Hai cercato:  dall'anno 60 all'anno 69 --- Titoli trovati: : 3401
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Aa.vv. (uk mod from the 60's) Mod meeting vol. 5
Lp [edizione] nuovo  stereo  hol  1965  dr. no / style 
rock 60-70
Sottotitolato "16 Exciting Rare British Mod & Soul Beaters", copertina lucida senza barcode, label nera con scritte bianche. Pubblicato dalla Style Records nel 2007, questo e' il quinto volume della serie di raccolte che gettano luce sul vasto panorama mod degli anni '60. Questo volume si occupa del mod britannico fra il 1965 ed il 1968 attraverso sedici rari brani tratti da singoli dell'epoca, ad opera di gruppi spesso cosi' oscuri da non essere menzionati neppure su ''The tapestry of delights''. Questa la scaletta dei brani: Carl King, ''Out of my depth'' (dal primo singolo su Cbs, uscito nel 1966); Bean & Loopy's Lot ''A stitch in time'' (dal primo singolo, 1966); Gamblers, ''Who will buy'' (dal quinto singolo, 1967); Morgan & The Mark 7, ''I'm gonna turn my life around'' (dal primo singolo, 1966); Lloyd Alexander Real Estate, ''Watcha gonna do'' (dall' unico singolo, del 1968, su President); Cherokees, ''Rejected'' (dalla compilation uscita in America nel 1966 "Mickie Most Presents British Go-Go"); Outer Limits, ''When the work is thru'' (dal primo singolo, 1967); Blue Aces, ''Tell me what you're gonna do'' (dal quarto singolo, 1965); Lloyd Alexander Real Estate, ''Gonna live again'' (retro del gia' citato unico singolo); John Lord, ''I will cry'' (dall' unico singolo, uscito nel 1967 in Belgio, Olanda e Germania); Wolves, ''Lust for life'' (singolo del 1966 su Parlophone); Blue Aces, ''All I want'' (dal quarto singolo, 1965); Trekkas, ''Please go'' (dal primo singolo, prodotto da Shel Talmy, 1966); Sasperella, ''Come inside'' (dal primo singolo, 1969); Storytellers, ''Just a friend'' (dal secondo singolo, 1966); Manchester's Playboys, ''And I do just what I want'' (cover da James Brown, tratta dal 7"ep del 1965 uscito in Francia "Woolly Bully").
Euro
10,00
codice 3020182
scheda
Aa.vv. (uk psych) Love, peace and poetry – british psychedelic music
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1968  q.d.k. media / normal 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa, pressata in Germania, vinile pesante, copertina lucida apribile con barcode 801670054917, custom label, catalogo LP041. Pubblicato nel 2001 dalla tedesca Normal, questo e' il volume dedicato alla scena britannica della serie di raccolte ''Love, peace & poetry'', volte alla riscoperta di oscuri gruppi rock degli anni '60 e '70, provenienti da ogni parte del mondo. Questo volume ci offre quindici brani tratti da rarissimi album che coprono la tarda psichedelica, il freakbeat ed il progressive underground britannici a cavallo fra la fine degli anni '60 ed i primi anni '70: troviamo perle come l'acido inno freakbeat ''Magazine woman'' di Gary Walker and the Rain, ''Maypole'' dall'ultrararo album dei Dark, il delicato acid folk di ''Mandoline man'' dal leggendario primo album di Mark Fry (originariamente pubblicato solo in Italia!), gli interessantissimi Motherlight, la cui musica e' un classico esempio del periodo di transizione in cui la musica inglese usciva dalla stagione psichedelica ed entrava in quella progressiva, o i Forever Amber, autori di un pop psichedelico melodico che viene spesso, e non a torto, accostato agli Zombies di ''Odessey and oracle'' (1968), con cori delicati, temi orecchiabili e leggere venature lisergiche. Questa la scaletta: Red Dirt, ''Memories'' (da ''Red dirt'', 1970); Gary Walker and the Rain, ''Magazine woman'' (da ''Album no. 1'', 1968); Andwellas Dream, ''Felix'' (da ''Love and poetry'', 1969); Dark, ''Maypole'' (da ''Round the edges'', 1972); Dogfeet, ''Now I know'' (da ''Dogfeet'', 1970); Tony, Caro and John, ''There are no greater heroes'' (da ''All on the first day'', 1972); Pussy, ''Comets'' (da ''Pussy plays'', 1969); Candida Pax, ''Reach out'' (da ''Day'', 1971); Mark Fry, ''Mandolin man'' (da ''Dreaming with alice'', 1972); Motherlight, ''On a meadow-lea'' (da ''Bobak, jons, malone'', 1969); Lightyears Away (Astral Navigations), ''Yesterday'' (da ''Musics from holyground'', 1971); Bodkin, ''Three days after death pt. 1'' (da ''Bodkin'', 1972); Forever Amber, ''The dreamer flies back'' (da ''The love cycle'', 1969); Oliver, ''Telephone'' (da ''Standing stone'', 1974); Parameter, ''Harvington hall'' (da ''Galactic ramble'', 1970).
Euro
23,00
codice 327877
scheda
Aa.vv. (uk psych) Love, peace and poetry – british psychedelic music
Lp [edizione] nuovo  stereo  ger  1965  q.d.k. media / normal 
rock 60-70
vinile pesante, copertina lucida apribile con barcode 801670054917, custom label, catalogo LP041. Pubblicato nel 2001 dalla tedesca Normal, questo e' il volume dedicato alla scena britannica della serie di raccolte ''Love, peace & poetry'', volte alla riscoperta di oscuri gruppi rock degli anni '60 e '70, provenienti da ogni parte del mondo. Questo volume ci offre quindici brani tratti da rarissimi album che coprono la tarda psichedelica, il freakbeat ed il progressive underground britannici a cavallo fra la fine degli anni '60 ed i primi anni '70: troviamo perle come l'acido inno freakbeat ''Magazine woman'' di Gary Walker and the Rain, ''Maypole'' dall'ultrararo album dei Dark, il delicato acid folk di ''Mandoline man'' dal leggendario primo album di Mark Fry (originariamente pubblicato solo in Italia!), gli interessantissimi Motherlight, la cui musica e' un classico esempio del periodo di transizione in cui la musica inglese usciva dalla stagione psichedelica ed entrava in quella progressiva, o i Forever Amber, autori di un pop psichedelico melodico che viene spesso, e non a torto, accostato agli Zombies di ''Odessey and oracle'' (1968), con cori delicati, temi orecchiabili e leggere venature lisergiche. Questa la scaletta: Red Dirt, ''Memories'' (da ''Red dirt'', 1970); Gary Walker and the Rain, ''Magazine woman'' (da ''Album no. 1'', 1968); Andwellas Dream, ''Felix'' (da ''Love and poetry'', 1969); Dark, ''Maypole'' (da ''Round the edges'', 1972); Dogfeet, ''Now I know'' (da ''Dogfeet'', 1970); Tony, Caro and John, ''There are no greater heroes'' (da ''All on the first day'', 1972); Pussy, ''Comets'' (da ''Pussy plays'', 1969); Candida Pax, ''Reach out'' (da ''Day'', 1971); Mark Fry, ''Mandolin man'' (da ''Dreaming with alice'', 1972); Motherlight, ''On a meadow-lea'' (da ''Bobak, jons, malone'', 1969); Lightyears Away (Astral Navigations), ''Yesterday'' (da ''Musics from holyground'', 1971); Bodkin, ''Three days after death pt. 1'' (da ''Bodkin'', 1972); Forever Amber, ''The dreamer flies back'' (da ''The love cycle'', 1969); Oliver, ''Telephone'' (da ''Standing stone'', 1974); Parameter, ''Harvington hall'' (da ''Galactic ramble'', 1970).
Euro
21,00
codice 2011931
scheda
Aa.vv. (uk psych) The upside down world of John Pantry
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1967  tenth planet 
rock 60-70
Edizione limitata a mille copie numerate sul retro, ad opera della Tenth Planet, copertina lucida senza codice a barre, inserto in carta lucida in bianco e nero, label bianca con scritte nere con title track su un lato e disegno con cerchi concentrici sull'altro. "The upside down world of John Pantry" raccoglie brani, in parte usciti su singolo ed in parte inediti, di quattro gruppi inglesi che vedono la partecipazione di John Pantry a vario titolo, incisi fra il 1967 ed il 1969 e tutti scritti da Pantry. Autore di testi, ingegnere del suono, cantante e tastierista, John Pantry viene qui presentato insieme ai Peter And The Wolves, The Bunch, Norman Conquest e Factory, gruppi di pop psichedelico e freakbeat nella seconda meta' degli anni '60. Questa la scaletta dei brani: The Factory, "Try a little sunshine" (A-side); Peter And The Wolves "Birthday" (B-side); John Pantry, "Red Chalck Hill" (demo inedito), John Pantry, "Glasshouse green, splinter red" (demo inedito); Peter And The Wolves, "Lantern light" (A-side); Peter And The Wolves, "Woman on my mind" (A-side); Peter And The Wolves, "Break up - break down" (B-side); John Pantry, "Upside down" (demo inedito); Norman Conquest, "Two people" (A-side); The Bunch, "Spare a shilling" (A-side); Peter And The Wolves, "Little girl lost and found" (A-side); The Factory, "Red chalk hill" (B-side); John Pantry, "Every single word" (demo inedito); Peter And The Wolves, "The old and the new" (B-side); John Pantry, "Smokey wood air" (demo inedito); John Pantry, "How it is" (demo inedito); Peter And The Wolves, "Lantern light" (demo inedito); Peter And The Wolves, "Julie" (A-side); Norman Conquest, "Upside down" (B-side).
Euro
18,00
codice 2036853
scheda
Aa.vv. (us psych) freakout u.s.a.
lp [edizione] originale  mono  usa  1967  sidewalk 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
COPIA ANCORA INCELLOPHANATA, prima rara stampa in mono, copertina cartonata, etichetta gialla con logo nero a sinistra, catalogo T5901. Pubblicata nel 1967 per la etichetta Sidewalk di Los Angeles gestita da Mike Curb e legata alla Tower, la riuscita raccolta che, come d' abitudine delle produzioni di Mike Curb, mette insieme oscure band realmente in attivita' nell' ambito della scena locale ed altre fantomatiche con ogni probabilita' create per l' occasione in studio; un modo per animare la scena locale e capitalizzare in qualche modo il fenomeno appena esploso della psichedelia, grazie a cui pero' Curb ha dato vita a tante piccole gemme talvolta tardivamente riscoperte. Questa la lista dei brani: notevolissimo il garage psichedelico di "Freakout U.S.A." degli Aftermath, formazione di Hollywood nota per i suoi spettacoli trasgressivi, in seguito ad uno dei quali il chitarrista Danny Deminakow fu arrestato e tenuto in carcere per tre mesi (molti anni dopo ricomparira' nei grandi MIRACLE WORKERS!), riuscita la versione di "Psychotic Reaction" degli Hands Of Time, e piacevole "I Love The Way You FReakout" con cui chiude il disco lo stesso gruppo (comparso gia', con due brani, nella colonna sonora di "Wild Angels" pubblicata dalla Tower nel 1966), "Yellow Pill" dei californiani Mom’s Boys e' un efficace ed atmosferico brano di psichedelia insieme sognante ed acido, e la stessa band e' artefice di "Up And Down", sorta di trascinante freak punk psichedelico (un brano per loro anche nella colonna sonora di "Riot on Sunset Strip" pubblicata dalla Tower nel 1967), "Poison In My Body" degli International Theatre Foundation (di cui nulla e' dato conoscere, e non esistono altri reperti sonori) e' un martellante e divertente rock'n'roll psichedelico davvero demente, "I’m Loosing It" dei Glass Family di Santa Cruz, California, e' una delle gemme del disco, un brano di piacevole flower power segnato da una splendida distrortissima chitarra distorta e brillanti arrangiamenti (il gruppo di li' a poco avrebbe pubblicato un album ed un paio di singoli per la Warner Bros), "Season Of The Witch" dei Mugwumps (di Los Angeles, niente a che vedere con gli omonimi newyorkesi) e' una piacevole cover virata nel garage psichedelico del capolavoro di Donovan (fu anche retro di uno dei tre loro 45 giri per la Sidewalk), "Number 1 Lover" degli Everybody’s Children e' un divertente quasi-plagio di "Summertime Blues" di Eddie Cochran, infine la niente piu' che gradevole "Don’t Try To Crawl Back" dei Jesters di Naples, Florida (anche retro di uno dei due singoli realizzati dal gruppo per la Sidewalk, ma altri ancora ne pubblicarono tra il 1965 ed il 1967 per altre etichette).
Euro
60,00
codice 231396
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) back from the grave vol. 1
Lp [edizione] ristampa  mono  usa  1966  crypt 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
il primo storico volume, ristampa del 1986, copertina (con lievi segni di invecchiamento sul retro) lucida senza barcode, non apribile, come anche la prima tiratura, ma con parti in azzurro e non piu' solo bianche e rosa sul fronte, pressata in Canada, con "1986" sul retro, completa dell' originario inserto con note e foto, etichetta gialla con logo e scritte neri, catalogo CRYPT001, della piu' famosa ed importante serie di compilation sul garage punk americano degli anni 60, influenza e punto di riferimento fondamentale per tutta la scena neo garage degli anni '80. Naturalmente, come spesso accade, inevitabile che il primo volume sia anche perlomeno uno dei migliori in assoluto degli innumerevoli usciti negli anni, con 15 brani introvabili da singoli rarissimi ursciti in gran parte tra il '65 ed il '66: i texani Elite, tra garage e beat, con "My Confusion" (uno di loro poi nei Yellow Payges), i Jujus del Michigan, grezzi e minimali, con una bellissima "Do You Understand Me?", gli immensi Alarm Clocks, dall' Ohio, con i due miticissimi brani del loro unico singolo, ripresi da decine di gruppi, "Yeah" e "No Reason to Complain", vere perle senza tempo, insuperabili esempi di "snotty" garage punk, i californiani Fabs con "The Bag I'm In", grande fuzz guitar ed organo Farfisa da urlo, i favolosi Malibus del Connecticut con la micidiale "Cry", i Bel-Aires del Michigan con la divertente "Ya Ha Be Be", i Legends del Michigan con la perfetta "I'll Come Again" (tra garage e folk rock, da studiare a scuola...), i incredibili Rats, con le due facciate del loro unico singolo del 1963 ("Rats Revenge Part 1" e "Rats Revenge Part 2") di Akron, Ohio, intestatari nello stesso anno di un singolo come Decades, un singolo minimale e grezzissimo, figlio bastardo del surf piu' selvaggio, anticipatore del garage punk di la' da venire, chitarre basso male accordati, orgia di voci ed urla, puro "primal sound" da amare od odiare incondizionatamente, gli One Way Streets, dall' Ohio, con "We All Love Peanut Butter" e la loro versione di "Jack the Ripper", i favolosi texani Larry & the Blue Notes con la stratosferica "Night of the Phantom", i proto soogesiani Swamp Rats di Pittsbourgh con una versione killer di "Psycho", incredibile orgia di fuzz e distorsori, ed infine i pazzeschi Cords, gruppo di frati francescani del Winsconsin, con una strumentale "Ghost Power" tra surf, garage e psichedelia........Imperdibile!
Euro
18,00
codice 251799
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) back from the grave vol. 1
Lp [edizione] nuovo  mono  usa  1966  crypt 
rock 60-70
il primo storico volume, ristampa con copertina per l' occasione apribile, con le note dell' originario inserto scritte all' interno, della piu' famosa ed importante serie di compilation sul garage punk americano degli anni 60, influenza e punto di riferimento fondamentale per tutta la scena neo garage degli anni '80. Naturalmente, come spesso accade, inevitabile che il primo volume sia anche perlomeno uno dei migliori in assoluto degli innumerevoli usciti negli anni, con 15 brani introvabili da singoli rarissimi ursciti in gran parte tra il '65 ed il '66: i texani Elite, tra garage e beat, con "My Confusion" (uno di loro poi nei Yellow Payges), i Jujus del Michigan, grezzi e minimali, con una bellissima "Do You Understand Me?", gli immensi Alarm Clocks, dall' Ohio, con i due miticissimi brani del loro unico singolo, ripresi da decine di gruppi, "Yeah" e "No Reason to Complain", vere perle senza tempo, insuperabili esempi di "snotty" garage punk, i californiani Fabs con "The Bag I'm In", grande fuzz guitar ed organo Farfisa da urlo, i favolosi Malibus del Connecticut con la micidiale "Cry", i Bel-Aires del Michigan con la divertente "Ya Ha Be Be", i Legends del Michigan con la perfetta "I'll Come Again" (tra garage e folk rock, da studiare a scuola...), i incredibili Rats, con le due facciate del loro unico singolo del 1963 ("Rats Revenge Part 1" e "Rats Revenge Part 2") di Akron, Ohio, intestatari nello stesso anno di un singolo come Decades, un singolo minimale e grezzissimo, figlio bastardo del surf piu' selvaggio, anticipatore del garage punk di la' da venire, chitarre basso male accordati, orgia di voci ed urla, puro "primal sound" da amare od odiare incondizionatamente, gli One Way Streets, dall' Ohio, con "We All Love Peanut Butter" e la loro versione di "Jack the Ripper", i favolosi texani Larry & the Blue Notes con la stratosferica "Night of the Phantom", i proto soogesiani Swamp Rats di Pittsbourgh con una versione killer di "Psycho", incredibile orgia di fuzz e distorsori, ed infine i pazzeschi Cords, gruppo di frati francescani del Winsconsin, con una strumentale "Ghost Power" tra surf, garage e psichedelia........Imperdibile!
Euro
19,00
codice 2098023
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) back from the grave vol. 2 (gatefold sleeve)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1966  Crypt 
rock 60-70
ristampa del secondo imperdibile volume, con copertina apribile, a differenza della originaria tiratura, della piu' famosa ed importante serie di compilation sul garage punk americano degli anni 60, influenza e punto di riferimento fondamentale per tutta la scena neo garage degli anni '80. 16 brani introvabili da singoli rarissimi usciti in gran parte tra il '66 ed il '67, ma in questo caso con alcuni esempi precednti, importanti per poter capire l' evoluzione di un suono che e' partito mettendo insieme il surf piu' selvaggio e l' influenza della "british invasion": si parte con i LYRICS da San Diego, California (due di loro poi nei Magic Mushrooms): "They Can't Hurt Me" (dal loro primo singolo del '65) e' secca e deragliante, semplice e perfetta; notevoli i CANADIAN ROGUES, dalla Florida, con "Keep In Touch", tra Pretty Things e Bo Diddley sound, dal secondo singolo; grandissima e' "Cry Cry Cry" dei leggendari e sfortunati UNRELATED SEGMENTS, di Detroit, dal loro terzo ed ultimo singolo, lunga e complessa composizione di grande bellezza, tra Animals (davero notevole il cantante) e garage punk, potentissima e con un assolo di chitarra davvero incisivo; ottimi gli OUTSIDERS dalla Florida, con la semplice ma efficacissima "She's Coming On Stronger" e con la deragliante cover di "Summertime Blues", dai loro due singoli del '65 e del '66; carina "Victim Of Circumstances" del texano ROY JUNIOR (autore della mitica "No Friend of Mine" per gli Sparkles); bella la cover di "Satisfaction" dei MODS del New Jersey, debitamente americanizzata con tanto di chitarra in puro surf style; gli HATFIELDS dall' Indiana sono presenti con "Yes I Do", dal loro primo singolo, puro teenbeat punk con delizioso organo farfisa; i REASONS WHY di Chicago con "All I Really Need Is Love" dal loro secondo singolo dimostrano come una deliziosa canzoncina d'amore si possa trasformare in un classico del garage punk se l' attitudine e' quella giusta; "They Prefer Blondes" dei californiani Banshees, dal loro primo singolo del '65, e' uno dei grandi classici "oscuri" del garage punk americano, brano magnifico ed irresistibile nella vena di certo northwest punk; canonica ma efficace "Surfside Date" dei TRIUMPHS del Milwaukee; dal New Jersey, RALPH NIELSEN & THE CHANCELLORS con la pazzesca "Scream" del 1962 forniscono un esempio fantastico di un surf aggressivo e velocissimo che certo anticipo' il garage punk a venire; immensa "The Crusher" dei Novas (coverizzata innumerevoli volte, mitica la versione dei Cramps), accostabile alla altrettanto nota "Surfin' Bird" dei Trashmen, ovvero il surf piu' grezzo e deragliante che diventa puro garage punk, quando ancora erano in pochi (un altro gruppo: i Sonics) a suonarlo, nel 1965; restiamo nell' ambito del "proto garage" con la versione dei MYSTICS della Florida di "Snoopy" (dal loro unico singolo del 1964); molto bella "Her Big Man" dei BRIGANDS di Forest Hills, NY, tratta da un acetato, tra folk rock e garage;oscurissimi, come il nome suggerisce, i CHILDREN OF DARKNESS, di cui si hanno poche notizie: "She's Mine" pero' e' un brano solare e contagioso, con un organo che sara' la delizia di molti.
Euro
19,00
codice 2094776
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) back from the grave vol. 3
Lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1966  Crypt 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
copia ancora incellophanata, ristampa del 1986, con copertina con retro reimpaginato rispetto alla prima tiratura, senza barcode, e "Printed in Canada", etichetta verde con scritte e logo neri, catalogo CRYPT003, copia corredata di inserto apribile con foto e note. Il terzo bellissimo volume della piu' famosa ed importante serie di compilation sul garage punk americano degli anni 60, influenza e punto di riferimento fondamentale per tutta la scena neo garage degli anni '80. 17 brani introvabili da singoli rarissimi ursciti in gran parte tra il '66 ed il '67: favolosi gli CHENTELLES del Michigan, la loro "Be My Queen", dal loro unico singolo, e' una vera scheggia impazzita nel panorama della scena garage americana piu' selvaggia, e colpisce sapere che i musicisti all' epoca avevano tutti 13 o 14 anni; di pari livello sono gli ex Starfires LITTLE WILLIE AND THE ADOLESCENTS, originari di Buffalo, New York, con "Get Out Of My Life", dal loro primo di due singoli, con tanto di favolosa tastierina farfisa; da Los Angeles, minacciosi e davvero punk KEN AND THE FOURTH DIMENSION con la micidiale "See If I Care", dal loro unico 7"; ME AND THEM GUYS, dall' Indiana, sono presenti con "I Loved Her So", dal loro unico 7", molto carina; bellissima "I've Got Something To Say" degli INTERNS, di Akron, Ohio, splendido garage beat grezzo e primitivo ma sorretto da un gusto pop sopraffino, dal loro unico singolo; dal Tennessee, gli INTRUDERS FIVE, un unico singolo da cui e' tratta "Ain't Comin' Back", grezzo e minimale garage beat, con chitarra gracchiante e tonnellate di reverberi sulle note di Farfisa; i MONACLES sono presenti con "I Can't Win", dal primo mitico singolo della oscura garage punk band di Orange County, California, costituita da 4 ragazzini di eta' compresa tra gli 11 ed i 16 anni, un piccolo classico del piu' oscuro e grezzo garage americano; efficacissima dai californiani LIL' BOYS BLUE "I'm Not There"; dall' Ohio, JERRY AND THE OTHERS (poi in parte confluiti negli Elders) non realizzarono alcun singolo, ma la tostissima "Don't Cry To Me", puro selvaggio "diddley sound" virato in direzione garage, e' salvata all' oblio comunque, ripescata da una rara compilation del '66; i FUGITIVES del Michigan (da non confondere pero' con l' omonima band di Detroit) offrono un convincente esempio di tipico teenbeat garage con "You Can't Blame That On Me", dal loro unico singolo; i RAUNCH HANDS con la strumentale "Tiger Guitars" non sfigurano ma si tratta della cult band degli anni '80; notevole WILLIAM THE WILD ONE con "Willie The Wild One", tra r'n'r e garage, dal Massachussetts, dal primo dei due singoli; i texani MURPHY AND THE MOB confermano che il garage punk della terra dei Bush era il piu' selvaggio ed aggressivo, con la secca "Born Loser", dal loro unico 7"; i MODS dell' Ohio ci offrono dal loro unico singolo la fantastica "You've Got Another Thing Comin' ", caratterizzata da suoni davvero splendidi; favolosi i SIR WINSTON AND THE COMMONS: "We're Gonna Love" e' melodicamente innocua, ma caratterizzata da un suono incredibilmente grezzo, una chitarra sovrastata da un fuzz folle, ed un' attitudine davvero punk; dallo Iowa vengono i ROYAL FLAIRS, attivi dai primi anni '60, e poi autori di un singolo come Unlimited: "Suicide" e' un altro piccolo classico del garage americano, semplice e perfetta; infine una delle perle del disco, dai MONTELLS di Miami, Florida: "You Can't Make Me", dal loro unico singolo, con il magnifico contrasto di una melodia bellissima ed i suoni che la caratterizzano, grezzi ed aggressivi. Copertina pressata in Canada, etichetta gialla con scritte rosse.
Euro
20,00
codice 243480
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) battle of rat fink hill
lp [edizione] nuovo  mono  usa  1961  norton 
rock 60-70
copertina ricca di note e foto sul retro, etichetta gialla con scritte nere. Uscita per la prima volta nel 2011 questa raccolta, sottotitolata "Crude Unissued Pittsburgh Instrumental 1961-63" contiene 17 brani strumentali provenienti da oscurissimi singoli o addirittura inediti di cinque band dell' area di Pittsburgh, episodi registrati tra il 1961 ed il 1963, ispirati al grande Link Wray, a Duane Eddy o a certe cose di Bo Diddley, il cui ascolto spiega meglio di ogni parola una fase di passaggio criciale nella musica americana dal rock'roll degli anni '50 al garage punk di meta' anni '60, testimoniando un percorso che sarebbe stato compiuto (certo con esiti anche in parte diversi) a prescindere da quella che sarebbe stata la "british invasion" qualche tempo dopo, una strada affine anche alla surf music piu' grezza e selvaggia. Questa la lista completa dei brani: OUTCASTS: Scotora Mull / Sleepy / Hollow Rock / Burning Rubber / Let's Do The Ubangi Stomp /Emergency Exit / Jose Meteres Theme; GALAXIES: Malibu Beach; KEYS - If You Wanna Be Happy / Louie's Louie Louie; MAD HATTERS - Rawhide / Peter Gunn / Jack The Ripper / Mumblin Guitar; SONICS (non il grande gruppo di Washington): Blow Out / Super Sport / Torture / Road Runner.
Euro
19,00
codice 3009632
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) glimpses volume 1
lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1967  spiral groove 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
ristampa in vinile 180 grammi, realizzata nel 2012 ed ormai fuori catalogo, copertina lucida pressocche' identica a quella della prima molto rara tiratura uscita in 500 copie numerate nel 1981 su etichetta Wellington Records, inserto ricco di note, discografie e foto. Il primo di tre volumi, pubblicati originariamente tra il 1981 ed il 1983, agli albuori della riscoperta del garage e della psichedelia degli anni '60 negli altrimenti troppo bui anni '80. Contiene tredici brani tratti da rarissimi singoli di altrettante formazioni americane (con una eccezione, gli inglesi Nite People) tra garege e psichedelia, originariamente pubblicati tra il 1966 ed il 1970. Ecco la lista completa dei brani: Side 1: 1.THE BALLOON FARM A Question Of Temperature (dal primo singolo del '67) 2.THE ILLUSION City Of People (dall' unico singolo del '66) 3.THE NINTH STREET BRIDGE Wild Illusions (dall' unico singolo del '68) 4.MOUSE & THE TRAPS Maid Of Sugar, Maid Of Spice (dal secondo singolo del '66) 5.NITE PEOPLE Hot Smoke And Sasafrass (unica band inglese presente, dal quinto singolo del '69) 6.THE MAURAUDERS Out Of Sight, Out Of Mind (dall' unico singolo del '66) 7.THE BUCKINGHAMS Don't Want To Cry (dal secondo singolo del '66) Side 2: 1.THE WELLINGTON ARRANGEMENT Love (dal terzo ed ultimo singolo del '70) 2.THE YORKSHIRES And Youre Mine (dall' unico singolo del '66) 3.THE TROYES Rainbow Chaser (dal primo singolo, del 1966) 4.THE ROY SORENSEN GROUP If You Could Read Me (dal secondo ed ultimo singolo, del 1970) 5.WESTMINISTER My Life (dal terzo ed ultimo singolo, del 1968) 6.THE RUINS The End (dall' unico singolo, del 1967)
Euro
26,00
codice 238750
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) Highs in the mid sixties 6
lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1966  a.i.p. 
rock 60-70
La ristampa, pressocche' identica alla prima tiratura uscita nel 1984, copertina (con foto delle Pleasure Seekers di una adolescente Suzi Quatro!) in cartoncino lucido senza barcode, etichetta verde con scritte e logo neri, del sesto volume della fondamentale serie che, insieme a "Back From The Grave", ha scandagliato la ricchissima scena garage punk americana degli anni '60 alla ricerca di preziose ma oscure gemme provenienti da rarissimi 45 giri. Questo volume contiene 16 brani di bands provenienti tutte dal Michigan (regione a cui era stato dedicato anche il volume 5), soprattutto da Detroit e dintorni, una scena fondamentale nell' ambito del rock americano, sviluppatasi decisamente all' ombra della vastissima produzione locale soul e R&B (la Motown, tra le altre etichette, era di casa a Detroit), ma capace di un suo distintivo stile, capace di mettere insieme molto spesso melodia e attitudine genuinamente punk, e qualche anno dopo sviluppatasi nel versante di un rock chitarristico duro che fara' scuola (Stooges, MC5, Amboy Dukes...). Ecco i brani contenuti nel disco: Yorkshires: "And You're Mine"; The Underdogs: "Friday at the Hideout"; Jimmy Gilbert: "Believe what I Say"; Jimmy Gilbert: "So Together We'll Live"; The 4 of Us: "Feel a Whole Lot Better"; The Masters of Stonehouse: "If You Treat Me Bad Again"; Renegades V: "Wine Wine Wine"; The Bossmen: "Fever of Love"; Blues Co.: "Love Machine"; The Blokes: "All American Girl"; The Underdogs: "Don't Pretend"; The Chosen Few: "It Just Don't Rhyme"; The Bed of Roses: "Hate"; The Chocolate Pickles: "Hey You"; The Pleasure Seekers: "Never Thought You'd Leave Me"; Blues Co.: "She's Gone".
Euro
18,00
codice 2027067
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) Highs in the mid sixties 9 (ohio)
lp [edizione] originale  stereo  usa  1966  a.i.p. 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
l' originale ormai rara stampa, copertina con giusto lievissimi segni di invecchiamento, senza barcode, con dettagliate note sul retro, del nono volume (non ristampato a differenza di altri, e quindi divenuto piuttosto raro e ricercato) della fondamentale serie che, insieme a "Back From The Grave", ha scandagliato la ricchissima scena garage punk americana degli anni '60 alla ricerca di preziose ma oscure gemme provenienti da rarissimi 45 giri. Questo volume contiene 16 brani di bands provenienti tutte dall' Ohio. Ecco la lista dei brani contenuti, di livello medio decisamente molto alto: A1–Deadlys "On The Road Again" A2–Gillian Row "Gloria" A3–Squires, "Batmobile" A4 –Denims "The Adler Sock" A5 –Bocky & The Visions "The Spirit Of '64" A6–Statesmen, "Stop And Get A Ticket" A7 –Pied Pipers "Hey Joe" A8 -Tree Stumps "Jennie Lee" B1–Dagenites, "I Don't Want To Try It Again" B2 –Chylds, "Hay Girl" B3 –Choir "I'm Going Home" B4–Outcasts, "Loving You Sometimes" B5–Sound Barrier "Hey Hey" B6-Dantes "Can't Get Enough Of Your Love" B7–Human Beinz "Evil Hearted You" B8–Possums "Stepping Stone".
Euro
34,00
codice 228659
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) i've had enough!
lp [edizione] nuovo  mono  usa  1966  norton 
rock 60-70
copertina in cartoncino lucido con barcode, etichetta bianca ed azzurra con scritte blu. Sottotitolato "Unissued Sixties Garage Acetates / Volume Four", questo album pubblicato nel 2009 dalla benemerita Norton Records raccoglie quattordici brani tutti precedentemente inediti, registrati da undici diverse bands americane, e precisamente in questo caso di New York (tre brani sono degli Henchmen), tra il 1964 ed il 1968 (tra di essi "Zippered Up Heart", primissima registrazione, con i Reign, di un giovanissimo JOHNNY THUNDERS, piu' tardi nei New York Dolls e negli Heartbreakers) e tutti provenienti da acetati in possesso di vari collezionisti che l' etichetta e' riuscita ad "intercettare" attraverso gli anni. Quello che sorprende non e' soltanto che ancora il garage statunitense della meta' degli anni '60 continui a riservare delle nuove scoperte, ma soprattutto che il livello medio di questi brani, che avrebbero comunque meritato la pubblicazione in quanto testimonianze di valore storico notevole, e' un livello in realta' elevatissimo, in grado di reggere il confronto con quello delle piu' note serie di raccolte finora pubblicate nell' ambito del genere, come "Back From The Grave" oppure "Highs In The Mid 60's". Ecco la lista completa dei brani : Blue Embers-Don't Want To See You / Henchmen-Jack Of All Trades / Unknown-Voodoo / Creation's Disciple / Michelle's Menagerie-Stay Away / Unknown-I've Had Enough / Sideburns-You're No Good / Jagged Edge-Gonna Find My Baby / Henchmen-Walk With Me Baby / Creations-Get On My Train / Henchmen-Sad Clown / Younger Set-Do You Love Me / Henchmen-Strangers / Reign-Zippered Up Heart.
Euro
19,00
codice 3011013
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) keystone state rock - volume 1
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1966  now sound 
rock 60-70
Sottotitolato "18 Cool 60's Teenbeat Garage - Psych Nuggets From Pennsylvania!". Edizione limitata di 500 copie in vinile colorato, copertina senza barcode, inner sleeve con note e foto, vinile pesante, etichetta custom. Uscita nell' aprile del 2014, questa bella raccolta contiene ben 18 brani tratti da rarissimi singoli o addirittura inediti di altrettante formazioni americane originarie del "Keystone State", ovvero della Pennsylvania, pubblicati originariamente intorno al '66, e capaci di dare un quadro esaustivo di una delle scena piu' brillanti nell' ambito del garage punk americano dell' epoca. Ecco la lista completa dei brani: 01 The Snaps - You Don't Want Me 02 The One Way Street Band - Time Of Temptation 3 The Legends - Baby Got Your Head Screwed On 04 The Intrepids - Run From The Sun 05 The Universal Ignorant - I'm All Here 06 The Beaus Of Beethoven - It's Too Late 07 The Badd Lads - I Feel Alright 08 The Upper Hand - You Mean So Much To Me 09 Skip Drinkwater - Silly Sally 10 The Shillings - Goodbye My Lady 11 The Bats - Evelyn 12 The Lords Of T.O.N.K. - Minor Cheevy 13 The Advantes - Done It Again 14 The Nobles - Leaving Me Alone (First Day Gone) 15 The TR5 - Can't Wait Much Longer 16 The Wicks - No Title 17 The Novas - I'd Wait A Million Tears 18 Phillip And Lee - Boxtops.
Euro
17,00
codice 3024161
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) keystone state rock - volume 2
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1966  now sound 
rock 60-70
Sottotitolato "18 Long Forgotten Teenbeat & Psych Killer Tunes From Pennsylvania's Great Musical Past!". Edizione limitata di 500 copie in vinile verde, copertina senza barcode, inner sleeve con note e foto, vinile pesante, etichetta nera, grigia e nera. Uscito nel novembre del 2015, il secondo ed ultimo volume delle due ottime raccolte, entrambe con 18 brani tra garage e psichedelia, tratti da rarissimi singoli o addirittura inediti di altrettante formazioni americane originarie del "Keystone State", ovvero della Pennsylvania, pubblicati originariamente intorno al '66, e capaci di dare un quadro esaustivo di una delle scena piu' brillanti nell' ambito del garage punk americano dell' epoca. Ecco la lista completa dei brani: 01. The Happy Mediums - Souvenir Collector (inedito ritrovato in un acetato del 1966), 02. The Kruisers - It's The Way She... (dal secondo dei due singoli, 1966), 03. The Early Americans - I Love You (I Want You) (dall' unico singolo, 1971) 04. Stairway to The Stars - Cry (dall' unico singolo, 1966) 05. The Romans - The Drag (dall' unico singolo, 1965) 06. Donnie - You're No Good (dall' unico singolo, 1965) 07. The Confusions - Sad Souvenirs (dall' unico singolo, 1967) 08. The Avanties - Baby Come Back (dall' unico singolo, 1965) 09. The Vandals - Ballad Of A Loser (dall' unico singolo, 1966) 10. Sindicate - Hangman (dall' unico singolo, 1973) 11. The Snaps - Like A Caveman (inedito del gruppo autore di due singolo tra il 1965 ed il 1966), 12. Martin J. Tobert - All Of Tomorrows (dall' unico singolo, 1968) 13. Ollie & The Go-Gos - True Love (dall' unico singolo, 1966) 14. Sas-Shades - Folks In Town (dal primo di tre singoli, 1965), 15. The Batmen With Phantom Band - Linda (dall' unico singolo, 1965) 16. Freddie Milander - What's Doin' (dal terzo singolo, 1967), 17. The Rebels - Wild Cherries (versione inedita del brano gia' nel loro unico singolo del 1970), 18. The Showmen - Cranberry Music (dall' unico singolo, 1969).
Euro
17,00
codice 3024181
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) michigan misfits vol.1
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1966  tomahawk records 
rock 60-70
Sottotitolato "14 rare and crude garage punk obscurities from the Motor State mid-60's". Pubblicato nel 2016, in sole 300 copie, copertina senza barcode, inserto con note, etichetta nera e bianca con titolo in rosso, questo album contiene quattordici brani, splendida testimonianza della cruda scena garage punk del Michigan di meta' anni '60, tratti da straordinariamente rari singoli pubblicati perlopiu' tra il 1966 ed il 1967 o addirittura, in qualche caso, inediti. Questi i brani inclusi: SIDE A: 1. The Rondells - Everybody To And Fro 2. The Ides Of March - Playthings 5x5 3. The Ferraris - Lovin' Feeling 4. The Oxford Five - Out Of Love For You 5. The Monday Knights - What Is Love 6. The Chevrons - Hey Little Teaser 7. James T & The Workers - I Can't Stop SIDE B: 1. The Other Kind - Can't Wait Forever 2. The Royal Coachmen - You Can't Get Me Down 3. 5 Of A Kind - Please Tell Me (They Were Wrong) 4. Kross Of The Moon - Speak Softly To The Wind 5. The Fabulous Shantels - Remain Unknown Girl 6. The Blues Company - I'm Comin' 7. The Sayms - In The Wind
Euro
24,00
codice 2062353
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) midnight to sixty-six
Lp [edizione] nuovo  mono  eu  1966  lance 
rock 60-70
Sottotitolata "14 long lost Us garage punkers", ristampa pressocche' identica alla prima tiratura, copertina lucida senza barcode (dove la label e' riportata come "Lanze"), etichetta in bianco e nero, inserto azzurro con note in nero. Uscita nel 2000, questa raccolta contiene 14 brani tratti da rarissimi singoli di garage punk americano usciti tra il '66 ed il '67, ed in gran parte qui compilati per la prima volta. Ecco la lista completa dei brani: Side 1: 1 The Grains Of Sand - She Needs Me (California, 66) 2 The Resumes - One Day (Washington DC, 67) 3 The Pied Pipers - Stay In My Life (Ohio, 67) 4 Dicky Treadway & The Salados - You Can't Believe It (Texas, 66) 5 U.S. Stamps - Pull The Wool (Alabama, '67) 6 The Lee VI's - Pictures On My Shelf (Michigan, '66) 7 The Culls - Midnight To Six Man (Arkansas, 66) Side 2: 1 The Group, Inc. - Just Call Me Up (Indiana, 66) 2 The Jades - Please Come Back (Michigan, 66) 3 The Wild Thing - Weird Hot Nights (Suffer Baby) (Virginia, 66) 4 The Ethics - (A Whole Lot Of) Confusion (Wisconsin, 66) 5 The Trolley - Breakdown Oregon, 67) 6 The Oscar Five - I Won't Be Your Fool (New York, 66) 7 The Nightrockers - Junction No. 1 (Massachussetts, 66).
Euro
16,00
codice 2022345
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) scum of the earth (part two)
lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1966  killdozer 
rock 60-70
Ristampa pressocche' identica alla prima tiratura uscita nel 1984 su Killdozer, copertina in cartoncino lucido senza barcode, etichetta gialla con scritte e logo neri, il secondo dei due volumi della raccolta "Scum of the Earth" che, in piena esplosione del 60's revival che animo' la scena musicale deglli anni '80, porto' alla luce un interessantissimo sottobosco di produzioni indubbiamente "minori", nell' ambito della scena musicale americana degli anni '60, e perlopiu' relegate al piu' oscuro underground, poi cadute nel dimenticatoio, ma invece meritevoli di riscoperta e ricche di un fertilissimo humus che ha alimentato attraverso i decenni successivi tutto un filone fondamentale della nostra musica, tra rock'n'roll e garage, caratterizzato da un' attitudine decisamente "weird", di cui i Cramps sono stati forse i primi fondamentali esponenti. Qui sono presenti 16 brani tratti da ultrarari 45 giri perlopiu' della prima meta' degli anni '60, gran parte dei quali qui editi per la prima volta su album. Ecco la lista completa: Bugs - Slide/ Executioners - You Won't Find Me/ Outcry - Can't You Hear/ Evil - Whatcha Gonna Do About It/ Crusade - Psychedelic Woman/ Marauders - Lovin'/ Myrchents - Indefinate Inhibition/ Suedes - 13 Stories High/ Steve Purdy and The Studs - The Weed/ Kai-Ray and Crew - I Want Some Of That/ Blue Echoes - Tiger Talk/ Leffty and The Leadsmen - Wildwood Fun/ Ronnie Cook and The Gaylads - Goo Goo Muck/ Soul-Men - Roadhouse/ Kings - It's The LCB/ Bob Vidone and The Rhythm Rockers - Weird
Euro
15,00
codice 3800448
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) she was so bad! volume two
lp [edizione] nuovo  mono  usa  1966  norton 
rock 60-70
copertina in cartoncino lucido con barcode, etichetta bianca ed azzurra con scritte blu. Sottotitolato "Unissued Sixties Garage Acetates / Volume Two", questo album pubblicato nel 2009 dalla benemerita Norton Records raccoglie quattordici brani tutti precedentemente inediti, registrati da altrettante bands americane tra il 1964 ed il 1968 e tutti provenienti da acetati in possesso di vari collezionisti che l' etichetta e' riuscita ad "intercettare" attraverso gli anni. Quello che sorprende non e' soltanto che ancora il garage statunitense della meta' degli anni '60 continui a riservare delle nuove scoperte, ma soprattutto che il livello medio di questi brani, che avrebbero comunque meritato la pubblicazione in quanto testimonianze di valore storico notevole, e' un livello in realta' elevatissimo, in grado di reggere il confronto con quello delle piu' note serie di raccolte finora pubblicate nell' ambito del genere, come "Back >From The Grave" oppure "Highs In The Mid 60's". Ecco la lista completa dei brani : Loved Ones-Life Of My Own / Briks-It's Your Choice / Apparitions-She's So Satisfyin' / Others-I Love You So / Muphets-My Money / Loved Ones-La Da Do Da Da / Other Ones-The Laugh's On You / Fabulous Courdels-And You Believe Me / Unleashed-My Flash On You / Creations-I've Paid My Dues / Hollow Steps-They Hear About Us / Blue Embers-She Was So Bad / Half Beats-Should I / Sheep-Thinkin' About I
Euro
19,00
codice 3011011
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) time won't change my mind
Lp [edizione] nuovo  mono  eu  1966  lance 
rock 60-70
Sottotitolata "14 moody & fuzzy sixties punkers", ristampa pressocche' identica alla prima tiratura, copertina lucida senza barcode (dove la label e' riportata come "Lanze"), etichetta in bianco e nero, inserto azzurro con note in nero. Uscita nel 1999, questa raccolta contiene 14 brani tratti da rarissimi singoli di garage punk americano usciti in gran parte tra il '66 ed il '67, ed in gran parte qui compilati per la prima volta. Ecco la lista completa dei brani: Side 1: 1 The Druids - Cool, Calm & Collected (California, '66) 2 The Bearings - I Can't Take It (North Carolina '66) 3 The Rainmakers - Tell Her No (michigan, '66) 4 The Burgundy Blues - I'll Get You Back Again (Florida '66) 5 The Voxmen - Time Won't Change My Mind (North Carolina, '66) 6 The Serfmen - Cry (Indiana, '64) 7 The Sand Pipers - Stand Up Girl (Florida, '66) Side 2: 1 The Rainmakers - You're The Only One (Michigan, '66), 2 The Fabulous Royals - She Told Me (That I Had To Wait) (Illinois, '66) 3 The Ambushers - I Need Love (Ohio, '66) 4 The Off-beats - Tired Of Crying (Louisiana, '67) 5 The Clann - Hey, Baby (Mikssouri, '67) 6 The Lemon Drops - Listen Girl (Illinois, '67) 7 Zoofs - Get To Know Yourself (Tennessee, '67).
Euro
16,00
codice 2020389
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) train to nowhere!
lp [edizione] nuovo  mono  usa  1966  norton 
rock 60-70
copertina in cartoncino lucido con barcode, etichetta bianca ed azzurra con scritte blu. Sottotitolato "Unissued Sixties Garage Acetates / Volume Three", questo album pubblicato nel 2009 dalla benemerita Norton Records raccoglie quattordici brani tutti precedentemente inediti, registrati da dodici diverse bands americane tra il 1964 ed il 1968 e tutti provenienti da acetati in possesso di vari collezionisti che l' etichetta e' riuscita ad "intercettare" attraverso gli anni. Quello che sorprende non e' soltanto che ancora il garage statunitense della meta' degli anni '60 continui a riservare delle nuove scoperte, ma soprattutto che il livello medio di questi brani, che avrebbero comunque meritato la pubblicazione in quanto testimonianze di valore storico notevole, e' un livello in realta' elevatissimo, in grado di reggere il confronto con quello delle piu' note serie di raccolte finora pubblicate nell' ambito del genere, come "Back From The Grave" oppure "Highs In The Mid 60's". Ecco la lista completa dei brani : Fanatics-Woman / Noblemen-I'm Gone / Dave And The Wanderers-My Heart Is In Pain / Six Minus One-Fun And Games / Bedlam's Offspring-I'll Be There / Wombats-Hey / Method-Free As The Wind / Muphets-One Thing / Juveniles-Let Me Tell You Girl / Fanatics-Bitter Bells / Wombats-Please Come On / 4 Dimensions-I Feel So Well / Straight Jackets-I'm On My Own / Unknown-Train To Nowhere.
Euro
19,00
codice 3011014
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) you tore my brain
lp [edizione] nuovo  mono  usa  1966  norton 
rock 60-70
copertina con barcode, etichetta bianca ed azzurra con scritte blu. Sottotitolato "Unissued Sixties Garage Acetates / Volume Five", questo album pubblicato nel 2010 dalla benemerita Norton Records raccoglie quattordici brani tutti precedentemente inediti, registrati da altrettante bands americane tra il 1964 ed il 1968 e tutti provenienti da acetati in possesso di vari collezionisti che l' etichetta e' riuscita ad "intercettare" attraverso gli anni. Quello che sorprende non e' soltanto che ancora il garage statunitense della meta' degli anni '60 continui a riservare delle nuove scoperte, ma soprattutto che il livello medio di questi brani, che avrebbero comunque meritato la pubblicazione in quanto testimonianze di valore storico notevole, e' un livello in realta' elevatissimo, in grado di reggere il confronto con quello delle piu' note serie di raccolte finora pubblicate nell' ambito del genere, come "Back From The Grave" oppure "Highs In The Mid 60's". Ecco la lista completa dei brani, alcuni dei quali rimasti purtoppo senza attibuzione, con il gruppo indicato come "unknown": Fourbidden "Sick And Lonely" / Sir Winston And The Commons "All Of The Time" / Bunch "Do The Jump" / Unknown "Palace Of Love" / Unknown "Follow Her Home" / James Street Overpass "She Cant See" / Unknown "Poor Man Dreamer" / Invictas "Watusi" / Pharaohs "The Isle Of Love" / Unknown "I Wont Play Your Game" / James Street Overpass "You Tore My Brain" / Sir Winston And The Commons "No Sorrow" / Fanatics "I Cant Go On" / Unknown "The Hunter".
Euro
19,00
codice 3010947
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) you're so sqaure
Lp [edizione] nuovo  mono  eu  1966  lance 
rock 60-70
Sottotitolata "14 Mid Sixties US Garage Band Jewels". Ristampa pressocche' identica alla prima tiratura, copertina senza barcode (dove la label e' riportata come "Lanze"), etichetta in bianco e nero, inserto giallo con note in nero. Uscita nel 2002, questa raccolta contiene 14 brani tratti da rarissimi singoli di garage punk americano tutti tra il '66 ed il '68, in gran parte qui compilati per la prima volta. Ecco la lista completa dei brani: Side 1: 1 Dean Kohler - Gooseberry Pie (Virginia, '68), 2 The Rogues - Opportunity (Tennessee, 66) 3 The Tracers - Watch Me (North Dakota) 4 The Jades - Come Back (Indiana, '66), 5 The Ovaitt Brothers - How Can I (Missourie) 6 Korners Of Time - Cara Lin (Minnesota, 66) 7 Tony Church & The Crusade - Can You Picture Yourself (Ohio, '68). Side 2: 1 Mumbles Scott & The Esquires - Searchin' (Iowa, '66) 2 The Trespassers - Come With Me (East Coast '67) 3 The Pickwick Papers - You're So Square (Michigan '66) 4 The Changing Tymes - Try A Whole Lot Harder (Pennsylvania, '67) 5 Th
Euro
16,00
codice 2019665
scheda
Aa.vv. (usa 60's) Pachuco-Soul!
lp2 [edizione] originale  stereo  spa  1965  vampisoul 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Sottotitolato "A Collection Of Vintage East-L.A.Grooves From The Vaults of Rampart Records", doppio album in vinile pesante, l' originale ormai rara stampa, copertina apribile, ricca di foto e note all' interno, inserto con catalogo della Vampisoul, etichetta verde con scritte nere, catalogo VAMPILP034 sulla copertina e sull' etichetta del lato A, VAMPILP016. Pubblicata nel 2004 dalla Vampisoul, questa raccolta contiene 31 brani originariamente pubblicati perlopiu' su rari 45 giri dalle etichetta di proprieta' di Eddie Davis (la Rampart e varie sottoetichette come Treasure Chest, Faro, Padua, Linda...), specializzate in artisti Messicani che operavano a Los Angeles dalla fine degli anni '50 attraverso tutti gli anni '60, e che passaranno alla storia per essere stati gli artefici del cosiddetto ''Eastside Sound''. Ecco la lista del materiale incluso: A1 The Blendells "Huggies Bunnies", A2 The Pagents "Big Daddy", "A3 Meep Meep & The Roadrunners "Justine", A4 Sunday Funnies "Whatcha Gonna Do (When The Dance Is Over)", A5 Sammy Lee & The Summits "Hey Joe", A6 Little Ray Faro "Come Swim With Me" A7 Thee Enchantments "I'm In Love With Your Daughter" A8 Thee Royal Checkmates "Get Out Of My Life Woman" B1 Las Dilly Sisters "Sometimes Good Guys Don't Wear White", B2 The Premiers "Get Your Baby", B3 Cannibal & The Headhunters "Land Of 1000 Dances", B4 The Atlantics "Home On The Range", B5 The East Bay Soul Brass "The Panther", B6 Sarah James & The Soul Babies "Takin' Care Of Business", B7 The Majestics "(I Love Her So Much) It Hurts Me", B8 Willie G With The Six Pak "Brown Baby", C1 The Atlantics "Beaver Shot", C2 The Soul Jers "Gonna Be A Big Man", C3 The Romancers "That's Why I Love You", C4 The Mixtures "Chinese Checkers", C5 Shorty And The Enchanting Souls "Chew Chaw Chaw", C6 East Side Kids "Listen To Me", C7 The Salas Bros. With The Jaguars "One Like Mine", C8 Mickey And The Mex-Tex "Borracho", D1 The Village Callers "The Frog", D2 Eastside Connection "You're So Right For Me", D3 Skylite "Boogie Butt (Short Version)", D4 Lava And The Hot Rocks "Cold Duck Time", D5 Tocayo "Con Safos (Long Version)", D6 One G Plus Three "Poquito Soul", D7 The L.A. Salsa Society "Night And Day".
Euro
38,00
codice 247526
scheda

Page: 10 of 137


Pag.: oggetti: