Hai cercato:  rsd --- Titoli trovati: : 411
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Mason nick (pink floyd) see emily play / vegetable man (rsd 2020)
12" [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  legacy / sony 
rock 60-70
singolo in formato 12", EDIZIONE LIMITATA, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' AGOSTO 2020; adesivo di presentazione sul cellophane, i due brani incisi da un lato, con l' altra facciata scoplita "etched". Pubblicato per la prima volta in questa occasione, questo singolo contiene due belle versioni di "See Emily Play" e "Vegetable Man", dal repertorio dei primi Pink Floyd, quando ancora erano illuminati dalla stella di Syd Barrett, eseguiti dal vivo il 3 e 4 maggio del 2019 dalla Nick Mason's Saucerful of Secrets, band formata dal batterista dei Pink Floyd Nick Mason e dedita dal maggio 2018 alla riproposizione dal vivo del materiale dei primi storici lavori dei Floyd. Accanto a Mason, il chitarrista Lee Harris, l' ex Spandau Ballet Gary Kemp alla voce ed alla chitarra, Guy Pratt al basso e Dom Beken alle tastiere.
Euro
25,00
codice 2094629
scheda
Matata Indipendence (ltd. black friday rsd 2021)
Lp [edizione] nuovo  stereo  can  1974  tidal waves 
soul funky disco
Con adesivo "made in Canada" applicato sul retro del cellophane, edizione limitata a mille copie, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL BLACK FRIDAY del 26 novembre 2021, vinile da 180 grammi, fascia obi con note di presentazione, copertina senza codice a barre, inserto con note. Ristampa del 2021 ad opera della Tidal Waves, pressoché identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1974 dalla President nel Regno Unito ed in Ghana, il secondo dei due album, successivo a "Air fiesta" (1972), di questo gruppo basato in Kenya. Un set di dodici torridi brani di afro-funk, aperto a contaminazioni latine e reggae in qualche episodio, ma essenzialmente radicato nel funk alla James Brown (anche per l'approccio vocale), con un tocco più afrocentrico alimentato dallo stile percussionistico e dal sound chitarristico, che rivelano affinità con stili come lo afrobeat. Un groove inesauribile, ballabile, elastico ma anche ipnotizzante è il fulcro del loro sound. I Matata (termine in lingua swahili traducibile come "guai") erano un gruppo afro-funk di origini congolesi ma basato in Kenya, e legato allo Starlight Club di Nairobi. Autori di due album incisi a Londra, "Air fiesta" (1972) e "Independence" (1974), dove suonarono anche dal vivo e si esibirono presso la BBC, i Matata combinavano la musica funk statunitense alla James Brown con caratteri tradizionali africani, ad esempio impiegano il grande tamburo ngoma ed una particolare chitarra arpa ad otto corde chiamata nyatiti, le cui sonorità conferivano un tocco unico al loro impasto sonoro, che sosteneva un cantante incisivo ed adrenalinico, indubbiamente influenzato dal sopracitato James Brown. Molto popolari in Kenya a cavallo fra gli anni '60 e '70, cantavano sia in inglese che in tre diverse lingue africane. La britannca President pubblicò i loro due rari album, ma il gruppo si sciolse dopo l'uscita del secondo di essi, restando negli anni come una della bands pioniere della nuova musica africana sulla scena internazionale, insieme ad Osibisa ed Assagai.
Euro
34,00
codice 3513902
scheda
Material Reacted (rsd 2018)
LPM [edizione] nuovo  stereo  eu  1981  tiger bay 
punk new wave
Pubblicazione realizzata per il RECORD STORE DAY DEL 21 APRILE 2018, edizione limitata a 500 copie in vinile da 180 grammi a 45 giri, copertina senza codice a barre, catalogo TB6003. Pubblicata nell'aprile del 2018 dalla Tiger Bay, questa raccolta compila sette brani tratti dai primi album e da alcuni rari singoli e 12" dei Material di Bill Laswell, originariamente pubblicati fra il 1981 ed il 1983; una sintetica esposizione della loro vena eclettica ed originalissima, fra musica sperimentale e "di consumo", realizzata con sorprendenti collaborazioni di artisti cosiì diversi quali Sonny Sharrock, Nona Hendryx, Henry Kaiser ed Archie Shepp. Questa la scaletta: "Memories" (con Whitney Houston e Archie Shepp, dall'album "One down", 1982), "Square dance" (con Fred Frith e Sonny Sharrock, dall'album "Memory serves", 1981), "Reduction" (dal 12" "Temporary music 2", 1981), "For a few dollars more" (singolo, 1983), "Busting out" (con Nona Hendryx, dal 12" "Bustin' out", 1981), "Over and over" (con Nona Hendryx, dal 12" "Bustin' out", 1981). Nato nell' Illinois, Bill Laswell cominciò suonando soul, blues e funk nella zona di Detroit, e imparò il basso dalle sezioni ritmiche dei musicisti neri, successivamente giunse a New York nel 1979 e trovò inizialmente lavoro nei Gong di David Allen. Alla fine di quell'esperienza nacquero i Material, un trio sui generis formato da una sezione ritmica (Laswell al basso e Fred Maher alla batteria) e un tastierista elettronico (Michael Beinhorn). I Material erano dediti ad una formula dove sperimentazioni punk, jazz, funk, noise-electro rappresentano gli elementi primari di una intensiva produzione che avrebbe portato il progetto ad inoltrarsi ed estendersi nella musica americana "di consumo" dal rock al funk, dal jazz al dub, dall'elettronica all'hip hop, dal soul alla disco. Veterano dello underground musicale di New York, dove si stabilì nel 1978 dal natio Illinois, il bassista e compositore Bill Laswell ha partecipato e dato vita ad una miriade di progetti musicali e collaborazioni, oltre alla sua attività di produttore. Il suo primo gruppo newyorchese furono i Material, fra jazz e worldbeat, mentre il suo primo album solista ''Baselines'' usci' nel 1984. Fra gli altri suoi progetti, i Last Exit, messi insieme nel 1986, ed il progetto tendente allo hip hop Praxis; la sua eclettica visione musicale, incorpora anche elementi orientali, come mostra il secondo album ''Hear no evil'' (1988). Ha collaborato anche con John Zorn, Golden Palominos, David Byrne e Fred Frith, ed ha ottenuto successi anche in campo mainstream, ad esempio come produttore e coautore della hit ''Rockit'' di Herbie Hancock.
Euro
26,00
codice 3512517
scheda
Maxophone L'isola / la fabbrica delle nuvole (rsd 2017)
10'' [edizione] nuovo  stereo  ita  2017  ams 
rock 60-70
Uscita per il RECORD STORE DAY 2017, 10'' in vinile grigio argento, label bianca e nera con scritte bianche, logo AMS bianco in basso e nome gruppo stilizzato in bianco e grigio in alto, catalogo AMSEP131. Pubblicato nell'aprile del 2017 dalla AMS questo 10'' e' tratto dal secondo album in studio dei Maxophone ''LA fabbrica delle nuvole'' (2017), uscito dopo il primo album eponimo del 1975 e dopo il live ''Live in Tokyo'' (2014). Il 10'' contiene due brani: ''L'isola'' e' una composizione che risale al 1972, il cui testo fu scritto da Adelio Cogliati (futuro paroliere di Eros Ramazzotti); esso e' stato pubblicato solo nel 2005 in una versione demo e poi in versione dal vivo in ''Live in Tokyo'', mentre qui e' offerto in una nuova versione in studio incisa fra il 2015 ed il 2016; sulla seconda facciata trova posto ''La fabbrica delle nuvole'', tratta dall'omonimo album. Il gruppo intreccia abilmente in questi due episodi pop e rock progressivo melodico con, nella b-side, influssi dei Genesis dei primi anni '70 e spunti fusion. I Maxophone sono un talentuoso gruppo progressive rock milanese formatosi nel 1973 come sestetto, che faceva uso di una ricca strumentazione che includeva flauti, sax, clarinetto, corno francese, tromba e vibrafono, oltre alla piu' caratteristica strumentazione rock; il gruppo, inizialmente attivo fino al 1977, pubblico' un solo album eponimo, assai raro nella sua edizione italiana, uscito nel 1975 su Produttori Associati. E' un lavoro molto bello e considerato dagli appassionati di rock progressivo italiano, con raffinati arrangiamenti si strumenti a fiato. Dopo un lunghissimo periodo di pausa, nel 2005 usci' una raccolta contenente anche inediti e versioni alternative dei loro brani, ''From cocoon to butterfly'', quindi nel 2008 due dei membri originari riattivarono finalmente i Maxophone, avvalendosi di tre nuovi componenti: questa formazione arrivo' a suonare dal vivo fino in Giappone, nel 2013, e l'anno successivo pubbico' un album live, ''Live in Tokyo''; nel 2017 esce finalmente il secondo lp in studio ''La fabbrica delle nuvole''.
Euro
10,00
codice 2085505
scheda
Menswear Extra material (rsd 2021)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1995  demon 
indie 90
edizione limitata per la prima volta in vinile, doppio colorato arancio e bianco, in occasione del RECORD STORE DAY 2021. Disco amorevolmente compilato dai membri della band che include demos, singoli, B-side, rarità e brani dal vivo. I Menswear nascono a Candem town, Londra, nel 1994, formati dal chitarrista Chris Gentry, dal cantante Johnny Dean e dal bassista Stweart Black; si fanno notare quasi più per il loro look mod che per la loro musica e dopo solo 5 concerti, ottengono un profumato contratto con la Island. Escono una serie di singoli, compreso l'innegabile classico del Britpop "Daydreamer", che entrano nei piani alti delle classifiche e nel 95 l'unico Lp "Nuisance", in quanto il secondo "Hay tempo" viene pubblicato solo in Giappone nel 98. La band, distrutta dall'abuso di stupefacenti e collassi nervosi, si scioglie.
Euro
19,00
codice 2112339
scheda
Merton parkas Face in the crowd (Ltd. yellow vinyl, rsd 2022)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1979  radiation 
punk new wave
EDIZIONE LIMITATA IN 500 COPIE, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2022, IN VINILE GIALLO. L' unico album della mod band londinese. Guidati dai fratelli Danny e Mick Talbot, rispettivamente alla chitarra ed alla tastiera (quest' ultimo piu' tardi responsabile fin troppo sottovalutato del successo degli Style Council), si erano formati addirittura nel 1974 con il nome di Sneekers, partecipando dopo il cambiamento di denominazione allo storico festival mod svoltosi il 7 maggio del 1979 al Bridge House; furono l' unico gruppo dei sei coinvolti a non essere incluso nella compilation che ne venne estratta "Mod's Mayday", poiche' nel frattempo la Beggars Banquet, che aveva riposto grande fiducia nel revival mod in atto scatenato dall' uscita del film "Quadrophenia", li aveva subito messi sotto contratto, pubblicandone il singolo d'esordio "You Need Wheels" nel luglio del '79, ben accolto da critica e pubblico, giunto fino al 40esimo posto della classifica inglese; quel singolo, in una versione pero' nuova, e' anche uno dei brani migliori di questo disco delizioso uscito nell' ottobre dello stesso anno, album freschissimo ed ispirato, tra le migliori testimonianze di tutta la scena "neo mod" inglese dell' epoca, da cui vennero tratti anche i successivi singoli "Plastic Smile" e "Give it to me now", e che contiene due sole covers, una vigorosa "Tears of a Clown" di Smokey Robinson & the Miracles e una deragliante "Steppin' Stone" di stampo quasi garagistico. La band incise purtroppo un solo singolo ancora; dopo lo scioglimento Mick Talbot, gia' ospite dei Jam in "Setting Sons" (cosi' come dei Chords), chiusa la parentesi con i Bureau autori di due singoli, formo' con Paul Weller proveniente appunto dai Jam gli Style Council, con cui ebbe enorme successo; il batterista Simon Smith sara' invece con Mood Six, Times, Direct Hits e Small Town Parade.
Euro
25,00
codice 2116494
scheda
Mitchell Joni Blue Highlights Demos Outtakes Live (rsd 2022)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  rhino 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2022; copertina caronata senza barcode, con parti metallizzate in leggero rilievo sul fronte, con adesivo di presentazione sul cellophane. Pubblicato per la prima volta in questa occasione, questo album rappresenta una splendida appendice al fondamentale quarto album "Blue" della cantautrice nata con il nome di Roberta Jan Anderson in Alberta, Canada (considerato uno dei capolavori assoluti della canzone d'autore di tutti tempi). Questi i brani contenuti: "A Case Of You" e "California" sono due demos dalle sessions preparatorie dell' album, brani poi (ovviamente in altre versioni) inclusi nell' album; "All I Want" e' registrata durante una session televisiva per la BBC inglese a Londra il 3 settembre del 1970, "Hunter", "Urge For Going (With Strings)" e "River (With French Horns)" sono registrate durante le definitive sessions per l' album "Blue", in cui peraltro le prime due non verranno incluse; "My Old Man", "This is a mountain dulcimer", "Carey", "A Case of You", "Intro to California" e "California" (le ultime tre eseguite con James Taylor) sono registrate il 29 ottobre del 1970 al Paris Theatre di Londra per una session radiofonica poi trasmessa da John Peel.
Euro
39,00
codice 2116320
scheda
Mo-dettes the story so far... (rsd 2019)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1980  deram / decca 
punk new wave
EDIZIONE LIMITATA, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2019. Originariamente pubblicato nell'ottobre del 1980 dalla Deram nel Regno Unito, non uscito negli USA, l'unico album delle Mo-dettes. Un delizioso esempio di post punk al femminile, "The story so far" offre una brillante sintesi fra occasionali slanci di aggressività punk, coretti e melodie appiccicosamente pop ed un sound spigolosamente post punk, il tutto immerso in atmosfere giocose e solari ma lontane da quelle zuccherine del pop commerciale: in essere sembra di avvertire un'affinità con quelle, divertite ma un po' stralunate, delle Raincoats, sebbene con un piglio meno eccentrico e più vicino alla sensibilità pop (si ascolti ad esempio la loro cover, qui presente, di "Paint it black" dei Rolling Stones, una delle due all'interno di una scaletta composta quasi interamente da brani propri); particolarmente interessante anche il cantato di Ramona Carlier, il cui inglese mostra un forte accento europeo continentale e caratterizza il sound del gruppo. Un disco che avrebbe davvero meritato più attenzione da parte del pubblico, forse "distratto" dall'esplosione del dark. Quartetto post punk femminile, le Mo-dettes furono formate nel 1979 a Londra dalla chitarrista americana Kate Corris (aka Kate Korus), poco prima membro delle Slits, e passata anche attraverso le Raincoats agli inizi della loro carriera; le altre componenti della nuova band erano la cantante svizzera Ramona Carlier, il cui inglese dall'accento marcatamente continentale era uno degli elementi caratterizzanti della musica del gruppo, la bassista Jane Crockford (ex Bank Of Dresden) e la batterista June Miles-Kingston. Nello stesso 1979, le Mo-dettes pubblicarono, sulla loro etichetta Mode, il primo eccellente singolo "White mice", brillante sintesi di energia rock'n'roll, aggressività punk, coretti e melodia pop e spigoli post punk; apprezzato dal dj John Peel, il singolo ottenne ottimi risultati nella classifica indipendente, e l'anno successivo, dopo aver firmato con la Deram, le quattro ragazze realizzarono il loro primo ed unico album "The story so far", che però passò per lo più inosservato, nonostante il discreto successo della loro cover della stonesiana "Paint it black". Il gruppo attraversò poi una fase di instabilità che sfociò nell'abbandono da parte della cantante Ramona Carlier nel maggio del 1982, preludendo al loro definitivo scioglimento, avvenuto alla fine dell'anno. La batterista June Miles-Kingston suonerà poi con Fun Boy Three, Thompson Twins, Everything But The Girl e Communards.
Euro
29,00
codice 2085032
scheda
Mogwai Zerozerozero soundtrack (rsd 2021)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  rock action 
indie 90
edizione limitata in occasione del RECORD STORE DAY 2021, doppio vinile bianco. La bella colonna sonora della serie "zerozerozero" basata sul libro di Roberto Saviano. Ventuno brani strumentali , di durata sotto i quattro minuti, dove melodia e armonia sono magistralmente condotte nelle atmosfere del classico stile post-rock del gruppo, con pianoforti, elettronica ed esplosioni di chitarre distorte.
Euro
30,00
codice 2102028
scheda
Monochrome set indipendent singles collection (rsd 2022)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2022  lantern records 
punk new wave
Doppio album, realizzato in occasione del Record Store Day del giugno 2022. Per la prima volta in vinile in questa occasione, la raccolta originariamente uscita nel 2008 solo in cd, con venticinque brani tratti da singoli ed eps realizzati dalla cult band britannica tra il 1979 ed il 1995 (quelli pubblicati per la Rough Trade, la Cherry Red e la Honeymoon), grandissima parte dei quali inediti su album. Deliziosi sempre, impagabilmente geniali ed originalissimi nei loro primi anni di attivita', qui testimoniati da ben nove brani risalenti ai primissimi 7", quelli pubblicati dalla Rough Trade, imperdibile complemento ai primi due albums "Strange Boutique" e "Love Zombies". Questa la lista completa dei brani: "He's Frank"/"Alphaville", "Eine Symphonie Des Grauens"/"Lester Leaps In", "The Monochrome Set"/"Mr Bizarro" e "He's Frank (Slight Return)"/"Silicon Carne"/"Fallout" sono i primi quattro 7", pubblicati dalla Rough Trade nel 1979, "The Mating Game"/"J.D.H.A.N.E.Y." (con la facciata A tratta dall' album "Eligible Bachelors"), "Cast A Long Shadow"/"The Bridge", "The Jet Set Junta"/"Love Goes Down The Drain" sono sei dei sette brani dei tre 7" su Cherry Red pubblicati tra il 1982 ed il 1983, "Killing Dave"/"House Of God (Live)"/"Sweet Death" sono i tre brani dell' ep realizzato nel 1991 dalla Honeymoon (il primo dei tre brani e' tratto dall' album "Jack"), "Forever Young"/"Hurting You"/"Little Noises" sono i tre brani di un ap su Cherry Red del 1993 (il primo dei tre brani e' tratto dall' album "Charade"), "I Love Lambeth"/"Kissy Kissy"/"All Over"/"Closing Time" sono i quattro brani dell' ep pubblicato dalla Cherry Red nel 1995 (i primi tre brani sono tratti dall' album "Trinity Road", peraltro inedito in vinile). La formazione multietnica dei londinesi Monochrome Set si era stabilizzata all' inizio del 1978, guidata dal cantante e chitarrista nato in India Bid (vero nome Ganesh Seshadri), già nei pionieristici B-sides con Adam Ant, e dal chitarrista Lester Square, nato in Canada (vero nome Tom Hardy), incidendo una manciata di singoli che li imposero all' attenzione della critica inglese e della etichetta Dindisc, che nell' aprile del 1980 pubblicò il primo album "Strange Boutique", che con il secondo "Love Zombies", dello stesso anno, rappresenta una autentica deflagrazione di incontaminata creatività, una imprevedibile ed originalissima miscela di 60's pop, psichedelia ed esotismi vari, ora effervescente ed incalzante ora venata di malinconia, ma sempre sul filo della sottile ironia, la stessa che li rese invisi a tanti critici, impedendo loro di raccogliere quanto avrebbero meritato. Dopo il terzo "Eligible Bachelors", altro splendido esempio di "modernariato" pop, il sodalizio tra Bid e Square si interruppe, almeno momentaneamente, con il primo intento a mantenere in vita la band, con il solo bassista Andy Warren superstite della formazione del primo album, e Square provvisoriamente negli Invisible. Un periodo di scarso successo li portò allo scioglimento ma il culto attorno alla band, mai sopito, spinse Bid e Lester Square a tornare insieme negli anni '90, sempre con piacevolissimi risultati, con Bid impegnato anche negli Scarlet's Well.
Euro
38,00
codice 3028886
scheda
Monty python life of brian (picture disc) rsd 2019
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1979  virgin 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA, IN PICTURE DISC, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2019. Ristampa del 2019 ad opera della Charisma / Universal Music, realizzata in occasione del cinquantesimo anniversario della fondazione dei Monty Python, in versione picture disc, ma con identica scaletta. Originariamente pubblicato nel 1979 dalla Charisma nel Regno Unito, dove giunse al 63esimo posto in classifica, e dalla Arista negli USA, il nono album dei Monty Python, successivo a "The monty python instant record collection" (1977) e precedente "Contractual obligation album" (1980). Si tratta della colonna sonora dello spassosissimo film "Monty Python's life of Brian", e contiene alcuni dei più esilaranti dialoghi tratti dal film ed alcune parti musicali, fra cui la canzone "Look at the bright side of life" ("Guarda il lato positivo della vita"), che i protagonisti del film cantano nella scena finale, quando stanno morendo crocifissi. Fondendo la satira di David Frost con il surrealismo del Goon Show, i Monty Python's Flying Circus si formano in Inghilterra nel 1969. La formazione include John Cleese, Michael Palin, Eric Idle, Terry Jones e Graham Chapman, insieme all'americano Terry Gilliam; in breve il gruppo multimediale diviene uno dei più rilevanti fenomeni di culto del decennio: esordiscono per la BBC che finanzia tredici puntate del loro show nello stesso 1969, il ''Monty Python's Flying Circus'', e nel 1970 viene pubbblicato il primo album, intitolato anch'esso ''Monty Python's Flying Circus'', registrato dal vivo di fronte al pubblico. Il loro primo film è del 1971, anno del debutto discografico americano. La carriera del gruppo proseguirà con successo e genialità fino ai primi anni '80.
Euro
27,00
codice 2086801
scheda
Moon express Prophetic spirit + bonus 7" (rsd 2019)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1969  modern harmonic 
rock 60-70
Pubblicazione realizzata per il RECORD STORE DAY DEL 13 APRILE 2019, Copertina ruvida apribile con sagomatura rettagolare sul fronte (all'interno della quale appare una foto a colori), e con artwork a colori anche nella tasca interna, senza codice a barre, con allegato un bonus 7" contenente due cover dei Beatles (''Can't buy me love'' e ''Tell me what you see'', label in due tonalità di marrone con foro centrale piccolo, catalogo MH-117, custodito in una coperina generica della Modern Harmonic con sagomatura centrale e chiusura a linguetta); label del 33 giri in due tonalità di marrone con scritte bianche e logo Modern Harmonic bianco in alto, catalogo MH-8029. Pubblicato dalla Modern Harmonic nel 2019, a circa cinquant'anni dalla sua incisione, finalmente viene alla luce l'album registrato intorno al 1969 e mai pubblicato finora, da questo misconosciuto gruppo basato in California alla fine degli anni '60. I Moon Express furono formati da Paul Arnold, la mente dell'interessantissimo progetto psichedelico sperimentale ed orientaleggiante ID, autori nel 1967 del leggendario album ''The inner sounds of '67'', quando il talentuoso musicista americano incontrò, nel corso dello stesso anno, la cantante yemenita Tsvia Abarbanel, formatasi nella tradizione musicale del paese arabico e stabilitasi in Israele, ma all'epoca studentessa dell'Università di Los Angeles in California. Insieme lavorarono per due anni al progetto di questo album, a partire dalla fine del 1967, impiegando vari strumenti a percussione, fra cui quelli tradizionali mediorientali come il darbuka, suonato dalla Abarbanel, ed uno inventato dallo stesso Arnold, il transceleste, strumento basato su campanelli. Le ritmiche ipnotiche dal sapore ancestrale delle percussioni e le sonorità mistiche delle campane dominano la musica di ''Pophetic spirit'', accanto a strumenti indiani come sitar e tablas ed a parti vocali narrative maschili, ma soprattutto al canto ammaliante della Abarbanel, che si ispira alla tradizione musicale del proprio paese, calandola in un visionario contesto classicamente sixties. L'album è un mirabile esempio dei voli pindarici e dell'entusiasmo degli incontri transculturali che ebbero luogo nella musica più creativa dei dinamicissimi anni '60, che rimase all'epoca inedito a causa di un terribile incidente stradale di cui rimase vittima Arnold poco dopo la fine delle incisioni, investito da un'automobile e reso invalido dalle gravi ferite. La Abarbanel tornò poi in Israele, dove incise ancora musica interessante; i Moon Express erano apparsi nel bizzarro speciale televisivo musicale ''33 1 / 3 revolutions per monkee'', spettacolo ispirato dalla psichedelia e dalle teorie evoluzioniste darwiniane di cui erano protagonisti i Monkees.
Euro
30,00
codice 3512039
scheda
Moore christy (planxty) Ride On (white vinyl, rsd 2022)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1984  warner music 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA, IN VINILE BIANCO, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2022, ristapa con copertina pressoche' identica alla prima tiratura. Pubblicato in Inghilterra nel luglio del 1984 dopo ''Time has come'' e prima di ''Ordinary man'', l' ottavo album solista del musicista folk irlandese gia' leader dei Planxty. Un album bellissimo, che vede brani del calibro di "Ride On", "City of Chicago", "Lisdoonvarna" e "Among the Wicklow Hills"; fu recensito dalla stampa inglese specializzata con questa definizione nel 1984 ''This one is so good it can make his other good ones seem weak''. Uno dei piu' importanti esponenti della musica popolare irlandese, Christy Moore e' stato cantante e paroliere dei Planxty (anni '70) e dei Moving Hearts (anni '80), e mantiene una carriera solista ormai lunghissima, iniziata negli anni '60, con l'album ''Paddy on the road'' (1969). Moore e' un musicista in bilico fra tradizione musicale irlandese ed innovazione, avendo incorporato nel corso degli anni elementi rock e pop nel suo stile.
Euro
29,00
codice 3028496
scheda
Morricone ennio Barbablu' ost (+ 3 tracks - rsd 2017)
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1972  rustblade 
soundtracks
USCITA PER IL RECORD STORE DAY del 2017, edizione limitata a 499 copie in vinile blu. Ristampa del 2017 ad opera della Rustblade, realizzata in occasione del quarantacinquesimo anniversario del film, con copertina esclusiva e con tre bonus tracks (''Una macabra scoperta 2'', ''La quinta e' in coma 2'' e ''Barbablu' (titoli – versione film)'', poste alla fine della seconda facciata). Originariamente pubblicata nel 1972 dalla General Music in Italia, la colonna sonora del film ''Barbablu''', diretto da Edward Dmytryk ed interpretato da Richard Burton. Le musiche furono composte dal maestro Ennio Morricone, il quale appose la sua inconfondibile firma su brani dalle sonorita' drammatiche e cariche di tensione, ma anche percorse da una vena grottesca e di disincanto; questi elementi, uniti allo stile eclettico che intreccia una raffinata lounge music, tocchi noir, jazzati e riferimenti alla musica classica, all'uso di strumenti acustici ed elettrici, avvicinano le musiche al classico sound morriconiano di inizio anni '70 (''Giu' la testa''), ma calandole nel contesto thriller e horror del film. Questa la scaletta: ''Barbablu' (titoli)'', ''Caccia'', ''Preludio alla prima moglie'', ''Una macabra scoperta'', ''1928'', ''Interludio alla seconda moglie'', ''Barbablu' romantico'', ''Postludio alla terza moglie'', ''Dedicato alla quarta'', ''Il violinista'', ''La quinta e' in coma'', ''Barbablu' al crepuscolo'', ''Povera sesta'', ''Brutta fanfara'', ''Requiem per la settima''.
Euro
26,00
codice 3510061
scheda
Morricone ennio Trio infernale ost (ltd. coloured vinyl, rsd 2022)
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1974  rustblade 
soundtracks
Edizione limitata a 500 copie (anche se sono indicate 499 copie sull'adesivo di presentazione, mentre sul retro copertina l'indicazione è di 500 copie), REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL'APRILE 2022, vinile color magenta semistrasparente. Ristampa del 2022 ad opera della Rustblade, rimasterizzata dai nastri originali, la prima in assoluto in vinile, con copertina esclusiva, con sette bonus tracks e titoli dei brani cambiati, della colonna sonora, originariamente pubblicata in Francia nel 1974 dalla Yuki Music con il titolo di "Le trio infernal", dell'omonimo film diretto da Francis Girod ed interpretato, fra i protagonisti, da Michel Piccoli e Romy Schneider. Una delle colonne sonore meno famose del maestro romano, "Trio infernale" fu incisa con la consueta collaborazione della voce "wordless" della magnifica Edda Dell'Orso e del coro dei Cantori Moderni di Alessandroni. Le musiche sprigionano un'atmosfera di decadente sensualità, per una storia dai toni scabrosi e truculenti ma non priva di humor nero: a brani dai toni ammalianti ed avvolgenti, guidati dalla voce da sirena della Dell'Orso, si alternano episodi di cabaret grottesco e sfigurato dall'elettronica come "Rag nuziale (primo matrimonio)", e pezzi dai toni sinistri ed ombrosi come l'orchestrata "Il trio infernale", ma sempre con l'inconfondibile marchio stilistico ed atmosferico di Ennio Morricone. Questa la scaletta: "Acido E Charme", "Rag Nuziale (Primo Matrimonio)", "Il Trio Infernale", "Rag Nuziale (Secondo Matrimonio)", "Acido E Charme (2)", "Sinfonietta-Requiem All'Acido Solforico", "Rag Nuziale (Ultimo Matrimonio)", "Il Trio Infernale (2)", "Acido E Charme (3)", "Rag Nuziale (Primo Matrimonio-2)", "Il Trio Infernale (3)", "Acido E Charme (4)", "Rag Nuziale (Ultimo Matrimonio-2)", "Il Trio Infernale (4)", "Acido E Charme (5)", "Il Trio Infernale (5)".
Euro
42,00
codice 3514461
scheda
Morricone ennio Una pistola per ringo / il ritorno di ringo (ltd. clear red vinyl, rsd 2022)
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1965  vinyl magic / BTF 
soundtracks
EDIZIONE LIMITATA IN VINILE ROSSO SEMITRASPARENTE, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 23 APRILE 2022, label custom con artwork diverso su ciascuna facciata, catalogo VMLP245. Pubblicato nel 2022 dalla Vinyl Magic / BTF, questo album contiene le colonne sonore di due dei primi spaghetti western, "Una pistola per Ringo" e "Il ritorno di Ringo", entrambi usciti nel 1965, diretti da Duccio Tessari ed interpretati da Giuliano Gemma. Le musiche dei due film furono composte da Ennio Morricone, il quale si avvalse in entrambi i casi della conduzione di Bruno Nicolai e del coro dei Cantori Moderni di Alessandroni. Stilisticamente, queste sonorizzazioni non presentano ancora i caratteri "maturi" ed originalissimi di quelle che Morricone aveva da poco realizzato e che avrebbe continuato a comporre per gli western di Sergio Leone e di altri registi, collocandosi in uno spazio intermedio fra una colonna sonora tradizionale, con arrangiamenti orchestrali e motivi pop dell'epoca, ed una più personale e caratteristica. Questa la scaletta: "Angel Face (Paoli)", "Honk Tonky", "Suspense Grottesca", "Rag Sospeso", "Messico Eroico", "Bamba Bambina", "L'attesa", "Lo Scontro", "La Strage", "Una Pistola Per Ringo", "Il Ritorno Di Ringo - Titoli Di Testa (Attanasio)", "Il Travestimento", "Lo Sceriffo Carson", "Dai Fuentes", "L'incontro Con La Figlia", "Il Funerale (Il Silenzio)", "La Bamba Di Barnaba", "Il Matrimonio E La Vendetta", "La Pace Torna A Mimbres".
Euro
31,00
codice 3514346
scheda
Morrison Van astral weeks - alternative (rsd 2019)
10" [edizione] nuovo  stereo  eu  1968  warner bros 
rock 60-70
Minialbum in formato 10", EDIZIONE LIMITATA (9000 copie), REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2019; adesivo di presentazione sul cellophane. Pubblicato per la prima volta in occasione del Record Store Day dell' aprile 2019, questo minialbum in formato 10" contiene le preziose versioni inedite di quattro brani dell' album capolavoro "Astral Weeks": "Beside You" take 1, "Madame George" take 4, "Ballerina" long version e "Slim Slow Slider" long version. Queste le note all' album originario: Pubblicato in Inghilterra nel settembre del 1968 dopo ''Blowin your mind'' e prima di ''Moondance'', non entrato nelle classifiche Uk ne' in quelle Usa dove usci' nell'ottobre dello stesso anno. Il secondo album. Per molti uno dei massimi lavori della musica moderna, con testi accostati addirittura a James Joyce, registrato in due giorni in due sessions di otto ore l'una, poco a che spartire con il rock'n'roll, e' piuttosto un compendio surreale di folk, blues, jazz, avanguardia, classica, accompagnato da una band dall'impostazione jazzistica composta da Jay Berliner, Richard Davis, Connie Kay, John Payne e Warren Smith, con l'aggiunta di un quartetto d'archi, crea un' atmosfera in effetti irripetibile, languida ma allo stesso tempo aggressiva, delicata e profonda, il tutto e' dominato dalla voce di Morrison, calda ed aspra come la musica nel disco. Un album speciale e di personalita' spiccatissima, estremo nei vocalizzi, straordinariamente innovativo ed elegante nella musica.
Euro
26,00
codice 2084734
scheda
Mould bob (husker du) circle of friends (rsd 2020)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2007  demon 
punk new wave
Doppio album, in vinile 180 grammi trasparente, realizzato per la prima volta in vinile nell' agosto 2020, in occasione del travagliato Record Store Day di quell' anno, corredato di inner sleeves. Registrato (splendidamente) dal vivo il 7 ottobre del 2005 al 9:30 Club di Washington D.C. (evento gia' testimoniato nel 2007 da un dvd), pochi mesi dopo l' uscita dell' album in studio "Body Of Song", e' la notevole testimonianza del primo tour dopo molti anni che vide Bob Mould accompagnato da una band elettrica (con l' ex Fugazi Brendan Canty alla batteria, Jason Narducy al basso e Richard Morel alle tastiere), e contiene le versioni (perlopiu' superiori a quelle li' presenti) di ben sette brani, ma tra i ben ventitre brani vi troviamo anche alcuni dei migliori titoli della carriera solista di Mould, ed anche episodi provenienti dal repertorio degli Sugar ("The Act We Act", "A Good Idea", "Changes", "Hoover Dam", "If I Can't Change Your Mind" e "Man on the Moon") e, sopratutto, dei grandi Husker Du; per la prima volta dallo scioglimento del suo primo gruppo, infatti, Mould si cimento' durante il tour di "Body of Song" con le versioni nuovamente elettriche di alcuni classici degli Husker Du, e le versioni di "Hardly Getting Over It" (versione delicatissima e commossa), "Could You Be the One?", "I Apologize", "Chartered Trips", "Celebrated Summer" e "Makes No Sense at All" (travolgente!) sono tutte davvero bellissime ed intense. Dopo l'indimenticabile epopea degli Husker Du, senza dubbio uno dei massimi gruppi del rock americano degli anni '80, Bob Mould si dedica all'attivita' solista ed a quella con il suo nuovo gruppo Sugar (dal 1992). Il suo primo album solista, "Workbook", piu' acustico ed quieto rispetto alla musica degli Husker Du, esce nel 1989 e si guadagna il favore della critica. Il successivo "Black sheets of rain" (1990) segna un ritorno a sonorita' dure ed elettriche. Il successivo album, esce senza titolo nel 1996, dopo che Mould aveva sciolto gli Sugar l'anno precedente. Successivi lavori lo vedono anche inserire elementi elettronici, senza pero' abbandonare il rock chitarristico e la canzone semi-acustica.
Euro
32,00
codice 2100330
scheda
Move In europe '66-'67 (rsd 2018)
Lp [edizione] nuovo  mono  uk  1966  1960s 
rock 60-70
EDIZIONE REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 21 APRILE 2018. Copertina senza codice a barre e flipback su due lati sul retro, in MONO, label nera con scritte bianche, logo 1960s Records rosso e multicolore in alto, ''made in gt. britain'' in basso, catalogo R&B22. Pubblicata nel 2018 dalla 1960s Records, questa raccolta compila tredici registrazioni rare o inedite (''Tired of being lonely'' e ''Our love'') tratte da sessioni radiofoniche e televisive effettuate fra il 1966 ed il 1967 in alcuni paesi dell'Europa continentale; performances che rivelano una certa fascinazione per le sonorita' della scena californiana, con tre cover dei Byrds ed una dei Moby Grape. I Move furono una delle piu' leggendarie band inglesi della prima psichedelia; erano originari di Birmingham. La loro formazione includeva i talenti di Roy Wood e Bev Bevan, e per un periodo, nei primi anni '70, vi transito' anche Jeff Lynne; divennero nel 1966/1967 attrazione fissa dello UFO Club di Londra insieme a Pink Floyd e Tomorrow. La loro musica, di matrice assolutamente acidissima, era sospesa tra psichedelia e pre-progressive, caratterizzata da irrestibili melodie popsike e mod, che trovavano una splendida cornice nelle composizioni di Roy Wood come ''Flowers in the Rain'', ''Fire Brigade'', ''Cherry Blossom Clinic'', ''Yellow Rainbow'' e ''Walk Upon the Water''. Questa la scaletta: Side A: 1. Tired Of Being Lonely 2. Cherry Cherry 3. Our Love 4. Walk Upon The Water 5. I Can Hear The Grass Grow 6. Night Of Fear 7. Eight Miles High Tracks 1-3: 1st-ever BBC session, 24-10-66 Tracks 4-6: Live in Offenbach, 21-3-67 Tracks 7: BBC, 21-9-67 Side B: 1. Flowers In The Rain 2. Why 3. Hey Grandma 4. I Can Hear The Grass Grow 5. Something Else 6. So You Want To Be A R ´n ´R Star Side B: Live in Stockholm, 15-12-67.
Euro
17,00
codice 2116497
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1967  our swimmer 
classica cont.
Edizione in vinile di colore verde, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 12 GIUGNO 2021, catalogo WELLE104. Pubblicato nel giugno del 2021 dalla Our Swimmer, questo album offre per la prima volta su vinile registrazioni dal vivo della performance data all'Accademia di Belle Arti di Berlino il 5 ottobre del 1967 da Musica Elettronica Viva, per l'occasione composta da Alvin Curran (kalimba, elettronica, tromba amplificata, voce), Frederic Rzewski (performer, elettronica), Allan Bryan (sintetizzatore), Richard Teitelbaum (sintetizzatore modulare Moog, elettronica, voce), Ivan Vandor (sax tenore) e Carol Plantamura (voce). La composizione "Spacecraft", cui in una performance della durata di 31 minuti, è un percorso dissonante, inquieto e strattonato fra episodi caotici e momenti di quiete e dilatazione. Il musicista d'avanguardia americano Alvin Curran è artefice di una musica eclettica che mescola elettronica e manipolazione di suoni naturali con strumenti e canti tradizionali; La sua prima attività di rilievo è stata la fondazione e lo sviluppo del ramo italiano del collettivo Musica Elettronica Viva dal 1965 al 1971; il collettivo era dedito alla sperimentazione di forme musicali libere ed improvvisate. Amico del grande e misconosciuto compositore italiano Giacinto Scelsi, nel corso degli anni '70 realizza composizioni apprezzate dai toni meditativi e frutto dell'integrazione fra elettronica, suoni naturali e musica tradizionale; successivamente si dedica all'elettronica ed a esibizioni in luoghi inconsueti come porti, caverne e laghi. Da metà anni '70 si dedica anche all'insegnamento, in Italia e negli Stati Uniti.
Euro
23,00
codice 2116872
scheda
Napoli centrale mattanza (ltd. orange vinyl, rsd 2022)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1976  sony 
rock 60-70
RISTAPA LIMITATA IN 600 COPIE, NUMERATE SUL RETRO, IN VINILE ARANCIONE, pesante 180 grammi, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2022, copertina apribile, pressoche' identica alla prima rara tiratura. Pubblicato in Italia nel marzo del 1976 dopo "Napoli Centrale'' e prima di ''Qualcosa ca nun more'', non entrato nelle classifiche Italiane. Il secondo album. Registrato da Franco Del Prete, James Senese, Giuseppe Guarnera, Kelvin Bullen, Agostino Marangolo, Bruno Biriaco, registrato allo studio Chantalain di Roma, prodotto dai Napoli Centrale, musiche di James Senese, testi di Franco Del Prete. I Napoli Centrale si formano sulle ceneri degli Showmen, con un nucleo composto da James Senese e Franco Del Prete con il tastierista americano Mark Harris ed il bassista inglese Tony Walmsley; la loro musica e' un originalissimo mix di jazz-rock e musica popolare napoletana, abbastanza lontana dal rock progressivo degli Showmen, e caratterizzata dai testi cantati in lingua napoletana, che affrontano tematiche sociali e legate alla situazione politica del periodo. Dopo l'uscita dell primo LP, il bassista Tony Walmsley ed il tastierista Mark Harris lasciano il gruppo (il primo per unirsi ad una nuova versione del Rovescio della Medaglia), sostituiti da Ciro Ciscognetti gia' con Fabio Celi & gli Infermieri e dal giovanissimo Pino Daniele al basso; nel secondo album che esce nel 1976 suonano anche molti noti musicisti di studio, tra i quali i batteristi Bruno Biriaco (Perigeo) e Agostino Marangolo (Flea e Goblin), con una musica che pero' non si distacca molto dallo stile dell'esordio, mentre il terzo album del 1977 vede una groove piu' vicina al jazz. Alle registrazioni di "Qualcosa ca nun more" partecipo' anche il tastierista del secondo album, Pippo Guarnera, che nel 1976 aveva fatto parte del gruppo di Eugenio Finardi. Dopo lo scioglimento dei Napoli Centrale, James Senese comincio' una carriera solistica con i primi due album nel 1983-84, mentre sia lui che Del Prete hanno avuto successo anche come sessionmen. Una nuova formazione dei Napoli Centrale e' stata creata da James Senese alla fine degli anni '80, con Savio Riccardi (tastiere), Gigi De Rienzo (basso) e Agostino Marangolo (batteria); questa formazione ha prodotto due album, "Jesceallah" nel 1992, comprendente rifacimenti di brani dei primi dischi, e " 'Ngazzate nire" nel 1994. Un altro album e' seguito nel 2001, intitolato "Zitte! Sta venenn' 'o mammone". (note quasi interamente tratte dal bellissimo sito internet e libro "Italian Prog" di Augusto Croce.
Euro
33,00
codice 3028480
scheda
Nash graham this path tonight (rsd 2016, white vinyl + 7")
lp [edizione] originale  stereo  eu  2016  blue castle records 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Excellent rock 60-70
Copia ancora incellophanata, e con adesivo di presentazione sul cellophane, ma con una lieve ondulatura del vinile (senza effetti sull' ascolto), l' originale stampa, EDIZIONE LIMITATA REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 16 APRILE 2016, in VINILE BIANCO E CON ALLEGATO UN 7" (con due brani inediti, "Teach Your Children" e "Our House"), ormai fuori catalogo, copertina apribile, inner sleeve con testi, card con codice per il download digitale (non sappiamo se ancora utilizzabile), etichetta "custom" nera e grigia con scritte bianche (l' etichetta del bonus 7" e' bianca con scritte nere). Pubblicato nell' aprile del 2016, a distanza di quattordici anni dal precedente lavoro in studio "Songs for Survivors" (2002), il nuovo album (il sesto solista in studio) del musicista inglese, raccolta di brani composti (con il fondamentale aiuto del chitarrista Shane Fontayne, gia' tra gli altri con Springsteen, oltre che in tour con Crosby, Stills & Nash, ed autore anche di vari lavori solisti) in seguito alla separazione dalla moglie, dopo 38 anni di matrimonio, e frutto della complessita' psicologica di quel momento. Scarno ed essenziale, perlomeno in gran parte dei suoi episodi, un lavoro sentito ed intenso.
Euro
30,00
codice 3016176
scheda
Nelson willie red headed stranger - live from austic city limits (rsd 2020)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1976  columbia / legacy / sony 
blues rnr coun
EDIZIONE LIMITATA, REALIZZATA IN 4000 COPIE IN OCCASIONE DEL BLACK FRIDAY RECORD STORE DAY DEL NOVEMBRE 2020, adesivo di presentazione sul cellophane. Pubblicato per la prima volta in occasione del Black Friday Record Store Day del novembre 2020, questo album pubblica per la prima volta la registrazione (di eccelsa qualita' sonora) dell' esibizione dal vivo effettuata il 4 ottobre del 1976 dal grande cantautore country-blues nella sua Austin, Texas, esibizione trasmessa all' epoca anche televisivamente; nella quale Nelson, accompagnato da una eccellente band, suono' tutti i brani dell' album "Red Headed Stranger", esattamente nello stesso ordine di quel disco uscito poco piu' di un anno prima (maggio 1975) e gia' all' epoca divenuto un classico da celebrare. Queste le nostre note a quel disco: Pubblicato nel maggio del 1975, il primo degli albums incisi per la Columbia dal grande cantautore country blues di Austin Texas, tra le massime figure dell' american music di sempre, prima del successivo "The Sound In Your Mind" (1976); giunto al primo posto delle classifiche country americane ed al 28esimo posto delle classifiche americane "pop", e' non solo uno dei suoi massimi capolavori, ma anche uno dei vertici di tutta la scena americana degli anni '70. Si tratta di un concept album su uno "straniero dalla capigliatura rossa" in fuga per aver ucciso la moglie, la cui storia si dipana nell' arco di una serie di magnifici brani, scarni ed essenziali, profondi ed intensi come la voce di Nelson, qui giunto ad una prova superlativa sia come autore che come interprete. Lontanissimo dagli ammiccamenti di tanta country music, oscuro ed austero, il disco ebbe pero' un grande, inatteso successo, considerato presto uno dei classici della musica americana di sempre. Classe 1933 ma ancora attivissimo ed assai prolifico, Willie Nelson ha dato vita con questo disco ad un' opera certamente da tramandare ai posteri.
Euro
25,00
codice 2102997
scheda
New york dolls live at radio luxembourg, paris, france, december 1973 (rsd 2020)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1974  radiation 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA DI 500 COPIE, NUMERATE SULL' ADESIVO DI PRESENTAZIONE POSTO SULLA BUSTA ESTERNA, IN VINILE BIANCO E ROSA "SPLATTER", copertina costituita dalla busta esterna plastificata trasparente, con largo adesivo con foto, logo del gruppo e lista dei brani. Ristampa dell' album, gia' uscito con vari titoli e copertine (e su varie etichette) a partire dal 1984, con 10 brani (in alcune edizioni brani erano stati 11) registrati a Parigi il 23 dicembre del 1973 per il programma radiofonico di Radio Luxembourg, durante il tour europeo successivo alla pubblicazione del loro secondo ed ultimo album "Too Much Too Soon", con il gruppo formato a New York nel 1972 (dalle ceneri degli Actress), vera icona del proto punk americano, inconsapevolmente intenti a dare una scossa determinante alla compassata scena europea, che ne attingera' linfa vitale per quella che presto sara' la "nuova ondata" punk. Il gruppo si avvicina al momento del collasso definitivo, presto giungera' lo scioglimento della originale storica formazione, ed arriveranno inutili tentativi di mantenerne in vita la sigla, anche sotto la spinta di un giovane Malcom McLaren che presto si occupera' dei Sex Pistols, trasferendo cosi' molta della carica trasgressiva musicale ed iconografica dei Dolls a quella che sara' la band guida della nascente scena punk inglese. Registrati con David Johansen, Johnny Thunders, Sylvain Sylvain, Arthur Killer Kane e Jerry Nolan, i brani seguenti: 1 Personality Crisis 2 Bad Girl 3 Looking for a Kiss 4 Give Her a Great Big Kiss 5 Stranded in the Jungle, 6 Pills 7 Vietnamese Baby 8 Trash 9 Chatterbox 10 Jet Boy. Di li' a poco Thunders e Nolan formeranno gli Heartbreakers, Kane si riunira' ad un New York Dolls della prima ora (Rick Rivets) formando i Brats, Sylvian formera' i Criminals e Johansen iniziera' una lunga carriera solista.
Euro
21,00
codice 3024650
scheda
New york dolls red patent leather (rsd 2019)
lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1975  culture factory 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 2019, IN VINILE BIANCO, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura. Pubblicato originariamente nel 1984 in esclusiva dalla francese Fan Club, questo album bellissimo contiene 13 brani registrati il 2 Marzo del 1975 al Little Hippodrome Club di New York, uno degli ultimi effettuati con la band originale al completo (con David Johansen, Johnny Thunders, Sylvain Sylvain, Arthur Kane, Jerry Nolan e l' aggiunta al "secondo basso" di Peter Jordan). La band delle bambole newyorkesi era all' epoca tenuta in piedi dal futuro manager dei Sex Pistols, Malcom McLaren, ma continuava comunque dal vivo ad essere irresistibile, con un rock'nroll stradaiolo dalle tinte vagamente glam, suonato con un approccio figlio del garage punk americano degli anni '60 e punto di riferimento imprescindibile per una generazione punk che stava per sbocciare. Perdipiu' queste registrazioni, grezze ma efiicaci, presentano solo tre brani tratti dai due albums della band (tutti dal primo); gli altri 10 (dieci!!!) sono qui editi per la prima volta in assoluto, ed e' facile immaginare che costituissero l' ossatura per un terzo album in studio che non fu mai registrato. Il punk e gli Heartbreakers erano alle porte...Ovviamente imperdibile. Questa la lista completa dei brani: A1 Red Patent Leather / A2 On Fire / A3 Something Else / A4 Daddy Rolling Stone / A5 Girls / A6 Ain't Got No Home/Dizzy Miss Lizzy / B1 Down, Down Downtown / B2 Pirate, Love / B3 Pills / B4 Teenage News / B5 Personality Crisis/Looking For A Kiss / B6 Stranded In The Jungle.
Euro
30,00
codice 2109111
scheda

Page: 10 of 17


Pag.: oggetti: