicts" nel gennaio del 1980 e quindi giunse alla pubblicazione di questo lp, disco di notevole bellezza, purtroppo oscurata forse dai dischi successivi, progressivamente piu' opachi, e dalla immagine stessa del gruppo, ripresa dai "drughi" del celeberrimo film "Arancia Meccanica" di Stanley Kubrick, che ebbe il merito/demerito di far parlare di loro troppo spesso per motivi extra musicali. Un peccato, perche' particolarmente questo album va annoverato tra i migliori frutti della scena inglese dei primi anni '80, con i suoi taglienti 16 episodi tra punk rock, interessantissime contaminazioni "post punk", effine in alcuni episodi, curiosamente, a certo hardcore californiano tanto potente ed affilato quanto capace di trovare nella melodia la sua forza di penetrazione (un nome per tutti, gli Adolescents), o talvolta venato di atmosfere vagamente oscure (non era ancora uscito il primo album dei Lords of the New Church, che pero' in piu' di un momeno vengono in mente. Insomma, un disco di notevole bellezza e grande originalita', assai sottovalutato, e ricco di episodi memorabili (uno dei quali, "Viva La Revolution", sara' riletto anni dopo dai Savage Republic!). La formazione e' tutt'ora attiva, con lo stesso nucleo originario: Keith "Monkey" Warren, voce, Mel Ellis, basso, Pete Dee Davison, chitarra e Michael "Kid Dee" Davison, batteria, a cui con il tempo si sono aggiunti il fratello di Mel Ellis, Scruff (chitarra), il tastierista James Harding e Dan Gratziani (violino).
Euro
23,00
codice 2114076
scheda
Adolescents brats in battalions
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1987  triple x / nickel and dime 
punk new wave
ristampa in vinile colorato, copertina pressoche' identica alla davvero rara prima tiratura uscita nel 1987 su S.O.S. Records (etichetta subito dopo la pubblicazione di questo disco andata in bancarotta), del secondo eccellente album della band di Orange Country, California, uscito a distanza di circa sei anni dallo storico primo "Adolescents" (uno dei massimi capolavori non solo dell'hardcore statunitense, ma di tutta la storia del punk rock!). Registrato con una line up che accanto ai soliti Rikk Agnew, Steve Soto e Tony Montana vede adesso impegnati Sandy Hanson ed Alfie Agnew, questo disco riusci' nell' intento di non far rimpiangere il suo straordinario predecessore, e sebbene certo non ne eguagli la bellezza ne' la grandissima importanza storica, contiene 13 episodi notevolissimi, tra cui nuove versioni delle tre tracce dell' ep "Welcome to Reality" pubblicato qualche tempo dopo l' album d'esordio nel 1981: davvero impagabile il piacere di risentire "Welcome to reality", "Losing battle" e "Things start moving" finalmente suonate con Rikk Agnew alla chitarra, uscito dal gruppo all' epoca della registrazione di quell' ep. Tutto l' album si mantiene comunque su elevatissimi livelli, come al solito diviso tra episodi brevi e serratissimi, "anthems" che mettono insieme la ferocia dell'hardcore e una personalissima vena "melodica" ed episodi atipici che esaltano le doti di Rikk Agnew (gia' in una delle primissime line up dei Social Distortion, poi autore dopo l' album d'esordio degli Adolescents di un bellissimo album solista, con i Christian Death dell'immenso "Only Theatre of Pain" e con i D.I.). E tra i brani, versioni adrenaliniche di "House of the Rising Sun" e "I Got A Right". Solo un anno dopo questo album la band pubblico' il meno aggressivo "Balboa Fun Zone", ricomparendo saltuariamente anche negli anni a venire.
Euro
33,00
codice 2113898
scheda
Adolescents Oc Confidential (blue vinyl)
lp [edizione] seconda stampa  stereo  eu  2005  opposite prod / guerilla vinyl 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
La seconda molto rara stampa, edizione limitata in VINILE BLU, pressata in sole 500 copie, dopo le prime 1000 in vinile bianco, etichtta custom, copertina senza barcode, inner sleeve con foto e testi. Per la prima volta stampato in vinile nell' agosto del 2011, dopo che l' album era uscito originariamente solo in cd su Finger records nel luglio del 2005. Pubblicato a distanza di 17 anni dal precedente "Balboa Fun Zone" del 1988, e prima del successivo "Fastest Kid Alive", il quarto album in studio per la storica band hardcore punk californiana di Orange County, eccellente comeback (momentaneo, mentre il successivo sara' piu' duraturo) che li vede tornare ai livelli del secondo "Brats In Battalions" del 1987. Gli Adolescents, con una line up che vede impegnati ancora i membri fondatori Tony Reflex (alias Tony Montana, o Tommy Cadena) alla voce e Steve Soto al basso (in passato anche con i Legal Weapon), qui' con Frank Agnew alla chitarra (dal 1980 continuamente dentro e fuori dagli Adolescents, ma anche con Social Distortion, Legal Weapon e T.S.O.L.), fratello del mebro fondatore Rikk Agnew, e Derek O' Brien alla batteria (ex Social Distortion, D.I., Agent Orange), con una vena certo meno feroce e rabbiosa che nel primo magnifico e storico album "Adolescents" del 1981, ed un approccio relativamente piu' melodico e piu' "rock" che negli esordi, ma senza inadeguate contaminazioni "moderniste" che non giovavano di certo al pur buono "Balboa Fun Zone", danno vita ad un album assolutamente convincente, che fa rivivere il loro inconfondibile sound. Tra i brani, particolarmente efficaci "Hawks and Doves" (scritta da Rikk Agnew), "Lockdown America", "Where the Children Play", "California Sun" (con le sue riuscite aperture surf punk), la serratissima "Pointless Teen Anthem", "Oc Confidential" (ancora con lo zampino di Rikk Agnew che co-scrive il brano).
Euro
35,00
codice 254062
scheda
Adolescents Presumed insolent (ltd. blue vinyl)
Lp [edizione] originale  stereo  eu  2013  concrete jungle 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
COPIA ANCORA INCELLOPHANATA, e con adesivo sul cellophane che indica l' edizione del disco, l' originale stampa, edizione limitata a mille copie in vinile blu, ormai molto rara, allegato coupon per il download dell'album da internet (riteniamo non piu' utilizzabile), completa di inner sleeve in carta con foto e testi, label nera con scritte bianche e titolo dell'album in grigio, catalogo 02088859CJR. Pubblicato nel luglio del 2013 dalla Concrete Jungle in Europa, il sesto album in studio, uscito dopo il quindo "Fastest Kids Alive" del 2011 e prima di "La Vendetta" (2014). "Fastest Kids Alive", uscito a distanza di sei anni dal precedente "OC Confidential", aveva segnato l' ennesimo ritorno della storica harcore punk band californiana che aveva esordito con lo storico e straordinario album "Adolescents" nel 1981, questo album confermo' questo comeback come per nulla estemporaneo, e difatti sara' seguito con diversi lavori successivi. La band di Orange Country vede qui ancora impegnati i membri fondatori Tony Reflex (alias Tony Montana, o Tommy Cadena) alla voce e Steve Soto al basso; insieme a loro troviamo qui Mike McKnight (ex Joyride) e Dan Root alle chitarre, quest' ultimo (ex Tender Fury e One Hit Wonder) appena entrato nella band. Come "Fastest Kid Alive", il disco sorprende positivamente per la verve che lo anima, con un punk rock solo in parte piu' levigato di quello dei gloriosi trascorsi del gruppo, ma graffiante quanto basta, ed ancora assolutamente riconoscibile e peculiare in gran parte degli episodi, con diversi momenti degni del passato del gruppo.
Euro
45,00
codice 254053
scheda
Adrenalin o.d. Let's barbeque (millennium edition 12" – rsd 2019)
12" [edizione] nuovo  stereo  usa  1983  beer city 
punk new wave
EDIZIONE LIMITATA a mille copie, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2019, allegata tessera per il download digitale dei brani, copertina apribile senza codice a barre e con foto inedite, label bianca e nera con logo Beer City in bianco e nero a destra, catalogo BCR202-1. Ristampa del 2019 ad opera della Beer City, in versione 12'' (la prima tiratura era su 7"), e con ben sei bonus tracks (l'inedita ''Scare tactics'', incisa durante le sessioni dell'ep ma non rifinita, avendo il gruppo terminato le risorse economiche per il mixaggio ed il mastering del brano, qui posto alla fine della prima facciata, dopo i sei brani dell'originario 7", e cinque brani tratti dal demo tape inciso dal gruppo nel 1982, posti sulla seconda facciata: ''A.O.D. Theme'', ''Entrapment'', ''Die for a cause'', ''Ass kisser'', ''Work song''). Originariamente pubblicato nel 1983 dalla Buy Our Records negli USA, non uscito nel Regno Unito, l'ep ''Let's barbeque'' è il molto raro primo disco degli Adrenalin O.D., precedente il primo album ''The wacky hi-jinks of...'' (1984). Sei brani, inediti su album, di tirato, sgangherato e sferragliante hardcore punk dai toni ironici e dall'approccio super-adrenalinico, crudissimo e con un sound chitarristico brutale per l'epoca: ''Suburbia'', ''Old people talk loud!'', ''Trans am'', ''House husband'', ''Mischief night'', ''Status symbol''. Formatisi nel New Jersey nel 1981, gli Adrenalin O.D. Sono ricordati per il loro approccio carico di ironia allo hardcore punk, ed al tempo stesso ispirato dal punk del 1977 (sia sponda Clash/Buzzcocks che Ramones). Il loro primo album ''The wacky hi-jinks of...'' uscì nel 1984, seguito nel 1987 da ''Humungousfungusamongus'' (1987), dischi i cui titoli lasciano intravedere l'amore del gruppo per i giochi di parole. Si sciolsero intorno alla metà degli anni '90 dopo quattro ulteriori album.
Euro
32,00
codice 2114493
scheda
Adverts Crossing the red sea (+singles/live
lp2 [edizione] nuovo  stereo  uk  1978  fire 
punk new wave
copertina apribile, inner sleeves con testi e note, vinile pesante, "custom labels", questo doppio album contiene tutti i brani del primo leggendario e magnifico album "Crossing the Red Sea With The Adverts", uscito nel febbraio del 1978 su etichetta Bright, tutti i brani dei primi quattro imprescindibili singoli usciti tra l' aprile del 1977 ed il gennaio del 1978 (su Stiff, su Anchor e su Bright) ed una facciata registrata dal vivo. Queste le note dell' album: Pubblicato nel febbraio del 1978 dalla Bright in Gran Bretagna, dove arrivo' al 38esimo posto in classifica, non uscito negli USA, ''Crossing the Red Sea'' e' l'album d'esordio degli Adverts, precedente ''Cast of thousands'' (1979). Prodotto da John Leckie, questo album e' considerato comprensibilmente uno dei piu' belli della storia del punk rock, e sebbene la sua influenza non sia stata paragonabile a quella degli esordi di Clash, Sex Pistols e Damned, almeno pari e' il suo valore strettamente musicale ed artistico; nessuno meglio di loro ha saputo sintetizzare le due fondamentali tendenze della scena punk inglese, quella piu' irruenta ed aggressiva e quella che, guardando all' esempio di certa "art music" degli anni '70 (i Roxy Music in primis), seppe anticipare molta della new wave a venire. Gli Adverts, grandissima punk band londinese, furono tra le voci senz'altro piu' interessanti ed originali del '77 inglese, con il loro punk rock feroce e melodico al tempo stesso, complesso ed articolato senz'altro piu' degli standard del tempo, straordinariamente personale e capace di produrre autentici "anthems" quali le leggendarie "One Chord Wonders", "Safety in Numbers" o "No Time to Be 21" (tutte gia' facciate A di storici singoli, il primo dei quali qui in versione diversa da quello che nell' aprile del '77 aveva rappresentato l' esordio del gruppo), o nuovi inni come l'indimenticabile "Bored Teenagers". Esordirono su lp con l'acclamato ''Crossing the red sea'' (1978); Un secondo album decisamente interessante ma discontinuo ed incerto ("Cast of Thousand") anticipo' poco piu' di un anno dopo la fine della band; di tutti, il cantante TV Smith fu negli anni a venire il piu' attivo, con i suoi TV Smith Explorers.
Euro
31,00
codice 2113651
scheda
Aerosmith rocks (180 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1976  columbia / sony / legacy 
rock 60-70
ristampa in viniel 180 grammi, corredata di inserto, copertina pressoche' identica alla prima tiratura uscita in Usa su Columbia. Pubblicato in Usa nel maggio del 1976 dopo '' toys in the attic'' e prima di '' draw the line'', giunto al numero 3 delle classifiche usa e non entrato in quelle uk dove usci' nel giugno dello stesso anno. il quarto album. pochi lavori hanno un titolo cosi appropiato come questo '' Rocks'', registrato nel momento in cui le droghe pesanti ed ogni genere di eccessi stavano minando seriamente la salute dell'intera band, il gruppo riesce ad eguagliare ed in qulche modo persino a superare il precedente splendido lavoro, ed anche se '' toys in the attic'' e' da molti dei fans considerato il loro lp piu' riuscito, e' in verita' questo che ne cattura meglio il lato piu' duro e di strada, contiene almeno due grandi classici della musica americana del decennio, '' back in the saddle'', e '' last child'', ma anche le meno celebri ma altrettanto superbe '' rats in the cellar'', '' combination'', '' get the lead out'', '' nobody's fault'', '' lick and promise'', '' home tonight'' sono tra gli episodi piu' belli, riusciti e ispirati della intera loro saga. un album veramente maestoso e che sfiora in piu' punti la perfezione ed il capolavoro.
Euro
25,00
codice 2115189
scheda
Affection place Affection place (ltd.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  fra  1980  cameleon 
punk new wave
Edizione limitata a 300 copie, copertina senza codice a barre, inserto con foto e note, label celeste e nera con scritte bianche e nere, logo Cameleon bianco in riquadro nero in alto, logo SACEM a destra, catalogo CAME77. Pubblicata nel 2019 dalla Cameleon, questa antologia compila dieci tracce inedite, registrate fra il 1980 ed 1981 da questa oscura formazione francese di Lione fondata nel 1978 da Peter Petersen (chitarra, voce, ex Négatif), Xavier Galliot (chitarra), Pierre Leca (basso) e Christian Bonnet (batteria); il loro manager era Bernard Meyet, il quale avrebbe ricoperto lo stesso ruolo per il gruppo multietnico Carte de Séjour. Gli Affection Place non pubblicarono alcun disco durante la loro breve carriera, ma furono parte inegrante della vitale scena rock lionese dell'epoca, suonando dal vivo nella regione ed aprendo alcuni concerti dei britannici Magazine di Howard Devoto nel Sud della Francia, oltre che di altri gruppi come Cramps ed A Certain Ratio; proprio ai Magazine è stata accostata la musica del gruppo, assolutamente post punk ed interessante esempio della new wave transalpina, seppure cantassero in lingua inglese, con brani dinamici dal sound secco e guidato dalle chitarre elettriche spigolose, ora sottilmente psichedeliche, ora irruvidite dall'influenza punk. Il gruppo si sciolse nel 1981 dopo aver inciso un demo allo Studio DB di Rennes; Petersen proseguì poi con Les Emotifs, Galliot con i Raison Pure. Questa la scaletta: "It's Not Simple To Forget Love", "For Every Day And All Night", "Aralia", "The Great Ice Barrier", "Broken Romantics", "Hallucination", "The Bay Tree Of The Night", "Secret Words", "Le Funambule", "Perfect Time".
Euro
25,00
codice 2114090
scheda
Afghan whigs how do you burn? (ltd. pink)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2022  royal cream / bmg 
punk new wave
EDIZIONE LIMITATA IN VINILE ROSA, pesante 180 grammi, copertina apribile con effetto metallizzato e parti "embossed" in rilievo sul fronte e sul retro, adesivo di presentazione su cellophane. A cinque anni dal precedente “In Spades” (2017), il terzo disco del dopo reunion degli storici Afghan Whigs, band di punta della scena alternative statunitense anni novanta. Descrizione completa a seguire. Afghan Whigs, storica band del panorama rock underground americano degli anni novanta. Nati nel 1986 da un’idea del cantante e chitarrista Greg Dulli e del bassista John Curley, sono e continuano ad essere una delle realtà più importanti della musica alternative a stelle e strisce, da quando si sono riformati nel 2011. Spesso accostati al calderone grunge, gli Afghan Whigs sono un gruppo musicalmente più sfaccettato : all’interno delle proprie influenze la band fa confluire hard rock, hardcore punk e musica black.
Euro
35,00
codice 3029634
scheda
African music machine black water gold
lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1972  soul power 
soul funky disco
ristampa pressocche' identica alla prima rara tiratura, copertina apribile, senza codice a barre, etichetta verde con scritte e logo neri, pubblicato per la prima volta nel 2001 questo disco finalmente da' la possibilita di ascoltare le incisioni del gruppo di colore della Louisiana basato a New Orleans, tutti gli otto brani contenuti nei loro unici quattro singoli pubblicati tra il 1972 ed il 1973 e da molti anni rarissimi e costosi, preda dei piu' accaniti collezionisti di funk music. Guidato dal bassista Louis Villory, che scrive o coscrive tutti gli otto brani presenti sul disco, il gruppo era quello che spesso l' etichetta Paula ed alcuni artisti locali utilizzavano per le loro incisioni, lo stesso che contribui' alla riuscita di un piccolo capolavoro come l' album "Free" di Fontella Bass, nel 1972; proprio in quel periodo decisero di uscire allo scoperto con una propria ragione sociale, che raggruppava otto elementi, ed ebbero la possibilita' di incidere una manciata di singoli per l' etichetta Soul Power di Bobby Patterson, produttore e cantante che gia' si era avvalso dei loro servigi, mentre purtroppo un progettato album non vide mai la luce. La trascinante "Black Water Gold" (primo singolo e piccolo hit regionale), il funky soul di "Mr.Brown", "A Girl in France" (curiosa con le sue influenze esotiche), "The Dapp" (sarebbe stata perfetta per un film di blaxpoitation), la divertente "Never Name a Baby (Before It's Born)", la potente "Tropical", la rilassata e vagamente lounge "Making Nassau Fruit Drink" e la interessante "Camel Time", arricchita da una brillante chitarra psichedelica, episodi in gran parte strumentali, rivelano un gruppo di grande qualita' strumentale, dove la sezione ritmica (arricchita dalla presenza di un percussionista) non ha nulla da invidiare a quella dei piu' importanti gruppi funky di quegli anni, i fiati (sax, tromba e qua' e la un flauto) funzionano a meraviglia, cosi' come la chitarra, sovente con il pedale sul "wah wah", ed i frequenti interventi dell' organo. Spinto dall' interesse crescente dei collezionisti, Villery ha recentemente riformato il gruppo, realizzando un riuscito album con una formazione rinnovata.
Euro
22,00
codice 2113833
scheda
After dinner Paradise of replica
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1989  aguirre 
punk new wave
Copertina senza codice a barre, allegato libretto di dodici pagine. Ristampa del 2022 ad opera della Aguirre, pressoché identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1989 in vinile solo in Svizzera dalla RecRec Music, uscito in Giappone in cd su Zero, il secondo album, uscito dopo "Glass tube" (1984). Il collettivo giapponese guidato dalla cantante Haco raffina la propria originalissima estetica con questo "Paradise of replica", creando canzoni delicate come filastrocche dove si fondono sonorità acustiche ed elettroniche con finezza e senza aggressività, il tutto come un delicato, eccentrico e stralunato acquerello, in cui si incontrano melodie semplici e quasi fanciullesche con spunti avanguardisti, giocosità leggera e sperimentazione sulla forma canzone, riferimenti estremo orientali e mitteleuropei, articolazioni art progressive ed essenzialità new wave, che hanno portato alcuni commentatori ad evocare un incontro fra Magma e Stereolab. Attivi fra il 1981 ed il 1989, guidati dalla cantante e compositice Haco, gli After Dinner furono un progetto giapponese di grande fascino e suggestione, autori una musica tra contemporanea e sperimentale, ma mai troppo ostica; la loro era un'estetica scarna ed essenziale, in cui scoprire la ricchezza straordinaria dei minimi particolari guidati dalla voce evocativa, spesso recitata, della cantante, e che rifiuta la fretta ed il caos. Nella loro musica confluivano influenze new wave, art rock e di musica tradizionale giapponese, riflettendo il variegato background stilistico dei membri che si avvicendarono nella formazione attorno ad Haco. Dopo aver debuttato con il singolo "After dinner / Cymbals at dawn" nel 1982, nel 1984 pubblicarono il raro primo album "Glass tube", e nello stesso anno la loro musica venne fatta conoscere anche in Occidente grazie alla raccolta "After dinner" della Recommended. In seguito il gruppo si esibì in tour anche in Europa, dove le loro poche e successive opere furono pubblicate, oltre che nel natio Giappone.
Euro
29,00
codice 3514754
scheda

Page: 3 of 79


Pag.: oggetti: