Hai cercato:  dall'anno 90 all'anno 99 --- Titoli trovati: : 3694
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Arcansiel Stillsearching
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1990  contempo 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
Prima stampa italiana, copertina (con lievi segni di invecchiamento) lucida fronte retro con barcode, inner sleeve in carta azzurra con testi, label bianca con scritte nere e logo Contempo in alto, catalogo CONTE143. Pubblicato dalla Contempo nel 1990, il secondo album, uscito dopo ''Four daisies'' (1988) e prima di ''The normality of perversion'' (1994). L'ultimo album con il cantante e tastierista Marco Galletti (che avrebbe di li' a poco lasciato il gruppo per l'attivita' solista, sostituito da Paolo Baltaro), ''Stillsearching'' si apre con la lunghissima e complessa suite ''I'm still searching'', che occupa tutta la prima facciata, dominata dalle tastiere, immersa in atmosfere oniriche e delicate, accentuate dalla voce di Galletti; simile e' la seconda facciata, con tre brani piu' brevi. Lo stile del disco si rifa' chiaramente al rock progressivo, ma con un approccio sonoro che e' indubbiamente filtrato attraverso la sensibilita' musicale degli anni '80 e della new wave. Questo gruppo italiano, definito come ''neo-progressivo'', ha realizzato quattro album fra il 1988 ed il 2004, ''Four daisies'' (1988), ''Stillsearching'' (1990), ''The normality of perversion'' (1994) e ''Swimming in the sand'' (2004), quest'ultimo contenente per lo piu' vecchie canzoni della band, risuonate con una formazione che ha subito cambiamenti nel corso degli anni.
Euro
18,00
codice 248551
scheda
Arcansiel Stillsearching
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1990  contempo 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa italiana, copertina lucida fronte retro con barcode, inner sleeve in carta azzurra con testi, label bianca con scritte nere e logo Contempo in alto, catalogo CONTE143. Pubblicato dalla Contempo nel 1990, il secondo album, uscito dopo ''Four daisies'' (1988) e prima di ''The normality of perversion'' (1994). L'ultimo album con il cantante e tastierista Marco Galletti (che avrebbe di li' a poco lasciato il gruppo per l'attivita' solista, sostituito da Paolo Baltaro), ''Stillsearching'' si apre con la lunghissima e complessa suite ''I'm still searching'', che occupa tutta la prima facciata, dominata dalle tastiere, immersa in atmosfere oniriche e delicate, accentuate dalla voce di Galletti; simile e' la seconda facciata, con tre brani piu' brevi. Lo stile del disco si rifa' chiaramente al rock progressivo, ma con un approccio sonoro che e' indubbiamente filtrato attraverso la sensibilita' musicale degli anni '80 e della new wave. Questo gruppo italiano, definito come ''neo-progressivo'', ha realizzato quattro album fra il 1988 ed il 2004, ''Four daisies'' (1988), ''Stillsearching'' (1990), ''The normality of perversion'' (1994) e ''Swimming in the sand'' (2004), quest'ultimo contenente per lo piu' vecchie canzoni della band, risuonate con una formazione che ha subito cambiamenti nel corso degli anni.
Euro
25,00
codice 242134
scheda
Architectural metaphor creature of the velvet void
Lp [edizione] originale  stereo  ITa  1997  black widow 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent indie 90
l' originale stampa, realizzata in esclusiva dall' italiana Black Widow, in 500 copie, copertina lucida apribile senza barcode, corredata di inserto con artwork, etichetta bianca e viola custom da un lato, viola con scritte e elogo bianchi dall' altro, catalogo BWR019. Pubblicato nel 1997, questo e' il secondo album degli Architectural Metaphor, uscito dopo ''Odysseum galacti'' (1994) e prima di ''Viva - live'' (2000). Il gruppo americano propone uno space rock influenzato da storiche band degli anni '70 come Pink Floyd, Hawkwind e Tangerine Dream. I brani, lenti ed ipnotici, sono dominati da tastiere cosmiche vicine ai Tangerine Dream e da lenti ed acidi assoli di chitarra alla Pink Floyd. Narcotici blues psichedelici si alternano con brani piu' rarefatti e cosmici, con gli strumenti che sembrano fluttuare nello spazio. L'album contiene due cover, ''All tomorrow's parties'' dei Velvet Underground e ''Golden void'' degli Hawkwind. Attivi dal 1984, gli Architectural Metaphor provengono dal Massachussets. Autori di un fluttuante space rock con marcate influenze anni '70, compongono i loro brani partendo dall'improvvisazione. Il gruppo ha attraversato innumerevoli cambiamenti di organico nel corso degli anni e tra le sue fila milita anche Patrick Murphy, gia' con i Dinosaur Jr. Il primo album ''Odysseum galacti'' esce nel 1994, seguito nel 1997 da ''Creature of the velvet void'' e da due album dal vivo, ''Viva - live'' (2000) e ''Other music'' (2004). Contraddistinti da eteree voci femminili, ritmi rallentati e tastiere vicine alla musica cosmica tedesca, danno il meglio di se' in concerto.
Euro
20,00
codice 251546
scheda
Archive Londinum (25th)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1996  music on vinyl 
indie 90
edizione per il venticinquesimo anniversario, copertina apribile in più parti, inserto di 4 pagine, vinile 180 grammi. Il debutto su album del gruppo inglese, presenta un mix molto forte di trip-hop, elettronica, arrangiamenti d'archi e voci femminili. riferimenti a Tricky, Future Sound Of London e Massive Attack. Basati a Londra, gli Archive si attivano nel 1994 per volonta' di Darius Keeler e Danny Griffiths, dalle ceneri dei Genaside II. Con sonorita' che si espandono attraverso l'elettronica, trip hop, avanguardia, post e progressive rock, hanno realizzato circa sette albums. Agli esordi, che vedevano in formazione la cantante d'origine iraniana Roya Arab ed il giovane rapper Rosko John, il suono propendeva maggiormente verso un trip hop dai tono cupi alla Massive Attack. Dopo un primo Lp, "Londinium" (96) discretamente accolto dalla critica ed apprezzato pubbblicamente da Peter Gabriel, la line up viene gia' modificata dalla partenza della Arab e di John. Entra in formazione Suzanne Wooder, poi sostiuita dal cantante del gruppo pop-rock dei Power of dreams, mentre il suono si sposta sempre piu' verso il rock progressivo e melodico inglese.
Euro
36,00
codice 2110156
scheda
Archive So few words (promo)
12" [edizione] promozionale  stereo  uk  1996  island 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
EP in formato 12", stampa promozionale inglese, copertina ruvida fronte retro senza barcode, label neutra bianca, catalogo ARK12002DJ, scritta "orlake" incisa sul trail off di entrambi i lati. Pubblicato nel 1996 dalla Island, il primo 12" degli Archive, precedente il primo album "Londinium" (9/96). Contiene tre brani: "So few words", poi inserita nel sopracitato lp, "All time (archive remix)", in una versione diversa e molto più lunga rispetto a quella su "Londinium", e l'inedita su album "Organ reprise". La title track offre una suadente ed ombrosa sintesi fra trip hop e sonorità che rimandano allo space / progressive rock pinkfloydiano degli anni '70, la seconda tracce si muove fra bordoni elettronici dal sapore ambient ed una parte centrale ritmica che evoca una sorta di trance rock al rallentatore, mentre l'ultimo pezzo è uno strumentale tastieristico che intreccia circolari note pianistiche con dilatazioni spaziali che richiamano gli Spiritualized. Basati a Londra, gli Archive si formano nel 1994 per volonta' di Darius Keeler e Danny Griffiths, dalle ceneri dei Genaside II. Impiegando sonorita' che si espandono attraverso l'elettronica, trip hop, avanguardia, post e progressive rock, hanno realizzato circa numerosi album a partire da "Londinium" del 1996. Agli esordi, che vedevano in formazione la cantante d'origine iraniana Roya Arab ed il giovane rapper Rosko John, il suono propendeva maggiormente verso un trip hop dai tono cupi alla Massive Attack. Dopo il primo lp "Londinium" (1996), discretamente accolto dalla critica ed apprezzato pubbblicamente anche da Peter Gabriel, la formazione viene gia' modificata dalla partenza della Arab e di John. Entra quindi in formazione Suzanne Wooder, poi sostiuita dal cantante del gruppo pop-rock dei Power Of Dreams, mentre il suono si sposta sempre piu' verso il rock progressivo e melodico.
Euro
12,00
codice 333955
scheda
Arcwelder pull
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1993  Touch & go 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale stampa inglese, copertina (con lievi segni di invecchiamento) lucida, completa di inserto con crediti, etichetta nera con scritte bianche, catalogo TG108. Pubblicato nel 1993 dopo "Jacket Made in Canada" (1991) e prima di "Xerxes" (1994), il terzo album (incluso l' esordio del 1989 a nome Tiltawhirl) della notevole band che aveva iniziato sul finire degli anni '80 a Minneapolis, Minnesota; l' influenza dei concittadini Husker Du e' pressocche' inevitabile nella loro musica, ma nelle vibranti composizioni della band sono rintracciabili anche influenze noise e grunge, e l'eccellente risultato finale e' decisamente meritorio di considerazione, per certi aspetti premonitori di certi sviluppi futuri della storia artistica di Bob Mould, ed alcuni brani davvero memorabili. Il batterista Scott Macdonald (che aveva gia' suonato nei 2i, autori di alcuni 7" ed un album tra il 1985 ed il 1986) ed il chitarrista Bill Graber si scambiano le parti vocali, e la voce del primo ricorda davvero molto quella di Mould degli Husker Du. Davvero un gruppo sottovalutato, da riscoprire.
Euro
20,00
codice 202535
scheda
Area (Arms Of Someone New, Moon seven times) Fragments of the morning (white vinyl)
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1990  c'est la mort 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima rara stampa USA, vinile bianco, copertina in cartoncino neutro nero, con sagomatura al centro ed adesivo con informazioni sul disco applicato sul fronte, label bianca con scritte nere su di una facciata e con foto in bianco e nero e scritta ''area'' in nero sull'altra, catalogo CLM031. Pubblicato nel 1990 dalla C'Est La Mort, il quinto (considerando anche il primo, uscito su cassetta) ed ultimo album, uscito dopo ''Between purple and pink'' (1989). Il gruppo americano e' qui artefice di un delicato ed essenziale sound tra influssi post punk ed indie pop dai toni sognanti, attraverso brani melodici e ''minimal'', scanditi da ritmi lenti, che rimandano sia a molti gruppi britannici della 4AD come ai primi frutti del progetto newyorchese Ultra Vivid Scene. Gruppo di Champaign, Illinois, attivo dal 1985, questo progetto capeggiato dalla cantante Lynn Canfield e dal chitarrista Henry Frayne, poi entrambi nei Moon Seven Times prima di separarsi (la prima negli Shotgun Wedding e poi solista, il secondo nei Lanterna), e dal tastierista Steve Jones, gia' negli Arms Of Someone New, era all'insegna di una musica tra post punk dalle chiare influenze inglesi (gli amanti della 4AD sono avvisati) ed un approccio vicino a quello di certi gruppi della scena "trance" di Los Angeles. Magnifica la voce delicata ed eterea di Kynn, su una musica essenziale e malinconica. Pubblicarono cinque lp prima di sciogliersi all'inizio degli anni '90.
Euro
28,00
codice 315860
scheda
Armatrading joan Hearts and flowers
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1990  a&m 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Copia ancora sigillata nel cellophane (da noi aperto per verificare il contenuto), prima stampa USA, copertina con barcode, label nera con parrti bianche e oro nella fascia centrale, scritte argento e logo A&M bianco a destra, catalogo 75021 5298 1, vinile ambrato su posto controluce. Registrato con la presenza, al basso ed alla batteria in diversi brani, dei due ex Japan MICK KARN e STEVE JANSEN, pubblicato nel giugno del 1990 dalla A&M in Gran Bretagna, dove giunse al 29esimo posto in classifica, e negli USA, dove arrivo' alla 161esima posizione, il tredicesimo album (dodicesimo in studio), della cantante nata nel 1950 a Basseterre, nell' isola caraibica di Saint Kitts, ma trasferitasi a soli tre anni a Birmingham, Inghilterra. Uscito dopo ''The shouting stage'' (1988) e prima di ''Square the circle'' (1992), e' un lavoro di raffinato pop soul d'atmosfera dal sound mainstream a cavallo fra anni '80 e '90, nel quale la cantante esplora temi sentimentali ed il rapporto fra relazioni amorose ed amicizia, con un piglio dolce-amaro. Ne furono tratti due singoli, ''More than one kind of love'' e ''Free''.
Euro
15,00
codice 320447
scheda
Armitage shanks Takin' the piss
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1994  damaged goods 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Prima stampa, realizzata in Gran Bretagna, copertina lucida fronte retro senza barcode, label nera con bordo bianco e scritte bianche, catalogo DAMGOODLP34, groove message ''cunt rock indeed!'' sul lato A e ''don't mention pete shelley'' sul lato B. Pubblicato nel 1994 dalla Damaged Goods in Gran Bretagna, il primo album, precedente ''Sing and play twenty punk hits of the seventies'' (1995). I ''deficienti del medwaybeat'', cosi' come sono presentati nelle note sul retro copertina, sono qui prodotti dal grande Billy Chidish, e ci offrono quattordici scheggie di sguaiato, semidistrutto, tecnicamente deficitario e crudissimo garage punk a bassa fedelta', che suonera' familiare a chi segue ed ama gruppi come Thee Headcoats ed altri progetti del buon vecchio Billy. Formatisi nel 1990, prendendo il nome da una marca inglese di sanitari presenti nel bagno di un pub dove si erano sbronzati (cosi' narra la leggenda...), i britannici Armitage Shanks, originariamente chiamati The Thieving Magpies (gruppo punk), sono stati autori di uno sgangheratissimo garage punk a bassa fedelta', influenzato dall'estetica di Billy Childish, che non a caso produsse il loro primo album; hanno anche spesso suonato dal vivo con Thee Headcoats. Esordirono nel 1993 con alcuni singoli, e nel 1994 con l'album ''Takin' the piss'', proseguendo nel corso degli anni fra scioglimenti ed avvicendamenti nell'organico, e risultando ancora in attivita' nel 2004/05.
Euro
20,00
codice 322054
scheda
Arrested development 3 Years, 5 months and 2 days in the life of...
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1992  music on vinyl 
hip-hop
Ristampa a cura della Music on Vinyl, vinile 180 gr., copertina lucida pressoche' identica all'originale, completa di inserto con testi, del primo album della band, realizzato originariamente nel marzo 1992 dalla Chrysalis, prima di "Unplugged" (93), giunto alla posizione n.1 dell'Heatseekers top album ed alla n.3 delle charts Uk, nonche' votato miglior album di quell'anno dal Village Voice Pazz & Jop. Con un titolo che richiama il tempo impiegato per avere un contratto discografico, questo debutto del combo georgiano, mette in evidenza il peculiare hip hop degli Arrested Development, in grooves che assemblano percussioni africaneggianti, blues rurale, funk ed R&B melodico, attraverso campionamenti di pezzi di artisti del calibro di Minnie Riperton, Earth and Fire, Prince, Sly and the Family Stone, su cui si innescano le rime. I testi lasciano da parte rabbia ed odio, per abbracciare messaggi positivi, come la compassione fraterna, l'unita' dei neri d'America, lotta all'uguaglianza, tributi ai senzatetto. L'attitudine di questo disco, ampiamente amato dai fans fin dai primi giorni dall'uscita, abbraccia una sorta di sfera spirituale, quasi un 'peace and love', non comune per il rap di quel momento storico, assestato sulla rabbia e/o protesta, o sul gansta. L'album che ha permesso loro di vincere il Grammy per il miglior gruppo emergente e che dato l'imput per una nuova estetica di rap, che sara' poi propria di Goodie Mob e Nappy Roots. Gruppo Hip hop di Atlanta, Georgia, fautori di un rap alternativo, anche con contenuti spirituali in contrasto con il gansta, imperante in quel momento, alla cui guida c'è il sessantenne Baba Oje. Hanno pubblicato fino ad oggi 8 albums, raggiungendo un discreto successo, che è iniziato con il film di Spike Lee, "Malcom X".
Euro
29,00
codice 2113474
scheda
Arson garden Under towers
Lp [edizione] originale  stereo  hol  1990  community 3 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Prima stampa europea, copertina lucida fronte retro con barcode, label color crema con disegno marrone sullo sfondo e scritte nere, catalogo 3901-1. Pubblicato nel 1990 dalla Community 3, ''Under towers'' e' l' eccellente album d' esordio degli Arson Garden, uscito prima di ''Wisteria'' (1992). Il gruppo americano introduce qui il suo particolare amalgama sonoro, in cui si incontrano atmosfere spesso oscure e tensione che si ricollega al post punk come ai REM piu' mercuriali ed introspettivi; sonorita' spigolose e ritmiche spezzate si alternano con passaggi piu' fluidi e pop, con una costante vena malinconica che attraversa l'album, alimentata dalla voce lunare di April Combs. Accostati da alcuni critici ai Ten Thousand Maniacs come ai Monks Of Doom, gli Arson Garden avevano in verita' uno stile peculiare ed eclettico in cui si mescolavano tensione e cupezza post punk, malinconiche melodie alla REM e slanci piu' duri e potenti. Formatisi a Bloomington, Indiana, si fecero inizialmente notare con alcuni brani comparsi su compilation nel 1988 e nel 1989, a cui fece seguito il primo album ''Under towers'' (1990). Il successivo ''Wisteria'' (1992) registro' un indurimento nelle loro sonorita'. Il gruppo si sciogliera' dopo un terzo album; successivamente il chitarrista James Combs realizzo' alcuni album solisti, ''Remotor'' (1999) e ''Please come down'' (2001).
Euro
24,00
codice 238950
scheda
Art phag Instant ventriloquism
Lp [edizione] originale  stereo  hol  1991  resonance 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
prima stampa europea, pressata in esclusiva dalla olandese Resonance, copertina (con moderati segni di invecchiamento) semilucida con barcode 8711687001267, label nera e gialla con scritte gialle e nere, logo Resonance giallo in basso, catalogo 33-9136. Pubblicato nel 1991 dalla olandese Resonance, il terzo ed ultimo album, successivo a ''Gods of grunge'' (1989). Prodotto dal chitarrista della band Len Puch con Rick Mills (tranne un brano, "Mysterical sights", prodotto da Warren DeFever, ingegnere che poi lavorerà con la Third Man), "Instant ventriloquism" riprende il filo di una graffiante ironia, già manifesta nella copertina, che pervade la caratteristica miscela musicale degli Art Phag, delirante e psicotico intreccio fra il garage punk scalcinato ed a bassa fedelta' dei concittadini Gories, il folle psychobilly dei Cramps, e la pazzia de-costruttrice dei primi Jon Spencer Blues Explosion e degli Oblivians, il tutto condito da testi altrettanto bizzarri, da "Dahli lama of love" alla maniacale "Bobby shot a man". Un sound secco, grezzo e scarno ma incisivo e potente, che entra nelle viscere del rock'n'roll primigenio degli anni '50 e '60 e le sovverte in chiave punk. Questo gruppo di Detroit, Michigan, pubblico' tre album alla fine degli anni '80, ''Art phag'' (1988), ''Gods of grunge'' (1989) e ''Instant Ventriloquism'' (1991); faceva parte della band Len Puch, gia' membro degli Snake Out ed anche componente dei Fuknotz, oltreche' produttore del primo album dei Gories, ''Houserockin'''.
Euro
13,00
codice 333259
scheda
Arthur right off
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1994  target 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent indie 90
Primo lp del gruppo di Brighton , melting pot tra soul e psichedelia con influenze Stooges, Mc5 e Funkadelic. disco che vede gli arrangiamenti degli archi da parte di Sean O Haggan degli High Llamas gruppo formato da membri di 14 ICED BEARS e FURY THINGS. etichetta bianca con scritte a pennarello gialle. inserto della casa discografica.
Euro
20,00
codice 102313
scheda
Asexuals exile from floon town
Lp [edizione] originale  stereo  can  1991  cargo 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale stampa canadese, copertina lucida senza abrcode, etichetta nera ed argento, catalogo CAR013, copia corredata di inserto con testi e foto. Pubblicato nel 1991, dopo "Dish" (1988) e prima di "Fitzjoy" (1996), il quarto album del gruppo canadese di Montreal. Dopo il primo ep del 1984 e due albums di ottimo hardcore punk, e dopo l' abbandono dell' originario vocalist John Kastner, il precedente "Dish" aveva accentuato notevolmente le influenze "rock" e l' attitudine melodica del sound della band, evidenziando forti affinita' con il tipico suono di Minneapolis tra Husker Du e (soprattutto) Replacements; questo disco, compositivamente all' altezza del precedente sebbene forse penalizzato da una produzione un po' sottotono, conferma gli Asexuals tra le migliori bands della scena nordamericana dell' apoca, nell' ambito del filone in questione. Gli Asexuals si formano nel 1983 a Montreal, nel 1984 pubblicheranno il loro album di debutto a Be What You Want che permettera' loro di ottenere consensi dalla critica ed un piccolo seguito di fans che aumentera' gradualmente nel tempo con le loro realizzazioni capaci di ottenere sempre nuovi favori grazie anche alle loro infuocate esibizioni che li porteranno ad attraversare il Canada e l'Europa come gruppi di apertura per concerti dei P.I.L e DOA. Il cantante John Kastner lascera' la la band nel 1987 per formare i Doughboys.
Euro
18,00
codice 8152
scheda
Ash 1977 (Splatter)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1996  bmg 
indie 90
Ristampa rimasterizzata in vinile splatter bianco e nero, adesivo su cellophane, copertina apribile.. Publicato in inghilterra nel maggio 1996, dopo ' trailer' e prima di ' nu -clear sounds', giunto al numero 1 delle classifiche uk e non entrato in quelle usa. il secondo album. Lavoro a base di punk ma con influenze power pop, glam, post-Nirvana grunge, e post-Oasis e' un mix di varie tendenze , caratterizzato da chitarre potenti e brani melodici ed energetici in bilico tra grunge e pop. Tra i brani "Goldfinger," "Kung Fu," "Girl from Mars" .Certamente uno dei lavori piu' interessanti del genere.Band nord-irlandese mix di punk, indie rock, pop, domineranno le scene anglosassoni per molti anni a venire, divenendo uno dei fenomeni di vendita dell'underground Britannico.
Euro
35,00
codice 2111404
scheda
Asimos nikolas Sto falimento tou kosmos / giusurum
Lp [edizione] nuovo  stereo  gre  1992  music links knowledge 
rock 60-70
Vinile da 180 grammi, copertina apribile. Ristampa del 2017 ad opera della Music Links Knowledge, pressoche' identica alla prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1992 in Grecia dalla Music Box International, questo album postumo del cantautore greco Nikolas Asimos (o Assimos) raccoglieva brani originariamente usciti su alcune musicassette. Nato nel 1949 a Tessalonica e morto suicida nel 1988, Nikolas Asimos (o Assimos o Assimopoulos) e' stato un tormentato cantautore ellenico, autore di una decina di musicassette fra la fine degli anni '70 e degli anni '80, esprimendosi con un cantato drammatico ed ombroso, immerso in atmosfere alcoliche da osteria che richiamano a volte il Guccini piu' sanguigno ma con un cantato piu' ruvido e graffiante. Un personaggio dall'aspetto spesso eccentrico e fuori dalle righe, che forse celava il lato piu' ombroso e tormentato della sua musica e della sua esistenza.
Euro
31,00
codice 3510751
scheda
12" [edizione] originale  stereo  uk  1990  in tape 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Ep in formato 12", l' originale molto rara stampa inglese, copertina lucida corredata di foglio cartolina per ricevere la T-shirt con artwork del disco (ad opera di Wolfgang Buttress), etichetta viola con spirale bianca sul lato A, viola con scritte bianche sul B, catalogo IT 068. Pubblicato in Uk dalla In-Tape nel maggio 90, dopo il primo singolo "The orchard" (89) e prima del secondo 12", "Passion, coolness, indifference, boredom, mockery, contempt, disgust" (91); prodotto da Jon Langford (Mekons, Three Johns...), contiene tre inediti: "Good love", "Long just uncle" e "The day I turned bad", caratterizzate da un indie pop malinconico e decadente, nel quale sono in evidenza le particolari timbriche della voce del cantante Staples. Band formatasi a Nottingham nel 1988 per opera di Suart Staples, Dave Boulter, Dickon Hinchcliffe, nucleo centrale dei futuri Tindersticks; realizzano neanche una manciata di singoli ed un miniLp, "Old horse and other songs" (91), prima di reclutare Neil Frazer, Mark Colwill e Al McCauley, formando i Tindersticks, uno dei piu' originali e considerati gruppi inglesi degli anni '90, la cui musica e' un rock in controtendenza con il brit pop che faceva furore all'epoca nel Regno Unito, contraddistinto da malinconiche e notturne ballate arricchite dall'organo e dagli archi e dal canto di Stuart Staples, che ricorda sia Ian Curtis che Leonard Cohen; il risultato e' un pop di eccellente fattura, fortemente pervaso da atmosfere dark e romantiche, ma anche da vaghe reminiscenze anni '60 e '70.
Euro
65,00
codice 600775
scheda
Assalti frontali 1990 - 2020
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1992  assalti frontali / daje forte 
hip-hop
Doppio album, copertina apribile, corredato di inner sleeves. Pubblicato nel dicembre 2020, questo album mette insieme sedici dei prani piu' significativi della ormai lunga attivita' degli ex Onda Rossa Posse, alcuni dei quali comunque inediti in vinile, ed otto tracce inedite, due delle quali (“Porta per volare” e “Compagno Orso”) registrate per l' occasione, mentre le altre sei tracce inedite risalgono comunque agli ultimi due anni ("Simonetta”, “Fuoco a Centocelle”, “Città fantasma” e “Fino all’alba“). Questa la lista completa dei brani: A-1 Porta Per Volare A-2 Batti Il Tuo Tempio A-3 Categorie A Rischio A-4 Assalto Frontale A-5 Gocce Di Sole A-6 In Movimento B-1 Banditi B-2 Va Tutto Bene B-3 Rotta Indipendente B-4 Denaro Gratis B-5 Mi Sa Che Stanotte PT1 B-6 Mappe Della Libertà C-1 Enea Super Rap C-2 Roma Meticcia C-3 Cattivi Maestri C-4 Il Lago Che Combatte C-5 Io Sono Con Te C-6 Piazza Indipendenza D-1 Fino All'Alba D-2 Simonetta D-3 Fuoco A Centocelle D-4 Il Rap dell'Infermiere D-5 Città Fantasma D-6 Compagno Orso. Uno dei piu' importanti gruppi hip hop italiani, i romani Assalti frontali si formano nel 1991, nascendo dalle ceneri degli Onda Rossa Posse; il rap del nuovo gruppo, guidato da Militant A, e' fortemente politicizzato e dischi come ''Terra di nessuno'' (1992) sono considerati dalla critica fra i capolavori della musica italiana degli anni '90, grazie ai loro testi duri quanto belli ed a un sound molto efficace.
Euro
30,00
codice 2110343
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1999  sony / rca 
hip-hop
ristampa del 2016, copertina pressoche' identica a quella della prima rara tiratura. Pubblicato nel 1999 dalla BMG, il terzo album, successivo a ''Conflitto'' (1996) e precedente ''HSL'' (2004), terzo album degli ex Onda Rossa Posse. Il loro primo lp su major, ''Banditi'' venne prodotto da Ice One, e vede il paroliere e rapper Militant A coadiuvato in alcuni brani dalla voce di Sioux e dai cori di Meron (dai South Posse). Considerato come il seguito musicale del libro ''Conflitti che producono banditi'' scritto da Militant A, questo album e' un lavoro fortemente poiticizzato ed ideologico nei suoi testi, molto duri e diretti, elogiati dalla critica che pero' ha sottolineato come il loro peso all'interno dell'opera abbia messo le musiche decisamente in secondo piano. Uno dei piu' importanti gruppi hip hop italiani, i romani Assalti frontali si formano nel 1991, nascendo dalle ceneri degli Onda Rossa Posse; il rap del nuovo gruppo, guidato da Militant A, e' fortemente politicizzato e dischi come ''Terra di nessuno'' (1992) sono considerati dalla critica fra i capolavori della musica italiana degli anni '90, grazie ai loro testi duri quanto belli ed a un sound molto efficace.
Euro
25,00
codice 2113571
scheda
Assalti frontali Terra di nessuno (rsd 2019)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1992  goodfellas 
hip-hop
EDIZIONE REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2019, ristampa con copertina pressoche' identica a quella della prima rara tiratura, e corredata di inner sleeve. Originariamente autoprodotto nel 1992, il grandissimo album di esordio degli ex Onda Rossa Posse (che qui si identificano sempre di piu' con Militant A), forse l'opera piu' struggente e poetica di tutto l' hip hop italiano. Qui il rap si identifica fino in fondo con la strada e canta non solo la lotta, ma anche le relative vicende umane, dando vita ad un album complesso ed emozionante, un lavoro con cui tutto l' hip hop a venire fara' decisamente i conti, anche per la sua dichiarata e drammatica testimonianza di una pulsione verso la politica che trova difficolta' a conciliare creativita' e impegno rigoroso. Inserito dallo staff di "Rumore" tra i 50 dischi italiani piu' importanti degli anni '90, "Terra di Nessuno" e' un piccolo capolavoro, disco teso e vibrante come poche volte nella storia di tutta la musica italiana recente, ancora oggi straordinariamente coinvolgente, con una serie di brani indimenticabili, un uso misuratissimo ma magistrale dei campionamenti ed un suono di grandissimo impatto, a dare ancora piu' forza di penetrazione ai magnifici testi, grazie all' aiuto fondamentale dei Brutopop che suonano in tutto il disco, peraltro ispiratissimi. Episodi come le furiose, travolgenti "Assalto Frontale" o "F.O.T.T.I.T.I.", la commovente "Tera di Nessuno", la divertente ma tostissima "00199" (una fiera voce femminile e femminista in un ambito musicale troppo spesso "machista"), la dolorosa "Questione D' Istinto", la vibrante "Baghdad 1.9.9.1", il lirismo quasi "romantico" della conclusiva "Gocce di Sole"....Davvero un grande disco.
Euro
19,00
codice 2100107
scheda
Assassins of god Black tongue speaks vol. 1
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1991  bonzen 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
prima stampa, pressata in Germania, copertina senza barcode, inserto in carta ruvida con foto e testi, label custom nera e oro, catalogo BONZ007, groove message ''free the mineral wealth'' sul lato A e ''I have spoken'' sul lato B. Pubblicato nel 1991 dalla Bonzen in Germania, dopo ''The jupiter ox revealed'' (1989) e prima di ''Technological mythic limbo'' (1992), il secondo dei tre album di questo misconosciuto progetto americano di cui facevano parte Kenny Keorney (chitarra, voce), Ellen Schoenwetter (basso) e Bruce Ducheneaux (batteria), quest'ultimo poi anche membro dei Black Kali Ma e frequente collaboratore del confondatore dei Sister Double Happiness Gary Floyd nei suoi lavori solisti degli anni '90. ''Black tongue speaks vol. I'' vede il trio cimentarsi con un frenetico incrocio fra sferraglianti e tirati assalti hardcore punk irrobustiti da un sound chitarristico dai richiami punk metal e da occasionali sconfinamenti nelle dissonanze noise rock.
Euro
20,00
codice 235230
scheda
Assuck Anticapital+ (first album + singles)
Lp [edizione] originale  stereo  eu  1991  grindcore anonymous 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Copertina semilucida senza barcode, inserto apribile con testi, label neutra nera, stampa vinilica "private press" del 2011 su Grindcore Anonymous, dell'antologia originariamente pubblicata nel 1994 solo in cd dalla Sound Pollution negli USA e dalla Common Cause in Germania, "Anticapital+" compila tutti e diciassette i brani del raro primo album "Anticapital" (1991), i sette pezzi del 7"EP "Blindspot" (1992), un brano tratto dalla compilation di autori vari "Bleeeaaaarrgghhh! (uscita su 7" nel 1991 per la Slap A Ham) e due brani tratti dallo split 7" con gli Old Lady Drivers (1991); si tratta di una fetta consistente della scarna discografia di questa grindcore band di St. Petersburg, Florida, attiva fra il 1987 ed il 1998 circa; furono una delle prime bands di grindcore ad emergere negli Stati Uniti, ispirate dai seminali britannici Napalm Death, ed avevano un sound che inizialmente fu accostato al metal estremo. Il nucleo del gruppo era composto dal cantante e chitarrista Steve Heritage e dal batterista Rob Proctor; dopo aver pubblicato due cassette nel 1988/90, la band pubblicò nei primi anni '90 una manciata di 7"EP, a cominciare da "Necro salvation" (1990), e due album, "Anticapital" (1991) e "Misery index" (1997), tutti divenuti rari e ricercati. All'epoca del primo album, la formazione era composta, oltre che da Heritage e Proctor, dal cantante Paul Pavlovich e dal bassista Pete Jay, e proponeva brani brevi, incisivi, potenti e politicizzati, esprimendo una musica feroce, estremamente martellante nella brutale ritmica (capace di spiazzanti cambi, alternando esplosioni vorticose con marziale tambureggiare), dai riflessi metallici estremi nella chitarra, e dal cantato gutturale. Una formazione così estrema rimase confinata allo status di cult band, applaudita dalla critica ma seguita da un ristretto pubblico underground, ma la sua influenza sui gruppi grindcore successivi è stata citata con frequenza. Questa la scaletta: "Socialized Crucifixion", "The Thousand Mile Stare", "Population Index", "Dogmatic", "Spiritual Manipulation", "Feasts Of War", "October Revolution", "Procession", "State To State", "The Perpetual Cycle", "World Of Confusion", "Civilization Comes, Civilization Goes", "Page By Page", "Sterility", "Body Politic Equation", "Anticapital", "Epilogue" (i brani dell'album "Anticapital", 1991); "Wall Of Shame" (dalla compilation di autori vari "Bleeeaaaarrgghhh!, 1991); "Suffering Quota", "Parade Of The Lifeless" (dallo split 7" con gli Old Lady Drivers, 1991); "Blood And Cloth", "Automate", "Within Without", "Blindspot", "By Design", "Spine", "Infanticide" (i brani dell'ep "Blindspot", 1992).
Euro
45,00
codice 334743
scheda
Asterix (indie 90) I spy lo-fi
7" [edizione] promozionale  stereo  uk  1999  schism 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
copertina neutra con foro centrale. Promo con tre brani in versioni demo-tape che anticipano l'album ‘I Know Your Soul’, unica prova sulla lunga distanza della band alt-rock di Derry, Irlanda del Nord.
Euro
5,00
codice 110128
scheda
Astronaut (love parade, eva luna) What you gonna do? / take me over
7" [edizione] originale  stereo  uk  1998  fierce panda 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good indie 90
singolo in formato 7", l' originale stampa inglese, copertina ripiegata attorno al disco, label custom bianca e blu, foro centrale piccolo, catalogo NING56, groove message "I gotta, I gotta, I gotta I gotta get a lotta" sul lato A e scritta "a porky prime cut" incisa sul trail off del lato A. Pubblicato nel 1998 dalla Fierce Panda nel Regno Unito, il primo singolo di questa misconosciuta band britannica, precedente il primo album "Preview" (uscito nel 1999 su 10", sostanzialmente una raccolta dei primi singoli). Contiene due brani, poi inseriti nel sopracitato lp, "What you gonna do?" e "Take me over", scritti dal membro della band Alex Eckford, caratterizzati da un gradevole e sbarazzino pop britannico con qualche spruzzatina di power pop ammodernato agli anni '90; cantato melodico con tanto di coretti appiccicosi, chitarre energiche e leggermente graffianti ma legate a doppio filo con la materia zuccherina del pop e ritmiche vivaci, compongono un quadro "classico" che invecchia molto lentamente nel panorama pop d'Albione. Dopo sopracitato il 10" "Preview", gli Astronaut pubblicheranno un altro album, "The curse of", nel 2001, prima di sparire dai radar; uno dei membri della band, Graeme Elston, aveva militato nei gruppi di Liverpool Love Parade, Pure ed Eva Luna, autori di una manciata di singoli ed ep fra i tardi anni '80 e la prima metà degli anni '90.
Euro
4,00
codice 332182
scheda
At the gates Slaughter of the soul
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1995  earache 
heavy metal
Ristampa del 2021 ad opera della Earache, realizzata con il sistema "full dinamic range", che dovrebbe prevenire la perdita di qualità sonora, tratta dai nasti originali, e pressoché identica alla rarissima prima tiratura, pressata pare in soli 500 esemplari. Originaramente pubblicato nel novembre del 1995 dalla Earache, il quarto album in studio, successivo a "Terminal spirit disease" (1994) e precedente "At war with reality" (2014). Considerato uno dei migliori e più maturi album del gruppo svedese, ed uno dei più rappresentativi esempi del miglior death metal nel cosiddetto stile "di Goteborg", "Slaughter of the soul" mostra le influenze del thrash metal americano, integrandole ad un approccio al death relativamente melodico, diretto e con pochi fronzoli, carattere che contribuì al successo dell'opera presso la critica. Un disco compatto, propulsivo e fluido, un sound incisivo, con cambi ritmici mai posti a caso all'interno di brani di durata relativamente breve; particolare anche l'approccio vocale di Tomas Lindberg, che opta per un canto stridulo ed abrasivo, invece che per un più caratteristico timbro gutturale e difficilmente comprensibile. L'album è ormai considerato un classico del metal degli anni '90. Inizialmente attivi fra il 1990 ed il 1996, gli At The Gates, da Goteborg, poi riformatisi nel secondo decennio del XXI secolo, sono stati nella prima fase della loro carriera un gruppo seminale per la scena death metal svedese; un carattere distintivo della loro musica era di sposare la violenza vorticosa del thrash con un sound relativamente melodico, che si sarebber raffinato strada facendo, e che fu molto apprezzato dalla critica. Composti da Tomas Lindberg (voce), Anders Bjorler (chitarra), Adrian Erlandsson (batteria), Jonas Bjorler (basso) ed Alf Svensson (chitarra), gli At The Gates debuttarono con l'ep "Gardens of grief" (1991), seguito dal primo album "The red in the sky is ours" (1992) e dal secondo "With fear I kiss the burning darkness" (1993), ma fu con i due successivi lp, "Terminal spirit disease" (1994) e "Slaughter of the soul", che maturarono definitivamente il loro stile, producendo due classici nel loro genere. Proprio quando il gruppo stava facendosi strada presso il pubblico, anche internazionale, si arrivò ad un repentino scioglimento, con due membri della band che formarono poi The Haunted, e gli altri due gli Hide; gli At The Gates si riformeranno molti anni dopo, e nel 2014 pubblicheranno il quinto album "At war with reality", un'opera concettuale ispirata dal realismo magico, seguito nel 2018 "To drink from the night itself" e nel 2021 "The nightmare of being", lavoro che incorpora influenze di generi musicali esterni allo heavy metal.
Euro
34,00
codice 2114938
scheda

Page: 10 of 148


Pag.: oggetti: