Hai cercato:  immessi ultimi 90 giorni --- Titoli trovati: : 2224
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
10" [edizione] originale  stereo  uk  1994  kennel club / blue eyed dog 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good indie 90
10" con quattro brani, l' originale stampa, realizzata dalla Blue Eyed Dog nel luglio 94, edizione limitata di 1500 copie numerate sul retrocopertina (questa la numero 430), prodotta in collaborazione con il Purr Quarterly Magazine #2. Copertina con moderati segni di invecchiamento, etichetta bianca con scritte nere, catalogo VTDOG10. Contiene quattro brani appositamente realizzati o comunque inediti di quattro diversi gruppi: "The girl on death row" dei TINDERSTICKS (cover di Lee Hazelwood), "Wolf's story" degli STRANGELOVE, la ovviamente notevole "Devil song" dei GOD MACHINE, "Diamonds are forever" dei BREED (cover di John Barry). Dedicato alla memoria dello scomparso bassista dei God Machine Jimmy Fernandez.
Euro
14,00
codice 249715
scheda
Aa.vv. (mien folk music) Mien (yao) – canon singing in china, vietnam, laos (ltd.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2021  sublime frequencies 
world
Edizione limitata, copertina senza codice a barre, inserto con foto, note e descrizioni dei brani a cura di Laurent Jeanneau (Kink Gong), catalogo SF117. Pubblicato nel maggio del 2021 dalla Sublime Frequencies, questo album è frutto di una pluriennale ricerca musicologica condotta da Laurent Jeanneau, che ha registrato e prodotto sul posto, fra il 2009 ed il 2013, una serie di performances vocali di canto contrappuntistico tradizionale delle popolazioni mien, note in Cina anche come yao, un'etnia che vive nelle zone collinari o montane fra Cina, Vietnam e Laos, composta da pochi milioni di individui; la loro cultura appartiene al gruppo etnolinguistico sino-tibetano hmong-mien. La melodia espressa con questi canti a più voci è stata accostata a quelle di musiche del Sud Est asiatico di aree come Giava e le altre isole della Sonda, ma presenta ovviamente un carattere peculiare e tipico; le voci ricamano litanie ipnotizzanti simili ora a lamenti, ora a canti festosi. Questi i brani inclusi: "Lan Pan Moon (Ay Jung Lan Pan Moon Khon Tang Di Tai)", "Kai Tian Pi Di (Open The Sky)", "Shan Ge (Mountain Song)", "Gap Choun - Dao Cham (Long Dress YAO)".
Euro
29,00
codice 3513666
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1982  electric eye 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent
copia ancora incellophanata, sigillata e da noi aperta, coeprtina senza barcode, etichetta "custom" in bianco e nero, catalogo EELP001. La molto rara prima tiratura, uscita su etichetta Electic Eye nel 1982 (era stato il primo numero di catalogo di quella label cosi' importante nell' ambito del rock italiano degli anni '80). Inserito dallo staff della rivista Rumore tra i 100 dischi fondamentali nella storia della new wave italiana, uno dei primi e piu' importanti documenti del post punk del nostro paese, insieme alle altre (comunque successive) storiche raccolte "Body Section" e "Catalogue Issue"; prodotto dalla rivista Rockerilla nel 1982, contiene 12 brani altrimenti inediti, appositamente realizzati per questa pubblicazione da altrettante bands selezionate tra quanto di meglio l' underground italico avesse proposto all' attenzione dei critici della all' epoca giovane rivista. Aprono questo piccolo gioiello i VICTROLA di Messina con la suadente "Into His Gloves", acerba ma affascinante anticipazione del magnifico 12" "Maritime Tatami" che la stessa Electric Eye presto pubblichera'; seguono gli STATE OF ART con "Venice" che recupera le sonorita' funk e new wave accostabili ai primi A Certain Ratio; sulla stessa scia gli X-RATED con la bella "Tokyo Alert"; i NOT MOVING lasciano la loro prima testimonianza discografica con la prima versione del conturbante garage punk psichedelico "Baron Samedi", tratta dal loro primo demo del 1981, e poi riregistrata per il loro primo ep (anch'esso uscira' per la Electric Eye); il duo BLAUE REITER con il brano "A Correct Adulation Of Himself" rappresentano una delle sorprese della raccolta, splendida ballata new wave dominata da un basso palpitante (dalle loro ceneri nasceranno i Virisanse), ed aprono le porte al brano "Terror" dei DEATH SS, dall' impronta dark punk, esordio discografico assoluto per la band di Paul Chain che lasciava presagire le future direzioni del gruppo. La ballata elettro-disco "Bandana Boys" dei Dirty Actions, gloriosa formazione le cui tracce registrate in studio impallidiscono rispetto alle leggendarie esibizioni dal vivo, unico brano cantato in italiano, apre il secondo lato; segue la spigolosa "Automaton's" dei B-SIDES, sorprendentemente vicini ai primissimi Cure, che fanno da apripista alla sorprendente "Waving In The Dark" degli STYLE SINDROME capitanati da Anna Di Stefano la cui voce non puo' non ricordare Siouxsie Sioux; "Maimed" dei WAX HEROES cupa e lenta esplode nel suo evolversi in una atipica e singolarissima ballata che trova quiete nella successiva geniale "Haiti Blues" degli EAZY CON, tra la New York di Laurie Anderson, della no-wave e contaminazioni etniche (poi riregistrata anni dopo nel loro unico album); chiudono gli esordienti PANKOW con la bellissima "We Are The Joy", perla stupenda ed impressionante del gruppo fiorentino, con una inedita formazione che li vedeva ancora distanti dalla svolta elettronica, e molto piu' vicina alle sonorita' dei concittadini Neon o Karnak, che accresce ulteriormente il valore di questo vero e proprio reperto.
Euro
45,00
codice 400114
scheda
Aa.vv. (peanut butter conspiracy, lollipop shoppe, stu phillips) Angels From Hell (Original Motion Picture Soundtrack)
lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1968  reel time 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
copia ancora incellophanata, ristampa del 2011 in vinile pesante, copertina pressoche' identica alla prima molto rara tiratura uscita in America su etichetta Tower, nel luglio del 1968; catalogo RTLP1001. Colonna sonora del biker movie di culto "Angels from Hell", questo disco va ricordato soprattutto per l' inclusione di tre brani altrimenti inediti dei PEANUT BUTTER CONSPIRACY, in efficacissimo equilibrio come sempre tra pop e psichedelia, e di due brani altrimenti inediti dei grandissimi LOLLIPOP SHOPPE di Fred Cole (la tesa psichedelia venata di visceralita' garage di "Mr.Madison Avenue", tra i loro classici, e l' acid punk della non meno bella "Who's It Gonna Be), che si aggiungono a sei piacevolissimi brani strumentali, tra pop, psichedelia, jazz e lounge, di STU PHILLIPS e ad al pop folk di "Shake Off The Chains" di Ted Markland. Ecco la lista completa dei brani: 1. PEANUT BUTTER CONSPIRACY No One Says A Word (No Communication) 2. STU PHILLIPS Angels From Hell 3. STU PHILLIPS 4 O’Clock Tea (Laudanum) 4. STU PHILLIPS Walkin’ In 5. PEANUT BUTTER CONSPIRACY Crystal Tear 6. PEANUT BUTTER CONSPIRACY Angels From Hell 7. STU PHILLIPS Propinquity 8. STU PHILLIPS Circumambient Cycles 9. TED MARKLAND Shake Off The Chains 10. LOLLIPOP SHOPPE Mr. Madison Avenue 11. STU PHILLIPS Amalgamation 12. LOLLIPOP SHOPPE Who’s It Gonna Be?
Euro
26,00
codice 3006184
scheda
Aa.vv. (punk new wave) Blackpool rox ep no. 2
7" ep [edizione] originale  stereo  uk  1983  vinyl drip 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
ep in formato 7", l' originale stampa, con copertina e vinile fabbricati in Francia per il mercato inglese (pratica diffusa all'epoca fra le etichette indipendenti britanniche), copertina in carta con artwork e senza barcode, label marrone con parte in vinile scoperto centrale con scritte nere impresse in incavo sulla label ed in rilievo sul trail off lungo il bordo dell'etichetta, logo Vinyl Drip Records nero in alto, catalogo VD010. Pubblicato nell'autunno del 1983 dalla Vinyl Drip in Gran Bretagna, il secondo volume degli ep dedicati ai gruppi punk e post punk dell'area di Blackpool, nel nord ovest dell'Inghilterra; il primo volume era uscito nel 1980. Questo secondo volume contiene quattro brani di altrettanti gruppi, i quali non pubblicarono nient'altro (con l'eccezione dei Fifth Column, apparsi con tre brani sulla cassetta compilation ''Pass the merrydown'', e dei Sign Language, autori di un ep nel 1986): i Fifth Column offrono un frizzante intreccio fra post punk e power pop con ''Laugh while you can'', i Crack House sono decisamente dark con ''Jesus loves you'', i Sign Language di Laurence Brewer, poi nei Ceramic Hobs, suonano un dinamico e schizzato art punk, mentre i Love 30 presentano un funereo e denso intreccio fra il dark dei Cure ed il sound potente ed oppressivo dei primi Killing Joke nella strumentale ''Touchdown''.
Euro
12,00
codice 323135
scheda
Aa.vv. (punk new wave) Rockgarage compilation vol. 1 2 3 4
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1983  spittle / materiali sonori 
punk new wave
Doppio album, realizzato nel giugno del 2020, coeprtina apribile, adesivo di presentazione sul cellophane, corredata di inner sleeves. L' imperdibile raccolta dei ventitre brani dei quattro volumi della "Rockgarage Compilation" usciti tra il gennaio del 1983 ed il 1984, realizzati dalla Materiali Sonori ed allegati alla seminale fanzine Rockgarage, testimonianze (sia i dischi che la fanzine) preziose della acerba ma anche ricca e variegata scena post punk italiana della prima meta' degli anni '80, con gruppi talora rimasti nell' oscurita' (ma spesso assolutamente di rilievo) ed in altri casi protagonisti di una importante storia artistica (come DIAFRAMMA, DETONAZIONE, FRIGIDAIRE TANGO...). I 13 brani dei primi tre volumi (altrettanti 7"ep) sono contenuti nel primo lp di questo doppio album, mentre il secondo lp riprende esattamente il continuto del quarto volume, un album contenente 10 brani. Questo nel dettaglio il contenuto: "ROCKGARAGE VOL. 1": sei brani altrimenti inediti di quattro bands dell'area veneta: i grandi veneti WOPS (di Murano) con i brani "Bloody Welfare" e "Politics" danno uno dei primi e migliori esempi di hardcore italiano d'ispirazione statunitense, abrasivo, secco e violento; i RUINS (attivi sin dal lontano 1978) con l' affascinante "I Don't Know", tra la migliore produzione della Italian Records ed una vena sperimentale ed ironica, esordiscono qui su vinile (la loro storia durera' ancora a lungo, con relativi apprezzati frutti discografici); al loro esordio sono anche i PLASTICOST (qui ancora con la primissima denominazione Plastic Host) con la bella ed atmosferica "Panorama"; per quanto riguarda i MODERN MODEL poco sappiamo se non che le brevissime e dadaiste "Ice Factory on Strike" e "(The) Days On" non potranno non piacere agli amanti della musica piu' folle ed anticonvenzionale. "ROCKGARAGE VOL. 2": contiene tre brani altrimenti inediti, la schizzatissima ''Dazed lite'' dei Frigidaire Tango, talentuosissimo e personale gruppo post punk dell'area vicentina che aveva esordito su album nel 1982 con ''The cock'' (nel 1983 pubblicarono anche un 12" e parteciparono alla raccolta "Body Section"), l'ombrosa ''East'', vicina ai Siouxise and the Banshees, dei Death In Venice, band di Mestre/Venezia che nello stesso 1983 pubblico' una cassetta autoprodotta (i due loro 12" arriveranno solo nel 1985 e nel 1986) e la delicata ed introspettiva litania chitarristica ''I am an open sea'' dei Changeling, gruppo veneziano che non pubblico' alcun disco (per loro solo un nastro autoprodotto, "Music From Changelin"). "ROCKGARAGE VOL. 3": contiene quattro brani altrimenti che mettono in evidenza altrettante band dello underground nostrano: i fiorentini Diaframma con una splendidamente post punk ''Illusione ottica'' dal vivo (versione inedita), gli interessanti padovani QFWFW con ''Desideravamo belve'' (versione incisa nell'agosto del 1983, prima di quella presente sulla cassetta ''2'', incisa nel novembre dello stesso anno), vicina al minimal synth dalle tinte scure, i Degada Saf da Castelfranco (Treviso) con ''Tri-banal'' (poi sull'album ''No inzro'' del 1984), anch'essa di ambito dark wave elettronica, e i Funkwagen da Merano con ''Ebdomero'' (inedita), stridente intreccio fra punk, funk e jazz. "ROCKGARAGE VOL. 4": un' istantanea davvero efficace di una scena stimolante sebbene acerba, che non ebbe modo di sviluppare le sue potenzialita' perche' presto travolta dai trend che porteranno ad un' impoverimento generale delle proposte, ed al successo delle bands piu' solide e "professionali", ma anche povere di idee....Forse i nomi delle bands presenti a molti diranno poco, ma e' quasi commovente ascoltare, insieme ai piu' noti DIAFRAMMA (con una versione inedita e bellissima della oscura "Altrove", subito prima della sostituzione di Nicola Vannini a cui subentro' Miro Sassolini e dell' inizio del secondo corso della band) i FRIGIDAIRE TANGO - "Take Over From Me" (oscura ed ossessiva), i grandissimi e geniali DETONAZIONE - "Grigia Miseria" e "I Programmi Agli Inferi", i GO-KARTS - "Windy Nights For The Heroes" (su di loro, magari, si puo' sorvolare...), i longevi PLASTICOST (qui ai loro esordi con la bella ed originale "Panorama"), i DEGADA SAF - "La Rhumba de Shang Sai" (una versione maccheronica ma suggestiva del techno pop inglese), i PYRAMIDIS - "Mouth Of Nilo", i CREPESUZETTE - "Killing Japanese" (suadente e piacevole), i bravissimi 2+2=5 (che con la liricissima "Oggi E' Un Bel Giorno" realizzano un vero piccolo capolavoro).
Euro
25,00
codice 2102776
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) 60'S italian beat resurrection! volume 2 !?!
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1966  destination x 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
COPIA ANCORA INCELLOPHANATA, l' originale molto rara stampa, pressata dalla italiana Destination X, copertina senza barcode con il brano ''Tu sei al buio'' dei Chewing Gum erroneamente accreditato ai Black Angels sul retro (ed anche sull'etichetta), e con il brano ''Somebody else'', anch'esso accreditato per errore, in questo caso a Billy e i Cani Fedeli (ma si tratta di un brano di Danny, pseudonimo dietro il quale si cela Paolo Tofani, futuro membro degli Area, tratto da un suo singolo), label bianca con scritte nere, logo Discoverix con disegno di volto di uomo in alto, catalogo DSX33003. Pubblicato nei primi anni '90 in Italia, il secondo volume della imperdibile serie dedicata dalla Destination X al piu' oscuro beat italiano degli anni '60. Diciotto brani, di cui otto inediti all'epoca di questa pubblicazione, gli provenienti da singoli di enorme rarita', ad opera di oscurissime band fra beat melodico e garage beat duro, che ben difficilmente vi sara' capitato di ascoltare altrove; fra gli altri, troviamo anche due brani inediti di un giovanissimo Paolo Tofani, pre-Area, e la b-side dell'unico singolo della leggendaria garage band fiorentina I Chewing Gum, il devastante incrocio fra garage e primo Hendrix di ''Tu sei al buio''. Questa la scaletta: Billy e i Cani Fedeli, ''Lei ama me''; Danny, ''Somebody else''; Bielle Roventi, ''Perche' tanti ragazzi'' (inedito), ''Faccia d'angelo'' (inedito); Noi Tre, ''Se tu non ci sei'' (inedito); Paolo Tofani, ''We could be happy'' (inedito), ''That's all right'' (inedito); I Chewing Gum, ''Tu sei al buio''; Noi Tre, ''Outside'' (inedito); Tremendi, ''I knew I'd get you'' (inedito), ''If you don't come around'' (inedito); Evangelisti, ''Gloria'' (inedito); Innominati, ''Prendi un fiammifero''; Telstars, ''With my girl'', ''She waits the happiness''; Kings, ''Sei stata tu'', ''Sei solo tu''; Kolmans, ''All'improvviso''.
Euro
60,00
codice 249706
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Brown acid: the first trip
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1969  ridingeasy 
rock 60-70
Riedizione in vinile colorato, copertina pressoche' identica alla rara prima tiratura. Pubblicato nell'agosto 2015 dalla Ridingeasy, questo e' il primo volume della serie di compilation ''Brown acid'' edite dalla label californiana, con lo scopo di riportare all'attenzione del pubblico una serie di rari brani e di misconosciuti gruppi dello underground post psichedelico e hard rock americano fra la fine degli anni '60 e quella degli anni '70. Brani tratti da rarissimi singoli, spesso autoprodotti e venduti per lo piu' in poche centinaia di esemplari. Svanito il sogno psichedelico e pacifista a fine decennio, con l'avvento delle droghe pesanti, la tragedia di Altamont ed il persistere dell'atroce conflitto vietnamita, il rock si fece piu' duro e tormentato, sostituendo le melodie folk rock e le visionarie invenzioni psichedeliche con la potenza e l'aggressivita' dello hard rock e del protopunk, che influenzarono a loro volta una generazione di musicisti destinati a restare misconosciuti o ricordati solo a livello locale, ma capaci comunque di dare poche prove di selvaggia creativita' all'insegna di una crudezza figlia del garage di poco precedente e dei seminali primi lavori dei Blue Cheer e precorritrice del punk, almeno nello spirito, che fruttarono dirompenti, sporchi e cattivi hard rockers stradaioli come ''Box'' degli Zeke o ''Sunflower'' degli Snow, o le distorsioni hendrixiane sepolte sotto pesanti effetti di ''Faze 1'' dei Bob Goodsite, l'assalto fuzz garagistico e proto stoner di ''Stand-by girl'' dei Raw Meat, la torturata e lenta ''Deathhead'' dei Punch, fra Hendrix e primi Black Sabbath. Questa la scaletta: Zekes, ''Box'' (da Los Angeles, 1970); Snow, ''Sunflower'' (da Camden, New Jersey, 1969); Tour, ''One of the bad guys'' (da Freeport, Illinois, 1979); Zebra, ''Wasted'' (da Hollywood, 1971); Bob Goodsite, ''Faze I'' (da Detroit, 1972); Raw Meat, ''Stand-by girl'' (da Milwaukee, 1969); Punch, ''Deathhead'' (da New York, 1970); Bacchus, ''Carry my lead'' (da Jacksonville, Florida, 1969); Lenny Drake, ''Love eyes (cast your spell on me)'' (da Farmington, Michigan, 1970); The Todd, ''Mystifying me'' (da Youngstown, Ohio, 1974); Josefus, ''Hard luck'' (da Houston, 1979).
Euro
22,00
codice 3026562
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Fuera de attracion - 60s psychedelic garage from el salvador
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1960  el tigre 
rock 60-70
Copertina senza codice a barre, inserto con foto e con note dettagliate in lingue spagnola ed inglese, catalogo TGR1001. Pubblicata nel 2021 dalla El Tigre, questa antologia esplora una delle ultime frontiere del garage beat e protopsichedelico degli anni '60, quella del piccolo paese centro americano di El Salvador: ebbene sì, il beat, il garage e l'onda lunga della stagione psichedelica giunsero anche qui, spingendo molti adolescenti che erano potuti venire a contatto con la musica delle bands della British invasion e con quelle americane (ascoltiamo infatti anche una acidissima e garagistica cove di "Break on through" dei Doors cantata in spagnolo, "Rompe el ritmo" dei Los Marquis, ed una sovraccarica di fuzz e dal cantato furioso di "Out of focus" dei Blue Cheer, "Fuera de atraccion" dei Los Vikings), formando un numero di gruppi di cui si è avuta poca notizia fuori di El Salvador per lungo tempo. A causa delle condizioni economiche non facili, molti giovani musicisti si costruivano da soli gli effetti di distorsione e fuzz per le loro chitarre, oltre a sperimentare con primitive tecniche di manipolazione di nastri ed effetti eco, supplendo alla scarsità di risorse con l'immaginazione e la creatività, e generando un sound spesso crudo e selvaggio, autenticamentre garagistico, oltre che generalmente ispanofono, che poco ha da invidiare alla musica compilata in antologie nordamericane come "Back from the grave". Questa la scaletta: SIDE 1: 1. Los Marquis - Rompe El Ritmo 2. Ricardo Alfonso Y Los Rebeldes - Una Cosa Nueva 3. San Miguel - Tienes Que Entrar En Onda 4. Los Kiriap's - El Viaje 5. Los Falcons - Afuera Es Noche 6. Los Viking's - Fuera De Atracción 7. La Nueva Generacion - La Fuerza Del Alma SIDE 2: 1. Los TNT – Love 2. Los Intocables - Qué Difícil Es 3. Los Junior's – Incomprensión 4. Los Beatnicks - Este Amor Es El Mejor 5. Los Black Cats – Sucederá 6. Los Saltos - Mi Amor Por Ti 7. San Miguel - Mientes O Sientes.
Euro
25,00
codice 3513639
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) psychedelic crown jewels vol.2
LP2 [edizione] originale  stereo  ita  1967  akarma 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
Doppio album in vinile 180 grammi, l' originale stampa, con copertina (con moderati segni di invecchiamento) apribile in tre parti, senza barcode, etichetta in bianco e nero da un lato e dall' altro multicolorata con logo Akarma, corredato di inserto con note, catalogo AK104/2. Pubblicato dalla Akarma nel 1999, il secondo volume della serie ''Psychedelic Crown Jewels'' contiene ben 29 brani (quattro in piu' rispetto alla versione in cd) ed e' basato, a differenza del primo che vedeva il focus su brani e gruppi assai conosciuti, su bands ed episodi estremamente oscuri e verammente underground, tutte le registrazioni sono state effettuate nella seconda meta' degli anni '60, e non sono mai state pubblicate prima su album. La selezione e' stata effettuata da Roger Maglio, con l'aiuto di Max Waller, Ray Ehmen, Mike Kusiak, ed e' basata su sonorita' vicine al fuzz, punk e garage piuttosto che alla Psichedelia vera e propria, tra i brani bellissime "When You Made Love to Me" dei Prime Mover di New York, questa si', vicina alla psichedelia, The Grapes of Wrath, the Hustlers, the Baroque Monthly, the Barons ed i piu' conosciuti Jelly Bean Bandits, i Substantial Evidence con la barocca e memore dei Left Banke "Death Angel". Un' opera magistrale che non lascera' insoddisfatto chi sia interessato al garage Americano dei '60. Ecco la lista dei 29 brani inclusi: Love Go Round - Counselors, Why - Joel Tessler, Strange Land, Strange People - Northbridge Company, Come Back to Me Baby (qui accreditata a gruppo sconosciuto, in realta' si tratta di un brano dell' inglese Edwick Rumbold), Urban Meadows - Rockin' RoadRunners, Over You - Mark V, Our Big Chance - Marauders, You Are Your Only Mystery - Baroque Monthly, Salesman - Jelly Bean Bandits, Things to Come - Menn, If You Try - Hustlers, It Won't Rain on Me - Sons Of Joseph, Talk to Me - Checkmates, People Say - Inc Rogues, Shadows of You - Illusions, When You Made Love to Me - Prime Mover, Have a Good Time on Me - Grapes of Wrath, Tired of Crying - Off Beats,Yes It's Too Bad - Gang Of Saints, Death Angel - Substantial Evidence, The Story of Rich Man - Phantoms, Drawbridge - Barons, The Third Eye - Joint Effort, Different Than Me - Kracker Barrell Komplex, Go Away - Rockin' RoadRunners, Bad News - Stix, Stonz, She's Gone Away - Individuals, Two Can Play - Jaguars, Five Steps to Hell - (accreditata a gruppo sconosciuto, si tratta in realta' dei Viceroys di Sunnyvale, California).
Euro
24,00
codice 249342
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) turds on a bum ride vol. 1
lp2 [edizione] originale  stereo  ita  1967  anthology 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
doppio album uscito nel 1991 e divenuto ormai raro, con copertina lucida senza codice a barre completa di inner sleeves con note, catalogo ANT1.22. Il primo volume dei tre (ma solo i primi due uscirono in vinil) della bella bella serie di raccolte, con ben 29 brani tratti perlopiu' da ultra rari 45 di psichedelia e garage americani o canadesi del periodo che va grossomodo dal 1966 al 1968 (ma talora si tratta di inediti tratti da altre rare raccolte), masterizzati direttamente dal vinile. Ecco la lista dei brani compresi: I Just Don't Know - MC5 / No Girl Gonna Cry - Music Machine / Boil The Kettle Mother - Id / Jingle Bells - Blues Magoos / Lazy Lady - Macabre / The Spider & The Fly - Von Ruden / Mr. You're A Better Man Than I - Sons Of Adam / Get Away From It All - Northwest Co. / A Trip So Wild - Ron-De-Vous / Hometown - Silk Winged Alliance / I'm Gonna Make You Mine - Shadows Of Knight / Tendency To Be Free - Rabbit Mackay / I Want To Be Free - The Sparkles / Poor Precious Dreams - The Jelly Bean Bandits / To Give Your Loving - The Happy Return / Complication - The Monks / Numbers - Terry Knight & The Pack / Looking At You - MC5 / Baby Show The World - Sons Of Adam / Dark Part Of My Mind, Part 1 - Capt. Groovy & His Bubblegum Army / Sock It My Way - Animated Egg / He's Coming Pt. 2 - Magic Swirling Ship / Falling - Orphan Egg / Love - The Novells / For A Moment - The Orient Express / Aries - Zodiac / Hanana - Lite Storm / Love Me Two Times-New York Public Library / Acid Test - The Purple Fox.
Euro
22,00
codice 249310
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) turds on a bum ride vol. 2
lp2 [edizione] originale  stereo  ita  1967  anthology 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
doppio album uscito nel 1991 e divenuto ormai raro, con copertina lucida senza codice a barre completa di inner sleeves con note, catalogo ANT2.22. Il secondo volume dei tre (ma solo i primi due uscirono in vinil) della bella bella serie di raccolte, con ben 26 brani tratti perlopiu' da ultra rari 45 di psichedelia e garage americani o canadesi del periodo che va grossomodo dal 1966 al 1968 (ma talora si tratta di inediti tratti da altre rare raccolte), masterizzati direttamente dal vinile. Questa la lista completa dei brani contenuti: Go Insane - The Doors / Mr. Madison Avenue - The Lollipop Shoppe / Don't Lose Your Mind - The Galaxies IV / First Grade Reader - Ohio Express / Iowa, A Girl's Name - The Baroques / Train To Bombay - The Orient Express / The Oud And The Fuzz - John Berberian / It's Wrong - Orphan Egg / Silver Wings - Hamilton Streetcar / Who Do You Love - The Blues Magoos / Hey Mr. President - The Electric Prunes / The Man Who Paints The Pictures - Fever Tree / Mojo Walkin' - The Electric Prunes / Animal Man - Kim Fowley / Up And Down - Mom's Boys / Vietnam - Bobby Jameson / Lonely Man - Max Frost and The Troopers / Poor Discarded Baby - The Koala / I'm In You - Mijal and White / West Grogan Dormitory Blues - Rabbit Mackay and The Somis Rythm Boyze / You And Me - The Crystal Rain / Changes Brought To Me - Neighb'rhood Childr'n / Good Trip Lollipop: An Antihystahimn - The Bermuda Jam / Judy - Von Ruden / Sgt. Ralf Yore U.S.M.C. - Sur Royal Da Count.
Euro
22,00
codice 249312
scheda
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  usa  1986  voxx 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Seconda stampa americana, copertina lucida senza barcode, etichetta argento con logo e scritte neri, catalogo 200.045, trail off con "S-24620" e "S-24621" sui rispettivi lati (incisioni assenti nella primissima tiratura). Pubblicato dalla americana Voxx nel 1986, il quarto volume della serie che costituisce il bignami ideale per tutti gli appassionati di neopsichedelia e garage degli anni '80. Una rassegna ancora una volta imperdibile di gruppi (in questo caso europei) piu' o meno noti, straordinariamente freschi e vitali, con materiale o assolutamente inedito o tratto da introvabili singoli : ovvio iniziare dagli italiani (i migliori del lotto con i Green Telescopes) SICK ROSE (la travolgente "I want love" dal loro primo 7"ep) e BIRDMAN OF ALKATRAZ (nella magnifica "April dancer", di gran lunga superiore alla versione poi inclusa anni dopo nell' album "Birdwood Cage" - nella band militava ancora il geniale chitarrista Maurizio Curadi, che presto avrebbe fondato gli Steeplejack); poi ci sono gli inglesi Cannibals, Surfadelics, Bad Karma Beckons ed i grandissimi GREEN TELESCOPE (poi divenuti Thanes), gli olandesi Otherside (deliziosa la loro "Hounted House"), i francesi Les Thugs ("Femme Fatale" suona quasi una versione garage dei Suicide), Klepstones, Les Coronados e Les Flamingos, gli spagnoli Sex Museum e Los Negativos, i tedeschi Legendary Golden Vampires (alle prese con una devastata "Stychnine" dei Sonics), i greci Last Drive. Questa la scaletta completa: The Cannibals, ''Good times''; The Otherside, ''Haunted house''; Les Thugs, ''Femme fatale''; The Surfadelics, ''Bad little girl''; The Klepstones, ''She'll always be mine''; Sex Museum, ''Drugged personality''; The Legendary Golden Vampires, ''Strychnine''; Bad Karma Beckons, ''Listen''; The Last Drive, ''Everynight''; Sick Rose, ''I want love''; Los Negativos, ''Viaje al norte''; Green Telescope, ''Thinkin' about today''; The Birdman Of Alkatraz, ''April danger''; Les Coronados, ''Free again''; Les Flamingos, ''Let it shine''.
Euro
20,00
codice 3009950
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1986  voxx 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Copia ancora incellophanata, prima rara stampa americana, copertina lucida fronte retro senza barcode, completa di inserto con foto e note sui gruppi rappresentati (assente nella seconda tiratura), label argento con scritte nere e logo Voxx nero in alto, catalogo VOXX200.045, trail off senza "S-24620" e "S-24621" sui rispettivi lati (incisioni presenti invece nella seconda tiratura). Pubblicato dalla americana Voxx nel 1986, il quarto volume della serie che costituisce il bignami ideale per tutti gli appassionati di neopsichedelia e garage degli anni '80. Una rassegna ancora una volta imperdibile di gruppi (in questo caso europei) piu' o meno noti, straordinariamente freschi e vitali, con materiale o assolutamente inedito o tratto da introvabili singoli : ovvio iniziare dagli italiani (i migliori del lotto con i Green Telescopes) SICK ROSE (la travolgente "I want love" dal loro primo 7"ep) e BIRDMAN OF ALKATRAZ (nella magnifica "April dancer", di gran lunga superiore alla versione poi inclusa anni dopo nell' album "Birdwood Cage" - nella band militava ancora il geniale chitarrista Maurizio Curadi, che presto avrebbe fondato gli Steeplejack); poi ci sono gli inglesi Cannibals, Surfadelics, Bad Karma Beckons ed i grandissimi GREEN TELESCOPE (poi divenuti Thanes), gli olandesi Otherside (deliziosa la loro "Hounted House"), i francesi Les Thugs ("Femme Fatale" suona quasi una versione garage dei Suicide), Klepstones, Les Coronados e Les Flamingos, gli spagnoli Sex Museum e Los Negativos, i tedeschi Legendary Golden Vampires (alle prese con una devastata "Stychnine" dei Sonics), i greci Last Drive. Questa la scaletta completa: The Cannibals, ''Good times''; The Otherside, ''Haunted house''; Les Thugs, ''Femme fatale''; The Surfadelics, ''Bad little girl''; The Klepstones, ''She'll always be mine''; Sex Museum, ''Drugged personality''; The Legendary Golden Vampires, ''Strychnine''; Bad Karma Beckons, ''Listen''; The Last Drive, ''Everynight''; Sick Rose, ''I want love''; Los Negativos, ''Viaje al norte''; Green Telescope, ''Thinkin' about today''; The Birdman Of Alkatraz, ''April danger''; Les Coronados, ''Free again''; Les Flamingos, ''Let it shine''.
Euro
28,00
codice 322819
scheda
Aa.vv. (soundtrack) Criminale vol. 3: colpo gobbo
Lp+cd [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  penny 
soundtracks
Vinile da 140 grammi, copertina lucida, fascetta esterna con note e supporto per la versione in cd dell'album, qui inclusa, catalogo PNY4510LPC. Pubblicato nel 2015 dalla Penny, questo e' il terzo volume di una serie di raccolte che ripescano brani tratti dal vasto catalogo della storica label italiana Flipper Music e delle sue sottoetichette: la Flipper Music pubblica dalla fine degli anni '70 rari dischi afferenti principalmente all'ambito delle colonne sonore televisive. La serie ''Criminale'' ripropone estratti dal quel vasto catalogo con particolare attenzione agli anni '70, facendo riemergere oscuri pezzi musicali (fra post psichedelia, funk rock, tastiere da horror) che riportano alla luce il lato piu' bizzarro di quel decennio, carico di tensioni ma anche di sviluppi culturali nel nostro paese. Questa la scaletta: A1. Gerardo Iacoucci/Mario Vinciguerra - Tangenziale Sud A2. Vittorio Impiglia - Riviera Di Ponente A3. Mario Molino/Elvio Monti - First Sound A4. Bruno Battisti D'Amario - Piper Blues A5. Franco Tamponi - Rotatory Motion A6. Gerardo Iacoucci - Sabbie D'Oro A7. Amedeo Tommasi – Capricorno A8. Antonio Riccardo Luciani - Round And Round B1. Amedeo Tommasi - Noi Giovani B2. Alessandro Alessandroni - North Wind B3. Leopoldo Perez-Bonsignore/Mario Pagano – Beatnik B4. Giovanni Ferroni - Chitarre Hippies B5. Enzo Scoppa - Hot Pants (previously unreleased) B6. Leopoldo Perez-Bonsignore – Carosello B7. Stelio Subelli – Quadrante B8. Fernando Marucci/Paolo Ferrara/Massimo Di Cicco - Foresta Indiana.
Euro
12,00
codice 2102647
scheda
Aa.vv. (soundtracks) Mo'plen 3000
LP2 [edizione] originale  stereo  ita  1996  la douce 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good soundtracks
doppio album, l' originale rara stampa, realizzata in Italia, copertina (con moderati segni di invecchiamento) apribile semilucida con barcode 0136980712005, label custom fotografica, con barcode stampato sulla prima e sulla terza facciata, catalogo DOUCE807LP. Pubblicata nel 1997 in Italia da La Douce, sottoetichetta della Irma, questa frizzante antologia, come la sua predecessora "Mo'plen 2000" del 1996, è un piccolo manifesto dell'interazione fra la musica lounge ed il mondo delle colonne sonore italiane nella seconda metà degli anni '60 e negli anni '70: brani strumentali, nei quali a dire il vero il termine "lounge music" diventa un ampio ombrello che copre ibridazioni con beat, funk, influssi latino americani, jazz melodico, psichedelia ed easy listening. I brani provengono per lo più da colonne sonore o da dischi d'archivio (library music), e sono firmati da nomi di prim'ordine come Mirageman (al secolo Giovanni Fenati), la grande cantante Edda Dell'Orso (qui accreditata come Edda in un brano scritto da Ennio Morricone per il film "La stagione dei sensi", che chiude la scaletta), Luis Enriquez Bacalov (qui accreditato come Luis Enriquez), a lungo un acclamato autore di musiche per il cinema in Europa, come da sigle più oscure e di culto. Particolare rilievo in questa selezione hanno ricevuto sonorità e grooves riconducibili al funk Questa la scaletta: Theoworking Group, "Young amazzonia" (1978); I Componenti, "Zeppelin" (1970); Orchestra McKarl, "Misty" (1974); Giovanni Lamberti Orchestra, "Moquette" (1968); I Gres, "Tropical" (1972); Mirageman, "Intermission" (1972); Aratari, "Il ballo dell'elefante" (1972); Giovanni Fenati e la sua Orchestra, "Budapest" (1966); Luis Enriquez, "Lo scatenato" (1967); Mirageman, "Thunder" (1972); I Componenti, "Recital" (1970); Eddie Caruso & I Five, "Topsy" (1969); I Beats & L'Armonica di Franco De Gemini, "Ciao dal muretto di alassio" (1968); I Gres, "To ramsey" (1972); I Componenti, "Sugar boy" (1970); Edda, "Sospendi il tempo" (1969).
Euro
23,00
codice 333363
scheda
Aa.vv. (soundtracks) Soviet hippies ost (ltd. coloured vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1971  cece 
soundtracks
Edizione limitata a 500 copie in vinile di colore rosa, allegato codice per il download digitale dell'album, copertina apribile, label custom a colori con artwork diverso su ciascuna facciata, catalogo SH01. Pubblicata nel 2018 dalla Cece, questa è la colonna sonora del film documentario "Soviet hippies", diretto da Terje Toomistu, che racconta le vicende dei figli dei fiori al di là della cortina di ferro, i quali nonostante la repressione del regime sovietico trovarono il modo esistere e di connettersi, anche attraversando momenti drammatici come gli arresti di massa effettuati dal KGB nel 1971. Questa sottocultura produsse ovviamente anche della musica, influenzata dalle innovazioni rock e psichedeliche che filtravano dall'Occidente. Molti dei brani di questa colonna sonora sono rari, alcuni erano rimasti inediti per decenni. Questa la scaletta: SIDE 1: 1. Mahagon - Sen O Zemi (1978) 2. Yuri Morozov - Hippie Song (1973) 3. Ornament - Radio Luxembourg (1974) 4. Olovyannye Soldatiki - Ty Poila Konya (1972) 5. Kapitalnyi Remont - Belye Flagi (1982) 6. Zhar Ptitsa - Yesli (1981) SIDE 2: 1. Suuk - Statistiline (1976) 2. Mess - Valged Hommikud (1975) 3. Menuets - Septinas Skumjas Zvaigznes (1979) 4. Yuri Morozov - Cherry Garden Of Jimi Hendrix (1973) 5. Väntorel - Julgus (1971).
Euro
32,00
codice 3513703
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1984  gramavision 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good classica cont.
l' originale stampa tedesca, copertina (con una piccola abrasione di circa un centimetro sul fronte in alto a destra) lucida, label rossa con scritte nere e logo Gramavision bianco, nero e grigio, GEMA in riquadro a sinistra, catalogo 18-8511-1. Uscito nel 1985 su Gramavision, questo album compila otto brani tratti da albums di diversi musicisti, pubblicati da quella etichetta fra il 1984 ed il 1985 (ma l'album ''Spectrum suite'' era originariamente uscito nel 1976 su SRI). Paul Horn e' un artista newyorchese la cui carriera e' divisa in due periodi, pre e post-1967: nel primo periodo horn fu un jazzista cool, poi e' divenuto una figura di spicco nella new age, specializzatosi in musica per flauto da usare per la meditazione. Steven Halpern, inizialmente attivo come jazzista, ha poi intrapreso la strada della musica meditativa, diventando uno dei massimi esponenti della new age. Yas-Kaz e' lo pseudonimo del compositore e percussionista giapponese Yasukazu Sato; la sua musica fonde elementi di musica tradizionale e cerimoniale dell'estremo oriente con forme musicali contemporanee. Terry Riley non ha bisogno di presentazioni, essendo uno dei piu' importanti musicisti d'avanguardia del '900, nonche' uno degli artefici del minimalismo, la cui influenza si e' espansa anche al mondo del rock. Questi i brani presenti: Terry Riley and the Kronos Quartet, ''G song'' (da ''Cadenza on the night plain'', 1985); Yas-Kaz, ''Mdlles. Steinberg'' (da ''Egg of purana'', 1985), ''Egg of purana'' (da ''Egg of purana'', 1985); Steven Halpern & Dallas Smith, ''Natural light'' (da ''Natural light'', 1984); Paul Horn & Steven Halpern, ''Connections'' (da ''Connections'', 1984); Steven Halpern, ''Keynote C: red'' (da Spectrum suite'', 1976), ''Keynote D: orange'' (da Spectrum suite'', 1976); Steven Halpern & Dallas Smith, ''Threshold'' (da ''Threshold'', 1984).
Euro
13,00
codice 322254
scheda
Aa.vv. (uk psych) The upside down world of John Pantry
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1967  tenth planet 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
l' originale stampa, edizione limitata di mille copie numerate a mano sul retro (questa la numero 703), ad opera della Tenth Planet, copertina lucida senza codice a barre, inserto in carta lucida ricco di note e foto, label bianca con scritte nere con title track su un lato e disegno con cerchi concentrici sull'altro, catalogo TP040. Pubblicato nel 1999 dalla Tenth Plantet, "The upside down world of John Pantry" raccoglie brani, in parte usciti su singolo ed in parte inediti, di quattro gruppi inglesi che vedono la partecipazione di John Pantry a vario titolo, incisi fra il 1967 ed il 1969 e tutti scritti da Pantry. Autore di testi, ingegnere del suono, cantante e tastierista, John Pantry viene qui presentato insieme ai Peter And The Wolves, The Bunch, Norman Conquest e Factory, gruppi di pop psichedelico e freakbeat nella seconda meta' degli anni '60. Questa la scaletta dei brani: The Factory, "Try a little sunshine" (A-side); Peter And The Wolves "Birthday" (B-side); John Pantry, "Red Chalck Hill" (demo inedito), John Pantry, "Glasshouse green, splinter red" (demo inedito); Peter And The Wolves, "Lantern light" (A-side); Peter And The Wolves, "Woman on my mind" (A-side); Peter And The Wolves, "Break up - break down" (B-side); John Pantry, "Upside down" (demo inedito); Norman Conquest, "Two people" (A-side); The Bunch, "Spare a shilling" (A-side); Peter And The Wolves, "Little girl lost and found" (A-side); The Factory, "Red chalk hill" (B-side); John Pantry, "Every single word" (demo inedito); Peter And The Wolves, "The old and the new" (B-side); John Pantry, "Smokey wood air" (demo inedito); John Pantry, "How it is" (demo inedito); Peter And The Wolves, "Lantern light" (demo inedito); Peter And The Wolves, "Julie" (A-side); Norman Conquest, "Upside down" (B-side).
Euro
18,00
codice 249707
scheda
AC/DC Back in black
Lp [edizione] originale  stereo  spa  1980  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
Prima rara stampa spagnola, copia con qualche segno di invecchiamento sulla copertina, bella copertina laminata con nome del gruppo e titolo in rilievo "embossed", etichetta rossa e lilla, catalogo S90.273, distribuzione Hispavox sul retro. Il loro ottavo album, uscito originariamente nel Luglio del 1980 su Atlantic, pubblicato dopo "Highway To Hell" e prima di "For Those About To Rock", giunto al numero 1 delle classifiche UK ed al numero 4 di quelle USA. Il primo disco senza Bon Scott, fulminato da una scossa elettrica del microfono nel Febbraio del 1980, rimpiazzato da Brian Johnson gia' con i Geordie, vendera' sedici milioni di copie negli USA soltanto, il nuovo cantante, potente come Bon Scott ma piu' bluesy e pieno di entusismo, sara' ben accolto sia dalla critica che dal pubblico. Questo lp uscito solo 5 mesi dopo la morte di Scott, ed a lui ovviamente dedicato, e' certamente da annoverarsi tra i grandi classici dell' hard rock del decennio, lo stile e' quello classico, chitarre violente e distorte, voce in primo piano, con brani che fanno tutt'ora parte del repertorio live del gruppo, ''back in black'', ''hell's bells'', ''shoot to thrill'', ''rock and roll ain't noise pollution'', ''you shook me all night long''. Il disco e' stato inserito dalla critica europea, durante il referendum del 1999, nella sezione ''hard and heavy'' nella top 5 degli albums di tutti i tempi insieme a Led Zeppelin 2, l'omonimo Van Halen, "Are you experienced" di Jimi Hendrix e "Paranoid" dei Black Sabbath. Formatisi a Sidney in Australia, gli AC/DC sono uno dei piu' popolari ed influenti gruppi della storia del rock duro. Artefici di un brutale hard rock guidato dagli assalti chitarristici dei fratelli Angus e Malcolm Young, che abbina potenza e divertimento con un'attitudine selvaggia tipica di molto rock australiano, gli AC/DC esordiscono su lp in Australia con ''High voltage'' e ''T.N.T.'' nel 1975, poi compilati in parte nell'album d'esordio internazionale, anch'esso intitolato ''High voltage'' (1976). Seguono lp storici come ''Dirty deeds done dirty cheap'' (1976), ''Let there be rock'' (1977) e ''Highway to hell'' (1979), che fanno entrare il gruppo nella leggenda. La loro popolarita' resta ovviamente alta nei due decenni successivi, anche grazie agli infiammati live show del gruppo, guidati dall'istrionico Angus Young.
Euro
20,00
codice 249847
scheda
AC/DC Back in black
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1980  columbia 
rock 60-70
Ristampa pressoche' identica alla prima tiratura del 1980, in vinile pesante, con copertina in rilievo e note e foto sull'inner sleeve non presenti sull'originale. Il loro ottavo album, uscito originariamente nel Luglio del 1980 su Atlantic, pubblicato dopo "Highway To Hell" e prima di "For Those About To Rock", giunto al numero 1 delle classifiche UK ed al numero 4 di quelle USA. Il primo disco senza Bon Scott, fulminato da una scossa elettrica del microfono nel Febbraio del 1980, rimpiazzato da Brian Johnson gia' con i Geordie, vendera' sedici milioni di copie negli USA soltanto, il nuovo cantante, potente come Bon Scott ma piu' bluesy e pieno di entusismo, sara' ben accolto sia dalla critica che dal pubblico. Questo lp uscito solo 5 mesi dopo la morte di Scott, ed a lui ovviamente dedicato, e' certamente da annoverarsi tra i grandi classici dell' hard rock del decennio, lo stile e' quello classico, chitarre violente e distorte, voce in primo piano, con brani che fanno tutt'ora parte del repertorio live del gruppo, ''back in black'', ''hell's bells'', ''shoot to thrill'', ''rock and roll ain't noise pollution'', ''you shook me all night long''. Il disco e' stato inserito dalla critica europea, durante il referendum del 1999, nella sezione ''hard and heavy'' nella top 5 degli albums di tutti i tempi insieme a Led Zeppelin 2, l'omonimo Van Halen, "Are you experienced" di Jimi Hendrix e "Paranoid" dei Black Sabbath.
Euro
27,00
codice 2103102
scheda
Ac/Dc Dirty deeds done dirt cheap
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1976  columbia 
rock 60-70
Ristampa pressoche' identica alla prima tiratura del 1976, in vinile 180 g, corredata di inner sleeve a colori con note e foto esclusive, non presenti sull'originale, etichetta nera con scritte bianche e logo "AC/DC" in rosso. Il terzo album uscito originariamente su albert nel 1976 in australia, pubblicato dopo "tnt" e prima di "let there be rock", non entrato nelle classifiche australiane e rimasto inedito in usa fino all'uscita di questa edizione nell'aprile del 1981. composto e suonato da bon scott, angus young, malcom young, mark evans, phil rudd, e' l'ultimo dei lavori del primo periodo, quello antecedente al grande successo internazionale, considerato il loro lavoro piu' duro, fu con questo che grazie al tour inglese del 1976 il gruppo ottenne la popolarita' in europa. contiene rispetto alla stampa australiana i brani ''rocker'' studio version e ''problem child'' . Formatisi a Sidney in Australia, gli AC/DC sono uno dei piu' popolari ed influenti gruppi della storia del rock duro. Artefici di un brutale hard rock guidato dagli assalti chitarristici dei fratelli Angus e Malcolm Young, che abbina potenza e divertimento con un'attitudine selvaggia tipica di molto rock australiano, gli AC/DC esordiscono su lp in Australia con ''High voltage'' e ''T.N.T.'' nel 1975, poi compilati in parte nell'album d'esordio internazionale, anch'esso intitolato ''High voltage'' (1976). Seguono lp storici come ''Dirty deeds done dirty cheap'' (1976), ''Let there be rock'' (1977) e ''Highway to hell'' (1979), che fanno entrare il gruppo nella leggenda. La loro popolarita' resta ovviamente alta nei due decenni successivi, anche grazie agli infiammati live show del gruppo, guidati dall'istrionico Angus Young.
Euro
25,00
codice 2103283
scheda
Ac/dc Live
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1992  columbia 
rock 60-70
Ristampa rimasterizzata dai nastri originali, pressoche' identica alla prima tiratura ma con catalogo cambiato, vinile doppio pesante, copertina apribile con barcode, inner sleeve con note e numerose foto, label nera con scritte bianche e logo AC/DC rosso in alto, catalogo 5128361. Originariamente pubblicato nell'ottobre del 1992 dalla ATCO in Gran Bretagna, dove giunse al quinto posto in classifica, e negli USA, dove arrivo' alla quindicesima posizione, il secondo album dal vivo degli AC/DC, uscito fra gli album in studio ''The razor's edge'' (1990) e ''Ballbreaker'' (1995). L'album contiene registrazioni effettuate in vari concerti europei ed americani del lungo tour di ''The razor's edge'', che ebbe luogo fra il 1990 ed il 1991, e vede alla batteria il veterano Chris Slade, con cui il gruppo aveva inciso il sopracitato album in studio. Nonostante il passare degli anni, la band australiana e' qui ancora capace di sorprendere e di elettrizzare con il suo potentissimo hard rock senza fronzoli, che cattura ancora lo spirito dei migliori AC/DC, capaci di coinvolgere e sconvolgere attraverso una scaletta piena zeppa di classici del loro repertorio. Questa la scaletta: ''Thunderstruck'', ''Shoot to thrill'', ''Back in black'', ''Sin city'', ''Who made who'', ''Fire your guns'', ''Jailbreak'', ''The jack'', ''The razor's edge'', ''Dirty deeds done dirt cheap'', ''Hells bells'', ''Heatseeker'', ''That's the way I wanna rock 'n' roll'', ''High voltage'', ''You shook me all night long'', ''Whole lotta rosie'', ''Let there be rock'', ''Highway to hell'', ''T.N.T.'', ''For those about to rock (we salute you)''. Formatisi a Sidney in Australia, gli AC/DC sono uno dei piu' popolari ed influenti gruppi della storia del rock duro. Artefici di un brutale hard rock guidato dagli assalti chitarristici dei fratelli Angus e Malcolm Young, che abbina potenza e divertimento con un'attitudine selvaggia tipica di molto rock australiano, gli AC/DC esordiscono su lp in Australia con ''High voltage'' e ''T.N.T.'' nel 1975, poi compilati in parte nell'album d'esordio internazionale, anch'esso intitolato ''High voltage'' (1976). Seguono lp storici come ''Dirty deeds done dirty cheap'' (1976), ''Let there be rock'' (1977) e ''Highway to hell'' (1979), che fanno entrare il gruppo nella leggenda. La loro popolarita' resta ovviamente alta nei due decenni successivi, anche grazie agli infiammati live show del gruppo, guidati dall'istrionico Angus Young.
Euro
30,00
codice 2102507
scheda
Ackerman william Past light
lp [edizione] originale  stereo  usa  1983  windham hill 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa americana, copertina senza barcode, etichetta in bianco e nero con logo in alto, con la distribuzione A&M sulla label e sul retrocopertina, subentrata nel 1982, catalogo WH 1028. Pubblicato nel 1983 dopo "Passage" (1981) e prima di ''Conferring with the moon'' (1986), il quinto album del chitarrista americano, anche produttore e co-fondatore della Windham Hill. Opera che contiene dieci brani composti tra il 1975 ed il1 1983, trova nelle collaborazioni che lo caratterizzano nuova linfa vitale; tra i nomi presenti, il bassista Michael Manring, il chitarrista Michael Hedges, Mark Isham alle tastiere nel brano "Synopsis", il Kronos Quartet al completo nel brano "Garden". Uno dei dischi piu' importanti e brillanti di Ackerman, caratterizzzato da una notevolissima verve e nuove soluzioni strumentali e poetiche, che accentuano il peculiare suono, inventivo e melodico, della sua chitarra.
Euro
18,00
codice 47082
scheda
Adam and the ants Kings of the wild frontier
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1980  Cbs 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
prima stampa italiana, realizzata nel 1981, copertina (con qualche segno di invecchiamento) senza barcode, etichetta arancio e gialla a sfumare, catalogo CBS84549, data sul trail off "5-3-81". Il secondo album del gruppo londinese attivo sin dal '77 e guidato da Adam Ant; dopo il bellissimo "Dirk Wears White Socks" che, pubblicato dalla indipendente Do It, aveva chiuso nel migliore dei modi il primo periodo di attivita' della band, in equilibrio tra urgenza espressiva punk e pulsioni new wave, Adam Ant incise questo secondo album con una line up totalmente rinnovata (gli altri formarono gli effimeri Bow Wow Wow, nelle mani di Malcom McLaren). Il disco usci' nel novembre del 1980 per la CBS in Inghilterra e nel febbraio del 1981 negli Stati Uniti per la Epic, e delinea il sound che regalo', per qualche stagione, alla band di Adam Ant (qui con gli ex Models Marco Pirroni e Terry Lee Miall, tra gli altri) uno straordinario successo non solo in Inghilterra, dove questo disco giunse fino al primo posto della classifica, trascinato dai singoli "Kings of the Wild Frontier", "Dog Eat Dog" e "Antmusic" e da un look pittoresco e vincente ispirato agli indiani d' America. L' "Ant Music" della band fu un fenomeno forse effimero, ma ricco di tentativi di imitazione, ed il suo post punk tribale (nella band suonavano due batteristi) dai connotati fondamentalmente pop, personalissimo, risulta godibilissimo a tutt'oggi. All' epoca, il successo del gruppo fu non poco aiutato dal fatto che gli Ants furono tra i primi a comprendere fino in fondo l'importanza dell'immagine e l'utilizzo del videoclip. I look da guerrieri, pirati e principi sfoggiati sulle copertine e nei filmati promozionali furono un vero e proprio propellente per la conquista di un successo di scala mondiale. Dopo il successivo "Prince Charming" nel 1982 Adam scioglie il gruppo e prosegue come solista, con una carriera divisa tra la musica, il cinema e il teatro.
Euro
14,00
codice 249334
scheda

Page: 2 of 89


Pag.: oggetti: