Hai cercato:  prezzo min 100∨iginale=usati --- Titoli trovati: : 800
«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 32  ---»
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1971  kosmische musik 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima molto rara stampa tedesca, nella piu' rara e ricercata versione con copertina apribile (ne esiste una contemporanea versione con copertina completamente diversa e non apribile, con medesimo numero di catalogo), laminata fronte e retro, etichetta argento e nera, catalogo KK 58.001. Pubblicato in Germania nel 1973 dopo ''Schwingungen'' (1973) e prima di ''Join in'' (1973), non entrato nelle classifche tedesche. Il terzo album. Registrato con in formazione Micky Duwe, Steve Shroder gia' con i Tangerine Dream di "Alpha centauri" e Dietmar Burmeister, il disco fu registrato a Berna, dove per l' occasione il gruppo si uni' a Timothy Leary, profeta dell' lsd che viveva all' epoca in Svizzera in esilio dopo essere stato espulso dagli Usa, ed al quale venne negato il visto per recarsi a Berlino. Si tratta di un concept album basato sulle teorie di Lary, ed i brani illustrano i sette livelli di conoscenza della mente; il risultato e' un lavoro dal tasso psichedelico elevatissimo, per alcuni il loro capolavoro assoluto, con la voce ed i testi di leary che si sovrappongono ai due lunghi brani ''Space'' e ''Time'' , non mancano i momenti alla Hawkwind e come per i due albums precedenti la facciata 2 e' piu' sognante e la 1 piu' improvvisata, sempre durante il soggiorno svizzero il gruppo incontro' l'artista grafico walter wegmuller e da qui naque l'idea che porto' alla realizzazione del progetto ''Tarot''.
Euro
160,00
codice 241755
scheda
Ashkan    in from the cold
lp [edizione] originale  mono  uk  1969  decca nova 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
la prima molto rara stampa inglese IN MONO (molto piu' rara di quella stereo, inevitabilmente essendo il disco uscito alla fine del 1969, ed anzi, pare, nel gennaio del 1970!!!), copertina (con qualche segno di invecchiamento sul retro) laminata sul fronte, con foro "stereo/mono" sul retro, pressata da Robert Stace, etichetta grigio/verde con scritte e logo argento, catalogo DN.R.1, copia corredata della originaria busta interna bianca e rossa "mono" della Decca. Pubblicato dalla Decca Nova nel 1969, "In from the cold" e' l'unico album pubblicato dall'oscuro gruppo hard rock blues inglese formato da Steve Bailey, Ron Bending, Terry Simms e Bob Weston (poi nei Fleetwood Mac), la cui rara edizione originale e' valutata intorno ai 200 euro. Gli Ashkan propongono un disco di ruvido e possente hard rock con un forte sentore blues, in cui le selvagge chitarre duellano con la roca e sporca voce di Steve Bailey, che ricorda un po' quella di Terry Stamp dei mitici ed oscuri Third World War. Le chitarre distorte tendono a massicci assoli ricchi di wah wah, sopra una ritmica selvaggia che ricorda i Blue Cheer; non mancano alcuni episodi piu' pacifici, come la bella ballata acustica "Stop (wait and listen)". Un disco che non manchera' di interessare gli estimatori dei Led Zeppelin, dei Groundhogs e dei primi Black Sabbath, nonche' quanti volessero addentrarsi nell'oscuro undeground inglese a cavallo fra gli anni '60 e '70.
Euro
250,00
codice 236693
scheda
Aslan    Paws for thought
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1976  profile 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rarissima stampa inglese, label gialla con parte nera in alto, scritte nere e logo Profile giallo su campo nero in alto, catalogo GMOR006, scritta ''or'' incisa sul trail off di entrambi i lati. Pubblicato nel 1976 dalla Profile in Gran Bretagna, il primo dei due album degli Aslan, precedente ''Second helpings'' (1977). Inciso con strumentazione acustica (chitarre, autoharp, flauti, glockenspiel e percussioni), l'album offre un folk pop non strettamente tradizionalista, sebbene non manchino alcuni traditionals e cover di altri autori folk come ''Better than yesterday'' dei Parchment, gruppo a cui questo lp degli Aslan e' stato accostato artisticamente, e pezzi tradizionali come ''The king''. Gli arrangiamenti, piu' scarni dell'album successivo e basati soprattutto sulle chitarre acustiche, fanno risaltare le belle armonie vocali del gruppo, in particolare quelle femminili, che richiamano ancora il folk ed il folk pop degli anni '60. Gruppo folk e folk pop inglese del Leicestershire, gli Aslan erano composti da tre ragazze e tre ragazzi, autori di una musica principalmente acustica, delicata e carica di lirismo, caratterizzata da bellissime armonie vocali, accostata da alcuni appassionati ai Parchment ma senza le sonorita' elettriche. Pubblicarono due rarissimi album, ''Paws for thought'' (1976) e ''Second helpings'' (1977); la cantante e chitarrista Pam Burgess incise poi due brani solisti per la compilation ''This side of the river'' pubblicata dalla Profile, stessa etichetta dei due album degli Aslan.
Euro
300,00
codice 326534
scheda
Atlantis (frumpy)    Atlantis (+promo insert and photo!!!)
lp [edizione] originale  stereo  uk  1972  vertigo 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rara stampa inglese, che come tutte le copie vede la copertina pressata in Germania, STRAORDINARIA COPIA PROMOZIONALE CON INSERTO PROMOZIONALE SU CARTA INTESTATA PHONOGRAM LIMITED, E FOTO PROMOZIONALE LUDIDA; copertina laminata frontee retro, pressata come tutte le copie inglesi in Germania, con catalogo 6360609D, etichetta in bianco e nero con spirale, con "Vertigo" sopra in foro centralke, sul lato B, "(p) 1973" e "Made in England" a destra, piu' in alto del foro centrale, e in "Side A (Over)" la "O" maiuscola, catalogo 6360 609, "1Y//1" e "2Y//1" sul trail off delle rispettive facciate. Pubblicato in Germania nel 1972 prima di "It's Getting Better", non entrato nelle classifiche tedesche ne' in quelle Uk, il primo album. Quando i Frumpy si sciolsero nel 1972, tre dei membri formarono questi Atlantis, capitanati dalla cantante Inga Rumpf la Janis Joplin di Germania, con Jean-Jaques Kravetz e Karl-Heinz Schott e dagli Emergency Frank Diez e Curt Cress. Dopo alcuni concerto il gruppo firma per la Vertigo ed esce questo primo lavoro, registrato a Londra nel novembre del 1972 , con Reebop Kwakuh Baah dei Traffic e Jean Alain Rousselcon un feeling vicino a quello della West Coast Ae la voce della Rumpf con toni vicini al blues ed al soul , tutti i brani furono composti da Diez, che insieme a Cress lascio' il gruppo per divergenze artistiche lo stesso giorno dell'uscita dell'album. . Dieter Bornschlegel e Ringo Funk entrarono allora in formazione per registrare It's Getting Better (1973) dal tono piu' funky e nero. Laband proseguira' per altri 3 anni producendo 5 notevoli lavori.
Euro
190,00
codice 242271
scheda
Atomic rooster    atomic rooster (Flute mix)
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1970  b&c 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good rock 60-70
prima assai rara stampa inglese, la seconda versione del celebre "Flute Mix"; copertina (in belle condizioni sul fronte, con diversi segni di invecchiamento sul retro) pressata da "E.J.Day Group", come indicato sul retro, e con "B&C Records, ltd.37 Soho Square..." sul retro in basso, etichetta ruvida nera con scritte argento e logo quadrato in alto nella sua prima versione, largo circa 3 cm. con la base che tocca il "deep groove" dell' etichetta, matrici sul trail off "CAS+1010 +A2" sul primo lato e "CAS+1010+B2" sul secondo lato, senza ''RAYS'' graffitato a mano sul lato 1. Queste matrici identificano la seconda versione, con l' ordine dei brani sul disco che corrisponde a quello indicato sulle etichette, dell' originario missaggio del disco, denominato "FLUTE MIX", che vede il flauto di Nick Graham non ancora rimpiazzato dalla chitarra di John Du Cann su parte del disco come particolarmente evidente in ''Friday the 13th'', ''Before Tomorrow'' e ''S.l.y'' (un secondo missaggio del disco, denominato "GUITAR MIX", sara' presto approntato per il mercato americano dopo l' ingresso in formazione di McCann, ma senza suscitare l' interesse di alcuna etichetta americana, ed invece utilizzato dalla stessa B&C in Uk per una seconda versione del disco, riconoscibile dalle matrici "A1-U" e "B1-U", con l'aggiunta della chitarra di Du Cann, nuovo membro della band su parte dei brani e della voce dello stesso su ''Friday 13th'' ). Pubblicato in Inghilterra nel settembre del 1970 dalla B&C prima di ''Death Walks Behind You'', giunto al numero 49 delle classifiche Uk e non entrato in quelle Usa. Il primo album. Frutto della prima incarnazione degli Atomic Rooster con Vincent Crane, Nick Graham e Carl Palmer , la formazione emersa dopo lo scioglimanto dei Crazy World of Arthur Brown, vede brani ad opera perlopiu' di Crane dal tono oscuro e heavy, ma che presentano connotazioni ed influenze che vanno dal folk di "Winter" al blues di "Broken Wings." al quasi jazz di "Decline and Fall". Autori di uno hard rock progressivo dai toni scuri e dominato dalle tastiere, che col passare del tempo si contaminera' con funk e soul, gli Atomic Rooster si formano in Gran Bretagna nel 1969 sotto la guida del tastierista Vincent Crane, in precedenza nei Crazy World di Arthur Brown, che si unisce a Nick Graham ed a Carl Palmer. Questa prima formazione pubblica il primo eponimo album nel 1970, che riscuote un discreto successo in patria ma non impedisce che il gruppo si sfaldi, con Graham che si unisce agli Skin Alley e Palmer che entra negli Emerson, Lake And Palmer. Crane riforma il gruppo con John Cann e Paul Hammond: questo nuovo organico realizza i dischi che molti considerano i piu' riusciti, ''Death walks behind you'' (1970) e ''In hearing of atomic rooster'' (1971, con Pete French al canto), piccoli classici dell'hard progressivo. Il gruppo si sfalda nuovamente per riformarsi ancora una volta attorno a Crane, con nuovi membri fra cui il cantante r&b Chris Farlowe; il suono orienta verso il funk ed il soul con dischi come ''Made in England'' (1972) e ''Nice 'n' greasy'' (1973) ma i risultati commerciali sono disastrosi e la band si scioglie nel 1973, per riformarsi brevemente fra il 1979 ed il 1982. Crane in seguito si unira' ai Dexy's Midnight Runners.
Euro
100,00
codice 242361
scheda
Atomic rooster    in hearing of...
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1971  pegasus 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
Prima rara stampa inglese, copertina (con lievi segni di invecchiamento) apribile stampata da "E.J. Day Group" (come indicato all' interno), etichetta ruvida bianca con scritte azzurre da un lato e con cavallo alato dall' altro, scritte sul trail off (a macchina) : "PEG 1A - 1U" / "PEG 1B - 1U". Pubblicato in Inghilterra dalla Pegasus nel luglio 1971 dopo ''Death walks behind you '' e prima di ''Made in england'', non entrato nelle classifiche inglesi ne' in quelle americane, il terzo album. E' quello che chiude il primo periodo, piu' oscuro e sperimentale, registrato nel 1971 con Pete French dei Cactus alla voce, ed e'considerato dalla critica inglese come il loro capolavoro. Molto meno aggressivo ed accattivante dei primi lavori, "In Hearing Of" ha connnotazioni che lo avvicinano, in alcuni momenti, ad una sorta di acido funky, con "The Devil's Answer" che suona come una via di mezzo tra il Memphis soul ed il progressive inglese; i testi sono oscuri e carichi di riferimenti sovrannaturali e gotici, nello stile dell'hard rock inglese del periodo, influenze classicheggianti si fanno sentire saltuariamente, ma le tastiere di Vincent Crane sono sempre di ottimo gusto e le melodie assai caratteristiche e ottimamente eseguite. purtoppo il gruppo si sciogliera' di li a poco per riformarsi poi con una line up completamente diversa e dare vita alla seconda stagione del gruppo.
Euro
100,00
codice 103641
scheda
Atomic rooster    in hearing of...
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1971  pegasus 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
Prima rara stampa inglese, copertina apribile stampata da "E.J. Day Group" (come indicato all' interno), etichetta ruvida bianca con scritte azzurre da un lato e con cavallo alato dall' altro, scritte sul trail off (a macchina) : "PEG 1A - 1U" / "PEG 1B - 1U". Pubblicato in Inghilterra dalla Pegasus nel luglio 1971 dopo ''Death walks behind you '' e prima di ''Made in england'', non entrato nelle classifiche inglesi ne' in quelle americane, il terzo album. E' quello che chiude il primo periodo, piu' oscuro e sperimentale, registrato nel 1971 con Pete French dei Cactus alla voce, ed e'considerato dalla critica inglese come il loro capolavoro. Molto meno aggressivo ed accattivante dei primi lavori, "In Hearing Of" ha connnotazioni che lo avvicinano, in alcuni momenti, ad una sorta di acido funky, con "The Devil's Answer" che suona come una via di mezzo tra il Memphis soul ed il progressive inglese; i testi sono oscuri e carichi di riferimenti sovrannaturali e gotici, nello stile dell'hard rock inglese del periodo, influenze classicheggianti si fanno sentire saltuariamente, ma le tastiere di Vincent Crane sono sempre di ottimo gusto e le melodie assai caratteristiche e ottimamente eseguite. purtoppo il gruppo si sciogliera' di li a poco per riformarsi poi con una line up completamente diversa e dare vita alla seconda stagione del gruppo.
Euro
140,00
codice 229002
scheda
Audience    audience ( stamper 1 1 3 )
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1969  polydor 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
Prima rarissima stampa inglese, copertina delicatissima in cartoncino leggero nero, per solito assai usurata e qui invece in belle condizioni, con foto del gruppo impressa in grigio con effetto "rev-neg" in negativo, titolo in rosa e sul retro i brani indicati in grigio; etichetta rossa con logo Polydor in alto ''Made in England'' in orizzontale a sinistra, "ST 33" in due cerchi a destra, con titoli in ''bolder types'' (grassetto) sull' etichetta e stamper "1 1 3" sul trail off del lato 1; queste caratteristiche identificano la ''vera'' prima stampa di questo album, che, nonostante sia rarissimo, all' epoca ritirato dalla vendita, esiste (anche se non riportato da nessuna fonte) in due diverse tirature: la prima, questa, e la seconda (quasi del tutto identica ma con i titoli NON in grassetto sull'etichetta, copertina lievissimamente piu' grande e stamper con numeri superiori a "1 1 3" sul lato 1); catalogo 583 065. Pubblicato in Inghilterra nel luglio del 1969 prima di ''Friends Friends Friends", il primo album degli Audience; fu ritirato dalla vendita subito dopo la pubblicazione, da qui la sua notoria rarita' nella sua prima tiratura. Qui il gruppo e' ancora memore della onda psichedelica e questo lp ricorda nello spirito, in bilico tra progressive e psichedelia con influenze che vanno dal jazz al Canterbury sound, accostabile al primo album dei Caravan. Sara' un album amatissimo dal pubblico legato ''spiritualmente'' agli anni '60 che trovera' gli altri successivi su Charisma troppo ''carichi'', enfatici ed arrangiati, non e' invece altrettanto apprezzato dagli estimatori del progressive piu' maturo, che lo trovano a volte un po' ''elementare'' e poco complesso. Sara' tuttavia grazie a questo lavoro che i Led Zeppelin, grandi ammiratori del gruppo in questa prima fase, li inviteranno ad aprire il tour inglese del 1970, dove, al Lyceum di Londra, verranno notati da Tony Stratton Smith che spingera' la Charisma a metterli sotto contratto. Gli Audience si formano a Londra nel 1969 su impulso di Howard Werth, Keith Gemmell, Trevor Williams e Tony Connor. Il primo album esce per la Polydor nello stesso 1969, ma passera' del tutto inosservato, sara' solo con il successivo contratto per la Charisma e con la produzione di Gus Dudgeon che con l' uscita di ''Friend's Friend's Friend'' (1970) e ''House on the Hill'' (1971), la band sviluppera' il suo personalissimo suono e trovera' posto tra le maggiori realta' dell' underground dell' art rock inglese; nel 1972 saranno invitati a suonare come supporto dei Faces in un lungo tour americano, ma proprio alla vigilia di quello che sembrava essere il momento decisivo per la propria arrermazione, Gemmel lascio' la band per unirsi agli Stackridge, e nonostante il gruppo avesse reclutato il nuovo sassofonista Patrick Neubergh ed il tastierista Nick Judd, la nuova alchimia non funziono', e gli Audience si sciolsero poco dopo. Il solo Werth rimarra' nel music show ad alti livelli, e nel 1975 con la sua nuova band, i Moonbeams, realizzera' un nuovo lp, dal titolo "King Brilliant". Nonostante i critici abbiano sempre tenuto il gruppo sul palmo di mano, ed il supporto di un accanitissimo seguito di fedele pubblico, il gruppo non riusci' mai ad imporsi a livello commerciale; gli Audience rimangono comunque come una delle bands di maggiore spicco prodotte dall' Inghilterra negli anni '70.
Euro
500,00
codice 106732
scheda
Audience    friends, friends, friends
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1970  Charisma 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
prima assai rara stampa inglese, copertina apribile, printer "E.J. Day Group" indicato all' interno, l'ultimo numero di catalogo Charisma con etichetta rosa SENZA scritta in basso ''manufactured and distributed by B&C records ltd'', ovvero la primissima variazione charisma, matrix number "CAS 1012 A 2" e "CAS 1012 B 2". Pubblicato in Inghilterra nel settembre del 1970 dopo ''Audience'' e prima di ''House On The Hill'', non entrato nelle classifiche UK ne' in quelle USA. Il secondo album. Considerato insieme al seguente il loro lavoro piu' maturo ed ispirato del gruppo inglese, mix di progressive, hard rock, blues, caratterizzato dal flauto di Keith Gemmel e dalla voce trascinante di Howarth Werth, non dissimile almeno nello spirito dalle pagine che scriveranno negli stessi anni i Family. Gli Audience si formano a Londra nel 1969 su impulso di Howard Werth, Keith Gemmell, Trevor Williams e Tony Connor. Il primo album esce per la Polydor nello stesso 1969, ma passera' del tutto inosservato, sara' solo con il successivo contratto per la Charisma e con la produzione di Gus Dudgeon che nel 1970 con l' uscita di questo ''Friend's Friend's Friend'' e di '' House on the Hill'', dell' anno successivo, la band sviluppera' il suo personalissimo suono e trovera' posto tra le maggiori realta' dell' underground dell' art rock inglese; nel 1972 saranno invitati a suonare come supporto dei Faces in un lungo tour americano, ma proprio alla vigilia di quello che sembrava essere il momento decisivo per la propria arrermazione, Gemmel lascio' la band per unirsi agli Stackridge, e nonostante il gruppo avesse reclutato il nuovo sassofonista Patrick Neubergh ed il tastierista Nick Judd, la nuova alchimia non funziono', e gli Audience si sciolsero poco dopo. Il solo Werth rimarra' nel music show ad alti livelli, e nel 1975 con la sua nuova band, i Moonbeams, realizzera' un nuovo lp, dal titolo "King Brilliant". Nonostante i critici abbiano sempre tenuto il gruppo sul palmo di mano, ed il supporto di un accanitissimo seguito di fedele pubblico, il gruppo non riusci' mai ad imporsi a livello commerciale; gli Audience rimangono comunque come una delle bands di maggiore spicco prodotte dall' Inghilterra negli anni '70.
Euro
120,00
codice 110585
scheda
Audience    house on the hill
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1971  Charisma 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rara stampa inglese, completa della rara inner sleeve con testi, copertina apribile pressata da "E.J.Day Group" come indicato all' interno, etichetta rosa con scritta ''Manufactured and distributed by B&C Records'' in basso, trail off matrix "...A-1U" e "...B-1U". Pubblicato in Inghilterra nel giugno del 1971 dopo ''Friends, friends, friends'' e prima di ''Lunch'', non entrato nelle classifiche Uk ne' in quelle Usa. Il terzo album. Considerato il loro capolavoro, presenta un originalissimo mix di progressive, hard rock, blues, caratterizzato dal flauto di Keith Gemmel e dalla voce trascinante di Howarth Werth, non dissimile almeno nello spirito dalle pagine che scriveranno negli stessi anni i Family. Gli Audience si formano a Londra nel 1969 su impulso di Howard Werth, Keith Gemmell, Trevor Williams e Tony Connor. Il primo album esce per la Polydor nello stesso 1969, ma passera' del tutto inosservato, sara' solo con il successivo contratto per la Charisma e con la produzione di Gus Dudgeon che con l' uscita di ''Friend's Friend's Friend'' (1970) e di questo ''House on the Hill'' (1971), la band sviluppera' il suo personalissimo suono e trovera' posto tra le maggiori realta' dell' underground dell' art rock inglese; nel 1972 saranno invitati a suonare come supporto dei Faces in un lungo tour americano, ma proprio alla vigilia di quello che sembrava essere il momento decisivo per la propria arrermazione, Gemmel lascio' la band per unirsi agli Stackridge, e nonostante il gruppo avesse reclutato il nuovo sassofonista Patrick Neubergh ed il tastierista Nick Judd, la nuova alchimia non funziono', e gli Audience si sciolsero poco dopo. Il solo Werth rimarra' nel music show ad alti livelli, e nel 1975 con la sua nuova band, i Moonbeams, realizzera' un nuovo lp, dal titolo "King Brilliant". Nonostante i critici abbiano sempre tenuto il gruppo sul palmo di mano, ed il supporto di un accanitissimo seguito di fedele pubblico, il gruppo non riusci' mai ad imporsi a livello commerciale; gli Audience rimangono comunque come una delle bands di maggiore spicco prodotte dall' Inghilterra negli anni '70.
Euro
110,00
codice 236562
scheda
Audioslave    Revelations (clear vinyl)
Lp [edizione] originale  stereo  usa  2006  epic/interscope 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Prima assai rara e ricercata stampa vinilica, pressata solo negli USA in vinile trasparente, copertina con barcode 82796-97728-12, inner sleeve con testi e foto a colori, etichette custom arancio/gialle con scritte gialle, catalogo 82796 97728 1. Pubblicato nel settembre del 2006 solo in cd, stampato qualche mese più tardi, nel febbraio del 2007, anche in vinile, il terzo album, uscito dopo "Out of Exile", del gruppo formato dagli ex-Rage Against The Machine con Chris Cornell ex Soundgarden alla voce. Anche se si tratta dell'ultima testimonianza del supergruppo, in quanto i membri ne hanno annunciato il definitivo scioglimento, il disco si presenta come il prodotto di una band finalmente amalgamata, in cui affiorano ovviamente gli elementi ereditati dai due gruppi originari, con sonorità che stanno tra il metal e il grunge; se "Out of Exile" appariva dominato dalla personalità di Cornell, mentre l'esordio omonimo al contrario era costruito sul suono dei Rage Against the Machine, in questo "Revelations" le due componenti sembrano finalmente integrate fra loro e complementari, portando il suono del gruppo addirittura verso sonorità inedite, nell'esplorazione di territori funk e soul. Super gruppo dedito ad un massiccio rock pesante, gli Audioslave si formano a Los Angeles nel 2001, ad opera di Chris Cornell, cantante dei Soundgarden, e degli strumentisti dei Rage Against The Machine Tim Commerford, Brad Wilk e Tom Morello. Il primo eponimo lp del gruppo porta marcate somiglianze con il sound dei RATM e con le atmosfere cupe ed i toni introspettivi dei Soundgarden, ottenendo subito un buon riscontro di pubblico. Queste similitudini, a cui si aggiungono influenze del rock pesante degli anni '70 (Led Zeppelin, Black Sabbath), si fanno meno evidenti nel successivo acclamato album ''Out of exile'' (2005), grande successo che consacra gli Audioslave anche presso la critica, con un approccio più sfaccettato e personale. ''Revelations'' segue nel 2006, ma Cornell abbandona poi il gruppo nel 2007, ponendo in forse il proseguimento del progetto.
Euro
300,00
codice 331509
scheda
Auger brian and julie driscoll and trinity    open (mono, laminated sleeve)
Lp [edizione] originale  mono  uk  1967  marmalade 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
assolutamente rara prima stampa inglese in MONO, nella versione con copertina (con giusto lievi segni di invecchiamento) in cartoncino LAMINATO fronte e retro, stampata da Upton Printing Group (alcune fonti, non confermate, riportano che le primissime copie pressate del disco avessero la copertina non laminata), etichetta (nella versione liscia e non ruvida) bianca con logo viola ed arancione e scritte nere, trail off stampato con matrice "607 002 A 2 11 1" e "607 002 B 1 1 1", con scalino a circa un centimetro dal buco, catalogo 607002. Pubblicato in Inghilterra nel novembre del 1967 prima di ''Definitely what'', il primo album. Considerato come uno dei lavori cardine degli anni '60 britannici, fu prodotto da Giorgio Gomelsky che aveva scoperto auger e la driscoll negli steampacket, gruppo che vedeva in formazione rod stewart, long john baldry e la stessa julie driscoll ma che non giunse mai all'album registrando solo alcuni demos pubblicati postumi. questo primo lavoro mantiene intatta la freschezza della swingin' london ma la arricchisce con arrangiamenti jazzati e soul che diverranno il marchio di fabbrica dell'organista inglese, il secondo lato dell'album che vede le performances di julie driscoll, assume grazie al voce della grande cantante, sfumature che ricordano janis joplin e grace slick ma con il classico ineffabile groove dei britannici alle prese con la musica nera, carica di potenza, entusiasmo e molto piu' dura del modello originale.
Euro
160,00
codice 238783
scheda
Auger brian and julie driscoll and trinity    open (mono, non-laminated cover)
Lp [edizione] originale  mono  uk  1967  marmalade 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
assolutamente rara prima stampa inglese in MONO, nella versione con copertina in cartoncino NON laminato fronte e retro, stampata da Upton Printing Group (alcune fonti, non confermate, riportano che la prima edizione del disco avesse come questa la copertina non laminata, caratteristica invece della seconda tiratura del disco di poco successiva), etichetta ruvida bianca con logo viola ed arancione e scritte nere, trail off stampato con matrice "607 002 A 2 11 4" e "607 002 B 1 1 4", con scalino a circa un centimetro dal buco. Pubblicato in Inghilterra nel novembre del 1967 prima di ''Definitely what'', il primo album. Considerato come uno dei lavori cardine degli anni '60 britannici, fu prodotto da Giorgio Gomelsky che aveva scoperto auger e la driscoll negli steampacket, gruppo che vedeva in formazione rod stewart, long john baldry e la stessa julie driscoll ma che non giunse mai all'album registrando solo alcuni demos pubblicati postumi. questo primo lavoro mantiene intatta la freschezza della swingin' london ma la arricchisce con arrangiamenti jazzati e soul che diverranno il marchio di fabbrica dell'organista inglese, il secondo lato dell'album che vede le performances di julie driscoll, assume grazie al voce della grande cantante, sfumature che ricordano janis joplin e grace slick ma con il classico ineffabile groove dei britannici alle prese con la musica nera, carica di potenza, entusiasmo e molto piu' dura del modello originale.
Euro
220,00
codice 238640
scheda
Ayers kevin    bananamour
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1973  harvest 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima molto rara stampa inglese, copertina apribile in rilievo fronte e retro, pressata da "Garrod & Lofthouse" (come indicato sul retro), trail off matrix "A-3" e "B-3", etichetta gialla e verde con scritta lungo la circonferenza in alto che inizia con "The Gramophone co.", e con il piccolo logo Emi. Pubblicato in inghilterra nel maggio del 1973 dopo ''Whathevershebringswesing'' e prima di ''The confessions of dr.dream'', non entrato nelle classifiche Uk ne' in quelle Usa. Il quarto lp. Considerato dalla critica come il suo lavoro piu' maturo ed allo stesso tempo accessibile, Ayers e' supportato ora da Archie Leggett e dal batterista Eddie Sparrow , ma al disco collaborano anche Dave Bedford ("Beware of the Dog"), Steve Hillage ("Shouting in a Bucket Blues"), Robert Wyatt ("Hymn") e Mike Ratledge ("Interview"). il disco si muove in territori che vanno dalla psychedelia alla canzone d'autore al pop/blues che trovano in "Decadence" il punto centrale di unione, quasi progressive e brano che incorpora e centrifuga tutte le pulsioni ed influenze tipiche della musica del chitarrista e che aprira' la strada alla svolta dell'anno successivo di "Confessions of Dr. Dream" , da non dimenticare il contributo di Liza Strike, Doris Troy e Barry St. John. che donano un tono quasi-gospel, specie in "When Your Parents Go to Sleep" sara' anche l'ultimo lavoro pubblicato per la EMI/Harvest e le idee contenute in questo Bananamour, saranno quelle che caratterizzeranno la nascita della fase prog rock blues che sara' la base della sua produzione della seconda meta' del decennio.
Euro
160,00
codice 238381
scheda
Ayers kevin    whatevershebringswesing
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1972  harvest 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
Prima rara stampa inglese, copertina apribile "textured" in rilievo fronte retro ed all' interno, pressata da "Garrod & Lofthouse" come indicato all' interno, etichetta verde chiaro e verde scuro, con scritta lungo la circonferenza in alto che inizia con "The Gramophone Co" e con piccolo logo "Emi", matrix numbers: "SHVL 800 A-1" e "SHVL 800 B-1" (del disco esistono delle rarissime copie con etichetta senza logo "EMI", sicuramente pero' non si tratta di una stampa antecedente a quella con il logo "Emi", perche' la Harvest utilizzava le etichette con il logo Emi gia' dal numero di catalogo "SHVL792" - East of Eden "East of Eden", luglio 71, di cui e' riportata una copia che su un lato ha l' etichetta senza il logo Emi, ma di regola l' etichetta di quel disco ha gia' il logo in questione. Il disco di Ayers e' uscito un bel po' di mesi dopo, nel 1972, e nel mezzo ci sono sette dischi che hanno tutti il logo "Emi"); alcune copie del disco di Ayers hanno quindi delle vecchie "leftover labels", rimaste in qualche cassetto e in quell' occasione riutillizate, contemporaneamente alle etichette con il logo "Emi" e scritta "Gramophone Co". Pubblicato in Uk nel gennaio del 1972 dopo ''Shooting at the moon'' e prima di ''Bananamour'', non entrato nelle classifiche inglesi ne' in quelle Usa. Il terzo album. Registrato con una formazione ancora piu' numerosa che nel precedente e' l' ultimo lavoro del primo periodo, termina con questo lp infatti la collaborazione con david bedford e mike oldfield, il disco e' un esempio di fusione tra canterbury, folk lunatico e sperimentazione, oltre ai succitati oldfield e bedford, vi suonano didier maleherbe, dave dufort, robert wyatt, gerry fields, tony carr, william murray e johnny van derek. album melanconico e riflessivo, contiene brani piu' essenziali e meno progressive dei precedenti e pur non entrando in classifica fu il suo piu' venduto fino a quel momento, contiene molti brani splendidi, "There Is Loving" suite che ricorda i giorni dei Soft Machine con le orchestrazioni di Dave Bedford, "Among Us" , "Stranger in Blue Suede Shoes," considerato da molti critici come il suo brano piu' riuscito in assoluto, "Oh My"e "Champagne Cowboy Blues", "Song From the Bottom of a Well" , "Lullaby." che ricorda nelle atmosfere i King Crimson di ''In the Wake of Poseidon''. Whatevershebringswesing e' la perfetta via di mezzo tra il primo periodo, quello sperimentale ed anarcoide di ''Joy of a toy'' e ''Shooting at the moon'' e quello piu' intimista e rilassato che culminera' in Bananamour ed in ''The Confessions of Dr. Dream'', album che concludera' la fase piu' interessante della carriera di Ayers.
Euro
120,00
codice 222450
scheda
Bad religion    Into the unknown
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1983  epitaph 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Per la prima volta nel nostro catalogo, la rarissima prima stampa USA (peraltro il disco non e' mai stato ristampato, se non illegalmente, per volere del gruppo, fino a tempi recentissimi, quando lo ritroviamo nel cofanetto ''Bad religion'' pubblicato dalla Epitaph alla fine del 2010), copertina senza barcode, completa di inserto in carta liscia formato 10'' con foto in bianco e nero e testi, label blu e nera con bordo bianco, scritte bianche, nome gruppo in nero e logo Epitaph bianco, blu e grigio in alto, catalogo EPI-BRLP2. Pubblicato nel dicembre del 1983 dalla Epitaph negli USA, il secondo discusso album, uscito dopo ''How could hell get any worse?'' (1982) e prima di ''Suffer'' (1988). Disco che suscito' non poche avversita' alla sua uscita per il netto cambio di stile del gruppo, ''Into the unknown'' e' stato tuttavia rivalutato nel corso del tempo ed e' oggi considerato un disco coraggioso e seminale (in particolare nell'ottica grunge), con il suo aprirsi a molteplici influenze; certo l' estrazione punk della band non ne e' estranea, ma il disco si apre ad influenze molteplici, dalla new wave al rock anni '70 ed anche alla psichedelia anni '60, e passando da brani potenti ma melodici screziati di punk o una sorta di personale hard rock ad episodi che non disdegnano tastiere e chitarre acustiche, per arrivare ad un personale approccio al rock progressivo nella lunga ''Time and disregard'', il tutto sovente con un orecchio ancora teso alla ferocia punk, in particolare nelle chitarre di Brett Gurewitz, e con la voce sempre bellissima e riconoscibile di Greg Graffin (i due sono qui accompagnati da una nuova sezione ritmica). Dopo che il mini "Back to the Known" nel 1984 registrera' il ritorno alle piu' consuete sonorita' del gruppo, altri quattro anni ci vorranno perche' i Bad Religion ritornino a produrre un album, il bellissimo ''Suffer'' (che recuperera' la prima formazione della band), che riprendera' definitivamente il filo del punk interrotto da questo ''Into the unknown''. Formatisi a Los Angeles nel 1980, i Bad Religion sono considerati uno dei gruppi preminenti nella scena hardcore punk americana degli ultimi decenni del XX secolo; sono capaci di sfornare classici inni hardcore in cui testi spesso incentrati su temi sociali e politici fanno il paio con un approccio ruvido e tirato ma attento anche alla melodia, aspetto che probabilmente fara' di loro un'influenza sulla scena punk melodica californiana che sfondera' sul mercato negli anni '90. Tornati alla ribalta alla fine degli anni '80 dopo alcuni anni in sordina, contamineranno il loro stile con elementi psichedelici, metal e hard rock.
Euro
300,00
codice 315642
scheda
Bakerloo (may blitz)    bakerloo
lp [edizione] originale  stereo  hol  1969  harvest 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima molto rara stampa olandese, copertina come in tutte le copie pressata in Inghilterra da "Ernest J. Day..." come indicato all' interno, apribile laminata fronte e retro, etichetta verde chiaro e verde scuro, con scritta lungo la circonferenza in alto che inizia con "The Gramophone co'', senza logo Emi, catalogo SHVL762, con marchio Biem in basso. L' unico album del gruppo inglese composto da Keith Baker, Dave Clem Clempson, Terry Poole, Jerry Salisbury; si formarono a Tamworth come ''The Bakerloo Blues Line'', con Keith Baker e Terry Poole che provenivano dai May Blitz. Il disco e' uno dei superclassici del progressive blues britannico, con forti influenze jazz e hard, contiene brani originali e due covers di Willie Dixon, ''Bring it on home'' e ''Big bear ffoly'', dove il lavoro della chitarra ricorda ai piu' quello di Alvin Lee. La facciata due e' invece dominata da due lunghe tracce ''This worried feeling'' e ''Son of moonshine'', in cui il lato progressive ed hard e' maggiormente in evidenza. Il disco fu ben accolto alla sua uscita ed accostato dalla critica dell'epoca ai Cream. Furono anche la band di supporto al leggendario primo concerto dei Led Zeppelin al Marquee di Londra. Si sciolsero nel 1970 quando Clempson si uni' ai Colosseum. Baker suonera' in "Salisbury" degli Uriah heep e Poole sara' con Graham Bond.
Euro
200,00
codice 237058
scheda
Ballard hank and midnighters    don't change your.../we'll never...
78 [edizione] originale  mono  usa  1955  federal 
  [vinile]  Very good soul funky disco
il quattordicesimo singolo di Henry (Hank) Ballard ed i suoi Midnighters; 78rpm su Federal verde senza "hi-fidelity", scritte argento, "Federal" in corsivo in alto, (uscito su 45rpm, lo stesso anno con la stessa etichetta). I due pezzi qui presenti fanno parte del periodo d'oro del gruppo, che va dal '52 (inizialmente con il nome di Royals) al '56, anche grazie agli arrangiamenti del chitarrista Carl Green. Famosi per aver inciso quel gioiello di R&B che va sotto il titolo di "Work With Me Annie", pezzo che suscit= forte scandalo presso la comunitÓ puritana americana, e che dette luogo ad un'altra serie di "brani risposta" come "Roll With Me Henry" (Etta James in duetto con Richard Berry), dove Henry Þ lo stesso Hank.
Euro
100,00
codice 300123
scheda
Banco del mutuo soccorso    io sono nato libero
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1973  ricordi 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima molto rara stampa italiana, copertina sagomata arrotondata in alto, apribile a mo' di booklet con 12 pagine (incluse quelle della copertina), etichetta custom con salvadanaio nella prima versione con il titolo scritto su due righe e non su una, e con titoli dei brani in lettere minuscole, nella versione con "Siae", "Lato 1" (o lato 2, sulla seconda facciata) e "33 1/3 Giri" rispettivamente indicati (dall' alto in basso) in basso a sinistra sull' etichetta, catalogo SMRL 6123, trail off con data "13/11/1973", con timbro Siae del primo tipo, in uso tra il 1970 ed il 1975, con diametro di circa 13/13,5 mm.. Pubblicato in Italia dopo ''Darwin'' e prima di ''Banco'' nel novembre del 1973. Il terzo album. Considerato il capolavoro del gruppo romano, entrato come d'altronde i precedenti 2 nella top 10 italica, contiene i brani ''Canto nomade per un prigioniero politico'', la memorabile elettroacustica ''Non mi rompete'', ''La citta' sottile''. Sara' l'ultimo lavoro con Marcello Todaro ed e' questo uno degli album manifesto dell' intero progressive italiano; musicalmente l'opera presenta brani complessi con lunghe partiture strumentali e la voce di Francesco Di Giacomo (r.i.p.) che declama testi sperimentali e carichi di pathos.
Euro
200,00
codice 244382
scheda
Barbarians    are you a boy or are you a girl?
Lp [edizione] originale  mono  usa  1965  laurie 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
prima molto rara stampa americana, in mno, copia promozionale con timbro "Audition Record" sul retro, copertina (con qualche segno di invecchiamento) cartonata, etichetta nera ed oro con "deep groove", catalogo LLP2033. Pubblicato nel novembre del 1965 (uno dei primi album di garage americano distribuiti a livello nazionale), si tratta dell' unico storico album della garage band americana di Provincetown, Massachussetts, meritevolmente inclusa da Lenny Kaye in "Nuggets" con il brano "Moulty" (singolo dello stesso anno di questo lp, in cui pero' non e' incluso); uscito dopo una manciata di singoli, il primo dei quali pubblicato per la piccola etichetta locale Joy nel 1964, l' album contiene in gran parte covers, tra cui "Mr.Tambourne Man" di Dylan, il traditional "House of the Raising Sun" (qui accreditata a Rod Argent!), "Bo Diddley!" (di...Bo Diddley), "Memphis, Tennessee" di Chuck Berry, "I've Got A Woman" di Ray Charles e "Suzie Q" di Dale Hawkins, oltre ad un paio di strumentali e ad alcuni eccellenti brani originali come "Are You A Boy or Are You a Girl", "What The New Breed Say" e "Take It Or Leave It", che ne rappresentano forse la parte piu' interessante e rappresentativa. Dopo questo unico lavoro furono abbandonati dal batterista e cantante, proprio il mitico Victor "Moulty" Moulton a cui dedicarono il brano di cui sopra, e si trasferirono presto a San Francisco dove divennero Black Pearl, pubblicando un album per la Atlantic nel 1969,
Euro
130,00
codice 243032
scheda
Bardens peter ( camel )    The answer
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1970  transatlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
prima molto rara stampa inglese, copertina (con giusto lievi segni di distacco della laminatura vicino alla costola) laminata fronte retro, fabbricata da MacNeill Press come indicato sul retro, etichetta bianca e viola con logo Transatlantic al centro, catalogo TRA222. Pubblicato nel 1970 dalla Transatlantic in Gran Bretagna e dalla Verve Forecast negli USA, il primo album solista, precedente ''Peter bardens'' (1971). Prodotto da Bardens stesso, che vi suona organo e piano oltre che cantare, fu inciso con un un gruppo di collaboratori che includeva i cantante Steve Ellis (Love Affair) e Linda Lewis, il bassista Bruce Thomas (poi negli Attractions di Elvis Costello) ed il grande chitarrista Peter Green (sebbene non accreditato), che suona qui alcune delle sue migliori partiture chitarristiche, acide e distorte dallo wah wah, sullo stile del suo album solista ''The end of the game'', uscito nello stesso anno. I lunghi brani danno occasione sia a Green che al trascinante organo di Bardens di prodursi in eccellenti assoli e dialoghi, muovendosi tra rock blues, progressive e acid rock con energia ed inventiva; sicuramente queste jam sono il piatto forte di ''The answer''. Originario di Londra, l'abile tastierista Peter Bardens e' stato uno dei personaggi cardine della scena r'n'b inglese dei primi '60: inizia con Cheynes, quindi nel 1965 si unisce brevemente ai Them, prima di formare nel febbraio del 1966 i Peter B's Looners, nei quali militavano anche Mick Fleetwood e Peter Green; pubblicarono un solo singolo, fra l'altro l'esordio discografico di Green. Da questa formazione nacquero poi gli Shotgun Express, altro gruppo r'n'b che includeva anche il cantante Rod Stewart, autori di un paio di singoli e di un ep nel 1966/67. Nel 1969 formo' i Village, che suonarono con lui nel suo primo album solista ''The answer'' (1970), a cui fece seguito il secondo ''Peter Bardens'' (1971); questi due album presentano lunghi brani per lo piu' improvvisati, dominati dalla tastiera, suonata dallo stesso Bardens. Nel 1972 fu tra i fondatori dei Camel, gruppo progressive che ottenne un discreto successo in Gran Bretagna; lasciati i Camel nel 1978, pubblico' ulteriori album solisti, utilizzando sonorita' principalmente elettroniche a partire dai tardi anni '80. Scompare nel 2002 a causa di un male incurabile.
Euro
120,00
codice 328453
scheda
Bark psychosis    Hex
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1994  circa 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Very good indie 90
Prima ormai rarissima stampa inglese, copertina (con piccola abrasione a sinistra in alto in corrispondenza probabilmente di una etichettaa desiva rimossa) in parte lucida, completa di inner sleeve fotografica in cartoncino con piccola sagomatura per l'e strazione del disco, etichetta rossa e bianca con linee oro circolari e scritte nere, catalogo CIRCA 29, barcode 724383944217. Pubblicato in Uk dalla Circa nel febbraio 94, il primo e per lungo tempo unico album, prima del secondo "Codename: Dustsucker" di dieci anni dopo, della band britannica, considerato un capolavoro dimenticato, costituito da sonorita' calde e fumose, da pezzi in continuo divenire, senza precise strutture, atmosfericamnete rarefatto e romantico, decadente e visionario. Uno dei primi esempi di musica post rock, nel quale confluiscono astrattamente e sinteticamente jazz, lounge, ambient e musica contemporanea. I riferimenti sono da trovarsi nei Talk Talk di "Spirit of Eden" e "Laughing stock", nella sensibilita' dei Spacemen 3 e My Bloody Valentine, ma anche nelle dilatazioni kraut di band come Tangerine dream. I Bark Psychosis si formano a Woodford, East London, nel 1988 da Graham Sutton, John Ling e Mark Simnott saranno autori di tre singoli ("All different Things/By blow", "Nothing feels/I know" e, circa due anni dopo, "Mamam") designati dalla critica come perle di sublime bellezza, considerati fra le cose piu' belle in assoluto che la musica anglosasone abbia prodotto nei primissimi anni novanta, capaci di imporsi come opere fondamentali e seminali della scena shoegazer e post-rock. Purtoppo saranno anche meteore che lasceranno una scia accecante nel cielo stellato prima di eclissarsi; dovremo attendere qualche anno prima di poter assistere nuovamente al ritorno ed al fasto di queste prime gloriose uscite. Il debutto full lenght, "Hex" del 94, e' uno dei piu' originali lavori del rock britannico di quel momento, con sette lunghi brani fra psichedelia e post rock.
Euro
110,00
codice 245389
scheda
Beach boys    pet sounds
Lp [edizione] originale  mono  usa  1966  capitol 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
COPIA ANCORA INCELLOPHANATA della prima oramai assolutamente introvabile rara stampa americana, perdipiu' nella versione in MONO, copertina cartonata, etichetta nera con arcobaleno lungo la circonferenza SENZA "a subsidiary of Capitol" in basso, catalogo T2458. Pubblicato in USA il 16 Maggio 1966 prima di "Smiley Smile" e dopo "Beach Boys Party". Giunto al numero 10 delle classifiche USA ed al numero 2 di quelle UK. L' undicesimo album. Registrato dal 12 Luglio 1965 alla fine dell'Aprile 1966. Generalmente considerato come il capolavoro dei Beach Boys ed uno dei piu' geniali albums degli anni '60, il gruppo raggiunge qui il proprio culmine creativo sia a livello di composizioni che nel lavoro di studio, utilizzando procedimenti innovativi che sovrappongono le tastiere ad orchestrazioni, in un clima assolutamente druggy e carico di misticismo che vedono un' onda indefinita costruita con chitarre effettate, campanelli di bicicletta, organi distorti, clavicembali, flauti, suoni casuali, abbaiare di cani, slide, percussioni fatte con latine di coca cola e quant' altro, i brani sono tra i piu' memorabili tra quelli scritti dal gruppo, in particolare eccezionali le melodie, ma anche i testi sono di gran lunga i loro piu' complessi e variegati, le voci di Brian e Carl Wilson sono qui tra le piu' ispirate e tecnicamente perfette della intera storia del rock, tra i brani che figurano in questo album "Wouldn't It Be Nice", "God Only Knows", "Caroline No", "Sloop John B", "You Still Believe in Me", "Don't Talk", "I Know There's an Answer", "I Just Wasn't Made for These Times". Passato alla storia come il trionfo del genio poliedrico di Brian Wilson piu' che come un album dei Beach Boys (la maggior parte dei brani sono in effetti suonati da session men e non dal gruppo), le melodie sono invece quelle classiche dei Beach Boys, anche se ora completamente trasfigurate, album che ebbe vendite piuttosto scarse in USA (il loro meno venduto in assoluto dal 1963), ma che ando' benissimo Inghilterra, diverra' una delle influenze piu' grandi per tutta la psychedelia che sboccera' nel 1967, specialmente per quella inglese, i Beatles, Donovan, i Kaleidoscope, devono moltissimo a queste sonorita'. Certamente uno degli albums piu' influenti e riusciti della storia della musica rock.
Euro
300,00
codice 229861
scheda
Beach boys    pet sounds
Lp [edizione] originale  mono  usa  1966  capitol 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima oramai assolutamente introvabile rara stampa americana, perdipiu' nella versione in MONO, copertina cartonata, etichetta nera con arcobaleno lungo la circonferenza SENZA "a subsidiary of Capitol" in basso, catalogo T2458. Pubblicato in USA il 16 Maggio 1966 prima di "Smiley Smile" e dopo "Beach Boys Party". Giunto al numero 10 delle classifiche USA ed al numero 2 di quelle UK. L' undicesimo album. Registrato dal 12 Luglio 1965 alla fine dell'Aprile 1966. Generalmente considerato come il capolavoro dei Beach Boys ed uno dei piu' geniali albums degli anni '60, il gruppo raggiunge qui il proprio culmine creativo sia a livello di composizioni che nel lavoro di studio, utilizzando procedimenti innovativi che sovrappongono le tastiere ad orchestrazioni, in un clima assolutamente druggy e carico di misticismo che vedono un' onda indefinita costruita con chitarre effettate, campanelli di bicicletta, organi distorti, clavicembali, flauti, suoni casuali, abbaiare di cani, slide, percussioni fatte con latine di coca cola e quant' altro, i brani sono tra i piu' memorabili tra quelli scritti dal gruppo, in particolare eccezionali le melodie, ma anche i testi sono di gran lunga i loro piu' complessi e variegati, le voci di Brian e Carl Wilson sono qui tra le piu' ispirate e tecnicamente perfette della intera storia del rock, tra i brani che figurano in questo album "Wouldn't It Be Nice", "God Only Knows", "Caroline No", "Sloop John B", "You Still Believe in Me", "Don't Talk", "I Know There's an Answer", "I Just Wasn't Made for These Times". Passato alla storia come il trionfo del genio poliedrico di Brian Wilson piu' che come un album dei Beach Boys (la maggior parte dei brani sono in effetti suonati da session men e non dal gruppo), le melodie sono invece quelle classiche dei Beach Boys, anche se ora completamente trasfigurate, album che ebbe vendite piuttosto scarse in USA (il loro meno venduto in assoluto dal 1963), ma che ando' benissimo Inghilterra, diverra' una delle influenze piu' grandi per tutta la psychedelia che sboccera' nel 1967, specialmente per quella inglese, i Beatles, Donovan, i Kaleidoscope, devono moltissimo a queste sonorita'. Certamente uno degli albums piu' influenti e riusciti della storia della musica rock.
Euro
250,00
codice 22125
scheda
Beach boys    Smiley smile (no "Barry Turnbull")
Lp [edizione] originale  mono  usa  1967  together 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima molto rara stampa americana in Mono, copertina cartonata, nella primisima versione SENZA i crediti a Barry Turnbull sul retro, etichetta marroncina con logo verde e indiano disegnato in marrone, con "..Manufactured by Capitol" in basso, catalogo T9001. Pubblicato in Usa nel settembre del 1967 dopo ''Pet Sounds'' e prima di ''Wild Honey'', gunto al numero 27 delle classifiche Usa ed al numero 9 di quelle Uk. Il dodicesimo, splendido album. Pubblicato al posto dell' abbandonato leggendario progetto ''Smile'' che doveva espandere e potenziare le innovazioni di "Pet Sounds", "Smiley Smile" e' un lavoro totalmente diverso da ''Smile'' ed anche se alcuni dei brani sono in comune con quel progetto, la maggior parte di essi furono registrati dopo l' abbandono dell' operazione ''Smile''; molta parte del pubblico e della critica si aspettava all' epoca della pubblicazione un album sullo stile di "Sgt. Pepper" dei Beatles, ma "Smiley Smile" non ha pressoche' niente a che spartire con le sperimentazioni psichedeliche dei Beatles e vede il ruolo di Brian Wilson grandemente ridimensionato. "Wind Chimes," "Wonderful" e "Vegetables" sono i brani che piu' si avvicinano agli aromi della psichedelia, mentre sia la mini opera "Heroes and Villains" che il leggendario "Good Vibrations" sono risalenti , questi si, alle sessions di "Smile", e con la loro innovativa groove e la incredibile complessita' degli arrangiamenti sono oramai entrati nella storia della musica rock. Il genaile Van Dyke Parks e' coautore di diversi brani del disco, ed in particolare di "Heroes And Villains", "Vegatables", "Wonderful" (non accreditato inizialmente come coautore di questo brano) e "She's Goin' Bald", tutti brani che appunto avrebbero dovuto far parte del progettato album "Smile", ed il suo contributo negli straordinari arrangiamenti dell' album e' fondamentale (ed immediatamente riconoscibile), residuo dell' abortito progetto, poiche' Van Dyke Parks stesso si defilo' dal gruppo prima del completamento di "Smiley Smile" e non sia accredtitato se non come coautore di alcuni brani. Un disco che, pur rinunciando a parte delle ambizioni di "Smile", testimonia di un gruppo in stato di grazia, un lavoro che, ad ogni ascolto, rivela nuove preziose sfaccettature.
Euro
135,00
codice 39045
scheda

Page: 2 of 32

«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 32  ---»
Pag.: oggetti: