Hai cercato:  immessi ultimi 90 giorni --- Titoli trovati: : 2481
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
lp2 [edizione] originale  stereo  ita  1966  toast 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Doppio album, l' originale molto rara stampa, pressata pare in mille copie, copertina ripiegata in due attorno al disco, con scritte anche all'i nterno, senza barcode, label nera con scritte argento e logo Toast argentato e nero in alto, catalogo TDLP859. Impreziosita dalla bella copertina disegnata da Salvatore D'Urso dei No Strange, la notevole raccolta che compila numerosi brani editi ed inediti di gruppi italiani che dagli anni '60 agli anni '80 hanno contribuito a plasmare la musica psichedelica italiana, partendo dalle leggendarie Stelle di Mario Schifano, che nel 1967 realizzarono il primo autentico album psichedelico italiano, ''Dedicato a'', da cui e' tratta l'ipnotica ''Molto lontano'' qui presente, e da altri storici gruppi beat venati di psichedelia del periodo 1966/67 come Jaguars, Bit-Nik e Gems (autori per lo piu' di pochi singoli), per poi arrivare alle band della rinascita psichedelica avvenuta negli anni '80, cioe' gruppi come Peter Sellers, Vegetable Men, i magnifici torinesi No Strange (qui con una suite che occupa un'intera facciata!), e financo gli Afterhours. Questa la scaletta: Jaguars, ''Devi combattere'' (1966); Funamboli, ''Ipotesi negativa'' (1967, singolo); Bit-Nik, ''Manifesto beat'' (1967, singolo); Bisce, ''Danza della morte'' (1966, singolo); Mr. Anima, ''Non voglio pieta''' (1967, singolo); Gems, ''Seduto per terra'' (1967, singolo); No Strange, ''Bom shankar suite'' (live, 3/88, inedito); Le Stelle di Mario Schifano, ''Molto lontano (a colori)'' (1967); Ezzu & Richiero, ''Il sole e la vita'' (ex componenti e collaboratori dei No Strange, 1988, inedito); Vegetable Men, ''The sailors'' (1988, versione inedita); Peter Sellers, ''Spun out of mind'' (1988, versione inedita); Ezzu & Richiero, ''La realta' non esiste'' (1988, inedito, cover del brano di Claudio Rocchi); Massimiliano Casacci, ''Ticket to ride'' (1988, inedito); Afterhours, ''All the good children go to hell'' (inedito); Act, ''Wild thing'' (inedito); Difference, ''The crack'' (1987, inedito); Double X, ''Eyes in the night'' (inedito).
Euro
80,00
codice 261420
scheda
Aa.vv. (italo disco, synth pop, house) Fred ventura presents milano undiscovered 2023
Lp [edizione] originale  stereo  ita  2023  spittle dependance 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent soul funky disco
Copia ancora incellophanata, prima stampa, pressata in edizione limitata, copertina con barcode, label custom grigia e bianca, catalogo SPITTLEDD06. Pubblicato nel 2023 dalla italiana Spittle Dependance, questo è il secondo volume della serie di antologie "Milano undiscovered", successivo a "Milano Undiscovered - Early 80s Electronic Disco Experiments" (2021) e precedente "Fred Ventura Presents Milano Undiscovered 1988 – 1992 – Unreleased" (2024), curate da Fred Ventura, uno dei protagonisti della scena musicale milanese dal 1979, prima come batterista in gruppi punk e new wave (An Incoherent Psyche, Le Jour Prochain), quindi cantante degli State Of Art nei primi anni '80, e poi attivo sulla scena italo disco; ha poi curato varie compilations per conto della label Spittle, a partire dal 2008. Questo "Milano Undiscovered 2023" offre dieci brani, inediti o in versioni / remix inedite, di post punk elettronico, synth pop, italo disco e house music ad opera di artisti attivi sulla scena meneghina negli ultimi decenni, ma alcuni già dai primi anni '80 e '90, offrendo un'occasione d'oro per riscoprire questi nomi, spesso relegati ad un contesto underground e di culto. Questa la scaletta: Livio Fogli - Il Vuoto; Ital Oscillazioni - Nuove Corde; Atelier Folie - Planet X; Italoconnection - Exil (Prequel Sessions Mix); Vinavil - The 2nd; Love Nation - Make It Right; S-Tone Inc. - No Meio Do Samba(S-Tone Deep Remix Inst.); Through Twelve Feat. Fred Ventura - This Love (Mono Han Remix 2); Straight Beat – Argumenting; Soul Boy - B Side.
Euro
19,00
codice 336093
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1982  electric eye 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent punk new wave
l' originale rara stampa, copertina senza barcode, etichetta custom in bianco e nero, catalogo EELP001. La molto rara prima tiratura, uscita su etichetta Electic Eye nel 1982 (era stato il primo numero di catalogo di quella label cosi' importante nell' ambito del rock italiano degli anni '80). Inserito dallo staff della rivista Rumore tra i 100 dischi fondamentali nella storia della new wave italiana, uno dei primi e piu' importanti documenti del post punk del nostro paese, insieme alle altre (comunque successive) storiche raccolte "Body Section" e "Catalogue Issue"; prodotto dalla rivista Rockerilla nel 1982, contiene 12 brani altrimenti inediti, appositamente realizzati per questa pubblicazione da altrettante bands selezionate tra quanto di meglio l' underground italico avesse proposto all' attenzione dei critici della all' epoca giovane rivista. Aprono questo piccolo gioiello i VICTROLA di Messina con la suadente "Into His Gloves", acerba ma affascinante anticipazione del magnifico 12" "Maritime Tatami" che la stessa Electric Eye presto pubblichera'; seguono gli STATE OF ART con "Venice" che recupera le sonorita' funk e new wave accostabili ai primi A Certain Ratio; sulla stessa scia gli X-RATED con la bella "Tokyo Alert"; i NOT MOVING lasciano la loro prima testimonianza discografica con la prima versione del conturbante garage punk psichedelico "Baron Samedi", tratta dal loro primo demo del 1981, e poi riregistrata per il loro primo ep (anch'esso uscira' per la Electric Eye); il duo BLAUE REITER con il brano "A Correct Adulation Of Himself" rappresentano una delle sorprese della raccolta, splendida ballata new wave dominata da un basso palpitante (dalle loro ceneri nasceranno i Virisanse), ed aprono le porte al brano "Terror" dei DEATH SS, dall' impronta dark punk, esordio discografico assoluto per la band di Paul Chain che lasciava presagire le future direzioni del gruppo. La ballata elettro-disco "Bandana Boys" dei Dirty Actions, gloriosa formazione le cui tracce registrate in studio impallidiscono rispetto alle leggendarie esibizioni dal vivo, unico brano cantato in italiano, apre il secondo lato; segue la spigolosa "Automaton's" dei B-SIDES, sorprendentemente vicini ai primissimi Cure, che fanno da apripista alla sorprendente "Waving In The Dark" degli STYLE SINDROME capitanati da Anna Di Stefano la cui voce non puo' non ricordare Siouxsie Sioux; "Maimed" dei WAX HEROES cupa e lenta esplode nel suo evolversi in una atipica e singolarissima ballata che trova quiete nella successiva geniale "Haiti Blues" degli EAZY CON, tra la New York di Laurie Anderson, della no-wave e contaminazioni etniche (poi riregistrata anni dopo nel loro unico album); chiudono gli esordienti PANKOW con la bellissima "We Are The Joy", perla stupenda ed impressionante del gruppo fiorentino, con una inedita formazione che li vedeva ancora distanti dalla svolta elettronica, e molto piu' vicina alle sonorita' dei concittadini Neon o Karnak, che accresce ulteriormente il valore di questo vero e proprio reperto.
Euro
40,00
codice 260696
scheda
Aa.vv. (peru experimental) Territorio del eco: experimentalismos y visiones de lo ancestral en el peru 1975 – 1989 (ltd.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  per  1975  buh 
world
Edizione limitata a 300 copie, allegato libretto di otto pagine formato 12" con foto e note, label custom verde e gialla con scritte nere, logo Buh Records nero in alto a destra, catalogo BR148. Pubblicata nell'aprile del 2022 dalla Buh, questa antologia compila nove brani, quattro dei quali inediti, incisi fra il 1975 ed il 1989 da alcuni dei più brillanti sperimentatori musicali attivi in Perù fra gli anni '70 ed '80, fra cui Miguel Flores ed Arturo Ruiz del Pozo (vedi sotto per le loro notizie biografiche). Fu un periodo molto fertile per questa piccola ma vivace scena sperimentale del paese andino, basata soprattutto a Lima, i cui protagonisti si contraddistinsero per la volontà di far interagire fuidamente diverse culture e concezioni: ritroviamo in queste opere caratteri di musique concrete, avanguardia elettronica e tecniche di manipolazione dei nastri insieme a strumenti acustici tradizionali ed a riferimenti a culture musicali folk andine, afro-peruviane ed amazzoniche, create da artisti che provenivano dalle più diverse esperienze, dalla musica rock al jazz fino alla sperimentazione accademica, ma anche dalle arti visuali e dalla poesia. Emerge da questi affascinanti brani l'idea di voler dare vita ad un incontro fra il Perù moderno e proiettato nel cosmopolismo, che stava emergendo in quegli anni, e la parte più ancestrale, folklorica ed indigena della cultura peruviana, rimasta ai margini dalla città contemporanea, ma che si voleva artisticamente portare o riportare al suo interno con un processo creativo lontano dalla riproposizione filologica delle tradizioni, bensì integrato con idee e tecniche all'avanguardia. Questi i brani presenti: Omar Aramayo, "Nocturno" (dalla cassetta autoprodotta "Nocturno", 1983); Manongo Mujica, "Invocación" (dalla cassetta autoprodotta "Mundos", 1989); Corina Bartra, "Jungle" (dall'album "Yambambo", 1985); Julio Algendones "Chocolate", "Eleegua" (estratto dalla cassetta autoprodotta "Canto eleegua", 1984); Ave Acustica, "Llegué a lima al atardecer" (inedito, 1975); Espiritus, "Bosques girando al tirmo del sol" (inedito, 1987); Miguel Flores, "Indio de la ciudad" (inedito, 1979); Luis David Aguilar, "La tarkeada" (inedito, 1986); Arturo Ruiz del Pozo, "Retorno" (dalla cassetta autoprodotta "Viajero terrestre", 1986). Miguel Flores, nato a Lima nel 1951, è un musicista peruviano autodidatta, attivo appena adolescente come batterista dei The Loop's e poi nei Thee Image nella seconda metà degli anni '60, consacrandosi sulla scena rock nella prima metà dei '70 nel ruvido gruppo hard rock PAX; in seguito percorrerà strade più sperimentali, ma con un orecchio teso anche al folk peruviano, nei suoi progetti Ave Acustica (1975-1978) e La Orquesta Integral Del Sol (1979). Autore di musiche per teatro, balletto e film, Flores è considerato uno dei più importanti musicisti creativi sulla scena peruviana degli anni '70 e '80, quando opera un originale lavoro di sintesi fra art rock, sperimentazione e folk del proprio paese, seguendo un approccio non tradizionale. Arturo Ruiz del Pozo, nato a Lima nel 1949, è uno dei talenti emersi nella musica sperimentale peruviana degli anni '70: studiò con Miguel Donoso, Lily Rosay, Andres Sas, Edgar Valcárcel, Kenneth Jones e Lawrence Casserley, a Lima ed a Londra, dove nel 1978 ottenne un diploma accademico in composizione musicale, presso il Royal College of Music. Caratteristica della sua arte è la sintesi e l'interazione fra gli strumenti della musica tradizionale acustica peruviana con avanzate tecniche di manipolazione del suono che vanno dalla musique concrete ad un accurato lavoro con i nastri e particolari effetti come l'eco.
Euro
29,00
codice 2128455
scheda
Aa.vv. (pink floyd, small faces, Vashti Bunyan...) Tonite let's all make love in london (pink vinyl)
Lp [edizione] nuovo  mono  ger  1968  instant / immediate / charly 
rock 60-70
Ristampa del 2017 ad opera della Instant / Charly, in vinile da 180 grammi di colore rosa semitrasparente, copertina pressoche' identica alla rara prima tiratura, senza codice a barre, inserto con foto e crediti, adesivo di presentazione sulla busta plastificata esterna. Originariamente pubblicato nel 1968 in Gran Bretagna dalla Instant, sottoetichetta della Immediate di Andrew Loog Oldham, il leggendario album contenente musiche e parti vocali narrative tratte dalle sonorizzazioni del film ''Tonite let's all make love in London'', diretto da Peter Whitehead nel 1967, il cui soggetto era un ritratto della scena della Swingin' London di meta' anni '60, in particolare durante l'intensa stagione psichedelica. Sono presenti alcuni spezzoni della originariamente lunghissima ed inventiva versione del classico "Interstellar overdrive" dei Pink Floyd, incisa nel gennaio del 1967, prima del loro ingaggio da parte della EMI, della quale vengono qui proposte solo alcune brevi parti; accanto ad esse, troviamo brani di Small Faces, Vashti Bunyan, Chris Farlowe, Twice As Much e Marquis of Kensington, intercalati a brevi interviste tratte dai dialoghi del film, che hanno per protagonisti Andrew Loog Oldham, Mick Jagger, Michael Caine, Lee Marvin, David Hockney ed altri. Il contenuto musicale quindi coincide solo in minima parte con quello del mini album ''Tonite let's all make love in London'' pubblicato nel 1991 dalla See For Miles, che conteneva l'intera ''Interstellar overdrive'' (diciassette minuti) ed un altro lungo brano dei Floyd, ''Nick's boogie'', oltre ad alcune interviste. Questa la scaletta dell'album: Pink Floyd, ''Interstellar overdrive (soundtrack version)''; Michael Caine – interview 1; The Marquis of Kensington, ''The changing of the guard (soundtrack version)''; Twice As Much, ''Night time girl (soundtrack version)''; Genevieve – interview; Chris Farlowe, ''Out of time (soundtrack version)''; Edna O'Brien – interview; Pink Floyd, ''Interstellar overdrive – extract 1 (soundtrack version)''; Andrew Loog Oldham – interview 1; Vashti, ''Winter is blue – extract 1 (soundtrack version)''; Andrew Loog Oldham – interview 2; Vashti, ''Winter is blue – reprise (soundtrack version)''; Mick Jagger – interview''; Julie Christie – interview; Michael Caine – interview 2; Chris Farlowe, ''Paint it black (soundtrack version)''; David Hockney – interview; Chris Farlowe, ''Paint it black – reprise (soundtrack version)''; David Hockney – interview; Small Faces, ''Here come the nice (soundtrack version)''; Lee Marvin – interview; Pink Floyd, ''Interstellar overdrive – extract 2 (soundtrack version)''; Allen Ginsberg, ''Tonite let's all make love in london''.
Euro
18,00
codice 3034276
scheda
Aa.vv. (punk italiano) rock 80 (ltd. clear)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1980  cramps / sony 
punk new wave
Ristampa del 2022, edizione limitata in vinile trasparente, pesante 180 grammi, copertina pressoche' identica a quella della originaria tiratura, completa di inner sleeve con testi. Uscito nel 1980, questo e' un vero manifesto della scena punk e post punk italiana dell' epoca, ritratta attraverso sette bands e tredici brani, perlopiu' pubblicati dalla stessa Cramps Records su rari singoli, sunto infatti di una collana di 7" intitolata "Rock 80" come questa raccolta. Si inizia con gli SKIANTOS di "Fagioli", uscita su singolo nel '79 e rimasta inedita su album, forse non uno dei vertici assoluti del gruppo demenziale bolognese, ma comunque divertentissima; i WINDOPEN, sempre da Bologna e sempre legati al filone demenziale, sono presenti con i due brani del loro unico 7", l' anthem "Sei In Banana Dura" e "La Testa"; i TAKE FOUR DOSES di Stefano Pistolini (poi apprezzato critico musicale) propongono due brani atipici, tra post punk e melodia (la due facciate del loro unico singolo)", "Vita Di Strada", affascinate e suggestiva, davvero molto riuscita, e "La Notte Che Inventarono Gli Eroi"; piu' propriamente punk i notevoli KAOS ROCK, di Bologna, giudati da Muciaccia, boyfriend di Joe Squillo, con i due brani del primo singolo, l' anthem irresistibile "Basta, Basta" e la piu' graffiante "La Rapina" (poi per loro un altro singolo ed un album); gli X RATED furono tra le migliori punk band italiane di quegli anni, provenivano da Milano ed i due brani "Blockhead Dance" e "Routine", sebbene solo indicativi del potenziale del gruppo che si esprimeva appieno dal vivo, dimostrano una caratura musicale ed artistica indubbiamente notevole (si tratta dei due brani del purtroppo unico singolo del gruppo); imperdibili i due brani delle KANDEGGINA GANG di Jo Squillo, "Sono Cattiva" ed "Orrore", usciti su singolo anch'essi, testimonianza tra le piu' notevoli del punk demenziale italiano, grezzo punk con accenni vagamente pop, fortemente caratterizzato dalla voce stridula di Jo Squillo e da testi a meta' tra ribellione e demenzialita'; si chiude con i DIRTY ACTIONS, genovesi e punk non certo da un punto di vista strettamente musicli, con i due brani del loro singolo "Rosa Shocking" e "Figli Del Demonio (Dirty Actions S-Ha)", comunque atipici ed interessanti.
Euro
22,00
codice 2129214
scheda
LP2 [edizione] nuovo  stereo  uk  2017  soul jazz 
punk new wave
Vinile doppio pesante nella versione normale di colore nero, allegati codice per il download digitale dell'album ed un inserto fanzine, copertina senza codice a barre e con grande adesivo di presentazione di colore nero sul cellophane, label arancione scuro con scritte nere, catalogo SJRLP483. Pubblicato nel 2021 dalla Soul Jazz, il primo di due volumi vinilici dell'antologia dedicata alla label britannica alla scena di artisti elettronici del primo scorcio del XXI secolo che si ispirano apertamente al movimento cold wave emerso a cavallo degli anni '70 e '80 del secolo precedente, durante l'esplosione della new wave e del post punk. Si tratta di musicisti che nella maggior parte dei casi perseguono, come i loro precursori dei primi anni '80, una politica fieramente indipendente, autoproducendosi e creando le proprie piccole case discografiche; sono artisti che rinnovano, alla luce dei primi decenni del nuovo secolo, la lezione di seminali colleghi quali Suicide, Laurie Anderson, PIL, Normal, Martin Hannet, ma che si ispirano anche ad idee così diverse, eppure a loro modo innovative nel proprio contesto, che vanno dal compositore seicentesco Henri Purcell ai pioneri techno di Detroit della Underground Resistance. L'antologia compila brani di artisti basati per lo più in Europa continentale, tradizionalmente un terreno fertile per questo genere di musica, con l'eccezione del detroitiano FIT Siegel. Questa la scaletta: Disassemblance, "Capture" (dall'album "Over the sand", 2019); Carcass Identity, "Reflexion ocean" (dall'ep "Carcass identity", 2018); FIT Siegel, "Wayne county stomp" (dall'ep "Formula ep", 2020); De Ambassade, "Standhouden" (singolo, 2020); Wang Inc, "Approdo" (dall'ep "Mediterraneo", 2020); Krikor Kouchian, "Ninos matadores" (dall'album "Pacific alley", 2017); Celine Gillain, "Fight of flight" (dall'album "Bad woman", 2018); Kreidler, "Kannibal" (dall'album "European song", 2017); Moisture, "Gammut" (dal 12" "Orgone", 2020); Violent Quand On Aime, "Of course I'm a liar" (dall'album "Violent quand on aime", 2018).
Euro
37,00
codice 2129128
scheda
Aa.vv. (punk new wave) New York Thrash (+2 tracks)
lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1982  roir 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Ristampa del 2002, ormai rara, copertina apribile senza barcode, completamente diversa da quella della prima stampa vinilica del 1991 curata in Francia dalla Danceteria, ma invece basata sulla originaria versione su cassetta del disco, etichetta in bianco e nero, catalogo RUSLP8244. La mitica compilation uscita solo su cassetta per la americana Roir nel 1982, vero manifesto del miglior hardcore punk americano dei primi anni '80. Due brani a testa per i folli e geniali Mad (dai due 7", tra art punk e proto hardcore), Kraut (con "Gateway" inedito), Heart Attack (magnifici inediti che ricordano i Germs), Adrenalin OD (due schegge furiose poi riregistrate nel loro album), Even Worse (nei quali milito' anche Thurston Moore dei Sonic Youth, due inediti), Fiends, Nihilistics (uno dal primo 7"Ep ed un inedito poi ripreso nel primo lp), Undead (2 inediti per il gruppo dell' ex Misfits Bobby Steele), i grandi False Prophets (poi riregistrati 4 anni dopo nel primo album), Bad Brains (dall' immenso primo album su cassetta), i devastanti Beastie Boys (proprio loro, due inediti di puro velocissimo hardcore!!!), e due brani aggiunti rispetto alla versione su cassetta degli Stimulators (uno dal 7" ed uno inedito). Questa la lista completa dei brani: Mad" I Hate Music", Kraut "Getaway", Heart Attack "Shotgun", Adrenalin O.D. "New Year's Eve", Even Worse "Illusion Won Again", Fiends "Cry Now", Nihilistics "Here And Now", Undead "Nightmare", False Prophets "Taxidermist", Bad Brains "Regulator" (Version), Beastie Boys "Riot Fight", Stimulators "M.A.C.H.I.N.E.", Nihilistics "Love And Kisses", Undead "Social Reason", Fiends "Asian White", Kraut "Last Chance", Even Worse "Emptying The Madhouse", Adrenalin O.D. "Paul's Not Home", False Prophets "Scorched Earth", Heart Attack "God Is Dead", Mad "Hell", Bad Brains "Big Take Over" (Version), Beastie Boys "Beastie", Stimulators "Loud Fast Rules!".
Euro
50,00
codice 260906
scheda
Aa.vv. (punk new wave) Saturday night pogo
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1978  rhino 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
La bella e rara raccolta della allora giovanissima etichetta californiana, terzo album del suo catalogo, nella originale stampa americana con copertina (con lievi segni di invecchiamento) nella versione in tinta blu, cartonata e senza codice a barre, etichetta gialla con scritte e logo neri, logo a sinistra racchiuso in un cerchio, catalogo Rhino 003, groove message ''how do you keep a disco fan busy? (turn over)'' e "Westrex 3D Sound" su entrambi i lati. Quattordici fantastici brani di bands dell' area di Los Angeles, altrimenti inediti o comparsi su rarissimi singoli: i Winos non pubblicarono alcun disco in proprio, ma la loro "Beauty Queen", tra punk rock e 60's power pop, e' efficacissima; ancora meglio i Berlin Brats (poi in parte confluiti nei Mau Maus), di cui esiste un singolo in versione test pressing mai messo in vendita, con la bellissima "Tropically Hot", ovvero i New York Dolls nel '77; grandi i Droogs con la splendida "Set My Love On You", facciata A del loro secondo storico singolo del '74 (!!!), devoti al garage americano e destinati a divenire una delle bands guida della scena neo-60's degli anni '80; i Needles And Pins con "I Wanna Play With Guns", dal loro unico singolo del '77, forniscono un esempio piacevolissimo di punk pop, e ricordano, soprattutto per la voce della cantante, i primi Blondie; i Motels fanno qui il loro esordio discografico, con la grintosa "Counting" tratta da un demo che procurera' loro il contratto con la Capitol (nel primo album del gruppo di Martha Davis il brano verra' ripreso ma in una versione parecchio diversa); la storia del punk rock americano sarebbe ben piu' povera senza i grandi Vom, autori di un leggendario 7"ep nel '78 da cui e' tratta la favolosa "I'm In Love With Your Mom", tra rabbia ed ironia, come sara' anche per gli Angry Samoans che nasceranno dalle loro ceneri; i Low Numbers non erano certo male, come attestato da un singolo ed un album a loro intestati, ma la cover di "Belsen Was A Gas" dei Sex Pistols qui inclusa, ed altrimenti inedita, e' assolutamente micidiale, e ricorda non poco i migliori Flesh Eaters, con la voce potente ed abrasiva del cantante ed un sound tipicamente californiano; sui Dils inutile dilungarsi, chiunque sia interessato alle vicende del punk rock californiano conosce gia' bene la magnifica "Mr Big", dal loro secondo singolo del '77; i Daddy Maxfield fanno parte della "vecchia guardia" :autori gia' nel '74 di un 7" in stile glam, non dimostrano interesse ad aggiornare il proprio sound con l' altrimenti inedita "Wheel Of Fortune"; i Young Republicans di "Guardian Angel" ci riportano ancora piu' indietro, agli anni '60, cosi' come il 60's pop delle Backstage Pass di "Legend", gruppo costituito da groupies decise ad alzare la testa (.........); i grandissimi Dogs provenivano in realta' da Detroit, e si sente non poco nel loro punk rock di discendenza Iggy & the Stooges, ma facero per anni base a Los Angeles, dove si inserirono nella scena locale: "Younger Point Of View" e' la b-side del loro primo storico singolo del 1976 (provate a trovarlo....); molto carini i Chainsaw con "Polaroide Pictures", dal loro unico singolo, tra punk rock, glam e power pop; infine devastati e devastanti gli oscuri Hebe Geebees, lanciati in una assurda cover punk di "Night Fever" dei Bee Gees che racchiude come meglio non si potrebbe lo spirito della etichetta piu' folle e divertente di tutti i tempi.
Euro
26,00
codice 260689
scheda
Aa.vv. (punk new wave) Suburbia ost
Lp [edizione] nuovo  stereo  aus  1984  survival research 
punk new wave
Copertina senza codice a barre. Ristampa del 2024 ad opera della Survival Research, pressoché identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicata nel 1984 dalla Enigma negli USA, la colonna sonora del film "Suburbia", diretto dalla regista Penelope Spheeris, l'autrice del celebrato documentario "The decline of Western civilization", uscito nel 1981, documento storico sul punk californiano a cavallo fra la fine degli anni '70 e l'inizio degli '80. "Suburbia" fu girato nell'inverno 1982/83 con attori non professionisti, alcuni dei quali provenienti dalla scena musicale losangelina, come Flea dei Red Hot Chili Peppers e Chris Pedersen, già chitarrista dei Patriots; il film fu girato in locazioni non artefatte della metropoli californiana e nei club di Los Angeles dove si suonava punk rock, sfondo di una storia di emarginazione e rabbia giovanile e di alienazione metropolitana. La colonna sonora contiene sulla prima facciata alcune registrazioni dal vivo di gruppi come Vandals, D.I. e T.S.O.L., sulla seconda invece pezzi musicali realizzati per il film da Alex Gibson. Questa la scaletta: D.I., "Richard Hung Himself"; T.S.O.L., "Wash Away", "Darker My Love"; The Vandals, "Legend Of Pat Brown"; Alex Gibson, "Picking Up Joe", "Ethan's Rescue", "Punk Parade", "Sheila's Song", "Keep Off The Grass", "Garage Raids", "T.R. Revisited", "Suburbia".
Euro
19,00
codice 3515900
scheda
Aa.vv. (punk nuggets) bloodstains Across the Midwest
lp [edizione] originale  stereo  usa  1979  bloodstains 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
copia ancora incellophanata, l' originale stampa, copertina senza barcode, con dettagliate note sul retro, etichetta rossa con scritte nere da un lato e rossa con artwork in nero dall' altro, catalogo BLOODSTAINS03. Pubblicato nel 1994, il terzo volume della piu' importante collana di raccolte punk insieme a "Killed by Death", dedicato interamente alla scena punk rock americana del Midwest. Contiene 16 brani, ovviamente tratti da rarissimi singoli: Dow jones & Industrials "Can't stand the midwest" (dall' unico 7" della band di Bloomington, Indiana, 1980); Haskels "Takin' the city by storm" (dall' unico 7"ep del 1980, da Milwaukee); Embarassment "Sex drive" (dall' unico singolo del 1980, dal Kansas); Gizmos "Human garbage disposal" (dal secondo 7" ep del 1977 della storica band di Bloomington, Indiana); Baloneyheads "I'm a drunk" (dall' unico 7" del 1980, da Cleveland, Ohio); Customs "Long gone" (dal grandissimo secondo ed ultimo singolo del 1980 della band di Cincinnati, Ohio, nata per iniziativa dell' ex DMZ e Lyres Peter Greenberg); NNB "Slack" (dall' unico singolo della band di Minneapolis, Minnesota, 1978); Latin dogs "Killed in jail" (dall' unico singolo del 1982, da Battle Creek, Michigan, con alcuni ex Brain Police in formazione); Toxic reasons "War hero" (dal primo singolo del 1981 della storica band di Dayton, Ohio); Gynecologists "Gym Gerrard" (dal secondo di tre singoli, uscito nel 1981, dall' Indiana); Cult Heros "Berlin wall" (dal primo singolo del 1979, del gruppo di Ann Arbor, Michigan); Brain police "I let jenny ride" (dall' unico singolo del 1978, gruppo di Battle Creek, Michigan); Mentally Ill "Soldier 19" (dal secondo 7" del gruppo di Deerfield, Illinois, 1982); Endtables "Process of elimination" (singolo del 1979, da Louisville, Kentucky); Crap detectors "Police state" (dal primo singolo del 1980); The Five "Death" (dal secondo singolo, del 1981, del gruppo di Pittsburgh).
Euro
26,00
codice 261065
scheda
Aa.vv. (punk) Chaos in europe
Lp [edizione] originale  stereo  fra  1985  chaos productions 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima rara e ricercata stampa, pressata in esclusiva dalla francese Chaos Productions, copia priva dell'originaria inner sleeve, copertina lucida fronte retro senza barcode (e con adesivo Bunker Records applicato sul retro in basso a destra), label bianca con scritte nere, con grande logo Chaos Productions in bianco e nero sull'altra, catalogo KS19872. Pubblicata nel 1985 dalla francese Chaos Productions, questa interessante antologia manifesto dello Oi! Punk europeo occidentale di metà decennio compila quindici brani, alcuni dei quali inediti, di gruppi provenienti da Francia, Olanda, Spagna, Germania Occidentale ed Italia, rappresentata dai grandi Nabat, storica punk band italiana di Bologna fronteggiata dal cantante Steno, autrice di un punk compatto ed anthemico, con accenti Oi! (qui con un brano tratto dal loro rarissimo EP "Laida Bologna"). Accanto a loro, troviamo qui gruppi come i Komintern Sect ed i Reich Orgasm, da Orleans, attivi negli anni '80, gli spagnoli Decibelios, storica band Oi! Punk, skinhead e ska di Prat de Llobregat, Barcellona, formatasi nel 1980 ed ancora attiva nel primo scorcio del XXI secolo, i compatrioti T.N.T., da Granada, gli Al Kapott e Robert et les Enfants Sauvages da Brest, Normandia, i tedeschi Neurotic Arseholes, da Minden. Questa la scaletta: Komintern Sect, "Tous Ensemble" (dall'album "Dernier combat", 1985); Reich Orgasm, "Supporter" (inedito); Decibelios, "Dodot No Ha Muerto" (dall'album "Caldo de pollo", 1984); T.N.T., "Guernicka" (dall'album "Manifesto Guernika", 1983); Al Kapott, "Les Bras Musclés" (inedito); F.F.F., "Bobby's Spelunke" (dalla cassetta "3-song demo", 1985); Neurotic Arseholes, "Blutige Gesichter" (dall'album "Angst", 1985); Slam, "Ingens Slav" (dall'album "Ingens slav", 1984); Asta Kask, "TV'n" (dall'album "Med is i magen", 1985); Kambrones, "Toujours Ca D'Gagné" (dall'album, "C'est Toujours Ca De Gagné", 1985); Drei Oklok, "Cunégonde" (dalla cassetta "Drei oklok", 1985); Nabat, "Laida Bologna" (dall'EP "Laida Bologna", 1984); N.V. Le Anderen, "The Girl On The Pavement" (dal mini lp "A way to spend your life", 1983); Brutal Combat, "Mercenaire" (inedito); Robert et les Enfants Sauvages, "Pépé X" (inedito).
Euro
40,00
codice 336175
scheda
Aa.vv. (reggae) Do the moonwalk
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  trojan / bmg 
reggae
Catalogo TBL1039. Pubblicata nel 2019 dalla Trojan / BMG, questa antologia pesca dal catalogo della grande etichetta inglese dodici brani di fine anni '60 e dintorni, ispirati dalle imprese lunari degli astronauti dell'epoca, sbarcati sul nostro satellite nel luglio del 1969, di cui proprio nel 2019 cadeva il cinquantesimo anniversario. La musica reggae è senza dubbio permeabile ed aperta all'ispirazione di eventi, mode e movimenti internazionali (si pensi ad esempio al cinema delle arti marziali od allo spaghetti western, i cui riferimenti fanno non di rado capolino nei brani della musica giamaicana di fine anni '60 e primi '70), come documentano i titoli di queste canzoni rocksteady e proto-reggae, interpretate da nomi come Derrick Morgan, Ansel Collins, Symarip e Kingstonians, fra gli altri, proprio a celebrazione dello sbarco sulla luna, ovviamente in salsa reggae. Questa la scaletta: Derrick Morgan, "Moon Hop"; Karl Bryan, "Moon Shot"; Nicky Thomas, "Doing The Moonwalk"; Earl Bailey, "Moon Rock"; The Kingstonians, "Come We Go Moonwalk"; Sonny Bins, "Boss A Moon"; Derrick Morgan, "Man Pon Moon"; Ansel Collins, "Moon Dust"; King Horror, "Creature From The Moon"; Winston Wright, "Moon Invader"; The Hippy Boys, "Apollo 11"; Symarip, "Skinhead Moonstomp".
Euro
19,00
codice 3515921
scheda
Aa.vv. (rock 60-70 peru) Demoler! demoler!, demoler!
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1965  munster 
rock 60-70
Copertina senza codice a barre, inserto apribile con foto, note e riproduzioni delle etichette originali, catalogo MR451LP. Pubblicata nel 2024 dalla Munster, questa antologia è dedicata ad una delle più importanti etichette della nuova musica pop peruviana degli anni '60, la DisPeru, la prima casa discografica indipendente del paese e dell'intero Sud America. Fu fondata ed era guidata da una donna, Rebeca Llave Vaccaro, che promosse i nuovi gruppi beat e garage come i grandissimi Los Saicos, che qui aprono non per nulla la scaletta con la graffiante e scatenata "Demolicion", ma anche generi come la cumbia ed il boogaloo. Nell'arco di cinque anni, durante la seconda metà degli anni '60, il fiuto per il talento e la visione moderna della Llave resero la DisPeru un punto di riferimento della musica popolare peruviana più giovane ed aperta alle influenze del nuovo pop internazionale, mantenendo però un carattere genuinamente latino: mise sotto contratto gruppi rock e beat come Los Saicos e Jean Paul El Troglodita, gruppi della "new wave" peruviana come Los 4 Brillantes e Golden Boys, come anche artisti esponenti della musica peruviana andina e tropicale, quali Chano Scotty y su Combo e Tono y sus Sicodélicos. Questa la scaletta: Los Saicos, "Demolición"; Jean Paul El Troglodita, "Tema Del Troglodita"; Gloria Travesì, "Pobre Adan"; Los Cuatro Brilantes, "Vuelve a Mi Barquita"; Claudio Fabbri, "Fiesta de Verano"; Los Saicos, "Te Amo (Instrumental)"; Golden Boys, "No Resisto Más"; Los Peruvian Brass, "Virgines del Sol"; Chano Scotty y su Combo Latino, "Prende la Vela", "Psicosis"; Tono y sus Sicodelicos, "Mr. Boogaloo"; Los Guajiros del Ritmo, "El Fresco"; Alicia Estrada, "Yolanda"; Tono y sus Sicodelicos, "El Guayacol".
Euro
25,00
codice 3515887
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Brown acid: the eighteen trip - vol. 18 (blue)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1969  riding easy 
rock 60-70
EDIZIONE IN VINILE BLU. Pubblicato nell' aprile 2024, questo e' il diciottesimo volume della serie di compilation ''Brown acid - Heavy Rock From the Underground Comedown'' edite dalla label californiana Ridingeasy, con lo scopo di riportare all'attenzione del pubblico una serie di rari brani e di misconosciuti gruppi dell' underground post psichedelico e hard rock perlopiu' americano fra la fine degli anni '60 e quella degli anni '70. Brani tratti da rarissimi singoli, spesso autoprodotti e venduti per lo piu' in poche centinaia di esemplari. Svanito il sogno psichedelico e pacifista a fine decennio, con l'avvento delle droghe pesanti, la tragedia di Altamont ed il persistere dell'atroce conflitto vietnamita, il rock si fece piu' duro e tormentato, sostituendo le melodie folk rock e le visionarie invenzioni psichedeliche con la potenza e l'aggressivita' dell' hard rock e del protopunk, che influenzarono a loro volta una generazione di musicisti destinati a restare misconosciuti o ricordati solo a livello locale, ma capaci comunque di dare poche prove di selvaggia creativita' all'insegna di una crudezza figlia del garage di poco precedente e dei seminali primi lavori dei Blue Cheer e precorritrice del punk, almeno nello spirito, che fruttarono dirompenti, sporchi e cattivi hard rockers stradaioli; questa la scaletta di questo diciottesimo volume: Backjack "Bridge Waters Dynamite" (1974, S.Louis, Missouri), Smokin' Buku Band "Hot Love" (1980, Hollywood, California), Atlantis "Moby Shark" (1975, Baltimore, Maryland), Tommy Stuart & The Rubberband "Peeking Through Your Window" (1970, Tuscaloosa, Alabama), Chicago Triangle "Ripped Off" (1977, Chicago, Illinois), Parchment Farm "Songs Of The Dead" (1971, Union, Missouri), Glory (Damnation Of Adam Blessing) "Nightmare" (1973, Cleveland, Ohio), Dalquist "Farewell To The Dreamer" (1980, Waco, Texas), Pawnbrokers "Realize" (1968, Fargo, North Dakota), Brothers Of The Ghetto "Rockin' Chair" (1975, Chicago, Illinois).
Euro
29,00
codice 3034861
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1971  help! 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa, pressata solo in Italia, copia con davvero lievi segni di invecchiamento, copertina con indicazione "Corporazione arti grafiche – Roma – 3/71" sul retro in basso, label nera con scritte argento, logo Help! magenta, nero e bianco in alto, catalogo ZSLH55019, senza data sul trail off, timbro Siae del primo tipo, in uso tra il 1970 ed il 1975, con diametro di circa 13 mm., piu' piccolo dei successivi. Pubblicata nel 1971 dalla Help! in Italia, l'antologia "Pop life" è un campione del catalogo di questa label italiana, e compila brani, tratti per lo più da singoli, di gruppi internazionali, quali il gruppo rock belga Climax, il gruppo soul-funk olandese Soul Sound, i Rattles, uno dei più importanti gruppi pop tedeschi degli anni '60 (ma qui in guisa decisamente hard rock), i romani Under 2000, che avevano in formazione Aldo Parente (aka Folkaldo) e due futuri membri de Il Paese dei Balocchi; il gruppo afro-funk Soulful Dynamics, originari della Liberia ma basati in Germania; ed infine l'inglese John Woolley con i Just Born, gruppo rock belga che lo accompagnava come band di supporto. Questa la scaletta: Climax, "There Goes Maloney" (singolo, 1970); Soul Sound, "Soul Bound To The Soul Sound" (B-side del singolo "Boogaloo for you", 1969); The Rattles, "If I Could Fly" (dall'album "The rattles", 1970); John Woolley & Just Born, "Ruby Baby" (singolo, 1970); Climax, "Love Me Woman" (B-side di "There goes maloney", 1970); Under 2000, "Oh My Love" (singolo, 1970); The Rattles, "The Witch" (dall'album "The rattles", 1970); Soulful Dynamics, "Monkey" (B-side di "Mademoiselle ninette", 1970); Under 2000, "Let's Get Together" (B-side del singolo "Oh my love", 1970); Soulful Dynamics, "Mademoiselle Ninette" (singolo, 1970); Soul Sound, "Boogaloo For You" (singolo, 1969); John Woolley & Just Born, "Make Love Not War" (B-side del singolo "Ruby baby", 1970).
Euro
23,00
codice 336174
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Radio 2 presents in concert
Lp [edizione] originale  stereo  ire  1985  rte 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good rock 60-70
l' originale stampa, copertina (con diversi segni di usura) senza barcode, label gialla con scritte nere e rosse, logo Radio 2 bianco e rosso in alto, catalogo RTE92, vinile che assume colore ambrato se posto controluce. Pubblicato nel 1985 dalla RTE in Irlanda, questo album compila registrazioni dal vivo effettuate da sei differenti gruppi irlandesi presso il Radio Centre di Dublino fra il gennaio e l'aprile dello stesso anno, ed originariamente trasmessi nel programma radiofonico "In concert" di Radio 2 (nota anche come RTE 2fm), emittente irlandese. I gruppi partecipanti rappresentano un ampio spettro stilistico, dal soft rock della Freddie White Band al sanguigno pub rock della Brush Shiels Band", dall'avvolgente pop wave degli Auto Da Fé (che avevano in formazione la cantante Gay Woods, già con i gruppi folk rock Steeleye Span e Woods Band negli anni '70!) al puro ska dei Blades ed alle inclinazioni country e roots rock di Ray Lynam and the Hillbillies. Questa la scaletta completa: The Freddie White Band, "Tenderness On The Block"; Paul Cleary, "Show Some Concern"; Ray Lynam and the Hillbillies, "Home Away From Home"; Brush Shiels Band, "Naturally High"; Auto Da Fé, "November, November"; The Blades, "Young, Gifted And Black"; Ray Lynam and the Hillbillies, "Rainy Days And Stormy Nights"; Brush Shiels Band, "Summertime"; Auto Da Fé, "Credo, Credo"; The Freddie White Band, "Po-Jama People".
Euro
10,00
codice 336038
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) white mansions - A Tale From The American Civil War 1861-1865
lp [edizione] originale  stereo  usa  1978  a&m 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Fair rock 60-70
prima stampa americana, copertina (con diversi segni di invecchiamento, alcune piccole scritte ed un non perfetto foro promozionale in alto a sinistra) apribile, con parte all' interno sagomata "die cut", completa dell' originario libretto gigante di 28 pagine con foto in bianco e nero e note, e di inner sleeve, etichetta custom crema e nera, catalogo SP-6004. Uscito nel 1978, contiene brani tratti dalla piece teatrale e televisiva, prodotta da Glyn Johns, sulla guerra civile americana, ambientata negli Stati del Sud dal 1861 al 1865. I quindici brani del disco, composti da Paul Kennerley, vengono proposti in ispirate interpretazioni di Jessi Colter, il grande Waylon Jennings, John Dillon e Steve Cash (questi ultimi provenienti dagli Ozark Mountain Daredevils), supportati da Bernie Leadon (degli Eagles), nientemeno che Eric Clapton, Henry Spinetti, Dave Markee, Tim Hinkley.
Euro
10,00
codice 261113
scheda
Aa.vv. (rock'n'roll, r'n'b) Rip it up - the best of specialty records
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1950  craft 
soul funky disco
copertina ruvida fronte retro con barcode, inner sleeve con foto e note sui brani compilati, label bianca e nera con scritte nere e logo Specialty giallo in alto, catalogo CR00422. Pubblicata nel 2021 dalla Craft, a celebrazione del 75esimo anniversario della fondazione della Specialty Records, avvenuta nel 1945, corredata da lunghe note a cura di Billy Vera sul retro copertina, questa splendida antologia compila diciotto dei più grandi successi di questa importantissima casa discografica americana, fondata a Los Angeles da Art Rupe, e divenuta presto una delle etichette pionieristiche del primo rock'n'roll e dello r'n'b, pubblicando dischi di giganti come Little Richard, Percy Mayfield, Sam Cooke e Lloyd Price, fra gli altri. La Specialty fu una delle etichette indipendenti emerse nella California dei primi anni del dopoguerra, una terra che si stava arricchendo e che offriva diffuse opportunità; mentre le grandi case discografiche si erano concentrate sui grandi nomi come Bing Crosby e Tommy Dorsey, emersero etichette come la Specialty, dedicate ad altri generi e ad altre tipologie di interpreti, nel nostro caso quelli afroamericani, la cui musica era amata dal fondatore Art Rupe, il quale aveva anche notato come essa fosse in quel momento trascurata dalla grande industria discografica. Da qui nasce una piccola epopea che porterà la piccola etichetta a valorizzare artisti di colore che avrebbero fatto la storia della musica di metà Novecento, ottenendo anche importanti successi nel corso degli anni '50, basta scorre la scaletta di questa bella antologia, zeppa di perle rock'n'roll e r'n'b. Questa la scaletta: Lloyd Price, "Lawdy Miss Clawdy"; Little Richard, "Long Tall Sally"; Roy Milton, "R.M. Blues"; Sam Cooke, "I'll Come Running Back To You"; Joe Liggins, "Pink Champagne"; Little Richard, "Tutti Frutti"; Percy Mayfield, "Please Send Me Someone To Love"; Roy Milton, "Information Blues"; Larry Williams, "Bony Moronie"; Little Richard, "Lucille"; Jesse and Marvin, "Dream Girl"; Jimmy Liggins, "Drunk"; Lloyd Price, "Ain't It A Shame?"; Larry Williams, "Short Fat Fannie"; Percy Mayfield, "Lost Love (Baby, Please)"; Lloyd Price, "Oooh-Oooh-Oooh"; Roy Milton, "Best Wishes"; Little Richard, "Rip It Up".
Euro
18,00
codice 2128843
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1989  minus habens 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa, pressata solo in Italia, completa dell'inserto catalogo della Minus Habens datato 1990/I, copertina ruvida fronte retro senza barcode, inserto formato A4 con foto o loghi degli artisti compilati, label bianca con scritte nere su di una facciata, con immagine in bianco e nero sullo sfondo sull'altra, catalogo MHR003, groove message "questa carne meravigliosa" sul lato A e "le meraviglie son di carne" sul lato B. Pubblicata nel 1989 dalla italiana Minus Habens, questa antologia compila dodici brani, quasi tutti inediti o rimasti altrimenti inediti (un paio di essi erano già stati o sarebbero poi stati pubblicati su musicassetta), che formano un manifesto delle frange più sperimentali del post punk italiano di fine anni '80, fra astrattismo e rumorismo elettronico, industrial e le deviazioni più "synthetiche" della new wave. Artisti seminali ed importanti, come i milanesi Sigillum S; i romani Ain Soph, negli anni '80 uno dei piu' importanti gruppi del panorama industrial/dark ambient italiano; i Tapes, oscuro progetto di culto italiano animato dai fratelli Giancarlo e Roberto Drago, autori di numerose musicassette fra i primi anni '80 ed i primi '90, in cui esprimevano una musica suonata con sintetizzatori, drum machines, sistemi di registrazione rudimentali e talora a bassa fedelta'; MGZ, aka Mauro Guazzotti, uno dei membri del leggendario gruppo sperimentale savonese F.A.R., che nelle sue opere soliste propone una musica bruciante e folle, dove convergono idee industrial, punk e musica elettronica, non prive di un bizzarro umorismo; i Brain Discipline, fra elettronica, rumorismo e no wave, gruppo che aveva legami con i Tasaday; Luciano Dari, il fondatore della label Musica Maxima Magnetica. Questa la scaletta completa: Luciano Dari, "Comite Ferro"; Brain Discipline, "Spirit In Construction"; L.S.D., "Coroner"; Tam Quam Tabula Rasa, "Fulcrum Ulcerationis (L.I.S.A.)"; Lyke Wake, "Day Dreaming (Intro)"; Radical Change & T.T.T.F., "O"; Nightmare Lodge, "Denti Della Rotazione"; Sigillum S, "Nuclear Atavisms From Vertebral Broadcasting"; Ain Soph, "Liberte (Ou Mort)"; Stefano Biasin, "Il Re Del Portogallo Non Sa Ballar La Samba Essendo Poco In Gamba Cadendo Si Ferì"; The Tapes, "Il Tempio"; MGZ, "?!?!?".
Euro
30,00
codice 336059
scheda
Aa.vv. (soul, r'n'b) Brunswick northern soul
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1966  demon / brunswick 
soul funky disco
Vinile nero da 140 grammi, catalogo DEMREC811. Pubblicata nel 2021 dalla Demon, questa antologia compila dodici brani tratti altrettanti singoli editi dalla storica label americana Brunswick fra il 1966 ed il 1973 (tranne uno uscito su Constellation, quello di Gene Chandler), opera di cantanti afroamericani, con particolare attenzione alla scena soul di Chicago, che negli anni '60 era uno dei punti di forza della Brunswick, grazie a successi di artisti come Jackie Wilson ed i Chi-Lites; accanto a queste figure di spicco, la Brunswick sviluppò un catalogo che annovera molti artisti rimasti allo status di culto, in particolare nel circuito del Northern soul britannico, come Adam's Apples, Marvin Smith e Leroy Taylor, autori di singoli oggi divenuti rarissimi di costosissima reperibilità, e qui finalmente compilati insieme. Questa la scaletta: Jackie Wilson, "The Who Who Song" (1967); Adam's Apples, "Don't Take It Out On This World" (1967); Leroy Taylor, "Oh Linda" (1967); Marvin Smith, "Have More Time" (1966); Billy Butler, "I'll Bet You" (1967); The Artistics, "The Chase Is On" (1967); Gene Chandler, "Bet You Never Thought" (1966); Jackie Ross, "Keep Your Chin Up" (1967); Channel 3, "Sweetest Thing" (1973); The Visitors, "I'm In Danger" (1968); Tony Drake, "Suddenly" (1970); Jackie Wilson, "Because Of You" (1973).
Euro
19,00
codice 3515920
scheda
Aa.vv. (soul, r'n'b) You can't sit down - cameo parkway dance crazes 1958-1964 (yellow vinyl rsd 2021)
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1958  cameo-parkway / bmg 
soul funky disco
Vinile doppio a 45 giri di colore giallo, edizione REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 17 LUGLIO 2021, inner sleeve con foto degli artisti, note e riproduzioni delle etichette dei singoli originari, label verde e gialla sul primo vinile, blu e rossa sul secondo, logo Cameo Parkway in alto, catalogo 718 779-1. Pubblicata in vinile nel luglio del 2021 dalla Cameo Parkway / BMG, inizialmente uscita solo in cd nel 2020, questa antologia compila ventidue brani, rimasterizzati dai master originali tratti dagli archivi della Cameo Parkway, originariamente pubblicati fra il 1958 ed il 1964 su singolo dalla storica etichetta di Philadelphia Cameo-Parkway (nelle sue due distinte emanazioni Cameo e Parkway). La compilation documenta alcune delle più scatenate e ballabili musiche prodotte dal primissimo soul e dallo r'n'b a cavallo fra la fine degli anni' 50 ed i primi '60, e si apre e si chiude proverbialmente con due canzoni di Chubby Checker, il "re del twist": "The twist" e "Twistin' U.S.A.". Questa la scaletta: Chubby Checker, "The Twist"; The Orlons, "The Wah-Watusi"; The Dovells, "Bristol Stomp"; Dee Dee Sharp, "Mashed Potato Time"; The Dovells, "You Can't Sit Down"; Bobby Rydell, "The Third House (In From The Right)"; Dee Dee Sharp, "Do The Bird"; Chubby Checker / Dee Dee Sharp, "Slow Twistin'"; The Orlons, "Shimmy Shimmy"; Candy and the Kisses, "The 81"; The Marlins, "(Everybody Do) The Swim Pt. 1"; Don Covay, "The Popeye Waddle"; The Dovells, "Do The New Continental"; The Dardanelles featuring Little Bo, "Baby, Do The Froog"; The Applejacks, "Rocka-Conga"; Chubby Checker, "The Hucklebuck"; Tony Young and the Hippies, "The Mash"; The Applejacks, "Mexican Hat Rock"; Bobby Rydell, "The Cha-Cha-Cha"; The Turbans, "When You Dance"; The Taffys, "Everybody South Street"; Chubby Checker, "Twistin' U.S.A.".
Euro
26,00
codice 3515919
scheda
Aa.vv. (soundtrack) Reservoir dogs ost (180 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1992  music on vinyl 
soundtracks
Ristampa in vinile 180 grammi per audiofili, copertina nella versione con sfondo rosso e bianco e fotogramma dei sette protagonisti del film. Originariamente pubblicata nel 1992 dalla MCA Soundtracks (in vinile usci' all' epoca solo in Spagna), la colonna sonora del film di culto di Quentin Tarantino ''Reservoir dogs'', noto in Italia come ''Le iene''; la mescolanza di brani vintage di diversa estrazione stilistica, dal soul al rock, dal funk al pop, e di diversa provenienza cronologica, dagli anni '60 agli '80, sarebbe poi diventata un punto di riferimento per la struttura delle colonne sonore dei successivi e piu' celebri film di Tarantino. Trovano qui spazio, oltre ai brani ascoltati durante il film (fra i quali ci sono anche due pezzi dei Bedlam, gruppo degli anni '90), anche estratti di celebri dialoghi e monologhi recitati dagli attori, come ad esempio l'esilarante spiegazione del signfiicato della canzone ''Like a virgin'' da parte di Mr. Brown/Quentin Tarantino e gli intermezzi radiofonici del dj K-Billy, interpretato dal comico Steven Wright. Questa la scaletta: – Steven Wright "And Now Little Green Bag..." –The George Baker Selection "Little Green Bag" –Steven Wright "Rock Flock Of Five" –Blue Swede "Hooked On A Feeling" –Steven Wright "Bohemiath" –Joe Tex "I Gotcha" –Bedlam "Magic Carpet Ride" –No Artist "Madonna Speech" –Sandy Rogers "Fool For Love" –Steven Wright "Super Sounds" –Stealers Wheel "Stuck In The Middle With You" –Bedlam "Harvest Moon" –No Artist "Let's Get A Taco" –Steven Wright "Keep On Truckin'" –Harry Nilsson "Coconut" –Steven Wright "Home Of Rock".
Euro
29,00
codice 2130171
scheda
Aa.vv. (soundtracks) Piombo - italian crime soundtracks from the years of lead 1973-1981
LP2 [edizione] nuovo  stereo  ita  1973  cam sugar 
soundtracks
Vinile doppio, copertina apribile, label gialla con scritte nere, catalogo CS011. Pubblicata nel novembre del 2022 dalla CAM Sugar, questa antologia curata da Pierpaolo De Sanctis compila ventisei brani, dei quali nove del tutto inediti, e sette finora inediti su vinile, tratti dalle colonne sonore del cinema italiano di genere poliziottesco ed affini, dell'epoca 1973-1981 (da qui il riferimento agli anni di piombo nel titolo). La scaletta offre una carrellata sui maggiori talenti del mondo delle colonne sonore italiane di quegli anni, da Stelvio Cipriani a Riz Ortolani, da Bruno Nicolai a Roberto Pregadio, solo per citarne alcuni, in un tripudio di funk, accenni prog e psichedelici, proto-disco ed orchestrazioni drammatiche e cariche di tensione. Questa la scaletta: Bruno Nicolai, "L'Uomo Della Strada Fa Giustizia" (inedito su vinile); Guido e Maurizio De Angelis, "Silkin' Street (Inseguimento)"; Stelvio Cipriani, "Poliziotto Sprint (Titoli)"; Riz Ortolani, "Il Cappotto Di Legno" (inedito); Filippo Trecca, "Onore E Guapparia" (inedito); Stelvio Cipriani, "Il Marsigliese Fugge"; Carlo Savina, "Rapina Alle Officine Tevere" (inedito); Riz Ortolani, "L'Intoccabile Mr. Cliff"; Paolo Vasile, "Tema B"; Roberto Pregadio, "Killer Per Necessità" (inedito); Stelvio Cipriani, "Speed Driver (Titoli)" (inedito su vinile), "Bersaglio Altezza Uomo (Titoli)", "Body Guard" (inedito); Vassili Kojucharov, "Club Mala" (inedito); Franco Micalizzi, "Roller Cop" (inedito su vinile); Luis Bacalov, "It's Time To Die" (inedito); Franco Campanino, "Assalto In Moto" (inedito in vinile); Guido e Maurizio De Angelis, "Il Grande Racket (Titoli)"; Stelvio Cipriani, "Cani Arrabbiati (Titoli)", "Vecchio Boss" (inedito su vinile); Manuel De Sica, "Night Casinò (Alt. Take)" (inedito); Luis Bacalov, "Sfida All'Organizzazione" (inedito su vinile); Stelvio Cipriani, "Azione Commando" (inedito su vinile); Manuel De Sica feat. New Trolls, "Montreal"; Stelvio Cipriani, "Avvoltoi Sulla Città (Titoli)" (inedito su vinile); Franco Campanino, "Dramma Di Un Commissario" (inedito).
Euro
26,00
codice 3516005
scheda
Aa.vv. (spanish avant-garde) Five spanish pioneers of electronic and experimental music 1953-1969
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1953  sub rosa 
classica cont.
Catalogo SRV548. Pubblicata nell'aprile del 2024 dalla Sub Rosa, questa antologia compila cinque composizioni di altrettanti sperimentatori musicali spagnoli, risalenti agli anni '50 e '60, quando il paese era sotto il dominio incontrastato del regime franchista. Curata dal musicologo Miguel Alvarez-Fernandez, essa offre un sorprendente spaccato della creatività dell'avanguardia iberica dell'epoca, capace di concepire ed esprimere idee al passo con quelle degli sperimentatori francesi, tedeschi, italiani e di altre realtà europee a cavallo fra quei due decenni. Jose Val del Omar (1904-1982) era un creatore di arte sognante accostato ad artisti come Federico Garcia Lorca e Luis Bunuel; Eduardo Polonio, classe 1941, è uno sperimentatore originario di Madrid, formatosi anche in Germania, collaboratore del gruppo Koan fra il 1967 ed il 1970, e poi membro del gruppo Alea Musica Electronica Libre, ricordato come il primo ensemble spagnolo a suonare musica elettronica dal vivo, ed uno dei fondatori dell'Associazione Spagnola di Musica Elettroacustica, della quale è stato a lungo presidente; Josep Maria Mestres Quadreny (1929-2011) entrò nel 1952 nella cerchia di Manuel de Fall, nel 1974 fondò il Laboratori de Musica Electroacustica Phonos, e nel corso della sua carriera collaborò con Joan Miro' e con Antoni Tàpies; Juan Hidalgo (1927-2018) entrò in contatto con pionieri americani quali John Cage e David Tudor, e fu membro del Fluxus; Cristobal Halffter (1930-2021), ricordato come uno dei più importanti compositori della sua generazione, lavorò con Karlheinz Sotckhausen, Luciano Berio e Pierre Boulez. Questa la scaletta: Jose Val del Omar, "Aguaspejo Granadino (Fragment Of The Soundtrack)"; Eduardo Polonio, "Para Una Pequeña Margarita Ronca"; Josep Maria Mestres Quadreny, "Peca Per A Serra Mecànica"; Juan Hidalgo, "Étude De Stage"; Cristobal Halffter, "Líneas Y Puntos".
Euro
19,00
codice 3515888
scheda

Page: 2 of 100


Pag.: oggetti: