Hai cercato:  Ultimi arrivi (lista aggiornata ogni giovedi' sera) --- Titoli trovati: : 443
«---  1 ... 10 11 12 13 14 15 16 17 18  ---»
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
X    More fun in the new world
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1983  elektra 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa europea di pressaggio tedesco, copia distribuita in Italia a scopo promozionale con timbro "Campione Gratuito Vietata la Vendita" su una delle due etichette, e marchio Siae stampato su entrambe, copertina lucida fronte retro senza barcode, inner sleeve in carta sagomata sugli angoli superiori e con testi, label rossa con scritte bianche in basso lungo il bordo disposte su tre righe, scritte nere al centro e logo Elektra bianco in alto, catalogo 96-0283-1. Il quarto album della grande punk rock band californiana di Los Angeles guidata da Exene Cervenka e John Doe. Uscito nel settembre del 1983, e giunto all' 86esimo posto della classifica americana, "More Fun in the New World" e' l' ultimo album della band che vede alla produzione l' ex Doors Ray Manzarek, quasi un membro aggiunto del gruppo sin dai tempi del primo epocale "Los Angeles", e soprattutto ne e' l' ultimo capolavoro, giacche' il successivo "Ain't Love Grand", due anni dopo, sebbene assai sottovalutato, esporra' al giudizio della critica e del pubblico una band ormai lontana dalla freschezza trascinante dei tempi migliori (benche' preceduto da "Poor Little Critter in the World", in cui Exene Cervenka, John Doe ed il batterista D.J. Donebrake, a nome Knitters, compirono un vero e proprio tuffo nella purezza delle sonorita' country che gia' qui' affiorano in piu' di una occasione). "More Fun..." e' pero' ancora un disco di grande bellezza, all' altezza di "Los Angels", "Wild Gift" e "Under The Big Black Sun"; di quest' ultimo prosegue il cammino verso una musica certo meno aggressiva e punk che nei primi lavori, ed ancora piu' esplicita nel suo richiamo alle "radici", caratterizzato da una maggiore immediatezza che avrebbe certo meritato un maggiore riscontro commerciale, ma senza rinunciare alla viscerale sincerita' di un songwriting ancora una volta straordinario, che da' vita a nuovi classici indimenticabili marchiati indelebilmente dagli splendidi intrecci vocali di Exene e John, come la magnifica "The New World", le aggressive ed ancora una volta graffianti "We' re Having Much More Fun" e "Make the Music Go Bang", la trascinante cover del classico rock'n'roll "Breathless" (portata al successo tra gli altri da Jerry Lee Lewis), per la gioia di Billy Zoom, chitarrista che non ha mai nascosto le sue radici rockabilly, l' immensa "I Must Not Think Bad Thouths", il cui crescendo emotivo e' davvero raro, o semplicemente il grande rock di "Drunk in My Past". La chiusura e' affidata ad un bizarro esperimento, che fece gridare allo scandalo i fans della band, "True Love Pt.2", dedicata a James Brown e George Clinton, dalle ritmiche smaccatamente funky e interpretabile come un divertito "scherzo" della band, che nulla toglie alla bellezza di un disco superbo.
Euro
25,00
codice 234136
scheda
X    See how we are
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1987  elektra 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa USA, copertina con barcode, inner sleeve con testi, label custom con artwork diverso su ciascuna facciata, scritte bianche, logo Elektra rosso, bianco e nero a sinistra, catalogo 9 60492-1. Pubblicato nel luglio del 1987 dalla Elektra in Gran Bretagna e negli USA, il sesto ed ultimo album, prima dell' inatteso ritorno diversi anni dopo, del grande gruppo di Los Angeles. Pubblicato dopo il discusso "Ain't Love Grand", questo "See How We Are" e' come il precedente un ottimo album, registrato per la prima volta senza Billy Zoom alla chitarra (al suo posto l' ex Lone Justice Tony Gilkyson), diviso tra gli episodi di roots rock tipici della seconda produzione della band e tiratissimi brani memori del punk rock del passato (come la tiratissima "In the Time it Takes"). Tra gli ospiti, Dave Alvin dei Blasters (sua la bella "4th Of July" che usci' anche su singolo) e Benmont Tench. Dopo questo disco prima la Cervenka e poi anche John Doe produrranno alcuni lavori solisti (la Cervenka mettera' anche in piedi un' ottima punk band, gli Auntie Christ), prima di ritrovarsi insieme e naturalmente affiatatissimi per una nuova edizione del gruppo. Alla fine degli anni settanta c'e' una band che infiamma il panorama underground di Los Angeles e si chiama X: i suo membri sono Exene Cervenka (voce), John Doe (voce e basso), Billy Zoom (chitarra) e Don Bonebrake (batteria). Forti di una "frontgirl" tanto minuta quanto carismatica, solita agghindarsi con abiti da vecchia signora anni cinquanta, gli X danno vita a un suono che e' la perfetta fusione tra il vecchio rock americano e il punk, creando atmosfere sempre serrate e vigorose ma dall'inconfondibile sapore retro'. Ad innalzare la qualita' delle loro realizzazioni saranno proprio i testi mai sloganistici ma aspramente poetici, e le voci di Doe e della Cervenka si rincorrono e si fondono in duetti mozzafiato. Gli X sono stati uno dei gruppi piu' originali del "beach punk" californiano. Rispetto a tante altre hardcore band losangeline dei primi anni ottanta, gli X si distinguevano per un approccio piu' eclettico, piu' fantasioso, piu' disteso, piu' malinconico e soprattutto piu' propenso al recupero di sonorita' e stili dei due decenni precedenti. Quello degli X e' roots-rock per l'era del punk e della new wave. E' una musica di compromesso tra passato e presente, capace di rispolverare i maestri del rock e di guardare a loro con lo spirito disilluso degli anni ottanta.
Euro
20,00
codice 328132
scheda
X    Wild gift
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  usa  1981  slash 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
seconda stampa americana del 1983, copertina con barcode, etichetta grigia con logo Slash rosso in alto e logos grigi sullo sfondo, catalogo 1-23931. Il secondo album, il loro piu' punk, non a caso con alcuni brani del primissimo repertorio del gruppo di Los Angeles (le indimenticabili "We're Desperate" ed "Adult Books" sono nuove versioni dei due brani del singolo d'esordio del 1978!!!), ancora con la produzione dell' ex Doors Ray Manzarek che pero' non vi suona, come nel primo "Los Angeles", le tastiere. Un disco quindi piu' grezzo ed essenziale di quell' esordio, e con quello vertice della produzione di una band capace come poche di mettere insieme rabbia e poesia, con una intensita' che l' alternarsi ed il sovrapporsi delle voci di John Doe ed Exene Cervenka sapevano rendere davvero lacerante, ed uno dei capolavori del punk californiano, con molti episodi, oltre i due gia' citati, a meritare la qualifica di capolavoro; perlomeno da citare "White Girl", intrisa di struggente e doloroso lirismo ed il punk'n
Euro
28,00
codice 246525
scheda
X-mal deutschland    Eisengrau in hamburg 1984
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1984  sierox 
punk new wave
Copertina lucida fronte retro senza codice a barre, label bianca con scritte nere e logo del gruppo in bianco su campo nero. Pubblicazione private press del 2018 su Sierox, questo album contiene le registrazioni dal vivo di un concerto dato dal gruppo il 3 ottobre del 1984 alla Markthalle di Amburgo. Molto buona la qualita' sonora (ma forse il suono della chitarra e' un po' basso nel mix), che permette di godersi una notevole performance di dark wave teutonica. Una buona meta' dei brani proviene dall'allora nuovo album ''Tocsin''. Questa la scaletta: ''Mondlicht'', ''Eiland'', ''Boomerang'', ''Reigen'', ''Tag fuer tag'', ''Nachtschatten'', ''Polarlicht'', ''Qual'', ''Eisengrau'', ''Augenblick''. Gli X-Mal Deutschland sono stati caratterizzati nei loro esordi da sonorita' tra gotico e post-punk, con chitarre graffianti, tastiere e basso sepolcrali e partiture ritmiche superbe e minimali, pura adrenalina per gli amanti della scena dark-wave, autori di brani memorabili ed inarrivabili nati dall'evoluzione della
Euro
17,00
codice 3511642
scheda
Xolotl bernard    Last wave
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1984  bureau b 
rock 60-70
Label blu con scritte bianche, catalogo BB314. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2019 ad opera della Bureau B, la rara cassetta originariamente pubblicata nel 1984, dopo il nastro ''Journey to an oracle'' (1981) e prima del cd ''Mexecho'' (1991). Il quinto album solista di Bernard Xolotl fu realizzato con una strumentazione più assortita rispetto ai precedenti lavori: qui impiegò anche nuovi sintetizzatori come lo Yamaha CS60 ed il PPG Wave, creando una più raffinata manifestazione della sua estetica vicina sia alle pulsazioni cosmiche berlinesi alla Schulze / Tangerine Dream, che al minimalismo dei maestri americani declinato elettronicamente ed alle opere di Jean-Michel Jarre, ma con un taglio meno levigato e più sperimentale. Nato nel 1951 in Francia, il compositore elettronico Bernard Xolotl, che prese questo nome, presumibilmente d'arte, da quello della divinità azteca del fulmine e della morte, Xolotl, è stato autore negli anni '70 ed '80 di una musica elettronica da ascolto influenzata dai maestri francesi Pierre Henry e Pierre Schaeffer, ed ancor di più dai Pink Floyd e dalla seminale scuola berlinese di Klaus Schulze, Tangerine Dream ed affini. Stabilitosi in California nel 1974, allestì un suo studio privato e fra il 1978 ed il 1982 pubblicò cinque album su musicassetta. Xolotl è associato in particolare alla musica per il guitar synth, ma ha espanso la sua strumentazione con diversi sintetizzatori Yamaha, ARP e Korg, fra gli altri. Dagli anni '90 in poi ha pubblicato ulteriori lavori, con una cadenza sporadica.
Euro
22,00
codice 3512043
scheda
XTC    All you pretty girls / washaway
7" [edizione] originale  stereo  uk  1984  Virgin 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale stampa inglese con copertina "die cut", sagomata, ricercata e divertente come spesso le copertine dei 7" deigli Xtc, lucida senza barcode, con apertura in alto e sagomatura sul fronte, copertina interna che interagisce con quella esterna, etichetta azzurra e bianca, foro al centro piccolo, catalogo VS709. Il singolo che, nel settembre del 1984, anticipo' l' uscita del settimo album dei genietti del pop inglese, formati in quel di Swindon da Andy Partridge e Colin Moulding, in piena esplosione punk (ma i due suonavano gia' insieme da anni). Il singolo giunse solo al 55esimo posto delle classifiche inglesi, eppure, questa volta, gli Xtc sembravano aver tirato fuori dal cappello un brano di quelli che avrebbero potuto (e dovuto) renderli ricchi e famosi, da fischiettare sotto la doccia, davvero memorabile! Sul retro, l' altrimenti inedita, e molto carina "Washaway".
Euro
12,00
codice 222717
scheda
XTC    All you pretty girls + 2
12" [edizione] originale  stereo  uk  1984  Virgin 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Very good punk new wave
l' originale stampa inglese con copertina (con giusto lievi segni di invecchiamento) lucida senza costola ed apertura per il disco in alto, con sagomatura sul retro in alto per l' estrazione del vinile, custom label, catalogo VS609-12, del singolo, qui in versione in formato 12" con tre brani, che, nel settembre del 1984, anticipo' l' uscita del settimo album dei genietti del pop inglese, formati in quel di Swindon da Andy Partridge e Colin Moulding, in piena esplosione punk (ma i due suonavano gia' insieme da anni). Il singolo giunse solo al 55esimo posto delle classifiche inglesi, eppure, questa volta, gli Xtc sembravano aver tirato fuori dal cappello un brano di quelli che avrebbero potuto (e dovuto) renderli ricchi e famosi, da fischiettare sotto la doccia, davvero memorabile! Sul retro, due brani inediti altrimenti: molto carina "Aft:-Washaway", davvero deliziosa l' acustica "Red Brick Dream".
Euro
13,00
codice 248445
scheda
Xtc    Ball and chain + 3
12" [edizione] originale  stereo  uk  1982  virgin 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale stampa inglese, copertina lucida con costola e senza codice a barre, etichetta viola e argento, catalogo VS482-12; il bellissimo secondo singolo tratto dal monumentale capolavoro "English Seattlement", uscito nel febbraio del 1982, a pochi giorni di distanza dall' album, nella versione in formato 12" con quattro brani, ovvero uno in piu' che nel 7". Tratta dall' album e' la irresistibile title track, farina del sacco di Colin Moulding, gli altri tre brani sono altrimenti inediti: "Heaven is Paved with Broken Glass" e "Punch and Judy" sono pure delizie, dalla prolifica penna di Andy Partridge, che giusto gli Xtc in stato di grazia potevano considerare "scarti", lasciandoli fuori dai loro albums (la prima e' pop di classe limpidissima, la seconda riporta ai ritmi spezzati e nervosi ed alle melodie asimmetriche di "Drums & Wires"; "Cockpit Dance Mixture" e' una strana ma gradevolissima versione dance/dub di "Down in the Cockpit" (l' originale versione e' sempre su "English Seattlement"). Imperdibili chicche per i fans della band di Andy Partridge e Colin Moulding, novelli Lennon e McCartney dei nostri giorni.
Euro
20,00
codice 245940
scheda
Xtc    Grass / extrovert / dear god
12'' [edizione] originale  stereo  uk  1986  virgin 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
ep in formato 12", l' originale stampa europea, pressata in Germania, copertina (con livei segni di invecchiamento) lucida senza barcode, etichetta verde da un lato e rossa dall' altro, catalogo 608493. 12" trai piu' belli degli anni intorno alla meta' degli '80, uscito nell' agosto del 1986, questo disco rappresento' il ritorno degli Xtc a distanza di quasi due anni dall' ultimo album "The Big Express", dopo la strepitosa parentesi del minialbum "25 O' Clock" pubblicato a nome Dukes of Stratosphear. La band si apprestava a pubblicare il suo nuovo album "Skylarking", frutto di un difficile e tormentato lavoro in studio con il produttore Todd Rundgren, che cio' nonostante sara' uno dei loro massimi capolavori, e questo 12" forni' dei "nuovi" Xtc un assaggio particolarmente succoso: di piu', si tratta di un disco di inenarrabile bellezza, eletto da quasi tutte le riviste musicali dell' epoca come miglior singolo dell' 86 e certamente tra i piu' belli degli '80 (o di sempre?). La title track sara' uno dei migliori brani di "Skylarking", rappresentandone meravigliosamente le atmosfere oniriche e vagamente bucoliche; il retro contiene le inedite "Extrovert" (che ricorda non poco certi Talking Heads) e quell' autentico incantesimo che e' "Dear god", sulla cui bellezza si potrebbero scrivere dei libri, ottusamente esclusa dalla Virgin dall' album per il testo troppo duro (ma musicalmente di sconfinata delicatezza), e poi ripresentata come facciata a di un singolo successivo ed inserita a furor di popolo nella seconda stampa americana del disco e nella sua versione in CD. Semplicemente, meravigliosa.
Euro
14,00
codice 248451
scheda
XTC    Great fire (plastic cover)
7" [edizione] originale  stereo  uk  1983  Virgin 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
L' originale stampa inglese nella rara primissima versione con copertina "doppia", ovvero una copertina "regolare" in carta (con apertura in alto, flipback sul retro ai lati e senza barcode) ed una SOVRACCOPERTINA IN PLASTICA trasparente con parti in nero che interagiscono con la copertina ccreando un bell' effetto "optical", etichetta "custom". Il singolo che anticipo' nell' aprile del 1983 il sesto album "Mummer" del gruppo inglese di Swindon. La title track sarebbe stata inclusa presto nell' album sopra citato, disco che, pur non essendo forse tra i loro massimi capolavori, contiene un paio di gemme di inestimabile valore e molti piccoli gioielli, tra cui questa travolgente "Great Fire", caratterizzata da splendide soluzioni melodiche ma anche qualche spigolosita' di troppo per poter entrare in classifica, cosa che infatti non accadde...Inedita sul retro la concitata "Gold", episodio forse "minore" nel catalogo straordinario del gruppo, ma cionondimeno assolutamente delizioso.
Euro
12,00
codice 211875
scheda
Xtc    love on a farmboy's wages
7"x2 [edizione] originale  stereo  uk  1983  Virgin 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
Doppio singolo in formato 7"; il meraviglioso singolo tratto da "Mummer", sesto album in studio, nella rara e ricercata stampa in versione doppia, con copertina (con lievi segni di invecchiamento) lucida apribile, senza barcode, catalogo VS613, etichette "custom", con 3 brani inediti registrati in studio assenti nella versione in 12" che invece aveva 3 brani dal vivo al loro posto. "Love on a Farmboy's Wages" e' meravigliosa e geniale a dir poco, non ottenne alcun riscontro di vendite (il singolo, uscito nel settembre del 1983, giunse scandalosamente al 50esimo posto della classifica inglese), ma che il mondo non e' perfetto lo si sapeva....Andy Partridge e Colin Moulding, novelli Lennon e McCartney dei nostri giorni, contribuiscono pero' a renderlo migliore, e non poco. Le inedite "Desert Island" e "Toys" avrebbero, se vi fossero state incluse, innalzato il livello del comunque ottimo "Mummer", "soltanto" carina e' invece "In Loving Memory of a Name".
Euro
13,00
codice 248458
scheda
Xtc    love on a farmboy's wages + 2
12" [edizione] originale  stereo  uk  1983  Virgin 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
ep in formato 12", il meraviglioso singolo tratto da "Mummer", sesto album in studio, nella versione in formato 12", l' originale stampa inglese con copertina (con giusto assai lievi segni di invecchiamento) lucida senza barcode, etichette custom, catalogo VS613-12, con 3 brani inediti registrati dal vivo sul retro, diversi da quelli della versione in doppio 7", che aveva al loro posto 3 inediti registrati in studio. "Love on a Farmboy's Wages" e' meravigliosa e geniale a dir poco, nel suo magico equilibrio elettroacustico; non ottenne alcun riscontro di vendite (il singolo, uscito nel settembre del 1983, giunse scandalosamente al 50esimo posto della classifica inglese), ma che il mondo non e' perfetto lo si sapeva....Il gruppo inglese di Swindo guidato da Andy Partridge e Colin Moulding, novelli Lennon e McCartney dei nostri giorni, contribuisce pero' a renderlo migliore, e non poco. Sul retro, versioni registrate dal vivo nel maggio del 1981 all' Hammersmith Odeon di Londra di "Burning With Optimism's Flame" (la versione in studio sull' album "Black Sea", "English Roundabout" (qui in una versione assai precedente quella di "English Settlement") e l' assolutamente inedita "Cut It Out". Imperdibile!
Euro
18,00
codice 248440
scheda
Xtc    Senses working overtime +2
7"ep [edizione] originale  stereo  uk  1982  virgin 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent punk new wave
nella rara primissima versione limitata con la copertina apribile in piu' parti, senza barcode, etichetta bianca con scritte nere, foro al centro piccolo, catalogo VS 462, l' originale stampa inglese del meraviglioso ep uscito nel gennaio del 1982 e giunto al decimo posto della classifica inglese, con tre brani di cui due altrimenti INEDITI. Anticipo' quello che forse e' il massimo capolavoro del gruppo inglese, il monumentale "English Settlement". Sul lato A "Senses Working Overtime" ' appunto inclusa in quel disco, brano di bellezza e raffinatezza compositiva difficilmente descrivibile, secondo molti tra le canzoni piu' belle di tutti gli anni '80; imperdibili per i fans della band di Andy Partridge e Colin Moulding, novelli Beatles dell' era moderna, anche le inedite "Blame the weather", deliziosa filastrocca inconfondibilmente firmata da Colin Moulding e la concitata "Tissue Tigers", che ripropone l' irresistibile e geniale gioco di incastri di tanti episodi editi nel meraviglioso album "Drums And Wires". "Senses Working Overtime" e' stato il singolo piu' venduto di sempre della band, giungendo al decimo posto della classifica inglese, certo, se ci fosse una giustizia in questo mondo ben altro riscontro commerciale avrebbe avuto il geniale pop del gruppo! Gli XTC saranno autori di sofisticate, affascinanti ed accattivanti melodie che saranno da modello per le nuove generazione britpop, atipica formazione pop che dagli anni Settanta in poi ha proposto un repertorio unico e irripetibile nel panorama della musica internazionale. Le menti del gruppo sono sostanzialmente due: Andy Partridge e Colin Moulding, coppia che ha seguito le tracce degli intramontabili Lennon-McCartney, ai quali piu' volte sono stati associati. La critica internazionale li ha sempre indicati come "i nuovi Beatles", perche' molte delle loro canzoni ricordavano le atmosfere beatlesiane, almeno quelle piu' raffinate e meno da classifica. Gli XTC, d'altra parte, non hanno mai negato le notevoli influenze del quartetto di Liverpool sulla loro musica e un ascolto attento della loro discografia svelera' delle autentiche perle, che potevano tranquillamente figurare nel repertorio del duo Lennon-Mc Cartney. Un destino crudele ha invece relegato l'arte sonora degli XTC ad essere apprezzata sempre da pochi e negletta dal grande pubblico. Enorme, comunque, e' stata la loro influenza sulle successive generazioni pop. E lo stesso Sting dei ben piu' celebri Police ha ammesso in un'intervista di aver attinto a piene mani dalla produzione degli XTC, riuscendo nell'impresa di rendere popolari alcuni schemi compositivi propri del gruppo di Swindon. Una loro celebre biografia recita, "se ami i Beatles non puoi non amare gli XTC, ma puoi amare gli XTC senza amare i Beatles", frase che vuol sottolineare il carattere della loro musica ispirata ma lontana da schemi precostituiti, un modo di comporre e ascoltare la musica totalmente libero da pregiudizi e marchi di fabbrica. Il loro debutto White Music, esce nel 1977, un anno di grandi rivoluzioni nel mondo del rock, dovute principalmente al fenomeno punk con gruppi come Sex Pistols, Clash e Damned. Gli XTC vengono coinvolti loro malgrado nel vortice ma la loro musica e' un ibrido e che vedeva convergere in una unica soluzione pop, funky ed elettronica; musica associata a testi dove viene abbandonata la "rivolta contro il sistema", adottata dai gruppi contemporanei dell'era punk ai quali erano stati erroneamente accomunati. Piuttosto, sia Moulding che Partridge sembrano ossessionati dalla tecnologia e dalla scienza in generale, visto che la maggior parte dei brani sono dedicati a questi argomenti. Ogni tanto il surrealismo fa capolino tra i vari brani, quasi una premonizione di cio' che sarebbero diventati in seguito, sempre piu' ermetici e zeppi di giochi di parole e doppi sensi.
Euro
15,00
codice 222716
scheda
Young flowers    On air
LP2 [edizione] nuovo  stereo  ger  1969  long hair 
rock 60-70
Vinile doppio, copertina apribile, inserto con note ed artwork, label custom a colori, catalogo LHC000207/8. Per la prima volta disponibili in vinile grazie a questa edizione del 2018 ad opera della Long Hair, le eccezionali registrazionioni dal vivo effettuate per la Danish Radio fra l'agosto del 1960 e l'aprile del 1970 dalla leggendaria band nordeuropea. Una qualità sonora più che buona permette di gustare pezzi per lo più di lunga durata, che evidenziano la propensione del gruppo verso la jam e lunghe escursioni strumentali fra tarda psichedelia e progressive blues (ed anche certi Traffic più aperti all'improvvisazione strumentale), favorita senz'altro dall'ambientazione live; in quattro brani il trio è accompagnato da un flautista e da un secondo chitarrista, Peter Thorup della grande blues band danese Beefeaters. La compattezza del trio risplende in queste sessioni, in una combinazione della potente batteria e dell'energico e caldo basso di Ingemann e Gudman, e dell'acida chitarra di Frost. Questa la scaletta: "The pusher" (23/8/69), "I can't believe it" (23/8/69), "Drifter's escape" (23/8/69), "Come along" (7/2/70), "I want you to know" (7/2/70), "What went wrong" (19/4/70), "Looking for fun" (19/4/70), "Won't sit down" (23/8/69), "Turn me on" (19/4/70), "Pioneer / Leave me cryin'" (19/4/70). Gli Young Flowers sono considerati come il primo e più puro dei gruppi hippies ad emergere da Copenhagen negli anni '60: la loro musica traeva ispirazione da band quali Cream, Jimy Hendrix, o i Beatles più psichedelici, ed aveva anche radici blues, mentre i testi erano generalmente cantati in inglese con qualche episodio madrelingua. La loro formazione a trio, per gli anni '60 avanguardistica in Danimarca, ispirò molti altri gruppi, tra i quali ricordiamo Moses, Blues Addicts, Terje Jesper & Joachim. Il loro primo album "Blomsterpistolen" (1968), registrato per musicare un loro film televisivo dallo stesso titolo, è senza dubbio uno dei più rilevanti e riusciti esempi di acid rock europeo degli anni '60, trasudante influenze dei Cream e dei primi dischi di Hendrix cos^ come dei Beatles psichedelici, ma suonato con personalità, in un tripudio di chitarre distorte, sezione ritmica super-freak, boogie blues distorti dalla psichedelia ed intrecci fra raga e rock lisergico. Il secondo lp "Vol. 2" uscì nel 1969 e rese il loro sound più denso ed ombroso, da un lato, dall'altro evidenziò ancor di più la loro attitudine alla jam. Il gruppo si sciolse dopo il secondo lp, ma i membri continuarono l'attività e formarono alcune tra le più note band danesi degli anni '70, collaborando con Midnight Sun, Rainbow Band, Savage Rose, No Name, Culpeper's Orchard.
Euro
40,00
codice 2100416
scheda
Young neil    acoustic tour 1976 - the classic unplugged broadcast
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1976  parachute 
rock 60-70
doppio album in vinile 140 grammi, copertina apribile. Pubblicato nel 2019, questo album contiene venti brani registrati in veste acustica dal grande musicista canadese durante il 1976 in occasione di varie partecipazioni radiofoniche in giro per gli States. Questo nel dettaglio il contenuto: A1 Campaigner A2 The Old Laughing Lady A3 Human Highway A4 Tell Me Why A5 After The Goldrush B1 Harvest B2 Mr. Soul B3 Here We Are In The Years B4 Journey Through The Past B5 White Line B6 Give Me Strength C1 Don't Say You Win, Don't Say You Lose C2 Mellow My Mind C3 Too Far Gone C5 The Needle And The Damage Done C6 Pocahontas D1 Roll Another Number (For The Road) D2 The Losing End D3 Love Is A Rose D4 Sugar Mountain.
Euro
27,00
codice 2100417
scheda
Young neil    santa monica civic 1970
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1970  1960s / rhythm & blues 
rock 60-70
copertina senza barcode, flipback su due lati, con esaustive note sul retro; pubblicato nel febbraio del 2021, questo album riporta alla luce dodici brani registrati dal vivo il 28 marzo del 1970 al Santa Monica Civic Auditorium di Santa Monica, California, durante il tour in supporto al suo secondo album solista ''Everybody knows this is nowhere'' (1969), che il cantautore canadese effettuo' con i Crazy Horse, incluso Danny Whitten, allora ancora vivo, oltre che con Jack Nitzsche al piano. I concerti del tour erano suddivisi in un set acustico ed in uno elettrico, e questo album presenta tutti i sei brani eseguiti in quello acustico, ed a seguire altri sei brani del set elettrico, suonati con i Crazy Horse. Di notevole interesse storico, oltre che artistico, il live presenta una scaletta con tre brani tratti dal repertorio del precedente gruppo di Neil Young, i Buffalo Springfield ("On The Way Home", "I Am A Child" e "Clancy Can't Even Sing", tuttu nella parte acustica del concerto), solo tre brani dal gia' citato album "''Everybody knows this is nowhere'' ("Everybody knows this is nowhere'', "Down By The River" e "Cinnamon Girl"), e moltissimi brani all' epoca inediti: le acustiche "I Believe In You" e "Birds" compariranno nel successivo album "After the Gold Rush", "Come On Baby Let's Go Downtown" sara' registrata in studio nel '1973 per comparire nell' album "Tonight's The Night" del 1975, "Winterlong" comparira' solo nel 1977 nella raccolta "Decade", "Everybody's Alone" e "Wonderin' " rimarranno per decenni inedite. Questa la lista completa dei brani: "On The Way Home", "I Am A Child", "Everybody's Alone", "I Believe In You", "Birds", "Clancy Can't Even Sing", "Everybody Knows This Is Nowhere", "Winterlong", "Down By The River", "Wonderin' ", "Come On Baby Let's Go Downtown" e "Cinnamon Girl".
Euro
24,00
codice 3026013
scheda
Zito luigi pasquale / vittorio nadalin    Dinamica ossessiva
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1969  cometa 
soundtracks
Edizione limitata a 350 copie in vinile da 180 grammi, copertina senza codice a barre, label nera con scritte bianche e logo Cometa bianco in alto, catalogo CMT50. Pubblicato nel 2017 dalla Cometa Edizioni Musicali, questo album contiene registrazioni finora del tutto INEDITE, effettuate nel 1969/70 da Luigi Pasquale Zito e Vittorio Nadalin, autori italiani di musica d'archivio, il primo noto anche con lo pseudonimo di Litoz ed il secondo con quello di Dansco; Zito e' anche apparso negli album ''Risonanze / 1'' e ''Risonanze / 3'' del 1979, che compilavano composizioni di colleghi quali Ennio Morricone, Alessandro Alessandroni ed Egisto Macchi. Questo ''Dinamica ossessiva'' e' un interessante disco d'archivio che contiene temi dai toni ora frenetici ora immersi in una inquietante calma, stilisticamente in bilico fra tardo beat, psichedelia (con echi quasi floydiani in alcuni episodi), tocchi funk e lounge. Questa la scaletta: ''Dinamica ossessiva'', ''Inseguimento sul bosforo'', ''Aggressione'', ''Sonno agitato'', ''Theme for two'', ''Piazza'', ''Neutral'', ''Bounce palace'', ''L.S.D.'', ''Ostinato aggressivo''.
Euro
35,00
codice 3509794
scheda
Zombies    odessey and oracle (180 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1968  repertoire 
rock 60-70
Ristampa ufficiale del 2013, in vinile 180 grammi, rimasterizzata "half speed mastered", pressoche' identica alla prima molto rara tiratura del 1968, copertina lucida sul fronte, senza barcode. Pubblicato in Gran Bretagna nel 1968 dalla CBS, "Odessey and oracle" e' il secondo album del gruppo britannico formato da Rod Argent e Colin Blunstone nel 1963 e disciolto nel 1968. Il talento degli Zombies venne notato nel 1964 dalla Decca, che pubblico' in quell'anno il loro primo singolo, "She's not there", che ottenne un eccezionale successo negli USA, dove arrivo' al secondo posto in classifica, nonche' un buon riscontro in Gran Bretagna, dove si piazzo' al dodicesimo posto. L'anno successivo la Decca pubblico' il loro primo album, "Begin here", composto da brani originali e da cover r'n'b; il disco non entro' pero' nelle classifiche. Successivamente il gruppo' abbandono' la Decca per alcuni dissapori e firmo' con la CBS, per la quale incise alcuni singoli di scarso successo ed il secondo, magistrale album, "Odessey and oracle" (1968): uno dei singoli tratti dall'album, "Time of the season", giunse al terzo posto in classifica negli USA, ma il gruppo si era ormai sciolto per dissapori interni e mancanza di riscontro commerciale; Rod Argent formo' poi gli Argent. L'album "Odessey and oracle" e' senza dubbio uno dei massimi esempi del pop psichdelico del decennio, estremamente ispirato ed equilibrato, ardito nell'uso di nuove sonorita' (come il mellotron) ma costantemente accostato al pop, che non sfigura di fronte ai lavori di Beatles e Beach Boys e possiede una propria originale identita'. La bellezza della coloratissima copertina, probabilmente una delle piu' attraenti degli anni '60, rispecchia il sound caleidoscopico e ricercato ma al tempo stesso fruibile prodotto dal gruppo, contraddistinto in particolar modo dalle soavi armonie vocali.
Euro
32,00
codice 3025643
scheda

Page: 18 of 18

«---  1 ... 10 11 12 13 14 15 16 17 18  ---»
Pag.: oggetti: