Hai cercato:  immessi ultimi 30 giorni --- Titoli trovati: : 698
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Amyl and the sniffers Comfort to me (ltd red)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  rough trade 
indie 2000
edizione limitata in vinile rosso "romer red". copertina apribile. Il secondo album, a due anni dal debutto omonimo. Con la produzione di Dan Luscombe, travolgente punk rock della band australiana capitanata dalla cantante Amyl Taylor. note a seguire. Gli Amyl and the Sniffers, nati nel 2016, sono un gruppo garage punk, rock australiano di stanza a Melbourne, formato dalla vocalist Amy Taylor, dal batterista Bryce Wilson, dal chitarrista Dec Martens e dal bassista Gus Romer. Hanno all'attivo due EP - "Giddy Up" (2016) e "Big Attraction" (2017) - e un album omonimo pubblicato nel 2019.
Euro
31,00
codice 2104527
scheda
Andrews harvey Friends of mine
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1973  cube 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa europea di pressaggio tedesco su Cube, con copertina non apribile (al contrario di quella inglese) e laminata fronte retro, label marrone scura e marrone chiara, con scritte in marrone chiaro ed in nero, lgoo Cube con mosca in alto a destra, logo GEMA in riquadro a sinistra, catalogo 2326 027. Pubblicato nel 1973 dalla Fly nel Regno Unito, il terzo album, successivo a ''Writer of songs'' (1972) e precedente ''Fantasies from a corner seat'' (1975). Inciso ancora una volta con alcuni strumentisti di altissimo livello della scena rock e jazz inglese, fra cui i batteristi Dave Mattacks (Fairport Convention) e Terry Cox (Pentangle), il contrabbassista Roy Babbington (collaborazioni con Soft Machine, Keith Tippett, Ian Carr e tanti altri) ed il tastierista Mike Moran, e' un lavoro complesso e sfaccettato, nel quale l'aspetto cantautorale (tutti i brani sono scritti da Andrews, alcuni in collaborazione con Graham Cooper), espresso da Andrews con un cantato tremolante e fragile, dai forti accenti emotivi, si abbina a sonorita' variegate dal country rock al blues acustico, da delicate melodie, principalmente acustiche, tipiche del cantautorato folk britannico degli anni '70, fino all'impiego, sporadico comunque, di arrangiamenti di archi ("For my father") o addirittura di energico soul rock ("Focus hocus pocus (one night stand)"), svariando spesso fra un brano e l'altro. Nato a Birmingham nel 1943, Harvey Andrews fu uno dei primi musicisti inglesi a scoprire il folk nordamericano. Inizio' a esibirsi nel leggendario club di Birmingham gestito dallo Ian Campbell Folk Group nel 1964, e registro' un ep Martin Carthy nel 1965. Nel 1970 usci' il suo primo album ''Places & faces'', seguito da ''Writer of songs'' nel 1972; successivamente suono' dal vivo per un anno accompagnato dai Focus, oltre a registrare il terzo album ''Friends of mine'' (1973). Divenne poi attore per la BBC nella serie TV ''The Camera and the Song'' (1975) ed in quel periodo collaboro' con il chitarrista Graham Cooper per il quarto lavoro, ''Fantasies from a corner seat''; decise poi di iniziare l'attivita' di discografico e fondo' la Beeswax nel 1982, continuando anche a pubblicare nuovi album.
Euro
22,00
codice 333565
scheda
lp2 [edizione] nuovo  stereo  ger  2019  International Anthem 
jazz
Doppio album in vinile 140 grammi, pressato nei prestigiosi stabilimenti tedeschi Pallas, copertina apribile senza codice a barre e con tasche interne di colore nero, completa di fascia obi con note di presentazione, label oro con scritte marroncine, catalogo IMRC0037. Pubblicato dalla International Anthem nell'ottobre del 2020 in cd e nel marzo del 2021 in vinile, il primo album dal vivo di Angel Bat Dawid, registrato con Tha Brothahood, dopo il suo primo lp in studio solista "The oracle" (2019). Registrato dal vivo, in gran parte il primo novembre del 2019 alla Haus der Berliner Festspiele di Berlino, durante il festival JazzFest, l'album vede la cantante afroamericana accompagnata dal suo gruppo di supporto, Tha Brothahood, che include Deacon Otis Cooke, Viktor Le Givens, Xristian Espinoza, Norman W. Long, Dr. Adam Zanolini ed Asher Simiso Gamedze. La performance del gruppo e della cantante è considerata da lei stessa una delle migliori in assoluto, nonostante una residenza tutt'altro che piacevole nella capitale tedesca: un intreccio fra blues postmoderno, jazz sperimentale fra spiritualità ed astrattismi free urticanti, cantato femminile che richiama la grande Nina Simone, profondo e dolente, ma anche capace di farsi frenetico, sperimentale e graffiante, e che riflette le sofferenze patite dagli afroamericani di ieri e di oggi. Questa la scaletta, che include, fra i molti originali, anche interpretazioni di due brani di Sun Ra ed uno della poetessa afroamericana Margaret T. Burroughs: "Enlightenment", "Destination", "Capetown", "Black family", "What shall I tell my children who are black", "London", "We hearby declare the african look", "We are starzz", "Viktorious return", "Tha wicked shall not prevail", "Melo deez from heab'n", "Dr. Wattz n'em", "Hell". Angel Bat Dawid, al secolo Angel Elmore, è una cantante, compositrice e clarinettista afroamericana di Chicago, che nella sua arte sposa poesia, jazz sperimentale e spirituale, ed una forte attenzione su problematiche come il razzismo e la condizione degli americani di colore; nella sua musica sembrano confluire le influenze di grandi del passato come Nina Simone e John Coltrane, così come quelle di figure letterarie e musicali espresse dalla cultura afroamericana della seconda metà del '900, sia con la poesia che con lo spiritual jazz ed il free. Esordisce su disco nel 2019 con "The oracle".
Euro
37,00
codice 2104312
scheda
Angels of light (gira/swans) Sing other people
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2005  young god 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
COPIA ANCORA INCELLOPHANATA, E CORREDATA DI FOTO PROMOZIONALE DI MICHAEL GIRA, l' originale stampa vinilica del 2008, copertina ruvida, inserto testi con foto sfocate a colori in carta liscia formato lp, label con al centro disegno a colori e bordo nero, scritte bianche lungo il bordo e nere al centro in basso. Per la prima volta su vinile in questa edizione del 2008, il quarto album in studio degli Angels Of Light, originariamente pubblicato dalla Young God nel 2005 in cd, uscito dopo ''Everything is good here'' (2003) e prima di ''We are him'' (2007). Il progetti di Michael Gira prosegue qui sulla sua strada radicalmente diversa da quella degli Swans, rinunciando in questo lavoro anche alla batteria, e realizzando ancora una volta un set di brani in gran parte acustici, quieti e riflessivi, che si mostrano qui piu' prossimi alla canzone d'autore che al rock. Progetto di Michael Gira, gli Angels Of Light nascono subito dopo lo scioglimento degli Swans nel 1997. I primi album come ''New Mother'' (1999), ''How I Loved You'' (2001), ed ''Everything is good here/Please come home'' (2003) segnano il nuovo percorso acustico di Michael Gira che dai trascorsi passati sotto le sembianze di cigno ci appare ora come figura angelica piena di luce, anima musicale capace di attraversare decadi senza mai cadere nelle facili tentazioni commerciali ed ancora avversa a qualsiasi compromesso o autocompiacimento. Gli Angels Of Light, come suggerisce il nome, ci trasportano in un mondo fatato e poetico, le distorsioni e le implosioni degli Swans lasciano spazio a strumentazioni per la quasi totalita' dei casi acustiche, capaci di trasmettere tutta la poesia di Michael Gira, uno degli artisti piu' importanti nati dalla scena post-punk che con le sue realizzazioni e' stato capace di trasmettere il fascino oscuro ed evocativo della piu' fervida scena underground americana.
Euro
30,00
codice 3023456
scheda
Anunnaki Martyr of alexandria
Lpm [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  cardinal fuzz 
indie 2000
mini lp con 3 brani che coprono 30 minuti di musica, edizione limitata. Il settimo lavoro per la band canadese composta da Dave Read (Moths & Locusts) a batteria e synths modulari e Arlen Thompson (Wolf Parade) al basso, chitarra e synths, dedita a brani principalmente strumentali tra drone e noise-math/rock. Lavoro dedicato alla figura di Ipazia, una filosofa, astronoma e matematica pagana conosciuta ai suoi tempi come insegnante dotata di grande saggezza. Vittima di voci accusatorie provenienti da una complessa situazione religioso-politica in un momento storico violento, Ipazia fu martirizzata dopo la sua brutale fine per mano di una folla cristiana incitata e rabbiosa nel 415 d.C.
Euro
31,00
codice 2104465
scheda
Aphex twin selected ambient works volume 2
lp3 [edizione] ristampa  stereo  usa  1994  1972 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Excellent indie 90
triplo album, rara ristampa americana del 2012, copertina cartonata apribile, senza barcode (sara' con barcode la successiva ristampa della stessa label, corredata di inserto, catalogo IF11. Questa versione dell' album contiene ventitre brani, ovvero due in meno rispetto alla versione vinilica su Warp. Pubblicato in Inghilterra nel marzo del 1994 dopo ''Selected works vol. 1" e prima di ''I care becouse you do'', giunto al numero 11 delle classifiche inglesi e non entrato in quell Usa, il secondo album. "Selected Ambient Works, Vol. 2" e' un lavoro assi piu' complesso e difficile del suo predecessore, l' opera dipinge paesaggi sonori con un clima lento e saturo di note sparse, una vera sinfonia elettronica a volte minimale in altri punti dinamica e misterica, della durata di oltre due ore e mezza, un' opera affascinante ed intrigante, che necessita pero' della giusta attenzione, non un lp di facile ascolto, ma che lascera' piu' che soddisfatti coloro che sono usi addentrarsi nei labirinti sonori costruiti da Aphex Twin. Richard D. James, meglio noto come Aphex Twin, inizia giovanissimo a comporre musica elettronica in solitudine, nella natia Cornovaglia. La sua musica e' sempre stata caratterizzata da esperimenti a cavallo tra la sperimentazione ''noise'' elettronica, la dance e l' ambient. I suoi singoli sono spesso accompagnati da video provocatori. Inizia ad incidere nel '91 dopo l'abbandono dell'amico Tom Middleton dell' iniziale progetto Aphex Twins; elimina il plurale ed incide il singolo "Analogue Bubblebath" (Mighty Force). Nel 1992 firma per l'etichetta belga R&S e pubblica il singolo "Digeridoo", un brano dalla ritmica esasperata che diventa un classico nei club dove si balla "hardcore techno". Poi esce il suo primo e celebre album "Selected Ambient Works 85-92", che mostra il precoce talento del musicista, fanatico della tecnologia che ama modificare strumenti elettronici per ottenere sonorita' inedite. L'album, che appartiene al filone allora nascente della "intelligent techno", e' seguito nel 1994 da "Selected ambient works, vol. 2", altrettanto apprezzato. James ha dato luogo anche ad ulteriori progetti con nomi diversi (AFX, Caustic Window, Poligon Window...).
Euro
120,00
codice 250079
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2013  domino 
indie 2000
Vinile 180 gr., copertina apribile senza codice a barre con interno nero, corredata da coupon per il download digitale, da inserto con testi, adesivo di presentazione su cellophane, etichetta nera con scritte bianche sul primo lato, nera con disegno bianco sul secondo, Lp pubblicato dalla Domino nel settembre 2013, dopo "Suck and see" (11), il quinto album del gruppo inglese, giunto allaposizione n.1 delle charts britanniche. Prodotto, come altri, da James Ford (batterista dei Last Puppets Show, nonche' fondatore dei Simian) e da Ross Orton, "Am" si muove fra plurime derivazioni del rock: hard, blues, psichedelia, rock desertico, soul e hip hop, con piano e drum machine a supportare l'impianto sonico, in un rock elegante e magnetico, fondamentalmente inglese nel dna, (frequenti i rimandi a Smiths e Lennon, ma anche, come dichiarato dallo stesso Turner, Outcast e anche Black Sabbath), ma con suoni piu' cupi, moderni, carichi di tensione e disillusione. Partecipano come ospiti Josh Homme (QTSA), Pete Thomas (Elvis Costello, Tom Waits) e Bill Ryder-Jones (Coral). Gruppo inglese di Sheffield attivo dal 2002 e cresciuto di popolarita' grazie al passaparola nell'universo dei blog di internet, poi scritturati dalla Domino, gli Arctic Monkeys esplodono gia' con il primo singolo, "I bet you look good on the dancefloor", divenuto un successone, apparso su molte playlist. L'album ''Whatever people say I am, that's what I'm not'' (2006) ha raggiunto il primo posto delle classifiche inglesi, anche grazie all'espressivita' delle liriche, in cui si delineano personaggi e racconti di vita quotidiana di teenagers della working class, che gli estimatori del gruppo paragonano ai testi di Smiths, Felt, Specials e Streets. molto del fascino degli Arctic Monkeys risiede nello stile risoluto del cantante Alex Turner, supportato adeguatamente da una strumentazione ridotta all'osso dalle sonorita' scarne e dinamiche. la musica del gruppo, un indie pop chitarristico/melodico con influssi ska, e' pervasa da un'atmosfera immediata e fresca, come se fosse stata registrata in presa diretta e senza sovra incisioni. gli iniziali e naturali riferimenti a Coral, Strokes, si aprano, soprattutto in "Humbug" del 2009 e "Suck and see", del giugno 11, ad elementi rock piu' tirati, quasi stoner.
Euro
27,00
codice 2104623
scheda
Arctic monkeys Tranquility base hotel + casino (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2018  domino 
indie 2000
Edizione limitata in vinile trasparente, booklet di 16 pagine, coupon per download, adesivo su cellophane, copertina apribile. "Tranquility Base Hotel + Casino" (2018) è il settimo album in studio degli inglesi Arctic Monkeys, pubblicato a cinque anni di distanza da "AM" (2013). Il disco - registrato tra Los Angeles, Parigi e Londra - segna una svolta radicale nel sound del gruppo : Alex Turner, sempre più unica mente della band, porta un po' di atmosfere alla The Last Shadow of Puppets (suo side project) negli Arctic Monkeys, ne salta fuori un lavoro elegante, raffinato di lounge e art pop, che mette da parte le chitarre degli album precedenti. Arctic Monkeys : gruppo inglese di Sheffield attivo dal 2002 e cresciuto di popolaritaà grazie al passaparola in Internet, poi scritturati dalla Domino, gli Arctic Monkeys esplodono gia' con il primo singolo, "I bet you look good on the dancefloor", divenuto un successone, apparso su molte playlist. L'album ''Whatever people say I am, that's what I'm not'' (2006) ha raggiunto il primo posto delle classifiche inglesi, anche grazie all'espressivita' delle liriche, in cui si delineano personaggi e racconti di vita quotidiana di teenagers della working class, che gli estimatori del gruppo paragonano ai testi di Smiths, Felt, Specials e Streets. Molto del fascino degli Arctic Monkeys risiede nello stile risoluto del cantante Alex Turner, supportato adeguatamente da una strumentazione ridotta all'osso dalle sonorita' scarne e dinamiche. La musica del gruppo, un indie pop chitarristico/melodico, è pervasa da un'atmosfera immediata e fresca, come se fosse stata registrata in presa diretta e senza sovra incisioni. Riferimenti a Coral, Strokes.
Euro
30,00
codice 2104625
scheda
Area arbeit match frei (yellow vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1973  sony / cramps 
rock 60-70
ristampa del 2019, edizione limitata in vinile giallo, copertina apribile pressoche' identica alla prima rara tiratura su Cramps, corredata di inner sleeve. Pubblicato in Italia nell' agosto del 1973 prima di ''Caution Radiation Area''. Il primo album. Gli Area dichairano la loro appartenenza all' "international popular group", ed infatti vedono un cantante greco, Demetrio Stratos, un bassista francese, Djivas, ed un sassofonista belga, Busnello. Questo loro album d'esordio "Arbeit macht frei" e' un disco essenziale nel rock italiano degli anni '70, lavoro carico di diverse influenze ma assolutamente originale nella sua essenza. Vede la prodigiosa voce di Stratos, usata come uno strumento, che si produce in stupefacenti performances, su una base musicale talora potente ed aggressiva, ma aperta a momenti piu' dilatati ed atmosferici, con influenze che vanno dal rock progressivo al jazz alla contemporanea alla musica Balcanica ed Araba, il tutto suonato da musicisti di prim'ordine e di grande creativita', con una groove difficile da etichettare, anche a causa della forte impronta intellettuale ed ideologica del designer della Cramps Gianni Sassi, che oltre ad aver di fatto progettato l' operazione vi aggiunse un originale stile visuale. Gli Area si formano a milano nel 1971 con membri dei Califfi, Ribelli, e trascorsi jazz, prendono il mome da Allan Ginsberg. dopo alcuni concerti come spalla ai gruppi inglesi in tour in italia pubblicano una serie di albums unici nella storia della penisola, con fortissime connotazioni politiche e brani sperimentali e jazz rock con la voce di Stratos in grande rilievo. divengono in breve il principale gruppo italiano alternativo, pubblicheranno sei albums in studio e due live.
Euro
20,00
codice 2104605
scheda
Lp [edizione] nuovo  mono  usa  1966  worthy 
world
Copertina senza codice a barre, label rossa con scritte argento. Ristampa della seconda decade degli anni 2000, pressoche' identica alla assai rara e ricercata prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1966 dalla Worthy negli USA, il secondo dei due lavori intitolati ''Afro-latin soul'', usciti entrambi nello stesso anno. Uno dei primi lavori del seminale musicista etiope, all'epoca della sua residenza a New York, ''Afro-latin soul vol. 2'' e' un album che si puo' inserire nel contesto del latin jazz melodico, con le sue melodie ed i ritmi chiaramente ispirati dalla musica caraibica, oltreche' venati di soul e talvolta ammiccanti al boogaloo, e guidati dal vibrafono; gli importanti sviluppi raggiunti nelle opere di alcuni anni dopo, attraverso le quali Astatke dara' vita allo ''ethio jazz'', appaiono qui ancora allo stadio embrionale. Questa la scaletta dei brani: ''The panther (boogaloo)'', ''Konjit (pretty)'', ''Soul power'', ''Lover's mambo'', ''Love mood for two'', ''Jijiger'', ''Girl from addis ababa'', ''Karayu'', ''Raina''. Musicista importante nell'ambito del jazz etiope, di cui e' considerato uno dei fondatori, Mulatu Astatke ebbe la possibilita' di formarsi musicalmente a Londra e negli Stati Uniti, studiando negli anni '60 presso quello che sarebbe poi diventato il Berklee College Of Music di Boston; successivamente e' attivo a New York con il suo gruppo jazz Ethiopians, con il quale comincia a sviluppare la sua idea di ''ethio jazz'', incrociando jazz, musica latina ed etiope. Tornato in patria alla fine del decennio, inserisce elementi soul e funk nella sua musica e diventa uno dei musicisti piu' influenti dell'Etiopia. Viene ''riscoperto'' all'inizio del nuovo secolo in seguito all'inserimento di alcuni dei suoi brani nella colonna sonora del film ''Broken Flowers'' di Jim Jarmush.
Euro
21,00
codice 2104351
scheda
Audience Lunch
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1972  philips 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
la prima rara stampa italiana, copertina (non apribile, a differenza della stampa inglese del disco) laminata sul fronte (con qualche segno di invecchiamento sul retro), completa del raro inner sleeve con testi, etichetta blu ed argento, catalogo 6369918L, timbro Siae del primo tipo, in uso tra il 1970 ed il 1975, con diametro di circa 13 mm., piu' piccolo dei successivi, data sul trail off delle due facciate "17/2/72". Pubblicato nel 1972 dalla Charisma in Gran Bretagna e dalla Elektra negli USA, dove giunse al 175esimo posto in classifica, il quarto ed ultimo album in studio, successivo a ''The house on the hill'' (1971). Il gruppo inglese, dopo l'album precedente, considerato il loro capolavoro, presenta qui un disco dall'approccio piuttosto diverso: meno ambizioso nelle sue strutture, ''Lunch'' e' un lavoro piu' diretto, suonato con uno stile fluido che intreccia rock melodico, folk e blues, ancora impreziosito dalla caratteristica voce di Howard Werth. L'album venne inciso con una piccola sezione di ottoni che andava a far compagnia al sax di Keith Gemmel: Bobby Keyes (sax tenore) e Jim Price (tromba, trombone), due grandi sessionmen (collaboratori fra l'altro dei Rolling Stones nei primi anni '70). Gli Audience si formano a Londra nel 1969 su impulso di Howard Werth, Keith Gemmell, Trevor Williams e Tony Connor. Il primo album esce per la Polydor nello stesso 1969, ma passera' del tutto inosservato, sara' solo con il successivo contratto per la Charisma e con la produzione di Gus Dudgeon che nel 1970 con l'uscita di questo ''Friend's Friend's Friend'' e di '' House on the Hill'', dell'anno successivo, che la band sviluppera' il suo personalissimo suono e trovera' posto tra le maggiori realta' dell' underground dell' art rock inglese, nel 1972 saranno invitati a suonare come supporto dei Faces in un lungo tour americano, ma proprio alla vigilia di quello che sembrava essere il momento decisivo per la propria arrermazione, Gemmel lascio' la band per unirsi agli Stackridge, e nonostante il gruppo avesse reclutato il nuovo sassofonista Patrick Neubergh ed il tastierista Nick Judd, la nuova alchimia non funziono' e si sciolsero poco dopo. Il solo Werth rimarra' nel music show ad alti livelli, e nel 1975 con la sua nuova band, i Moonbeams, realizzera' un nuovo lp, dal titolo King Brilliant.
Euro
26,00
codice 250218
scheda
Axelrod david songs of experience (2nd album)
lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1969  capitol 
rock 60-70
bella ristampa basata sulla prima tiratura pubblicata in usa nel 1969 su Capitol e valutata ora oltre 100 $, identica persino nella riproposizione della originaria etichetta "verde con logo nero e porpora in alto", con copertina apribile senza codice a barre, del secondo misconosciuto album solista del produttore, compositore ed arrangiatore David Axelrod, l' uomo che fu alla base del successo degli Electric Prunes, principale artefice del loro terzo celeberrimo album "Mass In F Minor" (registrato in gran parte con la vera band in tour in Europa da musicisti di studio, seguendo per l' appunto le direttive e le idee di Axeldod). Questo "Song of Experience" e' ispirato come il precedente ''songs of Innocence'' all' opera di William Blake dallo stesso titolo; interamente strumentale, e' un disco che rivela il suo indubbio fascino a chi vi si accosti senza pregiudizi, tra psichedelia e musica orchestrale, con partiture complesse ed articolate, in un' abile alternarsi di oscurita' e squarci di luce. Non un album per tutti, ma una possibile scoperta per chi voglia addentrarsi nelle pieghe della psichedelia americana, alla ricerca di opere, come questa, "diverse" e stimolanti.
Euro
21,00
codice 2104352
scheda
Ayers roy coffy (soundtrack)
lp [edizione] nuovo  stereo  USA  1973  polydor 
soul funky disco
ristampa limitata in vinile 180 grammi, copertina senza barcode pressoche' identica alla prima tiratura del 1973, della bellissima colonna sonora dell' omonimo film di Jack Hill con Pam Grier, tra i massimi capolavori della blaxploitation e tra i migliori dischi della nutrita discografia del vibrafonista di colore nato a Los Angeles, California, considerato tra i padri dell' acid jazz. Musicista tra i piu' richiesti della scena jazz weastcoastiana durante gli anni '60, Ayers aveva gia' pubblicato ben cinque albums solisti tra il '63 ed il '69, collaborando nel frattempo con artisti di spicco quali Jack Wilson, Gerald Wilson, Herbie Mann, Ron Carter ed Herbie Hancock; nel 1971 "He's Coming", suo primo lavoro realizzato con gli Ubiquity, inauguro' un duraturo rapporto con la Polydor, e soprattutto una nuova fase artistica per Ayers, in uno stile che pur memore della matrice jazz che aveva caratterizzato fino a quel momento il percorso dell' artista, ne faceva prezioso strumento di arricchimento di un approccio funky soul fino a quel momento del tutto inedito al vibrafonista, con un risultato che, benche' snobbato all' epoca dalla critica che vide la svolta muiscale repentina come un tradimento alle radici jazz di Ayers, e pressocche' ignorato dal pubblico, pone quel disco e forse ancora di piu' questo "Coffy", pubblicato due anni dopo dopo l' interlocutorio "Ubiquity", come opere di grande interesse per l' evoluzione della musica funk della prima meta' degli anni '70, non a caso enormemente rivalutate a distanza di anni. Lo stile poliedrico di Ayers, che negli anni a venire si confermera' abile trasformista dotato comunque di una sua spiccata sensibilita' e personalita', trova proprio nella colonna sonora la sua dimensione ideale, libero di alternare o metterere insieme, in brani ora cantati ora strumentali, l' antico legame con le sue radici jazz, un funky muscolare ed incisivo come solo alcuni episodi di "He's Coming" avevano saputo proporre, ed un approccio di matrice soul che proprio il ricco patrimonio di influenze diverse rende straordinariamente efficace. Alla voce solista in "Coffy Sauna" una giovanissima Denise "Dee Dee" Bridgewater. Forse il massimo capolavoro di una carriera che proseguira' a lungo, sempre interessante perlomeno fino alla fine degli anni '80.
Euro
22,00
codice 2104353
scheda
lp [edizione] nuovo  stereo  USA  1973  polydor 
soul funky disco
ristampa pressoche' identica alla prima tiratura del 1973, copertina in cartoncino lucido, senza codice a barre, etichetta rossa con logo bianco e nero in alto, del quarto ottimo album con gli Ubiquity, successivo a "Red Black and Green", del vibrafonista di colore nato a Los Angeles, California, considerato tra i padri dell' acid jazz. Gia' da tempo musicista tra i piu' richiesti della scena jazz weastcoastiana del periodo, Ayers aveva gia' pubblicato ben cinque albums solisti tra il '63 ed il '69, collaborando nel frattempo con artisti di spicco quali Jack Wilson, Gerald Wilson, Herbie Mann, Ron Carter ed Herbie Hancock; nel 1971 "He's Coming" era stato il primo tassello di un duraturo rapporto con la Polydor ed il suo primo album realizzato con una vera e propria band, gli Ubiquity, che lo accompagneranno per diversi anni a venire, in uno stile che pur memore della matrice jazz che aveva caratterizzato fino a quel momento il percorso dell' artista, ne fa prezioso strumento di arricchimento di un approccio funky soul fino a quel momento del tutto inedito al vibrafonista, con un risultato che, benche' snobbato all' epoca dalla critica che vide la svolta muiscale repentina come un tradimento alle radici jazz di Ayers, e pressocche' ignorato in un primo momento dal pubblico, raccolse con gli anni sempre maggiore consenso. Dopo il secondo interlocutorio "Ubiquity", "Red Black and Green" e questo "Virgo Red" attestarono lo stato di forma eccellente del gruppo e di Ayers, che d'altro canto nello stesso 1973 fu capace di realizzare la bellissima colonna sonora "Coffy", tra i capolavori della ricca scena blaxpoitation di quegli anni. Un disco rilassato e caratterizzato da una notevolissima groove, con quella vellutata leggerezza che tipica del Roy Ayers maturo. La sua carriera che proseguira' a lungo, sempre interessante perlomeno fino alla fine degli anni '80.
Euro
19,00
codice 2104354
scheda
Azitis Help
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1971  missing vinyl 
rock 60-70
Edizione limitata a 750 copie, vinile da 180 grammi, copertina a busta senza codice a barre. Ristampa del 2015 ad opera della Missing Vinyl, pressoche' identica alla rarissima prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1971 su Elco negli USA, in circa 500 esemplari, l'unico leggendario e ricercato album degli Azitis di Sacramento. Considerato dagli appassionati del genere uno dei migliori album di christian rock dalle tinte psichedeliche, posto al livello dei Fraction e di ''Elijah'' di Wilson McKinley dal compianto Patrick Lundborg, ''Help'' e' un lavoro di acid rock melodico e bucolico con tocchi di progressive, caratterizzato da calde partiture di organo e da un sound chitarristico che sa ancora di anni '60, le quali sostengono melodie vocali autunnali e dai toni religiosi, ma si lasciano andare anche a voli strumentali piuttosto ispirati. L'album mantiene una omogeneita' stilistica ed una consistenza qualitativa' costante, elemento che senz'altro lo rende fra i piu' stimati lavori del suo genere. Il gruppo pubblico' anche un singolo sotto il nome di Help prima di questo lp; nel 1975 erano tornati a chiamarsi Help, incidendo un secondo singolo ed una rock opera rimasta inedita.
Euro
25,00
codice 2104215
scheda
Aztec two step Second step
lp [edizione] originale  stereo  usa  1975  rca victor 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Fair rock 60-70
prima stampa americana, copertina cartonata (con accentuati segni di usura), completa di inner sleeve con testi, etichetta Rca marroncina, catalogo APL1-1161. Pubblicato in Usa nel 1975 dopo ''Aztec two-step'' (1972) e prima di 'Two's company'' (1976), il secondo album. Band di Boston che prende il nome da un poema di Lawrence Ferlinghetti, si trasferiscono a New York nel maggio del 1971, con formazione a due che prevedeva Neal Shulman e Rex Fowler; qui, dopo aver suonato come resident band al leggendario Gaslight Au Go Go, vengono invitati in tour con Don McLean e Seals And Croft, in seguito a questi ed altri concerti il loro nome diviene popolare ed ottengono un contratto con la Elektra, che pubblica il loro primo album, seguito da un secondo tre anni piu' tardi per la RCA. La loro musica desta sensazione nell' underground per la maestria vocale delle armonie del duo, oltre che per le notevoli partiture chitarristiche e le composizini, dai testi poetici ed impegnati. Il gruppo proseguira' per molti anni a venire con immuato successo di critica, ma il succeso di pubblico giungera' solo con "Living in America", uscito per la Reflex Records, che nel 1987 vincera' il prestigioso New York Music Award per il migliore album Folk dell' anno.
Euro
10,00
codice 250209
scheda
Bachs out of the bachs
lp [edizione] nuovo  mono  eu  1968  out-sider 
rock 60-70
ristampa del 2015, copertina senza barcode, pressocche' identica alla prima straordinariamenta rara tiratura pressata pare in 150 copie su Roto Records (etichetta fantomatica creata per l' occasione dallo stesso gruppo), ed oggi venduta a svariate migliaia di dollari nell' ambito delle solite aste private riservate alla ristretta cerchia di collezionisti di mega-rarita', ma corredata di inserto esclusivo con note e foto. Questo unico lavoro della garage band di Chicago non e' pero' un album leggendario solo per la sua rarita', ma anche per la sua straordinaria bellezza, che ne fa uno degli albums di culto del panorama garage mondiale dell' epoca. Attiva dal 1965, la band era guidata dal bassista e cantante Black Allison e dal chitarrista John Peterman, che in breve tempo affiancarono alle usuali covers nel repertorio del gruppo una gran quantita' di brani originali, divenendo nel frattempo una delle piu' stimate bands della ricca scena di Chicago. Vicini ad un contratto discografico con la Chess, giunsero nel '68 alla decisione di sciogliersi, non prima pero' di aver registrato un album che contenesse la testimonianza della loro esistenza. Registrato in modo approssimativo in pochi giorni in uno studio che mai prima aveva ospitato un gruppo rock, l' album contiene cionondimeno 12 autentiche, grezze gemme, tutte composte da Allison e Peterman, che alternano o mettono insieme splendidamente beat, garage, folk rock ed occasionali screziature psichedeliche, ed evidenziano una vena compositiva assolutamente non comune, che certo eleva enormemente il gruppo dal marasma di bands che, in un contesto analogo, realizzarono in quegli anni degli albums del tutto o quasi autoprodotti, come questo che pero' dice inequivocabilmente di un gruppo che avrebbe meritato bel altri traguardi. Brani come l' iniziale, travolgente "You're Mine", la trasognata e malinconica "Free Fall", l' appassionata "My Independence Day", l' acid punk di "Minister To A Mind Diseased", la superba e psichedelica "Tables Of Grass Fields", il garage beat fulminante di "Show Me That You Want To Go Home" impongono come un dovere l' ascolto ripetuto di questo disco, che cresce ascolto dopo ascolto rivelando finalmente tutta la sua bellezza, rispetto alla quale i limiti tecnici di registrazione possono persino essere considerati funzionali, come un eccessivo uso dell' eco che in realta' conferisce alla musica del gruppo un gusto vagamente arcano.
Euro
27,00
codice 2104563
scheda
Bacon fat Tough dude
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1971  magic box 
rock 60-70
Copertina senza codice a barre, inserto con foto e note. Ristampa del 2021 ad opera della Magic Box, pressoché identica alla assai rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1971 dalla Blue Horizon nel Regno Unito, non uscito negli USA, il secondo ed ultimo album, successivo a "Grease one for me" (1970). Prodotto ancora una volta da Mike Vernon, una figura cardine nel movimento British blues, ed inciso fra Los Angeles e Londra, "Tough dude", con una formazione che includeva, oltre al leader Rod Piazza (voce, armonica), i talenti di gente come l'armonicista e cantante George Smith (già con mostri sacri come Otis Rush e Muddy Waters) e J.D. Nicholson (pianoforte), offre dodici brani di blues elettrico ancorato saldamente alla tradizione elettrica di Chicago ma anche vicino alla sensibilità del blues britannico di fine anni '60 ed inizio anni '70, complice forse la produzione di Vernon; un lavoro dal sound molto classico e senza fronzoli, che potrà piacere anche a chi ama artisti come John Mayall ed i primissimi Fleetwood Mac. Una blues band interetnica statunitense, basata in Inghilterra nella seconda parte della carriera, e capitanata da Rod Piazza, già con la Dirty Blues Band prima e poi con la Revolutionary Blues Band, i Bacon Fat furono scoperti dall'impresario e produttore rock blues britannico Mike Vernon in California nel 1969, mentre aprivano dal vivo per Charlie Musselwhite: il produttore, dopo aver elogiato la loro esibizione sulla rivista Melody Maker, li mise sotto contratto con la sua label Blue Horizon, importante etichetta del British blues, e nel novembre del 1969 produsse a Los Angeles il loro primo album, poi uscito nel 1970, che vedeva al pianoforte J.D.Nicholson. Il gruppo iniziò poi una lunga tournee americana, ma il blues che proponevano era considerato non adatto ai club bianchi, e finirono quindi relegati al circuito dei locali afroamericani, limitando così l'impatto presso il pubblico del proprio stesso paese. Nonostante l'insuccesso dell'esordio, Vernon registro' un secondo lavoro del gruppo, nell'agosto del 1970 a Los Angeles, e poi a Londra verso la fine dell'anno, "Tough dude" (uscito poi nel 1971); questa volta il tour promozionale venne effettuato in Inghilterra, che accolse benissimo la band, con entusistiche recensioni di Sounds e Melody Maker, tuttavia Piazza, irrequieto e amareggiato per l'insuccesso in patria, decise di sciogliere il gruppo.
Euro
25,00
codice 2104186
scheda
Bad brains live at cbgb 1982
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1982  mvd 
punk new wave
vinile nero con striature colorate, etichetta nera con scritte gialle e rosse. Pubblicato nel 2010, questo album contiene quattordici brani registrati dalla grandissima hardcore punk band di colore di Washington durante il 1982 al CBGB di New York City, un anno prima dello storico "Rock for light" che, prodotto da Ric Ocasek dei Cars, sara' ricordato come uno dei capolavori della musica degli anni '80 anche al di fuori dell' ambito punk-hardcore a cui e' ascrivibile (ma anche il successivo "I Against I", del 1986, va ricordato per l' influenza enorme che ebbe su tanta musica della seconda meta' degli anni '80 poi definita "crossover"). La grandissima hardcore punk band di colore di Washington aveva gia' inciso un demo nel 1979 (edito molti anni dopo come "Black Dots") e pubblicato un 7" nel 1980 (la cui storica title track, "Pay to Cum", e' qui inclusa in una versione live), poi ancora un album nel 1981, uscito solo su cassetta per la Roir nel 1982. Anche qui, anche grazie ad una qualita' di registrazione molto buona, il loro potenziale riesce a dispiegarsi appieno in brani corrosivi di devastante potenza ma al tempo stesso di grande originalita', in un ambito musicale in cui questa dote e' piu' unica che rara, lontanissimi dai cliche' di un genere di cui peraltro erano stati tra gli anticipatori. Una delle migliori testimonianze di una band straordinaria, anche quando, allentando la tensione di una musica di rara ferocia, si produce in magnifici brani di puro reggae. Ecco i brani contenuti: A1 The Meek A2 The Regulator A3 Unity Dub A4 Banned In DC A5 Joshua's Song A6 Rally Round Jah's Throne A7 Destroy Babylon B1 Riot Squad B2 I And I Rasta B3 How Low Can A Punk Get? B4 F.V.K. B5 Right Brigade B6 I And I Survive B7 We Will Not .
Euro
22,00
codice 2104187
scheda
Baker chet, piero umiliani Smog ost (gatefold sleeve)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1961  alternative fox 
jazz
ristampa del 2019, copertina senza barcode, pressoche' identica sul fronte a quella originaria ma per l' occasione apribile. Originariamente pubblicato nel 1962 dalla RCA solo in Italia (rarissimo in quella edizione), questo album contiene la colonna sonora del film ''Smog'' di Franco Rossi. L'album fu inciso fra il 1961 ed il 1962 da Chet Baker insieme al grande Pietro Umiliani, importantissimo e prolifco autore di colonne sonore cinematografiche e televisive, oltreche' di numerosi dischi d'archivio; fra le sue opere piu' famose e celebrate troviamo anche la colonna sonora de ''I soliti ignoti'' di Monicelli, nella quale suono' lo stesso Chet Baker. Oltre a cio' Umiliani (originario di Firenze, 1926-2001) e' stato anche uno stimato jazzista. Le qualita' di entrambi i musicisti emergono in queste tracce: i gustosi assoli di Baker come le eccellenti qualita' compositive ed il fine umorismo di Umiliani. Brani orchestrali con accenti jazz pop si alternano con episodi piu' squisitamente jazz, mentre splendida e la prima versione in scaletta della title track con i suoi toni jazz blues, cantata da Helen Merrill. Questa la scaletta: ''Neapolitan fantasy'', ''Dawn'', ''Hollywood tonight'', ''California in the summer'', ''Smog'', ''Tops'', ''Tension'', ''Bowling'', ''Smog II'', ''Smog introduzione e finale'', ''Twilight in los angeles'', ''Thinking blues''. Uno degli esponenti principali del jazz californiano, Chet Baker suono' gia' giovanissimo con Stan Getz, Dexter Gordon e Charlie Parker, uno dei suoi primi sostenitori. Nel 1952 venne ingaggiato da Gerry Mulligan e l'anno successivo venne eletto miglior trombettista dell'anno dalla rivista Down Beat, diventando una delle punte di diamante del cosiddetto cool jazz; grande sia come trombettista che come cantante, Baker ha avuto una lunga e prolifica carriera ed una vita maledetta, terminata in modo tragico e misterioso ad Amsterdam nel 1988.
Euro
21,00
codice 2104600
scheda
Bakerloo (may blitz) bakerloo (+cd)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  magic box 
rock 60-70
ristampa del 2021, corredata di versione in cd dell' album (il cd include cinque tracce aggiunte), copertina lucida apribile senza barcode, pressoche' identica alla prima molto rara tiratura uscita in Inghilterra nel 1969 su Harvest, sebbene senza l' originaria "cornice" bianca. L' unico album del gruppo inglese composto da Keith Baker, Dave Clem Clempson, Terry Poole, Jerry Salisbury; si formarono a Tamworth come ''The Bakerloo Blues Line'', con Keith Baker e Terry Poole che provenivano dai May Blitz. Il disco e' uno dei superclassici del progressive blues britannico, con forti influenze jazz e hard, contiene brani originali e due covers di Willie Dixon, ''Bring it on home'' e ''Big bear ffoly'', dove il lavoro della chitarra ricorda ai piu' quello di Alvin Lee. La facciata due e' invece dominata da due lunghe tracce ''This worried feeling'' e ''Son of moonshine'', in cui il lato progressive ed hard e' maggiormente in evidenza. Il disco fu ben accolto alla sua uscita ed accostato dalla critica dell'epoca ai Cream. Furono anche la band di supporto al leggendario primo concerto dei Led Zeppelin al Marquee di Londra. Si sciolsero nel 1970 quando Clempson si uni' ai Colosseum. Baker suonera' in "Salisbury" degli Uriah heep e Poole sara' con Graham Bond.
Euro
29,00
codice 2104188
scheda
Banco del mutuo soccorso canto di primavera (ltd. clear yellow vinyl)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1979  vinyl magic / ricordi 
rock 60-70
ristampa in edizione limitata, in vinile giallo, pesante 180 grammi, con copertina pressoche' identica alla prima tiratura su Ricordi, completa di inner sleeve con foto e testi. Uscito nel 1979 dopo "...di terra" e prima del live "Capolinea", l' ottavo album in studio, il secondo con il nome accorciato in "Banco". Album che gode di un' alta considerazione da parte della critica, e' l' ultimo della fase artistica dello storico gruppo romano legato alle sue radici progresive, sebbene caratterizzato da forti elementi di novita', ed in particolare arricchito da suggestioni etniche e delicati momenti elettroacustici, registrato dopo l' ingresso di Giovanni Colaiacomo dei Kaleidon al basso, in sosituzione di Renato D'Angelo. Tra i brani i singoli "Canto di Primavera" e "Niente", ma da ricordare e' anche la presenza della incalzante "Sono la Bestia". Uno dei piu' importanti gruppi del rock progressivo italiano, il Banco Del Mutuo Soccorso si forma a Roma nel 1969, ed esordiscono su album nel 1972 con il leggendario album eponimo che ha la copertina a forma di salvadanaio, considerato uno dei piu' rilevanti lp di rock progressivo italiano; la loro carriera proseguira' nel quarant'anni successivi con numerosi dischi e costante entusiasmo. Il loro grande cantante Francesco Di Giacomo scompare in un incidente stradale nel 2014.
Euro
27,00
codice 2104130
scheda
lp [edizione] originale  stereo  ita  1980  ricordi 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rara stampa italiana, copia che presenta alcuni segni di invecchiamento sul vinile, ma senza alcuna conseguenza nell' ascolto, copertina apribile laminata sia all' esterno che all' interno, completa di inner sleeve con foto e note, etichetta arancio e bianca, catalogo SMRL6260, con data nel trail off ''10-1-80". Pubblicato in Italia nel gennaio del 1980, dopo "Canto di Primavera" e prima di "Urgentissimo", il decimo album, il primo dal vivo, registrato al Capolinea Jazz Club di Milano tra il 28 ed il 29 novembre del 1979. Un viaggio a ritroso nella music della storica band progressiva di Roma, a chiusura ideale della prima fase della sua storia artistica, ma anche anticipandone gli sviluppi imminenti, particolarmente con una scelta dei brani piu' concisi e diretti. Ecco la lista completa degli episodi: Il ragno - Canto di primavera - 750.000 anni fa ... l'amore? - Capolinea (prima parte) - Capolinea (seconda parte) - R.I.P. - Garofano rosso - Non mi rompete. Uno dei piu' importanti gruppi del rock progressivo italiano, il Banco Del Mutuo Soccorso si forma a Roma nel 1969, ed esordiscono su album nel 1972 con il leggendario album eponimo che ha la copertina a forma di salvadanaio, considerato uno dei piu' rilevanti lp di rock progressivo italiano; la loro carriera proseguira' nel quarant'anni successivi con numerosi dischi e costante entusiasmo. Il loro grande cantante Francesco Di Giacomo scompare in un incidente stradale nel 2014.
Euro
34,00
codice 250072
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1972  sony / rca 
rock 60-70
ristampa del 2015, pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita in Italia su Ricordi, copertina apribile. Pubblicato in Italia dopo ''Banco del mutuo soccorso '' e prima di ''Io sono nato libero'', il secondo album. Registrato dopo il lungo tour con Curved Air e Rory Gallagher, e' un opera concept che affronta lo spinoso argomentop dell'origine dell' uomo, il disco non si discosta di molto dal progressive romantico del primo album ed e' dominato al solito dalla voce di di giacomo, e' considerato pressoche' unanimemente come uno dei grandi classici della musica italiana degli anni '70.
Euro
20,00
codice 2104549
scheda
lp [edizione] originale  stereo  ita  1980  cbs 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
La prima stampa italiana, copertina apribile senza barcode, catalogo CBS84677, etichetta arancio e gialla a sfumare, con indicazione "made in Italy by Cbs" in basso (leggermente spostata a sinistra), data sul trail off "26-9-80", copia completa di inner sleeve. Uscito nel 1980 dopo il live "Capolinea" e prima di "Buone notizie", il nono album in studio, quello che di fatto apre una nuova fase artistica per lo storico gruppo romano. Da Wikipedia: Il primo lavoro del Banco negli anni ottanta fu un album dal vivo (il primo) dal titolo "Capolinea", in cui il gruppo ripercorre i tratti salienti della sua storia. Suggellando concettualmente la sua "prima era", questo album preparo' il Banco a un mutamento di rotta, in particolare, all'abbandono di determinati schemi tipici del rock progressivo degli anni settanta, in particolare in relazione alla complessità strutturale (e alla lunghezza in minuti) dei brani, a favore di brani relativamente più semplici e diretti. Questa tendenza e' perfettamente rappresentata dai primi due album della decade, "Urgentissimo" (1980) e "Buone notizie" (1981). In questo periodo la formazione si arricchì di Karl Potter alle percussioni, musicista che aveva gia' collaborato con Pino Daniele e che contribui' a dare maggiore incisivita' alla sezione ritmica del Banco. Uno dei piu' importanti gruppi del rock progressivo italiano, il Banco Del Mutuo Soccorso si forma a Roma nel 1969, ed esordiscono su album nel 1972 con il leggendario album eponimo che ha la copertina a forma di salvadanaio, considerato uno dei piu' rilevanti lp di rock progressivo italiano; la loro carriera proseguira' nel quarant'anni successivi con numerosi dischi e costante entusiasmo. Il loro grande cantante Francesco Di Giacomo scompare in un incidente stradale nel 2014.
Euro
25,00
codice 250066
scheda

Page: 2 of 28


Pag.: oggetti: