Hai cercato:  dall'anno 60 all'anno 69 --- Titoli trovati: : 3409
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Aa.vv. ( Garage Usa 45 ) turn to stone
lp [edizione] nuovo  mono  eu  1966  ashtray 
rock 60-70
Sottotitolata "Long Lost Sixties Garage Usa"; copertina in cartoncino lucido senza barcode, etichetta in bianco e nero. Questo primo volume uscito nel 2010 di quella che si spera divenga una serie, approdata nel 2012 al secondo volume, include 16 brani scovati nell' ambito del garage punk americano piu' oscuro, provenienti da rarissimi 45 giri pubblicati tra il '64 ed il '67, ed un livello medio decisamente alto, nell' ambito del genere. Dodici brani fanno la comparsa per la prima volta su una raccolta, altri quattro sono stati precedentemente inclusi in alcune raccolte, ma solo in cd. Ecco la lista dei gruppi e dei relativi brani , con lo stato di origine del gruppo (dove conosciuto) e l' anno di uscita dei singoli. Side a: 1 Larry Knight & Upsetters - Hurt Me (Michigan, 1966) 2 Casuals Incorporated - I Realize (Kentucky, 1966) 3 Dean Carter Sound - Wandering Soul (Illinois, 1966) 4 Ascots - Monkey See Monkey Do (Rhode Island, 1965) 5 Gladiators - Turning To Stone (Ohio, 1966) 6 Fugitives - Mean Woman (New Y
Euro
16,00
codice 3023623
scheda
Aa.vv. ( Garage Usa 45 ) turn to stone 3
lp [edizione] nuovo  mono  eu  1966  ashtray 
rock 60-70
Sottotitolata "Long Lost Sixties Garage Usa"; copertina in cartoncino lucido senza barcode, etichetta in bianco e nero. Questo terzo volume uscito nel 2014 di quella che si spera divenga una serie, iniziata da un primo volume edito nel 2010, include 14 brani scovati nell' ambito del garage punk americano piu' oscuro, provenienti da rarissimi 45 giri pubblicati tra il 1964 ed il '68, ed un livello medio decisamente alto, nell' ambito del genere. Molti dei brani sono per la prima volta inclusi in una raccolta in vinile, il che rende ancora piu' appetibile questo "Turn To Stone 3". Ecco la lista dei gruppi e dei relativi brani , con lo stato di origine del gruppo (dove conosciuto) e l' anno di uscita dei singoli. Madison Revue "Sad and Blue" (Texas, 1967) , Pirates "Cuttin Out" (Louisiana - 1966); Nomads "I Really Do" ( Oklahoma - 1965) - Paper Menagerie "Left Up To You (Tennessee - 1968) - Local Traffic "Second Century" (Louisiana - 1968) - Creepers "Elizabeth" (Missouri - 1967) - Rovin Flames "Gloria" ( Florid
Euro
16,00
codice 2051399
scheda
Aa.vv. (60's psych) rubbe 5: the electric crayon set (gatefold sleeve)
Lp [edizione] ristampa  stereo  uk  1965  rubble 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Ristampa del 2008, edizione limitata in 1000 copie, numerate sul retrocopertina (questa la numero 273), copertina per l' occasione apribile e vinile 180 grammi; il quinto volume della serie ''Rubble'', originariamente pubblicato negli anni '80 dalla Bam Caruso. La serie ''Rubble'' e' una ormai classica collana di compilation dedicate alla psichedelia, al freakbeat ed al pop venato di acido degli anni '60, principalmente britannici ma non solo, che furono curate da Phil Smee, cultore di quella fervida stagione musicale. Smee compilo' singoli di gruppi celebri come Pretty Things, Crazy World Of Arthur Brown e Tomorrow insieme a molti pezzi di oscure formazioni di culto, come Misunderstood, Dantalion's Chariot ed Open Mind, ed altre ancora meno note che in certi casi avevano pubblicato un solo singolo prima di dissolversi; la gran parte dei 45 giri originali avevano venduto poche copie negli anni '60 e di conseguenza sono assai rari, pertanto fra i meriti di ''Rubble'' c'e' anche quello di averli resi disponibili a tutte le tasche. Una bella panoramica sul rigoglioso sottobosco della psichedelia e della post psichedelia della seconda meta' degli anni '60, che si distingue anche per il design delle copertine, che rivisita lo stile grafico psichedelico di quel decennio dalla prospettiva degli anni '80. Questa la scaletta dei brani, che include pezzi degli Attack e dei Mark Four (i futuri Creation): The Poets, ''That's the way it gotta be'' (1965); The Attack, ''Anymore than I do'' (1967); The Flies, ''I'm not your stepping stone'' (1966); The Game, ''Gotta wait'' (1966); The Score, ''Please please me'' (1966); Mark Four, ''I'm leaving'' (1965); Fire, ''Father's name is dad'' (1968); Gene Latter, ''Mothers little helper'' (1966); The Game, ''Gonna get me someone'' (1966); The Flies, ''House of love'' (1967); Keith Shields, ''Hey gyp'' (1967); The Attack, ''Try it'' (1967); The Poets, ''I love her still'' (1965); Dream Police, ''Living is easy'' (1970); The Fairytale, ''Run & hide'' (1967); Mark Four, ''Hurt me (if you will)'' (1965).
Euro
23,00
codice 247502
scheda
Aa.vv. (60's psych) Rubble 12: Staircase to nowhere
Lp [edizione] ristampa  stereo  uk  1967  past & present 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
ristampa del 2003, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita nel 1988 su Bam Caruso, etichetta viola e color crema, catalogo PAPRLP007. Il dodicesimo volume della serie "Rubble". La serie ''Rubble'' e' una ormai classica collana di compilation dedicate alla psichedelia, al freakbeat ed al pop venato di acido degli anni '60, principalmente britannici ma non solo, che furono curate da Phil Smee, cultore di quella fervida stagione musicale. Smee compilo' singoli di gruppi celebri come Pretty Things, Crazy World Of Arthur Brown e Tomorrow insieme a molti pezzi di oscure formazioni di culto, come Misunderstood, Dantalion's Chariot ed Open Mind, ed altre ancora meno note che in certi casi avevano pubblicato un solo singolo prima di dissolversi; la gran parte dei 45 giri originali avevano venduto poche copie negli anni '60 e di conseguenza sono assai rari, pertanto fra i meriti di ''Rubble'' c'e' anche quello di averli resi disponibili a tutte le tasche. Una bella panoramica sul rigoglioso sottobosco della psichedelia e della post psichedelia della seconda meta' degli anni '60, che si distingue anche per il design delle copertine, che rivisita lo stile grafico psichedelico di quel decennio dalla prospettiva degli anni '80. Questa la scaletta dei brani, che include pezzi di Human Instinct, East of Eden, World of Oz, Danny Laine, tratti dal catalogo della etichetta di culto Deram: A1 Bulldog Breed - Portcullis Gate / A2 The Virgin Sleep - Secret / A3 Tintern Abbey - Vacuum Cleaner / A4 The 23rd Turnoff - Michael Angelo / A5 Human Instinct - A Day in My Mind's Mind / A6 East of Eden - Northern Hemisphere / A7 World of Oz - Peter's Birthday (Black and White Rainbows) / A8 Denny Laine - Catherine's Wheel / B1 Tintern Abbey - Beeside / B2 Human Instinct - Pink Dawn / B3 Timebox - Gone Is the Sad Man / B4 People - Glastonbury / B5 The Outer Limits - Just Help Me Please / B6 World of Oz - Like a Tear / B7 Warm Sounds - Nite-Is-A-Comin'/Smeta Murgaty.
Euro
20,00
codice 247524
scheda
Aa.vv. (60's psych) rubble 3: Nightmares in wonderland
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  uk  1967  past & present 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Seconda stampa realizzata dalla inglese Past & Present nel 2003, copertina lucida, label viola a sinistra e color crema a destra, pressoche' identica alla prima rara tiratura del 1986 su Bam Caruso. Il terzo volume della bellissima serie ''Rubble'', originariamente pubblicato negli anni '80 dalla Bam Caruso. La serie ''Rubble'' e' una ormai classica collana di compilation dedicate alla psichedelia, al freakbeat ed al pop venato di acido degli anni '60, principalmente britannici ma non solo, che furono curate da Phil Smee, cultore di quella fervida stagione musicale. Smee compilo' singoli di gruppi celebri come Pretty Things, Crazy World Of Arthur Brown e Tomorrow insieme a molti pezzi di oscure formazioni di culto, come Misunderstood, Dantalion's Chariot ed Open Mind, ed altre ancora meno note che in certi casi avevano pubblicato un solo singolo prima di dissolversi; la gran parte dei 45 giri originali avevano venduto poche copie negli anni '60 e di conseguenza sono assai rari, pertanto fra i meriti di ''Rubble'' c'e' anche quello di averli resi disponibili a tutte le tasche. Una bella panoramica sul rigoglioso sottobosco della psichedelia e della post psichedelia della seconda meta' degli anni '60, che si distingue anche per il design delle copertine, che rivisita lo stile grafico psichedelico di quel decennio dalla prospettiva degli anni '80. Questo terzo volume della serie e' dedicato alla scena inglese tra freakbeat e psichedelia. Ecco la lista dei brani di questo volume: A1 Brain "Nightmares In Red" (dall' unico singolo del 1967), A2 Focus Three "10,000 Years Behind My Mind" (dall' unico singolo del 1967), A3 The Pretty Things "Talkin' About The Goodtimes" (singolo del 1968), A4 Bamboo Shoot "The Fox Has Gone To Ground" (dall' unico singolo del 1968), A5 Wild Silk "Visions In A Plaster Sky" (dal secondo singolo, 1968), A6 Mark Wirtz "He's Our Dear Old Weatherman" (singolo del 1968), A7 Lemon Tree "William Chalker's Time Machine" (dal primo singolo, 1968), A8 Koobas "Barricades" (dall' unico album, 1969), B1 Aquarian Age "10,000 Words In A Cardboard Box" (dall' unico singolo, 1968), B2 Pretty Things "Mr Evasion" (retro del singolo "Defecting Grey" del 1967), B3 Executive "Gardena Dreamer" (pubblicata su singolo nel 1968), B4 Chances Are "Fragile Child" (dall' unico singolo, 1967), B5 Ipsissimus "Hold On" (dall' unico singolo, 1969), B6 Edwick Rumbold "Shades Of Grey" (dal secondo singolo, 1967), B7 Penny Peeps "Model Village" (dal primo singolo, 1968), B8 Tomorrow "Revolution" (singolo del 1967).
Euro
18,00
codice 248522
scheda
Aa.vv. (60's psych) Rubble 7: Pictures in the sky
Lp [edizione] ristampa  stereo  uk  1963  past & present 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
copia ancora incellophanata, ristampa del 2003, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita nel 1988 su Bam Caruso, etichetta viola e color crema, catalogo PAPRLP007, del settimo volume della serie ''Rubble'', originariamente pubblicato negli anni '80 dalla Bam Caruso. La serie ''Rubble'' e' una ormai classica collana di compilation dedicate alla psichedelia, al freakbeat ed al pop venato di acido degli anni '60, principalmente britannici ma non solo, che furono curate da Phil Smee, cultore di quella fervida stagione musicale. Smee compilo' singoli di gruppi celebri come Pretty Things, Crazy World Of Arthur Brown e Tomorrow insieme a molti pezzi di oscure formazioni di culto, come Misunderstood, Dantalion's Chariot ed Open Mind, ed altre ancora meno note che in certi casi avevano pubblicato un solo singolo prima di dissolversi; la gran parte dei 45 giri originali avevano venduto poche copie negli anni '60 e di conseguenza sono assai rari, pertanto fra i meriti di ''Rubble'' c'e' anche quello di averli resi disponibili a tutte le tasche. Una bella panoramica sul rigoglioso sottobosco della psichedelia e della post psichedelia della seconda meta' degli anni '60, che si distingue anche per il design delle copertine, che rivisita lo stile grafico psichedelico di quel decennio dalla prospettiva degli anni '80. Questa la scaletta dei brani, qui incentrata sul catalogo dell' etichetta Pye, che comprende pezzi di Ivy League e Velvett Fogg: The Orange Seaweed, ''Pictures in the sky'' (1968); The Glass Menagerie, ''You didn't have to be so nice'' (1968); Orange Machine, ''Real life permanent dream'' (1968); Carnaby, ''Jump and dance'' (1965); New Formula, ''Harekrishna'' (1969); The Onyx, ''So sad inside'' (1969); The Flying Machine, ''The flying machine'' (1970); The Primitives, ''You said'' (1965); The Onyx, ''You gotta be with me'' (1968); The Ivy League, ''My world fell down'' (1966); The Epics, ''Blue turns to grey'' (1966); Factotums, ''Cloudy'' (1967); Koobas, ''Better make up your mind'' (1966); Erky Grant & The Earwigs, ''I'm a hog for you'' (1963); The Primitives, ''Help me'' (1964); Velvett Fogg, ''Within the night'' (1969, dal loro unico album eponimo).
Euro
20,00
codice 247522
scheda
Aa.vv. (60's psych) Rubble 8: All the colours of darkness
Lp [edizione] ristampa  stereo  uk  1967  past & present 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Ristampa realizzata dalla inglese Past & Present negli anni 2000, ormai fuori catalogo, copertina lucida, pressoche' identica alla prima rara tiratura del 1991 su Bam Caruso, label viola e crema, catalogo PAPRLP008. L' ottavo volume della serie ''Rubble", fondamentale collana di compilations dedicate alla psichedelia, al freakbeat ed al pop venato di acido degli anni '60, principalmente britannici ma non solo, che furono curate da Phil Smee, cultore di quella fervida stagione musicale. Smee compilo' singoli di gruppi celebri come Pretty Things, Crazy World Of Arthur Brown e Tomorrow insieme a molti pezzi di oscure formazioni di culto, come Misunderstood, Dantalion's Chariot ed Open Mind, ed altre ancora meno note che in certi casi avevano pubblicato un solo singolo prima di dissolversi; la gran parte dei 45 giri originali avevano venduto poche copie negli anni '60 e di conseguenza sono assai rari, pertanto fra i meriti di ''Rubble'' c'e' anche quello di averli resi disponibili a tutte le tasche. Una bella panoramica sul rigoglioso sottobosco della psichedelia e della post psichedelia della seconda meta' degli anni '60, che si distingue anche per il design delle copertine, che rivisita lo stile grafico psichedelico di quel decennio dalla prospettiva degli anni '80. Questa la scaletta dei brani, che include pezzi di Skip Bifferty e Second Hand, oltre al leggendario singolo dei Dantalion's Chariot di Zoot Money: Yellow, ''Living a lie'' (1970); Sharon Tandy & Fleur De Lys, ''Hold on'' (1967); Eyes Of Blue, ''Prodigal son'' (1968, dal primo album ''The crossroads of time''); Jason Crest, ''Here we go 'round the lemon tree'' (1968); Rick Price & Sheridan, ''Lamp lighter man'' (1970, dal primo album ''This is to certify that)); Jigsaw, ''Tumblin''' (1968); Skip Bifferty, ''On love'' (1967); Methuselah, ''High in the tower of Coombe'' (1969, dal loro album ''Matthew, Mark, Luke and John''); Norman Conquest, ''Upside down'' (1967); Jason Crest, ''A place in the sun'' (1969); Dantalion's Chariot, ''The madman running through the fields'' (1967); Sharon Tandy & Fleur De Lys, ''Daughter of the moon'' (1968); Mashmakhan, ''Days when we are free'' (1970, gruppo canadese); Mike Stuart Span, ''Children of tomorrow'' (1968); Serendipity, ''I'm flying'' (1968); Second Hand, ''The world will end yesterday'' (1968, dal loro primo album ''Reality'').
Euro
20,00
codice 247528
scheda
Aa.vv. (60's psych) rubble 9: Plastic wilderness
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  uk  1965  past & present 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Seconda stampa realizzata dalla inglese Past & Present negli anni 2000, ma ormai fuori catalogo, copertina lucida, label viola a sinistra e color crema a destra, pressoche' identica alla prima rara tiratura del 1991 su Bam Caruso. Il nono volume della bellissima serie ''Rubble'', originariamente pubblicato negli anni '80 dalla Bam Caruso. La serie ''Rubble'' e' una ormai classica collana di compilation dedicate alla psichedelia, al freakbeat ed al pop venato di acido degli anni '60, principalmente britannici ma non solo, che furono curate da Phil Smee, cultore di quella fervida stagione musicale. Smee compilo' singoli di gruppi celebri come Pretty Things, Crazy World Of Arthur Brown e Tomorrow insieme a molti pezzi di oscure formazioni di culto, come Misunderstood, Dantalion's Chariot ed Open Mind, ed altre ancora meno note che in certi casi avevano pubblicato un solo singolo prima di dissolversi; la gran parte dei 45 giri originali avevano venduto poche copie negli anni '60 e di conseguenza sono assai rari, pertanto fra i meriti di ''Rubble'' c'e' anche quello di averli resi disponibili a tutte le tasche. Una bella panoramica sul rigoglioso sottobosco della psichedelia e della post psichedelia della seconda meta' degli anni '60, che si distingue anche per il design delle copertine, che rivisita lo stile grafico psichedelico di quel decennio dalla prospettiva degli anni '80. Questo nono volume della serie e' dedicato alla fervente scena garage e psichedelica olandese degli anni '60, senza dubbio una delle piu' importanti ed estreme dell'Europa continentale dell'epoca. Questa la scaletta dei brani, che include pezzi di gruppi mitici come Q65, Outsiders e Group 1850: Dragonfly, ''Celestial empire'' (1968); Peter & The Blizzards, ''You know that I'll be there''; Group 1850, ''Mother no-head''; The Tower, ''Slow motion mind''; The Outsiders, ''Do you feel alright'' (1968); Sharks & Me, ''Buses''; Short '66, ''Good weekend''; The Motions, ''Wedding of 100 brides'' (1969); Sandy Coast, ''Back to the city''; The Zipps, ''Lotus love'' (inedito); The Bumble Bees, ''Girl of my kind'' (1966); The Young Ones, ''Mini Minnie'' (1965); St. Giles' System, ''Swedish tears'' (1969); Q65, ''So high I've been, so down I must fall''; Super Sister, ''A girl named you''; Les Baroques, ''Such a cad''; The Golden Ear-rings, ''That day'' (1966).
Euro
18,00
codice 248520
scheda
Aa.vv. (60's psych) rubble 9: Plastic wilderness
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  uk  1965  past & present 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
copia ancora incellophanata, seconda stampa realizzata dalla inglese Past & Present negli anni 2000, ma ormai fuori catalogo, copertina lucida, label viola a sinistra e color crema a destra con scritte nere, pressoche' identica alla prima rara tiratura del 1991 su Bam Caruso. Il nono volume della bellissima serie ''Rubble'', originariamente pubblicato negli anni '80 dalla Bam Caruso. La serie ''Rubble'' e' una ormai classica collana di compilation dedicate alla psichedelia, al freakbeat ed al pop venato di acido degli anni '60, principalmente britannici ma non solo, che furono curate da Phil Smee, cultore di quella fervida stagione musicale. Smee compilo' singoli di gruppi celebri come Pretty Things, Crazy World Of Arthur Brown e Tomorrow insieme a molti pezzi di oscure formazioni di culto, come Misunderstood, Dantalion's Chariot ed Open Mind, ed altre ancora meno note che in certi casi avevano pubblicato un solo singolo prima di dissolversi; la gran parte dei 45 giri originali avevano venduto poche copie negli anni '60 e di conseguenza sono assai rari, pertanto fra i meriti di ''Rubble'' c'e' anche quello di averli resi disponibili a tutte le tasche. Una bella panoramica sul rigoglioso sottobosco della psichedelia e della post psichedelia della seconda meta' degli anni '60, che si distingue anche per il design delle copertine, che rivisita lo stile grafico psichedelico di quel decennio dalla prospettiva degli anni '80. Questo nono volume della serie e' dedicato alla fervente scena garage e psichedelica olandese degli anni '60, senza dubbio una delle piu' importanti ed estreme dell'Europa continentale dell'epoca. Questa la scaletta dei brani, che include pezzi di gruppi mitici come Q65, Outsiders e Group 1850: Dragonfly, ''Celestial empire'' (1968); Peter & The Blizzards, ''You know that I'll be there''; Group 1850, ''Mother no-head''; The Tower, ''Slow motion mind''; The Outsiders, ''Do you feel alright'' (1968); Sharks & Me, ''Buses''; Short '66, ''Good weekend''; The Motions, ''Wedding of 100 brides'' (1969); Sandy Coast, ''Back to the city''; The Zipps, ''Lotus love'' (inedito); The Bumble Bees, ''Girl of my kind'' (1966); The Young Ones, ''Mini Minnie'' (1965); St. Giles' System, ''Swedish tears'' (1969); Q65, ''So high I've been, so down I must fall''; Super Sister, ''A girl named you''; Les Baroques, ''Such a cad''; The Golden Ear-rings, ''That day'' (1966).
Euro
20,00
codice 227215
scheda
Aa.vv. (american psych) beyond the calico wall
lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1967  voxx 
rock 60-70
Ristampa pressoche' identica alla prima tiratura, copertina senza barcode, della bella raccolta originariamente uscita per la Voxx nel 1990, assemblata da Erik Lindgren della Arf Arf, con quattordici brani di altrettanti gruppi, provenienti perlopiu' da rarissimi ed oscuri singoli pubblicati nella seconda meta' degli anni '60 (ma in qualche caso anche inediti), testimonianze preziose di una ricca scena americana tra proto-punk figlio del garage e psichedelia. Questa la lista dei brani contenuti: 1. Park Avenue Playground - The Trip (dall' unico singolo del 1969), 2. The Hooterville Trolley - No Silver Bird (dall' unico singolo del 1968) 3. Afterglow - Susie's Gone (dall' unico album "Afterglow" del 1968), 4. The Flower Power - Mt. Olympus (da un singolo della band pubblicato nel 1968), 5. The Pulse - Burritt Bradley (dal primo dei due singoli della band, pubblicato nel 1967; pubblicheranno anche un album nel 1968, "Pulse"), 6. Rasputin & The Mad Monks - I Had Too Much To Dream (Last Night) (inedita cover del celebre brano degli Electric Prunes), 7. Alva Snelling - Clock On The Wall (altro brano inedito), 8. The Spontaneous Generation - Up In My Mind (dall' unico singolo, 1968), 9. Cosmic Rock Show - Psiship (dall' unico singolo, 1968), 10. The Greek Fountains - An Experimented Terror (da un singolo del 1967), 11. Duffy - Come Back, Come Back (dall' unico singolo, 1970), 12. The Pebble Episode - Tripsy (dall' unico singolo, 1967), 13. Bohemian Vendetta - Paradox City (dall' unico album, "Bohemian Vendetta", 1968), 14. Demons Of Negativity - Resurrection (unico brano noto della band di Erik Lindgren gia' attiva negli anni '60, ma registrato in realta' nel 1986)
Euro
19,00
codice 3025298
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1967  4 men with beards 
rock 60-70
Vinile da 180 grammi, copertina cartonata a busta senza codice a barre. Ristampa del 2013 ad opera della 4 men With Beards, condotta sulla ristampa in passato realizzata dalla stessa Takoma, con copertina diversa dalla prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1967 dalla Takoma, questo album presenta sette brani all'epoca inediti ad opera di importanti chitarristi dell'etichetta di John Fahey: oltre a Fahey stesso, troviamo Robbie Basho (ciascuno dei due e' rappresentato con un lungo brano di oltre dieci minuti), Harry Taussig, Max Ochs ed il grande bluesman afroamericano Bukka White. Vecchi e nuovi modi di intendere la chitarra dalle radici folk e blues, con risultati talora molto innovativi ed originali. Questi i brani inclusi: Max Ochs, ''Raga''; John Fahey, ''The fahey sampler''; Bukka White, ''Old man walking blues''; Max Ochs, ''Raga'', Harry Taussig, ''Water verses'', ''Children's dance''; Robbie Basho, ''The thousand incarnations of the rose''.
Euro
28,00
codice 3506256
scheda
Aa.vv. (beat austria) Schnitzelbeat vol. 1
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1965  digatone 
rock 60-70
Edizione limitata a 500 copie, copertina ruvida senza codice a barre, bel libretto di dodici pagine formato lp con ricche note in lingue inglese e tedesca, foto dei musicisti e delle etichette dei loro singoli, label rossa su di una facciata e nera sull'altra, con scritte bianche su entrambe, catalogo DIG004. Pubblicata nel 2013 dalla Digatone, questa raccolta compila sedici rari e leggendari brani tratti per lo piu' da singoli (o addirittura da un rarissimo acetato per quanto riguarda i Die 4 Bambis) del periodo 1957-1965, mai ristampati finora, ad opera di scatenati gruppi austriaci dediti al primigenio rock'n'roll, all'exotica ed ai primi selvaggi ruggiti del beat, prima che il pop austriaco divenisse piu' slavato e commerciale. Dalla folle e stridente (quasi una profezia sui Cramps) ''Nachts in Chicago'' degli Hubbubs, al bizzarro jazz esotico e quasi protopsichedelico di ''Tabu'' degli Austrian Evergreen, fino al rock'n'roll di una crudezza quasi punk di ''Jeannie, jeannie, jeannie'' di Hannes Patek & The Vienna Beatles, una carrellata di esempi di quando il rock viveva ancora allo stato brado. Questa la scaletta: Werner Gavac, ''I love you, baby!'' (1958); Frank Roberts, ''Maloja'' (1957); Die 4 Bambis, ''Inka city 60'' (1960); Uzzi & Bill Grah's Olympia Band, ''Geisterstunden cha-cha'' (1960); The Hubbubs, ''Nachts in chicago'' (1964); Johnny & The Shamrocks, ''Biggy's little car'' (1965); Franco Runa, ''Komm, little girl'' (1965); Ferry Graf, ''Hotel zur einsamkeit'' (1958); The Austrian Evergreens, ''Tabu'' (1962); The Austrian Evergreens, ''Olymp'' (1964); Dolf Kauer, ''Blue-jean-jack aus meidling'' (1962); Errol Ribeiro & The Vienna Beatles, ''Sick and tired'' (1965); The Tramps, ''Gran chaco'' (1964); Jerry & The Cannons, ''Rosalie (shake, shake)'' (1965); Hannes Patek & The Vienna Beatles, ''Jeannie, jeannie, jeannie'' (1965); Rockie Jackson, ''Baby, let's play house'' (1960).
Euro
23,00
codice 3506613
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1963  electrola 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
l' originale rara e ricercata stampa tedesca, copertina laminata fronte e retro, etichetta rossa con logo Electrola in bianco in alto e cucciolo di cane con grammofono in nero, catalogo E83567. Pubblicata dalla Electrola in Germania intorno al 1964, questa raccolta compila quattordici brani di gruppi fra i piu' popolari di quel momento, con il titolo che fa riferimento al leggendario Star Club di Amburgo, uno dei luoghi storici per la nascita della musica beat: troviamo pezzi come ''Misery'' dei Beatles, ''Searchin''' degli Hollies e ''Do you love me'' dei Dave Clark Five, successi di classifica in Gran Bretagna nel 1963, oltre ad altri nomi importanti come Screamin' Lord Sutch e Johnny Kidd and the Pirates, una testimonianza dei tempi d'oro del beat anglosassone. Questa la scaletta: Michael Cox with the Charles Blackwell Orchestra, ''Sweet little sixteen''; Screaming Lord Sutch with the Savages, ''Good bolly miss molly''; Miek Berry with the Outlaws, ''Tribute to Buddy Holly''; Johnny Kidd, ''I want that''; Dean Shannon, ''Blowing wind''; Mike Berry with the Outlaws, ''Don't you think it's time''; Johnny Kidd and the Pirates, ''A shot of rhythm and blues''; Screaming Lord Sutch with the Savages, ''Till the following night''; Mike Sarne & the Innocents, ''Just like eddie''; Cliff Bennet and the Rebel Rousers, ''That's what I said''; Beatles, ''Misery''; Hollies, ''Searchin'''; Bruisers, ''Blue girl''; Dave Clark Five, ''Do you love me''.
Euro
120,00
codice 319229
scheda
Aa.vv. (blues from sun records) Blues came down from memphis (reissue test pressing!)
Lp [edizione] test pressing  stereo  uk  1965  charly 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent blues rnr coun
Esemplare TEST PRESSING, relativo pero' alla ristampa del 1977 realizzata dalla Charly (l'album fu originariamente pubblicato nel 1965 dalla London), copertina neutra bianca, label neutra bianca, catalogo CR30125 inciso sul trail off (si tratta appunto del catalogo della ristampa della Charly). Originariamente uscita nel 1965 su London in Gran Bretagna, questa raccolta compila quattordici storici brani tratti da singoli o 78 giri pubblicati negli USA dalla mitica label Sun Records di Memphis, diretta da Sam Phillips. L'etichetta e' passata alla storia soprattutto per aver lanciato artisti rock'n'roll e rockabilly come Elvis Presley e Johnny Cash, tuttavia gia' da prima la Sun era dedita a pubblicare musica afroamericana, in particolare blues, e questa raccolta si concentra appunto sul catalogo blues della label, compilando brani di artisti del calibro di Rufus Thomas, Little Milton e James Cotton, accanto a nomi meno altisonanti ma non meno interessanti come Doctor Ross, leggendario ''one man band'' originario del Mississippi. Si tratta di brani fantastici, in cui l'energia primordiale del blues del Sud, da cui molti di questi artisti provenivano, si veste delle sonorita' elettriche del moderno blues metropolitano, ed in alcuni casi mostra uno spirito selvaggio che si ritrovera' anche nel primo rock'n'roll. Questa la scaletta: Doctor Ross, ''The boogie disease''; James Cotton, ''Cotton crop blues''; Willie Nix, ''Baker shop boogie''; Rufus Thomas, ''Bear cat''; Jimmy DeBerry, ''Take a little chance''; Doctor Ross, ''Juke box boogie''; Sammy Lewis & Willie Johnson Combo, ''I feel so worried''; Little Milton, ''If you love me''; Jimmy DeBerrty, ''Time has made a change''; Doctor Ross, ''Come back baby''; Sammy Lewis & Willie Johnson Combo, ''So long baby goodbye''; Rufus Thomas, ''Tiger man''; Willie Nix, ''Seems like a million years''; Doctor Ross, ''Chicago breakdown''.
Euro
28,00
codice 328948
scheda
Aa.vv. (blues rnr) Negro folklore from texas state prisons
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1966  [PIAS] Recordings / Moochin' About 
blues rnr coun
Bella ristampa del 2019, con copertina per l' occasione apribile, corredata di booklet di 22 pagine con testi, e di download code. Pubblicato nel 1966 dalla Elektra negli USA e dalla Bounty in Gran Bretagna, questo storico album contiene registrazioni effettuate da Bruce Jackson della Harvard's Society nelle carceri di stato del Texas durante i primi anni '60, che documentano canti blues, spirituals, canzoni di lavoro, eseguiti senza strumenti ma solo con le voci dei carcerati (spesso in coro). Il disco presenta molti bluesmen mai prima registrati, quali Johnny Jackson, Marshall Phillips, Joseph ''Chinaman'' Johnson, Johnnie Robinson, George White, Louis Houston, Houston Page, W.D. Alexander, Virgil Asbury. Questa la scaletta: ''Raise 'em up higher'', ''Don't look so downhearted, buddy'', ''Move along 'gator'', ''Three more brothers'', ''Assassination of the president'', ''Don't be uneasy'', ''Rattler'', ''Hammer ring'', ''T.B. Bees'', ''If you see my mother'', ''Just like a tree planted by the water'', ''See how they done my lord'', ''Daniel in the lion's den'', ''Forty-four hammers''.
Euro
28,00
codice 2109059
scheda
Aa.vv. (blues) American folk blues festival '64
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1964  l+r / pure pleasure 
blues rnr coun
Ristampa del 2014, in vinile 180 grammi per audiofili, ad opera della Pure Pleasure, copertina senza barcode pressoché identica alla prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1964 dalla Fontana nel Regno Unito ed in Germania, questo album documenta i concerti dati alla Musikhalle di Amburgo in Germania il 9 ottobre del 1964 nell'ambito dell'American Folk Blues Festival che vi si tenne. Suonarono in quell'occasione numerosi pezzi da novanta del blues americano, come Howlin' Wolf, Sonny Boy Williamson, Lightnin' Hopkins (con una performance sontuosa) e Sleepy John Estes, alcuni con set acustici in solitario (Estes e Hopkins), altri con accompagnamento di un gruppo elettroacustico (Howlin' Wolf e Williamson, fra gli altri), nel cui organico figurano costantemente strumentisti di eccezione come il grandissimo Wille Dixon ed il chitarrista Hubert Sumlin. Questa la scaletta: Sonny Boy Williamson (con Hubert Sumlin alla chitarra), "I'm trying to make London my home"; Sonny Boy Williamson (con gruppo di accompagnamento), "Dissatisfied"; Sunnyland Slim (con gruppo di accompagnamento), "Everytime I get to drinkin'"; Lightnin' Hopkins (solo), "Ain't it a pity", "Baby please don't go"; Sleepy John Estes (con Hammie Nixon all'armonica ed alla brocca), "I'm a tearing little dady"; John Henry Barbee (solo), "Cotton pickin' blues"; Hubert Sumlin (con gruppo di accompagnamento), "No title boogie"; Sugar Pie Desanto (con gruppo di accompagnamento), "Slip in mules"; Howlin' Wolf (con gruppo di accompagnamento), "Dust my broom".
Euro
19,00
codice 2096908
scheda
Aa.vv. (blues) Blues oldies and goodies
Lp [edizione] originale  mono  usa  1962  crown 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent blues rnr coun
prima stampa USA in mono, copertina cartonata, con catalogo Crown sul retro il cui numero piu' alto e' 5213 (5238 quello di questo album), label grigia con scritte nere e logo Crown nero senza corona in alto, catalogo CLP5238. Pubblicata dalla Crown nel 1962, questa compilation e' una efficace introduzione al blues elettrico afroamericano degli anni '50 e '60, attraverso dieci classici brani del genere, ad opera di protagonisti assoluti quali John Lee Hooker, BB King, Etta James, Bobby Blue Bland e Jimmy Witherspoon. Questa la scaletta: BB King, ''3 o'clock blues'', ''You upset me baby''; Etta James, ''Roll with me henry'', ''Crazy feeling''; John Lee Hooker, ''Boogie chillem'', ''I'm in the mood''; Bobby Blue Bland, ''Drifting from town to town'', ''Love you yes I do''; Jimmy Witherspoon, ''No rolling blues'', ''Big fine girl''.
Euro
25,00
codice 319178
scheda
Aa.vv. (blues) The Blues Legend vol. 3
LPBOX [edizione] ristampa  stereo  ger  1960  happy bird 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent blues rnr coun
Box quadruplo uscito per la tedesca Happy Tiger nel 1981, copertina in cartoncino lucido rigido, senza barcode, etichetta arancio con scritte e logo neri. Si tratta del terzo ed ultimo volume di una serie (il cui primo volume era stato pubblicato un anno prima dalla Time Wind, il secondo sulla stessa Happy Bird) tesa a riproporre il meglio della produzione dei piu' grandi bluesman afroamericani. In questo terzo volume il primo album e' una raccolta con LEADBELLY, SONNY TERRY & BROWNIE MCGHEE, JOHN LEE HOOKER, BLIND JOHN DAVIS, MEMPHIS SLIM E MUDDY WATERS, il secondo e' l' album "Chicken Shack" accreditato a LUTHER JOHNSON WITH THE MUDDY WATERS BLUES BAND (originariamente uscito su Muse records nel 1974 e su Happy Bird nel 1975); il terzo lp e' una raccolta di RAY CHARLES, il quarto e' la rcccolta uscita per la prima volta su Storyville alla fine degli anni '60 con titolo "Portraits in Blues Vol. 5" (ed ordine dei brani diverso); questa la lista completa dei brani: LP1 Leadbelly "The Bourgeois Blues" e "Whoe Back Buck"; Sonny Terry & Brownie McGhee "John Henry" e "Take This Hammer"; John Lee Hooker "Hobo Blues" e "C.C.Rider"; Blind John Davis "Everyday I Have The Blues"; Memphis Slim "Bertha May"; Muddy Waters "Diggin' My Potatoes" e "Watch Dog" Lp 2: Luther Johnson With The Muddy Waters Blues Band: Mini Dress - Remember Me - Snake - Comin' Home Baby - Blues For Hippies - Chicken Shack - Love 'n' Trouble - I'm So Glad - Love Without Jealousy - Evil Lp 3: Ray Charles : Easy Riding Gal - Ray's Blues - Here Am I - Blow My Baby Back Home - Blues Is My Middle Name - I'm Just A Lonely Boy - Going Down Slow - St.Pete Blues - Late In The Evening. Lp 4: Champion Jack Dupree: Mercy On Me - Sleeping In The Street - I'm A Gamblin' Man - I Hate To Be Alone - Door To Door Blues - When I've Been Drinking - The Cold Ground Is My Bed - Lonesome Bedroom Blues- A Good Woman Is Hard To Find - I'm Growing Older Every Day
Euro
30,00
codice 228946
scheda
Lp [edizione] ristampa  stereo  ita  1964  Vanguard / orizzonte 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Copia ancora incellophanata, ristampa italiana del 1978, copertina con logo della linea Folk della Orizzonte in alto a sinistra, etichetta crema con cavaliere bianco in basso, catalogo ORL8196, timbro Siae del terzo tipo, in uso dal 1978/79, con marchio Siae che non ne occupa piu' l' intero cerchio centrale, data sul trail pff "15-3-78". Titolo completo "Newport Broadside - Topical Songs at the Newport Folk Festival 1963". Pubblicato dalla Vanguard nel 1964, raccoglie preziose testimonianze registrate dal vivo durante il fondamentale Newport Folk Festival del 1963, che si tenne dal 26 al 28 luglio; storiche performances altrimenti inedite di alcuni dei protagonisti del nuovo folk americano, quasi tutti ai loro esordi, con qualche contributo della vecchia guardia, il tutto colto nell' anno topico del movimento, ovvero il 1963, alla vigilia dell' elettrificazione e della nascita del folk rock. Ecco la scaletta con relativi brani: A1 Bob Dylan And Pete Seeger "Ye Playboys And Playgirls", "A2 Tom Paxton "The Willing Conscript", A3 Tom Paxton "Rambling Boy", A4 Sam Hinton "Talking Atomic Blues", A5 Bob Davenport "Come All Ye Gallant Drivers", A6 The Freedom Singers "Fighting For My Rights", A7 The Freedom Singers "I Love Your Dog, I Love My Dog", A8 The Freedom Singers "Get On Board, Little Children", B1 Jim Garland "I Don't Want Your Millions, Mister", B2 Jim Garland "The Ballad Of Harry Simms", B3 Ed McCurdy "Where Did You Come From", B4 Phil Ochs "Ballad Of Medgar Evers", B5 Phil Ochs "Talking Birmingham Jam", B6 Peter La Farge "Coyote, My Little Brother", B7 Joan Baez And Bob Dylan "With God On Our Side"
Euro
23,00
codice 249925
scheda
Aa.vv. (bossa nova, samba, mpb) I festival universitàrio de mùsica popular brasileira
Lp [edizione] originale  mono  bra  1968  philips 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good world
prima stampa brasiliana, copertina (con moderati segni di invecchiamento) ripiegata attorno al disco, con testi sul retro, label blu con scritte argento e logo Philips argentato in alto, catalogo R765.061L. Pubblicato nel 1968 dalla Philips in Brasile, questo album compila dodici brani ad opera di altrettanti artisti emergenti sulla scena musicale brasiliana dell'epoca, fra cui la grandissima Elis Regina ed il celebre Jair Rodrigues, i quali si esibivano anche insieme in quegli anni; il Festival Universitario de Musica Popular Brasileira era un evento organizzato dalla televisione brasiliana, in questo caso la TV TUPI, spettacoli televisivi come quello famoso, chiamato Festival de Musica Popular Brasileira organizzato nel 1966. Gli artisti rappresentati in questa kermesse, fra samba, bossa nova e canzone pop a tinte carioca, sono più legati ai primi vagiti della MPB (Musica Popular Brasileira), che all'eccentricità del movimento Tropicalia, che proprio nel 1968 giunse ufficialmente allo scioglimento. Questa la scaletta: Lucio Alves, "Helena, helena, helena"; Claudette Soares, "Frevo da saudade"; Jair Rodrigues e Quarteto Novo, "O violeiro"; Magda, "Lembranca"; Homero Moutinho Filho, "Sincope universal"; Jorge Nery, "Pobreza por pobreza"; Claudette Soares, "Vida breve"; Ciro Monteiro, "Até o amanhecer"; Elis Regina, "Um novo rumo"; Paulo Marquez, "Meu Tamborim"; Sonia Lemos, "Arruaca"; Ruy Felipe, "Morena porta-bandeira".
Euro
16,00
codice 332278
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  cool cult 
blues rnr coun
Ristampa del 2019, in vinile da 180 grammi, copertina senza barcode, su singolo vinile e non più su doppio come era nella prima tiratura, e con otto brani in meno rispetto a quella. Originariamente pubblicato nel 1969 dalla Blue Thumb, questo album documenta il blues rurale del Sud degli Stati Uniti attraverso incisioni in studio effettuate agli Ardent Studios ed ai Royal Recording Studios di Memphis fra il 9 ed il 12 giugno dello stesso anno. "Memphis swamp jam" contiene brani di alcuni grandissimi superstiti del vecchio blues acustico del Sud: qui ascoltiamo brani di Bukka White, dotato di una voce al vetriolo ed accomunato per alcuni particolari agli stili di Skip James e Blind Willie Johnson, proveniente dalla cittadina di Houston nel Mississippi, influenzato in gioventu' dal grande bluesman del delta Charley Patton; Walter "Furry" Lewis, stimatissimo e longevo bluesman, (nato fra il 1893 ed il 1900, morto nel 1981), ricordato come uno dei maggiori esponenti del blues di Memphis, la cui importanza e' riconoscita dalla critica anche per avere egli contribuito a mantenere viva la memoria dello stile blues di quell'area degli Stati Uniti, quando venne riscoperto da Sam Charters alla fine degli anni '50, tornando poi alla ribalta con il blues revival degli anni '60 e diventando uno dei bluesmen del delta piu' celebri degli anni '70; Sleepy John Estes (1899-1977), autore di blues disadorni e spigolosi, caratterizzati da testi poetici con i quali trasfigura ogni fatto, storia o evento grande e piccolo che gli accade intorno, nella ristretta realta' di Brownsville; Nathan Beauregard (1887-1970), originario di Colbert, Mississippi, era tuttavia basato a Memphis, e si esibiva sovente nei festival dell'epoca del blues revival degli anni '60, suonando spesso un banjo elettrificato; infine Fred McDowell (qui con Johnny Woods), chitarrista e cantante, rimasto nell'ombra fino alla sua "riscoperta" avvenuta nel '59 da parte dell'etnomusicologo Alan Lomax, interprete dai toni intensi e drammatici, dalla voce malinconica, a volte flebile e a volte piu' penetrante, le cui composizioni sono principalmente caratterizzate da un senso tragico e improntate a temi catastrofici, ma contengono sempre una speranza finale ed una religiosita' di fondo. Questa la scaletta: Booker Bukka White, "Christmas eve blues", "Columbus, Miss blues", "Sad day blues"; Furry Lewis, "Judge boushay blues", "Walking blues"; Sleepy John Estes, "President kennedy stayed away too long", "Need more blues"; Nathan Beauregard, "Nathan's bumble bee blues", "'Bout a spoonful"; Fred McDowell and Johnny Woods, "Shake 'em on down", "Fred's blues", "Keep your lamp trimmed and burning".
Euro
10,00
codice 3026955
scheda
lp [edizione] originale  stereo  usa  1969  columbia 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
la prima stampa americana, copertina cartonata ed etichetta rossa "Columbia '360 sound' ", poi ristampato con diversa etichetta, senza "Stereo" a sinistra sotto il numero di catalogo (che subentrera' nel 1970), catalogo CS9952. Pubblicato nel 1969, contiene undici brani di altrettanti gruppi o artisti (perlopiu' americani) del catalogo Columbia; tra i brani, la rara "Lay Lady Lay" dei Byrds, all' epoca pubblicata solo su singolo. Questa la lista completa dei brani: Big Brother And The Holding Company "Ball And Chain" (dall' album" Cheap Thrill" del 1968); Blood, Sweat And Tears "God Bless The Child" (dall' album "Blood, Sweat And Tears" del 1968); Electric Flag "Killing Floor" (dall' album "A Long Time Comin'" del 1968); It's A Beautiful Day "White Bird" (dall' album "It's A Beautiful Day" del 1968); Laura Nyro "Sweet Blindness" (dall' album "Eli And The Thirteenth Confession" del 1968), Taj Mahal "Diving Duck Blues" (dall' album "Taj Mahal" del 1968); Johnny Winter "I'll Drown In My Tears" (dall' album "Johnny Winter" del 1969); Mike Bloomfield / Al Kooper "Albert's Shuffle" (dall' album "Super Session" del 1968); Byrds "Lay Lady Lay" (pubblicata solo su singolo nel 1969); Chicago "Listen" (dall' album "Chicago Transit Authority" del 1968); Mongo Santamaria "Cold Sweat" (dall' album "Soul Bag" del 1968).
Euro
25,00
codice 22649
scheda
Aa.vv. (cambodia) Cambodian nuggets (ltd.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1960  akenaton 
world
Edizione limitata a 500 copie, pressate nella Repubblica Ceca dalla GZ Media, copertina senza codice a barre, label bianca e blu con scritte bianche, titolo e logo Akenaton blu, catalogo AK02. Pubblicata nel 2019 dalla Akenaton, questa antologia compila dodici rari brani prodotti in Cambogia da artisti locali, intorno agli anni '60 ed alla prima metà dei '70. Era la Cambogia dell'ex re e poi presidente Norodom Sihanouk, un paese aperto alle influenze occidentali ma politicamente neutrale e non ostile alla Cina comunista: Sihanouk, amante del cinema e della musica, promosse le arti nel proprio paese, spingendo la nascita di una cultura moderna che manteneva la sua identità cambogiana ma aprendosi agli scambi con il mondo, e questo processo ebbe luogo anche con la musica del paese asiatico. La diffusione di dischi e strumenti occidentali si integrò con la cultura musicale locale khmer e da questo terreno fiorì negli anni '60 una ricca scena di artisti e locali nella capitale Phnom Penh, che proponevano musica pop ma che col tempo e con il crescente coinvolgimento degli Stati Uniti nel Sud Est asiatico durante la guerra in Vietnam cominciarono anche ad assorbire le innovazioni del rock e della psichedelia, creando un singolare "melting pot" dalla breve esistenza, messo in crisi nei primi anni '70 con la dittatura di Lon Nol, filo-americano, il cui regime patrocinò musiche dai contenuti più patriottici, e poi spazzato via pressoché completamente con la presa del potere nel 1975 da parte dei khmer rossi, che cercarono di cancellare ogni segno della presenza culturale occidentale, distruggendo fra l'altro moltissimi dischi, masters e persino studi di registrazione cambogiani. Questa antologia compila alcune delle incisioni superstiti, che danno un sintetico quadro sulla vitale scena musicale cambogiana degli anni '60. Qui di seguito la scaletta. SIDE 1: 1. Ros Serey Sothea - Jam 10 Kai Thiet (Wait 10 More Months) 2. Yol Aularong - Yuvajon Kouge Jet (Broken Hearted Man) 3. Pan Ron - Why Follow Me 4. Tet Somnang & Meas Samon - Khnyom Jah Karake 5. Houy Meas & Dara Chom Chan - Nek Na Min Rom (Who Isn't Dancing) 6. Choun Malai - Jomreang Oun Chreang SIDE 2: 1. Sinn Sisamouth - Navy A Go Go 2. Liev Tuk - Rom Sue Sue (Dance Soul Soul) 3. Thra Kha Band - Do You No Wrong Again 4. Yol Aularong & Liev Tuk - Sou Slarp Kroam Kombut Srey (Rather Die Under The Woman's Sword) 5. Eng Nary - I Wonder 6. Baksey Cham Krong & Mol Kamach - De Quoi Pleures – Tu.
Euro
22,00
codice 3513910
scheda
Aa.vv. (cantautori) Classe gamma - cantautori n. 1
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  ita  1960  oxford 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent cantautori
Copia ancora incellophanata, seconda stampa italiana, con copertina in bianco e nero e senza più le parti colorate, label gialla e verde sfumata con scritte nere, logo Oxford giallo, verde e nero in alto, piccolo logo Ariston Production nero in basso, catalogo OX/3046, timbro Siae del secondo tipo, in uso dal '75 al '78/79, con marchio Siae che ne occipa ancora l' intero cerchio centrale. Pubblicata nel 1977 dalla Oxford in Italia, questa antologia di brani editi è un piccolo manifesto della ricchissima scena della canzone d'autore italiana, che offre uno spaccato anche molto diversificato di quel vasto panorama, passanto da autori ormai storici della scuola genovese come Luigi Tenco, Umberto Bindi e Gino Paoli, ad una figura di spicco degli anni '70 come Lucio Battisti o un autore come Franco Califano, fino ad un artista originale e lontano dal gusto più popolare come Claudio Rocchi, legato all'epoca al microcosmo hippie, e qui presente con la bellissima "La realtà non esiste"; si ascoltano anche autori meno famosi o ricordati nel tempo ma ugualmente interessanti come i romani Luciano Rossi, i cui brani saranno interpretati da illustri e celebri colleghi, e Bruno Martini, proveniente dal jazz ed autore della famosa "Estate". Questa la scaletta completa: Luciano Rossi, "Bella" (1975); Gino Paoli, "Sassi" (1960); Franco Califano, "Ti raggiungerò" (1965); Anselmo Genovese, "La prima volta" (1974); Luigi Tenco, "Cara maestra" (1962); Lucio Battisti, "10 ragazze" (1969); Bruno Martino, "Raccontami di te" (1973); Claudio Rocchi, "La realtà non esiste" (1971); Umberto Bindi, "Storia al mare" (1968); Mario Barbaja, "Super-supermaket" (1975).
Euro
18,00
codice 333832
scheda
Aa.vv. (chicago garage psych) rembrandt records story (+7")
lp [edizione] originale  stereo  eu  1966  break-a-way 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
copia ancora incellophanata; sottotitolato "Open Up Your Mind 1966-1967 - A Psychedelic Compendium Of Chicago's famous '60s label", copertina senza barcode, inserto con foto e note, edizione limitata di 500 copie arricchita della presenza di un 7" bonus con due brani dei Nite-Owls. Pubblicata nel 2015 dalla tedesca Break-a-way, ed ormai fuori catalogo, questa bella raccolta attinge alla produzione ed ai cassetti (ci sono infatti anche alcuni inediti) dell' atichetta americana di Chicago, la Rembrandt Records, autrice di una manciata di singoli tra il 1966 ed il 1967, tra garage-beat, garage-punk e psichedelia, dischetti divenuti un culto presso gli appassionati della scena americana 60's garage, ed in effetti di notevolissimo livello medio, anche aldila' dei noti Lemon Drops. Questa la lista dei brani contenuti: 1. Nite-Owls - Come On Back (facciata A di uno dei loro due singoli, 1966), 2. Nuchez - Open Up Your Mind (facciata A del loro unico singolo, ottobre 1966, ma qui in un "unreleased mono master"), 3. Nickel Bag - The Woods (facciata A del loro unico singolo, del 1966, ma qui in un "unreleased mono master"), 4. Circus - Sands Of Mind (facciata A del loro unico singolo, 1966), 5. Lemon Drops - I Live In The Springtime (splendida facciata A del loro unico singolo, del 1967), 6. Monday's Children - Long Lost Friend (facciata A del loro unico singolo, 1966), 7. Nite-Owls - It's A Hassle (facciata B del gia' citato singolo "Come On Back", "unreleased mono master"), 8. Nickel Bag - The Woods (versione comparsa nel singolo gia' citato), 9. Nite-Owls - It's A Hassle (versione comparsa nel singolo gia' citato), 10. Lemon Drops - Listen Girl (b-side di "I Live in The Springtime"), 11. Circus - Games We Play (retro di "Sands of Mind"), 12. Nuchez - Open Up Your Mind (versione comparsa nel singolo gia' citato), 13. Lemon Drops - Sometime Ago (traccia inedita del 1967), 14. Nuchez - BG's One Eye (retro di "Open Up Your Mind"). Il singolo bonus contiene "Something You Got" e "Ooh Poo Pah Doo" dei Nite-Owls, entrambe inedite.
Euro
23,00
codice 244583
scheda

Page: 2 of 137


Pag.: oggetti: