Hai cercato:  immessi ultimi 15 giorni --- Titoli trovati: : 313
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Who sell out (expanded 2lp + poster)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1967  polydor / universal 
rock 60-70
Doppio album, ristampa del 2021, rimasterizzata, con un album "bonus" (con dodici brani) che si aggiunge a quello originario, copertina per l' occasione apribile, corredata di inner sleeves ricche di note e di poster a colori apribile che riproduce quello (rarissimo) della originaria tiratura. Questi i brani presenti nell' album aggiunto in questa edizione, tutti provenienti da rari singoli o inediti, perlopiu' provenienti dalle stesse sessions dell' album: "Mary Anne With The Shaky Hand" (versione diversa da quella dell' album "Sell Out", e comparsa come retro della versione americana del singolo "I Can See For Miles" nell' ottobre 1967), "Someone's Coming" (retro della versione inglese del singolo "I Can See For Miles", uscita nell' ottobre 1967), "Summertime Blues" (versione inedita registrata in studio nel 1967 del classico di Eddie Cochran, tre anni prima della celebre versione apparsa nel live "Live at Leeds"), "Glittering Girl" (inedita), "Early Morning Cold Taxi" (inedita), "Girl's Eyes" (inedita), "Coke After Coke" (jingle pubblicitario), "Sodding About" (strumentale inedito), "Things Go Better With Coke" (jingle pubblicario), "In The Hall Of The Mountain King" (inedita), "Jaguar" (inedita), "Rael (IBC Remake)" (versione inedita). Pubblicato in Inghilterra nel gennaio del 1968 dopo ''A Quick One'' e prima di ''Tommy'', giunto al numero 13 delle classifiche UK ed al numero 48 di quelle USA. Il terzo album. Concept stralunato ironico e polemico sul mondo della pubblicita', e' anche il loro episodio piu' vicino alla psychedelia, contiene alcuni dei brani piu' rappresentativi dell'intero movimento quali ''Armenia city in the sky'', ''Mary Anne with the shanky hands'', ''I can see for miles'', pensato originariamente da Pete Townshend come un tributo alle radio pirata, completo di false pubblicita' e spot inverosimili, per ragioni sconosciute il progetto non fu mai portato a termine, e nel disco la stesura originale si ferma a meta' della seconda facciata, che venne completata con brani risalenti a sessions diverse, e' anche la prima incursione di Townshend nel territorio ''spirituale'' che portera' il gruppo ad evolversi nel mood introspettivo delle opere successive, vedi per esempio "Rael" una mini-opera di per se' che predata addirittura Tommy. La musica e' perfettamente bilanciata tra pop, sperimentazione e psychedelia. Certamente uno dei monumenti del suono Inglese del 1967.
Euro
36,00
codice 2116766
scheda
Wigwam Being (original mix + 2001 mix - expanded 2lp - blue vinyl)
lp2 [edizione] ristampa  stereo  eu  1974  svart 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Ristampa del 2021, edizione limitata in vinile azzurro trasparente, realizzata in 500 copie, condotta sulla riedizione della stessa Svart del 2014, ormai rara, doppio album, copertina apribile in tre con all'interno incollato il libretto di ventuno pagine, senza codice a barre, catalogo SVR290. Ampliata a doppio album rispetto alla originaria molto rara tiratura, contiene un vinile bonus, ovvero la versione dell'album rimasterizzata e remixata nel 2001, mentre l'altro vinile contiene il mix originale del 1974. Originariamente pubblicato nel 1974 dalla Love in Finlandia, il quarto album, successivo a ''Fairyport'' (1971) e precedente ''Nuclear nightclub'' (1975). Dopo l'ambizioso ed importante lp del 1971, il gruppo finlandese si imbarco' nella difficile realizzazione di questo ''Being'', durante la quale emersero tensioni nella band, ed i cui brani erano troppo difficili per essere suonati dla vivo; inoltre l'equilibrio nella coesistenza fra piu' compositori all'interno del gruppo raggiunse un punto di crisi, con Gustavson che scrisse quasi tutti i brani, mentre poco rimase del contributo compositivo di Pembroke. L'album e' un lavoro di progressive complesso ed articolato, dalle soluzioni ritmiche difficili e quasi jazz rock in alcuni episodi, mentre le melodie sono dominate dalle tastiere, con interventi di synth; belle le armonie vocali di cui e' qui capace il gruppo. Gli Wigwam, il piu' famoso gruppo rock finlandese degli anni '70, si formarono ad Helsinki nel 1969 su impulso di Jukka Gustavson (voce, tastiere) e dell'inglese Jim Pembroke (voce, piano, chitarra), stabilitosi in Finlandia dal 1965; entrambi componevano brani per il gruppo, mostrando un particolare contrasto nello stile sia dei testi che delle musiche. Il loro primo album ''Hard'n'horny'' usci' nel 1969, seguito nel 1970 da ''Tombstone valentine'', prodotto da nientemeno che Kim Fowley, e nel 1971 da uno dei loro lavori piu' considerati, ''Fairyport'', che mostrava anche elementi jazz rock nel loro prog rock. La loro carriera prosegui' nel corso del decennio, avvicinandosi progressivamente al mainstream, e pubblicando alcuni lavori anche in Gran Bretagna.
Euro
28,00
codice 255085
scheda
Withers bill still bill
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1972  music on vinyl 
soul funky disco
ristampa in vinile 180 grammi per audiofili, pressocche' identica alla prima tiratura uscita in America su Sussex, copertina apribile, del secondo album dell' artista di colore nato a Slab Fork, West Virginia, ma cresciuto artisticamente a Los Angeles. Dopo il primo gia' ottimo "Just As I Am", che era stato co-prodotto da Booker T.Jones ed aveva ottenuto un eccellente riscontro di vendite, spinto dal singolo "Ain't No Sunshine", pubblicato per la stessa etichetta Sussex questo secondo "Still Bill" e' da considerarsi il capolavoro di questo cantante, chitarrista e compositore. Registrato con il supporto musicale d'eccellenza di membri della Watts 103rd Street Rhythm Band, l' album dispiega nel migliore dei modi le straordinarie qualita' compositive di Withers,attraverso una serie di episodi che amalgano mirabilmente svariati ingredienti, il raffinato soul di Philadelphia, le calde atmosfere funky di Bobby Womack, l' intensita' del soul del sud ed il miglior cantautorato americano (Stephen Stills aveva partecipato alle registrazioni dell' album precedente), con una naturalezza stupefacente che fa si' che il disco riveli la sua complessita' e la sua ricchezza ascolto dopo ascolto, lasciando innanzitutto l' impronta di una musica calda ed intensa, in cui e' facile riconoscere sin dal primo approccio la qualita' altissima dei brani, tra cui ovviamente i due singoli che ne vennero tratti: il funky elettroacustico di "Use Me", che giunse al numero due delle classifiche sia pop che r'n'b, e la splendida "Lean On Me", segnata da un magnifico organo e davvero toccante, che restera' il piu' grande successo di Withers, in vetta alle classifiche sia pop che r'n'b, mentre l' album sali' fino al primo posto delle classifiche r'n'b ed al quarto di quelle pop. Dopo un ottimo live album, Withers passo' alla Columbia, ottenendo ancora qualche buon successo e registrando una serie di apprezzati albums (soprattutto "Menagerie", del '77), diradando poi negli anni successivi le sue apparizioni.
Euro
31,00
codice 2116881
scheda
Wyatt Robert dondestan (revisited and remastered)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1991  domino 
rock 60-70
Ristampa rimasterizzata, corredata di inner sleeve con i testi, della versione realizzata per la prima volta in vinile dalla Domino nel 2008, e gia' uscita in cd nel 1998, versione rivista da Robert Wyatt, che rispetto alla prima tiratura del 1991 (molto rara in vinile), differisce per l' ordine diverso dei brani e per il missaggio. Pubblicato in Inghilterra nel settembre del 1991 dopo ''Old Rottenhat'' e prima di ''Shleep'', non entrato nelle classifiche UK ne' in quelle USA. Il sesto album. Da piu' parti additato, a ragione, come il miglior album di Wyatt dopo Rock Bottom, si tratta di un capolavoro assoluto, contiene nove brani inediti, registrati da Wyatt con i testi di Alfreda Benge e la collaborazione di Hugh Hopper, misteriosamente sottovalutato da pubblico e critica, recupera il feeling indolente ed autunnale di Rock Bottom, ma con una verve ispirativa ed una varieta' di arrangiamenti assolutamente geniale. Sicuramente uno dei dischi piu' belli degli ultimi 30 anni.
Euro
25,00
codice 2116915
scheda
Wyatt Robert Rock bottom
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1974  domino 
rock 60-70
ristampa con copertina pressoche' identica alla prima tiratura su Virgin del 1974, ma con "cornice" bianca, corredata di inner sleeve esclusiva con una foto che ritrae Robert Wyatt insieme ad Alfreda Benge, e sull'altro lato della busta i testi dei brani e alcune note scritte da Wyatt nel 1998, che riguardano il periodo connesso alla realizzazione di questo album, adesivo trasparente sul cellophane con autore e titolo. Pubblicato in Inghilterra nel luglio del 1974 dopo ''End of an ear'' e prima di ''Ruth is stranger than Richard'', non entrato nelle classifiche UK ne' in quelle USA. Il secondo album. Molto piu' raro nell' edizione originale di quanto non si pensi comunemente, considerato da molti critici come il disco piu' bello uscito in tutti gli anni '70, opera immancabile in ogni collezione di ogni ordine e grado (la nostra opinione al riguardo e' chiara, visto che il nome che portiamo e' un omaggio a questo lp). Il secondo album solista di Wyatt, fu registrato con la creme de la creme del Canterbury e non solo, Richard Sinclair, Laurie Allan, Hugh Hopper, Ivor Cutler, Mongezi Feza, Gary Windo, Fred Frith, Mike Oldfield, prodotto da Nick Mason dei Pink Floyd, fu il primo lavoro ad essere inciso dopo che la caduta dal quinto piano lo rese paraplegico e quindi dalla batteria passo' alla tastiera, nonostante cio' che si crede, fu composto (anche se non registrato) prima che l'incidente avvenisse. I brani sono assolutamente straordinari, introspettivi e solenni, ma avvolti da un' atmosfera crepuscolare irripetibile, ''Sea Song'', ''Alifib'', ''Little Red Riding Hood Hit The Road'', ''Last Straw''; e' questo uno di quei rari casi in cui le parole non riescono a rendere giustizia alla qualita' ed originalita' assoluta di questo vero e proprio tesoro dell'arte del millennio trascorso, solo dopo ripetuti ed attenti ascolti diviene infatti possibile svelarne le molteplici magie. 10 e lode.
Euro
25,00
codice 2116767
scheda
Yardbirds yardbirds (roger the engineer)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1966  repertoire 
rock 60-70
Ristampa in vinile 180 grammi epr audiofili, rimasterizzata con sistema half-speed mastering nei prestigiosi Abbey Road Studios, copertina senza barcode pressoche' identica alla prima molto rara tiratura uscita nel '66 in Inghilterra su Columbia. Pubblicato in Inghilterra (e non in America) nel luglio del 1966 prima di "Little games" (uscito a sua volta in America e non in Inghilterra) e dopo "Having a rave up with the Yardbirds'' (anche quello solo per il mercato Usa), giunto al numero 20 delle classifiche Uk, mentre in America, dove fu pubblicato con copertina, alcuni brani diversi e con il titolo di ''Over under sideways dawn'' giunse al numero 52 delle classifiche. Il secondo ed ultimo album britannico. Intitolato in Uk "The Yardbirds", ma comunemente conosciuto come ''Roger the engineer'', e' il disco in cui Jeff Beck da il meglio di se, mix di r'n'b', psychedelia, beat, avanguardia, musica orientale, sempre e comunque ancoratissimo alle radici blues, e' allo stesso tempo lavoro innovativo nelle sonorita', composto interamente dalla band senza alcuna cover version, tutti i brani sono firmati '' Dreja- McCarty,-Beck- Relf, Samwell Smith '', contiene alcuni episodi divenuti classici ed entrati nella leggenda dlel musica britannica del decennio, "Hot House of Omagarashid", ''Over Under Sideways Down'', '' Jeff's Boogie'' e ''Lost Women''. considerato generalmente come il miglior lavoro del gruppo contiene certamente i loro brani di pschedelia piu' riusciti, manca, forse, per renderlo un disco senza tempo, l' attitudine all' album visto come opera organica e non come raccolta di brani, tendenza sbocciata proprio nel 1966, alla quale pero' gli yardbirds, band purista e figlia della tradizione '' A Quick One '' del primo r'n'b inglese, non aderira' mai completamente.
Euro
29,00
codice 2116882
scheda
Yes Fragile (crystal-clear vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1971  atlantic / rhino 
rock 60-70
bella ristampa del gennaio 2023, EDIZIONE LIMITATA IN VINILE TRASPARENTE, copertina apribile senza barcode, pressoche' identica alla prima tiratura del 1971. Pubblicato in Inghilterra nel Novembre del 1971 dopo ''Yes Album'' e prima di ''Close To The Edge'', giunto al numero 7 delle classifiche UK ed al numero 4 di quelle USA dove invece usci' nel Gennaio del 1972. Il quarto album, e' il primo lavoro con Rick Wakeman proveniente dagli Strawbs e subentrato a Tony Kaye, contiene uno dei loro brani piu' rappresentativi, ''Roundabout'', il disco e' considerato da piu' parti come uno dei capolavori assoluti del progressive anglosassone, con brani luminosi ed ermetici, caratterizzati dalla particolare voce di Jon Anderson, e dalla chitarra di Steve Howe, ex Tomorrow, un disco che ha fatto epoca e che rimane tuttora come uno dei pilastri della musica degli anni '70.
Euro
39,00
codice 3030621
scheda
Yes Quest (180 gr. 2lp + 2 cd)
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  inside out / sony 
rock 60-70
Vinile doppio da 180 grammi, allegata versione in CD dell'album su due dischi, copertina aprible, libretto di sedici pagine, label custom di colore diverso su ciascuna delle quattro facciate, scritte nere, nome gruppo e titolo stilizzati ed a colori in alto, catalogo 19439878841. Pubblicato nell'ottobre del 2021 dalla Inside Out / Sony Music, il ventiduesimo album in studio, successivo a "Heaven & heart" (2014). Prodotto da Steve Howe, è il primo album in studio degli Yes ad essere inciso senza più alcuno dei membri originari, dopo la morte del bassista Chris Squire, avvenuta nel 2015. La formazione che ha composto ed inciso "The quest" è composta dal sopracitato Howe (che qui impiega un numero impressionante di differenti chitarre) con un altro membro storico del gruppo inglese, Alan White (batteri), e con Jon Davison (voce, chitarra), Geoff Downes (piano, organo, synth, mellotron, piano elettrico Fender Rhodes) e Billy Sherwood (basso, tastiere); in tre brani il gruppo impiega anche la FAMES Studio Orchestra, condotta da Oleg Kondratenko ed arrangiata da Paul K. Joyce. Il gruppo elabora una sintesi fra le sonorità classiche degli Yes, maestose, avvolgenti e sostenute da una notevole cifra tecnica, ed un approccio più pop e meno complesso rispetto a quello dei loro capolavori degli anni '70. Questa la scaletta: "The ice bridge", "Dare to know", "Minus the man", "Leave well alone", "The western edge", "Future memories", "Music to my ears", "A living island", "Sister sleeping soul", "Mystery tour", "Damaged world".
Euro
16,00
codice 2116769
scheda
Yes The Yes album
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1971  rhino/atlantic 
rock 60-70
Ristampa in vinile pesante, pressoche' identica ala prima edizione del 1971, con copertina apribile. Pubblicato in Inghilterra nel marzo del 1971 dopo ''Time and a Word '' e prima di ''Fragile'', giunto al numero 7 delle calssifiche UK ed al numero 40 di quelle USA dove usci' nel maggio dello stesso anno. Il terzo album, il primo con Steve Howe, nonche' il primo a proporre il rock progressivo sinfonico e luminoso dai testi mistici ed ermetici che porra' il gruppo tra le leggende del rock inglese, registrato dalla formazione che prevedeva John Anderson, Chris Aquire, Steve Howe, Tony Kaye, Bill Bruford. Contiene ''Your Move'', brano simbolo degli anni classici del gruppo.
Euro
32,00
codice 2116800
scheda
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  xl 
indie 90
edizione limitata in vinile doppio arancione, come da adesivo sul cellophane, copertina in cartoncino grezzo con apertura per il disco in alto, con barcode adesivo sul cellophane sul retro, flipback sul fronte su due lati, inner sleeve in cartoncino, coupon per download. “Anima” (2019) è il quarto album discografico da solista - considerando anche la colonna sonora di “Suspiria” - del leader dei Radiohead Thom Yorke, pubblicato il 27 giugno 2019 da XL Recordings. Cinque anni dopo “Tomorrow’s modern boxes” e otto mesi dopo la colonna sonora del film di Luca Guadagnino “Suspiria”, Yorke si lascia andare a suite elettroniche inquiete, vorticose, insieme al produttore di sempre, Nigel Godrich. Thom Yorke, cantante dei celebrati Radiohead, ha esordito come solista con l'album ''The eraser'' nel 2006 e con alcuni 12'' usciti nello stesso anno, tutti con sonorità elettro sperimentali vicine ad "Amnesiac" dei Radiohead. Nel 2012 esce "Amok" accreditato agli Atoms for Peace, supergruppo composto oltre da Yorke, dal bassista dei Red Hot Chili Peppers, dal produttore Nigel Goldrich (Radiohead, U2, Beck), dal batterista Joey Waronker (Rem, Elliott Smith) e dal percussionista brasiliano Mauro Refosco (Brian Eno, RHCP), inizialmente assemblati da Yorke come gruppo per alcune date del tour a supporto del suo sopracitato debutto solista, poi, divenuto progetto a tutto tondo. Il secondo album ''Tomorrow's modern boxes'' esce nel 2014.
Euro
40,00
codice 2116937
scheda
Zappa frank grand wazoo
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1972  zappa / universal 
rock 60-70
Accreditato ai Mothers. Ristampa del 2022, in vinile 180 grammi, realizzata in occasione del 50esimo anniversario dall' uscita originaria del disco, rimasterizzata dai masters analogici originali, copertina apribile pressoche' identica alla prima rara tiratura. Pubblicato in Usa nel dicembre del 1972 dopo ''Waka Jawaka'' e prima di ''Overnite sensation'', non entrato in classifica in America ne' in Uk. Il 16esimo album. Lavoro composto essenzialmente da partiture orchestrali, composte ed arrangiate dallo stesso Frank, registrato ad Hollywood con un cast di decine di musicisti tra i quali segnaliamo Aynsley Dunbar, George Duke, Ernie Watts, Tony Ortega e Don Preston. Registrato come il suo predecessore "Waka / Jawaka" durante la convalescenza seguita alla caduta del palco del dicembre 1971, "Grand Wazoo" e' come quello un album largamente strumentale dal suono jazz fusion, con Zappo che si esibisce in asoli dichitarra ed alla voce, ma e' focalizzato molto di piu' sulla sua opera di compositore ed arrangiatore. Si tratta di una storia concept su due opposte fazioni musicali, per certi versi opera unica nell' enorme catalogo di Zappa e' eseguito con una sorta di orchestra da camera jazz di oltre 20 persone. Anche se "Hot Rats" e' comunenmente considerato il suo punto piu' alto nel jazz rock, questo lp ne illustra un altra faccia non meno interessante e certamente assai piu' nascosta.
Euro
36,00
codice 2116770
scheda
Zappa Frank Hot rats
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  zappa records 
rock 60-70
ristampa rimasterizzata, copertina apribile pressoche' identica a quella della prima rara tiratura del 1969 su Bizarre. Pubblicato in Usa il 10 ottobre del 1969 dopo ''Uncle meat'' e prima di ''Burnt weeny sandwich'', non entrato nelle classifiche Usa e giunto al numero 9 di quelle Uk dove usci' nel febbraio del 1970. L' ottavo album. Registrato tra l'agosto ed il settembre del 1969, publicato a nome Frank Zappa. Perlopiu' strumentale, e' uno dei suoi lavori piu' celebri, segnato dalla lunga ''Willie the pimp'' unico brano cantato, con alla voce l' amico-nemico Captain Beefheart, il disco e' un vero crogiuolo di stili diversi nel quale Zappa da' sfogo ai suoi incalcolabili interessi confezionando una delle opere che lo rappresenta meglio, in equilibrio tra stralunate canzoni ed episodi sperimentali e contemporanei. Hot Rats fu il primo solista di Frank Zappa registrato senza le Mothers, con la collaborazione di Ian Underwood, e' considerato il suo primo passo verso il jazz-rock ed e' certamente un classico del genere, geniale per il modo in cui assembla il jazz con il rock riuscendo a mantenere la brillantezza strumentale del primo e la vibrazione sporca del secondo, contiene tre lunghe jams in cui la chitarra elettrica da' il meglio di se' e consacrera' Frank come uno dei piu' grandi strumentisti della sua generazione. Gli arrangiamenti sono anch' essi eccezionali, come quelli addirittura futuribili , di "Peaches en Regalia" o i suoni di "Willie the Pimp", e certamente il violino elettrico di Jean-Luc Ponty, sommato ai contributi di Lowell George e Don "Sugarcane" Harris, aiutano il musicista in questa impresa, donando una carica emotiva inedita fino ad allora. Hot Rats e' un disco altamente innovativo, giustamente divenuto leggendario, il cui percorso anticipa tutto il movimento jazz-rock fusion e puo' essere paragonato, nelle intenzioni e nella tecnica, al Jeff Beck dei primi anni '70.
Euro
29,00
codice 2116801
scheda
Zz top Live from texas
LP2 [edizione] nuovo  stereo  ger  2007  ear music 
rock 60-70
Vinile doppio, copertina apribile. Ristampa del 2019 ad opera della Ear Music, pressoché identica alla prima tiratura vinilica del 2010 ma senza il brano "Heard it on the x" (traccia bonus presente in quella edizione ma non in questa). Originariamente pubblicato nel giugno del 2008 in cd ed in DVD video, uscito in vinile nel 2010, questo album documenta il concerto dato dagli ZZ Top al Nokia Theater di Grand Prairie, Texas, il primo di novembre del 2007. Il celebre trio texano ripercorre gran parte dei suoi successi in questa scaletta a base di ruvido hard rock dalle radici blues e dal granitico boogie, che supporta la voce abrasa e l'incisiva chitarra di Billy Gibbons. Questa la scaletta: "Got Me Under Pressure", "Waitin' for the Bus", "Jesus Just Left Chicago", "I'm Bad, I'm Nationwide", "Cheap Sunglasses", "Pearl Necklace", "Just Got Paid", "Rough Boy", "Blues Intro", "Blue Jean Blues", "Gimme All Your Lovin'", "Sharp Dressed Man", "Legs", "Tube Snake Boogie", "La Grange", "Tush".
Euro
29,00
codice 2116883
scheda

Page: 13 of 13


Pag.: oggetti: