Hai cercato:  dall'anno 60 all'anno 69 --- Titoli trovati: : 3409
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Zombies Zombies (1966 swedish singles compilation + 2 tracks)
Lp [edizione] nuovo  mono  eu  1964  not bad records 
rock 60-70
Ristampa del 2016, in vinile trasparente ed in mono, pressoche' identica alla molto rara prima tiratura ma con due bonus tracks (''Kind of girl'' e ''I want you back again'', poste alla fine della seconda facciata). Originariamente pubblicata nel 1966 dalla Decca solo in Svezia, questa raccolta compila singoli e b-sides dei primi anni di carriera della splendida pop band inglese, fra cui non puo' mancare ovviamente la celeberrima ''She's not there'', dagli arrangiamenti venati di jazz e dal cantato drammatizzato, che nel 1964 fu il loro esordio a 45 giri in patria e che avrebbe esercitato una notevole influenza sui gruppi beat emergenti dentro e fuori il paese in quel periodo, diventando una hit internazionale; non altrettanto successo ebbero i singoli che seguirono, ma di certo alcuni di essi non erano da meno qualitativamente, come l'eccellente ''Tell her no'' (1965). Questa la scaletta: ''The way I feel inside'' (1966), ''How we were before'' (1966), ''Is this the dream'' (1965), ''Whenever you're ready'' (1965), ''Woman'' (1964), ''You make me feel good'' (1964), ''I gotta get a hold of myself'' (1966), ''Indication'' (1966), ''Don't go away'' (1965), ''I love you'' (1965), ''Leave me be'' (1964), ''She's not there'' (1964). Gli Zombies si formano nel 1962 a St. Albans su impulso di Rod Argent e Colin Bluestone; iniziano da sonorita' beat r 'n' b', per poi evolversi verso sperimentazioni psichedeliche. Tensioni interne portano al definitivo scioglimento nel 1967, nel momento di maggior successo; Argent formera' l'omonima band e Buestone cambiera' nome in Neil mc Arthur. Il secondo album "Odessey & oracle", uscito nel 1968, poco dopo il loro scioglimento, e' senza dubbio uno dei massimi esempi del pop psichdelico del decennio, estremamente ispirato ed equilibrato, ardito nell'uso di nuove sonorita' (come il mellotron) ma costantemente accostato al pop, che non sfigura di fronte ai lavori di Beatles e Beach Boys e possiede una propria originale identita'. La bellezza della coloratissima copertina, probabilmente una delle piu' attraenti degli anni '60, rispecchia il sound caleidoscopico e ricercato ma al tempo stesso fruibile prodotto dal gruppo, contraddistinto in particolar modo dalle soavi armonie vocali. Il gruppo si riformera' temporaneamente nei primi anni '90 e poi in forma piu' stabile nel 2004.
Euro
28,00
codice 2061118
scheda
Zoo Presents chocolate moose (marbled vinyl - rsd 2020)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1968  reel 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA, PRESSATA IN 1000 COPIE, IN VINILE COLORATO CON EFFETTO MARMORIZZATO, REALIZZATA IN OCCASIONE DELL' UK RECORD STORE DAY (progettato per l' aprile 2020 e poi posticipato), ristampa (per la prima volta ufficiale, in vinile) dell' unico raro album, copertina senza barcode pressoche' identica alla prima tiratura. Questo gruppo californiano di Los Angeles incise un unico album, per l' etichetta Sunburst di Ed Cobb (produttore di Chocolate Watchband e Standells, tra gli altri), che produce e co-arrangia il disco. caratterizzato da brani dalle forti influenze soul e r'n'b, suonati pero' con un efficacissimo approccio rock, con la notevole chitarra distorta di Howard Leese in costante evidenza, ad arricchire il sound del gruppo di venature tra garage, heavy rock e psichedelia (sopratutto in alcuni brani della seconda facciata come "Love Machine" e "From A Camels Hump"). Dopo un singolo pubblicatto nel dicembre del 1968, il cantante Ira Welsley lascio' il gruppo, che sara' attivo di li' in avanti come Joyful Noise e come Mad Dog, suonando una ottima musica ancor piu' chitarristica, a tratti heavy, occasionalmente screziata di psichedelia, sebbene anche ricca di influenze roots davvero riuscite; in questo periodo suonarono spesso live con Captain Beefheart e registrarono privatamente in quattro settimane un album, di cui furono date alle stampe solo poche copie test pressing a nome Joyful Noise, mixato nel settembre del 1969. Purtroppo nessuna etichetta si interesso' al progetto ed il gruppo disilluso si sciolse nel 1970, nello stesso anno il produttore riusci' a piazzare tre brani del gruppo nella colonna sonora del B movie "Black angels", saranno queste le uniche testimonianze del gruppo ufficali per decenni, prima che il test pressing fosse finalmente ristampato, accreditato stavolta ai Mad Dog.
Euro
29,00
codice 2097051
scheda
Zoot Zoot locker (best of the zoot 1968-1971)
Lp [edizione] ristampa  stereo  aus  1968  axis 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good rock 60-70
Copia con alcuni segni di usura sulla delicata copertina, ristampa australiana degli anni '80 su Axis, con barcode, label gialla con scritte nere e logo Axis nero in basso, catalogo AX701458. Originariamente pubblicata nel 1980 dalla EMI in Australia, l'apprezzata antologia dedicata alla pop band di Adelaide. Gli Zoot, ricordati fra l'altro per la loro particolare scelta di vestirsi di rosa, si formarono nel 1965/66, inizialmente come Down The Line, suonando pop e covers dei più popolari gruppi britannici del momento, per poi trasferirsi a Melbourne nel 1968, ottenendo un buon successo con il loro secondo singolo "1 x 2 x 3 x 4" (1969), giunto al 32esimo posto nella classifica australiana, diventanto fra i beniamini degli adolescenti del paese dei canguri; nel 1969 entrò in formazione il cantante e chitarrista Rick Springfield, che contribuuì a maturare lo stile della band verso un sound più potente e duro ma non del tutto slegato dal pop e dalla melodia, e nel 1971 ottennero una notevole hit con la cover di "Eleanor rigby" dei Beatles, che portarono al quarto posto in classifica in Australia; intanto pubblicarono anche due album, "Just zoot" (1969) e "Zoot out" (1971), ma apparentemente non riuscirono a superare la contraddizione fra lo status di gruppo amato dal pubblico pop adolescenziale e la volontà di esprimere una musica più potente e matura, sciogliendosi nella primavera del 1971. Rick Springfield ebbe poi una carriera solista di un certo successo. Questa raccolta esprime la dicotomia presente nella musica della band, la cui scarna discografia è zeppa di canzoni di tre minuti chiaramente ispirate dal pop beatlesiano o dagli Hollies, o screziate di psichedelia con effetti accostati da alcuni critici a quelli dei singoli dei britannici Move, ma trovano posto anche energiche covers accostabili allo stile dei Vanilla Fudge, pezzi energici come la sopracitata cover di "Eleanor rigby", "Hey pinky", che prende in giro la loro identità di teen pop stars vestite di rosa (look al quale la band aveva rinunciato all'inizio degli anni '70) e "The freak", hard rock alla Deep Purple (ma senza il virtuosismo di Ritchie Blackmore e compagni), che fu il loro ultimo singolo. Questa la scaletta:"You better get going now" (singolo inedito su album, 1968), "1 x 2 x 3 x 4" (singolo inedito su album, 1969), "Monty and me" (dall'album "Just zoot", 1969), "It's about time" (dall'album "Just zoot", 1969), "Sailing" (dall'album "Just zoot", 1969), "Yes I'm glad" (dall'album "Just zoot", 1969), "Little roland lost" (B-side del singolo di "Monty and me", 1969, inedita su album), "She's alright" (dall'album "Just zoot", 1969), "Sha la la" (dall'album "Just zoot", 1969), "Flying" (dall'album "Just zoot", 1969), "Mr songwriter" (dall'album "Just zoot", 1969), "Strange things" (dall'album "Zoot out", 1971), "Hey pinky" (singolo del 1970, poi sull'album "Zoot out", 1971), "The freak" (dall'album "Zoot out", 1971), "Evil child" (dall'album "Zoot out", 1971), "Eleanor rigby" (dall'album "Zoot out", 1971).
Euro
16,00
codice 333290
scheda
Zoot money's big roll band Big time operator (singles comp.)
Lp [edizione] nuovo  mono  spa  1964  wah wah 
rock 60-70
Adesivo di presentazione del disco sul cellophane, edizione MONO limitata di 500 copie, copertina a busta lucida sul fronte e liscia e flipback su tre lati sul retro, scritta ''made and printed in Catalonia'' sul retro, senza codice a barre, inserto con foto e note, label bianca con scritte nere e logo Wah Wah nero in alto, catalogo LPS143. Pubblicata nel 2014 dalla Wah Wah, questa raccolta compila quasi tutti i singoli piu' una versione inedita in vinile degli Zoot Money's Big Roll Band, in gran parte inediti sugli album del gruppo. Il gruppo guidato dal funambolico Zoot Money suonava un frizzante intreccio fra r'n'b, soul, jazz e blues dagli echi di Chicago, nel quale l'organo del leader ed il sax di Clive Burrows eranp bene in evidenza; il loro stile era un esempio classico del British blues di meta' anni '60, piuttosto distante dal filone piu' vicino al rock ed al beat di band quali Stones e Pretty Things. Questa la scaletta: ''The uncle willy'' (1964), ''Zoot's suit'' (1964, b-side del precedente brano), ''Good'' (1965), ''Bring it on home to me'' (1965, b-side del precedente brano), ''Please stay'' (1965), ''You know you'll cry'' (1965, b-side del precedente brano), ''Something is worrying me'' (1965), ''Stubborn kind of fellow'' (1965, b-side del precedente brano), ''It should've been me'' (1965, versione alternativa, inedita in vinile fino a questa pubblicazione), ''Jump back'' (1965, b-side di ''The many faces of love''), ''Let's run for cover'' (1966), ''Self-discipline'' (1966, b-side del precedente brano), ''Big time operator'' (1966), ''Zoot's sermon'' (1966, b-side del precedente brano), ''Star of the show'' (1966), ''The mound moves'' (1966, b-side del precedente brano). Gli Zoot Money's Big Roll Band furono il primo gruppo importante del tastierista britannico Zoot Money (vero nome George Bruno): attivi dalla prima meta' degli anni '60, attraverso vari cambi di formazione elaborarono intono alla meta' del decennio un raffinato melange di r'n'b, soul e venature jazzate, che raccolse il plauso del pubblico dei locali londinesi e propizio' la pubblicazione di due album, usciti nel 1965 e nel 1966. Il nucleo del gruppo, guidato da Money, si trasformo' nel luglio del 1967 in uno dei piu' leggendari gruppi della psichedelia inglese, i Dantalian's Chariot, con in formazione anche un certo Andy Somers (aka Summers), a sua volta gia' membro della Big Roll band. Divennero nei mesi successivi uno dei piu' apprezzati gruppi dello underground londinese, e le loro esibizioni dal vivo ai club come il Middle Earth e l'UFO sono rimaste nella leggenda sia per il loro sound che per il loro light show, considerato generalmente il migliore in circolazione all'epoca. Scioltsi i Dantalion's Chariot, Money ando' negli USA, dove pochi mesi dopo si ritrovo' insieme a Summers nei New Animals di Eric Burdon, con i quali incisero l'album ''Love is'', che contiene fra l'altro una lunga versione di ''Madman running through the fields''.
Euro
27,00
codice 2097877
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  rus  1968  audio clarity 
rock 60-70
Vinile a 45 giri, copertina senza codice a barre. Ristampa del 2021 ad opera della Audio Clarity, pressoché identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1968 dalla Direction nel Regno Unito, il terzo album, successivo a "Zoot!" (1966) e precedente "Zoot money" (1970). Inciso da una formazione che, sebbene conservasse quello della Big Roll Band, era ormai quella dei Dantalion's Chariot, "Transition" è in effetti un'opera di transizione, nella quale Money ed i suoi collaboratori tentano diverse strade, da canzoni pop soul accostate a quelle di Georgie Fame, episodi con inflessioni jazzate e r'n'b, ma anche il groove dai richiami bossa nova della delicata "Just a passing phase", la cullante litania quasi psichedelia di "Coffee song", e soprattutto la brillante "Soma", in cui il sitar si intreccia con il flauto in un delizioso e fluttuante strumentale jazzy/psych, distante anni luce dal resto dell'album. Gli Zoot Money's Big Roll Band furono il primo gruppo importante del tastierista britannico Zoot Money (vero nome George Bruno): attivi dalla prima meta' degli anni '60, attraverso vari cambi di formazione elaborarono intono alla meta' del decennio un raffinato melange di r'n'b, soul e venature jazzate, che raccolse il plauso del pubblico dei locali londinesi e propizio' la pubblicazione di due album, usciti nel 1965 e nel 1966. Il nucleo del gruppo, guidato da Money, si trasformo' nel luglio del 1967 in uno dei piu' leggendari gruppi della psichedelia inglese, i Dantalian's Chariot, con in formazione anche un certo Andy Somers (aka Summers), a sua volta gia' membro della Big Roll band. Divennero nei mesi successivi uno dei piu' apprezzati gruppi dello underground londinese, e le loro esibizioni dal vivo ai club come il Middle Earth e l'UFO sono rimaste nella leggenda sia per il loro sound che per il loro light show, considerato generalmente il migliore in circolazione all'epoca. Scioltsi i Dantalion's Chariot, Money ando' negli USA, dove pochi mesi dopo si ritrovo' insieme a Summers nei New Animals di Eric Burdon, con i quali incisero l'album ''Love is'', che contiene fra l'altro una lunga versione di ''Madman running through the fields''.
Euro
18,00
codice 2102596
scheda
Zoot money's big roll band Zoot ! live at klook's kleek
Lp [edizione] originale  mono  uk  1966  columbia 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
prima estremamente rara stampa inglese in mono, copertina (con lievi segni di invecchiamento) laminata sul fronte e flipback su tre lati sul retro, pressata da "Garrod & Lofthouse", etichetta nera con scritta Columbia nera e blu ("blue/black") con scitta lungo la circonferenza che inizia con "The Gramophone co'', con catalogo preceduto dal prefisso ''SX'', con ''Sold in the Uk subject to resale price, see price list''. Pubblicato in Inghilterra nell' ottobre del 1966 dopo ''It should' ve been me'' e prima di "Welcome to my head'', non entrato nelle classifiche Uk ne' in quelle Usa. Il secondo album. Registrato live al leggendario Klook's Kleek con una formazione che vedeva Zoot Money, un giovanissimo Andy Summers , Johnny Almond , Nick Newall, Paul Williams, e' certamente da considerarsi uno dei piu' importanti capitoli dell'intero British R&B tmai registrati su disco, musicalmente l'opera vede influenze che vanno dal Memphis Sound al Motown, con la gia' straordinaria ed originalissma chitarra di Andy Summers. Gli Zoot Money's Big Roll Band furono il primo gruppo importante del tastierista britannico Zoot Money (vero nome George Bruno): attivi dalla prima meta' degli anni '60, attraverso vari cambi di formazione elaborarono intono alla meta' del decennio un raffinato melange di r'n'b, soul e venature jazzate, che raccolse il plauso del pubblico dei locali londinesi e propizio' la pubblicazione di due album, usciti nel 1965 e nel 1966. Il nucleo del gruppo, guidato da Money, si trasformo' nel luglio del 1967 in uno dei piu' leggendari gruppi della psichedelia inglese, i Dantalian's Chariot, con in formazione anche un certo Andy Somers (aka Summers), a sua volta gia' membro della Big Roll band. Divennero nei mesi successivi uno dei piu' apprezzati gruppi dello underground londinese, e le loro esibizioni dal vivo ai club come il Middle Earth e l'UFO sono rimaste nella leggenda sia per il loro sound che per il loro light show, considerato generalmente il migliore in circolazione all'epoca. Scioltsi i Dantalion's Chariot, Money ando' negli USA, dove pochi mesi dopo si ritrovo' insieme a Summers nei New Animals di Eric Burdon, con i quali incisero l'album ''Love is'', che contiene fra l'altro una lunga versione di ''Madman running through the fields''.
Euro
160,00
codice 110341
scheda
Zoot money's big roll band Zoot ! live at klook's kleek
Lp [edizione] nuovo  mono  uk  1966  repertoire 
rock 60-70
ristampa del 2016, in vinile 180 grammi, copertina pressoche' identica alla prima molto rara tiratura uscita in Uk su Columbia. Pubblicato in Inghilterra nell' ottobre del 1966 dopo ''It should' ve been me'' e prima di "Welcome to my head'', non entrato nelle classifiche Uk ne' in quelle Usa. Il secondo album. Registrato live al leggendario Klook's Kleek con una formazione che vedeva Zoot Money, un giovanissimo Andy Summers , Johnny Almond , Nick Newall, Paul Williams, e' certamente da considerarsi uno dei piu' importanti capitoli dell'intero British R&B tmai registrati su disco, musicalmente l'opera vede influenze che vanno dal Memphis Sound al Motown, con la gia' straordinaria ed originalissma chitarra di Andy Summers. Gli Zoot Money's Big Roll Band furono il primo gruppo importante del tastierista britannico Zoot Money (vero nome George Bruno): attivi dalla prima meta' degli anni '60, attraverso vari cambi di formazione elaborarono intono alla meta' del decennio un raffinato melange di r'n'b, soul e venature jazzate, che raccolse il plauso del pubblico dei locali londinesi e propizio' la pubblicazione di due album, usciti nel 1965 e nel 1966. Il nucleo del gruppo, guidato da Money, si trasformo' nel luglio del 1967 in uno dei piu' leggendari gruppi della psichedelia inglese, i Dantalian's Chariot, con in formazione anche un certo Andy Somers (aka Summers), a sua volta gia' membro della Big Roll band. Divennero nei mesi successivi uno dei piu' apprezzati gruppi dello underground londinese, e le loro esibizioni dal vivo ai club come il Middle Earth e l'UFO sono rimaste nella leggenda sia per il loro sound che per il loro light show, considerato generalmente il migliore in circolazione all'epoca. Scioltsi i Dantalion's Chariot, Money ando' negli USA, dove pochi mesi dopo si ritrovo' insieme a Summers nei New Animals di Eric Burdon, con i quali incisero l'album ''Love is'', che contiene fra l'altro una lunga versione di ''Madman running through the fields''.
Euro
12,00
codice 2102896
scheda
Zoot money's big roll band Zoot ! live at klook's kleek
Lp [edizione] nuovo  mono  uk  1966  repertoire 
rock 60-70
ristampa del 2016, in vinile 180 grammi, copertina pressoche' identica alla prima molto rara tiratura uscita in Uk su Columbia. Pubblicato in Inghilterra nell' ottobre del 1966 dopo ''It should' ve been me'' e prima di "Welcome to my head'', non entrato nelle classifiche Uk ne' in quelle Usa. Il secondo album. Registrato live al leggendario Klook's Kleek con una formazione che vedeva Zoot Money, un giovanissimo Andy Summers , Johnny Almond , Nick Newall, Paul Williams, e' certamente da considerarsi uno dei piu' importanti capitoli dell'intero British R&B tmai registrati su disco, musicalmente l'opera vede influenze che vanno dal Memphis Sound al Motown, con la gia' straordinaria ed originalissma chitarra di Andy Summers. Gli Zoot Money's Big Roll Band furono il primo gruppo importante del tastierista britannico Zoot Money (vero nome George Bruno): attivi dalla prima meta' degli anni '60, attraverso vari cambi di formazione elaborarono intono alla meta' del decennio un raffinato melange di r'n'b, soul e venature jazzate, che raccolse il plauso del pubblico dei locali londinesi e propizio' la pubblicazione di due album, usciti nel 1965 e nel 1966. Il nucleo del gruppo, guidato da Money, si trasformo' nel luglio del 1967 in uno dei piu' leggendari gruppi della psichedelia inglese, i Dantalian's Chariot, con in formazione anche un certo Andy Somers (aka Summers), a sua volta gia' membro della Big Roll band. Divennero nei mesi successivi uno dei piu' apprezzati gruppi dello underground londinese, e le loro esibizioni dal vivo ai club come il Middle Earth e l'UFO sono rimaste nella leggenda sia per il loro sound che per il loro light show, considerato generalmente il migliore in circolazione all'epoca. Scioltsi i Dantalion's Chariot, Money ando' negli USA, dove pochi mesi dopo si ritrovo' insieme a Summers nei New Animals di Eric Burdon, con i quali incisero l'album ''Love is'', che contiene fra l'altro una lunga versione di ''Madman running through the fields''.
Euro
12,00
codice 2100584
scheda
Zoot money's big roll band Zoot ! live at klook's kleek
Lp [edizione] originale  mono  uk  1966  columbia 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
prima estremamente rara stampa inglese in mono, copertina laminata sul fronte e flipback su tre lati sul retro, pressata da "Garrod & Lofthouse", etichetta nera con scritta Columbia nera e blu ("blue/black") con scitta lungo la circonferenza che inizia con "The Gramophone co'', con catalogo preceduto dal prefisso ''SX'', con ''Sold in the Uk subject to resale price, see price list''. Pubblicato in Inghilterra nell' ottobre del 1966 dopo ''It should' ve been me'' e prima di "Welcome to my head'', non entrato nelle classifiche Uk ne' in quelle Usa. Il secondo album. Registrato live al leggendario Klook's Kleek con una formazione che vedeva Zoot Money, un giovanissimo Andy Summers , Johnny Almond , Nick Newall, Paul Williams, e' certamente da considerarsi uno dei piu' importanti capitoli dell'intero British R&B tmai registrati su disco, musicalmente l'opera vede influenze che vanno dal Memphis Sound al Motown, con la gia' straordinaria ed originalissma chitarra di Andy Summers. Gli Zoot Money's Big Roll Band furono il primo gruppo importante del tastierista britannico Zoot Money (vero nome George Bruno): attivi dalla prima meta' degli anni '60, attraverso vari cambi di formazione elaborarono intono alla meta' del decennio un raffinato melange di r'n'b, soul e venature jazzate, che raccolse il plauso del pubblico dei locali londinesi e propizio' la pubblicazione di due album, usciti nel 1965 e nel 1966. Il nucleo del gruppo, guidato da Money, si trasformo' nel luglio del 1967 in uno dei piu' leggendari gruppi della psichedelia inglese, i Dantalian's Chariot, con in formazione anche un certo Andy Somers (aka Summers), a sua volta gia' membro della Big Roll band. Divennero nei mesi successivi uno dei piu' apprezzati gruppi dello underground londinese, e le loro esibizioni dal vivo ai club come il Middle Earth e l'UFO sono rimaste nella leggenda sia per il loro sound che per il loro light show, considerato generalmente il migliore in circolazione all'epoca. Scioltsi i Dantalion's Chariot, Money ando' negli USA, dove pochi mesi dopo si ritrovo' insieme a Summers nei New Animals di Eric Burdon, con i quali incisero l'album ''Love is'', che contiene fra l'altro una lunga versione di ''Madman running through the fields''.
Euro
220,00
codice 110001
scheda

Page: 137 of 137


Pag.: oggetti: