Hai cercato:  dall'anno 90 all'anno 99 --- Titoli trovati: : 3609
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Ultramarine (a primary industry) Saratoga / nova scotia
7'' [edizione] originale  stereo  uk  1992  rough trade 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa inglese, copertina lucida fronte retro, senza barcode, con vinile estraibile dall'alto e con sagomatura sul lato di apertura, allegato inserto da compilare e rispedire per iscriversi al Singles Club della Rough Trade, label bianca con foro centrale piccolo, scritte nere e logo Rough Trade Singles Club in alto a destra, catalogo 45REV7. Pubblicato nell'aprile del 1992 dalla Rough Trade in Gran Bretagna, per il Rough Trade Singles Club, questo singolo segui' il secondo album ''Every man and woman is a star'' (1991). Contiene due brani, inediti sulla prima versione del sopracitato album, ma poi inseriti nella seconda stampa del 1992: ''Saratoga'' e ''Nova scotia'', brani scanditi da ritmiche ballabili che fondono con eleganza funk, elementi elettronici e melodie jazzate, vicine al soul jazz nella b-side. Originalissimo gruppo che fuse con successo sonorita' elettroniche di origine house con atmosfere pastorali ed influssi di scene come quella dei gruppi inglesi della scena di Canterbury degli anni '60/'70 (collaborarono fra l'altro con Robert Wyatt e Kevin Ayers), gli Ultramarine ebbero la loro origine dagli A Primary Industry. Formatisi nel 1984 a Chelmsford in Inghilterra, gli A Primary Industry erano artefici di un oscuro ed atmosferico incrocio fra post punk, sperimentazione e industrial. Pubblicarono una manciata di singoli ed ep, oltre ad un album, ''Ultramarine'' (1986), ed a un mini lp, ''Wyndham lewis'' (1988), prima cambiare nome in Ultramarine intorno al 1989, mantenendo inizialmente buona parte della formazione, con l'aggiunta di qualche nuovo componente. Gli Ultramarine pubblicarono interessanti lavori per circa un decennio, prendendosi poi un lungo periodo di pausa per tornare sulle scene intorno al 2011.
Euro
8,00
codice 328155
scheda
Ultraviolets Changing times
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1990  music maniac 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Prima stampa, realizzata in Germania, copertina lucida a busta con barcode, e con ''printed in west germany'' e testi sul retro, label rosa scuro con scritte nere e logo Music Maniac nero in alto, catalogo MMLP030, logo GEMA senza riquadro a destra. Pubblicato nel 1990 dalla tedesca Music Maniac, il primo dei due album di questo gruppo americano di Lawrence, Kansas. Inizialmente si chiamavano Ultraviolets, nome con il quale pubblicarono questo ''Changing times'', inciso con formazione a tre composta da Bob Ramskill (chitarra, voce), Jerry Landers (basso) e Steve Nunley (batteria), un notevole e misconosciuto lavoro basato su di un sanguigno garage rock chitarristico in cui confluiscono molteplici influenze, spesso riconducibili al paisley underground dei primi Green On red ma con un approccio piu' grezzamente "garagey", ed ancora echi dei Plan 9, con venature psichedeliche talora marcate, dei migliori Gun Club e dei Rolling Stones piu' viscerali. Successivamente cambiarono nome in Psychoviolets e dettero alle stampe un ulteriore album con questo nome, ''Teen trash vol. 2'' (1993), sempre su Music Maniac e con l'aggiunta di Art Space alle tastiere e chitarra.
Euro
10,00
codice 320889
scheda
Unclaimed under the bodhi tree (+3 tracks)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1991  teen sound 
punk new wave
Ristampa del 2022, in vinile pesante, accreditata per la prima volta, finalmente, agli Unclaimed e non agli Attila & the Huns come la prima ormai rara tiratura del 1991 su Music Maniac, copertina esclusiva, corredata di inner sleeve con testi ed inserto con note, foto ed intervista a Shelley Ganz; contiene sedici brani, ovvero tre in piu' rispetto alla prima edizione vinilica: ci sono "The Gull" e la favolosa "It's Raininig Now", originariamente presenti nella versione in cd del disco, e l' inedita "It's A Bikini World". Uscito nel '91 a nome Attila & the Huns ma in realta' registrato nel 1987, questo e' il mitico primo album dei favolosi UNCLAIMED di Shelley Ganz, storica formazione di Los Angeles autrice di un 7"Ep nel 1980 (con Syd Griffin poi nei Long Ryders) e di un mini nel 1983, leggendari per la loro rarita' e cristallina bellezza, grezzi e primitivi, apertamente ispirati a Music Machine, Chocolate Watchband, Count Five ed Electric Prunes, tra garage e psichedelia, ma inequivocabilmente testimoni di un talento compositivo straordinario. una impeccabile fedelta' al suono dei 60's, da cui si direbbe senz' altro uscita anche quest' altra gemma senza tempo, marchiata peraltro profondamente dalla personalita' inconfondibile di Ganz, qui con in formazione Lee Joseph degli Yard Trauma, che poco dopo la registrazione del disco aveva rilevato il nome del gruppo ("Live in Europe" non vedeva infatti in formazione Ganz...). Magnifico. Dopo questo disco di Shelley Ganz non si seppe piu' nulla per molto tempo, ma nel 2019 e' stato pubblicato nuovamente a nome Unclaimed il sorprendente, notevole ep "You never come".
Euro
27,00
codice 2111906
scheda
Undead (misfits) Live slayer (purple vinyl)
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1991  skyclad 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Copia ancora incellophanata, con adesivo sul cellophane che indica la presenza di due brani in più rispetto alle versioni dell'album su cd e cassetta), prima stampa USA, pressata in una edizione limitata a 2000 copie in vinile color porpora semitrasparente, copertina fabbricata in Canada e con barcode 029087611916, label con cielo azzurro e nuvole sullo sfondo, catalogo LIVE119. Pubblicato nel 1991 dalla Skyclad negli USA, il primo album dal vivo, successivo al primo in studio "Act your rage" (1989) e precedente il secondo "Til death!" (1998). Registrato al Class di Middltown, New York, il 24 marzo del 1991, con l'eccezione del brano "Ratt fink", registrato al Ground Zero di Cambridges il 2 febbraio del 1990, questo live del gruppo di Bobby Steele traspone sul palco la sintesi assolutamente anthemica del punk degli Undead, in equilibrio fra l'approccio tirato, essenziale e divertente dei Ramones e quello più cattivo ed abrasivo dei Misfits; mirabile in questo senso la chiusura della scaletta con la cover distorta ed assolutamente punk di "All you need is love" dei Beatles... Questa la scaletta: "When The Evening Comes", "In Eighty Four", "Verbal Abuse", "Eve Of Destruction", "My Kinda Town", "I Want You Dead", "Evening Of Desire", "Bullet", "We Don't Want The Poor", "Misfit", "Social Reason", "Put Your Clothes Back On", "A Life Of Our Own", "Undead", "Ratt Fink", "All You Need Is Love". Questo gruppo, da non confondere con gli Undead di Steve Terror, venne formato da Bobby Steele dopo la sua uscita dai grandissimi Misfits, nei quali aveva suonato come chitarrista fra il 1978 ed il 1980; in quello stesso anno Steele mise insieme questi Undead con Chris Natz e Patrick Blanck, pubblicando una manciata di singoli ed ep fra il 1982 ed il 1985: primi tre 7'' degli Undead sono primigeni esempi di uno sferragliante e tirato punk'n'roll stradaiolo, che porta i segni della essenzialita' e dell'ironia dei Ramones e della potenza malevola dei Misfits. Gli Undead giungeranno finalmente al traguardo dell'album nel 1989 con ''Act your rage!'', uscito su Post Mortem, etichetta fondata dallo stesso Steele. L'album venne seguito da due ulteriori lavori, ''Live slayer'' (1991) e ''Til death!'' (1998), oltreche' da svariati singoli ed ep, usciti anche nel corso del primo decennio del nuovo secolo, quando risultano ancora attivi, sebbene attraverso cambiamenti nell'organico attorno alla figura centrale di Bobby Steele.
Euro
28,00
codice 334265
scheda
Undernation Something on the t.v.
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1991  brake out 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Copia con adesivo che indica la produzione di Martin Bisi, prima stampa europea di pressaggio tedesco, copertina senza barcode e con indicazione ''West Germany'' nell'indirizzo della casa discografica sul retro in basso, label bianca e rossa con scritte nere, bianche e rosse, piccolo logo Brake Out nero in basso, catalogo OUT106. Pubblicato nel 1991 dalla tedesca Brake Out, il primo dei due album, di poco precedente ''Anger'' (1991), di questo quartetto newyorchese composto da Jim Gannon (voce), Brendan Gannon (chitarra, membro anche dei Public Nuisance, gruppo punk newyorchese), Bob Fitzgerald (basso, piu' tardi nei Sour Jazz) e Francis Fitzgerald (batteria). Registrato a Brooklyn con Martin Bisi, l'album presenta un indie rock dominato da ruvide chitarre elettriche e sostenuto da ritmi spesso in mid tempo; molte canzoni mostrano affinita' importanti con il rock rumoroso e ''noisy'' dei Dinosaur Jr, ma non manca qualche sottile venatura che si richiama ai sixties ed a Neil Young, presente in alcuni brani e non proprio in superficie, ma che comunque alimenta toni autunnali insieme al cantato di Gannon, spesso percorso da brezze malinconiche.
Euro
18,00
codice 327401
scheda
Underworld King of snake (dave angel rework)
12" [edizione] promozionale  stereo  uk  1999  jbo 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Singolo formato 12", stampa inglese solo promozionale nella versione a 45 giri e con due tracce ("Dave Angel rework" quella sulla B-side; questo singolo uscì in diverse versioni, con tracce diverse), copertina ruvida senza barcode e con grande adesivo con nome gruppo e lista brani sul fronte, label bianca con scritte nere e logo JBO nero in basso a sinistra, catalogo JBO5005816P, scritta "soundmasters" incisa sul trail off del lato A. Pubblicato nell'agosto del 1999 dalla JBO nel Regno Unito, dove giunse al 17esimo posto in classifica, uno dei singoli tratti dal quinto album "Beaucoup fish" (3/99). Questa versione contiene due lunghe tracce, "King of snake", nella versione dello lp sopracitato, di circa nove minuti di durata, e "King of snake (Dave Angel rework)", di circa sette minuti, inedita su album. Uno dei piu' importanti ed influenti gruppi nell'ambito della musica techno, gli inglesi Underworld si formano intorno al 1988 su impulso di Karl Hyde e Rick Smith, gia' insieme nella prima meta' del decennio nei Freur, gruppo new wave. Il gruppo diviene nel corso degli anni '90 uno dei principali punti di riferimento della techno inglese, soprattutto con l'acclamato terzo lp ''Dubnobasswithmyheadman'' (1993), che vede la partecipazione del dj Darren Emerson ed intreccia acid house, techno e dub. Gli Underworld sembrano particolarmente inclinati al suono live, come testimoniano numerosi tour anche internazionali ed una acclamata apparizione al Glastonbury festival.
Euro
15,00
codice 334369
scheda
Undone Dark future
Lp [edizione] originale  stereo  fra  1995  stonehenge 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
L' originale stampa, pressata in esclusiva, in questa edizione vinilica, dalla francese Stonehenge Records / Kleines Mädchen, in 1000 copie, con copertina ruvida senza codice a barre, etichette "custom" in bianco e nero, corredato di due inserti con testi (uno dei quali li riporta nella loro traduzione in francese); pubblicato nel giugno 1995, l' unico album in proprio della formazione francese di hardcore proveniente da Mantes-La-Jolie, dopo il minialbum su cassetta "Undone" (1993), un 7" ep (1994) ed uno split ep con gli Shatter The Myth (1994), e prima del 7"ep "The Other Side" ed altri due split su cassetta. Furioso punk hardcore caratterizzato da qualche influsso "metallico", talora vicino ai Fugazi piu' scatenati ed inferociti, in qualche episodio vicino all' emocore, con serratissimi brani talora inframezzati da sporadici scorci acustici e testi impegnati cantati a squarciagola, atti d'accusa alla violenza sulle donne come in "Ashamed" o alla guerra come in "Under their flag".
Euro
18,00
codice 104825
scheda
Undone undone (4 track ep)
7"ep [edizione] originale  stereo  fra  1994  stonehenge 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
ep in formato 7", l' originale stampa, pressata in esclusiva dalla francese Stonehenge Records / Kleines Mädchen, in 1000 copie, qui nella versione con copertina ripiegata attorno al disco, con retro con titoli in bianco su sfondo scuro, etichetta "custom" in bianco e nero, foro al centro piccolo, corredato di inserto ripiegato in quattro parti con testi; pubblicato nel febbraio del 1994, l' ep d' esordio della formazione francese di hardcore proveniente da Mantes-La-Jolie, dopo il minialbum su cassetta "Undone" (1993) e prima dell' unico album "Dark future" (1995), senza contare gli split su 7" e su cassetta. Furioso punk hardcore, in quattro feroci brani ("Loud Silence At Home", "Under Their Flag", "New Sense", "Truthful Lies") con testi impegnati cantati a squarciagola, ancora piu' grafffianti e viscerali rispetto all' album di un anno dopo.
Euro
8,00
codice 249267
scheda
Uninvited (hangee v) i turned into a snake
7" [edizione] originale  stereo  ita  1994  for monsters 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
singolo in formato 7", l' originale stampa, limitata in 1000 copie, copertina con apertura per il disco in alto, inserto, etichetta in bianco e nero ("custom" da un lato), foro al centro stretto. Pubblicato nel 1994, registrato il 13 maggio del 1994 dal vivo in garage di Cagliari, l' esordio della eccellente garage punk band cagliaritana, giudata dal cantante e chitarrista Piergiorgio Rizzu, che dopo questo singolo e due albums con gli Uninvited formera' gli Hangee V. Due brani, altrimenti inediti, trascinanti e potenti, splendidamente grezzi: "I Turned Into a Snake", oscura e cavernosa, tremendamente cool, e la piu'serrata "I Can't Bear With You", che rivelano subito la statura del gruppo, decisamente superiore alla media, pur buona, delle produzioni italiche nell' ambito del garage punk di ispirazione 60's.
Euro
10,00
codice 233245
scheda
Uninvited (hangee v) Nuragic surfari
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1997  for monsters 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
l' originale stampa, pressata in una tiratura di settecento esemplari, copertina lucida fronte retro senza barcode, inner sleeve con foto in bianco e nero ed artwork, label nera con scritte bianche, logo For Monsters in bianco e nero in alto, catalogo FMR009. Pubblicato nel 1997 dalla cagliaritana For Monsters, il secondo dei due lp, successivo a "Surfin' and trashin'" (1995), degli Uninvited, eccellente garage surf band di Cagliari, giudata dal cantante e chitarrista Piergiorgio Rizzu, che dopo il singolo d'esordio "I turned into a snake" (1994) ed i due album con gli Uninvited formera' gli Hangee V; completano la formazione Andrea Lai (basso, cori), Luca Masala (batteria, cori) e Massimo Loriga (sax, armonica). I diciotto brevi brani che compongono la scaletta, quattordici dei quali composti dal gruppo (principalmente a Rizzu), rivelano subito la statura del gruppo, decisamente superiore alla media, pur buona, delle produzioni italiche nell' ambito del garage punk di ispirazione 60's: un sound fedelissimo a quello dei sixties, e soprattutto una forte inflessione surf ed in minor misura rock'n'roll, che risalta ancor più di quella garage. Ascoltiamo anche una manciata di covers di classici ed oscuri pezzi di culto del surf rock: "Surfin' elephant" di Craig Chaill (1964), "Custom caravan" dei Pyramids (1964), "King of the surf" di Larry LaPole, già interpretata dai grandi Trashmen (1964) e "Vesuvius" dei Revels (1959, scritta da Robert Hafner, l'autore della celebrata "Comanche").
Euro
18,00
codice 333103
scheda
Union kid Here comes chunk... + 3
7" [edizione] originale  stereo  uk  1999  1970 recordings 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 2000
ep in formato 7", l' originale stampa inglese, vinile color arancio semitrasparente, copertina semirigida neutra nera, senza barcode, inserto cartolina a colori lucido sul fronte, label custom marrone con immagine a colori su di una facciata, scritte bianche e nere, foro centrale piccolo, catalogo 02/01/70. Pubblicato nel 1999 dalla 1970 Recordings nel Regno Unito, questo 7" ep fu il disco di debutto del gruppo inglese, precedente il secondo ep "He is mono" (1999) e l'unico album "Candy falls here" (2000). Provenienti da Braintree, Essex, gli Union Kid pubblicarono una manciata di 7" ed un album fra il 1999 ed il 2000; la loro musica, accostata dai critici sia a gruppi come i Pixies che al punk rock, in effetti intreccia nei quattro brani di questo singolo sonorità spigolose, aggressive ed occasionalmente "noisy" che richiamano la seminale band americana, con una ritmica grezza e tirata decisamente punk, ed un approccio vocale melodico ed essenzialmente pop, ma anche qualche deviazione verso sonorità soffuse ed introspettive (nel caso di "Pacific bell"). Questi i brani presenti sul 7", tutti inediti su album: "Here comes chunk...", "Pacific bell", "Soda jerka" e "Nowhere DC".
Euro
6,00
codice 332173
scheda
Unison (uk electronica) Marine codes / life dreams
12" [edizione] originale  stereo  uk  1998  promo recordings 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
singolo in formato 12", prima stampa inglese, copertina neutra bianca con sagomatura centrale e senza barcode (copia distribuita in Italia con adesivo Siae sul retro), label nera con scritte rosse e con barcode 5026518900217 stampato su di una facciata, nera con simbolo rosso sull'altra, catalogo PROMO21. Pubblicato nel 1998 nel Regno Unito dalla Promo Recordings, sottoetichetta della Back 2 Basics, una delle label di riferimento della jungle / drum 'n bass degli anni '90, questo è il primo dei due 12" dell'oscuro musicista elettronico Unison, precedente "Talk / first light" (1998). Contiene due brani, entrambi inediti su album (non ne pubblicò alcuno): "Marine codes" e "Life dreams", in cui un agile e spezzettato groove drum 'n bass si integra con sonorità esotiche che richiamano rumori e suggestioni della giungla, e con melodie elettroniche astratte che sembrano influenzate da quelle di gruppi come gli Autechre.
Euro
10,00
codice 332727
scheda
United future organization the planet plan
12" [edizione] originale  stereo  uk  1997  talkin' loud 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Prima stampa inglese, coperina liscia, etichetta rossa custom con scritte nere, 12", pubblicato nel Regno Unito nel 1997, contenente 2 tracce: "The Planet Plan" e "The Planet Plan" (Dj Die Mix), caratterizzati da un cross fra drum & bass e acid jazz. Formati a Tokio nel 90, dal DJs Tadashi Yabe, Toshio Matsuura e dal francese Raphael Sebbag, il trio emerge come la band leader della scena Tokyo underground divenendo presto un cult a Londra, ad Amburgo e a New York City, con un suono che combina ritmiche drum & bass con un acid jazz etereo e sofisticato tanto da essere accostati ad un suono trip hop. Hanno pubblicato circa 6 albums, tutti di straordinario successo nella scena internazionale clubbin', fra i quali citiamo "No sound is too taboo" (94), nel quale vengono aggiunti elementi ritmici caraibici e brasiliani, e "3rd prospective", il terzo album, uscito nell'estate del 97, che consolida la fama del trio a livello internazionale.
Euro
10,00
codice 600531
scheda
Unrest A factory record (sub pop singles club)
7" [edizione] originale  stereo  usa  1991  sub pop 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
ep in formato 7", l' originale stampa, uscita per il Sub Pop Singles Club in 7000 copie (3000 in vinile nero, come questa, e 4000 in vinile rosa o lilla), copertina ripiegata attorno al disco, con risvolto da staccare ed inviare per l' iscrizione al Sub Pop Singles Club, etichetta gialla, grigia e nera, foro al centro largo, catalogo SP103. Pubblicato nel marzo 1991, tra il terzo album (senza considerare quelli pubblicati su cassetta) "Kustom Karnal Blackxploitation" ed il quarto "Imperial F.F.R.R.", questo ep contiene 4 brani altrimenti notevoli e personali covers di brani scelti dal catalogo dell' etichetta inglese Factory: "Deaf" dei Crispy Ambulance, "Ufo" delle Esg, "Sex Machine" dei Crawling Chaos e "When It All Comes Down" dei Miaow. Gli Unrest, gruppo attivo dal 1983, basato a Washington e guidato da Mark Robinson, sono stati una delle band piu' originali ed eclettiche ad emergere dalla scena hardcore di Washington. Dopo i consensi ottenuti dal primo album "Tink Of Southeast" (1987), che gia' registrava una decisa evoluzione rispetto allo hardcore dei primi singoli del gruppo, il successivo lp "Malcom X Park" (1989) evidenzia l' intento del gruppo di esplorare mille territori musicali, con l' hardcore che piu' che punto di partenza diviene semplicemente uno dei tanti ingredienti, mentre gli Unrest assoggettano il formato "canzone" ad una vena imprevedibile ed a tratti schizofrenica, improvvisando ed azzardando, e mettendo insieme punk, post punk, garage, jazz, folk e blues, aprendosi pure al pop. Sara' proprio verso il pop che i dischi successivi del gruppo si dirigeranno, prima di un ultimo album nel 1993 "Perfect Teeth" ancora una volta aggressivo ed urticante. Sciolti gli Unrest Robinson dara' vita ai Grenadine, agli Air Miami, agli Olympic Death Squad ed ai Flin Flon, prima di iniziare una inevitabile carriera solista.
Euro
10,00
codice 105269
scheda
Unrest Imperial f.f.r.r. (ltd. coloured vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  cze  1992  teenbeat 
punk new wave
Edizione limitata in vinile in parte colorato ed in parte trasparente, completo di fascia obi con note di presentazione, copertina senza codice a barre, e con inserto interno con testi. Ristampa del 2023 ad opera della Teenbeat, pressoché identica alla prima stampa USA (che ha copertina diversa da quella inglese), del quarto album degli Unrest, originariamente pubblicato nel luglio del 1992 dalla stessa etichetta negli USA ed un mese dopo dalla Guernica in Gran Bretagna. Uscito dopo ''Kustom karnal blackxploitation'' (1990) e prima di ''Perfect teeth'' (1993), questo lavoro del gruppo americano è ancora all'insegna dell'eclettismo, mettendo insieme echi di hardcore punk, ormai minoritari, con elementi guitar pop, indie rock semi-acustico, qualche venatura garage negli episodi piu' scattanti e perfino qualche sperimentazione minimalista. Gli Unrest, gruppo attivo dal 1983, basato a Washington e guidato da Mark Robinson, sono stati una delle band più originali ed eclettiche ad emergere dalla scena hardcore di Washington. Dopo i consensi ottenuti dal primo album "Tink Of Southeast" (1987), che già registrava una decisa evoluzione rispetto allo hardcore dei primi singoli del gruppo, il successivo lp "Malcom X Park" (1989) evidenzia l'intento del gruppo di esplorare mille territori musicali, con lo hardcore che più che punto di partenza diviene semplicemente uno dei tanti ingredienti, mentre gli Unrest assoggettano il formato "canzone" ad una vena imprevedibile ed a tratti schizofrenica, improvvisando ed azzardando, e mettendo insieme punk, post punk, garage, jazz, folk e blues, aprendosi pure al pop. Sarà proprio verso il pop che i dischi successivi del gruppo si dirigeranno, prima di un ultimo album nel 1993 "Perfect Teeth" ancora una volta aggressivo ed urticante. Sciolti gli Unrest Robinson darà vita ai Grenadine, agli Air Miami, agli Olympic Death Squad ed ai Flin Flon, prima di iniziare una inevitabile carriera solista.
Euro
31,00
codice 3515422
scheda
Unsane unsane
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1991  lamb unlimited 
indie 90
Ristampa del 2022. Pubblicato nel 1991 prima di "Total destruction", il primo album della band newyorkese, che esprime tutta la propria rabbia con un hard-core noise potente, tirato e acido con cantati spesso distorti e gridati. Trio formatosi a New York nel 1984 da gli studenti di college Chris Spencer (voce e chitarra), fratello del pi— famoso Jon, Pete shore (basso) e Charlie Hondras (batteria); iniziano a suonare dal vivo, sviluppando un proprio suono che scuote l'interesse di piccole etichette; escono dal 1989 in poi dei singoli e degli Ep, prima dell'omonimo album su Matador nel 91. Un anno dopo, il batterista Ondras muore per overdose e viene sostituito da Vinny Signorelli (ex Swans e Foetus), che suona nel secondo album "Total destruction" del 93, lavoro pi— oscuro rispetto all'esordio. "Scattered smothered and covered" del 95 contiene il brano "Scrape", diventato famoso per il video molto passato su Mtv, in cui si mostrano una serie di cadute dagli skateboards, intervallate da immagini live. Nel 98 esce "Occupational Hazard" con un suono con echi death metal; dopo un tentativo di strangolamento nei confronti di Spencer durante il tour europeo la band si scioglie temporaneamente per ricomparire nel 2005 con un album "Blood run".
Euro
30,00
codice 2127492
scheda
Unwound The future of what (ltd yellow)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1995  numero group 
indie 90
Ristampa limitata in vinile giallo .Pubblicato In Usa nel dicembre del 1995 dopo ''New Plastic Ideas'' e prima di '' Repetition '', non entrato nelle classifiche Usa ne' in quelle Uk. Il terzo album. Lavoro che pone in risalto l'eredita' sonora del punk intellettuale dei Buzzcocks e vede il gruppo porre una forte attenzione alle melodie , musicalmente si basa sui suoni in grande risalto del basso e della chitarra potente e distorta, con partiture intense ed ipnotiche che vedono anche l'utilizzo dell'organo nel brano conclusivo, curiosamente vicino all'ambient.
Euro
33,00
codice 2122214
scheda
Unwound Unwound (vin. rising blood)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1995  numero group 
indie 90
edizione limitata in vinile colorato "rising blood", ristampa del 2023, Pubblicato negli Usa nell' agosto del 1995, non entrato nelle classifiche Usa ne' in quelle Uk. Album contenente rari singoli e brani inediti, oltre che alcuni episodi apparsi soltanto su compilations, completa la selezione di '' Singles 1991-1997 '' includendo il materiale rimasto fuori dalla prima raccolta del gruppo, tra cui le registrazioni del 1992 dell'Avast studio con Steve Frisk e Stuart Hallerman. Ecco la lista dei brani compresi- antifreeze, rising blood, understand & forget, fingertips, you bite my tongue, stuck in the middle of nowhere again, warmth prospect, kid is gone, kandy korn rituals.
Euro
31,00
codice 2119454
scheda
Upset noise Growing pain
lpm [edizione] originale  stereo  ita  1990  tvor 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa italiana nella versione in vinile nero, copertina lucida fronte retro senza barcode, inner sleeve con foto e testi, label rossa e nera con scritte bianche e logo TVOR bianco e nero, catalogo TVOR08, groove message ''leoncavallo vive!'' sul lato A e ''lionhorse lives!'' sul lato B. Inserito dallo staff di Rumore tra i 70 piu' rilevanti dischi italiani di hardcore punk usciti nel decennio, questo disco e' effettivamente un piccolo classico. Pubblicato nel 1989 dalla TVOR, questo mini lp usci' fra il primo album ''Nothing more to be said'' (pubblicato nel 1988, ma il gruppo aveva gia' pubblicato nel 1984 un 7"ep split con i Warfare e nel 1985 un 7"ep in proprio) ed il secondo ''Come to daddy...'' (1993). Il gruppo triestino dedica questo mini al centro sociale Leoncavallo di Milano, con cinque brani potenti che mantengono l' istintivita' viscerale e la velocita' dei trascorsi hardcore della band, ma con un approccio strumentale ricco di influenze metalliche, realizzando nell' ambito della scena europea dell' epoca uno dei massimi esempi di crossover tra questi generi, accostabile senz' altro ai primi gia' citati Jingo de Lunch, che non a caso degli Upset Noise eseguivano diverse cover, tra cui la qui presente "Growing Pain", che ha la statura del classico.
Euro
25,00
codice 318023
scheda
Upset noise Growing pain (red vinyl)
lpm [edizione] originale  stereo  ita  1990  tvor 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa italiana nella versione limitata in vinile rosso, copertina lucida fronte retro senza barcode, inner sleeve con foto e testi, label rossa e nera con scritte bianche e logo TVOR bianco e nero, catalogo TVOR08, groove message ''leoncavallo vive!'' sul lato A e ''lionhorse lives!'' sul lato B. Inserito dallo staff di Rumore tra i 70 piu' rilevanti dischi italiani di hardcore punk usciti nel decennio, questo disco e' effettivamente un piccolo classico. Pubblicato nel 1989 dalla TVOR, questo mini lp usci' fra il primo album ''Nothing more to be said'' (pubblicato nel 1988, ma il gruppo aveva gia' pubblicato nel 1984 un 7"ep split con i Warfare e nel 1985 un 7"ep in proprio) ed il secondo ''Come to daddy...'' (1993). Il gruppo triestino dedica questo mini al centro sociale Leoncavallo di Milano, con cinque brani potenti che mantengono l' istintivita' viscerale e la velocita' dei trascorsi hardcore della band, ma con un approccio strumentale ricco di influenze metalliche, realizzando nell' ambito della scena europea dell' epoca uno dei massimi esempi di crossover tra questi generi, accostabile senz' altro ai primi gia' citati Jingo de Lunch, che non a caso degli Upset Noise eseguivano diverse cover, tra cui la qui presente "Growing Pain", che ha la statura del classico.
Euro
28,00
codice 256997
scheda
Urban dance squad Planet ultra (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1996  music on vinyl 
indie 90
edizione limitata in vinile trasparente di 500 copie. copertina apribile. Il quarto album in studio, uscito dopo "persona non grata", un disco che vede il "ritorno" di campionamenti (anche se senza lo storico DJ DNA) e funky hip-hop rispetto al precedente lavoro quasi heavy-metal. Quintetto (quartetto rock piu' un dj) olandese di Utrech, nato quasi per caso durante una jam-session al Festival di Utrech nel 1986, autore di un crossover tra hip-hop, techno, soul, ska, rock, funk, spesso paragonato ai Red Hot Chili Peppers e ai Fishbone e che evidenzia le doti tecniche del chitarrista Tres Manos e del bassista Silly Sil. Hanno pubblicato quattro albums, prima di sciogliersi nel 2000: "Mental floss for the globe" nell'89, "LIfe 'n perspective of a genuine crossover" 91, "Persona non grata" del 94 e "Planet ultra" del 96. La loro fama e' legata al successo del brano, "Deeper shade of soul" dal primo album, "Mental floss for the globe", giunto alla posizione n.21 delle classifiche americane.
Euro
19,00
codice 2089040
scheda
Urban sax Spiral
lpdvd [edizione] nuovo  stereo  eu  1991  wah wah 
rock 60-70
Edizione limitata a 500 copie, copertina in cartoncino lucido fronte retro e senza codice a barre, label verde con scritte bianche e logo Wah Wah Records bianco in alto, catalogo LPS155, libretto di ventiquattro pagine formato 12'', allegato DVD con materiale bonus, busta di plastica trasparente con chiusura adesiva. Ristampa del 2016 ad opera della Wah Wah, per la prima volta disponibile in vinile (originariamente l'album usci' solo in cd). Originariamente pubblicato nel 1991 dalla EPM in Francia, il quarto album, successivo a ''Fraction sur le temps'' (1985) e precedente ''To the happy few'' (1993). Il nutrito gruppo di sassofonisti ed il coro tipici delle precedenti produzioni degli Urban Sax sono qui accompagnati da un bassista, da vibrafoni ed organo. Il fascinoso ed atmosferico amalgama di minimalismo e jazz degli Urban Sax, che sfocia in brani pulsanti e circolari, ma anche in passaggi distesi e visionari, vede in questo ''Spiral'' le parti vocali del coro in maggior rilievo rispetto al passato, anch'esse integrate nel generale approccio minimalista e quindi armoniosamente dialoganti con le parti strumentali. Progetto innovativo ed originalissimo, gli Urban Sax furono fondati nel 1977 in Francia da Gilbert Artman, gia' membro fondatore del gruppo sperimentale transalpino Lard Free. Gli Urban Sax erano composti principalmente da un nutrito gruppo di sassofonisti, che in alcune occasioni arrivo' a superare la ventina di elementi, a cui si aggiungevano poi numerosi altri strumentisti e coristi; pubblicarono la maggior parte dei propri dischi fra la fine degli anni '70 e l'inizio dei '90, offrendo una musica indefinibile e mesmerica, in cui confluivano influssi, minimalisti, jazz, fusion e di classica contemporanea.
Euro
27,00
codice 2062022
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1994  hip bop 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
stampa originale Uk, retrocopertina con nota di George Benson, lunga lista dei musicisti presenti nell'album, e foto in bianco e nero dei volti dei quattro componenti principali della band, etichetta bianca con scritte nere, logo della Hip Bop giallo e nero in alto e logo degli Urbanator in basso, di questo lp della band formata negli anni '90 dal violinista e saxophonista polacco Michal Urbaniak. Il disco vede la partecipazione di Herbie Hancock. Tra jazz-rock, fusion e hip-hop. Influenze alla Jean-Luc Ponty.
Euro
15,00
codice 302188
scheda
Urge overkill Saturation (ltd reissue)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1993  porterhouse 
indie 90
Ristampa del 2018, in vinile blu trasparente, rimasterizzata in occasione del venticinquesimo. Lp pubblicato in Europa ed Usa dalla Geffen nel giugno 1993, dopo "The supersonic storybook" (91), prima di "Exit the dragon" (95), il quarto album, il primo per la Geffen, che aveva intravisto il potenziale commerciale di una band capace di mettere insieme pulsioni fra hard e glam rock settantiano e cristallino pop, con influenze come Grand Funk, Ted Nugent o ZZ Top in tracce che pero', siano esse ballate o cavalcate inebrianti, presentano sempre ritornelli orecchiabili, spingendo ancora oltre la lezione dei Cheap Thrick piu' pop. con un risultanto esaltato anche dalla produzione affidata a The Butcher Brothers (meglio conosciuta al tempo per il loro lavoro per le top-charts con i Kriss Kross e Cypress Hill), in uno spirito decisamente pop che sposa la melodia con riffs sporchi, frutto del grande lavoro del cantante/chitarrista Nash Kato. Nonostante sia stato concepito come disco da classifica, le vendite furono buone ma non eccezionali, in gran parte dovute alla grande rotazione che ebbe su MTV, il video del singolo "Sister Havana". Gli Urge Overkill si formano a Chicago nel 1986 e propongono nei primi anni di attività un punk rock potente ed a tratti vicino ai Butthole Surfers, che si ammorbidisce nel corso degli anni. Il loro terzo acclamato album "Supersonic storybook" (1991) è prodotto da Steve Albini e li porta ad aprire i concerti dei Nirvana nel tour americano di "Nevermind". Il brano "Girl, you'll be a woman soon" del 1992, melodica e tenebrosa cover di una canzone di Neil Diamond, viene inserito da Quentin Tarantino nella colonna sonora di "Pulp fiction" e diventerà una hit radiofonica, regalando al gruppo un momento di notorietà, a cui però, non fa seguito un successo duraturo. Il gruppo si scioglie nel 1997 ed il cantante National Kato pubblica il suo esordio da solista nel 2000, "Debutante".
Euro
32,00
codice 2083491
scheda
Urusei yatsura We are urusei yatsura
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1996  che 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
inner sleeve sagomata in alto, etichetta senape scritte bianche. Pubblicato nel maggio del 1996 dalla Che' in Gran Bretagna e dalla Primary negli USA, non entrato in classifica sulle due sponde dell'Atlantico, "We are Urusei Yatsura" e' l'album d'esordio del gruppo fondato a Glasgow in Scozia nel 1993 da Graham Kemp e Fergus Lawrie, compagni di universita' appassionati di Velvet Underground e Galaxie 500, a cui si uniscono Elaine e Ian Graham. Il gruppo prende il nome dal mitico fumetto di Rumiko Takahashi, noto in Italia come "Lamu'". Dopo un rarissimo mini lp ("All hail Urusei Yatsura", 1995) ed alcuni 7", il gruppo pubblica con la Che' il primo album, che sara' poi seguito da altri due lp con modesto successo commerciale, per poi sciogliersi all'inizio del nuovo secolo. Accostati ai Pavement ed ai Sonic Youth, gli Urusei Yatsura suonavano un rock low fi chitarristico e rumoroso ma ancorato al pop e non privo di melodia. Uscito dopo il 7" "Kewpies like watermelon" e prima dell'ep "Phasers on stun", questo primo album del gruppo di Glasgow impressiono' positivamente la critica con il suo approccio a meta' strada fra l'indie americano e quello inglese, con influenze noise rock e vaghi sentori di My Bloody Valentine.
Euro
25,00
codice 104606
scheda

Page: 136 of 145


Pag.: oggetti: