Hai cercato:   --- Titoli trovati: : 30515
«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 1221  ---»
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
Buste polipropilene    100 Pezzi
lp [edizione] nuovo  stereo    190   
accessori
buste in polipropilene 90my saldate a ultrasuoni, h 33 cm x 32 x 0,5 cm. Pacco da 100 pezzi.
Euro
17,00
codice 2059295
scheda
(Ex) cat heads    Our frisco
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1989  twitch city 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa usa, copertina liscia senza codice a barre, etichetta fotografica, Lp, pubblicato nel 1989, dopo che i Cat heads si erano sciolti; lavoro voluto da Sam Babbit e da Alan Korn, che insieme al polistrumentista Barry Hall e al batterista John Stuart (Flyng colour), regsitrano quest'album che raccoglie brani inediti, spesso acustici, tra i quali spiccano "Fog rolls in" e "Anti-song", il cui ritornello è cantato da Melanie Clarin, vecchio batterista dei Cat heads. Le sonorità espresse sono sempre in bilico fra neopsichedelia, post punk e tradizione country-blues, con venature pop. I Cat heads sono una band nata a San Francisco nell'85, formata dai chitarristi Mark Manzanera e Sam Babbitt (ex Ophealias), dal bassista Alan Korn (ex X-tal) e dal batterista Melanie Clarin (Donner party); fautori di una musica che, traendo ispirazione dal blues e dal country, è la risultante di tutto il rock degli ultimi anni, realizzano nell'87 "Hubba", prodotto da Matt Piucci, seguito un anno dopo da "Submarine", lavoro anch'esso da collocare nel Paisley underground. La band si divide in 2: Korn e Babbitt, che realizzano "Our frisco" e Manzanera e Clarin, che, nel 92, su Baited breath, realizzano "The ode to Billy Joe Bob Dylan Thomas Jefferson Airplane experience" sotto il nome It thing.
Euro
20,00
codice 600513
scheda
1-Speed bike    Droopy butt begone
Lp [edizione] nuovo  stereo  can  2000  constellation 
indie 2000
Copertina ruvida a busta senza codice a barre, inserto in cartoncino liscio bianco formato 10'', piccolo coupon promozionale dell'etichetta, label custom gialla con scritte nere e disegni in nero diversi su ciascuna facciata. Pubblicato dalla Constellation nell'ottobre del 2000, ''Droopy butt begone!'' e' il primo album del progetto musicale del canadese Aidan Girt. Suonato interamente da Girt, questo album presenta una originale ed ironica miscela di sonorita' house e hip hop, ritmi rock minimali ed ipnotici, eterei tappeti di tastiere, passaggi parlati, il tutto immerso in un'atmosfera notturna ed onirica ma leggera e scevra della cupezza che avvolge spesso la musica di gruppi come i GYBE!, dei quali Girt fa parte. 1-Speed Bike e' un progetto musicale del multi-strumentista e dj canadese Aidan Girt, batterista nei Godspeed You Black Emperor! e negli Exhaust, che si caratterizza per i toni piu' leggeri ed ironici rispetto a questi gruppi e per la commistione fra eletronica, musica rarefatta e sognante e rock strumentale minimale. Il primo album di 1-Speed Bike, ''Droopy butt begone!'', esce nel 2000.
Euro
16,00
codice 3501027
scheda
10 cc    10 cc
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1973  not bad records 
rock 60-70
ristampa in vinile ross pesante 180 grammi, copertina per l' occasione apribile, con note sul retro e descrizione tecnica dell' edizione stampata in basso a destra. Il primo album, uscito su etichetta Uk nel luglio del 1973, prima di "Sheet Music", e giunto al 36esimo posto delle classifiche inglesi. Ne vennero tratti quattro singoli, di cui ben tre entrati nella top ten inglese, con "Rubber Bullets" giunta sino al primo posto. Tra i brani "Fresh Air for My Mama", rielaborazione di "You Didn't Like It Because You Didn't Think Of It", gia' retro di un singolo del 1970 degli Hotlegs, dalle cui ceneri nacquero appunto i Ten Cc. Nella classica tradizione pop del gruppo inglese di Graham Gouldman, gia' autore di un album come Graham Gouldman Thing nel '69 e compositore di "For your love" ed "Heart full of soul" degli Yardbirds, con Kevin Godley, Eric Stewart (sin dal 1964 con Wayne Fontana And The Mindbenders) e Lol Creme intestatari come Hotlegs di un album nel 1971, e quindi insieme a Gouldman gia' nello stesso 1971 nell' album "Space Hymns" dei Ramases. Passati alla storia per l' invenzione del''Gizmotron''. Nati a Manchester agli inizi del decennio, sospesi tra Beatles, Zappa, citazioni rock'n'roll, ironia e falsetti alla Beach boys, il tutto suonato magistralmente e con classe sopraffina.
Euro
28,00
codice 2060084
scheda
10 cc    24 hours
10 [edizione] originale  stereo  uk  1983  mercury 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima rara stampa Inglese, 1'' con copertina in cartoncino lucido fronte retro, etichetta nera con palma verde e scritte bianche. Publicato in Inghilterra nell'aprile del 1983, non entrato nelle classifiche UK ne' in quelle USA. 10'' contenente tre brani, 24 Hours, Dreadlock Holiday, ( Live 3-1982 ) I'm not in love, ( Live 3-1982 ).
Euro
18,00
codice 48785
scheda
10 cc    art for arts sake / get it while you can
7" [edizione] originale  stereo  uk  1975  mercury 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
singolo in formato 7", l' originale stampa inglese, corredata dell' originaria copertina neutra della Phonogram (il singolo non usci' in Inghilterra con alcuna picture sleeve), etichetta crema con scritte nere in rilievo ("plastic label") e foro al centro piccolo, "Melys Art!" e "Mely Gets!" sul trail off delle rispettive facciate. Pubblicato nel 1975, e giunto al quinto posto delle classifiche inglesi, contiene sul lato A un brano poi incluso nel quarto album "How Dare You!" (gennaio 1976), la memorabile ed esuberante "Art For Arts Sake" e sul retro l' inedita "Get It While You Can", gradevole episodio minore, dai toni piu' rilassati. Nella classica tradizione pop del gruppo inglese di Graham Gouldman, gia' autore di un album come Graham Gouldman Thing nel '69 e compositore di "For your love" ed "Heart full of soul" degli Yardbirds, con Kevin Godley, Eric Stewart (sin dal 1964 con Wayne Fontana And The Mindbenders) e Lol Creme intestatari come Hotlegs di un album nel 1971, e quindi insieme a Gouldman gia' nello stesso 1971 nell' album "Space Hymns" dei Ramases. Passati alla storia per l' invenzione del''Gizmotron''. Nati a Manchester agli inizi del decennio, sospesi tra Beatles, Zappa, citazioni rock'n'roll, ironia e falsetti alla Beach boys, il tutto suonato magistralmente e con classe sopraffina.
Euro
7,00
codice 236980
scheda
10 Cc    Bloody tourists
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1978  mercury 
rock 60-70
Copertina apribile, inner sleeve. Ristampa del 2016 ad opera della Mercury, pressoche' identica alla prima tiratura. Originariamente pubblicato nel settembre del 1978 dalla Mercury in Gran Bretagna, dove giunse al terzo posto in classifica, e dalla Polydor negli USA, dove arrivo' alla 69esima posizione, il sesto album in studio, successivo a ''Deceptive bends'' (1977) ed al live ''Live and let live'' (1977), e precedente ''Look hear?'' (1980). Il grandissimo successo del singolo ''Dreadlock holiday'', giunto al primo posto in classifica in patria con il suo appiccicoso reggae pop, e posto qui in cima alla scaletta, fece molto probabilmente da traino per i buoni risultati di questo ''Bloody tourists'', lavoro caratterizzato dal consueto humor della band e dalla presenza di riferimenti stilistici piu' o meno parodistici o ironici nella struttura essenzialmente pop del 33 giri. Formati a Stockport, nei pressi di Manchester, nei primi anni '70, sospesi tra Beatles, Zappa, citazioni rock'n'roll, ironia e falsetti alla Beach boys, il tutto suonato magistralmente e con classe sopraffina, i 10 CC sono stati un gruppo nella classica tradizione pop inglese. Fra i fondatori troviamo Graham Gouldman, gia' autore di un album come Graham Gouldman Thing nel '69 e compositore di "For your love" ed "Heart full of soul" degli Yardbirds; insieme a lui c'erano Kevin Godley, Eric Stewart (sin dal 1964 con Wayne Fontana And The Mindbenders) e Lol Creme, intestatari come Hotlegs di un album nel 1971, e quindi insieme a Gouldman gia' nello stesso 1971 nell' album "Space Hymns" dei Ramases. Ebbero notevole successo in patria durante gli anni '70, e sono ricordati anche per l' invenzione del ''Gizmotron'', un effetto per chitarra elettrica da loro creato.
Euro
29,00
codice 3509559
scheda
10 cc    deceptive bands
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1977  mercury / universal 
rock 60-70
ristampa del 2016, copertina apribile pressoche' identica a quella della prima tiratura uscita in Inghilterra su Mercury, corredata di inner sleeve e di coupon con codice per il download digitale. Pubblicato in Inghilterra nel maggio del 1977 dopo ''How dare You'' e prima di ''Live And Let live'', giunto al numero 3 delle classifiche Uk ed al numero 31 di quelle Usa. Il quinto album. Pubblicato dopo che Lol Creme e Kevin Godley avevano lasciato la band nelle mani di Graham Gouldman e Eric Stewart, e' un album di pop raffinatissimo con tentazioni progressive e postpsychedeliche che ricorda nelle melodie il miglior Mc Cartney, tra i brani le notevolissime ''The thinghs we do for love'' , '' People in love'', ''Good morning judge''. Nella classica tradizione pop del gruppo inglese di Graham Gouldman, gia' autore di un album come Graham Gouldman Thing nel '69 e compositore di "For your love" ed "Heart full of soul" degli Yardbirds, con Kevin Godley, Eric Stewart (sin dal 1964 con Wayne Fontana And The Mindbenders) e Lol Creme intestatari come Hotlegs di un album nel 1971, e quindi insieme a Gouldman gia' nello stesso 1971 nell' album "Space Hymns" dei Ramases. Passati alla storia per l' invenzione del ''Gizmotron''. Nati a Manchester agli inizi del decennio, sospesi tra Beatles, Zappa, citazioni rock'n'roll, ironia e falsetti alla Beach boys, il tutto suonato magistralmente e con classe sopraffina.
Euro
29,00
codice 3017669
scheda
10 cc    deceptive bands
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1977  mercury 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
prima stampa Italiana, copertina apribile in cartoncino liscio fronte retro ed all' interno completa di inner sleeve con disegni e testi in carta leggera sagomato in alto all'apertura, etichetta azzurra con logo e scritte argento, trail off senza data, logo SIAE del secondo tipo, ha dimensioni 15 mm circa di diametro, la scritta SIAE vede la "S" della parola "Società" invertita e la "A" della parola "Autori" minuscola. Questo timbro viene usato tra il 1975 ed il 1978 Pubblicato in Inghilterra nel maggio del 1977 dopo '' How dare You'' e prima di '' Live And Let live'', giunto al numero 3 delle classifiche Uk ed al numero 31 di quelle Usa. Il quinto album. Pubblicato dopo che Lol Creme e Kevin Godley avevano lasciato la band nelle mani di Graham Gouldman e Eric Stewart, e' un album di pop raffinatissimo con tentazioni progressive e postpsychedeliche che ricorda nelle melodie il miglior Mc Cartney, tra i brani le notevolissime ''The thinghs we do for love'' , '' People in love'', ''Good morning judge''.
Euro
17,00
codice 103715
scheda
10 cc    how dare you !
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1975  mercury 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
prima stampa italiana, copertina (con lievi segni di invecchiamento) apribile, completa di inner sleeve con testi, etichetta custom, data sul trail off "26/1/76", timbro Siae del secondo tipo, in uso tra il 1975 ed il 1978/79, con diametro di circa 15 mm. e marchio Siae che ne occupa ancora l' intero cerchio centrale. Pubblicato in Inghilterra nel gennaio del 1976 dopo ''Original soundtrack'' e prima di ''Deceptive Bands'', giunto al numero 5 delle classifiche Uk e non entrato in quelle Usa. Il quarto album. Dopo aver trovato il successo con "I'm Not in Love", dall' album precedente ''Original Soundtrack'', i 10cc continuano sulla stessa strada con questo ''How Dare You''. Nonostante nell' album non vi siano singoli del successo del precedente, il lavoro e' da considerarsi come uno dei migliori del gruppo in assoluto, i brani sono straordinari incroci di English humor e pop mutante, tra di essi "I'm Mandy Fly Me", "Art for Art's Sake", "Iceberg", la geniale "I Wanna Rule the World"; il secondo lato dell' album vede brani piu' lenti ed atmosferici, tra di essi splendidi specie negli arrangiamenti innovativi per l' epoca "Rock 'N' Roll Lullaby" e "Don't Hang Up". Certamente un classico della band ed uno degli ultimi notevolissimi esempi di English Pop di alta epoca. Nella classica tradizione pop del gruppo inglese di Graham Gouldman, gia' autore di un album come Graham Gouldman Thing nel '69 e compositore di "For your love" ed "Heart full of soul" degli Yardbirds, con Kevin Godley, Eric Stewart (sin dal 1964 con Wayne Fontana And The Mindbenders) e Lol Creme intestatari come Hotlegs di un album nel 1971, e quindi insieme a Gouldman gia' nello stesso 1971 nell' album "Space Hymns" dei Ramases. Passati alla storia per l' invenzione del''Gizmotron''. Nati a Manchester agli inizi del decennio, sospesi tra Beatles, Zappa, citazioni rock'n'roll, ironia e falsetti alla Beach boys, il tutto suonato magistralmente e con classe sopraffina.
Euro
16,00
codice 234539
scheda
10 cc    live and let live
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1977  mercury 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima stampa inglese, doppio album con copertina apribile e laminata fronte retro, etichetta azzurra con scritte e logo argento. Pubblicato in Inghilterra dicembre del 1977 dopo '' Deceptive bands'' e prima di '' Bloody tourists'', giunto al numero 14 delle classifiche Uk e non entrato in quelle Usa. Il sesto album. Registrato live a manchester e londra nel giugno e luglio del 1977, contiene in 15 brani un resoconto live completo della classica tradizione pop del gruppo inglese di graham gouldmann, ecco la lista del materiale incluso- The second sitting for the last supper, You've got a cold, Honeymoon with b troop, Art for art's sake, people in love, Wall street shuffle, Ship don't dissapear in the night (do they), i'm mandy fly me, Marriage boureau rendevouz, Good morning judge, Feel the benefit, The thinghs we do for love, Waterfall, I'm not in love, Modern man blues.
Euro
22,00
codice 43499
scheda
10 cc    Original Soundtrack
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1975  mercury/back to b. 
rock 60-70
ristampa in vinile 180 grammi, corredata di coupon con codice per scaricare l' album in formato mp3, pressocche' identica alla prima tiratura uscita in Inghilterra su Mercury, copertina apribile, con inner sleeve. Pubblicato in Inghilterra nel marzo del 1975 dopo '' Steet music'' e prima di ''How dare You'', giunto al numero 4 delle classifiche Uk ed al numero 15 di quelle Usa. Il terzo album. "The Original Soundtrack" contielne uno dei brani di maggior successo della band, il primo hit americano "I'm Not in Love"; consideratto come una delle piu' innovative e riuscite produzioni della sua epoca, l' album si apre con "Une Nuit a Paris" e la facciata si chide con "Blackmail", due tra i migliori episodi della band in assoluto, insieme a "The Film of Our Love"sull'altro lato, l'Lp e' certamente uno dei massimi dei 10cc e presenta il loro pop mutante e raffinatissimo nel pieno fulgore del loro momento piu' creativo. Nella classica tradizione pop del gruppo inglese di Graham Gouldman, gia' autore di un album come Graham Gouldman Thing nel '69 e compositore di "For your love" ed "Heart full of soul" degli Yardbirds, con Kevin Godley, Eric Stewart (sin dal 1964 con Wayne Fontana And The Mindbenders) e Lol Creme intestatari come Hotlegs di un album nel 1971, e quindi insieme a Gouldman gia' nello stesso 1971 nell' album "Space Hymns" dei Ramases. Passati alla storia per l' invenzione del''Gizmotron''. Nati a Manchester agli inizi del decennio, sospesi tra Beatles, Zappa, citazioni rock'n'roll, ironia e falsetti alla Beach boys, il tutto suonato magistralmente e con classe sopraffina.
Euro
23,00
codice 3011485
scheda
10 cc    Original Soundtrack
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1975  mercury 
  [vinile]  Very good  [copertina]  excellent rock 60-70
prima stampa inglese, copia con vinile con lievi segni di invecchiamento, copertina apribile in cartoncino liscio fronte e retro completa di inserto testi, etichetta azzurra con logo e scritte argento. Pubblicato in Inghilterra nel marzo del 1975 dopo '' Steet music'' e prima di ''How dare You'', giunto al numero 4 delle classifiche Uk ed al numero 15 di quelle Usa. Il terzo album. "The Original Soundtrack" contielne uno dei brani di maggior successo della band, il primo hit americano "I'm Not in Love"; consideratto come una delle piu' innovative e riuscite produzioni della sua epoca, l' album si apre con "Une Nuit a Paris" e la facciata si chide con "Blackmail", due tra i migliori episodi della band in assoluto, insieme a "The Film of Our Love"sull'altro lato, l'Lp e' certamente uno dei massimi dei 10cc e presenta il loro pop mutante e raffinatissimo nel pieno fulgore del loro momento piu' creativo. Nella classica tradizione pop del gruppo inglese di Graham Gouldman, gia' autore di un album come Graham Gouldman Thing nel '69 e compositore di "For your love" ed "Heart full of soul" degli Yardbirds, con Kevin Godley, Eric Stewart (sin dal 1964 con Wayne Fontana And The Mindbenders) e Lol Creme intestatari come Hotlegs di un album nel 1971, e quindi insieme a Gouldman gia' nello stesso 1971 nell' album "Space Hymns" dei Ramases. Passati alla storia per l' invenzione del''Gizmotron''. Nati a Manchester agli inizi del decennio, sospesi tra Beatles, Zappa, citazioni rock'n'roll, ironia e falsetti alla Beach boys, il tutto suonato magistralmente e con classe sopraffina.
Euro
23,00
codice 108640
scheda
10 cc    Sheet Music
LP [edizione] originale  stereo  uk  1974  UK 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rara stampa inglese, completa di inserto a colori con testi e disegni, copertina pressata da "Senol Printing", etichetta nella versione turchese con logo e scritte argento, "Mely!" e "Mels?" incisi sul trail off delle rispettive facciate, trail off matrix "...P-3" e "...P-4"; ristampato pochi anni dopo su Mercury. Pubblicato su etichetta Uk in Inghilterra nel giugno del 1974 dopo ''10 cc'' e prima di ''The Original Soundtrack'', giunto al numero 9 delle classifiche Uk ed al numero 81 di quelle Usa. Il secondo album. Lavoro dal clima camaleontico che passa da momenti luminosi ad altri oscuri, con una varieta' compositiva inusitata ed imprevedibile, anche all' interno degli stessi brani, "Sheet Music" e' probabilmente il lavoro piu' sarcastico e irridente tra quelli prodotti dai 10cc. Tra i brani l'esemplificativa "The Worst Band in the World", una straordinaria satira autoironica che la dice lunga sulle intenzioni della band, o "Clockwork Creep", sopraffini tour de force creativi giocosamente pop, tali da anticipare certi Xtc raffinatamente "pastiche". Lavoro versatile, con elementi pop, glam, cabarettistici, hard rock o psichedelici, e tecnicamente ineccepibile, dimostra come, nello stato di grazia di questo periodo, i 10CC siano stati certamente una dele piu' notevoli e originali incarnazioni del rock inglese del decennio. Nella classica tradizione pop del gruppo inglese di Graham Gouldman, gia' autore di un album come Graham Gouldman Thing nel '69 e compositore di "For your love" ed "Heart full of soul" degli Yardbirds, con Kevin Godley, Eric Stewart (sin dal 1964 con Wayne Fontana And The Mindbenders) e Lol Creme intestatari come Hotlegs di un album nel 1971, e quindi insieme a Gouldman gia' nello stesso 1971 nell' album "Space Hymns" dei Ramases. Passati alla storia per l' invenzione del''Gizmotron''. Nati a Manchester agli inizi del decennio, sospesi tra Beatles, Zappa, citazioni rock'n'roll, ironia e falsetti alla Beach boys, il tutto suonato magistralmente e con classe sopraffina.
Euro
32,00
codice 38871
scheda
10 cc    Sheet Music
LP [edizione] originale  stereo  uk  1974  UK 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
prima rara stampa inglese, completa di inserto a colori con testi e disegni, copertina pressata da "Senol Printing", etichetta nella versione turchese con logo e scritte blu, "Melys Again!" e "Mels?" incisi sul trail off delle rispettive facciate, trail off matrix "...P-4" e "...P-4"; ristampato pochi anni dopo su Mercury. Pubblicato su etichetta Uk in Inghilterra nel giugno del 1974 dopo ''10 cc'' e prima di ''The Original Soundtrack'', giunto al numero 9 delle classifiche Uk ed al numero 81 di quelle Usa. Il secondo album. Lavoro dal clima camaleontico che passa da momenti luminosi ad altri oscuri, con una varieta' compositiva inusitata ed imprevedibile, anche all' interno degli stessi brani, "Sheet Music" e' probabilmente il lavoro piu' sarcastico e irridente tra quelli prodotti dai 10cc. Tra i brani l'esemplificativa "The Worst Band in the World", una straordinaria satira autoironica che la dice lunga sulle intenzioni della band, o "Clockwork Creep", sopraffini tour de force creativi giocosamente pop, tali da anticipare certi Xtc raffinatamente "pastiche". Lavoro versatile, con elementi pop, glam, cabarettistici, hard rock o psichedelici, e tecnicamente ineccepibile, dimostra come, nello stato di grazia di questo periodo, i 10CC siano stati certamente una dele piu' notevoli e originali incarnazioni del rock inglese del decennio. Nella classica tradizione pop del gruppo inglese di Graham Gouldman, gia' autore di un album come Graham Gouldman Thing nel '69 e compositore di "For your love" ed "Heart full of soul" degli Yardbirds, con Kevin Godley, Eric Stewart (sin dal 1964 con Wayne Fontana And The Mindbenders) e Lol Creme intestatari come Hotlegs di un album nel 1971, e quindi insieme a Gouldman gia' nello stesso 1971 nell' album "Space Hymns" dei Ramases. Passati alla storia per l' invenzione del''Gizmotron''. Nati a Manchester agli inizi del decennio, sospesi tra Beatles, Zappa, citazioni rock'n'roll, ironia e falsetti alla Beach boys, il tutto suonato magistralmente e con classe sopraffina.
Euro
28,00
codice 109393
scheda
10 Cc    The dean and i/bee in my bonnet
7" [edizione] originale  stereo  uk  1973  uk 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Very good rock 60-70
il terzo singolo con copertina neutra uk blue, etichetta blue scritte argento e simbolo uk a destra nella parte di mezzo. Originari di Manchester,famosi per la presenza in formazione del bassista Graham Gouldman che ha legato il suo nome a grandi hits dell'epoca beat come "no milk today" (herman's hermits), ma soprattutto "for your love" e "heart full of soul" (yardbirds).nell'arco degl'anni sono passati dal beat,al pop fino all'elettronica.
Euro
18,00
codice 101079
scheda
10 cc    wall street shuffle / gismo my way
7" [edizione] originale  stereo  uk  1974  uk records 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
singolo in formato 7"; l' originale stampa inglese, corredata dell' originaria copertina neutra blu e bianca della Uk Records (il singolo non usci' in Inghilterra con alcuna picture sleeve), etichetta nella versione blu ed argento, con "push out centre" centrale ancora intatto, "Its Mely!" e "Mels" sul trail off delle rispettive facciate. Pubblicato nel 1974, e giunto al decimo posto delle classifiche inglesi, contiene sul lato A un brano tratto dal secondo album "Sheet Music" (giugno 1974), "The Wall Street Shuffle", che possiede tutta l' esuberanza stilistica e compositiva dei migliori Ten cc, e sul retro l' altrimenti inedita "Gismo My Way", rilassato episodio strumentale. Versatili, con elementi pop, glam, cabarettistici, hard rock o psichedelici, e tecnicamente ineccepibili, nello stato di grazia di questo periodo, i 10CC siano stati certamente una dele piu' notevoli e originali incarnazioni del rock inglese del decennio. Il gruppo inglese di Graham Gouldman, gia' autore di un album come Graham Gouldman Thing nel '69 e compositore di "For your love" ed "Heart full of soul" degli Yardbirds, con Kevin Godley, Eric Stewart (sin dal 1964 con Wayne Fontana And The Mindbenders) e Lol Creme intestatari come Hotlegs di un album nel 1971, e quindi insieme a Gouldman gia' nello stesso 1971 nell' album "Space Hymns" dei Ramases. Passati alla storia per l' invenzione del''Gizmotron''. Nati a Manchester agli inizi del decennio, sospesi tra Beatles, Zappa, citazioni rock'n'roll, ironia e falsetti alla Beach boys, il tutto suonato magistralmente e con classe sopraffina.
Euro
8,00
codice 236979
scheda
10.000 Maniacs    Blind man's zoo
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1989  elektra 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Completa di adesivo sul fronte copertina che indica la presenza dei testi tradotti in varie lingue, prima stampa europea di pressaggio tedesco, copertina con barcode, inner sleeve in carta con foto e testi in inglese, inserto apribile con testi tradotti in varie lingue, tra cui l'italiano, etichetta custom azzurra con logo con elefante in alto, scritte nere e piccolo logo Elektra rosso e nero a destra, catalogo EKT57 / 960815-1. Il quarto album. Dopo il bellissimo "In My Tribe", il gruppo nel maggio del 1989 tira fuori il suo disco di maggior successo, molto piu' "pop" dei precedenti, sebbene ovviamente sempre legato a doppio filo alla tradizione country e folk non solo americana, a tratti vicino ai R.E.M. piu' estroversi, ma ancora una volta incensato dalla critica, oltre che dal pubblico (il disco giunse al 13esimo posto delle classifiche americane ed al 18esimo di quelle inglesi). Forse non pienamente all' altezza dei due albums precedenti "The Wishing Chair" ed "In My Tribe", contiene comunque alcuni brani tra i piu' belli della band, come "Eat For Two", "Dust Bowl" e la magnifica, acustica "Jubilee", che chiude il disco. Formatasi nel 1981 a Jamestown, New York, questa splendida band americana fu guidata fino al 1993 da Natalie Merchant, cantante di rara sensibilita' ed autrice di magnifici testi spesso caratterizzati da un forte impegno sociale e politico. Il loro secondo album "The Wishing Chair" (1985), prodotto dal grande Joe Boyd, rivelo' una crescita esponenziale delle qualita' del gruppo, ed e' considerato da molti uno dei dischi piu' belli del decennio, capolavoro impagabile dove folk americano ed inglese e pop si mescolano indissolubilmente, per un risultato inedito e personalissimo che si esalta nella bellezza di ogni singola canzone. Pur belli, i dischi successivi, a partire da "In My Tribe", di circa due anni dopo, non raggiunsero piu' quei livelli; in ogni caso il gruppo continua la sua attivita' ancora nel corso del primo decennio del nuovo secolo.
Euro
20,00
codice 322031
scheda
10.000 Maniacs    Human conflict number five
lpm [edizione] originale  stereo  uk  1982  press 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
La rara prima stampa inglese, pubblicata due anni dopo quella (rarissima) americana e con una copertina completamente diversa, copertina apribile senza barcode e con testi sul retro, label bianca con scritte nere su di una facciata, bianca con foto in bianco e nero sull'altra, catalogo P2010, scritta ''Utopia'' incisa sul trail off di entrambi i lati. Questo mini lp fu la prima storica pubblicazione dei 10,000 Maniacs, precedente il primo album ''Secrets of the i ching'' (1984): ''Human conflict number five'' venne inizialmente pressato negli USA in un migliaio di copie dal gruppo, nell'aprile del 1982, e distribuito ai loro concerti, mentre in Gran Bretagna fu pubblicato solo nel giugno del 1984 dalla Press, giungendo al nono posto nella classifica indipendente. La splendida e carismatica voce di Natalie Merchant e' gia' in risalto in questi cinque brani, forse ancora acerbi rispetto ai vertici toccati in seguito dalla band, con il loro oscillare fra il paisley underground piu' melodico e pop (''Tension''), una bislacca new wave (''Planned obsolescence'') o suggestioni reggae (''Anthem for doomed youth''). Formatasi nel 1981 a Jamestown, New York, questa splendida band americana fu guidata fino al 1993 da Natalie Merchant, cantante di rara sensibilita' ed autrice di magnifici testi spesso caratterizzati da un forte impegno sociale e politico. Il loro secondo album "The Wishing Chair" (1985), prodotto dal grande Joe Boyd, rivelo' una crescita esponenziale delle qualita' del gruppo, ed e' considerato da molti uno dei dischi piu' belli del decennio, capolavoro impagabile dove folk americano ed inglese e pop si mescolano indissolubilmente, per un risultato inedito e personalissimo che si esalta nella bellezza di ogni singola canzone. Pur belli, i dischi successivi, a partire da "In My Tribe", di circa due anni dopo, non raggiunsero piu' quei livelli; in ogni caso il gruppo continua la sua attivita' ancora nel corso del primo decennio del nuovo secolo.
Euro
45,00
codice 319430
scheda
10.000 Maniacs    In my tribe
Lp [edizione] nuovo  stereo  EU  1987  elektra 
punk new wave
Ristampa in vinile 180 grammi per audiofili, corredata di inner sleeve con testi e crediti, copertina pressoche' identica a quella della prima tiratura su Elektra. Il terzo vero album della band americana formatasi a Jamestown (New York) nel 1981 e guidata da Natalie Merchant, cantante di rara sensibilita' ed autrice di magnifici testi spesso caratterizzati da un forte impegno sociale e politico, uscito nell' agosto del 1987 e giunto al 37esimo posto delle classifiche inglesi, non entrato in quelle americane, dopo il capolavoro "The Wishing Chair" (1985) e prima del loro maggior successo, "Blind Man's Zoo" (1989). Un disco in perfetto equilibrio tra gli inizi quasi roots della band, accostabile ai R.E.M. piu' folk rock (e guarda caso Michael Stipe e' ospite alla voce in un brano), e la svolta decisamente pop dei successivi, sempre comunque caratterizzato da una vena sottilmente malinconica accentuata dal timbro vocale della magnifica voce della Merchant; un disco ancora una volta incensato dalla critica. Ne vennero tratti i singoli "Peace Train", "Don't Talk", "What's the Matter Here" e "Like the Weather"; molto bella l' acustica e delicatissima "Verdi Cries" che chiude il disco.
Euro
18,00
codice 3017751
scheda
10.000 Maniacs    In my tribe
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1987  elektra 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
Copia con leggeri segni di invecchiamento sulla copertina, prima stampa americana, copertina con barcode, inner sleeve in carta con testi e crediti, label rossa in basso e nera in alto, scritte bianche lungo il bordo in basso ed argentate altrove, logo Elektra bianco e rosso in alto, catalogo 960738-1. Il terzo vero album della band americana formatasi a Jamestown (New York) nel 1981 e guidata da Natalie Merchant, cantante di rara sensibilita' ed autrice di magnifici testi spesso caratterizzati da un forte impegno sociale e politico, uscito nell' agosto del 1987 e giunto al 37esimo posto delle classifiche inglesi, non entrato in quelle americane, dopo il capolavoro "The Wishing Chair" (1985) e prima del loro maggior successo, "Blind Man's Zoo" (1989). Un disco in perfetto equilibrio tra gli inizi quasi roots della band, accostabile ai R.E.M. piu' folk rock (e guarda caso Michael Stipe e' ospite alla voce in un brano), e la svolta decisamente pop dei successivi, sempre comunque caratterizzato da una vena sottilmente malinconica accentuata dal timbro vocale della magnifica voce della Merchant; un disco ancora una volta incensato dalla critica. Ne vennero tratti i singoli "Peace Train", "Don't Talk", "What's the Matter Here" e "Like the Weather"; molto bella l' acustica e delicatissima "Verdi Cries" che chiude il disco.
Euro
20,00
codice 323197
scheda
10.000 Maniacs    In my tribe
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1987  elektra 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa europea di pressaggio tedesco, copertina lucida fronte retro con barcode, inner sleeve in carta con foto in bianco e nero e testi, label rossa in basso e nera in alto, scritte bianche lungo il bordo in basso ed argentate altrove, logo Elektra bianco e rosso in alto, catalogo 960738-1/EKT41, logo GEMA/BIEM in riquadro a sinistra. Il terzo vero album della band americana formatasi a Jamestown (New York) nel 1981 e guidata da Natalie Merchant, cantante di rara sensibilita' ed autrice di magnifici testi spesso caratterizzati da un forte impegno sociale e politico, uscito nell' agosto del 1987 e giunto al 37esimo posto delle classifiche inglesi, non entrato in quelle americane, dopo il capolavoro "The Wishing Chair" (1985) e prima del loro maggior successo, "Blind Man's Zoo" (1989). Un disco in perfetto equilibrio tra gli inizi quasi roots della band, accostabile ai R.E.M. piu' folk rock (e guarda caso Michael Stipe e' ospite alla voce in un brano), e la svolta decisamente pop dei successivi, sempre comunque caratterizzato da una vena sottilmente malinconica accentuata dal timbro vocale della magnifica voce della Merchant; un disco ancora una volta incensato dalla critica. Ne vennero tratti i singoli "Peace Train", "Don't Talk", "What's the Matter Here" e "Like the Weather"; molto bella l' acustica e delicatissima "Verdi Cries" che chiude il disco.
Euro
23,00
codice 318046
scheda
10.000 Maniacs    in the city of angels (live 3/6/1993)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1993  parachute 
punk new wave
doppio album, copertina apribile. Pubblicato in versione vinilica nel 2017, questo album contiene la bella registrazione (trasmessa all' epoca anche radiofonicamente) del concerto effettuato dalla band americana il 3 giugno del 1993 al Greek Theatre di Los Angeles, durante il tour che segui' la pubblicazione del quinto album in studio "Our Time In Eden" e poche settimane prima dell' addio al gruppo da parte della cantante Natalie Merchant. Diciotto brani, suonati da una band ancora in stato di ispirazione, tra vecchi e nuovi classici di un repertorio ormai ricchissimo. Questa la lista completa dei brani: A1 These Are Days A2 Eat For Two A3 A Campfire Song A4 Like The Weather A5 What's The Matter Here? B1 Stockton Gala Days B2 Few And Far Between B3 Hey Jack Kerouac B4 If You Intend B5 Gun Shy C1 My Sister Rose C2 How You've Grown C3 Jezebel C4 Trouble Me D1 Everyday Is Like Sunday D2 City Of Angels D3 Candy Everyboy Wants D4 Let The Mystery Be. Formatasi nel 1981 a Jamestown, New York, questa splendida band americana fu guidata fino al 1993 da Natalie Merchant, cantante di rara sensibilita' ed autrice di magnifici testi spesso caratterizzati da un forte impegno sociale e politico. Il loro secondo album "The Wishing Chair" (1985), prodotto dal grande Joe Boyd, rivelo' una crescita esponenziale delle qualita' del gruppo, ed e' considerato da molti uno dei dischi piu' belli del decennio, capolavoro impagabile dove folk americano ed inglese e pop si mescolano indissolubilmente, per un risultato inedito e personalissimo che si esalta nella bellezza di ogni singola canzone. Pur belli, i dischi successivi, a partire da "In My Tribe", di circa due anni dopo, non raggiunsero piu' quei livelli; in ogni caso il gruppo continua la sua attivita' ancora nel corso del primo decennio del nuovo secolo.
Euro
26,00
codice 2068790
scheda
10.000 Maniacs    My mother the war + 2
12'' [edizione] originale  stereo  uk  1984  reflex 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima rara stampa inglese, copertina senza barcode, label custom bianca con immagine speculare in bianco e nero su di una facciata, piccola effige di santo sull'altra, scritte nere su entrambe, catalogo 12RE1, groove message ''for john'' sul lato A, scritta ''MPO'' incisa sul trail off di entrambi i lati, ''jonz'' su quello del lato A e ''sound clinic'' su quello del lato B. Pubblicato nel marzo del 1984 dalla Reflex, giunto alla dodicesima posizione nella classifica indipendente britannica, il primo 12'' del gruppo americano, nonche' la loro prima pubblicazione in Gran Bretagna (qualche mese dopo vi uscirono finalmente anche il primo mini lp ed il primo album, originariamente apparsi solo negli USA). Contiene tre brani: ''My mother the war'', nella sua prima versione, gia' splendida, tratta dal primo abum ''Secrets of the i-ching'' del gennaio 1984 (il brano restera' uno dei classici del gruppo e sara' riregistrato per l' album "The Wishing Chair"), l' atipica e fascinosa ''Planned obsolescence'', tratta dal primo mini lp ''Human conflict number five'' (1982), e la dubbeggiante ''National education week'', inedita fino a quel momento e rimasta inedita su album. La splendida voce di Natalie Merchant da' lustro a questi acerbi brani, venati di paisley underground ed ancora screziati di influenze wave, premonizioni di meraviglie a venire. Formatasi nel 1981 a Jamestown, New York, questa splendida band americana fu guidata fino al 1993 da Natalie Merchant, cantante di rara sensibilita' ed autrice di magnifici testi spesso caratterizzati da un forte impegno sociale e politico. Il loro secondo album "The Wishing Chair" (1985), prodotto dal grande Joe Boyd, rivelo' una crescita esponenziale delle qualita' del gruppo, ed e' considerato da molti uno dei dischi piu' belli del decennio, capolavoro impagabile dove folk americano ed inglese e pop si mescolano indissolubilmente, per un risultato inedito e personalissimo che si esalta nella bellezza di ogni singola canzone. Pur belli, i dischi successivi, a partire da "In My Tribe", di circa due anni dopo, non raggiunsero piu' quei livelli; in ogni caso il gruppo continua la sua attivita' ancora nel corso del primo decennio del nuovo secolo.
Euro
28,00
codice 321076
scheda
10.000 Maniacs    Our time in eden (180 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1992  elektra 
punk new wave
ristampa in vinile 180 grammi per audiofili, copertina pressocheì identica alla prima tiratura, e corredata di inner sleeve. Originariamente pubblicato nel settembre del 1992 dalla Elektra in Gran Bretagna, dove giunse al 33esimo posto in classifica, e negli USA, dove arrivo' alla 28esima posizione, il quinto album in studio, uscito dopo ''Blind man's zoo'' (1989) e prima del live ''MTV unplugged'' (1993) e del successivo lp in studio ''Love among the ruins'' (1997). L'ultimo album in studio con l'originaria cantante Natalie Merchant, ''Our time in eden'' e' un degno suggello alla prima fase della carriera discografica del gruppo americano, che qui ricama un caldo ed avvolgente pop rock, certo piu' accessibile e lineare rispetto agli esordi, mentre la voce di Merchant suona piu' ''vissuta'' e carica di esperienze e riflessioni. Formatasi nel 1981 a Jamestown, New York, questa splendida band americana fu guidata fino al 1993 da Natalie Merchant, cantante di rara sensibilita' ed autrice di magnifici testi spesso caratterizzati da un forte impegno sociale e politico. Il loro secondo album "The Wishing Chair" (1985), prodotto dal grande Joe Boyd, rivelo' una crescita esponenziale delle qualita' del gruppo, ed e' considerato da molti uno dei dischi piu' belli del decennio, capolavoro impagabile dove folk americano ed inglese e pop si mescolano indissolubilmente, per un risultato inedito e personalissimo che si esalta nella bellezza di ogni singola canzone. Pur belli, i dischi successivi, a partire da "In My Tribe", di circa due anni dopo, non raggiunsero piu' quei livelli; in ogni caso il gruppo continua la sua attivita' ancora nel corso del primo decennio del nuovo secolo.
Euro
19,00
codice 3018676
scheda

Page: 1 of 1221

«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 1221  ---»
Pag.: oggetti: