Hai cercato:   --- Titoli trovati: : 28480
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Ze' tom Com defeito de fabricacao
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1998  luaka bop 
rock 60-70
Allegato codice per il download dell'album da internet, copertina apribile, catalogo 680899003315. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2016 ad opera della Luaka Bop, l'album originariamente pubblicato solo in cd nel 1998 dalla stessa etichetta, dopo ''The hips of tradition – Brazil 5: the return of tom ze''' (1992) e prima di ''Jogos de amar'' (2000). ''Com defeito de fabricacao'' e' un album concettuale a tema socioculturale, che prende le mosse dalla denuncia di un processo di robotizzazione delle persone da parte delle forze dominanti il sistema economico, il quale genera l'idea che emozioni, pensiero autonomo, creativita' ed espressione artistica siano ''difetti di fabbricazione'' presenti nella popolazione. Musicalmente e' un album eclettico che integra o alterna elementi dei piu' diversi stili in un moderno caleidoscopio sonoro, dalla bossa nova ai ritmi elettronici, dalla manipolazione di nastri alle chitarre acustiche, da bizzarrie psichedeliche a canti e percussioni quasi tribali. Grande artista della nuova musica brasiliana emersa negli anni '60, Tom Ze' era stato tra i protagonisti del movimento Tropicalia e fu peraltro presente nel seminale album collettivo "Tropicalia" del 1968. Lavori piu' tardi, come i notevoli ''Estudando o samba'' (1976) e ''Correio da estacao do bras'' (1978), portano a compimento un percorso verso una rilassata maturita', sebbene non del tutto priva di quella esuberanza creativa che lo aveva portato in passato ad interpretare, e spesso reinventare, destrutturandola e ricomponendola, la tradizione musicale brasiliana, libero di creare nuove forme musicali, osando moltissimo sia compositivamente che con gli arrangiamenti. L'artista dirado' la sua attivita' negli anni '80 (un solo album, "Nave Maria", nel 1984), ma poi fu nuovamente prolifico dagli anni '90 in poi, riscoperto dalle nuove generazioni grazie alla splendida raccolta "Brazil Classics 4: The Best Of Tom Zé" curata dalla Luaka Bop di David Byrne.
Euro
31,00
codice 2104063
scheda
Ze' Tom correio da estacao do bras
lp [edizione] nuovo  stereo  bra  1978  tres selos paralelo 
rock 60-70
ristampa del 2022, in vinile 180 grammi, copertina apribile senza barcode, pressoche' identica alla prima molto rara tiratura, e corredata di inner sleeve. Il sesto raro album del geniale artista brasiliano, pubblicato originariamente su Continental in Brasile, dopo "Estudando O Samba" (1976) e prima di "Nave Maria" (1984). Lavoro, come altri della discografia di questo grande artista, poco noto anche a causa della sua cronica irreperibilita', sara' l' ultimo prima di un lungo periodo di silenzio discografico di Tom Ze', ormai lontano dagli esordi che lo avevano visto anche tra i protagonisti del movimento Tropicalia ed infatti presente nel seminale album collettivo "Tropicalia", nel 1968. I brani di questo disco portano a compimento un percorso verso una rilassata maturita', sebbene non del tutto privi di quella esuberanza creativa che lo aveva portato in passato ad interpretare, e spesso reinventare, destrutturandola e ricomponendola, la tradizione musicale brasiliana, libero di creare nuove forme musicali, osando moltissimo sia compositivamente che con gli arrangiamenti. Uno dei massimi capolavori di una discografia piena di tesori, che vedra' questo artista diradare la sua attivita' negli anni '80 (un solo album, "Nave Maria", nel 1984), ma poi nuovamente prolifico dagli anni '90 in poi, riscoperto dalle nuove generazioni grazie alla spledndida raccolta "Brazil Classics 4: The Best Of Tom Zé" curata dalla Luaka Bop di David Byrne.
Euro
33,00
codice 3029989
scheda
Ze' Tom estudando o samba
lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1976  mr. bongo 
rock 60-70
ristampa del 2019, copertina senza barcode, pressoche' identica alla prima molto rara tiratura uscita in Brasile su Continental, e corredata di inserto apribile con testi. Pubblicato nel 1976, dopo "Todos Os Olhos" (1973) e prima di "Correio Da Estação Do Brás" (1978), il quinto album del geniale artista brasiliano. Lavoro tra i piu' straordinariamente creativi e geniali di una discografia che non difetta certo in creativita' e genialita', ormai lontano dagli esordi che lo avevano visto anche tra i protagonisti del movimento Tropicalia ed infatti presente nel seminale album collettivo "Tropicalia", nel 1968, e' anche, a tempo stesso, un' opera che, di quel movimento, mantiene tutta la verve creativa, talora portandola al limite della provocazione, e la capacita' di mettere insieme con un risultato altrettanto mirabile ed originale la tradizione musicale brasiliana e la musica occidentale, anche piu' sperimentale. Inutile citare dei singoli episodi, in un disco cosi' magistrale, un capolavoro assoluto della musica non certo solo brasiliana, gioiello assolutamente da scoprire per un artista che che vedra' diradare la sua attivita' negli anni '80 (un solo album, "Nave Maria", nel 1984), ma poi nuovamente prolifico dagli anni '90 in poi, riscoperto dalle nuove generazioni grazie alla spledndida raccolta "Brazil Classics 4: The Best Of Tom Zé" curata dalla Luaka Bop di David Byrne.
Euro
30,00
codice 2113158
scheda
Ze' Tom Grande Liquidacao
lp [edizione] nuovo  mono  bra  1968  mr. bongo 
rock 60-70
bella ristampa in vinile pesante, ottenuta dai masters originali, pressocche' identica alla prima introvabile tiratura uscita in Brasile nel 1968 su etichetta Rozenblit (stampa oltre che davvero rara anche pressocche' impossibile da trovare in condizioni anche solo discrete), copertina senza barcode. Pubblicato in Brasile nel 1968 prima di ''Tom Ze' ''. Il primo album. Registrato con il supporto strumentale dei gruppi Os Brazoes e Os Versateis, e' un lavoro dall' aura leggendaria, uscito poco dopo la partecipazione di Tom Ze al seminale album collettivo "Tropicalia", e' uno dei capolavori di tutta la scena "tropicalia", amalgama mirabile e personalissimo di 60's pop, screziature psichedeliche, rock ed elementi legati alla tradizione musicale brasiliana, soprattutto bossanova, il tutto filtrato attraverso una personalita' artistica straordinaria, che fa di Tom Ze' il talento piu' straordinario, geniale ed incontaminato di tutta quella splendida scena. Il seguito della carriera artistica di Tom Ze', lontano sempre dal grande pubblico in un percorso di costante ricerca formale e compositiva che negli anni '70 avra' pochi eguali non solo nell' ambito della scena brasiliana, fa forse di questo "Grande Liquidacao" un lavoro ancora "acerbo", ma non e' certo alla luce dei capolavori a seguire che questo il valore di questo gioiello puo' essere sminuito. Tra i brani "Gloria" e "Parque Industrial" (poi registrata da Gal Costa, Gilberto Gil, e Caetano Veloso su un altro manifesto del Tropicalia: "Panis et Circenses").
Euro
26,00
codice 2108511
scheda
Ze' Tom Todos od olhos (180 g)
lp [edizione] nuovo  stereo  bra  1973  tres selos paralelo 
rock 60-70
ristampa del 2022, in vinile 180 grammi, copertina apribile senza barcode, pressoche' identica alla prima molto rara tiratura, e corredata di inner sleeve. Il quarto album del geniale artista brasiliano, pubblicato originariamente su Continental in Brasile, dopo "Tom Ze'" del 1972 (sempre su Continental, ristampato anche come "Se O Caso É Chorar ?") e prima di "Estudando O Samba" del 1976. Lavoro poco noto anche a causa della sua cronica irreperibilita', illumina il periodo artisticamente forse piu' straordinario di Tom Ze', dopo gli esordi che lo avevano visto anche tra i protagonisti del movimento Tropicalia ed infatti presente nel seminale album collettivo "Tropicalia", nel 1968. Libero di interpretare, e spesso reinventare, destrutturandola e ricomponendola, la tradizione musicale brasiliana, libero di creare nuove forme musicali, osando moltissimo sia compositivamente che con gli arrangiamenti, capace ormai di una espressivita' unica perfettamente matura ed affrancata dai modelli originari, Tom Ze' da' vita ad un disco senza tempo, certo tra i suoi massimi capolavori. Tra i brani, "Complexo De Épico", mirabile gioco di incastri ritmici che apre e chiude il disco, la desolata ed intensa "A Noite Do Meu Bem", la giocosa "Cademar", la sinuosa "Augusta, Angélica E Consolação", una nuova mirabile versione di "O Riso E A Faca", essenziale eppure illuminata da geniali arrangiamenti. Uno dei massimi capolavori di una discografia piena di tesori, che vedra' questo artista diradare la sua attivita' negli anni '80 (un solo album, "Nave Maria", nel 1984), ma poi nuovamente prolifico dagli anni '90 in poi, riscoperto dalle nuove generazioni grazie alla spledndida raccolta "Brazil Classics 4: The Best Of Tom Zé" curata dalla Luaka Bop di David Byrne.
Euro
33,00
codice 3029988
scheda
Ze' Tom Tom Ze' (1970) 180 gr.
lp [edizione] nuovo  stereo  bra  1970  polysom / rge / som livre 
rock 60-70
ristampa del 2020, in vinile 180 grammi e rimasterizzata, copertina pressoche' identica alla prima molto rara tiratura, e corredata di inner sleeve, del secondo album, uscito per la Rge Discos nel 1970 dopo "Grande Liquidacao" (uscito per la Rozenblit nel 1968) e prima di un altro "Tom Ze' ", pubblicato nel 1972 dalla Continental (ristampato poi come "Se O Caso É Chorar ?"). Uno dei suoi lavori piu' celebri, registrato dopo la partecipazione di Tom Ze al seminale album collettivo "Tropicalia", nel 1968, e dopo la consacrazione avvenuta a Rio e San Paolo quando suona con Gal Costa nello show ''O Som Livre de Tom Ze‚ e Gal Costa''. Piu' maturo del primo album, di cui abbandona in gran parte le influenze 60's pop e psichedeliche, appare maggiormente inserito nel glorioso solco di una tradizione cantautorale brasiliana, ricca di legami con la tradizione, sopratutto bossanova, ma il tutto e' come sempre nel caso di Tom Ze' filtrato attraverso una personalita' artistica straordinaria, che fa di questo artista il talento piu' straordinario, geniale ed incontaminato di tutta quella splendida scena. Il seguito della carriera artistica di Tom Ze', lontano sempre dal grande pubblico in un percorso di costante ricerca formale e compositiva che negli anni '70 avra' pochi eguali non solo nell' ambito della scena brasiliana, vedendolo aprirsi ad influenze musicali innumerevoli ed imprevedibili, pronto a mettersi in gioco e sperimentare (di questo Tom Ze' piu' imprevedibile questo album fornice una preziosa anticipazione nella geniale "Jimmy Renda-Se"), spesso interpretando in chiavi assai diverse gli stessi brani (come la qui' presente "O Riso e a Faca").
Euro
45,00
codice 3026787
scheda
Ze' Tom Tom Ze' (1972)
lp [edizione] nuovo  stereo  bra  1972  tres selos paralelo 
rock 60-70
ristampa del 2022, in vinile 180 grammi, copertina apribile senza barcode, pressoche' identica alla prima molto rara tiratura, e corredata di inner sleeve. Pubblicato in Brasile dalla Continental nel 1972, prima di ''Todos os Olhos'' (1973), il terzo album, come gia' i primi due (del 1968 e del 1970) semplicemente intitolato "Tom Ze' ". Lavoro molto piu' maturo dei due precedenti, sia musicalmente che per quanto riguarda i testi, piu' intrisi di tematiche sociali e critici rispetto alla dittatura militare, all' epoca al potere in Brasile, lavoro dai toni surreali ed originalissimi, sintesi mirabile tra tradizione (spesso davvero trasfigurata) brasiliana, non solo bossa nova, beat folk cantautoriale ed avant-garde, a tratti sorprendente e sperimentale, e' uno dei frutti maggiori della giustamente celebrata scena Tropicalia, nata nella seconda meta' degli anni '60 e capace di far deflagrare un flusso creativo che sara' profighissimo di risultati fino almeno alla meta' degli anni '70, e vedra' proprio in Tom Ze' uno dei suoi continuatori, meno propenso di Caetano Veloso a rifugiarsi in una dimensione puramente cantautoriale. Uno dei capolavori di una discografia piena di tesori, che vedra' questo artista diradare la sua attivita' negli anni '80 (un solo album, "Nave Maria", nel 1984), ma poi nuovamente prolifico dagli anni '90 in poi, riscoperto dalle nuove generazioni grazie alla spledndida raccolta "Brazil Classics 4: The Best Of Tom Zé" curata dalla Luaka Bop di David Byrne, che trarra' da questo album diversi episodi.
Euro
33,00
codice 3030021
scheda
Zea (ex) Swimming city
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2014  makkum 
indie 2000
Vinile 180 grammi, completo di poster ripiegabile in 4 parti ed inserto apribile formato 8", etichetta meta' bianca con disegno, meta nera con scritte bianche sul primo lato, fotografica sul secondo, Lp pubblicato dalla Makkum Records nel 2014, dopo "The beginner" (10) e prima di "Moarn Gean Ik Dea" (2017), il quinto album per l'olandese di Amsterdam, Arnold de Boer, cantante/polistrumentista e compositore dietro al moniker Zea, dal 2009 chiamato a sostituire G.W Sok negli Ex. Primo lavoro con ospiti (Mats Gustafsson in "People Shrink", Oscar Jan Hoogland in "People grow" e "All words have been first", oltre al clarinettista francese Xavier Charles degli Ensemble X ed il cantante Esther Kluft), questa quinta prova mette in mostra un suono versatile ed aperto in un indie rock elettro/acustico con elementi africaneggianti (frutto dei suoi numerosi viaggi in Ghana e Etiopia), jazz e sperimentali, ottenuta mediante un mix di elettronica con campionamenti, chitarre taglienti e melodie orecchiabili: i rimandi contemplano ovviamente gli Ex, oltre a Colin Stetson, Hauschka, Dntel e Tamikrest.
Euro
14,00
codice 2048352
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2016  thrill jockey 
indie 90
inner sleeve, etichette custom. “Eve” è il sesto album solista di Thalia Zedek, figura di spicco della scena underground anni novanta, parte di diversi gruppi, Uzi, Live Skull, Dangerous Birds, Come. Il disco, registrato e missato da Andy Hong ai Kimchee Studio, è un lavoro da vagabondi del rock: canzoni mai prevedibili e con un malinconia tracciata da passaggi chitarristici blues, crudi ed inquieti. La Zedek è accompagnata da David Michael Curry (viola), Mel Lederman (piano), Winston Braman (basso) e Jonathan Ulman (batteria).Veterana della musica indipendente americana attiva dei primi anni '80, Thalia Zedek ha fatto parte di gruppi di rilievo come Uzi, Live Skull ed in particolare i Come insieme a Chris Brokaw, (precedentemente batterista dei Codeine, pionieri dello slow-core): guidati dalla sua voce rauca, rabbiosa e disperata, realizzano un grande album, divenuto un classico per la musica indie dei 90's, "Eleven:elven" (1992). I Come si sciolgono nel 1999 e Zedek dà avvio all'attività solista pubblicando lavori come "Been here and gone" (2001) e "Liars and prayers" (2008).
Euro
25,00
codice 2061913
scheda
Zedek thalia band Fighting season (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2018  thrill jockey 
indie 90
edizione limitata in vinile colorato viola, inner sleeve. "Fighting season" (2018) è - ad oggi - l'ultimo capitolo discografico di Thalia Zedek, protagonista della scena underground americana. Con questo nuovo album ritrova vecchi amici, come J Mascis, e l'ex compagno Chris Brokaw, è il caso della traccia d'apertura "Bend Again". Il resto del disco è un viaggio, musicalmente parlando, tra presente e passato della musicista americana : lotta tra l'intimità del suo chitarrismo e il travolgente pathos (emotivo e) post-punk degli esordi. Veterana della musica indipendente americana attiva dei primi anni '80, Thalia Zedek ha fatto parte di gruppi di rilievo come Uzi, Live Skull ed in particolare i Come insieme a Chris Brokaw, (precedentemente batterista dei Codeine, pionieri dello slow-core): guidati dalla sua voce rauca, rabbiosa e disperata, realizzano un grande album, divenuto un classico per la musica indie dei 90's, "Eleven:elven" (1992). I Come si sciolgono nel 1999 e Zedek dà avvio all'attività solista pubblicando lavori come "Been here and gone" (2001) e "Liars and prayers" (2008).
Euro
27,00
codice 2080178
scheda
Zedek thalia band Perfect vision (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2021  thrill jockey 
indie 90
edizione limitata in vinile trasparente. A tre anni di distanza da "fighting season" e dopo la parentesi con la band E, torna Thalia Zedek con un nuovo disco a nome della sua band. Album di canzoni cantautoriali ruvide ed emozionali, con uno sguardo riflessivo sull'america contemporanea, come da sempre ci delizia l'artista ex Come. Qui accompagnata da Winston Braman (basso), Gavin McCarthy (batteria ex Karate, compagno negli E) e David Michael Curry (viola). Veterana della musica indipendente americana attiva dei primi anni '80, Thalia Zedek ha fatto parte di gruppi di rilievo come Uzi, Live Skull ed in particolare i Come, guidati dalla sua voce rauca, rabbiosa e disperata in oscuri classici come ''Eleven:elven'' (1992). I Come si sciolgono nel 1999 e Zedek da' avvio all'attivita' solista, pubblicando lavori come ''Been here and gone'' (2001) e ''Liars and prayers'' (2008).
Euro
29,00
codice 2104506
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2013  thrill jockey 
indie 90
Completo di coupon per il download digitale e di inner sleeve, etichetta crema con scritte e disegni geometrici neri sul lato A, grigo/azzurro con scritte e disegni geometrico neri, Lp pubblicato dalla Thrill Jockey nel marzo 2013, dopo "Liars and prayers" (08), il quinto album di Thalia Zedek, qui a nome Thalia Zedek Band, come il precedente; disco con una formazione classica a 5 elementi, dove spiccano i contrappunti 'torturati' della viola di David Curry (Empty House Cooperative, Metal & Glass Ensamble), che enfatizzano maggiormente la voce sofferta e vissuta della Zelek, fra rabbia, orgoglio e malinconia, in un rock certamente vicino a Patti Smith, ma con un piglio piu' disincantato e perdente tipico dei novanta. Veterana della musica indipendente americana attiva dei primi anni '80, Thalia Zedek ha fatto parte di gruppi di rilievo come Uzi, Live Skull ed in particolare i Come insieme a Chris Brokaw, (precedentemente batterista dei Codeine, pionieri dello slow-core): guidati dalla sua voce rauca, rabbiosa e disperata, realizzano un grande album, divenuto un classico per la musica indie dei 90's, "Eleven:elven" (1992). I Come si sciolgono nel 1999 e Zedek da' avvio all'attivita' solista, pubblicando lavori come "Been here and gone" (2001) e "Liars and prayers" (2008).
Euro
20,00
codice 2102205
scheda
Zeit il cerchio degli antichi colori (+bonus 7")
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1981  black sweat 
rock 60-70
ristampa con copertina in cartoncino ruvido senza barcode, pressoche' identica alla prima molto rara tiratura uscita in Italia su Materiali Sonori, ma corredata di un prezioso bonus 7", con due brani inediti ("Kolo E Variazone" e "Corde D' Amore", registrate dal vivo in occasione del "Kunsertu 2" al Parco Trotter di Milano, durante il 1982). Pubblicato in Italia nel 1981 dopo ''Un giorno in una piazza del mediterraneo'', il secondo e purtroppo ultimo album. Questo gruppo fiorentino fu operativo tra il 1979 ed il 1981, autore di una musica originalissima che miscelava sonorità della tradizione italiana con atmosfere tipicamente mediterranee, mediorientali ed orientali, in un viaggio musicale straordinariamente stimolante. I loro album sono caratterizzati da un sapiente e brillantissimo utilizzo di una ricchissima strumentazione tradizionale, e si avvicinano agli esperimenti di "world music" condotti negli stessi anni da Mauro Pagani (che viene non a caso citato nei ringraziamenti), ma hanno un tono piu' ''cosmico'' e sperimentale, con elementi di etnica folk e progressivo.
Euro
29,00
codice 2091353
scheda
Zeitenwende Zeitenwende
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1979  der andere song 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima rara stampa, realizzata dalla tedesca Der Andere Song, copertina senza barcode, inner sleeve in carta con testi, label crema con scritte nere e logo Hansa/Der Andere Song rosso con disegno di uccello colorato lungo il bordo, catalogo 200875, logo GEMA in riquadro a sinistra. Pubblicato nel 1979 in Germania dalla Der Andere Song, sussidiaria della Hansa, il primo eponimo album, precedente ''Kaum zu glauben'' (1980). Il duo tedesco e' qui accompagnato da illustri collaboratori quali Yogi Karpenkiel dei Guru Guru e Bieber Gullatz, all'epoca con gli Emma Myldenberger. L'album si basa su di un folk rock prevalentemente acustico dagli arrangiamenti scarni quanto caldi ed evocativi, cantato in tedesco con voce maschile e femminile; lo strumento prevalente e' la chitarra acustica, con occasionali interventi di legni, basso ed altri strumenti a corda folk. Questo duo tedescodi Heidelberg era composto dai coniugi Ulrich Freise e Barbara Grosse-Freise, in precedenza nel gruppo folk medievaleggiante Elster Silberflug, artefici di due album a meta' anni '70; la coppia Freise si incammino' poi per la propria strada, formando gli Zeitenwende, autori di un folk rock elettroacustico evocativo e dai testi socialmente impegnati. Pubblicarono tre album: ''Zeitenwende'' (1979), ''Kaum zu glauben'' (1980) e ''Herren der nacht'' (1983).
Euro
45,00
codice 319725
scheda
Zeitgeist (reivers) Translate slowly
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1985  db recs 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good punk new wave
l' originale stampa inglese, copertina (con abrasione di circa 3x2 cm. in alto a destra) senza barcode, e con il nome originario del gruppo Zeitgeist sul fronte, label crema con scritte nere, catalogo DBAT75. Pubblicato nel 1985 dalla DB Recs in Gran Bretagna e negli USA, il primo album del gruppo di Austin, l'unico ad uscire sotto l'originario nome Zeitgeist, prima che cambiassero nome in Reivers, con il quale pubblicarono il successivo lp ''Saturday'' (1987). Il gruppo americano si muove in questo esordio fra diversi stili di rock chitarristico americano impiegati negli anni '80, offrendo in alcuni episodi un approccio piu' vicino al delicato guitar pop dei R.E.M., in altri brani un sound piu' introspettivo, acustico e folkeggiante ma non tradizionale, giusto un po' venato di roots, ed infine, nei pezzi piu' energici e sanguigni emerge una vena non lontana dai californiani Dream Syndicate, complice anche la voce maschile di John Croslin, il cui timbro e stile sono affini a quelli di Steve Wynn (ad esempio nell'ottima ''Sound and the fury''), mentre la voce femminile di Kim Longacre e' piu' gentile ed apparentemente piu' influenzata dal country melodico. Accanto ai molti originali, troviamo anche due cover, una di Daniel Johnston (''Walking the cow'') ed una di Glenn Paxton (''Hill country theme''). Gruppo di Austin, Texas, i Reivers nacquero nel 1984 con il nome di Zeitgeist, sotto il quale realizzarono un unico album, ''Translate slowly'' (1985), prima di assumere la sigla definitiva in seguito ad un caso di omonimia con un gruppo di Minneapolis; come Reivers realizzarono quindi tre album, ''Saturday'' (1987), ''End of the day'' (1989) e ''Pop beloved'' (1991), prima di sciogliersi nel 1991. Il loro stile musicale era un rock chitarristico che incorporava elementi roots vicini a certo paisley underground o ma anche affine talora ai R.E.M. Il cantante e chitarrista John Croslin avrebbe in seguito collaborato con gli Spoon come produttore.
Euro
10,00
codice 251189
scheda
Zelienople His / hers
Lp [edizione] nuovo  stereo    2007  type 
indie 2000
Edizione limitata a 500 copie, copertina ruvida a busta, label custom argento e bianca con scritte bianche, adesivo circolare sulla copertina. Pubblicato dalla Type nel 2007, ''His/Hers'' e' il quinto album degli Zelienople, uscito dopo ''Stone Academy''. Il gruppo americano propone una musica estremamente rarefatta, in cui le percussioni sono quasi sempre ridotte ad ottundenti e cosmici tappeti di piatti, su cui si intrecciano minimali e sparsi accordi chitarre acustiche ed elettriche, che riportano alla mente la musica cosmica tedesca come alcuni lavori di Loren Mazzacane Connors (come l'ep ''The murder of Joan of Arc''), ma anche gli inglesi Flying Saucer Attack; il tutto immerso in un'atmosfera notturna al confine con il sonno e con sonorita' che talvolta sfiorano il low fi. Scarsi sono gli indecifrabili interventi vocali nel corso dei lunghi brani, alcuni dei quali hanno un andamento mantrico ed ipnotico, altri sono invece piu' rarefatti e spettrali. Gli Zelienople sono un trio basato a Chicago, attivo dal 1998, formato da Matt Christensen (chitarra, voce), Mike Weis (percussioni) e Brian Harding (chitarra, clarinetto); prendono il nome da una localita' della Pennsylvania. Provenienti da esperienze rock ma amanti del jazz, gli Zelienople hanno sviluppato uno stile in cui si incrociano psichedelia, musica cosmica (dai classici tedeschi ai Flying Saucer Attack), jazz, acid folk e sperimentazione libera (accostati a Jackie-O Motherfucker): il risultato e' una musica rarefatta e meditativa, a tratti ipnotica che puo' essere paragonata a gruppi come Charalmbides e Six Organs Of Admittance ma non strettamente. Il primo album del gruppo, ''Pajama avenue'', esce nel 2002, seguito da altre rare uscite fra cui ''His/hers'' (2007).
Euro
20,00
codice 2007805
scheda
Zen circus Canzoni contro la natura
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2014  la tempesta 
indie 2000
Ristampa del 2022. Lp pubblicato dalla Tannen Records nel gennaio 2014, dopo "Nati per subire" (11), e prima di "La terza guerra mondiale" (2016), l'ottavo album della band toscana. Concept sulla natura dell'uomo, estrapolata dalla presenza di un'intervista di Pasolini al poeta Ungaretti, il quale afferma il costante contrasto dell'uomo con la natura, musicato con la rodata formula che prevede una miscela fra cantautorato italiano, folk e rock, fra Fabrizio De Andre', Rino Gaetano, Eugenio Finardi e la Premiata Forneria Marconi. Formazione attiva dalla fine degli anni '90, gli Zen Circus si formarono a Pisa. Gruppo apprezzato anche per le sue performance dal vivo, pubblicano il loro primo album "About thieves, farmers, tramps and policemen" nel 1999, seguito negli anno successivi da altri tre Lp's finche', nel 2007, l'americano Brian Ritchie, uno dei fondatori dei grandi Violent Femmes, collabora alle incisioni e produce il quinto album "Villa inferno" (2008), che vede anche la presenza di Kim (Pixies, Breeders) e Kelley Deal (Breeders) oltre a Jerry Harrison, tastierista dei Talking Heads, per un disco vicino a Clash, Gogol Bordello e Violent Femmes. Nel 2009 esce "Andate tutti affanculo", cui succede 2 anni dopo "Nati per subire".
Euro
29,00
codice 2109516
scheda
Zen circus L'ultima casa accogliente
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  polydor 
indie 2000
iinner sleeve, etichette custom. Undicesimo album in studio per la band Toscana, uscito dopo "il fuoco in una stanza" del 2018 ed anticipato dal singolo Appesi alla luna. Liricamente incentrato sul corpo inteso come prigionia con liriche introspettive. Un album denso che mostra la band in ottima forma, un mix di ballate e brani rock di forte impatto. Formazione attiva dalla fine degli anni '90, gli Zen Circus si formarono a Pisa. Gruppo apprezzato anche per le sue performance dal vivo, pubblicano il primo album "About thieves, farmers, tramps and policemen" nel 1999, seguito negli anno successivi da altri tre dischi, nel 2007, l'americano Brian Ritchie, uno dei fondatori dei grandi Violent Femmes, collabora con la band producendo il quinto lavoro del gruppo, "Villa inferno" (2008), che vede anche la presenza di Kim (Pixies, Breeders) e Kelley Deal (Breeders) oltre a Jerry Harrison, tastierista dei Talking Heads, per un disco vicino a Clash, Gogol Bordello e Violent Femmes. Nel 2009 esce "Andate tutti affanculo", seguito nell'autunno 2011 da "Nati per subire", da "Canzoni contro la natura" (2014), da "La terza guerra mondiale" (2016) e da "Il fuoco in una stanza" (2018).
Euro
29,00
codice 2096811
scheda
Zen circus La terza guerra mondiale
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2016  la tempesta 
indie 2000
ristampa del 2022. adesivo su cellophane, copertina apribile, etichette custom. “La terza guerra mondiale” (2016) è il nono album dei Zen Circus. Il disco è in linea con gli ultimi due album della band: il trio scrive canzoni con l’obiettivo di incrociare trame rock e musica leggera italiana (cantata in italiano). Particolarmente riuscito da questo punto di vista è il secondo estratto, “L’anima non conta”, brano da fm rock. Non manca comunque la solita ironia della band, si senta, “Zingara - Il cattivista”, “Pisa Merda”. Formazione attiva dalla fine degli anni '90, gli Zen Circus si formarono a Pisa. Gruppo apprezzato anche per le sue performance dal vivo, pubblicano il loro primo album "About thieves, farmers, tramps and policemen" nel 1999, seguito negli anno successivi da altri tre Lp's finche', nel 2007, l'americano Brian Ritchie, uno dei fondatori dei grandi Violent Femmes, collabora alle incisioni e produce il quinto album "Villa inferno" (2008), che vede anche la presenza di Kim (Pixies, Breeders) e Kelley Deal (Breeders) oltre a Jerry Harrison, tastierista dei Talking Heads, per un disco vicino a Clash, Gogol Bordello e Violent Femmes. Nel 2009 esce "Andate tutti affanculo", seguito da "Nati per subire" (2011), “Canzoni contro la natura”(2014) e “La terza guerra mondiale” (2016).
Euro
33,00
codice 2113723
scheda
Zen circus Nati per subire
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2011  la tempesta 
indie 2000
Ristampa del 2022. Lp pubblicato dalla Tannen Records nell'ottobre 2011, dopo "Andate tutti a fanculo" (09), il settimo album del band toscana, giunto alla posizione n.31 delle classifica italiana Secondo disco cantato interamente in italiano, con un suono ancora piu' organico e raffinato, basato su di un folk rock piu' elettrico del solito, e con la consueta attenzione ai testi, che si rivelano molto attuali, soprattutto su quanto sia triste l'Italia e viverci. Partecipano personaggi come Enrico Gabrielli, Giorgio Canali, Alessandro Fiori e Dente. Formazione attiva dalla fine degli anni '90, gli Zen Circus si formarono a Pisa. Gruppo apprezzato anche per le sue performance dal vivo, pubblicano il loro primo album "About thieves, farmers, tramps and policemen" nel 1999, seguito negli anno successivi da altri tre Lp's finche', nel 2007, l'americano Brian Ritchie, uno dei fondatori dei grandi Violent Femmes, collabora alle incisioni e produce il quinto album "Villa inferno" (2008), che vede anche la presenza di Kim (Pixies, Breeders) e Kelley Deal (Breeders) oltre a Jerry Harrison, tastierista dei Talking Heads, per un disco vicino a Clash, Gogol Bordello e Violent Femmes. Nel 2009 esce "Andate tutti affanculo".
Euro
33,00
codice 2109566
scheda
Zen guerrilla Heavy mellow (+promo photo)
12" [edizione] originale  stereo  usa  2001  Flapping Jet 
  [vinile]  Excellent indie 90
copia corredata di foto ufficiale promozionale (risalente all' epoca del secondo album "Positronic Raygun", su Alternative Tentacles), ep con cinque brani, in formato 12" ed in PICTURE DISC, catalogo FJ025. Pubblicato nel dicembre del 2001 dalla Flapping Jet negli Usa, "Heavy mellow" e' l' ultimo disco del gruppo formato nel 1990 a Newark, Delaware, da Marcus Durant (voce), Rich Millman (chitarra), Carl Horne (basso) e Andy Duvall (batteria). Gli Zen Guerrilla propongono un energico ed accattivante hard rock velocizzato, fortemente influenzato dal proto punk di MC5 e Stooges, ma anche dall'hard rock di gruppi come Led Zeppelin ed AC/DC, il tutto mescolato con funk, r'n'b e soul; si puo' cogliere qualche somiglianza con i contemporanei Hellacopters. Uscito dopo il quarto album ed ultimo album "Shadows of the sun" (2001, su Sub Pop/Epitaph), questo 12" contiene cinque brani (Ghetto City Version / Trouble Shake / Heart Attack / Old Floor Shiver / Radio Ghost), di cui i primi tre, registrati dal vivo in Olanda nel 2000, ripropongono il loro classico sound veloce ed aggressivo, mentre gli altri due, incisi in studio con Jack Endino alla consolle, mostrano chiaramente influenze r'n'b e soul, con un suono insolitamente rilassato.
Euro
20,00
codice 104529
scheda
Zenamon Zenamon
Lp [edizione] nuovo  stereo  ger  1984  private 
rock 60-70
Edizione limitata a 150 copie, copertina lucida fronte retro. Ristampa del 2015 ad opera della Private, pressoche' identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1984 dalla Polydor in Germania, il primo album di Zenamon, precedente ''Promenade'' (1988). Inciso in Germania nello studio di Christopher Franke dei Tangerine Dream, con la partecipazione di un gruppo di strumentisti che include Udo Hanten degli YOU, e Nandu Muley che suona il santoor, antico strumento a corde mediorientale, il primo album di Zenamon e' un lavoro strumentale che combina strumenti elettronici, acustici ed elettrici, influenze occidental ed orientali, elaborando una musica percorsa da quella vena minimalista e rilassata che si ritrovava gia' nei Kraftwerk di meta' anni '70 e nei brani piu' contemplativi e dilatati dei Neu!, ma anche da suggestive melodie mediorientali elaborate soprattutto dal santoor di Muley. Laddove la maggior parte dei brani, di durata medio / breve, presenta ritmiche e sonorita' piu' vicine ad una versione ''world'' e pop del rock elettronico e minimalista di scuola teutonica, la splendida e lunghissima ''Nandun'' esplora, nell'arco di ventuno minuti, paesaggi piu' orientali e spirituali, sposando le melodie del santoor e delle chitarre con tappeti di sintetizzatori, senza percussioni, e conducendo l'ascoltatore in ambientazioni meditative e fluttuanti. Jaime Mirtembaum Zenamon e' un musicista nato in Bolivia da genitori europei, che si e' formato musicalmente in Sud America dove e' stato studente di Abel Carlevaro, nella penisola iberica ed in Israele. Principalmente un chitarrista, Zenamon sintetizza influenze diversificate che vanno dall'avanguardia contemporanea al folk sudamericano fino alla pionieristica musica tedesca degli anni '70; ha insegnato alla Berlin Academy of Music (HDK) fra il 1980 ed il 1992, ed ha pubblicato a partire dal 1984 alcuni interessanti album.
Euro
28,00
codice 3510170
scheda
Zeni geva Desire for agony
Lp [edizione] originale  stereo  can  1993  alternative tentacles 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent punk new wave
l' originale rara stampa americana, copertina pressata in Canada come in tutte le copie, con titolo riportato come "Agony For Desire" sulla costola, completa di inserto con testi in giapponese, e di booklet-catalogo della Alternative Tentacles datato inverso 1993, etichetta argento e nera da un lato, amaranto ed argento con logo Alternative Tentacles dall' altro. Pubblicato dalla Alternative Tentacles nel 1993, ''Desire for agony'' e' il settimo album degli Zeni Geva, uscito dopo ''Nai-ha'' (1992) e prima di ''Trance Europe experience'' (1995). Uno degli album degli Zeni Geva piu' noti in occidente, ''Desire for agony'' fu registrato dall'amico Steve Albini a Chicago nel 1993. Il noise rock furioso ed ossessivo del gruppo giapponese oscilla qui fra colate laviche alla Black Sabbath ed uno spigoloso e potente minimalismo, il tutto contrappuntato dalla voce quasi marziale di K.K. Null, misto fra quella di un samurai inviperito, un viscerale cantante hardcore ed un demone rantolante. Mitico gruppo underground giapponese fondato nel 1987 a Tokyo da Kazuyuki K Null (voce, chitarra), Mitsuru Tabata (chitarre, ex Boredoms) e Eito Noro (batteria). Autori di una musica estremamente potente, complessa ed ipnotica ma anche viscerale, con la voce furiosa di Null in evidenza su di una base sonora accostata al noise, al metal ed al math rock, gli Zeni Geva furono tra i primi gruppi indipendenti giapponesi ad essere apprezzati negli USA, dove vennero notati da Steve Albini, che li annovera fra le sue band preferite.
Euro
35,00
codice 108576
scheda
Zeni geva Disgraceland
7" [edizione] originale  stereo  usa  1993  alternative tentacles 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa USA, copertina ripiegata in due attorno al disco, con note ed artwork anche all'interno e con barcode 721616-0127-74, label amaranto con logo Alternative Tentacles argento su di una facciata, nera ed grigia con scritte bianche e nere sull'altra, catalogo VIRUS127. Pubblicato nel 1993 dalla Alternative Tentacles in Gran Bretagna e negli USA, il singolo tratto dall'album ''Desire for agony'' (1993). Contiene il brano ''Disgraceland'', tratto dal sopracitato lp, e sulla b-side ''Autobody'' in una versione diversa da quella apparsa sull'album ''Nai-ha'' (1993). Cupissimo, claustrofobico ed dirompente noise rock. Mitico gruppo underground giapponese fondato nel 1987 a Tokyo da Kazuyuki K Null (voce, chitarra), Mitsuru Tabata (chitarre, ex Boredoms) e Eito Noro (batteria). Autori di una musica estremamente potente, complessa ed ipnotica ma anche viscerale, con la voce furiosa di Null in evidenza su di una base sonora accostata al noise, al metal ed al math rock, gli Zeni Geva furono tra i primi gruppi indipendenti giapponesi ad essere apprezzati negli USA, dove vennero notati da Steve Albini, che li annovera fra le sue band preferite.
Euro
10,00
codice 325340
scheda
Zeni geva Nai-ha (+bonus 12")
Lp [edizione] originale  stereo  jap  1996  skin graft/nux 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
edizione limitata realizzata dalla giapponese Nux, corredata di un bonus 12" inciso su un lato solo, di fascia esterna ripiegata lungo la costola del disco a mo' di "obi", copertina in cartoncino pesante, lucida ed apribile, senza codice a barre, etichetta custom arancio, scritte rosse. Pubblicato in vinile dalla americana Skin Graft nel 1996, inciso nel 1992 a Tokyo con Steve Albini alla consolle ed originariamente uscito solo su cd nel 1992, "Nai-ha" e' il sesto album del gruppo giapponese fondato nel 1987 a Tokyo da Kazuyuki K Null (voce, chitarra), Mitsuru Tabata (chitarre, ex Boredoms) e Eito Noro (batteria). Autori di una musica estremamente potente, complessa ed ipnotica ma anche viscerale, con la voce furiosa di Null in evidenza su di una base sonora accostata al noise, al metal ed al math rock, gli Zeni Geva furono tra i primi gruppi indipendenti giapponesi ad essere apprezzati negli USA, dove vennero notati da Steve Albini, che li annovera fra le sue band preferite. "Nai-ha" e' forse uno dei lavori piu' considerati del gruppo giapponese, che si avvantaggia della presenza di Albini e poco ha da invidiare ai gruppi indie americani. Il disco contiene un 12" realizzato a nome Superunit, ovvero gli Zeni Geva accompagnati da Steve Albini alla chitarra. Mitico gruppo underground giapponese fondato nel 1987 a Tokyo da Kazuyuki K Null (voce, chitarra), Mitsuru Tabata (chitarre, ex Boredoms) e Eito Noro (batteria). Autori di una musica estremamente potente, complessa ed ipnotica ma anche viscerale, con la voce furiosa di Null in evidenza su di una base sonora accostata al noise, al metal ed al math rock, gli Zeni Geva furono tra i primi gruppi indipendenti giapponesi ad essere apprezzati negli USA, dove vennero notati da Steve Albini, che li annovera fra le sue band preferite.
Euro
30,00
codice 227878
scheda

Page: 1135 of 1140


Pag.: oggetti: