Hai cercato:  Beatles --- Titoli trovati: : 82
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Beatles Help (eco - bag, white)
bag [edizione] nuovo      190  rock off 
rock 60-70
"Eco-bag" in polypropylene, realizzata su licenza ufficiale, per contenere dischi formato lp, con effetto telato, con sfondo biancoe con il nome del gruppo e le sagome dei Beatles (nella stessa famosa posa della copertina dell' album "Help") in nero, con manici e soffietto (capienza circa 20 lps).
Euro
5,00
codice 3026913
scheda
Beatles Help!
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1965  emi/parlophone 
rock 60-70
Ristampa ufficiale del 2012, rimasterizzata ed in vinile 180 grammi, copertina senza barcode pressoche' identica alla prima tiratura del 1965. Pubblicato in Inghilterra nel Luglio del 1965 dopo ''Beatles For Sale'' e prima di ''Rubber Soul'', giunto al numero 1 delle classifiche inglesi ed al numero 1 di quelle americane dove fu pubblicato (con sia la copertina che alcuni brani diversi) nell' Agosto del 1965 . Il quinto album dei Beatles nonche' la colonna sonora del loro secondo film, l'ultimo album del primo periodo, costruito come i precedenti su di un mix di composizioni originali affiancati a riletture di brani ''rock and roll'', ma anche in questo caso, vedi "Act Naturally" e "Dizzy Miss Lizzy", l'una cantata da Ringo e l'altra da John, appare evidente come lo stile del gruppo si stia trasformando e allontanandosi dai modelli originali, in "You've Got to Hide Your Love Away" ed in ''Help !'' si colgono immediatamente le prime avvisaglie del periodo successivo, che iniziera' con ''Rubber Soul'', e chiaramente vi si avvertono le influenze di Dylan nei testi e dei Byrds nei suoni delle 12 corde elettriche, vedi "Ticket to Ride". "You're Going to Lose That Girl", "The Night Before", "Another Girl", "I've Just Seen a Face" e "Yesterday", sono testimonianze di un suono che stava maturando e che oramai iniziava a mostrare sfaccettature di grande complessita', con arrangiamenti e suoni innovativi e raffinatissimi che sbocceranno nel Rubber Soul. Anche George Harrison con ''I Need You'' e '' You Like Me Too Much'', da' qui il suo contributo facendo presagire immediatamente gli sviluppi delle sue composizioni future. Un album di importanza eccezionale che rappresenta lo spartiacque tra il primo periodo dei Beatles e della musica inglese in genere (gli anni che vanno dal 1963 al 1965, quelli della ''beatlemania'') che si concludera' proprio in questo 1965, e quello della sperimentazione in studio che inizia nel 1966, ''Help!'' ne coglie entrambi i lati, ma la sua vera peculiarita' va ricercata comunque piu' che nelle composizioni, peraltro eccezionali, negli arrangiamenti e nelle sonorita' che dimostrano come il gruppo sia stato stimolato dalla ventata americana di Dylan e dei primi Byrds e la stia rieleborando in una maniera completamente originale e totalmente inaspettata.
Euro
32,00
codice 3033371
scheda
Beatles Help!
Lp [edizione] originale  mono  uk  1965  Parlophone 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
prima assai rara stampa inglese in mono, copertina laminata sul fronte, flipback su tre lati sul retro, con indicazione sul retro ''Printed and Made by Garrod & Lofthouse ltd. Patents pending'', nella primissima versione con la scritta ''mono'' in ''outline'' , ovvero solo contorno, etichetta "Parlophone Yellow Black", nera con scritte argento e logo giallo, con ''The Gramophone Co. Ltd'' all'inizio della scritta sul bordo, e CON ''Sold in the Uk subject to resale price conditions see price lists'', nella variante che presenta le seguenti caratteristiche: caratteri dei titoli stampati in "Times New Roman", poco spazio tra "Songs from the film 'HELP!' " e l' indicazione del primo brano sulla facciata A, la scritta "The Beatles" in basso larga circa 1,5 cm., l' asterisco e lo spazio vuoto dopo l' indicazione del brano "I Need You", nella terza e quarta riga dei titoli sul lato A la parola "Girl" non e' perfettamente allineata, la seconda riga del secondo lato inizia con BIEM e non NCB, sul secondo lato le indicazioni relative al brano "Yesterday" sono disposte su due righe, trail off matrix sui due lati "XEX 549 2" e "XEX 550 2"; la copia e' fornita ancora dell' originaria busta interna bianca con scritte grigie tra cui "Use Emitex". Pubblicato in Inghilterra nel Luglio del 1965 dopo ''Beatles For Sale'' e prima di ''Rubber Soul'', giunto al numero 1 delle classifiche inglesi ed al numero 1 di quelle americane dove fu pubblicato (con sia la copertina che alcuni brani diversi) nell' Agosto del 1965 . Il quinto album dei Beatles nonche' la colonna sonora del loro secondo film, l'ultimo album del primo periodo, costruito come i precedenti su di un mix di composizioni originali affiancati a riletture di brani ''rock and roll'', ma anche in questo caso, vedi "Act Naturally" e "Dizzy Miss Lizzy", l'una cantata da Ringo e l'altra da John, appare evidente come lo stile del gruppo si stia trasformando e allontanandosi dai modelli originali, in "You've Got to Hide Your Love Away" ed in ''Help !'' si colgono immediatamente le prime avvisaglie del periodo successivo, che iniziera' con ''Rubber Soul'', e chiaramente vi si avvertono le influenze di Dylan nei testi e dei Byrds nei suoni delle 12 corde elettriche, vedi "Ticket to Ride". "You're Going to Lose That Girl", "The Night Before", "Another Girl", "I've Just Seen a Face" e "Yesterday", sono testimonianze di un suono che stava maturando e che oramai iniziava a mostrare sfaccettature di grande complessita', con arrangiamenti e suoni innovativi e raffinatissimi che sbocceranno nel Rubber Soul. Anche George Harrison con ''I Need You'' e '' You Like Me Too Much'', da' qui il suo contributo facendo presagire immediatamente gli sviluppi delle sue composizioni future. Un album di importanza eccezionale che rappresenta lo spartiacque tra il primo periodo dei Beatles e della musica inglese in genere (gli anni che vanno dal 1963 al 1965, quelli della ''beatlemania'') che si concludera' proprio in questo 1965, e quello della sperimentazione in studio che inizia nel 1966, ''Help!'' ne coglie entrambi i lati, ma la sua vera peculiarita' va ricercata comunque piu' che nelle composizioni, peraltro eccezionali, negli arrangiamenti e nelle sonorita' che dimostrano come il gruppo sia stato stimolato dalla ventata americana di Dylan e dei primi Byrds e la stia rieleborando in una maniera completamente originale e totalmente inaspettata.
Euro
300,00
codice 258035
scheda
Beatles Help! (Stereo!)
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1965  Parlophone 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima estremamente rara stampa inglese in stereo (molto piu' rara della corrispondente prima stampa mono), copia con davvero lievi segni di invecchiamento, copertina laminata sul fronte e flipback su tre lati sul retro, stampata da '' Garrod & Lofthouse ltd'', con ''Patents pending'' sul retro, nella primissima versione con la scritta ''stereo'' in ''outline'', ovvero solo contorno, etichetta nera e gialla con scritte lungo il bordo che inizia con ''The Gramophone co'' ed in orrizzontale ''Sold in the Uk subject to... '', trail off "YEX 168 1" sul primo lato e "YEX 169 1" sul secondo, caratteri utilizzati sull' etichetta "Sans Serif", nella versione con l' asterisco dopo l' indicazione del brano "I Need You", e non prima, e con meno spazio a sinistra tra "(YEX.168)" e "(YEX 169)" e "(p) 1965". Pubblicato in Inghilterra nel Luglio del 1965 dopo ''Beatles For Sale'' e prima di ''Rubber Soul'', giunto al numero 1 delle classifiche inglesi ed al numero 1 di quelle americane dove fu pubblicato (con sia la copertina che alcuni brani diversi) nell' Agosto del 1965 . Il quinto album dei Beatles nonche' la colonna sonora del loro secondo film, l'ultimo album del primo periodo, costruito come i precedenti su di un mix di composizioni originali affiancati a riletture di brani ''rock and roll'', ma anche in questo caso, vedi "Act Naturally" e "Dizzy Miss Lizzy", l'una cantata da Ringo e l'altra da John, appare evidente come lo stile del gruppo si stia trasformando e allontanandosi dai modelli originali, in "You've Got to Hide Your Love Away" ed in ''Help !'' si colgono immediatamente le prime avvisaglie del periodo successivo, che iniziera' con ''Rubber Soul'', e chiaramente vi si avvertono le influenze di Dylan nei testi e dei Byrds nei suoni delle 12 corde elettriche, vedi "Ticket to Ride". "You're Going to Lose That Girl", "The Night Before", "Another Girl", "I've Just Seen a Face" e "Yesterday", sono testimonianze di un suono che stava maturando e che oramai iniziava a mostrare sfaccettature di grande complessita', con arrangiamenti e suoni innovativi e raffinatissimi che sbocceranno nel Rubber Soul. Anche George Harrison con ''I Need You'' e '' You Like Me Too Much'', da' qui il suo contributo facendo presagire immediatamente gli sviluppi delle sue composizioni future. Un album di importanza eccezionale che rappresenta lo spartiacque tra il primo periodo dei Beatles e della musica inglese in genere (gli anni che vanno dal 1963 al 1965, quelli della ''beatlemania'') che si concludera' proprio in questo 1965, e quello della sperimentazione in studio che inizia nel 1966, ''Help!'' ne coglie entrambi i lati, ma la sua vera peculiarita' va ricercata comunque piu' che nelle composizioni, peraltro eccezionali, negli arrangiamenti e nelle sonorita' che dimostrano come il gruppo sia stato stimolato dalla ventata americana di Dylan e dei primi Byrds e la stia rieleborando in una maniera completamente originale e totalmente inaspettata.
Euro
380,00
codice 249162
scheda
Beatles help! / i'm down (20th Anniversary Picture Disc)
7" [edizione] ristampa  mono  eu  1965  Parlophone 
  [vinile]  Excellent rock 60-70
singolo in formato 7", rara ristampa inglese del 1985, in vinile picture disc, custodita nell' originaria busta esterna plastificata, realizzata in occasione del 20esimo anniversario dall' uscita originaria del disco, foro al centro piccolo, catalogo RP5305. Uscito nel luglio del 1965, e giunto al numero 1 delle classifiche sia in Inghilterra che in usa, contiene sul lato A la celebrrima "Help!", tratta dall' album omonimo che usci' quasi contemporaneamente al singolo, e sul retro la travolgente "I'm Down", inedita su album, brano comprensibilmente coverizzato da molte garage punk bands americane negli anni a venire.
Euro
30,00
codice 259723
scheda
Beatles help! / i'm down (belgian sleeve)
7" [edizione] ristampa  mono  eu  1965  Parlophone / universal 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
singolo in formato 7", ristampa del novembre 2019, rimasterizzata, tratta dal box di 23 singoli "Singles Collection", corredata di copertina senza barcode che riproduce quella dell' originaria rara versione belga del singolo, etichetta nera ed argento, foro al centro piccolo. Uscito nel luglio del 1965, e giunto al numero 1 delle classifiche sia in Inghilterra che in usa, contiene sul lato A la celebrrima "Help!", tratta dall' album omonimo che usci' quasi contemporaneamente al singolo, e sul retro la travolgente "I'm Down", inedita su album, brano comprensibilmente coverizzato da molte garage punk bands americane negli anni a venire.
Euro
12,00
codice 253720
scheda
Beatles Help! original motion picture soundtrack
Lp [edizione] ristampa  stereo  can  1965  capitol 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Rara ristampa canadese del 1983, copertina apribile senza barcode pressoche' identica alla prima tiratura del 1965, etichetta Capitol "black rainbow", nera con fascia esterna arcobaleno, con scritta lungo la circonferenza che inizia con "Capitol is a registered Trade Mark...", catalogo SMAS-2386. A differenza dell' edizione inglese, pubblicata con copertina diversa e non apribile, contiene esattamente i 7 brani che i Beatles suonarono nella colonna sonora dell' omonimo film ("Help", "The night before", "You've got to hide your love away", "I need you", "Another girl", "Ticket to ride", "You' re gonna lose that girl") con la presenza dei cinque brani orchestrali di Ken Thorne presenti nel film ma rimasti inediti nella versione inglese. La traccia vocale di Lennon nel brano che da' il titolo all' album e' completamente diversa rispetto a quella della versione mono. Pubblicato in Usa nell' agosto del 1965 dopo ''Beatles for sale'' e prima di ''Rubber soul'', giunto al numero 1 delle classifiche Usa ed al numero 1 di quelle Inglesi, dove fu pubblicato (con sia la copertina che alcuni brani diversi) nel luglio del 1965, il quinto album della discografia inglese e l' ottavo di quella americana, nonche' la colonna sonora del loro secondo film; l' ultimo album del primo periodo, costruito (nella sua versione inglese) come i precedenti su di un mix di composizioni originali affiancate a riletture di brani ''rock and roll'', ma anche in questo caso, vedi "Act Naturally" e "Dizzy Miss Lizzy", l' una cantata da Ringo e l' altra da John, appare evidente come lo stile del gruppo si stia trasformando e allontanandosi dai modelli originali: in "You've Got to Hide Your Love Away" ed in ''Help !'' si colgono immediatamente le prime avvisaglie del periodo successivo, che iniziera' con ''Rubber soul'', e chiaramente vi si avvertono le influenze di Dylan nei testi e dei Byrds nei suoni delle 12 corde elettriche, vedi "Ticket to Ride". "You're Going to Lose That Girl", "The Night Before", "Another Girl" sono testimonianze di un suono che stava maturando e che oramai iniziava a mostrare sfaccettature di grande complessita', con arrangiamenti e suoni innovativi e raffinatissimi che sbocceranno nel successivo "Rubber Soul". Anche George Harrison con ''I need you", da qui il suo contributo facendo presagire immediatamente gli sviluppi delle sue composizioni future. Un album di importanza eccezionale che rappresenta lo spartiacque tra il primo periodo dei Beatles e della musica inglese in genere (gli anni che vanno dal 1963 al 1965, quelli della ''beatlemania''), e quelli della sperimentazione in studio che iniziano nel 1966. ''Help !'' ne coglie entrambi i lati, ma la sua vera peculiarita' va ricercata comunque piu' che nelle composizioni, peraltro eccezionali, negli arrangiamenti e nelle sonorita' che dimostrano come il gruppo sia stato stimolato dalla ventata americana di Dylan e dei primi Byrds e la stia rieleborando in una maniera completamente originale e totalmente inaspettata.
Euro
38,00
codice 256619
scheda
Beatles hey jude / revolution (20th Anniversary Picture Disc)
7" [edizione] ristampa  stereo  uk  1968  parlophone 
  [vinile]  Excellent rock 60-70
singolo in formato 7", rara ristampa inglese del 1988, in vinile picture disc, custodita nell' originaria busta esterna plastificata, e corredata dell' inserto con logo con la mela e con barcode sul retro, realizzata in occasione del 20esimo anniversario dall' uscita originaria del disco, foro al centro piccolo, catalogo RP5722 (presente anche sull' inserto). Il singolo uscito nell' agosto del 1968, giunto al numero uno delle classifiche sia in Uk che in Usa, con due memorabili brani che rimarranno inediti fino alla pubblicazione della raccolta "Hey Jude" del 1970.
Euro
35,00
codice 259719
scheda
Beatles hollywood bowl (picture disc)
lp [edizione] originale  stereo  eu  1965  private 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
l' ormai molto raro picture disc, realizzazione private press del 2014 (di stampa europea, e non americana nonostante le indicazioni sul retrocopertina), copertina lucida senza barcode, catalogo BE1236 sulla costola. Contiene 18 brani registrati nei due concerti effettuati all' Hollywood Bowl di Los Angeles il 23 agosto 1964 (i dieci brani della prima facciata) ed il 30 agosto 1965 (gli otto brani della seconda facciata), con contenuto quindi solo in minima parte coincidente con quello del celebre album "At the Hollywood Bowl" ufficialmente uscito nel 1977. La testimonianza dei davvero leggendari concerti americani, effettuati in piena fase beatlemania, del 23 agosto del 1964 (durante il tour di "A hard day's night", prima volta che ad un gruppo rock fu concesso di suonare in una arena sportiva) e del 30 agosto 1965 (il tour di "Help"), tenutisi entrambi all' Hollywood Bowl di Los Angeles. Il disco originario, ripulite le vecchie registrazioni , fu preparato con la consueta professionalita' da sir George Martin in persona, che gia' pensava di farlo uscire all' epoca ma fu dissuaso dalla disastrosa qualita' della registrazione; basti pensare che i Beatles suonavano in uno stadio da baseball utilizzando come impianto voce gli speakers da dove venivano annunciate le formazioni. Nonostante questo, o forse anche per questo, in pezzo della storia della musica. Di seguito la lista dei brani. Prima facciata, 23 agosto 1964: "Twist And Shout", "You Can't Do That", "All My Loving", "She Loves You", "Things We Said Today", "Roll Over Beethoven", "Can't Buy Me Love", "If I Fell", "I Wanna Hold Your Hand", "Boys". Seconda facciata (30 agosto 1965): "Dizzy Miss Lizzy", "Ticket To Ride", "Everybody's Triing To Be My Baby", "Can't Buy Me Love", "Baby's In Black", "I Wanna Be Your Man", "A Hard Day's Night", "Help".
Euro
60,00
codice 261485
scheda
Beatles How Pink Is Your Panther? - The Complete Peter Sellers Tape (picture disc)
lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1968  private 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Ristampa i versioe PICTURE DISC, copertina lucida senza barcode. Uscito per la prima volta nel 2014, Questo album realizzato privatamente contiene i dodici brani noti come "Peter Sellers Tape", pubblicati (mai ufficialmente) per la prima volta negli anni '90 ma solo su cd. Si tratta di registrazioni effettuate durante le registrazioni del "White Album", che Ringo consegno' all' attore Peter Sellers, a cui era legato da rapporto di amicizia, prima della pubblicazione di quel disco; ed i brani sono interessantissime versioni alternative (talora davvero molto diverse) di episodi poi inclusi in quel capolavoro. Fu solo nel 1989 che queste registrazioni vennero riscoperte. Eccone la lista completa: 1 Back In The USSR (Take 6 RM1) 2 Rock Racoon (Take 10 RM1) 3 Wild Honey Pie (Take 1 RM6) 4 Mother Nature's Son (Take 26 RM8) 5 Sexy Sadie (Take 117 RM5) 7 Yer Blues (Take 16/17 RM3) 8 Good Night Tonight (Take 34 RM6) 9 Everybody's Got Something To Hide Except For Me And My Monkey (Take 12) 10 Ob-La-Di, Ob-La-Da (Take 23 RM21) 11 Blackbird (Take 32 RM6) 12 Not Guilty (Take 102 RM1)
Euro
35,00
codice 261061
scheda
Beatles i favolosi beatles (with the beatles)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1963  parlophon / private 
rock 60-70
Ristampa private press, copertina lucida senza barcode, pressoche' identica alla prima molto rara stampa uscita in Italia. Con l' esclusivo titolo "I Favolosi Beatles" ed un' esclusiva copertina, la versione italiana dell' album inglese "With The Beatles", con gli stessi brani di quello. Pubblicato in Inghilterra nel novembre del 1963 dopo '' Please, Please Me'' e prima di '' A hard Day' s Night '' giunto al numero 1 delle classifiche U.K e non pubblicato negli U.S.A., ( dove usci' con il titolo '' Meet The Beatles'' nel gennaio del 1964 e giunse al numero 1 delle classifiche ). Il secondo album. Considerato dalla critica come ''un punto fermo della musica moderna'', l'unico album dei primi ''60 che mantiene inalterata la freschezza e il respiro musicale che apparvero evidenti al momentoi della pubblicazione e naturalmente uno dei migliori albums dei beatles in assoluto''. Prodotto da george martin, contiene 14 brani, di cui sei sono revisitazioni di standards del rock'n'roll e otto originali, tra questi il primo brano composto da george harrison, '' don't bother me'', ''all my loving'' e il brano scritto per i Rolling Stones ''i wanna be your man''. il disco e' un classico del ''beat'' dei primi anni ''60 , la emi aveva deciso di investire sul gruppo e gli concesse mezzi e tempi di registrazione assi piu' lunghi rispetto a quelli minimi del primo album, a cominciare dalla copertina, che e' molto distante dallo stile ancora in voga, si dimostra come un opera piu' ''di studio'', registrato con molta maggiore cura del primo e' anche il disco in cui si iniziano a intravedere, nei suoni e negli arrangiamenti, le straordinarie qualita' evolutive che porteranno il gruppo ad incarnare mirabilmente lo spirito del decennio, l'album si chiude con uno dei brani piu' incisi della storia del rock, '' Money'', di Barrett-Strong, che lo stesso Lennon avrebbe reinterpretato con la Plastic Ono Band nell'album dal vivo a Toronto .
Euro
18,00
codice 3034548
scheda
Beatles i feel fine / she's a woman (sweden sleeve)
7" [edizione] ristampa  mono  eu  1964  parlophone / universal 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
singolo in formato 7", ristampa del novembre 2019, rimasterizzata, tratta dal box di 23 singoli "Singles Collection", corredata di copertina senza barcode che riproduce quella dell' originaria rara versione svedese del singolo, etichetta nera con logo e scritte argento. Pubblicato nel novembre del 1964, giunto al numero 1 delle classifiche sia in Uk che in Usa, il singolo con "I Feel Fine" sul lato A (scritta da Lennon ma come sempre accreditata a Lennon-McCartney), tra i primi brani nella storia del rock in cui viene usata la chitarra con il feedback, e sul lato B "She's a Woman", scritta principalmente da Paul McCartey. Entrambi i brani saranno presto inclusi nell' album americano "Beatles '65", ma rimarranno a lungo inediti su album in Inghilterra.
Euro
12,00
codice 245833
scheda
Beatles i want to hold your hand / this boy (20th Anniversary Picture Disc)
7" [edizione] ristampa  mono  eu  1963  odeon 
  [vinile]  Excellent rock 60-70
singolo in formato 7", rara ristampa inglese del 1983, in vinile picture disc, custodita nell' originaria busta esterna plastificata, realizzata in occasione del 20esimo anniversario dall' uscita originaria del disco, foro al centro piccolo, catalogo RP5084. Pubblicato in Inghilterra nel novembre del 1963, giunto al numero 1 delle classifiche inglesi, il singolo contiene le memorabili "I Want To Hold Your Hand" e "This Boy", quest' ultima scritta da John Lennon anche se accreditata come sempre a Lennon-McCartney). Entrambi i brani rimarranno inediti, successive raccolte escluse, in Inghilterra, ma saranno presto inclusi nell' album americano "Meet The Beatles".
Euro
20,00
codice 259747
scheda
Beatles introducing (1st track list)
Lp [edizione] originale  mono  usa  1963  vee-jay 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Bella copia con giusto lievissimi segni di invecchiamento, l' originale prima rarissima stampa americana CON "LOVE ME DO" E "P.S. I LOVE YOU", nella terza versione che finalmente riporta sul retro la lista dei brani (dopo le provvisiorie "Ad back cover" e "Blank back cover", la prima con pubblicita' di altri albums sul retro, la seconda senza alcuna indicazione), con vinile pressato il 29 Giugno del 1963 (sul trail-off c' e' scritto "Audiomatrix" e viene riportata la data 6/29/63) e copertina stampata nel Gennaio del 1964, etichetta nera con fascia esterna multicolore con logo in un ovale, con nome del gruppo e titolo sopra il buco centrale. Relativamente alla seconda versione del disco gran parte delle copie in circolazione sono delle contraffazioni, non cosi' per le copie di questa prima versione con "Love Me Do" e "P.s. I Love You", che naturalmente vede la copertina senza la scritta "Printed in USA" in basso a sinistra sul fronte, l' ombra di George Harrison chiaramente visibile a destra. Secondo il Record Collector magazine questa versione del disco esisterebbe solo mono, avendo ancora la Vee Jay, all' epoca della sua stampa, alcune giacenze di copie stereo con la "ad back cover". Pubblicato in Usa nel giugno del 1963 prima di ''Meet the Beatles'' giunto al numero 2 delle classifiche Usa, non pubblicato in Uk. Il primo album americano. "Introducing...The Beatles" e' una versione lievemente diversa di "Please Please Me", che era uscito in Inghilterra 4 mesi prima, esiste in due versioni, la prima , uscita il 29 Giugno del 1963 prevede due brani in meno rispetto all' edizione Britannica, "Please Please Me" ed "Ask Me Why", ma l' inclusione, al posto di essi, di "LOVE ME DO" E "P.S. I LOVE YOU". La seconda versione del disco, pressata il 22 Febbraio del '64, non includera' invece "LOVE ME DO" E "P.S. I LOVE YOU", ma al loro posto "Please Please Me" e "Ask Me Why".
Euro
800,00
codice 218349
scheda
Beatles lady madonna / the inner light (20th anniversary Picture Disc)
7" [edizione] ristampa  stereo  uk  1968  parlophone 
  [vinile]  Excellent rock 60-70
singolo in formato 7", rara ristampa inglese del 1988, in vinile picture disc, custodita nell' originaria busta esterna plastificata, e corredata dell' inserto con barcode che sul retro pubblicizza l' uscita in cd dei due "Past Masters", realizzata in occasione del 20esimo anniversario dall' uscita originaria del disco, foro al centro piccolo, catalogo RP5675 (presente anche sull' inserto). Pubblicato nel marzo del 1968, giunto al numero 1 delle classifiche inglesi ed al quarto di quelle americane, il singolo contiene sul lato A la memorabile "Lady Madonna", composta da Paul McCartney anche se come sempre accreditata a Lennon-McCartney), trascinante brano rock'n'roll che riporta ai primi anni di attivita' del gruppo, e che rimarra' inedito fino alla pubblicazione della raccolta "Hey Jude" del 1970, e sul retro la meravigliosa "The Inner Light" di George Harrison, una delle gemme nascoste piu' preziose nella discografia dei Fab 4, che comparira' su album per la prima volta nell' lp "Rarities", pubblicato come parte del box "The Beatles Collection" nel 1978 ed individualmente nel 1979; la parte strumentale di questo brano fu registrata da Harrison a Bombay, in India, durante le sessione per il suo album "Wonderwall Music", poi completata a Londra con la registrazione della sua parte vocale, mentre il contributo degli altri Beatles consiste qui esclusivamente nei cori.
Euro
35,00
codice 259742
scheda
Beatles Last radio show 1965
7" [edizione] nuovo  mono  uk  1965  rhythm & blues 
rock 60-70
Ep in formato 7", copertina rigida flipback su due lati sul retro e senza codice a barre, label nera con foro centrale piccolo, scritte bianche e loghi Rhythm & Blues e 1960s Records in giallo e nero in alto, catalogo REP046. Pubblicato nel 2022 dalla Rhythm & Blues, questo 7" contiene sei brani registrati dai Beatles per la loro ultima apparizione presso la BBC nell'anno 1965; il titolo del programma, condotto da Denny Piercy, era "The Beatles invite you to take a ticket to ride" e fu registrato il 26 maggio al Piccadilly Theatre. Qui di seguito la scaletta. SIDE 1: 1. I'm A Loser 2. The Night Before 3. Honey Don't SIDE 2: 1. She's A Woman 2. Everybody's Trying To Be My Baby 3. Saturday Club.
Euro
16,00
codice 2120928
scheda
Beatles let it be (50th anniversary edition)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  apple / universal 
rock 60-70
Ristampa del 2021, in vinile 180 grammi, realizzata in occasione del 50esimo anniversario dall' uscita originaria, con nuovo mixaggio del disco effettuato da Giles Martin (figlio di George Martin) e Sam Okell, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura. Pubblicato in tutto il mondo l' 8 maggio del 1970 ma registrato nei primi mesi del 1969, giunto al primo posto delle classifiche inglesi ed al primo posto di quelle americane, il dodicesimo album. L' ultimo disco dei Beatles ad essere pubblicato ma il penultimo ad essere registrato, frutto del mai portato a termine ''Get back'' ed ultimato con la produzione di Phil Spector. Fu l'unico album del gruppo a ricevere recensioni anche molto negative, ed e' certamente uno dei dischi piu' controversi della storia della musica rock. per comprendere meglio i motivi di questo ''caso Let It Be '' e' necessario ripercorrere, per sommi capi, la genesi del progetto. Pubblicato nel maggio del 1970, venne pero' registrato in massima parte circa 15 mesi prima, nei primi mesi del 1969, assai prima, quindi, di "Abbey Road", questo tempo trascorse per il gruppo tra beghe legali, litigi, apatie, querele e abbandoni. "Let it be" e' un film sul disco, piuttosto che il contrario, l'intenzione iniziale era quella di documentare il lavoro dei beatles dentro allo studio di registrazione, ma gli attriti interni colpirono let it be fin dall'inizio, costruendo un documentario visivo e sonoro sulla disintegrazione del gruppo. solo paul mc cartney sembrava interessato a portare a termine il progetto, che si doveva intitolare originariamente '' Get Back'' e doveva essere un ritorno al suono senza sovraincisioni degli anni pre Rubber Soul, con brani semplici suonati e registrati in diretta. la produzone originale fu di George Martin e l'assistenza tecnica di Glyn Jones, ad un certo punto il gruppo riascolto' i nastri, trovarono l'intero lavoro senza scopo e decisero di abbadonare tutto, allora la apple , per evitare che davvero tutto venisse gettato, contatto' Glyn Jones perche' remixasse le tracce , e fu allora che entro' in gioco il produttore americano Phil Spector, famoso per il suo suono ultrapotente detto ''Wall Of Sound '' ( una tecnica che, a forza di sovraincisioni, creava una superproduzione che aveva il suo equilibrio proprio nell'eccesso ). il risultato, come scrisse rolling stone '' salvava il prodotto, ma dandone una dimensione opposta a quella che era stata originariamente intesa '' . l'onesta' e la semplicita' del progetto iniziale, si scrisse, vennero seppellite da muri di violini ed arrangiamenti commerciali, Spector, non lavoro' con il gruppo, che di fatto era allo sbando, e prese gran parte delle decisioni autonomamente , nel disinteresse dei quattro. tra le mosse piu' criticate ci fu naturalmente quella del massiccio utilizzo degli archi, ma in realta' questo tipo di arrangiamento e' presente soltanto in "The Long and Winding Road" e in parte in "Across the Universe" e "I Me Mine", mentre in effetti, il materiale contenuto nel disco e' molto meno uniforme rispetto agli altri lavori del gruppo, ancora recentemente Spector sostiene che il disco venne approvato da tutto il gruppo prima della pubblicazione, mentre Mc Cartney dichiara di '' non avere avuto il coraggio di ascoltare i nastri nemmeno una volta prima della pubblicazione''. detto questo, il disco e' largamente sottovalutato, si tratta comunque di un capolavoro, uno dei dischi dei Beatles in cui , per esempio, McCartney e' in migliore forma, scrive "Let It Be,'', "Get Back," , "The Long and Winding Road," solo per citare tre brani celeberrimi, il contributo migliore di John e' ''Across the Universe'' ma vi sono anche gli splendidi episodi di '' I Me Mine '' "Two of Us,", "I've Got a Feeling" , e "Dig a Pony." . Per chi volesse farsi un idea piu' precisa della situazione, ricordiamo che nel Novembre 2003, e' stata pubblicata la versione ''alternativa'' di Let It Be intitolata Let It Be... Naked, che si rifa' ai nastri pre- Spector, quindi privi delle sue manipolazioni e sovraincisioni , in questa versione, inoltre, "Dig It" e "Maggie Mae"sono state tolte in favore di "Don't Let Me Down".
Euro
29,00
codice 2125505
scheda
Beatles Let it be / You Know My Name (20th Anniversary Picture Disc)
7" [edizione] ristampa  stereo  uk  1970  parlophone 
  [vinile]  Excellent rock 60-70
singolo in formato 7", rara ristampa inglese del 1990, in vinile picture disc, custodita nell' originaria busta esterna plastificata, realizzata in occasione del 20esimo anniversario dall' uscita originaria del disco, foro al centro piccolo, catalogo RP5833. Pubblicato nel marzo del 1970, giunto al secondo posto delle classifiche inglesi ed al primo di quelle americane, l' ultimo singolo (in Inghilterra) dei Beatles prima dello scioglimento. Contiene sul lato A una versione della celeberrima "Let it Be" (composta e cantata da Paul McCartney sebbene come sempre accreditata a Lennon/McCartney), qui con un mix diverso da quello presente nell' album a cui dara' titolo, e sul retro l' altrimenti inedita "You Know My Name", composta principalmente da John Lennon, registrata in quattro differenti sessions tra il 1967 ed il 1969, con una parte di sax suonata da Brian Jones dei Rolling Stones; il brano sara' inclusa in un album per la prima volta solo nel 1978, in "Rarities".
Euro
30,00
codice 259721
scheda
Beatles let it be box set (complete!)
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1970  apple 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
Prima straordinariamente rara stampa inglese, oramai assolutamente scomparsa in questa prima limitatissima e magnifica versione, che ha raggiunto quotazioni che esulano dal mercato discografico per avvicinarsi a quello dell' arte contemporanea. Box set assolutamente completo, che include: copertina del box pressata da ''Garrod & Lofthouse Limited'' con indicazione ''Patents Pending'', laminata fronte e retro, libro con le pagine ancora completamente incollate (il libro a causa di un problema di incolaggio vede in quasi tutte le copie le pagine che si staccano al solo aprirle), con copertina lucida con 170 pagine patinate a colori , il portalibro sagomato nero, l' album ''Let it be'', con copertina laminata fronte e retro stampata da ''Garrod & Lofthouse Ltd'' , nella sua versione limitata con il retrocopertina con la mela rossa e non verde, etichetta con mela verde da un lato e con mela tagliata dall' altro, trail off lato 1: "YEX 773 3U" e lato 2: "YEX 774 3U". Il libro e' presente nella versione con la prima pagina nera e non bianca (versioni contemporanee) e nella rara primissima versione provvisoria, con la pagina dei crediti che inizia con "Designed by John Kosh" e finisce alla decima riga con "By Apple Publishing", ma questa versione provvisoria del libro riporta altresi', sotto queste indicazioni, anche una striscia adesiva applicata provvisioriamente, con ulteriori informazioni che poi saranno anche stampate nella versione definitiva. Anche l' etichetta e' presente nella rara variante che e' considerata da alcune fonti la sua primissima versione, con uno spazio piu' ampio tra l' indicazione del lato e la lista dei brani ed a destra il marchio cerchiato "p" piu' piccolo dell' anno "1970", e non della stessa misura. Pubblicato in tutto il mondo l' 8 maggio del 1970 ma registrato nei primi mesi del 1969, giunto al primo posto delle classifiche inglesi ed al primo posto di quelle americane. Il dodicesimo album. L' ultimo disco dei Beatles ad essere pubblicato ma il penultimo ad essere registrato, frutto del mai portato a termine ''Get back'' ed ultimato con la produzione di Phil Spector. Fu l'unico album del gruppo a ricevere recensioni anche molto negative, ed e' certamente uno dei dischi piu' controversi della storia della musica rock. per comprendere meglio i motivi di questo '' caso Let It Be '' e' necessario ripercorrere, per sommi capi, la genesi del progetto. pubblicato nel maggio del 1970, venne pero' registrato in massima parte circa 15 mesi prima, nei primi mesi del 1969, assai prima, quindi, di Abbey Road, questo tempo trascorse per il gruppo tra beghe legali, litigi, apatie, querele e abbandoni. let it be e' un film sul disco, piuttosto che il contrario, l'intenzione iniziale era quella di documentare il lavoro dei beatles dentro allo studio di registrazione, ma gli attriti interni colpirono let it be fin dall'inizio, costruendo un documentario visivo e sonoro sulla disintegrazione del gruppo. solo paul mc cartney sembrava interessato a portare a termine il progetto, che si doveva intitolare originariamente '' Get Back'' e doveva essere un ritorno al suono senza sovraincisioni degli anni pre Rubber Soul, con brani semplici suonati e registrati in diretta. la produzone originale fu di George Martin e l'assistenza tecnica di Glyn Jones, ad un certo punto il gruppo riascolto' i nastri, trovarono l'intero lavoro senza scopo e decisero di abbadonare tutto, allora la apple , per evitare che davvero tutto venisse gettato, contatto' Glyn Jones perche' remixasse le tracce , e fu allora che entro' in gioco il produttore americano Phil Spector, famoso per il suo suono ultrapotente detto ''Wall Of Sound '' ( una tecnica che, a forza di sovraincisioni, creava una superproduzione che aveva il suo equilibrio proprio nell'eccesso ). il risultato, come scrisse rolling stone '' salvava il prodotto, ma dandone una dimensione opposta a quella che era stata originariamente intesa '' . l'onesta' e la semplicita' del progetto iniziale, si scrisse, vennero seppellite da muri di violini ed arrangiamenti commerciali, Spector, non lavoro' con il gruppo, che di fatto era allo sbando, e prese gran parte delle decisioni autonomamente , nel disinteresse dei quattro. tra le mosse piu' criticate ci fu naturalmente quella del massiccio utilizzo degli archi, ma in realta' questo tipo di arrangiamento e' presente soltanto in "The Long and Winding Road" e in parte in "Across the Universe" e "I Me Mine", mentre in effetti, il materiale contenuto nel disco e' molto meno uniforme rispetto agli altri lavori del gruppo, ancora recentemente Spector sostiene che il disco venne approvato da tutto il gruppo prima della pubblicazione, mentre Mc Cartney dichiara di '' non avere avuto il coraggio di ascoltare i nastri nemmeno una volta prima della pubblicazione''. detto questo, il disco e' largamente sottovalutato, si tratta comunque di un capolavoro, uno dei dischi dei Beatles in cui , per esempio, McCartney e' in migliore forma, scrive "Let It Be,'', "Get Back," , "The Long and Winding Road," solo per citare tre brani celeberrimi, il contributo migliore di John e' ''Across the Universe'' ma vi sono anche gli splendidi episodi di '' I Me Mine '' "Two of Us,", "I've Got a Feeling" , e "Dig a Pony." . [ per chi volesse farsi un idea piu' precisa della situazione, ricordiamo che nel Novembre 2003, e' stata pubblicata la versione ''alternativa'' di Let It Be intitolata Let It Be... Naked, che si rifa' ai nastri pre- Spector, quindi privi delle sue manipolazioni e sovraincisioni , in questa versione, inoltre, "Dig It" e "Maggie Mae"sono state tolte in favore di "Don't Let Me Down," .]
Euro
1.500,00
codice 236036
scheda
Beatles live at star-club hamburg 1962
Lp2 [edizione] originale  stereo  uk  1977  smile 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Doppio album, la rara originale stampa Inglese, nella sua versione pressata su etichetta Smile per la distribuzione nei paesi scandinavi, copertina apribile e laminata fronte e retro, con "Made and Printed in England" sul retro, etichetta gialla con logo bianco e nero in alto, con "Manufactured in the Uk" a sinistra e marchio NCB a destra (che caratterizza le produzioni destinate al mercato scandinavo), catalogo SMIL034001-2. Pubblicato per la prima volta in Germania su Bellaphon/Lingasong il primo maggio del 1977, raccoglie le registrazioni dei leggendari ultimi concerti tedeschi tenuti allo Star-Club di Amburgo nel 1962, prima del ritorno in Inghilterra e del contratto discografico, 26 brani di puro rock'n'roll che dimostrano una volta di piu', la straordinaria potenza del gruppo , nei suoi ultimi giorni di attivita' oscura ed alla vigilia della pubblicazione del primo singolo, ''Love Me Do'' del 5 ottobre del 1962. I brani furono registrati live ad amburgo da ''kingsize'' taylor , leader dei doninoes, uno dei primi gruppi inglesi ad essere ingaggiati allo star club , egli, possedendo un rudimentele registratore, registro' oltre alla sua band, anche Cliff Bennett ed i Beatles stessi, poi , quando i beatles divennero famosi, Taylor cerco' di proporre le registrazioni a Brian Epstein, che pero' le rifiuto', fu solo alla fine degli anni '70, dopo una lunga causa legale, che gli vennero riconosciuti i diritti sui nastri, che taylor a quel punto cedette . Le registrazioni sono state trasferite dai nastri originali ad un 16 tracce e ripuliti di rumori di fondo, alcuni di questi brani saranno poi riregistrati su vari albums del gruppo dal 1963 al 1970, altri resteranno inediti fino a questa realizzazione del primo maggio del 1977. ecco la scaletta dei brani contenuti - i saw her standing there, roll over beethoven, hippy hippy shake, sweet little sixteen, lend me your comb, your feet's too big, red sails in the sunset, everybody's trying to be my baby, matchbox, talkin' bout you, shimmy shake, long tall sally, remembre you, twist and shout, mr. moonlight, a taste of honey, besame mucho, reminiscing, kansas city, ain't nothing shakin' like the leaves on a tree, to know her is to love her, little queenie, falling in love again, ask me why, be bop ba lula, halleluja, i love her so.
Euro
45,00
codice 261340
scheda
Beatles live at the hollywood bowl (+4 tracks)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1965  apple / universal 
rock 60-70
copertina apribile, con adesivo di presentazione sul cellophane, inner sleeve, etichetta blu con scritte bianche e verdi. Pubblicato nel novembre del 2016, in occasione dell' uscita del film documentario "Eight Days A Week" di Ron Howard, si tratta della ristampa, arricchita di quattro brani aggiunti per l' occasione ("You Can't Do That", "I Want To Hold Your Hand", "Everybody's Trying To Be My Baby" e "Baby's In Black"), e con copertina completamente diversa, dell' album "At the Hollywood Bowl" originariamente uscito nel 1977. La testimonianza dei davvero leggendari concerti americani, effettuati in piena fase beatlemania, del 23 agosto del 1964 (durante il tour di "A hard day's night") e del 29 agosto 1965 (il tour di "Help"), tenutisi entrambi all' Hollywood Bowl di Los Angeles; fu anche la prima volta che ad un gruppo rock fu concesso di suonare in una arena sportiva. Il disco originario, ripulite le vecchie registrazioni , fu preparato con la consueta professionalita' da sir George Martin in persona, che gia' pensava di farlo uscire all' epoca ma fu dissuaso dalla disastrosa qualita' della registrazione; basti pensare che i Beatles suonavano in uno stadio da baseball utilizzando come impianto voce gli speakers da dove venivano annunciate le formazioni. Un pezzo della storia della musica. Ecco la lista dei brani in questa nuova edizione del disco: A1 Twist And Shout A2 She's A Woman A3 Dizzy Miss Lizzy A4 Ticket To Ride A5 Can't Buy Me Love A6 Things We Said Today A7 Roll Over Beethoven A8 Boys A9 A Hard Day's Night B1 Help! B2 All My Loving B3 She Loves You B4 Long Tall Sally B5 You Can't Do That B6 I Want To Hold Your Hand B7 Everybody's Trying To Be My Baby B8 Baby's In Black.
Euro
29,00
codice 2125506
scheda
Beatles live at the hollywood bowl (+4 tracks)
lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1965  apple / universal 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Ristampa del 2016, copertina apribile lucida, con adesivo di presentazione sul fronte, inner sleeve fotografica rigida, etichetta blu con scritte bianche e verdi, catalogo 0602557054996. Pubblicato nel novembre del 2016, in occasione dell' uscita del film documentario "Eight Days A Week" di Ron Howard, si tratta della ristampa, arricchita di quattro brani aggiunti per l' occasione ("You Can't Do That", "I Want To Hold Your Hand", "Everybody's Trying To Be My Baby" e "Baby's In Black"), e con copertina completamente diversa, dell' album "At the Hollywood Bowl" originariamente uscito nel 1977. La testimonianza dei davvero leggendari concerti americani , effettuati in piena fase beatlemania, del 23 agosto del 1964 (durante il tour di "A hard day's night") e del 29 agosto 1965 (il tour di "Help"), tenutisi entrambi all' Hollywood Bowl di Los Angeles; fu anche la prima volta che ad un gruppo rock fu concesso di suonare in una arena sportiva. Il disco originario, ripulite le vecchie registrazioni , fu preparato con la consueta professionalita' da sir George Martin in persona, che gia' pensava di farlo uscire all' epoca ma fu dissuaso dalla disastrosa qualita' della registrazione; basti pensare che i Beatles suonavano in uno stadio da baseball utilizzando come impianto voce gli speakers da dove venivano annunciate le formazioni. Un pezzo della storia della musica. Ecco la lista dei brani in questa nuova edizione del disco: A1 Twist And Shout A2 She's A Woman A3 Dizzy Miss Lizzy A4 Ticket To Ride A5 Can't Buy Me Love A6 Things We Said Today A7 Roll Over Beethoven A8 Boys A9 A Hard Day's Night B1 Help! B2 All My Loving B3 She Loves You B4 Long Tall Sally B5 You Can't Do That B6 I Want To Hold Your Hand B7 Everybody's Trying To Be My Baby B8 Baby's In Black
Euro
28,00
codice 252890
scheda
Beatles Live at wembley & indiana '64
Lp [edizione] nuovo  mono  uk  1964  1960s 
rock 60-70
Copertina senza codice a barre e flipback su due lati sul retro, catalogo R&B93. Pubblicato nel 2022 dalla 1960s, questo album compila registrazioni del concerto dato dai Beatles presso la Indiana State Fair il 3 settembre del 1964, ad Indianapolis, nel corso del loro trionfale tour americano dell'agosto / settembre di quell'anno, e cinque brani registrati il 26 aprile precedente alla Empire Pool di Wembley, Londra. Il concerto di Indianapolis fur trasmesso dal vivo radiofonicamente ed esistono anche delle registrazioni filmiche dello show. Il concerto di Wembley fu dato in occasione della celebrazione della vittoria nel sondaggio indetto dalla rivista NME. Qui di seguito la scaletta (gli ultimi cinque brani della seconda facciata sono del 26/4/64, tutti gli altri del 3/9/764). SIDE 1: 1. Twist And Shout 2. You Can't Do That 3. All My Loving 4. She Loves You 5. Things We Said Today 6. Roll Over Beethoven 7. Can't Buy Me Love 8. If I Fell SIDE 2: 1. I Want To Hold Your Hand 2. Boys 3. A Hard Day's Night 4. Long Tall Sally 5. She Loves You 6. You Can't Do That 7. Twist And Shout 8. Long Tall Sally 9. Can't Buy Me Love.
Euro
27,00
codice 3032289
scheda
Beatles love me do / p.s. I love you (20th Anniversary Picture Disc)
7" [edizione] ristampa  mono  eu  1962  parlophone 
  [vinile]  Excellent rock 60-70
singolo in formato 7", rara ristampa inglese del 1982, in vinile picture disc, custodita nell' originaria busta esterna plastificata, realizzata in occasione del 20esimo anniversario dall' uscita originaria del disco, foro al centro piccolo, catalogo RP4949. Il capitale primo singolo dei Beatles, singolo (e piu' in generale disco) tra i piu' importanti della storia del rock! Uscito in Inghilterra il 5 ottobre del 1962, e giunto al 17esimo posto delle classifiche inglesi, il primo a dir poco storico tassello della discografia dei Fab Four. "Love me do" e' il primo pezzo ufficiale registrato dai Beatles per la Parlophone ed originariamente suonato alla batteria da un oscuro sessionman di nome Andy White; il pezzo non suscito' alla sua uscita un grandissimo interesse e non proietto' i Beatles oltre la cerchia del Merseybeat, come si definiva la musica dei gruppi di Liverpool e che in quei giorni frequentavano il Cavern, al tempo vera e propria base per il complesso ed i suoi seguaci. Le cose cambieranno decisamente dopo l'incisione del secondo singolo "Please Please Me" (pubblicato nel gennaio del '63) e del primo album "Please Please Me" (marzo 1963), con i quali il gruppo balzera' in testa alle classifiche ed imporra' non solo la sua musica ma anche una vera e propria rivoluzione musicale e di costume.
Euro
20,00
codice 259725
scheda
Beatles Magical mystery tour
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1967  emi / capitol 
rock 60-70
ristampa del 2012 rimasterizzata, in vinile 180 grammi, copertina apribile senza barcode, pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita in America su Capitol nel 1967 ed in Inghilterra su Parlophone nel 1976, con l' originario libretto di 24 pagine. Pubblicato in USA nel dicembre del 1967 dopo ''Sgt Pepper's Lonely Heart Club Band'' e prima di ''Yellow Submarine'', giunto al numero 1 delle classifiche USA e non uscito in UK (dove venne pubblicato come doppio E.P. a 45 giri nel Dicembre del 1967 giungendo al numero 1 delle classifiche). Uno dei piu' leggendari artefatti della stagione floreale ed una delle ultime testimonianze degli anni psichedelici del gruppo, fu la colonna sonora del film tv, girato in preda alle piu' potenti droghe allucinogene in circolazione dai Beatles per la TV inglese B.B.C. che lo mise in onda il 26 dicembre del 1967. Non fu pubblicato sotto forma di lp in Inghilterra, dove invece usci' contemporaneamente, sempre nel dicembre del 1967, la versione a doppio EP (ma mancante dei brani, solo qui inclusi, che erano usciti in uk su singolo nel '67, ovvero "Strawberry Fields Forever"/"Penny Lane", 2/67, "All You Need is Love"/ "Baby You' re a Rich Man" 7/67 ed "Hello Goodbye"/"I am the Walrus" 11/67), le restanti tracce, contenute sono le stesse dell'ep inglese, ''magical mistery tour'', ''your mother should know'', ''i am the walrus'', ''the fool on the hill'', ''flying'', ''blue jay way''.
Euro
48,00
codice 2128346
scheda

Page: 2 of 4


Pag.: oggetti:
Indice autori contenenti "Beatles":
beatles - 

altri autori contnenti le parole cercate: