Hai cercato:  Ultimi arrivi (lista aggiornata ogni giovedi' sera) --- Titoli trovati: : 443
«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 18  ---»
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
Alessandroni alessandro / francesco de masi    Lesbo (180 gr. + bonus tracks)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  vinyl magic 
soundtracks
Ristampa del 2020, in vinile da 180 grammi, con copertina apribile esclusiva e ben sedici bonus tracks finora inedite su vinile, per un totale di ventiquattro brani (già pubblicati nella versione cd del 2010 su Beat Records) rispetto agli otto originariamente inseriti nel molto raro album uscito su CAM nel 1969, nel quale erano inseriti sulla prima facciata, mentre sulla seconda trovarono spazio altre nove tracce tratte dalla colonna sonora di un altro film, "L'amore questo sconosciuto", anch'esso del 1969. "Lesbo" è un oscuro ed insolito film erotico italiano diretto da Eduardo Mulargia, regista legato al western ed alle commedie sentimentali; le musiche furono composte da due talentuosi autori come Francesco De Masi ed Alessandro Alessandroni, i quali elaborarono una ricca sonorizzazione che spaziava, all'interno di atmosfere mediterranee, dolcemente cullanti ed elegantemente sensuali, fra avvolgenti episodi orchestrali di archi e fiati, brani più sbarazzini di jazz lounge e qualche pezzo dai forti richiami al folk greco. Questa la scaletta: Side A: 1.Qualsiasi cosa 2.L'isola dell'amore 3.Lesbo - Seq. 3 4.A mezza luce 5.Sesso in controluce 6.Lesbo - Seq. 8 7.Lesbo - Seq. 10 8.Lesbo - Seq. 11 9.Lesbo - Seq. 12 10.Lesbo - Seq. 13 11.Crepuscolo sul mare Side B: 12.Lesbo - Seq. 17 13.Lesbo - Seq. 19 14.Drammatica rinuncia 15.Sirtaki di Lesbo 16.Lesbo - Seq. 23 17.Lesbo - Seq. 24 18.Con te per sempre 19.Lesbo - Seq. 29 20.Lesbo - Seq. 30 21.Lesbo - Seq. 34 22.Lesbo - Seq. 35 23.Lesbo - Seq. 36 24.L'isola dell'amore. Il compositore romano Francesco De Masi (1930-2005) e' stato uno dei piu' importanti autori di colonne sonore per il filone cinematografico dello spaghetti western, capace di elaborare un proprio stile personale che non fosse derivativo da quello di mostri sacri come Ennio Morricone. Alessandro Alessandroni (1925-2017) è un dotato cantante e soprattutto fischiatore, oltreché chitarrista, che ha lavorato insieme ai suoi Cantori Moderni in numerose colonne sonore, fra le quali quelle degli spaghetti western di Sergio Leone musicati da Ennio Morricone, in cui si ricordano gli indimenticabili motivi da lui fischiettati. Alessandroni, insieme al suo gruppo vocale i Cantori Moderni, ha anche cantato in album di vari musicisti, al di là delle colonne sonore, fra cui ''Non al denaro, non all'amore né al cielo'' di Fabrizio De André, ed è ormai conosciuto e stimato a livello internazionale.
Euro
30,00
codice 3026008
scheda
Alphataurus    alphataurus
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1973  ams 
rock 60-70
Ristampa pressoche' identica alla prima tiratura pubblicata in Italia nel 1973 su Magma, vinile pesante, copertina lucida apribile in tre, etichetta grigia custom. Gli Alphataurus furono uno dei migliori gruppi progressive Italiani degli anni '70, il loro stile e' simile agli Emerson, Lake and Palmer, Van der Graaf Generator o King Crimson del periodo 1969-1971, ma con una groove tipicamente mediterranea, musicalmente il disco vede partiture tra musica da camera, Jazz, Heavy progressive, la voce del cantante, Michele Bovaro, si puo' paragonare a quella di David Byron degli Uriah Heep per lo stile e la potenza, senza le caratterizzazioni heavy metal dell'Inglese. Dei 5 brani dell'album tre sono lunghi oltre 9 minuti, tra di esse spicca '"eccato d'orgoglio'', di oltre 11 minuti. Il gruppo fu vittima della poca visibilita' e dell'assenza di promozione e si sciolse durante le registrazioni del secondo album nel 1974, poi pubblicato postumo nel 1993 in CD con il titolo ''Dentro l'uragano''.
Euro
27,00
codice 2100313
scheda
Amon duul ii    Lemmingmania (expanded 2lp)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  ger  1975  spv 
rock 60-70
ristampa del 2018 ampliata a doppio album, con l' inclusione di quattro tracce in piu' ("Pig Man", "Mozambique", "Manana" e "Ladies Mimikry", tutte tratte dall' album "Vive La Trance", a "Monzambique" nella versione apparsa su singolo, piu' breve di quella dell' album), copertina per l' occasione apribile, e corredata di inner sleeves. Pubblicato dalla United Artists in Germania nel luglio del 1975 non entrato nelle classifiche UK ne' in quelle USA, questo album e' una raccolta che compila brani tratti dai primi singoli (alcuni dei quali inediti su album) e dai primi fondamentali lp del gruppo tedesco, qui nel suo periodo piu' creativo e psichedelico, basti ascoltare la acidissima ''Archangel's thunderbird'', l'epica ''Soap shop rock'' e la complessa ''Green bubbe raincoated man''. Questa la scaletta: ''Archangel's thunderbird'' (dall'album ''Yeti'', 1970), ''Light'' (singolo inedito su album, 1971), ''Between the eyes'' (b-side del singolo ''Rattlesnakeplumcake'', inedito su album, 1970), ''Green bubble raincoated man'' (dall'album ''Wolf city'', 1972), ''Tables are turned'' (dall'album ''Carnival in babylon'', 1972), ''Rattlesnakeplumcake'' (singolo inedito su album, 1970), ''All the years round'' (dall'album ''Carnival in babylon'', 1972), ''Jail-house frog'' (dall'album ''Wolf city'', 1972), ''Soap shop rock'' (dall'album ''Yeti'', 1970, qui in versione editata uscita su singolo), ''Lemmingmania'' (b-side del singolo ''Light'', inedito su album, 1971).
Euro
38,00
codice 2084390
scheda
Amon duul II    Live in London
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1973  spv 
rock 60-70
Ristampa del 2018, copertina esclusiva, corredata di esclusiva inner sleeve. Pubblicato nel giugno del 1973 (in Italia sul finire del 1974) dopo '' Vive la Trance'' e prima di ''Lemmingmania'' , non entrato nelle classifiche uk ne' in quelle tedesche. Il settimo album. Registrato da Peter Leopold, John Weinzierl, Lothar Maid, Chris Karrer, Falk U Rogner, Renate Knaup-Krotenschwanz, D. Secundus Fichelscher, dopo il ritorno in formazione di Peter Leopold che rende il gruppo un settetto, durante il tour Inglese svoltosi tra il dicembre del 1972 ed il gennaio del 1973 sara' l'ultimo Lp con Lothar Meid e con Daniel Fischelscher , la musica e' ora caotica, opprimente durissima ed aggressiva, tra i brani, quasi tutti appartenenti al repertorio del 1972-1973, ( Wolf city, Vive la Trance ) tutti in versioni totalmente diverse da quelle conosciute, due interessantissimi nuovi brani che poi saranno ripresi in versione assi piu' edulcorata nel successivo 'Lemmingmania''. ecco la lista dei brani presenti- Archangel Thunderbird, Eye Shaking King, Soap Shop Rock, Improvisation, Syntelman's March of The Roaring Seventies ( 4 movimenti ) , Race From Here To Your Ears ( tre movimenti ). Leggendario gruppo acid rock tedesco, gli Amon Duul II emersero dalla scena di Monaco di Baviera nel 1968, dopo una scissione avvenuta nella comune artistica Amon Duul (da cui nacque anche un altro gruppo, chiamato semplicemente Amon Duul). Essi incarnano il lato piu' hippie e rock della sfaccettata galassia musicale tedesca di fine anni '60 e degli anni '70, con un sound psichedelico ed hard rock ma al tempo stesso mitteleuropeo e non privo di spunti cosmici ed elettronici tipici del ''krautrock'' piu' propriamente detto. La scena di Monaco aveva fra i suoi alfieri piu' importanti, oltre agli Amon Duul II, gruppi come i Popol Vuh e gli Embryo, ed era aperta quindi ad influenze variegate, che andavano dal free jazz alla musica etnica.
Euro
31,00
codice 2084391
scheda
lp2 [edizione] nuovo  stereo  usa  2019  International Anthem 
jazz
Doppio album in vinile 140 grammi, pressato nei prestigiosi stabilimenti tedeschi Pallas, copertina apribile senza codice a barre e con tasche interne di colore nero, completa di fascia obi con note di presentazione, label oro con scritte marroncine, catalogo IMRC0037. Pubblicato dalla International Anthem nell'ottobre del 2020 in cd e nel marzo del 2021 in vinile, il primo album dal vivo di Angel Bat Dawid, registrato con Tha Brothahood, dopo il suo primo lp in studio solista "The oracle" (2019). Registrato dal vivo, in gran parte il primo novembre del 2019 alla Haus der Berliner Festspiele di Berlino, durante il festival JazzFest, l'album vede la cantante afroamericana accompagnata dal suo gruppo di supporto, Tha Brothahood, che include Deacon Otis Cooke, Viktor Le Givens, Xristian Espinoza, Norman W. Long, Dr. Adam Zanolini ed Asher Simiso Gamedze. La performance del gruppo e della cantante è considerata da lei stessa una delle migliori in assoluto, nonostante una residenza tutt'altro che piacevole nella capitale tedesca: un intreccio fra blues postmoderno, jazz sperimentale fra spiritualità ed astrattismi free urticanti, cantato femminile che richiama la grande Nina Simone, profondo e dolente, ma anche capace di farsi frenetico, sperimentale e graffiante, e che riflette le sofferenze patite dagli afroamericani di ieri e di oggi. Questa la scaletta, che include, fra i molti originali, anche interpretazioni di due brani di Sun Ra ed uno della poetessa afroamericana Margaret T. Burroughs: "Enlightenment", "Destination", "Capetown", "Black family", "What shall I tell my children who are black", "London", "We hearby declare the african look", "We are starzz", "Viktorious return", "Tha wicked shall not prevail", "Melo deez from heab'n", "Dr. Wattz n'em", "Hell". Angel Bat Dawid, al secolo Angel Elmore, è una cantante, compositrice e clarinettista afroamericana di Chicago, che nella sua arte sposa poesia, jazz sperimentale e spirituale, ed una forte attenzione su problematiche come il razzismo e la condizione degli americani di colore; nella sua musica sembrano confluire le influenze di grandi del passato come Nina Simone e John Coltrane, così come quelle di figure letterarie e musicali espresse dalla cultura afroamericana della seconda metà del '900, sia con la poesia che con lo spiritual jazz ed il free. Esordisce su disco nel 2019 con "The oracle".
Euro
37,00
codice 3025985
scheda
lp2 [edizione] originale  stereo  can  2004  arts & crafts 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 2000
copia ancora incellophanata, l' originale stampa, ormai fuori catalogo, pressata in esclusiva dalla canadese Arts & Crafts, doppio album (con una traccia in piu' rispetto alla versione in cd), inner sleeves, etichette con riquadri bianchi e giallo-verdi, linee rosse e scritte nere e rosse, adesivo di presentazione sul cellophane. Uscito nel 2004, prima di "National Anthem Of Nowhere" del 2007 e "Eats Darkness" del 2009, il primo dei tre albums del progetto del chitarrista canadese James Whiteman dei Broken Social Scene, con membri di Do Make Say Think, Stars e Metric. Musica dall'ampio respiro, con lunghi brani influenzati nelle atmosfere sia dal post rock che dall' indie rock dei '90, ma con frequenti aperture pop, ed un suono raffinato, fresco e originale. Formatisi nel 2001 a Toronto in Canada ad opera del chitarrista dei Broken Social Scene Andrew Whiteman, gi Apostle Of Hustle esordiscono su lp nel 2004 con ''Folkloric feel'', disco in cui si mescolano ''post rock'' e sonorita' latine, che avevano affascinato Whiteman durante una breve permanenza nei caraibi. Il successivo ''National anthem of nowhere'' (2007) evidenzia maggiormente il lato rock del gruppo. Riferimenti a Broken Social Scene, Sigur Ros, Mogwai, Sea & Cake.
Euro
25,00
codice 4011370
scheda
B-52's    whammy! (1st version)
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1983  Warner Bros 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
la prima stampa americana, completa di inner sleeve con testi, etichetta custom con scritte lungo tutta la circonferenza, catalogo 1-23819, nella prima versione con il brano "Don't Worry", cover del brano di Yoko Ono "Don't Worry, Kyoko (Mummy's Only Looking For Her Hand in the Snow)", presto rimossa per volonta' di quest' ultima e sostituita da "Moon 83". Il quarto album della geniale band di Athens, Georgia; uscito nel maggio del 1983, il disco rappresenta un ritorno alla musica piu' essenzialmente pop dei primi lavori dopo il piu' celebrale "Mesopotamia", che tanto aveva risentito dell' influenza (peraltro benefica) di David Byrne, pur utilizzandone gli stessi suoni moderni in cui le tastiere hanno un peso notevolissimo, fermo restando il marchio di fabbrica della chitarra a tratti morriconiana di Ricky Wilson, che purtroppo morira' di AIDS il 12 ottobre del 1985 (questo resta l' ultimo disco pubblicato con la formazione originale del gruppo). Un disco ancora una volta piacevolissimo, gioiellino pop ancora ricco dei soliti riferimenti agli anni 50', il surf, la bubblegum music e la psichedelia, in una visione decisamente "modernista" e new wave; ne vennero tratti i singoli "Song for a future generation" e "Legal Tender", e l' album giunse al 29esimo posto in Usa ed al 33esimo in Uk. Rimessasi faticosamente in piedi la band dopo la morte di Wilson, dopo "Bouncing Off the Satellites" (1986) otterra' un incredibile successo a partire dalla fine del decennio.
Euro
24,00
codice 248421
scheda
Badawi    clones and false prophets
Lp [edizione] originale  stereo  usa  2004  roir 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
copia ancora incellophanata, sigillata e da noi aperta per controllo, l' originale stampa americana, copertina lucida, adesivo di presentazione sul cellophane, etichette custom bianche con scritte e disegni neri. Pubblicato nel Novembre del 2003 dopo "Soldier Of Midian" e prima di "Safe", il quinto album del progetto di Raz Mesinai, nato a Gerusalemme e residente a New York, gia' Sub Dub, compositore/programmatore di ambient/illbient dub. Nel presente "Clones and false prophets" la fomazione vede Raz Mesinai alle percussioni, al piano e al flauto, Shahzad Ismaily al basso, Ben Perowsky alla batteria, Doug Wieselman al clarinetto, MARC RIBOT alle chitarre e Carolyn "honeychild" Coleman alla voce in due delle tracce, l'album infatti e' fondamentalmente strumentale, basato sulle elaborate parti ritmiche, nelle quali si manisfesta l'esperienza formativa di Mesinai come percussionista di provenienza mediorientale, e' caratterizzato da atmosfere oscure, misteriose e misticheggianti e si mantiene sugli ottimi livelli compositivi ed esecutivi che contraddistinguono tutta la sua produzione artistica. L' illbient music e' un movimento simile nello stile all'ambient, ma che si distingue da questa per certi aspetti: mentre nell'ambient si utilizzano suoni "naturali", nell' illbient si prediligono le dissonanze, utilizzando campionamenti oscuri e disturbati (ill) per creare un caos controllato; termine coniato da DJ Spooky, l' illbient music varia dalla forma piu' minimalista a quella piu' complessa, vicina all' hardcore sperimantale e alle piu' recenti forme di IDM. Badawi e' il progetto di Raz Mesinai, nato a Gerusalemme e residente a New York, gia' Sub Dub, compositore/programmatore di ambient/illbient dub. l'illbient music e' un movimento simile nello stile all'ambient, ma che si distingue da questa per certi aspetti: mentre nell'ambient si utilizzano suoni "naturali", nell'illbient si prediligono le dissonanze, utilizzando campionamenti oscuri e disturbati (ill) per creare un caos controllato; termine coniato da DJ Spooky, l'illbient music varia dalla forma piu' minimalista a quella piu' complessa, vicina all'hardcore sperimantale e alle piu' recenti forme di IDM. Dopo lo scioglimento dei Sub Dub, Mesinai ha continuato come Badawi, apportando elementi distintivi delle sue radici israeliane e mediorentali nei suoi lavori, cosi' negli albums "Bedouin sound clash" e "Jerusalem under fire". In "the heretic of ether" si e' indirizzato verso una musica piu' orchestrale e con influenze dub meno marcate, tendenza questa continuata fino a "The unspeakable", ispirato ai compositori del XX secolo e colonna sonora di "Hellraiser 6", uscita a nome di Mesinai.
Euro
20,00
codice 236959
scheda
Banco del mutuo soccorso    come in un' ultima cena (ltd red)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1976  vinyl magic / btf / manticore / universal 
rock 60-70
ristampa in vinile 180 grammi, edizione limitata in vinile rosso trasparente, copertina apribile pressoche' identica a quella della prima rara tiratura uscita in Italia su Manticore. Pubblicato in Italia nel maggio del 1976 dopo ''Garofano rosso'' e prima di ''Di Terra'', il Quinto album. Lavoro pubblicato nello stesso anno del precedente, "Come in un' ultima cena", ispirato, appunto, al tema biblico dell' Ultima Cena, fu l' ultimo lavoro del gruppo caratterizzato da accentuate influenze classicheggianti, e conteneva alcuni ottimi brani come "Il ragno" e "Quando la buona gente dice". Anche quest' album fu realizzato in inglese, col titolo ''As in a last supper'', e venne presentato live in una leggendaria tournee in cui i musicisti si esibivano con l' accompagnamento di danzatori. E' l' ultimo capitolo del periodo d'oro della band Romana, quello piu' vicino al progressive di stampo anglosassone.
Euro
27,00
codice 2100366
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1972  sony / rca 
rock 60-70
ristampa del 2015, pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita in Italia su Ricordi, copertina apribile. Pubblicato in Italia dopo ''Banco del mutuo soccorso '' e prima di ''Io sono nato libero'', il secondo album. Registrato dopo il lungo tour con Curved Air e Rory Gallagher, e' un opera concept che affronta lo spinoso argomentop dell'origine dell' uomo, il disco non si discosta di molto dal progressive romantico del primo album ed e' dominato al solito dalla voce di di giacomo, e' considerato pressoche' unanimemente come uno dei grandi classici della musica italiana degli anni '70.
Euro
22,00
codice 2097409
scheda
Barracudas    Big gap (1978-1981)
Lp [edizione] originale  stereo  fra  1978  coyote 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
prima stampa, pressata solo in Francia, copertina lucida fronte retro senza barcode, label grigia/argento con scritte nere, logo Coyote Records nero in alto e logo SACEM a destra, catalogo COR022, scritta ''MPO'' incisa sul trail off di entrambi i lati. Pubblicata nel luglio del 1984 dalla Coyote in Francia (nell' anno del terzo album in studio "Endeavour To Persevere"), la bella raccolta contenente brani demo e registrazioni dal vivo inedite su album, risalenti ai primi anni di attivita' della band, fra il 1978 ed il 1981: brani grezzi e non di rado sferraglianti, che rivelano affinita' con il punk accanto a quelle piu' consuete con il garage ed il surf, un interessante compendio ai primissimi dischi della band. Questa la scaletta: ''Neighborhood girls'' (1979), ''Tokyo rose'' (1980), ''Love is fun'' (1978), ''Surfers are back'' (1979), ''Little red book'' (1979), ''Boss hoss live'' (1981), ''On a sunday'' (1981), ''Gotta get a gun'' (1981), ''i can't sleep'' (1981), ''Radios in revolt'' (1980), ''I'm a barb
Euro
28,00
codice 329304
scheda
Barracudas    Endeavour to persevere
Lp [edizione] originale  stereo  fra  1984  closer 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
Prima rara stampa, pressata in esclusiva dalla etichetta francese Closer, con copertina (con giusto lievi segni di invecchiamento) senza codice a barre, catalogo CL0009, etichetta crema e bianca. Pubblicato nell'aprile del 1984 dalla Closer in Gran Bretagna, non uscito negli USA, il terzo ed ultimo vero album in studio dalla grande garage band basata a Londra e guidata dallo svizzero Robin Wills e dal canadese Jeremy Gluck, qui nella stessa formazione del precedente splendido "Meantime", con l' ex Flamin' Groovies Chris Wilson, il bassista australiano ex Survivors Jim Dickson ed il batterista Terry Smith. Sebbene forse meno esuberante di "Meantime", "Endeavour To Pesevere" riesce a definire nel migliore dei modi quello che sara' ricordato come il piu' classico stile della band, in questo suo secondo corso creativo fortemente influenzata dal sound dei Flamin' Groovies, magicamente sospeso tra un vigoroso rock chitarristico alla Creedence Clearwater Revival e delizie folk rock di matrice byrdsiana, pur senza dimenticare il garage degli anni '60 che aveva rappresentato la prima fonte di ispirazione del gruppo, all' epoca dei primi singoli pubblicati tra il 1979 ed il 1980, e del primo album "Drop Out" del 1981, ed a cui si riallaccia esplicitamente il brano conclusivo del disco, una bella versione di "Barracuda", degli Standells. Una delle prime bands negli anni '80 (ed una delle poche in Inghilterra) ad operare un recupero, all' inizio "filologico" e via via piu' personale, della musica del '60, tra garage, surf, folk rock e psichedelia, riuscendo a catturare l' attenzione di un folto pubblico di culto e ad influenzare non poco la nascente scena neo garage degli anni '80 e, con il secondo album "Meantime", anche certo paisley underground. Il gruppo si sciolse poco dopo, Gluck e Dickson formarono i Civilisation Machine, poi il primo continuo' come solista (oltre che autore di riuscite collaborazioni con l' ex Swell Maps Nikki Sudden, tra gli altri), ed il secondo torno' in australia dove sara' tra gli altri con i New Christs (e recentemente nei riformati Radio Birdman); Chris Wilson continuera' per conto proprio; Robin Wills riorganizzera' alla fine del decennio con Gluck un ritorno sulle scene del gruppo.
Euro
24,00
codice 239360
scheda
Barracudas    Live 1983
Lp [edizione] originale  stereo  fra  1983  coyote 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale rara stampa, pressata in Francia dalla Coyote, copertina neutra bianca, con artwork applicato tramite inserto non incollato, in carta in bianco e nero, label custom fotografica in bianco e nero, catalogo COR021, marchio SACEM riquadrato in alto. Pubblicato nell'ottobre del 1983 dalla Coyote, fra il secondo album in studio ''Mean time'' (1983) ed il terzo ''Endeavour to persevere'' (1984), questo album dal vivo presenta registrazioni effettuate nel 1983, in locazioni non specificate, da parte del gruppo inglese, che qui da' prova di un vibrante intreccio fra garage e suggestioni paisley underground, attraverso i seguenti brani, fra cui spiccano non poche cover di classici degli anni '60 americani: ''Inside mind'', ''You've come a long way'', ''Violent times'', ''Codeine'', ''Fortunate son'', ''Middle class blues'', ''Hour of degradation'', ''Seven+seven is'', ''Miracle worker'', ''You're gonna miss me''. Piu' che discreta la qualita' sonora. Una delle prime bands negli anni '80 (ed una delle poche in Inghilterra) ad operare un recupero, all' inizio "filologico" e via via piu' personale, della musica del '60, tra garage, surf, folk rock e psichedelia, riuscendo a catturare l' attenzione di un folto pubblico di culto e ad influenzare non poco la nascente scena neo garage degli anni '80 e, con il secondo album "Meantime", anche certo paisley underground. Il gruppo si sciolse poco dopo, Gluck e Dickson formarono i Civilisation Machine, poi il primo continuo' come solista (oltre che autore di riuscite collaborazioni con l' ex Swell Maps Nikki Sudden, tra gli altri), ed il secondo torno' in australia dove sara' tra gli altri con i New Christs (e recentemente nei riformati Radio Birdman); Chris Wilson continuera' per conto proprio; Robin Wills riorganizzera' alla fine del decennio con Gluck un ritorno sulle scene del gruppo.
Euro
28,00
codice 248446
scheda
Basinski william    Lamentations (ltd merlot vinyl)
LP2 [edizione] nuovo  stereo  usa  2020  temporary residence 
classica cont.
Doppio album, edizione limitata di 500 copie in vinile colorato rosso "merlot", copertina cartonata apribile, codice a barre stampato 656605334318, codice a barre sull' adesivo posto sul cellophane, sul retro, 656605334356. La riedizione del 2021, pressoché identica alla prima tiratura dell'anno precedente (quando uscì sia in versione regolare in vinile nero che in una edizione limitata in vinile color bronzo/perlato). Originariamente pubblicato nel novembre del 2020 dalla Temporary Residence, il nuovo album di Basinski esce dopo "On time out of time" (2019). "Lamentations" è stato costruito con l'impiego di loops di nastri ed altre creazioni provenienti dagli archivi del musicista americano; una mole di materia prima che copre quarant'anni di attività musicale, a partire dal 1979, e che è stata plasmata in questa opera in affascinanti e desolate melodie dai richiami ambient e minimalisti, basate principalmente sulla manipolazione di loops. Una musica contemplativa, a tratti spettrale, a tratti carica di una gentile ma struggente malinconia, in cui le note ondeggiano ed avvolgono lentamente. William Basinski e' un compositore e musicista che ha lavorato nell'ambito della scena musicale sperimentale di New York sin dagli anni '80 e che si ispira ai minimalisti quali Steve Reich e Brian Eno, usando la tecnica dei tape loops e sviluppando uno stile malinconico e meditativo. La sua opera piu' conosciuta rimane probabilmente la monumentale serie ''Disintegration loops'', pubblicata fra il 2002 ed il 2003.
Euro
35,00
codice 3025988
scheda
Bassini piero    Open form contrast
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1978  red record 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent jazz
Prima stampa italiana, copia ancora incellophanata, copertina senza barcode, label marrone con scritte rosse e logo Red Record rosso in alto, catalogo VPA124, data sul trail off 8/5/78. Pubblicato dalla Red Record, inciso a Codogno nel novembre del 1977 ed a Milano nel marzo del 1978, uno dei primi album del pianista italiano. ''Open form contrast'' consiste di tre lunghi brani, ''Contrast 1'', ''Contrast 2'' e ''Open forms'', per solo pianoforte, composti da Bassini stesso, che si sviluppano su linee in parte vicine all'avanguardia, ma parimenti intrise di lirismo melodico e di elementi piu' tradizionali, e che rifuggono da facili classificazioni stilistiche. Originario di Codogno in Lombardia, il pianista Piero Bassini inzio' la sua attivita musicale in ambito pop e rock: fu peraltro tastierista del gruppo jazz rock progressivo Rocky's Filj, nei primi anni '70. In seguito si concentra sulla musica jazz, realizzando particolari album solisti in cui emerge la sua tecnica pianistica, ed anche una certa influenza del free ma il suo stile non si restringe a questo genere. Suona nei primi anni '80 nello Open Form Trio con Attilio Zanchi e Giampiero Prina, gruppo che registra con Bobby Watson l'acclamato ''Appointment in Milano'' nel 1983. Seguono lavori solisti ed in gruppi nel corso del decennio e di quello successivo, quindi Bassini prende a dedicarsi principalmente all'insegnamento.
Euro
30,00
codice 110192
scheda
Battiato franco    clic (+ booklet!)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1974  superior viaduct 
cantautori
Bella ristampa con copertina cartonata apribile, pressoche' identica alla prima molto rara tiratura, e corredata dell' originario introvabile libretto di 8 pagine con foto, note e testi. Pubblicato in Italia nel luglio del 1974 dopo ''Sulle corde di Aries'' e prima di ''M.elle le gladiator'', non entrato nelle classifiche italiane. Il quarto album. Contiene i seguenti brani: "I cancelli della memoria", "No u turn", "Il mercato degli dei", "Rien ne va plus: andante", "Propiedad prohibida", "Nel cantiere di un' infanzia", "Ethika fon ethica". Testi e musiche di Franco Battiato, prodotto da Pino Massara, con Franco Battiato voce solista, VCS3, mandola, cristalli e metalli, Gianni Mocchetti basso e chitarra, Gianfranco D'Adda percussioni, Juri Camisasca effetti vocali, Pietro Pizzamiglio effetti vocali, quartetto ensemble del conservatorio di milano diretto da Luciano Bianco; registrato al Regson di Milano. L' album fu pubblicato anche in Inghilterra su Island ma tale edizione, identica dal punto di vista grafico, differisce da quella italiana nella scaletta, e vede i brani ''I cancelli della memoria'' (tradotto come ''Gates of memory''), "Propiedad prohibida", "No u turn" e sulla seconda facciata ''Revolution in the air'' (traduzione inglese di "Aria di rivoluzione" precedentemente uscito in ''Sulle corde di Aries''), mentre sono assenti nella versione inglese ''Il mercato degli dei'', ''Rien ne va plus: andante'', ''Nel cantiere di un' infanzia'', ''Ethika fon ethica''. Lavoro di importanza enorme nella evoluzione del musicista e considerato da piu' di un critico come uno dei pilastri fondanti della musica di Battiato, sposta i temi mistico temporal- filosofici del prededente album su un binario piu' ''scientifico'', basato sul rigore e sulla sperimentazione; memore della lezione di John Cage, e' considerato un' opera algida e per certi versi fredda nei suoni e nei testi, qui la sperimentazione di matrice classico contemporanea inizia a farsi sentire in maniera preponderante, l'attenzione si sposta sui collages sonori di studio, con estratti , citazioni, rielaborazioni e una attenzione a livello di liriche sempre piu' concentrata sul lavoro di Gurdjieff. Dedicato a Karl Heinz Stockhausen, sara' l' ultimo album in cui, anche se trasfigurata, sopravvivera' una certa attitudine popolare e vicina al rock, dal successivo lavoro, infatti, la ricerca di Battiato diverra' sempre piu' estrema e celebrale fino al 1979, anno che vedra' l l'uscita di ''L' era del cinghiale bianco'' ed un nuovo cambiamento di rotte radicale. Nel 1974 Battiato affronto' un nuovo tour Inglese, questa volta in compagnia di Magma ed Ash Ra Temple, i concerti suscitarono l'attenzione della Island, che pubblico' una versione inglese di "Clic", facendo di questo lp la prima opera del ''progressive'' italiano a vedere la luce in terra d' Albione. Nello stesso periodo Battiato incide a Londra anche una versione Inglese di ''Fetus'' che pero' vedra' la luce solo molti anni piu' tardi, nel 1999 e solo su cd. Ricordiamo che, sempre di questo anno, 1974, e' l'esperenza della realizzazione e della produzione, sempre da parte di Battiato, che oltre a produrre suona tastiere e vcs3, dell'album di Juri Camisasca '' La Finestra Dentro'' lavoro straordinario e dalla fama leggendaria, da annoverarsi senza ombra di dubbio tra i massimi capolavori della musica del decennio in assoluto e non soltanto in Italia.
Euro
29,00
codice 3025997
scheda
Battiato franco    Il vuoto
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2007  mercury / universal 
cantautori
Ristampa del 2018, in vinile 180 grammi e rimasterizzata, copertina pressoche' identica a quella della rara tiratura originaria, e corredata di inner sleeve. Pubblicato dalla Mercury/Universal, "Il vuoto" esce nel febbraio del 2007 dopo "Dieci stratagemmi" (2004) e prima di "Fleurs 2". Con la collaborazione di musicisti provenienti dagli Uzeda e dagli Fsc, e alla composizione dei testi del filosogo Manlio Sgalambro, il musicista siciliano realizza qui un lavoro diviso tra vivaci brani con sonorita' elettro-pop, con uso di synth ed elettronica e ritmi quasi dance, ed episodi pianistici molto lirici; l'atmosfera del disco e' lievemente malinconica e meditativa; i testi riguardano in gran parte riflessioni sulla solitudine creata dalla vita contemporanea, commentari sulla fine di relazioni e riflessioni sull'assenza di una persona perduta. Alcuni episodi riportano alla mente il periodo di "La voce del padrone", mentre altri, piu' oscuri ed intimisti, il Battiato di "Come un cammello in una grondaia".
Euro
27,00
codice 2100349
scheda
Battiato franco    torneremo ancora
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  rca sony 
cantautori
Doppio album con copertina apribile ed adesivo sul cellophane. Pubblicato nell' ottobre del 2019, a distanza di cinque anni dal precedente lavoro in studio "Joe Patti's experimental group", questo album, registrato in studio con la Royal Philharmonic Orchestra di Londra, diretta da Carlo Guaitoli, durante le prove per il tour effettuato nell' estate del 2017, contiene nuove versioni di vecchi brani eseguiti (e perlopiu' anche composti) dall' artista catanese ed il brano inedito "Torneremo ancora", coscritto con Juri Camisasca. Questa la lista dei brani inclusi: Torneremo ancora (inedito) / Come un cammello in una grondaia / Le sacre sinfonie del tempo / Lode all'inviolato / L'animale / Tiepido aprile / Povera patria / Te lo leggo negli occhi / Perduto amor / Prospettiva Nevsky / La cura / I treni di Tozeur / E ti vengo a cercare / Le nostre anime / L'era del cinghiale bianco.
Euro
33,00
codice 2100345
scheda
Battiato franco / pinaxa    Joe Patti's Experimental Group
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2014  virgin / universal 
rock 60-70
Copertina apribile, inner sleeve; realizzato in questa edizione vinilica nell' agosto del 2018, finora inedito in vinile, l' album uscito nel settembre del 2014 soltanto in cd; pubblicato dopo "Apriti Sesamo" (2012), e giunto al quinto posto delle classifiche italiane, il trentesimo album in studio del grande artista catanese. Prodotto, composto ed interamente suonato da Battiato stesso (voce, piano, tastiere e synth) e da Pino Pischetola (programmazione, compiter, ritmiche programmate), alias Pinaxa, al lavoro con Battiato gia' da molti anni, ed a cui e' coaccreditato il disco, l' opera, che si avvale di testi scritti da Battiato, Manlio Sgalambro e Fleur Jaeggy, rappresenta per l'artista un ritorno alla sperimentazione ed all' elettronica, cosi' importanti negli storici albums che Battiato ha realizzato negli anni '70 e sempre meno riaffacciatesi nei suoi lavori dagli anni '80 in poi (una delle eccezioni, l' album "Campi magnetici – 1 num3r1 non 51 possono amar3", non a caso colonna sonora per un balletto). Da Wikipedia: Vari pezzi dell'album rimandano a produzioni precedenti: l'inizio di Come un branco di lupi e' ripreso da In trance, mentre il testo e' quello di Inneres auge; Leoncavallo e' composta da parti di concerti live tenuti da Battiato, tra cui gli inediti Novena e il concerto tenuto presso il Centro Sociale Leoncavallo di Milano, e il testo e' in parte ripreso dal brano "New Frontiers", dall'album "L'arca di Noe' "; musiche e testi di L'isola Elefante sono riprese in parte da Shackleton; buona parte di The implicate order e' ripresa da Ode, ghost track di Ferro battuto; Le voci si faranno presenze e' ripresa da Ghost track, che e' appunto una ghost track, contenuta nell' album Fleurs. Battiato stesso ha pero' affermato di aver soprattutto ripreso cose registrate tra il 1970 e il 1972, completandole. L'album e' stato anticipato dalla traccia Proprietà proibita, remix della traccia Propriedad prohibida dall'album Clic del 1974. Ne e' stato fatto anche un video ufficiale di presentazione, diretto da Leandro Manuel Emede.
Euro
27,00
codice 2100350
scheda
Battisti lucio    una giornata uggiosa
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1980  sony / rca 
cantautori
ristampa del 2018, rimasterizzata, copertina pressoche' identica alla prima tiratura, corredata di inner sleeve. Pubblicato in Italia nel gennaio del 1980 dopo "Una donna per amico'' e prima di ''E gia' ''. Il tredicesimo album. Tutti i brani sono di Mogol-Battisti e prodotti da Geoff Westley. Registrato a Londra con musicisti inglesi, contiene i seguenti brani: "Il monolocale", "Arrivederci a questa sera", "Gelosa cara", "Orgoglio e dignita' ", "Una vita viva", "Amore mio di provincia", "Questo amore", "Perche' non sei una mela", "Una giornata uggiosa", "Con il nastro rosa". Album importante perche' segna la conclusione del lunghissimo sodalizio tra Lucio Battisti e Mogol, connubio che ha segnato in maniera fondamentale la storia della canzone italiana. Il disco vede composizioni molto condizionate dalla superproduzione di Westley, che utilizza moltisssimo sia le tastiere che i fiati, con le linee melodiche decisamente meno in rilievo che in passato. Lavoro meno spontaneo e piu' costruito del solito, anticipa, almeno nell' analisi a posteriori, gli anni della sperimentazione, del periodo '' bianco'' e dell' abbandono della melodia e delle storie d'amore.
Euro
23,00
codice 3026028
scheda
Battisti lucio    una giornata uggiosa
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1980  sony / rca 
cantautori
Edizione in vinile argento, ristampa del 2020, rimasterizzata, copertina pressoche' identica alla prima tiratura, corredata di inner sleeve. Pubblicato in Italia nel gennaio del 1980 dopo "Una donna per amico'' e prima di ''E gia' ''. Il tredicesimo album. Tutti i brani sono di Mogol-Battisti e prodotti da Geoff Westley. Registrato a Londra con musicisti inglesi, contiene i seguenti brani: "Il monolocale", "Arrivederci a questa sera", "Gelosa cara", "Orgoglio e dignita' ", "Una vita viva", "Amore mio di provincia", "Questo amore", "Perche' non sei una mela", "Una giornata uggiosa", "Con il nastro rosa". Album importante perche' segna la conclusione del lunghissimo sodalizio tra Lucio Battisti e Mogol, connubio che ha segnato in maniera fondamentale la storia della canzone italiana. Il disco vede composizioni molto condizionate dalla superproduzione di Westley, che utilizza moltisssimo sia le tastiere che i fiati, con le linee melodiche decisamente meno in rilievo che in passato. Lavoro meno spontaneo e piu' costruito del solito, anticipa, almeno nell' analisi a posteriori, gli anni della sperimentazione, del periodo '' bianco'' e dell' abbandono della melodia e delle storie d'amore.
Euro
25,00
codice 2100315
scheda
Be bop deluxe    axe victim
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1974  harvest 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Very good rock 60-70
Copia che presenta una lieve ondulatura del vinile, che non influisce comunque sull' ascolto, prima rara stampa inglese, copertina apribile (con moderati segni di invecchiamento), etichetta verde chiaro e verde scuro, con piccolo logo Emi riquadrato e scritta lungo la circonferenza che inizia con "Emi Records Ltd.", catalogo SHVL813. Il primo album, uscito nel giugno del 1974 (senza entrare in classifica in Inghilterra), dopo un paio di singoli e prima del secondo album ''Futurama'', della band formata da Bill Nelson (qui' accreditato come William Nelson), gia' mente tra gli altri di A to Austr e Astral Navigation, e poi Red Noise e Solista. Questo primo lavoro fu accolto benissimo dalla critica e dal pubblico e frutto' alla band il primo tour durante il quale Nelson sciogliera' pero' la formazione per rifondarla l'anno successivo con membri dei Cockney Rebel. L' esordio di uno dei piu' sotovalutati ed interessanti gruppi della fine degli anni '70; Bill Nelson e' conosciuto per il suo lavoro passato, ma come chitarrista non e' una figura di secondo piano, anzi, unisce una tecnica eccezionale ad uno stile originalissimo. Questa band inglese guidata da Bill Nelson negli anni '70 suonava un art rock certamente legato all'influenza dei Roxy Music, dagli accenti talora vagamente glam, ma con un approccio sovente decisamente duro, che predatava in qualche modo il punk. Musicista eclettico e prolifico, che non ha temuto di mescolare generi molto diversi come ad esempio il progressivo e la new wave, l'inglese Bill Nelson e' anche un apprezzato e spettacolare chitarrista, oltre che pittore. Si fa notare inizialmente negli Astral Navigation e negli A To Austr all'inizio degli anni '70, quindi nel 1971 pubblica il suo primo album solista ''Northen dreamm'' e poi fonda i Be Bop Deluxe, attivi nel corso degli anni '70 e sciolti intorno al 1978; dopo la parentesi del progetto Red Noise riprende ad incidere a proprio nome, sperimentando con svariati generi musicali fra cui la ambient, e sfuggendo alle facili classificazioni.
Euro
18,00
codice 242533
scheda
Beat (paul collins beat)    another world (the best of the archives)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1980  alive 
punk new wave
Corredato di inserto con note e foto, questo album uscito per la Alive Records nel settembre del 2020 contiene tredici brani (piu' uno stralcio di intervista) precedentemente inediti, provenienti dall' archivio personale di Paul Collins, e registrati tra il 1978 ed il 1993 dalla indimenticata band californiana guidata da Paul Collins all' indomani dello scioglimento dei Breakaways formati con Peter Case dalle ceneri dei leggendari Nerves, con una line up che, inizialmente, vedeva la presenza degli altri due ex-Breakaways Mike Ruiz (gia' batterista dei Milk n Cookies) e Steven Huff al basso, oltre al chitarrista Larry Whitman (ex Needles and Pins) e che produsse nel 1979 quell' autentico gioiello del power pop americano che e' "The Beat", primo fondamentale tassello di una discografia che avra' anche dei successivi apprezzabili capitoli, allontanandosi almeno parzialmente dal tirato power pop chitarristico degli inizi, per assumere connotati piu' classicamente rock. Pur con un notevolissimo potenziale commerciale la band trovera' solo un ristretto seguito di culto, soprattutto in Europa dove la band, con Collins ed il fedele bassista Steven Huff si trasferi' dalla meta' degli anni '80, pubblicando sporadicamente altri lavori, alternati a dischi solisti di Collins. Questa la lista completa dei brani: Hey DJ (1980) / On The Highway (1980) / Another World (1985) / Lonely Teardrops (1985) / This Heart (1987) / Baby, Baby (1983) / Baby I'm A Fool (1993) / Witches Falls (1989) / How Will I Know? 1988) / Let's Go! (1981) / No Faith And No Religion (1981) / Let Me Into Your Life (1978) / There She Goes (1980) / Station Id: Phone Interview (1980).
Euro
20,00
codice 2100377
scheda
Beautiful south (housemartins)    I'll sail this ship alone + 2
12'' [edizione] originale  stereo  uk  1989  go! discs 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
ep in formato 12", l' originale stampa inglese, copertina (con lievi segni di invecchiamento) in cartoncino sottile con barcode, senza costola e con sagomatura sul lato di apertura, label bianca e nera con cerchietti verdi a sinistra, catalogo GODX38. Pubblicato nel 1989 dalla Go! Discs in Gran Bretagna, dove giunse al 31esimo posto in classifica, il terzo singolo tratto dal primo album ''Welcome to the beautiful South'' (1989). Contiene tre brani, la bella ''I'll sail this ship alone'', ballata agrodolce vicina agli Housemartins, nella versione dell' album sopra citato, l' altrimenti inedita ''But 'til then'', riuscito episodio dai sapori smithsiani su cui si innestano ritmiche baggy, ed una versione ''Orchestral mix'' della title track, anch' essa inedita su album. Romantico ed autunnale indie pop melodico, con arrangiamenti di archi nella title track. Gli inglesi Beautiful South vennero formati dopo lo scioglimento degli Housemartins nel 1989, ad opera dei due ex membri del gruppo di Hull Paul Heaton e David Hemmingway. Il nuovo gruppo si differenziava dagli Housemartins per un sound piu' raffinato che includeva elementi r'n'b, oschestrazioni, tastiere, con un approccio forse meno sarcastico ma comunque non privo di tocchi amari nei testi di Heaton. I Beautiful South hanno ottenuto un notrevole e quasi costante successo in patria nel corso della loro ventennale carriera, con numerosi album e singoli, prima di sciogliersi nel 2007.
Euro
8,00
codice 317214
scheda
Bennato edoardo    non c'e'
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  sony / legacy 
cantautori
Doppio album, copertina apribile, adesivo di presentazione sul cellophane, inner sleeves. Pubblicato nel novembre del 2020, a distanza di ben quindici anni dal precedente "La fantastica storia del Pifferaio Magico" (2005), questo album contiene ventitre brani (tre in piu' rispetto alla versione in cd); otto di essi sono inediti assoluti (tra di essi il singolo "Non Ce N'e' ", "L' Uomo Nero", che vede ospite il rapper Clementino, e "La Realta' non Puo' Essere Questa", scritta con il fratello Eugenio, che e' anche ospite), gli altri sono nuove versioni di vecchi brani del cantautore napoletano ("Perche' " e' contenuta nella versione uscita su singolo nel 2010, con ospite Morgan), tra cui alcuni dei suoi piu' noti classici, come "Non Farti Cadere le Braccia", "Mangiafuoco", "L' Isola che non C'e' ", "Cantautore"... I nuovi brani rivelano l' intenzione del cantautore di riallacciarsi ai suoi migliori trascorsi artistici, lontani da velleita' commerciali, e non stridono affatto, anche grazie ad una voce sempre efficace, con le nuove versioni di brani straordinari che hanno fatto la storia del cantautorato italiano, di cui Bennato e' stato senza alcun dubbio, almeno fino ai primi anni '80, uno degli esponenti piu' originali e significativi, artefice di un approccio straordinariamente innovativo all' uso della lingua italiana in una forma canzone per solito vicina al folk ed al rock americano, ma anche capace di abbracciare felicemente elementi di forte mediterraneita', sovente in bilico tra impegno ed ironia, ricca di impagabile acume sarcastico. Questa i brani inediti dell' album: "Geniale", "Il Mistero della Pubblica Istruzione", "L’uomo nero" (feat. Clementino), "La bella addormentata", "La realtà non può essere questa" (feat. Eugenio Bennato), "Maskerate", "Non c’è", "Signore e signori", e questi i quindici brani reinterpretati per l' occasione: "Bravi ragazzi", "Cantautore", "Dotti medici e sapienti", "Feste di piazza", "Italiani", "L’isola che non c’è", "La verità", "Le ragazze fanno grandi sogni", "Mangiafuoco", "Non farti cadere le braccia", "Perché" (feat. Morgan), "Relax", "Salviamo il salvabile", "Tutti", "Un giorno credi".
Euro
33,00
codice 2100346
scheda

Page: 2 of 18

«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 18  ---»
Pag.: oggetti: